Il miglior spumante dell'anno

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
zuppadilatte
Messaggi: 258
Iscritto il: 21 ago 2016 16:00
Località: Liguria

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda zuppadilatte » 20 ott 2019 23:47

Zel ....ti stimo..
littlewood
Messaggi: 1968
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda littlewood » 21 ott 2019 08:34

paolik ha scritto:
paolik ha scritto:
littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


È giusto contestualizzare il luogo parlo della provincia di vicenza, terra dove il prosecco non c'era mai stato, per non parlare della strada tra le province di Padova e Venezia, la cosiddetta Monselice mare, terra di radicchio, e mais, difatti io parlo di questa realtà che conosco .

E' una realtà che conosco molto bene anch' io pero' e' un fatto che questo e' successo perche' il prosecco da' piu' reddito del mais e il radicchio...
pipinello
Messaggi: 554
Iscritto il: 28 apr 2009 16:27

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda pipinello » 21 ott 2019 10:11

paolik ha scritto:
Macca84 ha scritto:Per forza... prosecco resa dai 100 ai 130 quintali per ettaro...
In più alcuni produttori lo annacquano anche...
Sai quante milioni di bottiglie produce il veneto?

Ma dai.... va bene come si dice dalle mie parti per fare lo sguazzone o lo spritz....


Ma lo sai che nel prosecco c'è anche la garganega? E in annata buona in Veneto in pianura ne fanno 400 quintali ettaro :lol:


Mi sembra un dato davvero fuori dal mondo. 400 q/ha fai molta fatica a ottenerli pure con uva da tavola e allevamento a tendone...
Ultima modifica di pipinello il 21 ott 2019 10:19, modificato 1 volta in totale.
Messner
Messaggi: 900
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Messner » 21 ott 2019 10:13

vinogodi ha scritto:
littlewood ha scritto:
vinogodi ha scritto:....delle due l'una: i lossignori sono furbacchioni alla ricerca di sensazionalismo per far parlare della guida ormai un poco in discesa come consenso popolare oppure siamo davvero messi malissimo come spumanti, in Italia ... e il sorpasso da parte della Perfida Albione è prossimo... Ma anche di qualche paese africano... 8)

No semplicemente il prosecco "tira.. Marco ! E questi cavalcano l' onda ( finche' tira il vento) con buona pace del fatto che sia o non sia buono
...che una guida "cavalchi l' onda" proprio non si può sentire. È la morte della critica. Quello che più mi perplime, è , invece e palese, un indirizzo e deriva eccessivamente " populista" delle guide tutte e critica in generale, ma proprio per l' incapacità personale dei " gestori" di approcciarsi al "berealto" oppure per motivi prettamente di convenienza comunicativa . Purtroppo per chi non la pensa cosi, una guida serve anche a " classificare" e creare gerarchie, se non oggettivamente, almeno con criteri dettati da professionalità ed esperienza. Elevare a eccellenze un sacco di " vini quotidiani" cosi come l' elogio e santificaxione dei q/p con poca relazione ai veri valori assoluti, serve a promuovere certe realtà e fa leva sulla psicologia di un bevente poco educato che spera con un tre bicchieri di Lagrein di una qualsiasi cantina sociale trentina di bersi un epigono di Monfortino , che tanto di tre bicchieri ( o faccino, oppure 20/20 ecc, ecc) si tratta.
PS: Ho bevuto venerdi sera 3 spumanti della Franciacorta premiatissimi ( uno era Faccoli, mica pizze e fichi...con la sua riserva commemorativa) vicino ad un paio di umili recoltant di Champagne di prezzo inferiore ...da cui sono stati massacrati senza ritegno . Non è con i voti e premi " ad minchiam" che si aiuta la produzione. Unico risultato, perdere credibilità perché la gente, mica scema, alla fine presenta il conto della propria spesa a chi li ha "indirizzati"...


Spiegalo agli ITALIOTI...Che sono tanti, troppi, quasi sciovinisti... Dove Giulio Ferrari e AMC se la giocano con top champagne :roll:
Messner
Messaggi: 900
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Messner » 21 ott 2019 10:14

pawn55 ha scritto:....e chi lo beve il prosecco?...il Veneto e gli Stati Uniti :lol: :lol: :lol: ....pietà!!!


Gli inteditori di bolle :lol:
littlewood
Messaggi: 1968
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda littlewood » 21 ott 2019 10:18

pipinello ha scritto:
paolik ha scritto:
Macca84 ha scritto:Per forza... prosecco resa dai 100 ai 130 quintali per ettaro...
In più alcuni produttori lo annacquano anche...
Sai quante milioni di bottiglie produce il veneto?

Ma dai.... va bene come si dice dalle mie parti per fare lo sguazzone o lo spritz....


Ma lo sai che nel prosecco c'è anche la garganega? E in annata buona in Veneto in pianura ne fanno 400 quintali ettaro :lol:


Mi sembra un dato davvero fuori dal mondo. 400 q/ha fai molta fatica a farli a ottenerli pure con uva da tavola e allevamento a tendone...

