LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda paperofranco » 24 giu 2015 19:34

gianni femminella ha scritto:Ieri sera una visita a Rosae Maris, degustazione di vini rosati di Maremma, presso la "Casa Rossa" al padule di Castiglione della Pescaia.
Si chiama in realtà casa Ximenes ed è una struttura del 1760 circa, costruita per irregimentare le acque della palude.

Una ventina di aziende avevano in degustazione un rosato e, in aggiunta, un bianco o rosso.
Ambiente gradevole, pubblico piuttosto attento, struttura bellissima e panorama che da solo valeva l'essere andati lì a bere, vini purtroppo per lo più deludenti. Non infierisco più di tanto, ma davvero dei dieci rosati e oltre che ho assaggiato, non ce n'era uno che andasse oltre il compitino ben svolto del frutto e della agilità di beva. I bianchi idem.
Un intruso: uno strano metodo classico rosato de "La vigna sul mare" con sentori vegetali molto spiccati sui quali prevaleva fortissimo il pomodoro. Nella sua stravaganza è stato l'unico vino tra bianchi e rosati a staccarsi dalla media.

Cito qualche azienda: Il Civettaio, Moris Farms, Fattoria di Magliano, Fattoria Le Pupille, tenuta La Badiola, Val di Toro.

Mi è dispiaciuto che tra una chiacchiera e un altra, quando ho dato attenzione ai rossi, si era fatto tardi e ho fatto in tempo ad assaggiare solo il San Michele di Poggio L'apparita, lo Addobbo 2012 Vegni-Medaglini, e il Morellino docg 2013 di Podere 414.

Mi chiedo se mi siano piaciuti solo in confronto agli altri :mrgreen: o se effettivamente fossero discreti. In particolare il primo l'ho trovato di bella personalità, con un legno appena presente, e gradevole, tannini gentili e niente alcool. Mi sono rimpromesso di andare a trovarli in azienda, magari con Simone che, se mi legge, invito da ora a darmi la sua disponibilità. L'azienda è di piccole dimensioni, produce tra le 3000 e le 4000 bottiglie ed è situata a Civitella Paganico.

Annotazione di servizio per Papero: sì, ce n'era.


Il rosato tira, Gianni, c'è poco da fare......... :mrgreen:

ps: non sono sparito, ma ultimamente bevo "quotidiano", e sono più o meno sempre i soliti chianti e le solite vernacce, che continuo a bere con grande piacere e di cui ho già scritto ampiamente, quindi è inutile ripetersi; quanto ad intervenire su altri 3ad per ora mi è mancato lo spunto.......... :wink:
Avatar utente
agamennone
Messaggi: 305
Iscritto il: 06 mar 2014 17:32

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda agamennone » 24 giu 2015 19:54

Macarico 2005 - Aglianico del Vulture

L'annata 2005 è considerata minore. Nel Vulture non mancano eccezioni, però.
Non è questo il caso:
il vino si presenta ancora ben vivo ma il legno sovrasta tutto.
Niente pepe, niente cioccolato e niente cuoio.
Un po' di frutta sotto spirito e poco altro.
Tutto coperto dalla barrique.
Peccato.
"Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l'intelligenza che c'è in questa stupidità." (F.Pessoa)
Mike76
Messaggi: 1018
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Mike76 » 24 giu 2015 20:52

Immagine

Non più il mazzo di fiori e conchiglie sentito un paio d'anni fa, ma legnetto, burro e banana, anche se accennati.
Piacevole, ma ricordavo meglio.
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11770
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Alberto » 25 giu 2015 08:47

paperofranco ha scritto:le solite vernacce

Parliamone Franco... :D
Per esempio, di Mattia Barzaghi/ReZet hai assaggiato nulla di recente?
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7656
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda zampaflex » 25 giu 2015 09:59

Pascal Cotat - Les Monts Damnés 2010

...ammazza quant'è pesante! Alcool a 13° e si sentono fin troppo...
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda il chiaro » 25 giu 2015 10:12

Alberto ha scritto:
paperofranco ha scritto:le solite vernacce

Parliamone Franco... :D
Per esempio, di Mattia Barzaghi/ReZet hai assaggiato nulla di recente?


