Pagina 63 di 67

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 11:26
da Tex Willer
tenente Drogo ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Timoteo ha scritto:Lecca lecca rulez.


Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)


comunque non posso credere che tu pensi che scrivo bene di un ristorante in cambio di uno sconto
o ti sei spiegato male?

se un posto mi piace ci torno, se no no

Io non penso nulla.
C'è chi scrive di sconti "riservati"a determinati clienti facendo apparire la cosa non un una tantum ma una prassi consolidata.
Tu cosa penseresti,se fossi un cliente"normale"?
Che ,tra l'altro,ha pure mangiato male e pagato prezzo pieno? :)

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 12:28
da Jbg2
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Timoteo ha scritto:Lecca lecca rulez.


Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)



Ma dici sul serio? A te sembra strano che un cliente possa venire 2 volte e un altro 3/5/10? E ti sembra strano che dopo si possa instaurare un rapporto un po' più confidenziale? Non con tutti, non sempre allo stesso modo perche ovviamente ognuno è diverso. Immagino che anche tu abbia qualche posto dove ti conoscono, dove ti salutano per nome, dove agli occhi di uno presente per la prima volta tu possa apparire come cliente abituale (flavio ad esempio). Cliente abituale, un concetto semplice e alla base del commercio, anche i notai hanno un occhio di riguardo per i clienti abituali, e questo non vuol dire privare gli altri di nulla. Se poi necessariamente tutto va interpretato in modo negativo siete liberissimi di farlo.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 12:31
da Jbg2
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Timoteo ha scritto:Lecca lecca rulez.


Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)


comunque non posso credere che tu pensi che scrivo bene di un ristorante in cambio di uno sconto
o ti sei spiegato male?

se un posto mi piace ci torno, se no no

Io non penso nulla.
C'è chi scrive di sconti "riservati"a determinati clienti facendo apparire la cosa non un una tantum ma una prassi consolidata.
Tu cosa penseresti,se fossi un cliente"normale"?
Che ,tra l'altro,ha pure mangiato male e pagato prezzo pieno? :)


Direi che il problema è che hai mangiato male, hai fatto benissimo a non tornare più. Oppure con un po' di sconto avresti mangiato meglio?

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 16:37
da Tex Willer
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Timoteo ha scritto:Lecca lecca rulez.


Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)



Ma dici sul serio? A te sembra strano che un cliente possa venire 2 volte e un altro 3/5/10? E ti sembra strano che dopo si possa instaurare un rapporto un po' più confidenziale? Non con tutti, non sempre allo stesso modo perche ovviamente ognuno è diverso. Immagino che anche tu abbia qualche posto dove ti conoscono, dove ti salutano per nome, dove agli occhi di uno presente per la prima volta tu possa apparire come cliente abituale (flavio ad esempio). Cliente abituale, un concetto semplice e alla base del commercio, anche i notai hanno un occhio di riguardo per i clienti abituali, e questo non vuol dire privare gli altri di nulla. Se poi necessariamente tutto va interpretato in modo negativo siete liberissimi di farlo.

Interpreto quello che hai scritto tu.
Che parli di stesso sconto, quindi si tratta di un sistema che non funziona su base occasionale ma sistematica” il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu”
Lecito da parte tua, ci mancherebbe altro: ognuno gestisce la sua attività come crede,secondo il suo stile. Ma da parte di chi scrive recensioni con toni entusiastici sarebbe stato più opportuno accennare alla simpatica contiguità con il patron.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 16:40
da Tex Willer
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)


comunque non posso credere che tu pensi che scrivo bene di un ristorante in cambio di uno sconto
o ti sei spiegato male?

se un posto mi piace ci torno, se no no

Io non penso nulla.
C'è chi scrive di sconti "riservati"a determinati clienti facendo apparire la cosa non un una tantum ma una prassi consolidata.
Tu cosa penseresti,se fossi un cliente"normale"?
Che ,tra l'altro,ha pure mangiato male e pagato prezzo pieno? :)


Direi che il problema è che hai mangiato male, hai fatto benissimo a non tornare più. Oppure con un po' di sconto avresti mangiato meglio?

