LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13088
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Kalosartipos » 01 nov 2017 16:39

Bella freschezza e speziatura.

Immagine

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
merlotto85
Messaggi: 122
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda merlotto85 » 01 nov 2017 20:54

Carema 2014 etichette etichetta nera
Colore scarico e mattonato, naso floreale fiori appasiti,in bocca freschezza e acidita vibrante semplice ma buono...

Ein Quantum 2015
Bianco austriaco un po macerato, blend di piu vitigni , gruner chardonnay riesling , agrumato e mineralita sulfurea al naso in bocca bella sapidita quasi sassosa.. buon vino
giacomo
Messaggi: 577
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda giacomo » 02 nov 2017 07:49

barbaresco 13 dei produttori
un bel naso profumato. bocca ampia, con leggero residuo glicerico e tannino già molto ben assemblato.
tutto sommato piaciuto.
ovviamente da correlarlo al prezzo pagato (14 €).
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
Ziliovino
Messaggi: 3126
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Ziliovino » 02 nov 2017 09:21

Colli Orientali del Friuli Tazzelenghe 2007 - Conte d'Attimis-Maniago. Ancora perfettamente in forma, frutta rossa e più scura, leggero boero, tannino fitto-fitto ma che ormai non taglia più la lingua, si lascia bere piuttosto bene.

Pays de L'Héreault Mas de Daumas Gassac 2006 - Mas de Daumas Gassac. Me lo aspettavo decisamente sudista, invece è rigoroso e dal sorso fresco e teso, frutta rossa, zero pirazine se non un po' di pomodoro, tannino graffiante e "rustico" ma piacevole.

Sudtirol Pinot nero Riserva Matan 2011 - Weingut Pfitscher. Frutti rossi, parecchio balsamico e tocco di liquirizia, sorso equilibrato e senza sbavature. Non fa sobbalzare ma decisamente ben fatto. Prima volta che mi capita un tappo dal sentore indecente ed il vino sembra invece perfetto...

Champagne Blanc de Blancs Cuvée Dom Picard - Collard Picard. sb. 2015. teso, fresco, cremoso, naso sulla frutta gialla e leggero accenno lattico che però non infastidisce, decisamente convincente. Best buy.

Recioto di Soave Acinatium 2006 - Suavia
Recioto di Soave La Broia 2013 - Roccolo Grassi.
Confronto diretto tra i due, il primo elegante e definito, albicocche secche e canditi, sorso di dolcezza misurata, molto buono, il secondo è invece più ricco e concentrato, con più dolcezza, naso intenso di frutta sciroppata, piacevole ma più sfuocato.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Biavo
Messaggi: 489
Iscritto il: 11 nov 2016 12:46
Località: Parma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Biavo » 02 nov 2017 10:26

Barbaresco Rivella 2011.

Avevo un buon ricordo di questo vino bevuto un paio d'anni fa e mi è venuta voglia di aprirne una bottiglia.

Naso e bocca molto puliti, con un ottimo sentore balsamico, tannini morbidi. Piaciuta parecchio, resta uno dei migliori "nebbiolo" da me assaggiati di questa annata.

Bravo Teobaldo.
landmax
Messaggi: 1017
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda landmax » 02 nov 2017 13:14

Rosè del Cristo 2013 Cavicchioli

Da uve lambrusco di Sorbara. Convincente sotto tutti i punti di vista: sia a livello olfattivo (piccoli frutti rossi, iodio) che ancor più all'assaggio, dove sfodera una bollicina pressoché perfetta e un gusto teso e salato che rendono la beva compulsiva (non so se usino o meno la liqueur, ma io non ne ho avvertito traccia). Ottimo.

Albana di Romagna Fiorile 2013 Fondo San Giuseppe

Coniugare complessità e bevibilità è mestiere difficile. Se poi parliamo di albana di Romagna lo è ancor di più. Stefano Bariani riesce brillantemente nell'intento: un vino debordante di freschezza e pienezza, sapore e slancio. Non sarà un grand vin, ma dà un gran gusto. E ha ancora davanti a sè molti e molti anni (credo che in quest'annata abbia usato un pò di botte, che si avverte appena nel lungo finale).
bondo
Messaggi: 43
Iscritto il: 08 set 2017 07:28
Località: Veltlin

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda bondo » 02 nov 2017 14:26

giacomo ha scritto:barbaresco 13 dei produttori
ovviamente da correlarlo al prezzo pagato (14 €).


