CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1492
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 16 ott 2018 13:41

cerasuolo pepe 2017

non si può dire che sia pronto, che sia composto o coerente, ma trovo sempre stimolanti i vini di questo produttore..un po' di carbonica iniziale leva le tende dopo circa una mezzoretta, interessante all'esame olfattivo, note di fiori secchi, peperone, sottobosco, in bocca invece si avverte una pericolosa scodata alcolica, che ho attribuito all'irruenza della gioventù ma su questo chiedo punto delucidazioni: può essere dovuto all'annata o a qualche intoppo nella fase di vinificazione?
nel complesso, con accorgimenti rispetto all'abbinamento (cibi grassi, ventricina, lardo, formaggi laidi ecc..) e alla temperatura di servizio (direi da frigo/secchiello del ghiaccio) credo possa trovare la sua dimensione a tavola con buona soddisfazione...
Lorenzo
landmax
Messaggi: 1017
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda landmax » 16 ott 2018 14:11

miccel ha scritto:Azienda Agricola Pettinella -Tauma Vino Rosato 2015
Mi avevano detto che era buono, ma non pensavo così.
Ha un naso ampio che non so descrivere in tutte le sue articolazioni, con una prevalenza di piccoli frutti rossi dolci. La bocca è una miniera di sale e ferro con tanto contrasto, retta da una struttura poderosa, mentre via via, e in particolare sul finale, ritorna, ad arrotondare, la dolcezza promessa al naso (col contributo del legno, suppongo; nel caso perfettamente misurato). Un vino squisito, da girare e rigirare nel bicchiere, da abbinare a cibi saporiti e importanti (pressoché come un rosso), da bere appena fresco (all’inizio lo avevo freddato in modo eccessivo, era veramente troppo duro).


Ne avevo bevuta una bottiglia circa un anno fa, un vino a mio avviso molto scomposto e troppo spostato sulle parti dure (acidità e mineralità ferrosa a gogo). Ne ho ancora una bottiglia in cantina e la tua descrizione mi ha incuriosito, riproverò.
pstrada75
Messaggi: 643
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda pstrada75 » 16 ott 2018 15:57

Bottiglie del weekend:

Labrusca NV - Lini 910
Credo che sia il loro Lambrusco piu' semplice ed in effetti tra quelli bevuti e' quello che trovo meno interessante. Un po' troppo dolcino per i miei gusti. Poi, oh, accompagnato ad una pizza margherita ed una cotto e brie andava giu' ad una velocita' impressione..... vino da teenager....

Neudorf - Sauvignon Blanc 2015
Dal poco che so uno dei produttori piu' "antichi" di Nuova Zelanda dato che cominciarono a coltivare gia' piu' di 40 anni fa nella meravigliosa zona di Nelson. Per me uno dei SB piu' buoni di questa zona, chiaramente "kiwi" ma mai troppo sfacciatamente. Alla grande su l'ultima pizza, bianca con patate pesto e stracchino. Abbinamento super.....

Testalonga-I wish I was a Ninja 2016
In generale preso per due ragioni....uno perche' adoro tutti gli altri vini di Craig Hawkins, soprattutto i bianchi. Secondo perche' e' uno dei vini con l'etichetta piu' "stupida" di sempre ....ci ho messo tantissimo a trovarne una boccia (alla fine preso a Londra tramite amico) ma devo dire che forse non valeva la pena di fare tutto questo sforzo. Oddio, bevibilissimo pet-nat con i suoi leggerissimi 9,5 gradi alcolici, ma onestamente se devo bere bolle a questi prezzi (comunque era intorno alle 20-25 sterline) vado di Champagne ad occhi chiusi. Contento di averlo provato comunque....

Camille Loye - Arbois Cuvee' Saint Paul 1989
L'antiquario di Arbois....preso 4 sue bottiglie nel 2013 a Reims in Champagne e questa era la terza che aprivo (le altre erano un 87 un 88 e ho ancora in cantina una 90). Produttore incredibile, che metteva (mette?, non sono sicuro siano ancora in attivita') in vendita i suoi vini solo quando ritenevano fossero al loro apice, cioe' tipo 20-25 anni dopo la vendemmia....In effetti credo che i vini presi in Champagne fossero tutti usciti da poco.
Il primo aggettivo a cui ho pensato per questo vino e' crepuscolare....liquirizia a go go, sottobosco, funghi. Bocca veramente vellutata, risolta anche se i quasi 30 anni si sentono tutti. Fosse in Borgogna costerebbe probabilmente 5-6 volte tanto.
Magnifico accompagnata a dei buonissimi involtini di Coniglio presi in Italia.....insci' veghen come avrebbe detto il mio santissimo papa' (cosi' averne in dialetto milanese)....
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda miccel » 16 ott 2018 16:02