Di recente Matia Barzaghi/Rezet non esiste più come azienda.
Come persona in ece c'è e lotta con le api: adesso produce miele
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11770
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Alberto » 25 giu 2015 11:24

il chiaro ha scritto:
Alberto ha scritto:
paperofranco ha scritto:le solite vernacce

Parliamone Franco... :D
Per esempio, di Mattia Barzaghi/ReZet hai assaggiato nulla di recente?


Di recente Matia Barzaghi/Rezet non esiste più come azienda.
Come persona in ece c'è e lotta con le api: adesso produce miele

Ma fino che annata ha vinificato? :roll: Ero rimasto a cose del 2012-2013 di ReZet vinificate in da lui in cantina presa in affitto (più o meno)...quest'anno ultimo niente?
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda CiccioCH » 25 giu 2015 16:05

miccel ha scritto:
CiccioCH ha scritto:Negli ultimi giorni...

Rosso di Montalcino Baricci 2012: Al naso ciliegie, sangue e terra. Sorso agile e leggero, leggermente diluito a centro bocca. Chiude un pò corto. Complessivamente un degno compagno a tavola.

Bevuto nell'autunno scorso. Sulle note ok. Sull'agilità ok. Sulla lunghezza sarei stato meno severo, ma magari mi sbaglio io. Sulla leggerezza invece non mi trovo d'accordo, a me era parso un vino di buona spalla.


Forse l'ho confrontato troppo con il 2010 bevuto l'anno scorso che mi fece un ottima impressione. Non volevo far passare il messaggio che sia un vino mediocre, diciamo che mi ha più che soddisfatto... :)
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda CiccioCH » 25 giu 2015 16:27

Per la prima volta ho visto delle bottiglie di Albert Boxler in un'enoteca svizzera. Ma solo l'annata 2013. Qualcuno mi sa dire com'è stata l'annata 2013 in alsazia? THX :P
Avatar utente
b.severini
Messaggi: 87
Iscritto il: 03 dic 2014 20:18
Località: Milano

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda b.severini » 25 giu 2015 22:05

BAROLO BRUNATE 2011 MARCARINI :D :D :D :D :D
bello, mi è piaciuto molto. C'è tutto il carattere di Brunate, molto avvolgente e con un tannino molto fitto. il naso presenta già delle note di incenso, ma anche frutta rossa, fragoline di bosco. Bella freschezza e bevibilità.

BOCA 2000 LE PIANE :D :D :D :D :D
Spettacolo! innanzitutto un vino che si beve molto molto bene. e poi un tannino molto delicato e una freschezza da nord piemonte bellissima. Grande!
Tiene il tempo... ogni naso totalmente diverso ed in crescendo!

LANGHE ROSSO RUGGERI 2008 G.D. VAJRA :D :D :D :D
Albarossa in purezza, una bottiglia regalo di Isidoro Vaira. Incredibile questo vino, bevuto alla cieca ad una degustazione tra amici. Chi dice barbera per il sapore in bocca, chi dice dolcetto per le sfumature del colore, chi merlot... no, niente di tutto ciò. Naso profumato, note di marmellata di ciliegie, fragole, speziato, una nota leggera di boisé. In bocca ha la freschezza di una barbera ed il tannino di un nebbiolo, ma anche qualcosina in più. Super!

LANGHE RIESLING HERZU 2012 ETTORE GERMANO :D :D :D
Bel Riesling. Bella acidità, bocca un po dolce e sentori da distributore della benzina con anche una nota leggera di mela. Finale in bocca molto breve.