Anche 500...il prosecco come la garganega son macchine da guerra...
vinogodi
Messaggi: 28920
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda vinogodi » 21 ott 2019 10:19

Messner ha scritto:
vinogodi ha scritto:
littlewood ha scritto:
vinogodi ha scritto:....delle due l'una: i lossignori sono furbacchioni alla ricerca di sensazionalismo per far parlare della guida ormai un poco in discesa come consenso popolare oppure siamo davvero messi malissimo come spumanti, in Italia ... e il sorpasso da parte della Perfida Albione è prossimo... Ma anche di qualche paese africano... 8)

No semplicemente il prosecco "tira.. Marco ! E questi cavalcano l' onda ( finche' tira il vento) con buona pace del fatto che sia o non sia buono
...che una guida "cavalchi l' onda" proprio non si può sentire. È la morte della critica. Quello che più mi perplime, è , invece e palese, un indirizzo e deriva eccessivamente " populista" delle guide tutte e critica in generale, ma proprio per l' incapacità personale dei " gestori" di approcciarsi al "berealto" oppure per motivi prettamente di convenienza comunicativa . Purtroppo per chi non la pensa cosi, una guida serve anche a " classificare" e creare gerarchie, se non oggettivamente, almeno con criteri dettati da professionalità ed esperienza. Elevare a eccellenze un sacco di " vini quotidiani" cosi come l' elogio e santificaxione dei q/p con poca relazione ai veri valori assoluti, serve a promuovere certe realtà e fa leva sulla psicologia di un bevente poco educato che spera con un tre bicchieri di Lagrein di una qualsiasi cantina sociale trentina di bersi un epigono di Monfortino , che tanto di tre bicchieri ( o faccino, oppure 20/20 ecc, ecc) si tratta.
PS: Ho bevuto venerdi sera 3 spumanti della Franciacorta premiatissimi ( uno era Faccoli, mica pizze e fichi...con la sua riserva commemorativa) vicino ad un paio di umili recoltant di Champagne di prezzo inferiore ...da cui sono stati massacrati senza ritegno . Non è con i voti e premi " ad minchiam" che si aiuta la produzione. Unico risultato, perdere credibilità perché la gente, mica scema, alla fine presenta il conto della propria spesa a chi li ha "indirizzati"...


Spiegalo agli ITALIOTI...Che sono tanti, troppi, quasi sciovinisti... Dove Giulio Ferrari e AMC se la giocano con top champagne :roll:
...io " sono" sciovinista ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Messner
Messaggi: 900
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Messner » 21 ott 2019 10:38

littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)
Messner
Messaggi: 900
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Messner » 21 ott 2019 10:40

vinogodi ha scritto:
Messner ha scritto:
vinogodi ha scritto:
littlewood ha scritto:
vinogodi ha scritto:....delle due l'una: i lossignori sono furbacchioni alla ricerca di sensazionalismo per far parlare della guida ormai un poco in discesa come consenso popolare oppure siamo davvero messi malissimo come spumanti, in Italia ... e il sorpasso da parte della Perfida Albione è prossimo... Ma anche di qualche paese africano... 8)

No semplicemente il prosecco "tira.. Marco ! E questi cavalcano l' onda ( finche' tira il vento) con buona pace del fatto che sia o non sia buono
...che una guida "cavalchi l' onda" proprio non si può sentire. È la morte della critica. Quello che più mi perplime, è , invece e palese, un indirizzo e deriva eccessivamente " populista" delle guide tutte e critica in generale, ma proprio per l' incapacità personale dei " gestori" di approcciarsi al "berealto" oppure per motivi prettamente di convenienza comunicativa . Purtroppo per chi non la pensa cosi, una guida serve anche a " classificare" e creare gerarchie, se non oggettivamente, almeno con criteri dettati da professionalità ed esperienza. Elevare a eccellenze un sacco di " vini quotidiani" cosi come l' elogio e santificaxione dei q/p con poca relazione ai veri valori assoluti, serve a promuovere certe realtà e fa leva sulla psicologia di un bevente poco educato che spera con un tre bicchieri di Lagrein di una qualsiasi cantina sociale trentina di bersi un epigono di Monfortino , che tanto di tre bicchieri ( o faccino, oppure 20/20 ecc, ecc) si tratta.
PS: Ho bevuto venerdi sera 3 spumanti della Franciacorta premiatissimi ( uno era Faccoli, mica pizze e fichi...con la sua riserva commemorativa) vicino ad un paio di umili recoltant di Champagne di prezzo inferiore ...da cui sono stati massacrati senza ritegno . Non è con i voti e premi " ad minchiam" che si aiuta la produzione. Unico risultato, perdere credibilità perché la gente, mica scema, alla fine presenta il conto della propria spesa a chi li ha "indirizzati"...


Spiegalo agli ITALIOTI...Che sono tanti, troppi, quasi sciovinisti... Dove Giulio Ferrari e AMC se la giocano con top champagne :roll:
...io " sono" sciovinista ...


No dai, altrimenti diresti che le bollicine italiane e i bianchi italiani sono il meglio al mondo :lol:
pipinello
Messaggi: 554
Iscritto il: 28 apr 2009 16:27

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda pipinello » 21 ott 2019 10:41

littlewood ha scritto:
pipinello ha scritto:
paolik ha scritto:
Macca84 ha scritto:Per forza... prosecco resa dai 100 ai 130 quintali per ettaro...
In più alcuni produttori lo annacquano anche...
Sai quante milioni di bottiglie produce il veneto?

Ma dai.... va bene come si dice dalle mie parti per fare lo sguazzone o lo spritz....