Diciamo che ho mangiato male(due volte)ho pagato per intero e non ho lasciato alcun commento negativo.
E tutto senza sconti.
Ps: lo sconto che talvolta mi fanno lo aggiungo alla posta della mancia per il servizio, vedi se è successa la stessa cosa con i tuoi clienti "speciali"... :lol:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 17:34
da Jbg2
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Timoteo ha scritto:Lecca lecca rulez.


Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)



Ma dici sul serio? A te sembra strano che un cliente possa venire 2 volte e un altro 3/5/10? E ti sembra strano che dopo si possa instaurare un rapporto un po' più confidenziale? Non con tutti, non sempre allo stesso modo perche ovviamente ognuno è diverso. Immagino che anche tu abbia qualche posto dove ti conoscono, dove ti salutano per nome, dove agli occhi di uno presente per la prima volta tu possa apparire come cliente abituale (flavio ad esempio). Cliente abituale, un concetto semplice e alla base del commercio, anche i notai hanno un occhio di riguardo per i clienti abituali, e questo non vuol dire privare gli altri di nulla. Se poi necessariamente tutto va interpretato in modo negativo siete liberissimi di farlo.

Interpreto quello che hai scritto tu.
Che parli di stesso sconto, quindi si tratta di un sistema che non funziona su base occasionale ma sistematica” il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu”
Lecito da parte tua, ci mancherebbe altro: ognuno gestisce la sua attività come crede,secondo il suo stile. Ma da parte di chi scrive recensioni con toni entusiastici sarebbe stato più opportuno accennare alla simpatica contiguità con il patron.



Se non ti conoscessi abbastanza direi che lo fai apposta.
Non si tratta di sistemi di sconto o di recensioni basate sulla contiguità.
Si tratta di persone che vengono a cena un tot numero di volte perché, immagino, si trovino bene.
Poi un giorno si scambia una parola, poi la volta dopo 5 etc...
Si arriva al punto in cui il cliente diventa abituale e a quel punto può scattare un piccolo sconto.
la sequenza è
1) ci si trova bene e si torna più volte
2) dopo un po' si instaura un rapporto diverso che comprende maggior familiarità nel rapporto e anche uno sconto.
Le recensioni se ci sono, sono frutto dell'essere stati bene e dell'essere tornati, e non certo di un piccolo sconto che magari scatta dopo 10 volte.
Io è l'ultimo tentativo che faccio di spiegarti questa cosa (peraltro non mi hai risposto in quali locali hai lo sconto anche tu) dopodichè chiedi a Marco visto che finchè è venuto è stato sempre bene e scriveva di noi regolarmente. Pensi che Marco si facesse "comprare" per qualche euro? Lo sappiamo tutti che è mijardario.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 17:38
da Jbg2
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Tex Willer ha scritto:Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)


comunque non posso credere che tu pensi che scrivo bene di un ristorante in cambio di uno sconto
o ti sei spiegato male?

se un posto mi piace ci torno, se no no

Io non penso nulla.
C'è chi scrive di sconti "riservati"a determinati clienti facendo apparire la cosa non un una tantum ma una prassi consolidata.
Tu cosa penseresti,se fossi un cliente"normale"?
Che ,tra l'altro,ha pure mangiato male e pagato prezzo pieno? :)


Direi che il problema è che hai mangiato male, hai fatto benissimo a non tornare più. Oppure con un po' di sconto avresti mangiato meglio?