landmax ha scritto:
miccel ha scritto:Azienda Agricola Pettinella -Tauma Vino Rosato 2015
Mi avevano detto che era buono, ma non pensavo così.
Ha un naso ampio che non so descrivere in tutte le sue articolazioni, con una prevalenza di piccoli frutti rossi dolci. La bocca è una miniera di sale e ferro con tanto contrasto, retta da una struttura poderosa, mentre via via, e in particolare sul finale, ritorna, ad arrotondare, la dolcezza promessa al naso (col contributo del legno, suppongo; nel caso perfettamente misurato). Un vino squisito, da girare e rigirare nel bicchiere, da abbinare a cibi saporiti e importanti (pressoché come un rosso), da bere appena fresco (all’inizio lo avevo freddato in modo eccessivo, era veramente troppo duro).


Ne avevo bevuta una bottiglia circa un anno fa, un vino a mio avviso molto scomposto e troppo spostato sulle parti dure (acidità e mineralità ferrosa a gogo). Ne ho ancora una bottiglia in cantina e la tua descrizione mi ha incuriosito, riproverò.

Tu prova, comunque la tua descrizione corrisponde abbastanza alle mie sensazioni, solo che tu le volgi al negativo, quindi ci sta che un anno in più lo abbia un po' ammansito, come ci sta anche la semplice differenza di gusto. A me è piaciuto tanto.
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 341
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda bobbisolo » 16 ott 2018 16:14

pstrada75 ha scritto:Bottiglie del weekend:
Testalonga-I wish I was a Ninja 2016
In generale preso per due ragioni....uno perche' adoro tutti gli altri vini di Craig Hawkins, soprattutto i bianchi. Secondo perche' e' uno dei vini con l'etichetta piu' "stupida" di sempre ....ci ho messo tantissimo a trovarne una boccia (alla fine preso a Londra tramite amico) ma devo dire che forse non valeva la pena di fare tutto questo sforzo. Oddio, bevibilissimo pet-nat con i suoi leggerissimi 9,5 gradi alcolici, ma onestamente se devo bere bolle a questi prezzi (comunque era intorno alle 20-25 sterline) vado di Champagne ad occhi chiusi. Contento di averlo provato comunque...


Consigli altro di suo? Cioè i bianchi, valgono lo sbattimento?
grazie
Avatar utente
picenum
Messaggi: 879
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda picenum » 16 ott 2018 17:13

bobbisolo ha scritto:
pstrada75 ha scritto:Bottiglie del weekend:
Testalonga-I wish I was a Ninja 2016
In generale preso per due ragioni....uno perche' adoro tutti gli altri vini di Craig Hawkins, soprattutto i bianchi. Secondo perche' e' uno dei vini con l'etichetta piu' "stupida" di sempre ....ci ho messo tantissimo a trovarne una boccia (alla fine preso a Londra tramite amico) ma devo dire che forse non valeva la pena di fare tutto questo sforzo. Oddio, bevibilissimo pet-nat con i suoi leggerissimi 9,5 gradi alcolici, ma onestamente se devo bere bolle a questi prezzi (comunque era intorno alle 20-25 sterline) vado di Champagne ad occhi chiusi. Contento di averlo provato comunque...


Consigli altro di suo? Cioè i bianchi, valgono lo sbattimento?
grazie

li distribuisce caves de peryne, capillare sul territorio... non mi sembra così complicato trovarli, a parte il pet nat. confermo non proprio economicissimi ma meritevoli.
pstrada75
Messaggi: 643
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda pstrada75 » 16 ott 2018 17:18

bobbisolo ha scritto:Consigli altro di suo? Cioè i bianchi, valgono lo sbattimento?
grazie


beh si, come ti ho detto i bianchi valgono molto a mio avviso.
Quello che mi e' piaciuto di piu' al momento e' il Bandito Cortez 2015. Super minerale, di sicuro non facile da individuare come new world, anzi mi piacerebbe inseririlo a sorpresa in una cieca con i top di Loira e vedere il risultato.