Ma lo sai che nel prosecco c'è anche la garganega? E in annata buona in Veneto in pianura ne fanno 400 quintali ettaro :lol:


Mi sembra un dato davvero fuori dal mondo. 400 q/ha fai molta fatica a farli a ottenerli pure con uva da tavola e allevamento a tendone...

Anche 500...il prosecco come la garganega son macchine da guerra...


Ma su un guyot? Ci sono 10 mila piante per ettaro? Come fanno fisicamente a starci tutti quei grappoli? E come si fa a garantire un livello anche minimo di gestione sanitaria delle uve?
Tralasciando poi che il disciplinare prevede una resa massima di 180+20%, quindi siamo a circa il doppio della produzione permessa. Va bene lo sforamento ma qui si esagera...
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda ZEL WINE » 21 ott 2019 10:46

Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)


io sono tra quelli che non ne capisce nulla di bollicine, ammetto senza vergogna che GF83 91 e collezione95 i 95puntisticazzi li passano alla grande (PER ME), mentre mi hanno fatto bere 1milione di RM e i 95 manco con la droga gli ho visti, a parte Selosse che costa come un figlio in Svizzera.
Ognuno ha la propria visione delle cose, estremizzare porta a poco.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Messner
Messaggi: 900
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Messner » 21 ott 2019 11:26

ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)


io sono tra quelli che non ne capisce nulla di bollicine, ammetto senza vergogna che GF83 91 e collezione95 i 95puntisticazzi li passano alla grande (PER ME), mentre mi hanno fatto bere 1milione di RM e i 95 manco con la droga gli ho visti, a parte Selosse che costa come un figlio in Svizzera.
Ognuno ha la propria visione delle cose, estremizzare porta a poco.


Certo,
infatti io preferisco Salvioni a BS 8) :roll:
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda ZEL WINE » 21 ott 2019 11:27

Messner ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)


io sono tra quelli che non ne capisce nulla di bollicine, ammetto senza vergogna che GF83 91 e collezione95 i 95puntisticazzi li passano alla grande (PER ME), mentre mi hanno fatto bere 1milione di RM e i 95 manco con la droga gli ho visti, a parte Selosse che costa come un figlio in Svizzera.
Ognuno ha la propria visione delle cose, estremizzare porta a poco.


Certo,
infatti io preferisco Salvioni a BS 8) :roll:


e da questo si capiscono molte cose :D
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Messner
Messaggi: 900
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Messner » 21 ott 2019 11:45

ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)


io sono tra quelli che non ne capisce nulla di bollicine, ammetto senza vergogna che GF83 91 e collezione95 i 95puntisticazzi li passano alla grande (PER ME), mentre mi hanno fatto bere 1milione di RM e i 95 manco con la droga gli ho visti, a parte Selosse che costa come un figlio in Svizzera.
Ognuno ha la propria visione delle cose, estremizzare porta a poco.


Certo,
infatti io preferisco Salvioni a BS 8) :roll:


e da questo si capiscono molte cose :D


Vedo che hai capito il velo di ironia nella mia affermazione, complimenti, molto arguto :D

Ps: Valutare un vino sulla base di poche annate veramente ben riuscite... ti sembra una cosa corretta?
Per 3 volte che GF batte abbondantemente i milioni di RM che hai bevuto (tranne Selosse) questo secondo te, ma non ti voglio contestare, le altre n volte che prende la paga dove le metti?
Che poi dire RM è dire tutto e niente, ce ne sono a bizzeffe.
La mia affermazione vale per l'intera produzione di Giulio, non per singole annate sparute...
Ci sono sempre gli exploit, ma non sono la regola fissa...
Comunque sia mi fa piacere che si abbia pensieri divergenti, il mondo sarebbe una noia se tutti fossimo uguali 8)
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda ZEL WINE » 21 ott 2019 11:53

Messner ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)


io sono tra quelli che non ne capisce nulla di bollicine, ammetto senza vergogna che GF83 91 e collezione95 i 95puntisticazzi li passano alla grande (PER ME), mentre mi hanno fatto bere 1milione di RM e i 95 manco con la droga gli ho visti, a parte Selosse che costa come un figlio in Svizzera.
Ognuno ha la propria visione delle cose, estremizzare porta a poco.


Certo,
infatti io preferisco Salvioni a BS 8) :roll:


e da questo si capiscono molte cose :D


Vedo che hai capito il velo di ironia nella mia affermazione, complimenti, molto arguto :D

Ps: Valutare un vino sulla base di poche annate veramente ben riuscite... ti sembra una cosa corretta?
Per 3 volte che GF batte abbondantemente i milioni di RM che hai bevuto (tranne Selosse) questo secondo te, ma non ti voglio contestare, le altre n volte che prende la paga dove le metti?
Che poi dire RM è dire tutto e niente, ce ne sono a bizzeffe.
La mia affermazione vale per l'intera produzione di Giulio, non per singole annate sparute...
Ci sono sempre gli exploit, ma non sono la regola fissa...
Comunque sia mi fa piacere che si abbia pensieri divergenti, il mondo sarebbe una noia se tutti fossimo uguali 8)


ironia a parte, non voglio insegnare ne imporre le mie visioni a NN. ho indicato 3 annate per evidenziare un prodotto che puo' raggiungere l'eccellenza senza nessun timore (riferendomi al 95 ipoteticamente irraggiungibile che indicavi poco sopra), dando per scontato che le altre annate siano comunque di ottimo livello,tu che le hai bevute tutte avrai un quadro sicuramente piu' "oggettivo" .
capisco la tua esperienza (leggendo " intera produzione di Giulio" non posso che inchinarmi, anche se contraddice un po' il "non lo compro" di qualche minuto prima. sara' sempre quel velo d'ironia che non carpisco ) e me ne ritorno tapino al mio posto, salute.
Ultima modifica di ZEL WINE il 21 ott 2019 12:40, modificato 1 volta in totale.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8024
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda zampaflex » 21 ott 2019 12:38

Kalosartipos ha scritto:
Macca84 ha scritto:Per forza... prosecco resa dai 100 ai 130 quintali per ettaro..

