Parliamo di guerra

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 04 apr 2024 16:56

mennella ha scritto:
l'oste ha scritto:E allora il PD?
:lol:

PD e strategia sono due parole che non possono essere messere vicine, da almeno 20 anni :cry:

Hai ragione. Tante correnti, tante strategie.
Tutte, finora, sbagliate.

Comunque la mia frase sul PD era ironica, un tormentone evergreen in risposta a chi argomenta girando sempre la frittata.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 04 apr 2024 17:00

tenente Drogo ha scritto:questo è quello che ha scritto Ami Dar su Twitter

Ami Dar è un israeliano che ha fondato "Idealist", non l'agenzia immobiliare, ma un'organizzazione che aiuta le persone in tutto il mondo a lavorare o fare volontariato per le cause in cui credono

---------------

Quindi quali altre opzioni aveva Israele dopo il 7 ottobre? Le risposte possibili sono tante, chiare fin dall’inizio. Potresti non essere d'accordo con tutto o in parte, ma sei mesi dopo, e dopo tutti i disastri più recenti, credo ancora più fermamente che questa fosse la strada da percorrere:
1. Per prima cosa, fermati e pensa. Anche solo per pochi giorni. Non reagire *esattamente* come sempre, ed esattamente come Hamas si aspettava e voleva. Non dare loro quello che vogliono. È Gaza. Hamas non se ne va. Una risposta può attendere qualche giorno.
2. Prendetevi un momento per piangere, addolorarvi, fare Shiva insieme (dopo aver assicurato il confine, ovviamente) [NB Shiva è il periodo di lutto nell'ebraismo di sette giorni].
3. Rendere gli ostaggi la priorità n. 1 e riprenderli *qualsiasi cosa* serva. Una vittoria per Hamas? Ovviamente. Ma la vita è più importante.
4. Utilizzare quella pausa per focalizzare l'attenzione del mondo – per più di un giorno – su ciò che ha fatto Hamas. Svergognateli e isolateli nello stesso modo in cui è stato svergognato e isolato l’Isis.
5. Mettere in chiaro che, qualunque sia la guerra o la campagna successiva, la protezione dei civili sarà una priorità, e *agire* in questo modo. (Non bloccare tutti gli aiuti, usare solo armi di precisione, non bombardare le infrastrutture civili, avvertire i soldati che qualsiasi imbroglio sarà punito, ecc.)
6. Separare il popolo palestinese dalla leadership di Hamas ribadendo l'impegno per una vera soluzione a due Stati (sì, lo so (!) che Netanyahu e questo governo non lo farebbero mai. Sto semplicemente affermando quale sarebbe stata la cosa giusta da fare)
7. Affrontare Hamas metodicamente, chirurgicamente, finanziariamente, con gran parte del mondo al nostro fianco. (Ad esempio, utilizzando droni ed elicotteri, "nessun uomo armato camminerà più per le strade di Gaza finché tutti gli ostaggi non saranno rilasciati.")
8. Reprimere gli estremisti ebrei in Cisgiordania. Metti in chiaro che non permetterai loro di aprire un altro fronte. Arrestarne quanti sono necessari.
9. Spiegate ripetutamente al pubblico israeliano esattamente perché state facendo tutto questo. Perché c'è una grande forza nella moderazione. Che l’obiettivo è evitare che ciò accada di nuovo. Ma questo richiederà cuore e cervello, e non solo muscoli.
10. Parla piano. Non c'è bisogno di fare grandi minacce vuote quando hai così tanto potere.
Questo sarebbe stato un inizio. Si può desiderare. E a tutti quelli, soprattutto non israeliani, che mi chiameranno "ingenuo", siete soddisfatti finora dei risultati della vostra "unica via?" Dai.

Ecco, appunto.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
littlewood
Messaggi: 3139
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 04 apr 2024 18:43

l'oste ha scritto:
mennella ha scritto:
l'oste ha scritto:E allora il PD?
:lol:

PD e strategia sono due parole che non possono essere messere vicine, da almeno 20 anni :cry:

Hai ragione. Tante correnti, tante strategie.
Tutte, finora, sbagliate.