Buonissimo anche il base bianco (Chenin Blanc Baby Bandito Keep on Punching), bevibilissimo e prezzo ok.

Provato anche il Bandito Skin Contact 2015 e ti diro' , l'ho trovato come uno degli "orange" piu' equilibrati che abbia provato. Pulito, netto, molto integro. PIaciuto anche questo.

Quello che ho trovato un po' cosi' cosi' e stato lo Sweet Cheeks (Muscat d'Alexandria) sbilanciato e senza una sua identita' ben precisa. Ora ho da provare El Bandito Mangaliza, fatto con l'Harslevelu che come vitigno sembra stia dando gran risultati in Sud Africa.

Nota che di tutti questi bianchi il potenziale di invecchiamento e' notevole.....

Rossi, base trovati ottimo, provato anche il Carignan (Monkey Gone to Heaven) ma trovato un po' spento e piatto....magari era bottiglia sfigata, ne ho altri due in cantina che provero' presto......
pstrada75
Messaggi: 643
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda pstrada75 » 16 ott 2018 17:19

picenum ha scritto:li distribuisce caves de peryne, capillare sul territorio... non mi sembra così complicato trovarli, a parte il pet nat. confermo non proprio economicissimi ma meritevoli.


Non so in Italia ma io li ho sempre presi o in Svizzera o direttamente in UK, e sono sicuro i prezzi sono molto piu' bassi.....
Comprare vini esteri in Italia con le tasse che ci applichiamo non ha molto senso purtroppo......
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 341
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda bobbisolo » 16 ott 2018 17:37

picenum ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
pstrada75 ha scritto:Bottiglie del weekend:
Testalonga-I wish I was a Ninja 2016
In generale preso per due ragioni....uno perche' adoro tutti gli altri vini di Craig Hawkins, soprattutto i bianchi. Secondo perche' e' uno dei vini con l'etichetta piu' "stupida" di sempre ....ci ho messo tantissimo a trovarne una boccia (alla fine preso a Londra tramite amico) ma devo dire che forse non valeva la pena di fare tutto questo sforzo. Oddio, bevibilissimo pet-nat con i suoi leggerissimi 9,5 gradi alcolici, ma onestamente se devo bere bolle a questi prezzi (comunque era intorno alle 20-25 sterline) vado di Champagne ad occhi chiusi. Contento di averlo provato comunque...


Consigli altro di suo? Cioè i bianchi, valgono lo sbattimento?
grazie

li distribuisce caves de peryne, capillare sul territorio... non mi sembra così complicato trovarli, a parte il pet nat. confermo non proprio economicissimi ma meritevoli.


difficili trovarli siccome caves de pyrenee non vende a privati o comunque ancora prima, non risponde alle e-mail/telefonate(bello peryne... ricorda qualcosa)

Grazie moltissimo pstrada75, note utilissime!
Avatar utente
picenum
Messaggi: 879
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda picenum » 16 ott 2018 18:22

pstrada75 ha scritto:
picenum ha scritto:li distribuisce caves de peryne, capillare sul territorio... non mi sembra così complicato trovarli, a parte il pet nat. confermo non proprio economicissimi ma meritevoli.


Non so in Italia ma io li ho sempre presi o in Svizzera o direttamente in UK, e sono sicuro i prezzi sono molto piu' bassi.....
Comprare vini esteri in Italia con le tasse che ci applichiamo non ha molto senso purtroppo......

questo è vero in parte, dipende sempre dai canali che uno ha. certo comprarli a scaffale tra filiera e tasse effettivamente :roll:

bobbisolo ha scritto:difficili trovarli siccome caves de pyrenee non vende a privati o comunque ancora prima, non risponde alle e-mail/telefonate(bello peryne... ricorda qualcosa)

Grazie moltissimo pstrada75, note utilissime!

eh so' dislessico pure con la tastiera :mrgreen:
personalmente qui a roma non ho problemi, i loro vini sono distribuiti un po' ovunque, i rappresentanti si conoscono e sono sempre disponibili. in sede non ho mai chiamato, non lo so.
piergi
Messaggi: 2226
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda piergi » 17 ott 2018 08:23

