Gazzettino di Romagna - Succi's....

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
boston
Messaggi: 2292
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda boston » 19 dic 2008 13:56

bevuto la scorsa settimana un ronco delle ginestre 99 e devo dire che mi è proprio piaciuto
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
boston
Messaggi: 2292
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda boston » 18 gen 2009 12:48

Quel che ricordo di Venerdì sera

Barolo B. Mascarello 1967 - 4 PIADE.......sentire a fine serata note di frutta bianca e di anguria in un barolo di 42 anni penso sia stupefacente, il mio preferito
Barolo Brunate 1971 Marcarini - 4 PIADE......meno evoluto e più graffinate del precedente al quale contende a lungo la palma del migliore
Barbaresco Gallina 1996 B. Giacosa - 4 PIADE......bevuto a fine serata e buonissimo
Sangiovese di Romagna Ronco del Casone 1987 Castelluccio - 2 PIADE e 1/2......ancora bello vivo, dimostrazione del fatto che, se si facesse qualche passo in dietro, anche in Romagna ci sarebbe da divertirsi
Sodaccio Montevertine 1988 - 3 PIADE e 1/2.......animalesco, integro, proprio buono
Barbaresco Montestefano 1985 Prunotto - 3 PIADE......un pò più stanco del Sodaccio
Barolo Battista Borgono 1967 - 3 PIADE e 1/2......bella sorpresa
Spanna ris. del Cantiniere 1964 Marchesi di Villadoria - 2 PIADE......per amanti del genere fetish
Barolo ris. 1961 Damilano - 2 PIADE.......potabile
Barolo ris. 1971 Contratto - 2 PIADE......naso evolutissimo, meglio in bocca
Barbaresco forse Montestefano 1990 Sebaste- 3 PIADE......bocca grintosa ed invogliante
Brunello Poggione 1978 - 3 PIADE e 1/2....funghi, sottobosco, piaciuto tanto
Brunello ris. 1975 Lisini......andato
Trebbiano 1997 valentini - 2 PIADE e 1/2.....stanco e monocorde su note di fieno e nocciola
Barolo Bricco Boschis Cavallotto 1967......andato

per il nome dei 2 borgogna bianchi, D. Leflaive (3 PIADE) e Jobard ( quasi 4 PIADE) credo, chiedo aiuto
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
sanzves
Messaggi: 409
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: Romagna

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda sanzves » 18 gen 2009 18:15

Meursault Perrièrs 2004 O. Leflaive ImmagineImmagineImmagine ++

Meursault Charme 2003 Jobard ImmagineImmagineImmagineImmagine +

Trebbiano 1997 valentini ImmagineImmagine ++

Barbaresco Montestefano 1985 Prunotto ImmagineImmagineImmagine

Sangiovese di Romagna Ronco del Casone 1987 Castelluccio ImmagineImmagine +

Sodaccio Montevertine 1988 ImmagineImmagineImmagine +

Barolo B. Mascarello 1967 ImmagineImmagineImmagineImmagine

Barolo Brunate 1971 Marcarini ImmagineImmagineImmagineImmagine+

Barolo Battista Borgono 1967 ImmagineImmagineImmagine +

Brunello Poggione 1978 ImmagineImmagineImmagine ++

Barbaresco forse Montestefano 1990 Sebaste ImmagineImmagineImmagine

Barbaresco Gallina 1996 B. Giacosa ImmagineImmagineImmagineImmagine


Spanna ris. del Cantiniere 1964 Marchesi di Villadoria Immagine
Avatar utente
boston
Messaggi: 2292
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda boston » 18 gen 2009 18:53

vedo che le nostre valutazioni concordano quasi tutte
per lo spanna però pensavo al un lato b meno attraente, quello che hai messo tu non può puzzare così :)
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
solarolo
Messaggi: 806
Iscritto il: 06 giu 2007 11:56
Località: Faenza

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda solarolo » 10 feb 2009 16:25

Qualche sera fa, ospiti di Simone del Don Abbondio di Forlì:

Gattinara 1974 Antoniolo
Ronco delle Ginestre 1985
Rondo della Ginestra 1982
Barbaresco 1996 Produttori del Barbaresco
Fiorano rosso 1983


Ronco delle Ginestre 1985 (da magnum) in grandissima forma, vino dall'intatta freschezza, bocca piena che non cede mai un attimo. Probabilmente il migliore sangiovese romagnolo che mi sia mai capitato.
In forma anche il Ronco 1982, un pelo meno complesso, ma sempre una bella bevuta.
Affascinante il Gattinara 1974, vino certamente evoluto, ma che conserva una certa acidità ed un bel naso.
Barbaresco 1996 un po' compresso e non molto espressivo.
Il Fiorano puzzava di pecorino sardo avariato.

Evviva il sangiovese di romagna...di una volta

Grazie ancora a Simone per la piacevole serata.
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - Asili ris 2004 u'nè malgaz

Messaggioda meursault » 28 feb 2009 03:54

La stradale non mi ha fermato, anche stavolta è andata bene.
Insomma, quindi?

Leroy - Meursault 1er cru cùt vègna un chècar 1996
Ossidato, bye bye
Leflaive - Puligny-Montrachet Les Folatieres 1999
vino tristo, senza nerbo, si sente quasi un po di botrytis e di ossidazione, insomma, male per il blasone, si riprende un po sulla distanza ma rimane un vino poco buono.
Meursault Les Tessons 2002 - Pierre Morey
finalmente iniziamo a ragionare, all'inizio legnetto poi bellissima progressione, gran bella mineralità ed equilibrio in bocca, bel vino!
Meursault 1er cru Porouzot 2005 - F.Jobard
Anche qui ci siamo, naso un po compresso ma si dipana bene in bocca, lotta col Tessons ma alla fine soccombe.

Chambertin 2002 - Rossignol Trapet
Parte a razzo e lascia tutti di sasso, naso di fruttino e cipria, sembra davvero in rampa di lancio verso la goduria più assoluta.
Col passare dei minuti però si spegne un po, bella bocca comunque, bevibilità super, gran bel vino.
Clos de Vougeot 2002 - Chateau de la Tour
All'inizio qualche nota lattica, poi migliora senza però mai dar l'idea di essere grande, buonino ma un po amorfo, da un vino così ci si aspetta più personalità.
Barbaresco Asili ris 2004 - Bruno Giacosa
Sventola il vessillo italiano alla faccia dei cugini, stavolta vi abbiamo fregato!!!!:D :D :D
Vino di una classe ed eleganza mostruse, all'inizio semba che ci sia un semplice fruttino al naso, ma in realtà c'è (e ci sarà) molto di più.
Bocca di coerenza, eleganza ed estrazione tannica a dir poco perfetta, niente altro da dire se non chepeau al maestro di Neive.

Per finire:

Clos de Porrettes 2004 - Gouges (grazie bocadolza)
Interessante naso, tra carne cruda e clorofilla, si dilegua velocemente però in bocca,

Corbon - Champagne mill 1997 (grazie Paolo)
Piuttosto acuminato, il Beppe Rinaldi della Champagna e posso anche condividere ma orami avrei condiviso qualsiasi cosa.

un saluto a tutti, belli e brutti.
Ultima modifica di meursault il 01 mar 2009 18:46, modificato 1 volta in totale.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
checcos
Messaggi: 1660
Iscritto il: 07 giu 2007 12:11

Re: Gazzettino di Romagna - Asili ris 2004 u'nè malgaz

Messaggioda checcos » 28 feb 2009 18:04

meursault ha scritto:Barbaresco Asili ris 2004 - Bruno Giacosa
Sventola il vessillo italiano alla faccia dei cugini, stavolta vi abbiamo fregato!!!!:D :D :D
Vino di una classe ed eleganza mostruse, all'inizio semba che ci sia un semplice fruttino al naso, ma in realtà c'è (e ci sarà) molto di più.
Bocca di coerenza, eleganza ed estrazione tannica a dir poco perfetta, niente altro da dire se non chepeau al maestro di Neive.



come nient'altro?!? parla, visto che sto per indebitarmi per metterne da parte sufficienti scorte nelle stive...
:lol:
lascia la citta' stasera, all'istante.
E una volta fuori,
resta fuori,
o ti faccio fuori.
A Los Angeles hai perso i tuoi privilegi.