Comunque la mia frase sul PD era ironica, un tormentone evergreen in risposta a chi argomenta girando sempre la frittata.

Allora sta' storia della frittata ha stancato...il governo di Israele ha sbagliato tutto! Tutto il possibile di incoerente lo ha fatto..ma possibile che mai diciate una parola su hamas? Mai? Mai ricordare le vittime del 7 ottobre come se quelle non contassero? Io non ricordo dopo il 7 ottobre universita' occupate gruppi dei collettivi studenteschi con la bandierina che schiaffeggiassero rettori perche' non ascoltavano le loro istanze " pacifiste,, i morti israeliani contano o no? Oppure conta come sottende anche qui qualcuno che Israele deve sparire? No fatemi capire...E' chiaro che il governo di estrema destra che governa ora Israele ne ha fatte di ogni ma senza giustificare assolutamente 30.000 morti non di soli bambini e donne eh...ma i signori di hamas non volevano forse questo? Non son contenti forse di questo pur restando nei loro alberghi a 5 stelle a doha?? La cosa qui e' forse piu' complessa che il bianco e nero eun po' oste hai rotto con sta storia della frittata che tra l' altro non mi piace...troppo semplice e volpa dell" assassino bibi...qui di mani grondanti sangue ce ne' sono tante ...troppe!.
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 8439
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda Tex Willer » 04 apr 2024 18:58

littlewood ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
littlewood ha scritto:Allora secondo te ci vorrebbe un' altro hitler che risolva una colta per tutte il problema? Ho capito bene?

Hai capito nel peggiore modo immaginabile. Suggerisco una soluzione al continuo conflitto che dal secondo dopoguerra affligge quelle terre, che ristabilisca la situazione antecedente a quelle scelte sciagurate.


cioè che ristabilisca il protettorato britannico sulla Palestina?
o che ristabilisca l'impero ottomano?

Meglio lasciare tutto cosi', come adesso ? Credi realisticamente che la situazione attuale sia sostenibile?

Allora spiega la rua soluzione o cosa immagini perche' non si capisce...

Una convivenza mi pare impossibile,quasi 80 anni di guerre lo dimostrano.
Alternative: si devono studiare,non sono in grado di proporre qualcosa di diverso da restituire i territori ai palestinesi. Come farlo? Qui ci vuole coraggio, come dicevo sopra. Ma alternative che possano garantire pace in questa zona mi pare non ce ne siano.
Se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu
"E’ più facile imbrogliare la gente che convincere la gente che è stata imbrogliata” Mark Twain
littlewood
Messaggi: 3139
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 04 apr 2024 19:07

Tex Willer ha scritto:
littlewood ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
Tex Willer ha scritto:Hai capito nel peggiore modo immaginabile. Suggerisco una soluzione al continuo conflitto che dal secondo dopoguerra affligge quelle terre, che ristabilisca la situazione antecedente a quelle scelte sciagurate.


cioè che ristabilisca il protettorato britannico sulla Palestina?
o che ristabilisca l'impero ottomano?

Meglio lasciare tutto cosi', come adesso ? Credi realisticamente che la situazione attuale sia sostenibile?

Allora spiega la rua soluzione o cosa immagini perche' non si capisce...

Una convivenza mi pare impossibile,quasi 80 anni di guerre lo dimostrano.
Alternative: si devono studiare,non sono in grado di proporre qualcosa di diverso da restituire i territori ai palestinesi. Come farlo? Qui ci vuole coraggio, come dicevo sopra. Ma alternative che possano garantire pace in questa zona mi pare non ce ne siano.

