COVID—19

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8519
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COVID—19

Messaggioda zampaflex » 20 mag 2020 13:23

Come si espande il virus. In inglese, ma contiene lo stato dell'arte delle informazioni raccolte in giro per l'Europa.
A quanto pare poche persone, definite superdiffusori, incidono sul grosso dell'espansione.

https://twitter.com/kakape/status/1262863846387134470
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5292
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Re: COVID—19

Messaggioda Marco » 21 mag 2020 09:36

beluga ha scritto:Dove governano i populisti doc il virus sta dilagando: il trio Trump, BJ e Bolsonaro dovrebbe essere incriminato al tribunale dell’Aja.
A noi è andata bene che il duo di populisti alle vongole Salvini Di Maio si sia disinnescato altrimenti sarebbe andata peggio persino qui che è andata abbastanza male.


...le solite fregnacce alla romana.
Il paese in europa con piu' morti, in proporzione, è la svezia governata dai socialdemocratici, che si sa...sono superpopulisti estremi da sempre.
6.25 decessi al giorno per milione di persone solo nell'ultima settimana.

A noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè...

link di oggi del corriere:
https://www.corriere.it/esteri/20_maggi ... 1692.shtml
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: COVID—19

Messaggioda gianni femminella » 21 mag 2020 11:05

Marco ha scritto:
beluga ha scritto:Dove governano i populisti doc il virus sta dilagando: il trio Trump, BJ e Bolsonaro dovrebbe essere incriminato al tribunale dell’Aja.
A noi è andata bene che il duo di populisti alle vongole Salvini Di Maio si sia disinnescato altrimenti sarebbe andata peggio persino qui che è andata abbastanza male.


...le solite fregnacce alla romana.
Il paese in europa con piu' morti, in proporzione, è la svezia governata dai socialdemocratici, che si sa...sono superpopulisti estremi da sempre.
6.25 decessi al giorno per milione di persone solo nell'ultima settimana.

A noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè...

link di oggi del corriere:
https://www.corriere.it/esteri/20_maggi ... 1692.shtml


Belgio, Spagna, Italia, Francia, UK, dalla tabella che vedo io, hanno una percentuale maggiore di morti. Seguiti da Svezia, Irlanda, Olanda, Stati uniti, con questi ultimi che si avvicinano a grandi passi a raggiungere noi e gli altri.
Per non parlare del numero di casi, sempre in percentuale, per cui gli USA stanno andando al primo posto. Tanto per dare una idea da noi 3760 p.m., da loro 4816 p.m.

https://www.worldometers.info/coronavirus/#countries
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8519
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COVID—19

Messaggioda zampaflex » 21 mag 2020 11:52

gianni femminella ha scritto:
Marco ha scritto:
beluga ha scritto:Dove governano i populisti doc il virus sta dilagando: il trio Trump, BJ e Bolsonaro dovrebbe essere incriminato al tribunale dell’Aja.
A noi è andata bene che il duo di populisti alle vongole Salvini Di Maio si sia disinnescato altrimenti sarebbe andata peggio persino qui che è andata abbastanza male.


...le solite fregnacce alla romana.
Il paese in europa con piu' morti, in proporzione, è la svezia governata dai socialdemocratici, che si sa...sono superpopulisti estremi da sempre.
6.25 decessi al giorno per milione di persone solo nell'ultima settimana.

A noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè...

link di oggi del corriere:
https://www.corriere.it/esteri/20_maggi ... 1692.shtml


Belgio, Spagna, Italia, Francia, UK, dalla tabella che vedo io, hanno una percentuale maggiore di morti. Seguiti da Svezia, Irlanda, Olanda, Stati uniti, con questi ultimi che si avvicinano a grandi passi a raggiungere noi e gli altri.
Per non parlare del numero di casi, sempre in percentuale, per cui gli USA stanno andando al primo posto. Tanto per dare una idea da noi 3760 p.m., da loro 4816 p.m.

https://www.worldometers.info/coronavirus/#countries


Contesto vigorosamente a Marco la definizione di "superpopulisti" data ai socialdemocratici svedesi...li avessimo avuti noi al posto del PCI dal '48, avremmo forse avuto una alternanza di governo che è mancata per 44 anni, e ci avrebbero lasciato in eredità uno Stato ed un bilancio pubblico migliori.
Detto questo, la scelta di non chiudere il paese, sulla spinta dell'infettivologo Tegnell, che ha toppato TUTTE le previsioni, sia iniziali sulla diffusione che attuali sulla percentuale di contagiati, è stata una stupida dimostrazione di arroganza ("noi sappiamo distanziarci naturalmente" mica siamo come quei cafoni del Sud Europa, aggiungo io) punita brutalmente dalle leggi della Natura.
Ora sono al top nel mondo ma attenzione, SOLO PER LA SETTIMANA PASSATA. Dovreste vedere il totale storico.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
beluga
Messaggi: 9113
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: COVID—19