Marsellus Wallace - 1994
Avatar utente
boston
Messaggi: 2292
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna - Asili ris 2004 u'nè malgaz

Messaggioda boston » 01 mar 2009 18:44

meursault ha scritto:Meursault Les Tillets 2002 - Pierre Morey


non era Les Tessons ?
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - Asili 2004 Giacosa sfida i cugini

Messaggioda meursault » 01 mar 2009 18:48

Editato.

X Checcos: compra pure con tranquillità.
Il colore è di uno stupendo rubino vivo e transparente, il vino è giovanissimo ma già molto buono.
Al naso ha bisogno di tempo per acquisire complessità ma in bocca è una trama tannica semplicemente meravigliosa, fitta ma elegante, con grande persistenza finale.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
boston
Messaggi: 2292
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna - Asili 2004 Giacosa sfida i cugini

Messaggioda boston » 01 mar 2009 19:35

Leroy Meursault 1er cru 1996 NC
Leflaive Puligny-Montrachet Les Folatieres 1999 ImmagineImmagine1/2
Meursault Les Tessons 2002 - Pierre MoreyImmagineImmagineImmagineImmagine
Meursault 1er cru Porouzot 2005 - F.Jobard ImmagineImmagineImmagine 1/2
Chambertin 2002 - Rossignol Trapet ImmagineImmagineImmagineImmagine
Clos de Vougeot 2002 - Chateau de la TourImmagineImmagineImmagine
Barbaresco Asili ris 2004 - Bruno GiacosaImmagineImmagineImmagineImmagine 3/4
Clos de Porrettes 2004 GougesImmagineImmagine 1/2
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8016
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Gazzettino di Romagna - Asili 2004 Giacosa sfida i cugini

Messaggioda andrea » 01 mar 2009 19:44

E' di più questo?
boston ha scritto:Barbaresco Asili ris 2004 - Bruno GiacosaImmagineImmagineImmagineImmagine 3/4

o questo?
sanzves ha scritto:Spanna ris. del Cantiniere 1964 Marchesi di Villadoria Immagine

:mrgreen:
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
bocadolza
Messaggi: 38
Iscritto il: 20 set 2007 14:08

Re: Gazzettino di Romagna - Asili 2004 Giacosa sfida i cugini

Messaggioda bocadolza » 02 mar 2009 12:40

Leroy - Meursault 1er cru 1996
L'ho portato io, era deceduto. Non giudicabile.

Leflaive - Puligny-Montrachet Les Folatieres 1999

L'ho portato io, non era morto, ma fiacco, un filo ossidatino, di nessun fascino, nemmeno parente della bottiglia che doveva essere, cioè la bottiglia più grande della serata che avrebbe dovuto distruggere i due bianchi successivi. 83 punti

In pratica, fossi rimasto a casa avrei fatto miglior figura.


Meursault Les Tessons 2002 - Pierre Morey

Piena conferma di grandezza per questo vino, metallico e anicioso, con una bocca senza rozzezze né da alcol né da legno. 93 punti

Meursault 1er cru Poruzots 2005 - F.Jobard
Molto buono ma un po' meno. Naso minerale, ma con meno toni metallici e pietrosi, più rustico in bocca per una rudezza di gioventù. 91 punti

Chambertin 2002 - Rossignol Trapet.

Concordo sul grande naso di cipria e frutta croccante, bocca di acidità e mineralità esemplari, nel tempo perde un po' il frutto e assume qualche nota leggermente salmastra che io ho trovato molto piacevole. 92.5 punti

Clos de Vougeot 2002 - Chateau de la Tour
Si sente il legno, note di caucciù, e frutta matura ma non così matura come ricordavo dall'assaggio del 2000 dello stesso vino. Aveva una batteria impossibile ed è uscito con le ossa rotte. 86 punti.