Ci sono 700.000 mila coloni in west bank...700.000! La politica delle colonie e' stata devastante per il processo di pace e ora credo che la restituzione di quei territori sia possibile! Specie dopo che a gaza invece che investire nel benessere della popolazione hanno fatto tunnel e comprato armi...La situazione credo sia in un vicolo cieco e sinceramente la vedo triste....nessun governo israeliano andra' contro 700.000 coloni senza rischiare seriamente una guerra civile
littlewood
Messaggi: 3139
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 04 apr 2024 19:08

littlewood ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
littlewood ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
cioè che ristabilisca il protettorato britannico sulla Palestina?
o che ristabilisca l'impero ottomano?

Meglio lasciare tutto cosi', come adesso ? Credi realisticamente che la situazione attuale sia sostenibile?

Allora spiega la rua soluzione o cosa immagini perche' non si capisce...

Una convivenza mi pare impossibile,quasi 80 anni di guerre lo dimostrano.
Alternative: si devono studiare,non sono in grado di proporre qualcosa di diverso da restituire i territori ai palestinesi. Come farlo? Qui ci vuole coraggio, come dicevo sopra. Ma alternative che possano garantire pace in questa zona mi pare non ce ne siano.

Ci sono 700.000 mila coloni in west bank...700.000! La politica delle colonie e' stata devastante per il processo di pace e ora credo che la restituzione di quei territori sia possibile! Specie dopo che a gaza invece che investire nel benessere della popolazione hanno fatto tunnel e comprato armi...La situazione credo sia in un vicolo cieco e sinceramente la vedo triste....nessun governo israeliano andra' contro 700.000 coloni senza rischiare seriamente una guerra civile

Ops! Intendevo impossibile ...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 04 apr 2024 20:02

tenente Drogo ha scritto:questo è quello che ha scritto Ami Dar su Twitter

Ami Dar è un israeliano che ha fondato "Idealist", non l'agenzia immobiliare, ma un'organizzazione che aiuta le persone in tutto il mondo a lavorare o fare volontariato per le cause in cui credono

---------------

Quindi quali altre opzioni aveva Israele dopo il 7 ottobre? Le risposte possibili sono tante, chiare fin dall’inizio. Potresti non essere d'accordo con tutto o in parte, ma sei mesi dopo, e dopo tutti i disastri più recenti, credo ancora più fermamente che questa fosse la strada da percorrere:
1.Per prima cosa, fermati e pensa. Anche solo per pochi giorni. Non reagire *esattamente* come sempre, ed esattamente come Hamas si aspettava e voleva. Non dare loro quello che vogliono. È Gaza. Hamas non se ne va. Una risposta può attendere qualche giorno.
2. Prendetevi un momento per piangere, addolorarvi, fare Shiva insieme (dopo aver assicurato il confine, ovviamente) [NB Shiva è il periodo di lutto nell'ebraismo di sette giorni].
3. Rendere gli ostaggi la priorità n. 1 e riprenderli *qualsiasi cosa* serva. Una vittoria per Hamas? Ovviamente. Ma la vita è più importante.
4. Utilizzare quella pausa per focalizzare l'attenzione del mondo – per più di un giorno – su ciò che ha fatto Hamas. Svergognateli e isolateli nello stesso modo in cui è stato svergognato e isolato l’Isis.
5. Mettere in chiaro che, qualunque sia la guerra o la campagna successiva, la protezione dei civili sarà una priorità, e *agire* in questo modo. (Non bloccare tutti gli aiuti, usare solo armi di precisione, non bombardare le infrastrutture civili, avvertire i soldati che qualsiasi imbroglio sarà punito, ecc.)
6. Separare il popolo palestinese dalla leadership di Hamas ribadendo l'impegno per una vera soluzione a due Stati (sì, lo so (!) che Netanyahu e questo governo non lo farebbero mai. Sto semplicemente affermando quale sarebbe stata la cosa giusta da fare)
7. Affrontare Hamas metodicamente, chirurgicamente, finanziariamente, con gran parte del mondo al nostro fianco. (Ad esempio, utilizzando droni ed elicotteri, "nessun uomo armato camminerà più per le strade di Gaza finché tutti gli ostaggi non saranno rilasciati.")
8. Reprimere gli estremisti ebrei in Cisgiordania. Metti in chiaro che non permetterai loro di aprire un altro fronte. Arrestarne quanti sono necessari.
9. Spiegate ripetutamente al pubblico israeliano esattamente perché state facendo tutto questo. Perché c'è una grande forza nella moderazione. Che l’obiettivo è evitare che ciò accada di nuovo. Ma questo richiederà cuore e cervello, e non solo muscoli.
10. Parla piano. Non c'è bisogno di fare grandi minacce vuote quando hai così tanto potere.
Questo sarebbe stato un inizio. Si può desiderare. E a tutti quelli, soprattutto non israeliani, che mi chiameranno "ingenuo", siete soddisfatti finora dei risultati della vostra "unica via?" Dai.