Messaggioda beluga » 21 mag 2020 16:55

zampaflex ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
Marco ha scritto:
beluga ha scritto:Dove governano i populisti doc il virus sta dilagando: il trio Trump, BJ e Bolsonaro dovrebbe essere incriminato al tribunale dell’Aja.
A noi è andata bene che il duo di populisti alle vongole Salvini Di Maio si sia disinnescato altrimenti sarebbe andata peggio persino qui che è andata abbastanza male.


...le solite fregnacce alla romana.
Il paese in europa con piu' morti, in proporzione, è la svezia governata dai socialdemocratici, che si sa...sono superpopulisti estremi da sempre.
6.25 decessi al giorno per milione di persone solo nell'ultima settimana.

A noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè...

link di oggi del corriere:
https://www.corriere.it/esteri/20_maggi ... 1692.shtml


Belgio, Spagna, Italia, Francia, UK, dalla tabella che vedo io, hanno una percentuale maggiore di morti. Seguiti da Svezia, Irlanda, Olanda, Stati uniti, con questi ultimi che si avvicinano a grandi passi a raggiungere noi e gli altri.
Per non parlare del numero di casi, sempre in percentuale, per cui gli USA stanno andando al primo posto. Tanto per dare una idea da noi 3760 p.m., da loro 4816 p.m.

https://www.worldometers.info/coronavirus/#countries


Contesto vigorosamente a Marco la definizione di "superpopulisti" data ai socialdemocratici svedesi...li avessimo avuti noi al posto del PCI dal '48, avremmo forse avuto una alternanza di governo che è mancata per 44 anni, e ci avrebbero lasciato in eredità uno Stato ed un bilancio pubblico migliori.
Detto questo, la scelta di non chiudere il paese, sulla spinta dell'infettivologo Tegnell, che ha toppato TUTTE le previsioni, sia iniziali sulla diffusione che attuali sulla percentuale di contagiati, è stata una stupida dimostrazione di arroganza ("noi sappiamo distanziarci naturalmente" mica siamo come quei cafoni del Sud Europa, aggiungo io) punita brutalmente dalle leggi della Natura.
Ora sono al top nel mondo ma attenzione, SOLO PER LA SETTIMANA PASSATA. Dovreste vedere il totale storico.

Solo qui dentro si può trovare qualche sprovveduto che per difendere Bolsonaro e Trump se la prende con i presunti e improbabili comunisti svedesi.
Santa polenta
Me ne importo
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 982
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: COVID—19

Messaggioda tenente Drogo 2 » 21 mag 2020 19:00

pur non essendo fasciopopulisti come Bolsonaro e Trump, i governanti svedesi hanno fatto la clamorosa sciocchezza di non attuare il lockdown e purtroppo ne stanno pagando il prezzo
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12672
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: COVID—19

Messaggioda l'oste » 21 mag 2020 22:44

In Brasile è un'ecatombe senza precedenti, un amico che lavora a Sao Paolo mi dice che non abbiamo percezine nè idea, nulla esce sulla stampa internazionale, ci sono paesi sperduti con morti per strada, interi villaggi di indios devastati.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8519
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COVID—19

Messaggioda zampaflex » 21 mag 2020 22:50

l'oste ha scritto:In Brasile è un'ecatombe senza precedenti, un amico che lavora a Sao Paolo mi dice che non abbiamo percezine nè idea, nulla esce sulla stampa internazionale, ci sono paesi sperduti con morti per strada, interi villaggi di indios devastati.