Pietracupa Taurasi 2005

Sabino Loffredo è giustamente famoso e celebrato come bianchista d'eccezione, ma non è da sottovalutare la sua mano con l'aglianico.
Come in questo caso. Acidità, frutto e rigore fuse nel bicchiere danno vita a un vino di gran godimento con il suo corredo di frutti rossi aciduli, arancia amara e grafite. PAI molto lunga per un vino che non stanca e che a dispetto della sua silhouette può misurarsi a tavola con un vasto plateau di abbinamenti.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Spectator
Messaggi: 3752
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Spectator » 19 ott 2018 12:38

..Brunello 2013,Tiezzi. Sicuramente piu'..interessante e ''complesso'' de P/Cerrino. Ma..nn esageratamente,a mio parere;comunque, l'annata aiuta,come ben sapete.Naso sul floreale, rosa e viola,poi erbe aromatiche e note sfumate di frutta rossa ; tannino fitto,delicato e piacevole, frutto croccante,alcol sotto controllo,bevibilita'...excellents. Un buon Brunello..tecnicamente parlando,meno a livello emozionale.Ho preso anche una boccia..di riserva 2011.Spero sia una..vera Riserva :) !
SommelierSardo
Messaggi: 1366
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda SommelierSardo » 19 ott 2018 19:24

Me la sono andata a cercare............
Cerasuolo E. Pepe 2014

:cry: :cry: :cry:
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda BarbarEdo » 19 ott 2018 21:54

picenum ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:
BarbarEdo ha scritto: Cascina Tavijn - Grignolino... (non ricordo) riferimentato in bottiglia annate 2016/2017
Due annate insieme. Bel colore, più carico di quanto ci si aspetta dal vitigno. Naso completamente muto. Bocca dolcissima, un mosto parzialmente fermentato... Carbonica che veicola un retrolfatto buccioso-polveroso pungente, credo da fermentazione in corso... Col tempo nel bicchiere si pulisce e la materia è anche buona, ma il vino è un pasticcio. Peraltro situazione già verificatasi col loro ruché 2015.
Non dovunque si possono avere lieviti autoctoni in grado di svolgerti 22, 23 o 24 gradi babo... Prima o poi lo capiranno...


Ho sentito pareri fortemente constrastanti, e visti i prezzi non popolarissimi non mi ci sono mai avvicinato..mi pare di capire che consigli di restarne alla larga, giusto?


produttore che piace tanto anche a me, e concordo con te, quando il moderno è fatto con criterio ben venga..

Credo che tra i vini prodotti daTavijn ce ne siano anche di pregevoli. La loro barbera di qualche anno fa non era male, per esempio... Ultimamente però hanno proprio cannato le fermentazioni, specie su annate calde e il risultato sono: rifermentazioni in bottiglia e volatili alte.
Basterebbe fare le cose normali... Non è un crimine usare un lievito selezionato o un po' più di bisolfito. Ho però il sospetto che ci rimetterebbero più clienti a fare un vino ben fatto ma meno "naturale" piuttosto che a fare un vino difettoso "senza compromessi", e questo è un po' triste.
...


se parli del grignolino rosato rifermentato ora etichettato come mostro prima con etichetta con solo due cuori è buonissimo, a mio avviso, forse l'unico che finora mi è piaciuto dei suoi rifermentati effettivamente da calibrare.
se parli del Funk non l'ho assaggiato ma esce già di suo con la dizione frizzante, (o meglio da rifermentazione leggera). non è quindi un rifermentato per sbaglio ma voluto. se parli del G-punk ha qualcosa effettivamente che non va. su certe cose anche secondo me deve aggiustare il tiro; a me il suo rifermentato bianco faceva cagare ad esempio. ed io adoro i suoi vini. bianca la trovo golosissima, così come i rossi, tutti. i prezzi non mi sembrano così eccessivi, il blend barbera freisa si trova a 10€ a scaffale, il grignolino di cui parlate a 15€ anche meno. inoltre trovo molto bella anche la sua politica sui bag in box che per uso quotidiano li approvo per conservazione, il vino è buono e fatto bene, 5lt a 27€ dello stesso liquido delle bottiglie. (barbera-freisa, grignolino, barbera-ruchè). per me è un'ottima azienda.