Up.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 07 apr 2024 16:37

copiato dalla bacheca di un mio amico su FB
penso sia interessante

-------------

Yair Netanyahu, ad esempio.

Quando dico che Netanyahu è inviso alla maggioranza degli israeliani, compresi quelli di destra, non è wishful thinking.
Oltre a tutto quello di cui avete letto qui e, in maniera sicuramente più estesa, altrove legato a governo attuale e quelli pregressi ci sono gli aspetti, diciamo, più terra terra.
In mezzo a tutto questo casino, con le casse israeliane al lumicino, Netanyahu non ha rinunciato a sperperare il denaro pubblico per sue spese personali.
La spesa più demenziale che mi ha veramente lasciato basito è stata quella per il restauro della piscina della sua villa a Caesarea.
Tutto questo non sfugge all'israeliano medio e, a prescindere dalle appartenenze politiche, erode consenso.
Ma questo non è praticamente nulla, sono storie di "ordinaria malversazione" che però in questo momento diventano eccezionali.
Per l'opinione pubblica sapere che suo figlio Yair, quel giovinotto felice in foto, continua a vivere a Miami, con tanto di scorta a spese del contribuente, mentre sono stati richiamati 360.000 suoi coetanei o quasi.... che si sia dato, secondo le migliori tradizioni di famiglia, sull'onda della riprovazione per una condanna per diffamazione di un giornalista, che non faccia un cazzo (indi direttamente o indirettamente a spese degli israeliani) nascondendosi dietro un presunto lavoro come "podcaster" (dico presunto perché l'ultimo che ho trovato on line è del 2021) vi assicuro che fa girare i coglioni anche al più matto dei likudnik (NB elettori del Likud, il partito di Netanyahu)
Nella sua banalità questo ingiusto privilegio vale più di mille pipponi politici per l'opinione pubblica israeliana.
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 30 apr 2024 11:32

parlando di ipocrisia occidentale, doppi standard e soprattutto arroganza dell'impero usa:

U.S PREPARES SANCTIONS AGAINST ICC OVER ARREST WARRANTS FOR ISRAELI OFFICIALS

Members of Congress have warned the International Criminal Court they will retaliate if arrest warrants are issued against Netanyahu and other senior Israeli officials.

Speaker Mike Johnson:

“If unchallenged by the Biden administration, the ICC could create and assume unprecedented power to issue arrest warrants against American political leaders, American diplomats, and American military personnel, thereby endangering our country’s sovereign authority.”

Members of Congress from both parties are reportedly preparing legislation to sanction ICC officials unless they back down.
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 03 mag 2024 09:11

Il pretesto di occupazione e alcuni scontri non sono sufficienti per autorizzare interventi paramilitari in un paese democratico, la protesta universitaria non si ferma con guardia nazionale, tenute antisommossa, manganelli e proiettili di plastica.
Andrebbbe fermato il pazzo che stermina i palestinesi da sei mesi.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 8439
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda Tex Willer » 03 mag 2024 09:21

l'oste ha scritto:Andrebbbe fermato il pazzo che stermina i palestinesi da sei mesi.