Barbaresco Asili ris 2004 - Bruno Giacosa

La più grande bocca che io abbia mai sentito in un vino giovane, parte al naso con gelatina di frutta rossa piuttosto esplosiva e insistente, poi definisce anche il naso, parte la ciliegia croccante, la viola e tutta una sfilza di fragranze floreali macerate e fresche da manuale. 94+ punti

Clos de Porrettes 2004 - Gouges
Bel vino leggiadro ed elegante, un poco verde e scarno in bocca, ma molto variegato al naso, carnoso e officinale, con punte nella frutta chiara e nel lampone. 87 punti.

Corbon - Champagne mill 1997
Il buon vino tagliente che ci si aspetta. Terribilmente buono, nonostante l'annata.
Ultima modifica di bocadolza il 02 mar 2009 12:42, modificato 1 volta in totale.
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Gazzettino di Romagna - Asili 2004 Giacosa sfida i cugini

Messaggioda davidef » 02 mar 2009 12:42

bocadolza ha scritto:Leroy - Meursault 1er cru 1996
L'ho portato io, era deceduto. Non giudicabile.

Leflaive - Puligny-Montrachet Les Folatieres 1999

L'ho portato io, non era morto, ma fiacco, un filo ossidatino, di nessun fascino, nemmeno parente della bottiglia che doveva essere, cioè la bottiglia più grande della serata che avrebbe dovuto distruggere i due bianchi successivi. 83 punti

In pratica, fossi rimasto a casa avrei fatto miglior figura.


perdonami, non c'entra nulla con la bevuta, ma questa che ho sottolineato è da incorniciare :lol: :lol:
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: Gazzettino di Romagna - Asili ris 2004 u'nè malgaz

Messaggioda mbrown » 02 mar 2009 12:56

meursault ha scritto:La stradale non mi ha fermato, anche stavolta è andata bene.
Insomma, quindi?

Leroy - Meursault 1er cru cùt vègna un chècar 1996


Il famoso cru da evitare come la peste? :lol:
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda meursault » 07 mar 2009 04:45

Gran serata, compagnia uber alles, ma anche qualche vino.
Prima di andare qualche commento, anche perchè domani si ricomincia e domenica e lunedì saranno peggio.

I batteria:

Corton Charlemaghe 1994 - Bonneau du Martray : due bottiglie andate, poi il monumento allo chardonnay, un po muto al naso ma bocca da manuale, piena ed elegante come piace a me, hight class. 92/100

Puligny-Montrachet 1er cru monopole Clos de la mouchère 1996 - Boillot : Profumi non proprio esposivi ma che si svelano pian piano, borgogna in endovena allo stato puro, bocca immensa, persistenza incalcolabile, grande prova. 94/100

Coulèe de Serrant 1981 - N.Joly - Non marino come vorrei, un po contratto e sfibrato. 85/100

II Batteria:

Pinot Noir 1997 ?? - Louis Latour : boh, nà roba trista comunque. 78/100

Brunello di Montalcino ris 1990 Poggio al Vento - Col D'Orcia : c'è qualcuno che dice tappo, boh, non si sa, ma di sicuro il vino sotto c'è, succoso ed ancora tannico, me lo ricordavo meglio ma non è male. 88/100

Brunello di Montalcino 1997 Schiena d'Asino - Mastrojanni : Ecco maestro, ci siamo!!! Animale al punto giusto si distende bene con un gran bel tannino e presenza indiscutibile in bocca, uno dei top dell'annata. Per mezz'ora naso da capogiro, sangue, terra e sudore, un vero gladiatore. Hic sunt Leones. 92/100

III Batteria:

Chateau Latour 1990 : che dire? Classe immensa, un naso da tappeto rosso, eleganza e soffusa mineralità.
Si allunga inavvertbile al palato fino a quando non te lo dimetichi più. 93/100+