Autorizzata fino a 180 quintali.
Anche se in Champagne non è che abbiano rese bassissime..


Ma mai e stramai a questi livelli da uva da tavola (cattiva)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
pawn55
Messaggi: 295
Iscritto il: 08 giu 2007 22:35

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda pawn55 » 21 ott 2019 13:16

ZEL WINE ha scritto:
Messner ha scritto:
littlewood ha scritto:Questi vostri commenti sono giusti perche' la deriva qualitativa e' questa...ma nn fa giustizia a chi sto vino si impegna a farlo bene...nn e' mai corretto generalizzare.. un po' di conoscenza ragazzi....


Ci sono dei produttori che credono nella denominazione, nella glera e si fanno il culo per avere in bottiglia il massimo, qualcosa di identitario. Li stimo, sia come uomini/donne che come vignaioli. Rimane comunque Prosecco...Un vino mediocre...E anche se fatto MC al massimo delle possibilità che ti da il vitigno (e il manico del vignaiolo) quando lo vedo venduto a 15-20 o più euro guarda non farmi parlare che è meglio...
Sono molto contento per i produttori e per l'appeal mediatico che si è creato dietro questo vino che aiuta sicuramente il nostro mercato. Ma io NON lo bevo e NON lo compro più, per carità...Per dire questo vuol dire che ne ho assaggiati e sono decisamente convinto della scelta che ho fatto
Poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!
sicuramente c'è una miopia diffusa sulle bollicine italiane che stanno raggiungendo prezzi folli per produzioni qualitative di basso o bassissimo profilo, Franciacorta in primis. Sono contentissimo per loro, ma sono molto fortunati che la maggior parte della gente di vino ne capisce poco e segue guide o influencer che se non ne capiscono poco fanno finta di non capirne per rilanciare il mercato delle bollicine italiche e determinate denominazione (cosa straordinaria ma il vino rimane comunque di basso profilo)
Che poi se devo esprimere un voto in 100esimi per quale motivo devo dare 95 o più a Giulio o AMC? Solo perchè è la miglior bollicina in Italia? Ma per carità...
PS: non compro neanche GF e AMC perchè a quel prezzo sono indecenti...

PPS: Franco non mi sto sfogando contro di te, ho colto la palla al balzo per scrivere due righe in più 8)


io sono tra quelli che non ne capisce nulla di bollicine, ammetto senza vergogna che GF83 91 e collezione95 i 95puntisticazzi li passano alla grande (PER ME), mentre mi hanno fatto bere 1milione di RM e i 95 manco con la droga gli ho visti, a parte Selosse che costa come un figlio in Svizzera.
Ognuno ha la propria visione delle cose, estremizzare porta a poco.


Mi accodo....sai anch’io non capisco un “cazzo”di bollicine in generale, forse sarà per questo che ne faccio un uso poco nobile dello spumante in questione per i miei pediluvi,spero di non essere tacciato di vilipendio per questo ben di Dio così abiurato da parte mia ma i miei piedi sono sacri come pochi e li devo onorare al meglio!
paolik
Messaggi: 2085
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda paolik » 21 ott 2019 13:36

pipinello ha scritto:
littlewood ha scritto:
pipinello ha scritto:
paolik ha scritto:
Macca84 ha scritto:Per forza... prosecco resa dai 100 ai 130 quintali per ettaro...
In più alcuni produttori lo annacquano anche...
Sai quante milioni di bottiglie produce il veneto?

Ma dai.... va bene come si dice dalle mie parti per fare lo sguazzone o lo spritz....


Ma lo sai che nel prosecco c'è anche la garganega? E in annata buona in Veneto in pianura ne fanno 400 quintali ettaro :lol:


Mi sembra un dato davvero fuori dal mondo. 400 q/ha fai molta fatica a farli a ottenerli pure con uva da tavola e allevamento a tendone...

Anche 500...il prosecco come la garganega son macchine da guerra...


Ma su un guyot? Ci sono 10 mila piante per ettaro? Come fanno fisicamente a starci tutti quei grappoli? E come si fa a
garantire un livello anche minimo di gestione sanitaria delle uve?