Spero che sia questa epidemia sia il chiodo sulla bara di queste bestie ignoranti, populisti da strapazzo che sono il carotone e il generalissimo. Magari a furia di clorochina si avvelenano e ci salutano senza fanfara.
BoJo pare rintronato e colpito da conversione ecologica, bella nemesi.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5579
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: COVID—19

Messaggioda harmattan » 21 mag 2020 23:45

tenente Drogo 2 ha scritto:pur non essendo fasciopopulisti come Bolsonaro e Trump, i governanti svedesi hanno fatto la clamorosa sciocchezza di non attuare il lockdown e purtroppo ne stanno pagando il prezzo


Tu credi veramente che il lockdown sia stato l'elemento chiave per arrestare la diffusione del virus e quindi anche dei contagi?
Alcuni paesi, con misure blande e parziali di lockdown, come Olanda, Giappone, Taiwan, Corea del sud hanno avuto percentuali di morti molto inferiori alle nostre e tassi di letalità del 70% più bassi di quelli italici...anzi, lombardi per essere precisi. Deve esserci per forza un altro motivo riconducibile a dei fattori che al momento sono sconosciuti (ad esempio climatico/ambientali) ma che sono oggetto di studio da parte della comunità scientifica.
E qui mi riaggancio @Marco, qualche post più su, quando afferma che "a noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè"

Io non sono d'accordo sul fattore "casualità", a noi (a Roma e dintorni) non è andata bene per fortuna o per una congiunzione astrale sculata o perché ci hanno rinchiuso (obtorto collo) in casa a guardare Sky. È andata così per i famosi fattori al momento sconosciuti. Ne è la riprova anche il fatto che a ridosso dei provvedimenti restrittivi nazionali, emanati i primi di marzo, oltre 10mila persone si sono date alla fuga dalla Lombardia rientrando nelle proprie regioni di origine al sud, ma non è accaduto nulla.

Per trarre conclusioni occorre aspettare. Il tempo è galantuomo.
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12672
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: COVID—19

Messaggioda l'oste » 22 mag 2020 00:46

harmattan ha scritto:
tenente Drogo 2 ha scritto:pur non essendo fasciopopulisti come Bolsonaro e Trump, i governanti svedesi hanno fatto la clamorosa sciocchezza di non attuare il lockdown e purtroppo ne stanno pagando il prezzo


Tu credi veramente che il lockdown sia stato l'elemento chiave per arrestare la diffusione del virus e quindi anche dei contagi?
Alcuni paesi, con misure blande e parziali di lockdown, come Olanda, Giappone, Taiwan, Corea del sud hanno avuto percentuali di morti molto inferiori alle nostre e tassi di letalità del 70% più bassi di quelli italici...anzi, lombardi per essere precisi. Deve esserci per forza un altro motivo riconducibile a dei fattori che al momento sono sconosciuti (ad esempio climatico/ambientali) ma che sono oggetto di studio da parte della comunità scientifica.
E qui mi riaggancio @Marco, qualche post più su, quando afferma che "a noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè"

Io non sono d'accordo sul fattore "casualità", a noi (a Roma e dintorni) non è andata bene per fortuna o per una congiunzione astrale sculata o perché ci hanno rinchiuso (obtorto collo) in casa a guardare Sky. È andata così per i famosi fattori al momento sconosciuti. Ne è la riprova anche il fatto che a ridosso dei provvedimenti restrittivi nazionali, emanati i primi di marzo, oltre 10mila persone si sono date alla fuga dalla Lombardia rientrando nelle proprie regioni di origine al sud, ma non è accaduto nulla.

Per trarre conclusioni occorre aspettare. Il tempo è galantuomo.

Sul tempo galantuomo, data la storia italica, sono scettico o attempato.
In effetti molti scienziati di varie estrazioni hanno sottolineato l'evidente incongruenza dei dati (contagi, decessi) lombardi rispetto al resto del paese ma anche alle zone da cui è originato il virus e solo in Belgio il tasso di letalitá (fonte Sole24 ore) è ad oggi superiore all'Italia (che è tristemente tra le nazioni più colpite, a causa dell'elevata percentuale lombarda.

Non credo sia l'unico motivo, ma non credo sia un caso che anche in Belgio come in Lombardia, vi siano state sollevazioni popolari, richieste di risarcimento, indagini e proteste apparse sui media da parte dei medici e parenti delle vittime che accusano una malagestio da parte delle istituzioni.
Altrimenti vista tutta la scienza a disposizione credo si dovrebbe sapere se ci sono eventuali congruenze geografiche, climatiche, ambientali, geologiche o astrali tra Belgio, Lombardia e le altre zone nel mondo dove il virus è risultato più veloce e letale.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5579
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: COVID—19

Messaggioda harmattan » 22 mag 2020 10:45

l'oste ha scritto:
Non credo sia l'unico motivo, ma non credo sia un caso che anche in Belgio come in Lombardia, vi siano state sollevazioni popolari, richieste di risarcimento, indagini e proteste apparse sui media da parte dei medici e parenti delle vittime che accusano una malagestio da parte delle istituzioni.
Altrimenti vista tutta la scienza a disposizione credo si dovrebbe sapere se ci sono eventuali congruenze geografiche, climatiche, ambientali, geologiche o astrali tra Belgio, Lombardia e le altre zone nel mondo dove il virus è risultato più veloce e letale.