Diciamo che ho mangiato male(due volte)ho pagato per intero e non ho lasciato alcun commento negativo.
E tutto senza sconti.
Ps: lo sconto che talvolta mi fanno lo aggiungo alla posta della mancia per il servizio, vedi se è successa la stessa cosa con i tuoi clienti "speciali"... :lol:


In linea di massima si, i due di cui parliamo penso lo abbiano sempre fatto ma non tengo questo genere di conti.
Continui a pensare di essere migliore degli altri ma anche in questo caso non è così.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 19:11
da Tex Willer
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Pensa Marco che il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu anzi, non ti nascondo, che in virtù del fatto che con te cazzeggiavano con grande gusto (il tenente non me ne vorrà) sicuramente ci sono state serate in cui io e te ci siamo consentiti comportamenti e confidenze che andavano ben oltre il normale rapporto ristoratore cliente.
Poi invece un giorno, come un normale cliente devi aver deciso di non venire più, cosa assolutamente lecita per carità, ma di cui, pensa, io ancora mi dispiaccio.

Ma guarda un pò...
Ed io,che da normale cliente,dopo un paio di cene non sono più tornato,e che mi domandavo la ragione di tanto entusiasmo ...
Tardi ma ho capito. Storia molto edificante, complimenti a tutti 8)



Ma dici sul serio? A te sembra strano che un cliente possa venire 2 volte e un altro 3/5/10? E ti sembra strano che dopo si possa instaurare un rapporto un po' più confidenziale? Non con tutti, non sempre allo stesso modo perche ovviamente ognuno è diverso. Immagino che anche tu abbia qualche posto dove ti conoscono, dove ti salutano per nome, dove agli occhi di uno presente per la prima volta tu possa apparire come cliente abituale (flavio ad esempio). Cliente abituale, un concetto semplice e alla base del commercio, anche i notai hanno un occhio di riguardo per i clienti abituali, e questo non vuol dire privare gli altri di nulla. Se poi necessariamente tutto va interpretato in modo negativo siete liberissimi di farlo.

Interpreto quello che hai scritto tu.
Che parli di stesso sconto, quindi si tratta di un sistema che non funziona su base occasionale ma sistematica” il Tenente ha sempre usufruito dello stesso sconto di cui godevi tu”
Lecito da parte tua, ci mancherebbe altro: ognuno gestisce la sua attività come crede,secondo il suo stile. Ma da parte di chi scrive recensioni con toni entusiastici sarebbe stato più opportuno accennare alla simpatica contiguità con il patron.



Se non ti conoscessi abbastanza direi che lo fai apposta.
Non si tratta di sistemi di sconto o di recensioni basate sulla contiguità.
Si tratta di persone che vengono a cena un tot numero di volte perché, immagino, si trovino bene.
Poi un giorno si scambia una parola, poi la volta dopo 5 etc...
Si arriva al punto in cui il cliente diventa abituale e a quel punto può scattare un piccolo sconto.
la sequenza è
1) ci si trova bene e si torna più volte
2) dopo un po' si instaura un rapporto diverso che comprende maggior familiarità nel rapporto e anche uno sconto.
Le recensioni se ci sono, sono frutto dell'essere stati bene e dell'essere tornati, e non certo di un piccolo sconto che magari scatta dopo 10 volte.
Io è l'ultimo tentativo che faccio di spiegarti questa cosa (peraltro non mi hai risposto in quali locali hai lo sconto anche tu) dopodichè chiedi a Marco visto che finchè è venuto è stato sempre bene e scriveva di noi regolarmente. Pensi che Marco si facesse "comprare" per qualche euro? Lo sappiamo tutti che è mijardario.

Mi sa che sei tu che non capisci cosa scrivo. Mi pare evidente che non sia tu a doverti giustificare; fai il tuo lavoro e bene anche, quindi...
Ma se per caso uno dei tuoi clienti preferiti avesse mangiato male ripetutamente, secondo te lo avrebbe scritto?
Ti avrebbe trattato come un altro qualsiasi ristorante in cui si è trovato male?