Con il tendone, vanno ovviamente vendemmiata a mano, mentre il prosecco o la glera vengono vendemmiati solo con la macchina, con la resa che ti ho detto mi sono tenuto anche basso, perche' non ricordo se 4 o 5 anni hanno superato i 500 quintali ettaro. Poi capita l'annata iperproduttiva della glera lo scorso anno ho visto video dove la macchina vendemmiava, e dopo scaricava il prodotto nel fosso
Tralasciando poi che il disciplinare prevede una resa massima di 180+20%, quindi siamo a circa il doppio della produzione permessa. Va bene lo sforamento ma qui si esagera...
paolik
Messaggi: 2085
Iscritto il: 06 giu 2007 19:31
Località: Barbarano Mossano

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda paolik » 21 ott 2019 13:50

ZEL WINE ha scritto:Italiani popolo di navigatori, eroi, artisti e cagacazzi
Il GF ha successo e non va bene, il prosecco vende in tutto il mondo è non va bene, e perché lo champagne di qui è il rapporto q/p di la, e le rese e l’acqua e sti grancazzi.
Il masseto prende 2 volte 100 ma fa cagare e costa troppo e il monfortino cresce sempre ... mamma mia che sfrancicamento di coglioni.
Salute


Sul giulio, io ho solo chiesto, per quattro cinque anni ne ho comprato a casse a 50 euro alla bottiglia, questo anno 6 bottiglie a 70 euro, siccome conoscevo in parte cio' che era successo al giulio, l'aumento consistente della cantina, e poi non sapevo altro e solo per questo ho chiesto.
Capitolo prosecco, intanto la garganega nel prosecco come la chiami, io la chiamo frode, se poi per continuare il successo di un prodotto inculiamo chi lo compra o ne diluiamo di molto la qualita, ' non mi sembra che per far soldi lo si debba fare senza alcuna regola. Infine il successo si sta ridimensionando, quest'anno hanno pagato l'uva il 20 % in meno perche' le cantine sono ancora piene dallo scorso anno, quello che mi sta in culo non e' il successo di un prodotto italiano, ma la doc prosecco veneto friuli per me e' stata una cazzata, ma il fatto che come tutte le mode passera' pure questa, e si arrivera' che bisognera' dare contributi per l'espianto delle vigne che sara' sempre a carico della collettivita'.
Ricordo che il 50 % della spesa UE se ne va in sovvenzioni all'agricoltura e se permetti saranno ance soldi miei o tuoi, e i profitti saranno sempre a carico di chi ha cavalcato l'onda, le perdite a carico della collettivita'
vinogodi
Messaggi: 28920
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda vinogodi » 21 ott 2019 14:05

..."estremizzare" è un concetto persino divertente, in una sezione di Polemiche&Opinioni , soprattutto su un argomento come il vino la cui esperienza personale è sempre relativa rispetto ad un mare magnum inesplorabile . Ritengo, inoltre , l'eccezione un fatto importante , quando si parla di punte d'eccellenza, perché mostrano, perlomeno , un potenziale a cui si può arrivare. Storia e costanza sono concetti diversi , così come quando si parla di una "popolazione" di vini . Giulio rimane il miglior spumante italiano , anche se preferisco il D'Antan della Scolca , per personalità e capacità di emozionare(mi) . Lungi da me il fatto di non comprarne perché scandalizzato dal prezzo , semplicemente ne compro mooooooooooooooooooooolto meno e bevo mooooooooooooolto meno rispetto a quando lo trovavo a 50 Euro , quindi non un secolo fa , ma un anno e mezzo fa , i miei 3 - 4 cartoncini all'anno erano sempre acquistati , perché difficilmente non rientravano in bicchierate a tema , sia per confronto, sia per piacere del tutto personale.
Tornando allo sciovinismo enologico , ribadisco che le eccellenze assolute italiane non stanno né fra i vini bianchi , né fra gli spumanti , in entrambi i casi proprio contestualizzandoli al panorama ... borgognone o Champagnoso . Quindi le contumelie di chi "non capisce un cazzo di spumante " mi lasciano tiepidino e , comunque, inserite nel contesto succitato di discussione da ... forum . Il Prosecco? Ci può stare senza sorridere nel contesto di dignità enologica. Miglior spumante d'Italia? Il citato , nello specifico, lo assaggerò con grande curiosità (come nel pasato con le superselezioni di bianchi italiani, per scienza e conoscenza) , però mi sembra o una espressione , ribadisco, di sensazionalismo per attrarre l'attenzione o , all'opposto , una dequalifica quasi totale del livello qualitativo italiano . Sempre l'altra sera , come introduzione , ci siamo fatti un Col Dell'Orso e un millesimato di Follador (grazie Tuscany) e i "bevitori di Prosecco" presenti, abituati a livelli assai più infimi , si sono leccati persino il bicchiere . Purtroppo di valori così ne esistono pochi nell'oceano Prosecco .
Tornando alle eccellenze italiane ,quelle vere, ribadisco il concetto che dobbiamo "guardarci dentro" con il nostro patrimonio ampelografico , per batterci il petto d'orgoglio .Se vogliamo mostrare quanto siamo bravi , anche con i bordolesi , senza però sbragare in trionfalismi invero piuttosto discutibili , salvo eccezioni . Rimane la consapevolezza che qualcosa non funziona , nella critica e nei giudizi espressi diffusamente, non certo a macchia di leopardo ,con la certezza diffusa che :
- il consumatore medio ama farsi guidare in maniera piuttosto miope per mancanza di tempo e risorse
- Captatio benevolentiae comunicativa, perché l'ho già spiegato prima, la democratizzazione del gusto passa anche da una sensazione populista diffusa che il vino "carissimo" è solo per ricchi imbecilli e i "tagliati" bevono vini che costano poco ma scelti bene , lasciando i "vini cari" alla pletora di Lacerenza in pectore , fruitori e bevitori di etichette , essendo la differenza impercettibile ai più ....
- I francesi sanno vendere bene i loro vini agli allocchi : vuoi mettere un Merlot della costa oppure un Cabernet del Piave ( o del centrotuscano) a confronto con quei pompatoni di Bordeaux ? Tiè un bel paio di 100/100 a Sassicaia , San Leonardo e Masseto e 'a culo gli sboroni d'Oltralpe , che se vedi i voti della REvue du vin de France , pieni tutti gli anni di 17/100 e 18/100 per i Premier sia di Rive Gauche che rive Droite , significa che il sorpasso c'è stato e da tanto tempo : solo quegli "esterofiloni" sboroni italiani non se ne sono ancora accorti , salvo le illuminate guide italiche .... così vuoi mettere un Sirah di Amerighi o di D'Alessandro , veraci e "odorosi" , rispetto ad un Chave e La Turque del cazzo? O un bel Cannonau verace rispetto ad un fighetto Rayas o Réserve de Celestins ? E le bolle? Se oggi il Giulio costa 150 Euro , si è solo fatto un atto di giustizia , con la strada tracciata da tempo dal fenomenale Riserva Moretti e Annamaria Clementi , che Krug e Salon ci fanno una pippa ....
PPS: vero , siamo un popolo di marinai , scienziati e pensatori ... ma anche cantori e pulcinella... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
ZEL WINE
Messaggi: 7302
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda ZEL WINE » 21 ott 2019 14:18