Per quanto ho espresso poco più sú, la malagestio in questo caso non c'entra nulla. La Lombardia ha dovuto gestire un'impennata di contagi, non assolutamente prevedibili, con strutture e mezzi proporzionalmente esigui. Dico esigui perché nonostante il maggior numero di posti di terapia intensiva in Italia, si è formato lo stesso il cosiddetto "collo di bottiglia".
Ora, tornando al caso Lombardia, non è vero che la famosa scienza a disposizione sia riuscita a dare risposte esaurienti sull'argomento, anzi, a dirla tutta continua a brancolare nel buio ponendosi interrogativi che ancora non hanno risposte.
I contagi in Lombardia continuano ancora oggi ad aumentare mentre nelle altre regioni si avvicinano a R0. Qui a Roma se ti fai un giro ti spaventi, altro che Navigli. Sono giorni che vedo gruppi di ragazzi senza mascherine appiccicati a fare comunella, vie principali affollate come fosse festa, parchi e ville presi d'assalto, eppure i contagi sono prossimi allo zero. Perché?
La risposta è nel fatto che in alcune aree del mondo ci sono fattori, al momento sconosciuti, che influenzano la viralità. Per ora non posso pensare altrimenti.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8519
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COVID—19

Messaggioda zampaflex » 22 mag 2020 11:03

l'oste ha scritto:
harmattan ha scritto:
tenente Drogo 2 ha scritto:pur non essendo fasciopopulisti come Bolsonaro e Trump, i governanti svedesi hanno fatto la clamorosa sciocchezza di non attuare il lockdown e purtroppo ne stanno pagando il prezzo


Tu credi veramente che il lockdown sia stato l'elemento chiave per arrestare la diffusione del virus e quindi anche dei contagi?
Alcuni paesi, con misure blande e parziali di lockdown, come Olanda, Giappone, Taiwan, Corea del sud hanno avuto percentuali di morti molto inferiori alle nostre e tassi di letalità del 70% più bassi di quelli italici...anzi, lombardi per essere precisi. Deve esserci per forza un altro motivo riconducibile a dei fattori che al momento sono sconosciuti (ad esempio climatico/ambientali) ma che sono oggetto di studio da parte della comunità scientifica.
E qui mi riaggancio @Marco, qualche post più su, quando afferma che "a noi è andata bene che il virus si è propagato in Lombardia, se si fosse propagato dal Lazio in giu', sarebbe stata un'ecatombe altrochè"

Io non sono d'accordo sul fattore "casualità", a noi (a Roma e dintorni) non è andata bene per fortuna o per una congiunzione astrale sculata o perché ci hanno rinchiuso (obtorto collo) in casa a guardare Sky. È andata così per i famosi fattori al momento sconosciuti. Ne è la riprova anche il fatto che a ridosso dei provvedimenti restrittivi nazionali, emanati i primi di marzo, oltre 10mila persone si sono date alla fuga dalla Lombardia rientrando nelle proprie regioni di origine al sud, ma non è accaduto nulla.

Per trarre conclusioni occorre aspettare. Il tempo è galantuomo.

Sul tempo galantuomo, data la storia italica, sono scettico o attempato.
In effetti molti scienziati di varie estrazioni hanno sottolineato l'evidente incongruenza dei dati (contagi, decessi) lombardi rispetto al resto del paese ma anche alle zone da cui è originato il virus e solo in Belgio il tasso di letalitá (fonte Sole24 ore) è ad oggi superiore all'Italia (che è tristemente tra le nazioni più colpite, a causa dell'elevata percentuale lombarda.

Non credo sia l'unico motivo, ma non credo sia un caso che anche in Belgio come in Lombardia, vi siano state sollevazioni popolari, richieste di risarcimento, indagini e proteste apparse sui media da parte dei medici e parenti delle vittime che accusano una malagestio da parte delle istituzioni.
Altrimenti vista tutta la scienza a disposizione credo si dovrebbe sapere se ci sono eventuali congruenze geografiche, climatiche, ambientali, geologiche o astrali tra Belgio, Lombardia e le altre zone nel mondo dove il virus è risultato più veloce e letale.