Dunque, dovrebbe trattarsi del grignolino pet-nat, quindi (credo) il most(r)o, erano comunque due annate, 16 e 17, insieme.
Boh, dopo che si è ripulito un po' si sentiva che l'uva era buona, ma era veramente dolcissimo, quasi un brachetto (non escludo differenze da bottiglia a bottiglia). Certo che era volutamente rifermentato, il problema è, appunto, l'imprevedibilità di come si sia svolta questa rifermentazione. Il G-punk di qualche anno fa mi era piaciuto.
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12464
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda l'oste » 20 ott 2018 02:35

Un po' di vini normali ma con piccole grandi soddisfazioni.

Vigna Barbischio 2015 - M.Alongi profuma di vero, profonditá, vino giovane, succoso, bella mano. Piaciuto

Fass. N. 9 2017- Girlan annata goduriosa negli aromi fragoline selvatiche, piccole spezie, bocca semplice ma dritta e media. Piaciuto

Chambolle Musigny V.V. 2015 - S.Magnien eleganza, giovane sensualitá, pulizia, bellissima mano. Piaciuto proprio

Nebbiolo Perbacco 2013 - Vietti un legno dosato, si sente ma come cornice a un bel vino, nebbiolo, pettinato ma pieno. Piaciuto

Pian del Ciampolo 2016 - Montevertine naso vertiginoso, frutto goloso, elegante ma irruente, bellissima versione, spanne sopra la cicciotta noiosa '15. Piaciuto proprio
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2803
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Ludi » 20 ott 2018 07:13

Facendo lezione al Master di Bibenda ho avuto occasione di assaggiare qualche Bordeaux 2015; per la precisione Lynch Bages,Pape Clement Rouge, Clos de l'Eglise, Beausejour Duffau Lagarrosse, Troplong Mondot.
Sarà la giovanissima età, ma mi son sembrati davvero iper parkerizzati: frutta a go go, tannini già levigatissimi, cedro e grafite non pervenuti.....Troplong, in particolare, era addirittura caricaturale, e tra parentesi 15.5 gradi a Bordeaux non si possono vedere. Tutti hanno preferito gli altri vini, della 2012 e persino 2013 (al netto, per quest'ultima, di tannini un po' amari).
Agli allievi ho fatto leggere la recensione di Jancis Robinson su Pavie 2003....beh, non eravamo molto distanti da quella descrizione.
Unica consolazione: un sublime Climens 2011 ed un soave Suduiraut 2010 a chiudere.
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda BarbarEdo » 20 ott 2018 13:39

Ferrando - Erbaluce di Caluso la Torrazza 2017
Colpisce per la precisione al naso, fiori bianchi e pompelmo. Tessitura sapida , mai uno sbuffo d'alcool di troppo, che mano!

Dario Raccaro - Malvasia del Collio 2014
Semplice ma proprio piacevole, bouquet semiserio di salvia e spezie, frutto in sordina. Vivo e guizzante.

Felsina - vin Santo 2007
:shock: buonissimo :shock: pazzesco, veramente... Un invito al diabete, ma che roba! Esistono dei Vin Santo del Chianti più buoni? Vinsangiusto? Prendo appunti...

Selvapiana - Chianti Rufina Ris Bucerchiale 2000.
Ultimo Bucerchiale in cantina e... ultimo tappo di una serie (la terza, credo). Amen. Peccato perché il colore era spettacolare.

Fiorenzo Nada - seifile 2007
Ancora un po' di legnetto, ma con prospettive lunghe e gran materia AIenda da non trascurare nel panorama di Barbaresco.

Roagna - Barbera 2004
Un'oretta di riduzione bella e buona, poi terrosa e cupa. Nebbioleggia assai, si apre alla fine su qualcosa di più vitale e allegro. Un diesel. Non molto "barbera", ma vino con molto da dire.
Primum bibere deinde philosophari
ale1984
Messaggi: 235
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda ale1984 » 20 ott 2018 14:06

Maurizio Alongi - Chianti Classico Riserva Vigna Barbischio 2015: :D :D :D
Buono, buono, buono!
Naso con una bella ciliegiona, terra, liquirizia e uno sbuffo balsamico. Sorso affilatissimo, con un tannino graffiante. Ritorna al naso con una liquirizia nitidissima.
Da rivedere fra qualche tempo, dal basso della mia ignoranza ho grandi aspettative.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11666
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Alberto » 20 ott 2018 14:12