paolik ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:Italiani popolo di navigatori, eroi, artisti e cagacazzi
Il GF ha successo e non va bene, il prosecco vende in tutto il mondo è non va bene, e perché lo champagne di qui è il rapporto q/p di la, e le rese e l’acqua e sti grancazzi.
Il masseto prende 2 volte 100 ma fa cagare e costa troppo e il monfortino cresce sempre ... mamma mia che sfrancicamento di coglioni.
Salute


Sul giulio, io ho solo chiesto, per quattro cinque anni ne ho comprato a casse a 50 euro alla bottiglia, questo anno 6 bottiglie a 70 euro, siccome conoscevo in parte cio' che era successo al giulio, l'aumento consistente della cantina, e poi non sapevo altro e solo per questo ho chiesto.
Capitolo prosecco, intanto la garganega nel prosecco come la chiami, io la chiamo frode, se poi per continuare il successo di un prodotto inculiamo chi lo compra o ne diluiamo di molto la qualita, ' non mi sembra che per far soldi lo si debba fare senza alcuna regola. Infine il successo si sta ridimensionando, quest'anno hanno pagato l'uva il 20 % in meno perche' le cantine sono ancora piene dallo scorso anno, quello che mi sta in culo non e' il successo di un prodotto italiano, ma la doc prosecco veneto friuli per me e' stata una cazzata, ma il fatto che come tutte le mode passera' pure questa, e si arrivera' che bisognera' dare contributi per l'espianto delle vigne che sara' sempre a carico della collettivita'.
Ricordo che il 50 % della spesa UE se ne va in sovvenzioni all'agricoltura e se permetti saranno ance soldi miei o tuoi, e i profitti saranno sempre a carico di chi ha cavalcato l'onda, le perdite a carico della collettivita'


Il quote sulla garganega (ho corretto il T9 4volte) non l’ho capito, e’ la prima volta che scrivo la parola boh ?!
Per il resto il mio pensiero (accozzaglia di lettere nda) voleva solo determinare questa continua e sovente cantilena denigratoria verso i nostri prodotti che nel bene o nel male per taluni raggiungono un determinato successo. Legittime per carità, tanto come la mia avversione però.
Mi risulta complicato se non come iperbole culturale leggere nelle mie parole il piacere nella contraffazione dei prodotti gli sproloqui nazionalistici ecc ecc
Salute a tutti comunque anche ai più intelligenti li sopra.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
pawn55
Messaggi: 295
Iscritto il: 08 giu 2007 22:35

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda pawn55 » 21 ott 2019 14:39