BAROLO VIGNA RIONDA 2004 LUIGI ODDERO :D :D :D :D
Tutto il carattere di Serralunga in questo vino. Potenza, muscoli, tannini che ti riempono e impastano la bocca. Forse troppo per i miei gusti. Non sono i vini che fanno per me. Bello, senza difetti, ma gli manca la sapidità e freschezza dei vini, ad esempio, della Cerretta di Conterno, Baudana...

VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI RISERVA 2007 VILLA BUCCI :D :D :D
note leggermente aromatiche al naso, idrocarburi. Piatto in bocca, nessuna spinta acida. Ti avvolge ma nient'altro.

BARBERA D'ALBA 2007 MATTEO CORREGGIA :D :D :D
Una bella barbera, non ricordo molto di più

DOLCETTO D'ALBA 2013 VIETTI :D :D
L'ho trovato banale e anonimo e che non suscita emozioni. Una botta di dolcezza in bocca seguita da un'acidità citrica...........boh

CHIANTI CLASSICO RISERVA 2007 VILLA CALCINAIA :D :D :D :D
Bello, bello, bello! Stile "moderno" che mi è piaciuto, inusuale per me! Naso ricco, spezie, incenso, frutta rossa. In bocca note dolci e poi finale un "bitter". Colore rosso sangue, intenso e impenetrabile!! ripeto, inusuale per me, ma mi è piaciuto!

BARBARESCO 2008 GAJA :D :D :D :D :D :D
mi bastano le smile per descrivere questo bellisimo vino! amen



buona serata a tutti,
BS
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13144
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 26 giu 2015 06:54

Tipologia "feinherb", quindi abboccato.. 9,5°.. bevibilità assassina.
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13144
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Kalosartipos » 26 giu 2015 06:55

b.severini ha scritto:BOCA 2000 LE PIANE :D :D :D :D :D
Spettacolo! innanzitutto un vino che si beve molto molto bene. e poi un tannino molto delicato e una freschezza da nord piemonte bellissima. Grande!

Chiedo ai più informati: nel 2000 c'era già lo zvizzero?
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda il chiaro » 26 giu 2015 07:42

ieri sera per salutare quell'impunito di Petitbogho e festeggiare altri due eventi rimpatriata dal Troglo con tema bolla e varie:
lamiable les meslaines 2008 :D :D :D :D :D
dom perignon 2000 :D :D :D :D :D
cristal 2002 :D :D
villa bucci 2006 :D :D
ravenau chablis la foret 2007 :D :D :D :D
larmandier terre de vertus :D :D :D :D
ledru goulté 2008 :D :D :D :D
lilbert bdb :D
brochet mont benoit pas dosé :D :D :D :D :D :D
ledru goulté 2006 :D
cascina francia 1999 :D :D :D :D
chateau guiraud 2006 :D :D :D

per le note abbiate pazienza, adesso ho troppo sonno.
Faccinometro che fa riferimento alla mia personalissima idea di bolla e vino in generale
let me put my love into you babe

let me put my love on the line



let me put my love into you babe

let me cut your cake with my knife



Brian Johnson
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8668
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda arnaldo » 26 giu 2015 08:23

Alla fine avete fatto la gara dei rutti o delle scoreggie ???? :D :D :D complimenti per la bevutona,raga....ed un caro saluto a PAOLINO...... :D :D 8)
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
yotamoteuchi
Messaggi: 215
Iscritto il: 29 apr 2015 16:14
Località: Grosseto

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda yotamoteuchi » 26 giu 2015 08:38