Riguardatevi questo https://www.worldometers.info/coronavirus/ soprattutto la colonna "totale casi per milione di abitanti". Poi guardatevi la colonna dei morti per milione di abitanti. E poi il tasso di letalità, che però non trovate qui, ma che vi dico essere, in Italia, altissimo.
Non c'è specificità italiana.
Ogni studio prodotto ad oggi nelle varie parti del mondo identifica un tasso di letalità complessivo inferiore all'1% dei contagiati. In Italia siamo sopra al 14%. Vuol dire che da noi i contagiati sono almeno 14 volte superiori a quelli ufficialmente registrati perché, a differenza di Germania (metodica), Corea del Sud (esperta), Veneto (grazie a Crisanti) e pochi altri, noi nel complesso e ogni altro paese del mondo non abbiamo intrapreso azioni adeguate a identificare ogni catena di contagio per poi isolarla.
Sono stati identificati diversi ceppi del virus, esaminando le mutazioni e come si sono propagate; in Italia ci sono stati più focolai, e si stanno raccogliendo testimonianze aneddotiche a supporto dell'analisi a posteriori di cartelle cliniche e campioni di tessuto che testimoniano una fase silente della malattia in Italia a predatare l'emersione del primo caso.
C'è uno studio sui superdiffusori (alcune persone non contagiano nessuno, altre ne contagiano tante) che dimostra che bloccando le occasioni (aggregazioni di massa) in cui questi possono "agire" si contiene rapidamente la diffusione a livello nazionale. E qui la maggiore mobilità della popolazione del nord Italia ha influito.

Siamo stati un po' sfortunati per essere stati i primi colpiti in Occidente, un po' impreparati (qui l'esistenza di un sistema sanitario frammentato su base regionale insieme alla linea seguita dall'ISS di adesione agli standard OMS, pur se dibattuti ampiamente all'interno).

Non c'è nessuna evidenza scientifica per ora che il clima abbia influito sulla minore virulenza al centro-sud.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8519
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COVID—19

Messaggioda zampaflex » 22 mag 2020 11:19

harmattan ha scritto:
l'oste ha scritto:
Non credo sia l'unico motivo, ma non credo sia un caso che anche in Belgio come in Lombardia, vi siano state sollevazioni popolari, richieste di risarcimento, indagini e proteste apparse sui media da parte dei medici e parenti delle vittime che accusano una malagestio da parte delle istituzioni.
Altrimenti vista tutta la scienza a disposizione credo si dovrebbe sapere se ci sono eventuali congruenze geografiche, climatiche, ambientali, geologiche o astrali tra Belgio, Lombardia e le altre zone nel mondo dove il virus è risultato più veloce e letale.


Per quanto ho espresso poco più sú, la malagestio in questo caso non c'entra nulla. La Lombardia ha dovuto gestire un'impennata di contagi, non assolutamente prevedibili, con strutture e mezzi proporzionalmente esigui. Dico esigui perché nonostante il maggior numero di posti di terapia intensiva in Italia, si è formato lo stesso il cosiddetto "collo di bottiglia".
Ora, tornando al caso Lombardia, non è vero che la famosa scienza a disposizione sia riuscita a dare risposte esaurienti sull'argomento, anzi, a dirla tutta continua a brancolare nel buio ponendosi interrogativi che ancora non hanno risposte.
I contagi in Lombardia continuano ancora oggi ad aumentare mentre nelle altre regioni si avvicinano a R0. Qui a Roma se ti fai un giro ti spaventi, altro che Navigli. Sono giorni che vedo gruppi di ragazzi senza mascherine appiccicati a fare comunella, vie principali affollate come fosse festa, parchi e ville presi d'assalto, eppure i contagi sono prossimi allo zero. Perché?
La risposta è nel fatto che in alcune aree del mondo ci sono fattori, al momento sconosciuti, che influenzano la viralità. Per ora non posso pensare altrimenti.