Dove sarebbe a 14€, di grazia ? :D
Drink french wine? Not if they tied me to a horse and pulled me forty miles by my tongue.
Drink spanish wine? Not if they hung me from a tree and put a lit bomb in my mouth.
giacomo
Messaggi: 577
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda giacomo » 02 nov 2017 14:42

Dove sarebbe a 14€, di grazia ? :D[/quote]

Tannico, in un momento di sconto con coupon di benvenuto :D :D :D
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
fabrizio leone
Messaggi: 666
Iscritto il: 06 giu 2012 15:00
Località: san Colombano al lambro ( MI )

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda fabrizio leone » 02 nov 2017 20:24

Champagne Bonnaire Grand Cru Blanc de Blancs, 2006

delizioso, naso ricorda classica crosta di formaggio, in bocca un esplosione di gusto. bevuto in poco tempo

Brunello di Montalcino Riserva, Poggio al Vento 1997, Tenuta col d'Orcia

naso chiuso, inizialmente, si apre dopo diverso tempo. in bocca al contrario, una buona presenza. che soddisfa con il passare del tempo.- probabilmente, vino al culmine del suo stato evolutivo.
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda BarbarEdo » 03 nov 2017 15:59

Cascina Morassino, Langhe nebbiolo 2012
Il nebbiolo declinato sul frutto, senza forzature. Profumo pulito e luminoso di fragola e lampone maturo, in bocca composto, equilibrato. Gustoso e rotondo in bocca. Semplice e corto sul finale, ma piacevole. 3/5
Avignonesi, vino nobile di Montepulciano 2013
Rubino limpidissimo e brillante. Naso tipico, ferroso e balsamico al primo impatto, un poco cupo e in questo momento distante dalla dimensione fruttata. Bocca molto agile, sulla freschezza, dal tannino molto fine ma non troppo gustosa. Penso possa essere molto versatile negli abbinamenti. Piaciuto abbastanza... 3/5
siddura , erema 2015
Assemblaggio di cannonau e cagnulari. Naso sgraziato e bizzarro di violetta candita e sciroppo di fragola. Penso sia la componente aromatica de cagnulari. Mi ha molto ricordato una bottiglia di lacrima di Morro d'Alba stappata quest'anno. Al pari di quella, per mio gusto davvero sgradevole.
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
puspo
Messaggi: 655
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda puspo » 03 nov 2017 17:22

Io ho finito e cominciato il mese con un bel week-end in Mosella.
Entrare per la prima volta in una zona di vini (a me) sconosciuta è sempre appassionante. A questo poi si aggiunge il fatto che la zona sembra trovarsi in un periodo di confusione/rinnovamento e quindi tra vecchio corso (kabinett, spatlese, auslese, ecc) e nuovo corso (trocken, feinherb, ecc) si fa un po’ fatica a raccapezzarsi.
In realtà, un volta compreso non è poi così difficile, ma trovarsi davanti due Spatlese con la convinzione di un residuo zuccherino e poi assaggiarsi un vino da 13 gradi e l’altro da 8 di primo acchito può spiazzare... affascinante!

Dopo questa premessa, appena rientrato mi sono bevuto un Karlsmühle Molaris L 2016 trocken: vino che definirei quasi salato, di ottima acidità e una dolcezza appena accennata, piacevolissimo e immediato. Per 8,5 euro un’ottima bottiglia.
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
la_crota1925
Messaggi: 2696
Iscritto il: 06 giu 2007 19:48
Località: ex città delle palme ora paradiso del punteruolo rosso

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda la_crota1925 » 04 nov 2017 10:52

Accomasso Barbera d'Alba Pochi Filagn 2012 - al naso un ventaglio olfattivo sorprendente: terra bagnata, corteccia, humus, tartufo e una leggera nota di salamoia di olive. Dopo 10 minuti vengono fuori fiori appassiti, frutti neri e un leggero balsamico. In bocca è equilibrato, elegante, buona acidità, tannino presente ma ben integrato. Finale lungo e balsamico. OTTIMO....
spedizione al ricevimento del pagamento.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13088
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Kalosartipos » 04 nov 2017 12:39

Non molto complesso, ma ha una sua eleganza e si lascia bere.. per 20 euro al tavolo, un'esperienza che si può fare.