Concordo.
Andrebbe parallelamente azzerato Hamas; però di questo non parla nessuno.
Se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu
"E’ più facile imbrogliare la gente che convincere la gente che è stata imbrogliata” Mark Twain
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 03 mag 2024 12:59

Tex Willer ha scritto:
l'oste ha scritto:Andrebbbe fermato il pazzo che stermina i palestinesi da sei mesi.

Concordo.
Andrebbe parallelamente azzerato Hamas; però di questo non parla nessuno.

D'accordo su Hamas, con la differenza che è un'organizzazione terroristica non uno stato teoricamente "democratico" come dicono sia Israele (che è appoggiato da tutto l'Occidente, complice muto).
Ultima modifica di l'oste il 03 mag 2024 16:01, modificato 1 volta in totale.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 8439
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda Tex Willer » 03 mag 2024 16:00

l'oste ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
l'oste ha scritto:Andrebbbe fermato il pazzo che stermina i palestinesi da sei mesi.

Concordo.
Andrebbe parallelamente azzerato Hamas; però di questo non parla nessuno.

D'accordo su Hamas, con la differenza che è un'organizzazione terroristica non uno stato teoricamente "democratico" come dicono sia Israele (appoggiato da tutto l'Occidente complice muto).

Per Israele valgono i trattati internazionali, chi si e' macchiato di crimini di guerra e contro l'umanita' deve essere giudicato e condannato severamente.Hamas invece non sta sotto ad alcuna giurisdizione internazionale, sono terroristi.
Chi li ha sostenuti,chi gli ha dato armi ed attrezzature? Chi si e' reso complice dei massacri e delle violenze perpetrate da Hamas? Anche chi ha sostenuto e sostiene Hamas deve essere giudicato da una corte internazionale per gli stessi crimini.
Se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu
"E’ più facile imbrogliare la gente che convincere la gente che è stata imbrogliata” Mark Twain
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 03 mag 2024 16:07

Tex Willer ha scritto:
l'oste ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
l'oste ha scritto:Andrebbbe fermato il pazzo che stermina i palestinesi da sei mesi.

Concordo.
Andrebbe parallelamente azzerato Hamas; però di questo non parla nessuno.

D'accordo su Hamas, con la differenza che è un'organizzazione terroristica non uno stato teoricamente "democratico" come dicono sia Israele (appoggiato da tutto l'Occidente complice muto).

Per Israele valgono i trattati internazionali, chi si e' macchiato di crimini di guerra e contro l'umanita' deve essere giudicato e condannato severamente.Hamas invece non sta sotto ad alcuna giurisdizione internazionale, sono terroristi.
Chi li ha sostenuti,chi gli ha dato armi ed attrezzature? Chi si e' reso complice dei massacri e delle violenze perpetrate da Hamas? Anche chi ha sostenuto e sostiene Hamas deve essere giudicato da una corte internazionale per gli stessi crimini.

Mi pare più che evidente che uccidere civili, donne, bambini, anziani inermi sia un crimine.
I trattati internazionali dovrebbero valere, ma quando c'è di mezzo la "presenza" US si glissa (da decenni, basti l'esempio Pinochet).
E tra l'altro anche in queste pagine qualcuno ha ammesso che proprio Nethaniyahu abbia lasciato crescere e proliferare Hamas.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 8439
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda Tex Willer » 03 mag 2024 16:28

l'oste ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
l'oste ha scritto:
Tex Willer ha scritto:
l'oste ha scritto:Andrebbbe fermato il pazzo che stermina i palestinesi da sei mesi.

Concordo.
Andrebbe parallelamente azzerato Hamas; però di questo non parla nessuno.

D'accordo su Hamas, con la differenza che è un'organizzazione terroristica non uno stato teoricamente "democratico" come dicono sia Israele (appoggiato da tutto l'Occidente complice muto).