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 05 ago 2017 19:11
da Tex Willer
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
Jbg2 ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
comunque non posso credere che tu pensi che scrivo bene di un ristorante in cambio di uno sconto
o ti sei spiegato male?

se un posto mi piace ci torno, se no no

Io non penso nulla.
C'è chi scrive di sconti "riservati"a determinati clienti facendo apparire la cosa non un una tantum ma una prassi consolidata.
Tu cosa penseresti,se fossi un cliente"normale"?
Che ,tra l'altro,ha pure mangiato male e pagato prezzo pieno? :)


Direi che il problema è che hai mangiato male, hai fatto benissimo a non tornare più. Oppure con un po' di sconto avresti mangiato meglio?

Diciamo che ho mangiato male(due volte)ho pagato per intero e non ho lasciato alcun commento negativo.
E tutto senza sconti.
Ps: lo sconto che talvolta mi fanno lo aggiungo alla posta della mancia per il servizio, vedi se è successa la stessa cosa con i tuoi clienti "speciali"... :lol:



Continui a pensare di essere migliore degli altri ma anche in questo caso non è così.

?

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 08 ago 2017 14:24
da malinche
e io che speravo si fosse rianimato il thread... :mrgreen:

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 10 ott 2017 13:24
da tenente Drogo
finalmente sono stato da Santopalato un sabato a pranzo con un amico gourmet espatriato in Spagna che stava a rota di carbonara

abbiamo condiviso tre antipasti: un'ottima trippa, una sfiziosa frittata di regaglie (un po' sfatta in realtà, sembravano più che altro uova strapazzate con le regaglie di pollo, però il sapore intenso era piacevole), e una tartare di pecora interessante

arrivano le carbonare e quasi non ce l'abbiamo fatta a finirle: è uno stile intenso e opulento, di quelle carbonare con tanto tanto uovo cremoso e molto guanciale: estrema e goduriosa

la lavagna prometteva specialità come friggitelli alla scapece, pappardelle fatte in casa con porcini e shitake o pappardelle al maiale, toccherà tornare perché sembrano promettenti

con un bianco laziale da circa 20 euro (che adesso non ricordo) un conto sui 75 in due

complessivamente un'ottima esperienza

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 10 ott 2017 14:41
da eutopia
tenente Drogo ha scritto:finalmente sono stato da Santopalato un sabato a pranzo con un amico gourmet espatriato in Spagna che stava a rota di carbonara

abbiamo condiviso tre antipasti: un'ottima trippa, una sfiziosa frittata di regaglie (un po' sfatta in realtà, sembravano più che altro uova strapazzate con le regaglie di pollo, però il sapore intenso era piacevole), e una tartare di pecora interessante

arrivano le carbonare e quasi non ce l'abbiamo fatta a finirle: è uno stile intenso e opulento, di quelle carbonare con tanto tanto uovo cremoso e molto guanciale: estrema e goduriosa

la lavagna prometteva specialità come friggitelli alla scapece, pappardelle fatte in casa con porcini e shitake o pappardelle al maiale, toccherà tornare perché sembrano promettenti

con un bianco laziale da circa 20 euro (che adesso non ricordo) un conto sui 75 in due

complessivamente un'ottima esperienza


allora il manico abruzzese in cucina funziona!!!

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 10 ott 2017 15:18
da andrea
eutopia ha scritto:allora il manico abruzzese in cucina funziona!!!

https://www.youtube.com/watch?v=ypIqZc39Fbg

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 10 ott 2017 17:35
da Timoteo
andrea ha scritto:
eutopia ha scritto:allora il manico abruzzese in cucina funziona!!!

https://www.youtube.com/watch?v=ypIqZc39Fbg


parole sante.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 11 ott 2017 09:25
da eutopia
andrea ha scritto:
eutopia ha scritto:allora il manico abruzzese in cucina funziona!!!