Immagine

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Mike76
Messaggi: 1013
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Mike76 » 05 nov 2017 02:55

Immagine

Il Chianti di Nozzole è molto profumato e fruttato, bel tannino pieno ed agile. Si farà.
Il Brunello è altra categoria.
Sangiovese puro, acidità sostenuta e ben integrata, profumi di rosa e bocca setosa. Fa salivare ad ogni sorso.
Persistenza e prevalenza sul cibo anche inaspettate: ha asfaltato coniglio alla cacciatora, daino, pernice e petto d'oca.
Ad avercene altri...
il labronico
Messaggi: 193
Iscritto il: 04 gen 2015 15:31
Località: livorno

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda il labronico » 05 nov 2017 11:52

CRISTAL 2006 :D :D :D :D :D
piaciuto tantissimo , per me che ho avuto esperienze di champaghe di basso costo , la dfferenza si è sentita......
dorato brillante , fiori bianchi , bolle fini , persistente e cremoso..........immagino la sua evoluzione positiva nei prossimi 10 anni....... :lol:
Spectator
Messaggi: 3753
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Spectator » 05 nov 2017 12:42

...Viridis-Langhe Sauvignon 2016 e Dolcetto 2016..entrambi di GB-Burlotto .Due vini di bella semplicita',beverini ed equilibrati.Particolare il Langhe x un finale leggermente amaro/ammandorlato,molto piacevole. Di questa azienda,aspetto di assaggiare il Pelaverga x qualcosa di piu'..emozionalmente consistente!
piergi
Messaggi: 2227
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda piergi » 05 nov 2017 14:22

Biondi- Outis 2005
Rosso rubino brillante senza alcun segno di viraggio al granato.
Al naso nette note di prugne, more di rovo, lievi sentori sulfurei (proprio in lontananza).
In bocca è coerente, frutta rossa matura, arancia sanguinella, tannino setoso ma acidità ben viva e presente, da la sensazione di poter durare molti anni ancora.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
merlotto85
Messaggi: 122
Iscritto il: 07 mar 2017 15:18
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda merlotto85 » 05 nov 2017 18:45

Brunate 2012 Rinaldi
Naso di frutta sottospirito , sottobosco, ciliegia matura e note balsamiche, in bocca il vino e corposo ma di medio peso, ritorni di frutto maturo e balsamico quasi catramoso, il tannino si sente a fine bocca ma non è aggressivo, certamente giovane , un gran barolo territoriale figlio di un annata calda e si sente , magari meglio tra un po di anni ma gia ora si apprezza...
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2803
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda Ludi » 05 nov 2017 21:19

Lusenti, Emiliana 2013: goduriosissimo e "naturalissimo" vino, che fa festa e, abbinato con pane di segale, prosciutto San Daniele e formaggio di capra stagionato va giù che è una meraviglia
Domaine de Perdrix, Nuits St. Georges 2006: inizialmente scuro, ritroso e animale, si apre dopo una mezz'ora (soprattutto in bocca) con note dolci e più fruttate. Buono, non irresistibile
Oliver Horiot, 5 Sens 2010: gran bello Champagne, con dominanza di toni resinosi e di cedro, acidità netta ma non invadente. Non ha retto male il confronto con ciò che è seguito....
Krug, Rosé: stile, classe, godibilità assoluta, anche se il rosé non è il "mio" Krug
Krug 2002: una bomba. Ammaliante nella sua complessità, di equilibrio mirabile ed intonso, di beva spregiudicata ma da centellinare e da assaporare goccia a goccia. Un colosso.
Zind Humbrecht, Clos Windsbuhl Pinot Gris 2000: grasso ed opulento, con percepibile residuo zuccherino, ma mai stucchevole o sbilanciato. Eccellente sui formaggi di capra (avanzati dal giorno prima....)
Rosso Gravner 2007: davvero buono, non certo banale, ma al tempo stesso di grandissima eleganza. Rifugge da qualsiasi difetto da vino "naturale"
Kracher, Grande Cuvée TBA Nouvelle Vague 1998: non sbaglia un colpo. Mai trovato una bottiglia del grande Alois meno che convincente. Predominano note di caramello e scorza di mandarino candita, che ne fanno un vino ideale da centellinare da solo. Acidità ancora sferzante
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 06 nov 2017 08:52

...sabato , al compleanno di Augusto Massif in quel di Ala :