Per Israele valgono i trattati internazionali, chi si e' macchiato di crimini di guerra e contro l'umanita' deve essere giudicato e condannato severamente.Hamas invece non sta sotto ad alcuna giurisdizione internazionale, sono terroristi.
Chi li ha sostenuti,chi gli ha dato armi ed attrezzature? Chi si e' reso complice dei massacri e delle violenze perpetrate da Hamas? Anche chi ha sostenuto e sostiene Hamas deve essere giudicato da una corte internazionale per gli stessi crimini.

Mi pare più che evidente che uccidere civili, donne, bambini, anziani inermi sia un crimine.
I trattati internazionali dovrebbero valere, ma quando c'è di mezzo la presenza US si glissa (da decenni, basti l'esempio Pinochet).
E tra l'altro anche in queste pagine qualcuno ha ammesso che proprio Nethaniyahu abbia lasciato crescere e proliferare Hamas.

I trattati internazionali devono valere per tutti i crimini di guerra, indipendentemente da chi li compie.Netanyahu, Putin oggi, chi ha sostenuto Pinochet e Videla ed altri regimi sanguinari , per non parlare di chi sostiene le guerre nel sud del mondo, mi viene in mente il Sudan, dove interessi per le risorse naturali di quelle zone passano sopra alla sistematica strage di civili,il tutto nella completa indifferenza .
Se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu
"E’ più facile imbrogliare la gente che convincere la gente che è stata imbrogliata” Mark Twain
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 03 mag 2024 21:54

l'ONU sostiene che si rischiano 700.000 bambini morti di fame in Sudan
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 06 mag 2024 09:47

No comment sui metodi sovietici nelle università e i metodi terroristici con un turista italiano in US ??????
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 10 mag 2024 10:44

l'oste ha scritto:No comment sui metodi sovietici nelle università e i metodi terroristici con un turista italiano in US ??????


noto (notiamo) che c'è da qualche anno a questa parte, una sempre più crescente paura dei governi occidentali vs le espressioni di dissenso... il tentativo di normare e bandire i social network e la diffusione di "fake news" su queste piattaforme, le repressioni delle proteste degli studenti, la critica verso il dissenso dei giovani nelle univeristà sono azioni che mirano a mantenere il predominio su ciò che il popolo deve pensare.
In questo modo non sarà mai preclusa loro la possibilità di giustificare una guerra.
littlewood
Messaggi: 3139
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 13 mag 2024 20:01

bobbisolo ha scritto:
l'oste ha scritto:No comment sui metodi sovietici nelle università e i metodi terroristici con un turista italiano in US ??????


noto (notiamo) che c'è da qualche anno a questa parte, una sempre più crescente paura dei governi occidentali vs le espressioni di dissenso... il tentativo di normare e bandire i social network e la diffusione di "fake news" su queste piattaforme, le repressioni delle proteste degli studenti, la critica verso il dissenso dei giovani nelle univeristà sono azioni che mirano a mantenere il predominio su ciò che il popolo deve pensare.
In questo modo non sarà mai preclusa loro la possibilità di giustificare una guerra.

Io nn sarei tanto sicuro che siano solo o prevalentemente studenti....e poi mi sbagliero' ma nn ricordo tali manifestazioni pro israele dopo il 7 ottobre o pro ucraina...chissa' mai perche'.....
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 13 mag 2024 21:49

littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
l'oste ha scritto:No comment sui metodi sovietici nelle università e i metodi terroristici con un turista italiano in US ??????


noto (notiamo) che c'è da qualche anno a questa parte, una sempre più crescente paura dei governi occidentali vs le espressioni di dissenso... il tentativo di normare e bandire i social network e la diffusione di "fake news" su queste piattaforme, le repressioni delle proteste degli studenti, la critica verso il dissenso dei giovani nelle univeristà sono azioni che mirano a mantenere il predominio su ciò che il popolo deve pensare.
In questo modo non sarà mai preclusa loro la possibilità di giustificare una guerra.