https://www.youtube.com/watch?v=ypIqZc39Fbg


Semproni maestro di vita

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 24 nov 2017 17:02
da tenente Drogo
ottima esperienza alla Taverna Cestia, a due passi dalla Piramide

ho assaggiato un ottimo antipasto di salumi (buonissima la coppa), una buona cacio e pepe e un notevole fritto di cervello e animelle
presenti anche tutti i classici della cucina romana

interessante carta dei vini con etichette naturali del Lazio e non solo
ho bevuto un Villa Diamante del 2014

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 29 nov 2017 15:10
da pippo65
Trattoria Pennestri

quasi novità, la zona è quella inflazionata del porto fluviale/gazometro, però il locale è grazioso, con arredo da osteria e illuminazione calda e azzeccata.
qualche piatto tradizionale rivisitato, qualche piatto moderatamente creativo e i primi della tradizione (romana).
prendemmo (dopo un benvenuto di panzanella con le zucchine): coniglio e giardiniera di verdure (toni di acidità appena sopra regime) e coratella con pecorino (ottima)
una carbonara per tastare il terreno (cottura e cremosità perfette, pecorino un pò troppo sapido)
poi ossobuco dalla cottura perfetta e dei fegatini di maiale lasciati al sangue (forse troppo)

con una bottiglia di Rosso di Gino, 73€.
Si intuisce mano felice e scelta di materia prima non comune, direi che ci si può tornare per provare altri piatti, anche xchè atmosfera e servizio sono meritevoli e piacevoli.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 31 mar 2018 08:42
da eno
Osteria dell'Angelo zona Prati, qualcuno e' stato di recente?

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 31 mar 2018 14:08
da beluga
eno ha scritto:Osteria dell'Angelo zona Prati, qualcuno e' stato di recente?


Di recente no ma l’ultima volta un anno fa ho mangiato piatti standartizzati sempre gli stessi da anni senza emozioni.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 10 apr 2018 19:58
da malinche
Ricordando che siamo nei NO BLASONATI: dove si mangia un buon crudo?
A Quattro monete se sò montati la testa, Masticabrodo è un crudo un po' standardizzato...

Grazie!

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 12 apr 2018 16:07
da Timoteo
malinche ha scritto:e io che speravo si fosse rianimato il thread... :mrgreen:


ma guarda guarda.
come una censura.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 13 apr 2018 13:44
da birrachiara
Ciaooo sono stato recentemente da Materia Prima a Pontinia ( non è mangiata romana, ma è sulla guida Roma...). Mi paicerebbe avere vostri pareri.
Io ho trovato ambiente abbastanza originale, giocato sui materiali di recupero, con un bel bancone e tavoli comodi.
Cantina curata, con vini scelti, alcuni alsaziani, sloveni..buon Lazio e così via
Servizio svolto molto bene
Cucina un pò troppo sperimentale, con alcuni abbinamenti di sapori un pò troppo azzardati....

e voi ?

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 11 mag 2018 00:04
da l'oste
Un consiglio, rapido per favore (tenente, beluga, timoteo, alexer....)

Domani sera un amico fraterno é a Roma con la moglie, cerca un ristorante o trattoria ma buono buono, sia romano tipico che "creativo", budget 30/40 a persona, non è maniaco delle carte vini ma odia posti finti fighetti.
Preferenza in zona villa Borghese, ma farebbero pure quattro passi a piedi in più.
Grazie grazie.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 11 mag 2018 09:12
da lucuzzu
Meno male non mi hai messo in lista con quelle pippe (almeno due su quattro lo sono per certo 8) )

Grappolo d'oro, campo de fiori.

Re: Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Inviato: 11 mag 2018 09:39
da Timoteo
l'oste ha scritto:Un consiglio, rapido per favore (tenente, beluga, timoteo, alexer....)

Domani sera un amico fraterno é a Roma con la moglie, cerca un ristorante o trattoria ma buono buono, sia romano tipico che "creativo", budget 30/40 a persona, non è maniaco delle carte vini ma odia posti finti fighetti.
Preferenza in zona villa Borghese, ma farebbero pure quattro passi a piedi in più.
Grazie grazie.


ti ho scritto un messaggio.