Chateua Linch Bages 1998 : Bello vivo e fruttolosamente piacevole, non ha la finezza del compagno di batteria ma si comporta bene, pur non esaltando gli animi, buon gregario. 89/100

IV Batteria:

Cascina Francia 1995 - Conterno : Al naso c'è parte bianca del cocomero, in bocca punge ancora, gran bel nebbiolo, piuttosto serioso. 90/100

Barbaresco Rabajà 1998 - Bruno Giacosa : Il maestro sale in cattedra e ci regala un nebbiolo da manuale, rosa essicata, sottobosco, e violetta in sottofondo, il tutto supportato da una bocca senza cedimenti e dal tannino perfettamente estratto, la classe non è acqua. 93/100

Tutti vini del ristorante, un ringraziamento a Federico, ci ritrovermo presto.
Ultima modifica di meursault il 07 mar 2009 12:23, modificato 3 volte in totale.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
buro
Messaggi: 494
Iscritto il: 15 giu 2007 10:56
Località: parma

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda buro » 07 mar 2009 12:09

in quale ristorante eravate?
Do you know what "nemesis" means? A rightous infliction of retribution manifested by an appropriate agent. personified in this case by a horrible cunt. Me.
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda meursault » 07 mar 2009 12:14

buro ha scritto:in quale ristorante eravate?


In quello che pensi te.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
boston
Messaggi: 2292
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda boston » 07 mar 2009 12:57

Corton Charlemaghe 1994 - Bonneau du Martray : ripagata la costanza di Federico che ha stappato una terza bottiglia dopo le prime due andate, bocca monumentale e di grande persistenza 92/100
Puligny-Montrachet 1er cru monopole Clos de la mouchère 1996 - Boillot : iniziali note lattiche poco piacevoli che poi spariscono per lasciare spazio ad un naso elegante e ad una beva trascinante 92-/100
Coulèe de Serrant 1981 - N.Joly: Forse aveva bisogno di più tempo o forse è proprio così...........pungente al limite del fastidioso al naso e bocca tritata dagli altri 2 contendenti 80/100

Aloxe-Corton 1997 - Louis Latour : si è trovato qui per caso
Brunello di Montalcino ris 1990 Poggio al Vento - Col D'Orcia : secondo me un lieve ed infido tappo ne ha pregiudicato la prestazione 86/100
Brunello di Montalcino 1997 Schiena d'Asino - Mastrojanni : che bella boccia, non si esprime all'infinito ma finchè dura naso esplosivo e da capogiri e bocca avvolgente 92+/100

Chateau Latour 1990 : le aspettive erano molto alte, il vino molto buono, anzi buonissimo (93/100), ma secondo me le emozioni stanno da un'altra parte
Chateua Linch Bages 1998 : boh, non sono riuscito a berlo

Cascina Francia 1995 - Conterno : frutta bianca, cioccolato bianco, scorza di arancia, tannini incazzatissimi. 92+/100
Barbaresco Rabajà 1998 - Bruno Giacosa : inizialmente timido sviluppa poi un naso da manuale (vedi descrittori del conte) e una bocca accarezzata da tannini setosi 93+/100

..........e complimenti a Federico per la buonissima cena e per la cantina
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
sanzves
Messaggi: 409
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: Romagna

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda sanzves » 07 mar 2009 15:46

serata splendida
ringrazio tutti a partire da Federico ...sono stato da dio
compagnia fantastica as usual
questo è il mio podio

1) il pulmino
2) il puligny
3) il cappelletto

av salut
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda Palma » 07 mar 2009 20:53