VdT Ronco dei Roseti, Abbazia di Rosazzo (Zamò & Palazzolo), 1989 (12,5%)
Che dire...annata forse un pizzico più piccola e "verticale" di altre che ben conosciamo ('88, '90), ma rimane il solito monumento: alla vista un rubino scuro incredibile, senza quasi nessuna concessione al granato; naso bordolese pirazinico, terziarizzato da manuale, caffè, nel tempo esce anche il frutto (ribes rosso e un tocco di lampone); bocca elegantissima, setosa, un filo stretta ma veramente lunghissima grazie alla forza acida e salina, con la classica oliva nera del merlot friulano maturo, ed un goudron finale da lacrime. Gli "enta" sono in vista, ma difficimente vedremo questo vino declinare nel breve periodo, tale è la sua integrità.
Con un filetto di manzo irlandese al pepe verde, nulla da eccepire.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Mike76
Messaggi: 1013
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Mike76 » 20 ott 2018 16:16

Immagine
Venica & Venica Collio Sauvignon Ronco delle Mele 2016
Parte bello varietale, ma non banale.
Oltre alla foglia di pomodoro, anche litchi e anice. In bocca si apre dolce e minerale, ed un po' salino.
Ancora giovane per giudicarlo, ma già ora un bel bicchiere.
Da abbinare a piatti aromaticamente forti (nel mio caso pici alla norcina).
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13087
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Kalosartipos » 20 ott 2018 18:27

BarbarEdo ha scritto:
Selvapiana - Chianti Rufina Ris Bucerchiale 2000.
Ultimo Bucerchiale in cantina e... ultimo tappo di una serie (la terza, credo). Amen. Peccato perché il colore era spettacolare.

Pare che il tricloroanisolo abbia la facoltà di "fissare" il colore.. vino da buttare, ma con colore da giovincello :roll:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Messner
Messaggi: 730
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda Messner » 21 ott 2018 11:20

Teroldego Foradori 2002: un po in calo, ma ancora godibile. Tannino morbido, vino balsamico e terroso, un po autunnale. Pensavo fosse da lavandinare, invece
Aires De Vendimia 2014 Garcia: buonissimo, acidita a palate, speziatura(pepe e cannella), fruttini golosi quali more e lamponi. Gran bel vino, grazie Roland

Mini sfida 2012 :lol:
Pinot Nero Burgum Novum Riserva Castelfeder
Vino cupo, legno ancora ben presente, molta vaniglia, chiodi di garofano, tabacco, qualche accenno di mora.
Bah, ai vertici della categoria altoatesina
Chambolle Musigny Stephane Magnien
Legno impercettibile, ciliegine, fragoline di bosco, succo di melograno, scorza d arancia, cardamomo
Cambia continuamente nel bicchiere, come è giusto che sia
Confronto impietoso, un po come confrontare due Sfusati uno piantato a Milano e l'altro a Ravello
piergi
Messaggi: 2226
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda piergi » 21 ott 2018 13:40

Alberto Longo- Le cruste 2008

Nero di troia in purezza.
Rubino brillante con nuance granata. Al naso prevale la frutta rossa matura, le amarene sotto spirito, un leggero zucchero a velo. In bocca la frutta fa capolino ma non preponderatamente come nella parte olfattiva. C'è anche una parte terrosa/agrumata che prende spazio. Bella acidità e discreta lunghezza. Penso sia all'apice della sua parabola evolutiva.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
maxer
Messaggi: 2987
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda maxer » 21 ott 2018 13:41

Messner ha scritto:Teroldego Foradori 2002: un po in calo, ma ancora godibile. Tannino morbido, vino balsamico e terroso, un po autunnale. Pensavo fosse da lavandinare, invece

Lavandinare un Teroldego 2002 Foradori ? :shock:
Ma quando mai ?
Non osare offendere la mia bellissima Elisabetta, eh ..... ! :evil:
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: CHEBBEVIAMO ad Ottobre?

Messaggioda BarbarEdo » 21 ott 2018 14:45

Kalosartipos ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
Selvapiana - Chianti Rufina Ris Bucerchiale 2000.
Ultimo Bucerchiale in cantina e... ultimo tappo di una serie (la terza, credo). Amen. Peccato perché il colore era spettacolare.

Pare che il tricloroanisolo abbia la facoltà di "fissare" il colore.. vino da buttare, ma con colore da giovincello :roll:

Pensa un po'... questo spiega tutto, in effetti. Peccato perché quando è in ordine è un ottimo vino da ciccia...
Primum bibere deinde philosophari

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Kalosartipos, vinotec e 8 ospiti