Io nn sarei tanto sicuro che siano solo o prevalentemente studenti....e poi mi sbagliero' ma nn ricordo tali manifestazioni pro israele dopo il 7 ottobre o pro ucraina...chissa' mai perche'.....


la metà degli occupanti di Columbia University non sono studenti
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 14 mag 2024 00:02

tenente Drogo ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
l'oste ha scritto:No comment sui metodi sovietici nelle università e i metodi terroristici con un turista italiano in US ??????


noto (notiamo) che c'è da qualche anno a questa parte, una sempre più crescente paura dei governi occidentali vs le espressioni di dissenso... il tentativo di normare e bandire i social network e la diffusione di "fake news" su queste piattaforme, le repressioni delle proteste degli studenti, la critica verso il dissenso dei giovani nelle univeristà sono azioni che mirano a mantenere il predominio su ciò che il popolo deve pensare.
In questo modo non sarà mai preclusa loro la possibilità di giustificare una guerra.

Io nn sarei tanto sicuro che siano solo o prevalentemente studenti....e poi mi sbagliero' ma nn ricordo tali manifestazioni pro israele dopo il 7 ottobre o pro ucraina...chissa' mai perche'.....


la metà degli occupanti di Columbia University non sono studenti


il senso del discorso rimane intatto
littlewood
Messaggi: 3139
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 07:29

bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
l'oste ha scritto:No comment sui metodi sovietici nelle università e i metodi terroristici con un turista italiano in US ??????


noto (notiamo) che c'è da qualche anno a questa parte, una sempre più crescente paura dei governi occidentali vs le espressioni di dissenso... il tentativo di normare e bandire i social network e la diffusione di "fake news" su queste piattaforme, le repressioni delle proteste degli studenti, la critica verso il dissenso dei giovani nelle univeristà sono azioni che mirano a mantenere il predominio su ciò che il popolo deve pensare.
In questo modo non sarà mai preclusa loro la possibilità di giustificare una guerra.

Io nn sarei tanto sicuro che siano solo o prevalentemente studenti....e poi mi sbagliero' ma nn ricordo tali manifestazioni pro israele dopo il 7 ottobre o pro ucraina...chissa' mai perche'.....


la metà degli occupanti di Columbia University non sono studenti


il senso del discorso rimane intatto

Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 14 mag 2024 09:56

littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
noto (notiamo) che c'è da qualche anno a questa parte, una sempre più crescente paura dei governi occidentali vs le espressioni di dissenso... il tentativo di normare e bandire i social network e la diffusione di "fake news" su queste piattaforme, le repressioni delle proteste degli studenti, la critica verso il dissenso dei giovani nelle univeristà sono azioni che mirano a mantenere il predominio su ciò che il popolo deve pensare.
In questo modo non sarà mai preclusa loro la possibilità di giustificare una guerra.

Io nn sarei tanto sicuro che siano solo o prevalentemente studenti....e poi mi sbagliero' ma nn ricordo tali manifestazioni pro israele dopo il 7 ottobre o pro ucraina...chissa' mai perche'.....


la metà degli occupanti di Columbia University non sono studenti


il senso del discorso rimane intatto

Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???


non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.
littlewood
Messaggi: 3139
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 10:24

bobbisolo ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
littlewood ha scritto:Io nn sarei tanto sicuro che siano solo o prevalentemente studenti....e poi mi sbagliero' ma nn ricordo tali manifestazioni pro israele dopo il 7 ottobre o pro ucraina...chissa' mai perche'.....


la metà degli occupanti di Columbia University non sono studenti


il senso del discorso rimane intatto

Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???


non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.

Ti sei letto?? Cioe' secondo te in occidente esiste una repressione del dissenso? Sei serio???
maxer
Messaggi: 5855
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda maxer » 14 mag 2024 11:03

littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
il senso del discorso rimane intatto

Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???


non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.

... secondo te in Occidente esiste una repressione del dissenso ? ...

...
MA NOOOOO
= sonora risata, purtroppo

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

soprattutto nei (brutti) ultimi tempi in Italia : lo vede anche un povero cieco
...
carpe diem 8)

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: mennella, vinogodi e 8 ospiti