Vivendoci, ti posso assicurare che la Lombardia ha sbagliato TUTTE le decisioni che doveva prendere, e solo l'abnegazione del personale ospedaliero ha contenuto i danni.
- mancanza di un piano epidemico aggiornato nonostante un audit esterno nel 2010 (!!!) avesse dimostrato la carenza del precedente;
- annichilimento della sanità territoriale sulla scorta del piano Maroni e della attività lobbistica ciellina-privata tesa ad aumentare la componente privata nella gestione ospedaliera: SCOMPARSA degli ambulatori, delle guardie mediche, cancellazione delle ASL, trasformazione del ruolo dei medici di base in compilatori di ricette;
- deviazione delle risorse da pubblico a privato con la cancellazione di più di ventimila posti letto nel pubblico mentre i privati crescono sempre di più, vedi ora col 40% del budget destinato ai privati che hanno solo il 21% dei posti letto;
- collo di bottiglia per l'assistenza dei malati che non hanno potuto ricevere assistenza domiciliare da parte di medici di base privi di QUALUNQUE dotazione da parte della Regione e spesso anche di dignità professionale, costringendo quindi i malati a rivolgersi ad un ospedale in totale assenza di alternative; e dove purtroppo tanti malati non covid si sono ammalati per vicinanza;
- SCIAGURATA gestione dei malati anziani con la dispersione degli stessi nelle RSA; e chi si è rifiutato per timore, giusto, è stato tampinato lungamente da parte della Regione con insistenti telefonate quotidiane affinché si prendesse i malati definiti "guariti" ma in realtà ancora pesantemente infettivi;
- assenza di una pianificazione di acquisto del materiale presto dimostratosi più necessario: i tamponi. I primi tentativi della Regione di indire gare prima dell'avvento del commissario sono stati inconcludenti e abborracciati. E quando si sono aggiustati, non c'erano più sul mercato.
- gestione di questa fase di controlli estesi scadente; vengono fatti a caso, vengono contattati perfino dei morti (i loro parenti evidentemente) perché le liste del malati sono state assemblate male e a volte nemmeno includono le segnalazioni fatte dai medici di base. Sappiate inoltre che oggi un lombardo può farsi fare un controllo anticorpale (a pagamento), dopo di che se risulta positivo può richiedere un tampone, e se il tampone è negativo la Regione GLIELO FA PAGARE.

Tutto questo sperimentato personalmente dalla mia famiglia e da miei conoscenti.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: COVID—19

Messaggioda lloyd142 » 22 mag 2020 12:10

zampaflex ha scritto:
Vivendoci, ti posso assicurare che la Lombardia ha sbagliato TUTTE le decisioni che doveva prendere, e solo l'abnegazione del personale ospedaliero ha contenuto i danni.
- mancanza di un piano epidemico aggiornato nonostante un audit esterno nel 2010 (!!!) avesse dimostrato la carenza del precedente;
- annichilimento della sanità territoriale sulla scorta del piano Maroni e della attività lobbistica ciellina-privata tesa ad aumentare la componente privata nella gestione ospedaliera: SCOMPARSA degli ambulatori, delle guardie mediche, cancellazione delle ASL, trasformazione del ruolo dei medici di base in compilatori di ricette;
- deviazione delle risorse da pubblico a privato con la cancellazione di più di ventimila posti letto nel pubblico mentre i privati crescono sempre di più, vedi ora col 40% del budget destinato ai privati che hanno solo il 21% dei posti letto;
- collo di bottiglia per l'assistenza dei malati che non hanno potuto ricevere assistenza domiciliare da parte di medici di base privi di QUALUNQUE dotazione da parte della Regione e spesso anche di dignità professionale, costringendo quindi i malati a rivolgersi ad un ospedale in totale assenza di alternative; e dove purtroppo tanti malati non covid si sono ammalati per vicinanza;
- SCIAGURATA gestione dei malati anziani con la dispersione degli stessi nelle RSA; e chi si è rifiutato per timore, giusto, è stato tampinato lungamente da parte della Regione con insistenti telefonate quotidiane affinché si prendesse i malati definiti "guariti" ma in realtà ancora pesantemente infettivi;
- assenza di una pianificazione di acquisto del materiale presto dimostratosi più necessario: i tamponi. I primi tentativi della Regione di indire gare prima dell'avvento del commissario sono stati inconcludenti e abborracciati. E quando si sono aggiustati, non c'erano più sul mercato.
- gestione di questa fase di controlli estesi scadente; vengono fatti a caso, vengono contattati perfino dei morti (i loro parenti evidentemente) perché le liste del malati sono state assemblate male e a volte nemmeno includono le segnalazioni fatte dai medici di base. Sappiate inoltre che oggi un lombardo può farsi fare un controllo anticorpale (a pagamento), dopo di che se risulta positivo può richiedere un tampone, e se il tampone è negativo la Regione GLIELO FA PAGARE.

Tutto questo sperimentato personalmente dalla mia famiglia e da miei conoscenti.