Aperitivo :
- Casa Coste Piane da Magnum :D :D :D :)
- Ferrari Perlé Zero :D :D :D :)
- Donà Blanc 2002 :D :D :D :D ... fra i migliori bianchi bevuti quest'anno.
Poi:
- Rosso Gravner 1995 :D :D :D :D :)
- Rosso Gravner 1992 :D :D :D :D
- Solaia 1995 :D :D :D :)
- San Leonardo (da magnum) 1993 :D :D :D :D
- Barbaresco Pajoré Sottimano 2005 :D :D :D :D (sorpresona)
- Barolo Monprivato 2001 Mascarello :D :D :D :)
- Barbaresco Bric Ronchi Albino Rocca 1998 :D :D :D :D
- Barolo 1998 Bartolo Mascarello :roll:
FINALE: Doron Eugenio Rosi :D :D :D :)
Ultima modifica di vinogodi il 06 nov 2017 09:47, modificato 1 volta in totale.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
landmax
Messaggi: 1017
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda landmax » 06 nov 2017 09:26

vinogodi ha scritto:Aperitivo :
- Ferrari Perlé Zero :D :D :D :)

Poi:
- Barolo 1998 Bartolo Mascarello :roll:


Marco, vorrei una tua opinione sul Perlè Zero, che anch'io ho assaggiato di recente.

Che aveva Bartolo?

Grazie
Max
landmax
Messaggi: 1017
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda landmax » 06 nov 2017 09:34

Ludi ha scritto:Krug 2002: una bomba. Ammaliante nella sua complessità, di equilibrio mirabile ed intonso, di beva spregiudicata ma da centellinare e da assaporare goccia a goccia. Un colosso.


Luciano, una domanda: ti è parso il solito Krug? Non hai avuto la sensazione di un Krug meno dosato e più "extra-brut" del solito?

Grazie
Massimo
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 06 nov 2017 09:48

vinogodi ha scritto:...sabato , al compleanno di Augusto Massif in quel di Ala :

Aperitivo :
- Casa Coste Piane da Magnum :D :D :D :)
- Ferrari Perlé Zero :D :D :D :)
- Donà Blanc 2002 :D :D :D :D ... fra i migliori bianchi bevuti quest'anno.
Poi:
- Rosso Gravner 1995 :D :D :D :D :)
- Rosso Gravner 1992 :D :D :D :D
- Solaia 1995 :D :D :D :)
- San Leonardo (da magnum) 1993 :D :D :D :D
- Barbaresco Pajoré Sottimano 2005 :D :D :D :D (sorpresona)
- Barolo Monprivato 2001 Mascarello :D :D :D :)
- Barbaresco Bric Ronchi Albino Rocca 1998 :D :D :D :D
- Barolo 1998 Bartolo Mascarello :roll:
FINALE: Doron Eugenio Rosi :D :D :D :)
...dimenticavo, fra gli aperitivi, uno splendido Donà Blanc 2002 di Hartmann Donà . Dimenticato colpevolmente perché fra i più grandi bianchi bevuti quest'anno fra i vini italiani. Splendido...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 28416
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda vinogodi » 06 nov 2017 09:50

landmax ha scritto:
vinogodi ha scritto:Aperitivo :
- Ferrari Perlé Zero :D :D :D :)

Poi:
- Barolo 1998 Bartolo Mascarello :roll:


Marco, vorrei una tua opinione sul Perlè Zero, che anch'io ho assaggiato di recente.

Che aveva Bartolo?

Grazie
Max
...perlé Zero tagliente e con profumi agrumati splendidi, ma incoerente in bocca perché aveva acidità asciugante e , soprattutto, una lunghezza molto relativa che lo penalizzava . Bartolo era semplicemente scollinato e la cosa mi dispiace perché le aspettative alte, visto che da poco abbiamo bevuto un cugino del 1998 quasi commovente per eleganza e finezza.
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3401
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2017

Messaggioda videodrome » 06 nov 2017 10:35

puspo ha scritto:Io ho finito e cominciato il mese con un bel week-end in Mosella.
Entrare per la prima volta in una zona di vini (a me) sconosciuta è sempre appassionante. A questo poi si aggiunge il fatto che la zona sembra trovarsi in un periodo di confusione/rinnovamento e quindi tra vecchio corso (kabinett, spatlese, auslese, ecc) e nuovo corso (trocken, feinherb, ecc) si fa un po’ fatica a raccapezzarsi.
In realtà, un volta compreso non è poi così difficile, ma trovarsi davanti due Spatlese con la convinzione di un residuo zuccherino e poi assaggiarsi un vino da 13 gradi e l’altro da 8 di primo acchito può spiazzare... affascinante!

Dopo questa premessa, appena rientrato mi sono bevuto un Karlsmühle Molaris L 2016 trocken: vino che definirei quasi salato, di ottima acidità e una dolcezza appena accennata, piacevolissimo e immediato. Per 8,5 euro un’ottima bottiglia.

Massimo che aziende hai visitato?

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: dani23, declar, gianni femminella, RussianMind, Trikyred e 16 ospiti