Bellissima bevuta, complimenti davvero, bosogna che una volta mi portiate con voi in questo posto. Molto belli anche gli incomprensibili sms che arrivavano dal conte, evidentemente del tutto ubriaco, ieri notte.
Mi meraviglia un po' la prestazione di Latour 90, io l'ho bevuto due volte ed in entramebe le occasioni lo avevo apprezzato maggiormente rispetto a voi, almeno stando a quel che mi pare di capire. Bisognerebbe capire se ci siamo trovati di fronte abottiglie differentementeperformanti, opure se c'è una diversa percezione di questo vino, o magari dei grandi Bordeaux in generale. Direi che è ormai giunto il momento di organizzare quella famosa bordolata, per la quale darei un mandato esplorativo al conte :D
ex Victor
Extreme fighet du chateau
Avatar utente
JohnnyTheFly
Messaggi: 2373
Iscritto il: 11 giu 2007 20:33
Località: Porretta Terme (BO), capitale dell'AVR

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda JohnnyTheFly » 07 mar 2009 21:24

Palma ha scritto:Molto belli anche gli incomprensibili sms che arrivavano dal conte, evidentemente del tutto ubriaco, ieri notte.

Dov'è la novità? :lol:
" Parlando e piangendo appese la giacca al muro poi chiese una birra mettendosi al sicuro " - MASSIMO BUBOLA [tratto dall'incipit della canzone MARIA CHE CI CONSOLA, 1979]
buro
Messaggi: 494
Iscritto il: 15 giu 2007 10:56
Località: parma

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda buro » 08 mar 2009 20:35

[quote]Bellissima bevuta, complimenti davvero, bosogna che una volta mi portiate con voi in questo posto.[quote]

non ti preoccupare...e' da molto che voglio portarci anche Giulio...
Do you know what "nemesis" means? A rightous infliction of retribution manifested by an appropriate agent. personified in this case by a horrible cunt. Me.
Avatar utente
sanzves
Messaggi: 409
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: Romagna

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda sanzves » 08 mar 2009 21:10

Palma ha scritto:Bellissima bevuta, complimenti davvero, bosogna che una volta mi portiate con voi in questo posto. Molto belli anche gli incomprensibili sms che arrivavano dal conte, evidentemente del tutto ubriaco, ieri notte.
Mi meraviglia un po' la prestazione di Latour 90, io l'ho bevuto due volte ed in entramebe le occasioni lo avevo apprezzato maggiormente rispetto a voi, almeno stando a quel che mi pare di capire. Bisognerebbe capire se ci siamo trovati di fronte abottiglie differentementeperformanti, opure se c'è una diversa percezione di questo vino, o magari dei grandi Bordeaux in generale. Direi che è ormai giunto il momento di organizzare quella famosa bordolata, per la quale darei un mandato esplorativo al conte :D


io non posso credere che latour 90 sia questo, ok vino elegante setoso e con ottima lunghezza, ma ho apprezzato maggiormente haut brion e mouton in annate piccole trovandoli molto più complessi, quindi direi che la bottiglia era sottoperformante (il livello mi sembrava un po' basso per un vino di quella età)
cascina francia e rabaja sì che erano due vini splendidi
ma forse ormai sono un tossico del nebbiolo
Il Comandante
Messaggi: 5946
Iscritto il: 11 giu 2007 13:51

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda Il Comandante » 08 mar 2009 21:53

sanzves ha scritto:ma forse ormai sono un tossico del nebbiolo


Benvenuto in comunità...
AKA J. L. Picard
"Lungi da me fare la vittima" - unadomanda (ketto reloaded)
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di romagna - Latour 90 e i suoi fratelli

Messaggioda meursault » 08 mar 2009 22:34

sanzves ha scritto:io non posso credere che latour 90 sia questo, ok vino elegante setoso e con ottima lunghezza, ma ho apprezzato maggiormente haut brion e mouton in annate piccole trovandoli molto più complessi, quindi direi che la bottiglia era sottoperformante (il livello mi sembrava un po' basso per un vino di quella età)


Questo è possibile, visto che il tappo era parecchio trafilato.
Confermo anche io che è stato un po al di sotto delle aspettative, che erano altissime.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: boston, Candidoshark, cascinafrancia71, Langa&Roero, littlewood, Nexus1990 e 16 ospiti