Per non parlare della genialata dal modico costo di 21 mln che si sono inventati con l'ospedale in fiera...quando c'era quello smesso di Legnano in condizioni di poter sopperire. Se la lega perde consensi ( e tanti secondo me...) in Lombardia, buona parte delle motivazioni sono proprio dovute alla gestione assurda di questa situazione.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8519
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COVID—19

Messaggioda zampaflex » 22 mag 2020 12:24

lloyd142 ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Vivendoci, ti posso assicurare che la Lombardia ha sbagliato TUTTE le decisioni che doveva prendere, e solo l'abnegazione del personale ospedaliero ha contenuto i danni.
- mancanza di un piano epidemico aggiornato nonostante un audit esterno nel 2010 (!!!) avesse dimostrato la carenza del precedente;
- annichilimento della sanità territoriale sulla scorta del piano Maroni e della attività lobbistica ciellina-privata tesa ad aumentare la componente privata nella gestione ospedaliera: SCOMPARSA degli ambulatori, delle guardie mediche, cancellazione delle ASL, trasformazione del ruolo dei medici di base in compilatori di ricette;
- deviazione delle risorse da pubblico a privato con la cancellazione di più di ventimila posti letto nel pubblico mentre i privati crescono sempre di più, vedi ora col 40% del budget destinato ai privati che hanno solo il 21% dei posti letto;
- collo di bottiglia per l'assistenza dei malati che non hanno potuto ricevere assistenza domiciliare da parte di medici di base privi di QUALUNQUE dotazione da parte della Regione e spesso anche di dignità professionale, costringendo quindi i malati a rivolgersi ad un ospedale in totale assenza di alternative; e dove purtroppo tanti malati non covid si sono ammalati per vicinanza;
- SCIAGURATA gestione dei malati anziani con la dispersione degli stessi nelle RSA; e chi si è rifiutato per timore, giusto, è stato tampinato lungamente da parte della Regione con insistenti telefonate quotidiane affinché si prendesse i malati definiti "guariti" ma in realtà ancora pesantemente infettivi;
- assenza di una pianificazione di acquisto del materiale presto dimostratosi più necessario: i tamponi. I primi tentativi della Regione di indire gare prima dell'avvento del commissario sono stati inconcludenti e abborracciati. E quando si sono aggiustati, non c'erano più sul mercato.
- gestione di questa fase di controlli estesi scadente; vengono fatti a caso, vengono contattati perfino dei morti (i loro parenti evidentemente) perché le liste del malati sono state assemblate male e a volte nemmeno includono le segnalazioni fatte dai medici di base. Sappiate inoltre che oggi un lombardo può farsi fare un controllo anticorpale (a pagamento), dopo di che se risulta positivo può richiedere un tampone, e se il tampone è negativo la Regione GLIELO FA PAGARE.

Tutto questo sperimentato personalmente dalla mia famiglia e da miei conoscenti.


Per non parlare della genialata dal modico costo di 21 mln che si sono inventati con l'ospedale in fiera...quando c'era quello smesso di Legnano in condizioni di poter sopperire. Se la lega perde consensi ( e tanti secondo me...) in Lombardia, buona parte delle motivazioni sono proprio dovute alla gestione assurda di questa situazione.


Eppure se parli con chi ha votato Lega l'ultima volta il novanta per cento delle volte ti replicherà indignato e insisterà a non volere vedere lo sfacelo combinato da questa giunta.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12672
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: COVID—19