vinogodi ha scritto:..."estremizzare" è un concetto persino divertente, in una sezione di Polemiche&Opinioni , soprattutto su un argomento come il vino la cui esperienza personale è sempre relativa rispetto ad un mare magnum inesplorabile . Ritengo, inoltre , l'eccezione un fatto importante , quando si parla di punte d'eccellenza, perché mostrano, perlomeno , un potenziale a cui si può arrivare. Storia e costanza sono concetti diversi , così come quando si parla di una "popolazione" di vini . Giulio rimane il miglior spumante italiano , anche se preferisco il D'Antan della Scolca , per personalità e capacità di emozionare(mi) . Lungi da me il fatto di non comprarne perché scandalizzato dal prezzo , semplicemente ne compro mooooooooooooooooooooolto meno e bevo mooooooooooooolto meno rispetto a quando lo trovavo a 50 Euro , quindi non un secolo fa , ma un anno e mezzo fa , i miei 3 - 4 cartoncini all'anno erano sempre acquistati , perché difficilmente non rientravano in bicchierate a tema , sia per confronto, sia per piacere del tutto personale.
Tornando allo sciovinismo enologico , ribadisco che le eccellenze assolute italiane non stanno né fra i vini bianchi , né fra gli spumanti , in entrambi i casi proprio contestualizzandoli al panorama ... borgognone o Champagnoso . Quindi le contumelie di chi "non capisce un cazzo di spumante " mi lasciano tiepidino e , comunque, inserite nel contesto succitato di discussione da ... forum . Il Prosecco? Ci può stare senza sorridere nel contesto di dignità enologica. Miglior spumante d'Italia? Il citato , nello specifico, lo assaggerò con grande curiosità (come nel pasato con le superselezioni di bianchi italiani, per scienza e conoscenza) , però mi sembra o una espressione , ribadisco, di sensazionalismo per attrarre l'attenzione o , all'opposto , una dequalifica quasi totale del livello qualitativo italiano . Sempre l'altra sera , come introduzione , ci siamo fatti un Col Dell'Orso e un millesimato di Follador (grazie Tuscany) e i "bevitori di Prosecco" presenti, abituati a livelli assai più infimi , si sono leccati persino il bicchiere . Purtroppo di valori così ne esistono pochi nell'oceano Prosecco .
Tornando alle eccellenze italiane ,quelle vere, ribadisco il concetto che dobbiamo "guardarci dentro" con il nostro patrimonio ampelografico , per batterci il petto d'orgoglio .Se vogliamo mostrare quanto siamo bravi , anche con i bordolesi , senza però sbragare in trionfalismi invero piuttosto discutibili , salvo eccezioni . Rimane la consapevolezza che qualcosa non funziona , nella critica e nei giudizi espressi diffusamente, non certo a macchia di leopardo ,con la certezza diffusa che :
- il consumatore medio ama farsi guidare in maniera piuttosto miope per mancanza di tempo e risorse
- Captatio benevolentiae comunicativa, perché l'ho già spiegato prima, la democratizzazione del gusto passa anche da una sensazione populista diffusa che il vino "carissimo" è solo per ricchi imbecilli e i "tagliati" bevono vini che costano poco ma scelti bene , lasciando i "vini cari" alla pletora di Lacerenza in pectore , fruitori e bevitori di etichette , essendo la differenza impercettibile ai più ....
- I francesi sanno vendere bene i loro vini agli allocchi : vuoi mettere un Merlot della costa oppure un Cabernet del Piave ( o del centrotuscano) a confronto con quei pompatoni di Bordeaux ? Tiè un bel paio di 100/100 a Sassicaia , San Leonardo e Masseto e 'a culo gli sboroni d'Oltralpe , che se vedi i voti della REvue du vin de France , pieni tutti gli anni di 17/100 e 18/100 per i Premier sia di Rive Gauche che rive Droite , significa che il sorpasso c'è stato e da tanto tempo : solo quegli "esterofiloni" sboroni italiani non se ne sono ancora accorti , salvo le illuminate guide italiche .... così vuoi mettere un Sirah di Amerighi o di D'Alessandro , veraci e "odorosi" , rispetto ad un Chave e La Turque del cazzo? O un bel Cannonau verace rispetto ad un fighetto Rayas o Réserve de Celestins ? E le bolle? Se oggi il Giulio costa 150 Euro , si è solo fatto un atto di giustizia , con la strada tracciata da tempo dal fenomenale Riserva Moretti e Annamaria Clementi , che Krug e Salon ci fanno una pippa ....
PPS: vero , siamo un popolo di marinai , scienziati e pensatori ... ma anche cantori e pulcinella... 8)


Marco quello che scrivi è sacrosanto ma sei andato fuori tema......la discussione è imperniata sul premio che ha ricevuto il prosecco se è legittimo o meno,punto e a capo! Se qualcuno non ha nulla da obiettare può convincere se stesso ma non me e non è una questione di sciovinismo o esterofilia è questione di convinzione e basta.Io non tengo una bottiglia in cantina da sempre di questo vino e non vengo a dirti o a dire che chi beve prosecco è un coglione.Io non sono un test winer e quindi non sono obbligato a bere tutto o di tutto perché devo recensire,non bevo solo x il gusto di bere ma bevo quello che più mi da soddisfazione senza dover fare confronti perché so già come va a finire.....e quello che ho bevuto nella mia storia quello non sarà mai un vino che mi darà soddisfazione!
P.S.comunque ho bevuto anch’io prosecco e lo ritengo il vino x gli ubriaconi “veneti”sciovinisti :lol: che spendono poco bevendo tanto :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8024
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda zampaflex » 21 ott 2019 15:31

vinogodi ha scritto:...l'altra sera , come introduzione , ci siamo fatti un Col Dell'Orso e un millesimato di Follador (grazie Tuscany) e i "bevitori di Prosecco" presenti, abituati a livelli assai più infimi , si sono leccati persino il bicchiere . Purtroppo di valori così ne esistono pochi nell'oceano Prosecco ...