Immagine

Bono. Bono. Bono.
Anno 2005.
Dopo poco che è aperto al naso sento l'odore di olive verdi (quelle snocciolate nel barattolo di vetro) che poi passa ad un odore di affumicato e per finire mi ricorda lo stesso profumo del selosse initial. Non è molto lungo al naso ma crea una strana dipendenza e mi ritrovo a "sniffare" il vino di continuo, tanto è piacevole l'odore.
Il sapore è da subito piacevole e con il tempo non fa altro che migliorare. All'inizio mi ha fatto venire in mente lo zibibbo, poi non riesco a percepire niente di particolare (per inesperienza mia). In bocca non è lunghissimo ma lascia un piacevole sentore.
Il miglior vino bianco bevuto in questa estate 2015 (insieme al Cervaro della Sala).
Stra-consigliato!
SommelierSardo
Messaggi: 1403
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda SommelierSardo » 26 giu 2015 08:59

Champagne Blanc de Blanc Roy Soleil P. Gonet
Bolla non finissima, ma per il resto ci siamo alla grande... finito in 5 minuti netti


Torbato Terre Bianche Cuveè 2012 Sella & Mosca

Bevuto oltre un anno fà, mi era piaciuto senza però impressionarmi.
Adesso devo dire che ha tirato fuori il carattere, si è arrotondato ed ha una sua vera personalità, il timbro di mandorla è lunghissimo ed il poco legno è stato dosato alla grande. Naso straordinario di macchia mediterranea, uguale a quei profumi che ti rapiscono il cuore nella selvaggia incontaminata litoranea Alghero-Bosa. Ha colpito tutti, non capita spesso...

Sagrantino di Montefalco Passito 2009 Romanelli


Non capisco perchè alcune guide famose diano i punteggi alla c...o di cane!
Capisco solo che lo assaggino quasi 3 anni prima di quando poi lo abbiamo bevuto noi...
Questo è davvero un passito da Sagrantino tra i migliori della tipologia.
Devo dire che in un anno e mezzo si è ammorbidito parecchio, il tannino presente è perfetto su un bel dolce "grassoso" di panna e non troppo cioccolatoso.
Naso tipico, bocca equilibratissima e lunga il giusto, ma scende che è un piacere.
Dicono di servirlo a 18°, ma sinceramente a 13-14° era perfetto, visto il tannino nella giusta trama e misura.
E' una cantina di altissimo livello, dal Montefalco Rosso sino ai vini di punta, ho assaggiato tutte le ultime 3 annate ed hanno un livello qualitativo davvero notevole! Quindi occhio: non c'è solo Caprai... :wink:
SommelierSardo
Messaggi: 1403
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda SommelierSardo » 26 giu 2015 09:03

paperofranco ha scritto:Langhe Conteisa 2001.
Quando sento parlare di Gaja come di un produttore simbolo della Langa, innamorato del nebbiolo, e portabandiera nel mondo della nobiltà di questo vitigno e del suo territorio di provenienza, non so se mettermi a ridere o a piangere.
Un discreto vino, con poca personalità e poco carattere, che potrebbe esser stato fatto in diversi posti del mondo con percentuali variabili di cabernet e merlot, sicuramente non con il nebbiolo, non in Langa, non con l’uva proveniente dal miglior pezzo del Cerequio. Questa è stata la mia impressione.


...bottiglia sfortunata??
miccel
Messaggi: 533
Iscritto il: 10 mar 2014 20:29

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda miccel » 26 giu 2015 09:04

Domaine Chantal Lescure – Pommard “Les Vignots” 2009
Ecco un vino totalmente riuscito.
Piuttosto potente e largo, grasso, molto aperto su un frutto scuro e maturo, eppure scorre via in maniera meravigliosamente liscia, in un equilibrio che definirei perfetto e, servito alla giusta temperatura, è irresistibile. Per questo aspetto è un vino da 10 (o 20, o 100, fate voi). A livello di complessità e di lunghezza siamo, ovviamente, su un livello solo discreto. Qui mancano la leggiadria e il mistero del pinot noir, ma in compenso c’è tanta sostanza, buona.
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda paperofranco » 26 giu 2015 09:11