Ecco.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12208
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Alberto » 21 ott 2019 15:43

Ma scusate...non sono un difensore-a-prescindere del Prosecco, anche se personalmente ritengo Valdobbiadene (stricto sensu, come "village" con le sue sotto-zone, e non come apparato DOCG) un GRANDE terroir, assieme ad alcune porzioni, più limitate, di altri areali dove si fa Prosecco (es. Cornuda nella DOCG Asolo)...il Gambero quest'anno ha premiato come rosso dell'anno un Carmignano e come cantina dell'anno Frescobaldi (il bianco dell'anno mi sa che deve ancora essere disvelato)...ma di cosa stiamo parlando? :roll:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Kevmit
Messaggi: 470
Iscritto il: 19 ott 2012 12:16

Re: Il miglior spumante dell'anno

Messaggioda Kevmit » 21 ott 2019 17:12

vinogodi ha scritto:..."estremizzare" è un concetto persino divertente, in una sezione di Polemiche&Opinioni , soprattutto su un argomento come il vino la cui esperienza personale è sempre relativa rispetto ad un mare magnum inesplorabile . Ritengo, inoltre , l'eccezione un fatto importante , quando si parla di punte d'eccellenza, perché mostrano, perlomeno , un potenziale a cui si può arrivare. Storia e costanza sono concetti diversi , così come quando si parla di una "popolazione" di vini . Giulio rimane il miglior spumante italiano , anche se preferisco il D'Antan della Scolca , per personalità e capacità di emozionare(mi) . Lungi da me il fatto di non comprarne perché scandalizzato dal prezzo , semplicemente ne compro mooooooooooooooooooooolto meno e bevo mooooooooooooolto meno rispetto a quando lo trovavo a 50 Euro , quindi non un secolo fa , ma un anno e mezzo fa , i miei 3 - 4 cartoncini all'anno erano sempre acquistati , perché difficilmente non rientravano in bicchierate a tema , sia per confronto, sia per piacere del tutto personale.
Tornando allo sciovinismo enologico , ribadisco che le eccellenze assolute italiane non stanno né fra i vini bianchi , né fra gli spumanti , in entrambi i casi proprio contestualizzandoli al panorama ... borgognone o Champagnoso . Quindi le contumelie di chi "non capisce un cazzo di spumante " mi lasciano tiepidino e , comunque, inserite nel contesto succitato di discussione da ... forum . Il Prosecco? Ci può stare senza sorridere nel contesto di dignità enologica. Miglior spumante d'Italia? Il citato , nello specifico, lo assaggerò con grande curiosità (come nel pasato con le superselezioni di bianchi italiani, per scienza e conoscenza) , però mi sembra o una espressione , ribadisco, di sensazionalismo per attrarre l'attenzione o , all'opposto , una dequalifica quasi totale del livello qualitativo italiano . Sempre l'altra sera , come introduzione , ci siamo fatti un Col Dell'Orso e un millesimato di Follador (grazie Tuscany) e i "bevitori di Prosecco" presenti, abituati a livelli assai più infimi , si sono leccati persino il bicchiere . Purtroppo di valori così ne esistono pochi nell'oceano Prosecco .
Tornando alle eccellenze italiane ,quelle vere, ribadisco il concetto che dobbiamo "guardarci dentro" con il nostro patrimonio ampelografico , per batterci il petto d'orgoglio .Se vogliamo mostrare quanto siamo bravi , anche con i bordolesi , senza però sbragare in trionfalismi invero piuttosto discutibili , salvo eccezioni . Rimane la consapevolezza che qualcosa non funziona , nella critica e nei giudizi espressi diffusamente, non certo a macchia di leopardo ,con la certezza diffusa che :
- il consumatore medio ama farsi guidare in maniera piuttosto miope per mancanza di tempo e risorse
- Captatio benevolentiae comunicativa, perché l'ho già spiegato prima, la democratizzazione del gusto passa anche da una sensazione populista diffusa che il vino "carissimo" è solo per ricchi imbecilli e i "tagliati" bevono vini che costano poco ma scelti bene , lasciando i "vini cari" alla pletora di Lacerenza in pectore , fruitori e bevitori di etichette , essendo la differenza impercettibile ai più ....
- I francesi sanno vendere bene i loro vini agli allocchi : vuoi mettere un Merlot della costa oppure un Cabernet del Piave ( o del centrotuscano) a confronto con quei pompatoni di Bordeaux ? Tiè un bel paio di 100/100 a Sassicaia , San Leonardo e Masseto e 'a culo gli sboroni d'Oltralpe , che se vedi i voti della REvue du vin de France , pieni tutti gli anni di 17/100 e 18/100 per i Premier sia di Rive Gauche che rive Droite , significa che il sorpasso c'è stato e da tanto tempo : solo quegli "esterofiloni" sboroni italiani non se ne sono ancora accorti , salvo le illuminate guide italiche .... così vuoi mettere un Sirah di Amerighi o di D'Alessandro , veraci e "odorosi" , rispetto ad un Chave e La Turque del cazzo? O un bel Cannonau verace rispetto ad un fighetto Rayas o Réserve de Celestins ? E le bolle? Se oggi il Giulio costa 150 Euro , si è solo fatto un atto di giustizia , con la strada tracciata da tempo dal fenomenale Riserva Moretti e Annamaria Clementi , che Krug e Salon ci fanno una pippa ....
PPS: vero , siamo un popolo di marinai , scienziati e pensatori ... ma anche cantori e pulcinella... 8)



ma dici sul serio riguardo a D'Antan della Scolca ?


per il resto, finché alle manifestazioni tipo quella i maroni, ai prosecco gli viene dato 95-98 e la gente lo prende per "oro colato" c'è poco da fare...

ho assaggiato un prosecco di Biasiotto , 95 o 97 da Maroni... non ci sono parole per descriverlo!!!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: gpetrus, markov, zampaflex e 18 ospiti