Langhe Conteisa 2001.
Quando sento parlare di Gaja come di un produttore simbolo della Langa, innamorato del nebbiolo, e portabandiera nel mondo della nobiltà di questo vitigno e del suo territorio di provenienza, non so se mettermi a ridere o a piangere.
Un discreto vino, con poca personalità e poco carattere, che potrebbe esser stato fatto in diversi posti del mondo con percentuali variabili di cabernet e merlot, sicuramente non con il nebbiolo, non in Langa, non con l’uva proveniente dal miglior pezzo del Cerequio. Questa è stata la mia impressione.
Becho
Messaggi: 1885
Iscritto il: 05 feb 2010 01:47
Località: Granducato di Toscana

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Becho » 26 giu 2015 09:25

paperofranco ha scritto:Langhe Conteisa 2001.
Quando sento parlare di Gaja come di un produttore simbolo della Langa, innamorato del nebbiolo, e portabandiera nel mondo della nobiltà di questo vitigno e del suo territorio di provenienza, non so se mettermi a ridere o a piangere.


Amen!
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2812
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Ludi » 26 giu 2015 16:57

paperofranco ha scritto:Langhe Conteisa 2001.
Quando sento parlare di Gaja come di un produttore simbolo della Langa, innamorato del nebbiolo, e portabandiera nel mondo della nobiltà di questo vitigno e del suo territorio di provenienza, non so se mettermi a ridere o a piangere.
Un discreto vino, con poca personalità e poco carattere, che potrebbe esser stato fatto in diversi posti del mondo con percentuali variabili di cabernet e merlot, sicuramente non con il nebbiolo, non in Langa, non con l’uva proveniente dal miglior pezzo del Cerequio. Questa è stata la mia impressione.


Assaggiai la 1998 un anno e mezzo fa. La servii alla cieca. I miei compagni di bevuta dissero che era un discreto sangiovese....sufficit.
Ziliovino
Messaggi: 3129
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Ziliovino » 26 giu 2015 20:17

Trento brut Perlé 2004 – Ferrari. Preso per testarne la durata nel tempo, era invece ancora giovane e pimpante, forse un po’ semplice nel complesso, soprattutto in bocca, ma decisamente elegante e senza sbavature.

Cremant d’Alsace 2011 – Albert Mann. Piacevole bollicina, abbisogna di aria per esprimersi al naso con fiori e frutta, da aperitivo senza pensarci su.

Sancerre Les Vignes Silex 2013 - Reverdy Ducroux. Qui c’è un accenno al varietale, un po’ di litchee e agrumi, bocca di bella struttura e grassezza ma senza esagerare.

Soave Classico Calvarino 2012 – Pieropan. Meno incisivo di come me lo ricordassi in altre annate, soprattutto in bocca (è la l’annata 2012?), resta comunque un buon Soave, con un naso classico.

Carso Terrano 2008 – Lupinc. Anche qui pensavo di trovarlo un po’ più evoluto, è invece ancora decisamente sul frutto, con abbondanti frutti di rovo, il colore è ancora violaceo, acidità bella decisa come da vitigno, si lascia bere anche fresco, gastronomico e spensierato.
Ultima modifica di Ziliovino il 27 giu 2015 16:16, modificato 1 volta in totale.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
Bart
Messaggi: 916
Iscritto il: 06 giu 2007 11:04

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Bart » 27 giu 2015 07:48

Annamaria Clementi rosè 2005 Cà del bosco, boh, aldilà del fatto che non sono particolarmente amante della tipologia, non mi ha detto molto, come vino sotto i 30 euro era bevibile, ma anche trascurabile, considerando invece il suo costo reale mi pare un delirio.
Chablis le clos 2007 Dauvissat, paradigma del vino acido e minerale in annata minerale e acida, ne esce fuori il mio tipo di bianco, solo ancora un po' chiuso nei profumi, ma vibrante, filante e saturante.
Chassagne Montrachet les caillerets 2005 Ramonet, paradigma del vino ricco e grasso in annata grassa e ricca, temevo la noia, invece al quarto tentativo finalmente un Ramonet che mi convince, e questo mi mette di buonumore riguardo al Batard che ancora riposa in cantina; certo, c'è il burro, la mou, la potenza, ma il tutto in un quadro di equilibrio ed eleganza. Alla fine, per mia naturale predisposizione, perde il confronto col compagno del Nord, ma gran vino.
Pomerol 1988 Vieux Chateau Certan, tappo, per alcuni netto, per me, che sono scarsamente sensibile al difetto, meno, ma c'era; peccato, perchè sotto si sentivano tante cose belle.
Barolo Monfortino 2002 Conterno, amen. Naso ancora ritroso, ma bocca indiavolata, una belva che ti cattura e non ti molla più. Certo giovane, ma già secondo me godibilissimo, comodamente nella fascia dell'eccellenza.
Oberhauser Brucke auslese goldkapsel 2009 Donnhoff, il pulisci bocca per eccellenza. A tavola si diceva che Riesling di questo livello è raro che deludano, ma finiscono per assomigliarsi un po' troppo tra loro; io credo che dipenda dalla nostra scarsa esperienza al riguardo, ma in ogni caso non me ne farei un cruccio, il bello non stanca mai.
Avatar utente
Jeriko One
Messaggi: 411
Iscritto il: 28 lug 2007 11:56
Località: Brescia

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Jeriko One » 27 giu 2015 08:59

Bart ha scritto:Annamaria Clementi rosè 2005 Cà del bosco, boh, aldilà del fatto che non sono particolarmente amante della tipologia, non mi ha detto molto, come vino sotto i 30 euro era bevibile, ma anche trascurabile, considerando invece il suo costo reale mi pare un delirio.
Chablis le clos 2007 Dauvissat, paradigma del vino acido e minerale in annata minerale e acida, ne esce fuori il mio tipo di bianco, solo ancora un po' chiuso nei profumi, ma vibrante, filante e saturante.
Chassagne Montrachet les caillerets 2005 Ramonet, paradigma del vino ricco e grasso in annata grassa e ricca, temevo la noia, invece al quarto tentativo finalmente un Ramonet che mi convince, e questo mi mette di buonumore riguardo al Batard che ancora riposa in cantina; certo, c'è il burro, la mou, la potenza, ma il tutto in un quadro di equilibrio ed eleganza. Alla fine, per mia naturale predisposizione, perde il confronto col compagno del Nord, ma gran vino.
Pomerol 1988 Vieux Chateau Certan, tappo, per alcuni netto, per me, che sono scarsamente sensibile al difetto, meno, ma c'era; peccato, perchè sotto si sentivano tante cose belle.
Barolo Monfortino 2002 Conterno, amen. Naso ancora ritroso, ma bocca indiavolata, una belva che ti cattura e non ti molla più. Certo giovane, ma già secondo me godibilissimo, comodamente nella fascia dell'eccellenza.
Oberhauser Brucke auslese goldkapsel 2009 Donnhoff, il pulisci bocca per eccellenza. A tavola si diceva che Riesling di questo livello è raro che deludano, ma finiscono per assomigliarsi un po' troppo tra loro; io credo che dipenda dalla nostra scarsa esperienza al riguardo, ma in ogni caso non me ne farei un cruccio, il bello non stanca mai.


quotone...
Bella serata, peccato davvero per il Vieux Chateau Certan 88...
"Avete mai fatto caso che ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto incazzare?... Quello sono io"
(Clint Eastwood - Gran Torino)
Saten
Messaggi: 10
Iscritto il: 30 apr 2015 18:24

Re: LE BEVUTE DI GIUGNO 2015

Messaggioda Saten » 27 giu 2015 13:18

Perrier Jouet brut..

Al naso lieviti,Frutta,bolla fine,finale gradevole...ottima bevuta.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Roland, teo777full, zarlingo e 1 ospite