Messaggioda l'oste » 22 mag 2020 12:26

lloyd142 ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Vivendoci, ti posso assicurare che la Lombardia ha sbagliato TUTTE le decisioni che doveva prendere, e solo l'abnegazione del personale ospedaliero ha contenuto i danni.
- mancanza di un piano epidemico aggiornato nonostante un audit esterno nel 2010 (!!!) avesse dimostrato la carenza del precedente;
- annichilimento della sanità territoriale sulla scorta del piano Maroni e della attività lobbistica ciellina-privata tesa ad aumentare la componente privata nella gestione ospedaliera: SCOMPARSA degli ambulatori, delle guardie mediche, cancellazione delle ASL, trasformazione del ruolo dei medici di base in compilatori di ricette;
- deviazione delle risorse da pubblico a privato con la cancellazione di più di ventimila posti letto nel pubblico mentre i privati crescono sempre di più, vedi ora col 40% del budget destinato ai privati che hanno solo il 21% dei posti letto;
- collo di bottiglia per l'assistenza dei malati che non hanno potuto ricevere assistenza domiciliare da parte di medici di base privi di QUALUNQUE dotazione da parte della Regione e spesso anche di dignità professionale, costringendo quindi i malati a rivolgersi ad un ospedale in totale assenza di alternative; e dove purtroppo tanti malati non covid si sono ammalati per vicinanza;
- SCIAGURATA gestione dei malati anziani con la dispersione degli stessi nelle RSA; e chi si è rifiutato per timore, giusto, è stato tampinato lungamente da parte della Regione con insistenti telefonate quotidiane affinché si prendesse i malati definiti "guariti" ma in realtà ancora pesantemente infettivi;
- assenza di una pianificazione di acquisto del materiale presto dimostratosi più necessario: i tamponi. I primi tentativi della Regione di indire gare prima dell'avvento del commissario sono stati inconcludenti e abborracciati. E quando si sono aggiustati, non c'erano più sul mercato.
- gestione di questa fase di controlli estesi scadente; vengono fatti a caso, vengono contattati perfino dei morti (i loro parenti evidentemente) perché le liste del malati sono state assemblate male e a volte nemmeno includono le segnalazioni fatte dai medici di base. Sappiate inoltre che oggi un lombardo può farsi fare un controllo anticorpale (a pagamento), dopo di che se risulta positivo può richiedere un tampone, e se il tampone è negativo la Regione GLIELO FA PAGARE.

Tutto questo sperimentato personalmente dalla mia famiglia e da miei conoscenti.


Per non parlare della genialata dal modico costo di 21 mln che si sono inventati con l'ospedale in fiera...quando c'era quello smesso di Legnano in condizioni di poter sopperire. Se la lega perde consensi ( e tanti secondo me...) in Lombardia, buona parte delle motivazioni sono proprio dovute alla gestione assurda di questa situazione.

Sono o d'accordo con voi, solo harmattan non riesce a vedere la malagestio del Pirellone, sia del ventennio "celeste" che dell'attuale giunta.
Anche sul Messaggero di oggi c'è un esauriente articolo.
Sulla perdita di consensi della Lega citata da lloyd142 considererei anche la guerra interna, il Salvini nazionalista sopportato dalla vecchia guardia federalista finchè ha portato via (insieme a FdI) i voti di Forzaitalia, grazie all'uso "spregiudicato" della rete, ai proclami slogan ma senza contenuti e programmi concreti.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12672
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: COVID—19

Messaggioda l'oste » 22 mag 2020 12:33

zampaflex ha scritto:
lloyd142 ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Vivendoci, ti posso assicurare che la Lombardia ha sbagliato TUTTE le decisioni che doveva prendere, e solo l'abnegazione del personale ospedaliero ha contenuto i danni.
- mancanza di un piano epidemico aggiornato nonostante un audit esterno nel 2010 (!!!) avesse dimostrato la carenza del precedente;
- annichilimento della sanità territoriale sulla scorta del piano Maroni e della attività lobbistica ciellina-privata tesa ad aumentare la componente privata nella gestione ospedaliera: SCOMPARSA degli ambulatori, delle guardie mediche, cancellazione delle ASL, trasformazione del ruolo dei medici di base in compilatori di ricette;
- deviazione delle risorse da pubblico a privato con la cancellazione di più di ventimila posti letto nel pubblico mentre i privati crescono sempre di più, vedi ora col 40% del budget destinato ai privati che hanno solo il 21% dei posti letto;
- collo di bottiglia per l'assistenza dei malati che non hanno potuto ricevere assistenza domiciliare da parte di medici di base privi di QUALUNQUE dotazione da parte della Regione e spesso anche di dignità professionale, costringendo quindi i malati a rivolgersi ad un ospedale in totale assenza di alternative; e dove purtroppo tanti malati non covid si sono ammalati per vicinanza;
- SCIAGURATA gestione dei malati anziani con la dispersione degli stessi nelle RSA; e chi si è rifiutato per timore, giusto, è stato tampinato lungamente da parte della Regione con insistenti telefonate quotidiane affinché si prendesse i malati definiti "guariti" ma in realtà ancora pesantemente infettivi;
- assenza di una pianificazione di acquisto del materiale presto dimostratosi più necessario: i tamponi. I primi tentativi della Regione di indire gare prima dell'avvento del commissario sono stati inconcludenti e abborracciati. E quando si sono aggiustati, non c'erano più sul mercato.
- gestione di questa fase di controlli estesi scadente; vengono fatti a caso, vengono contattati perfino dei morti (i loro parenti evidentemente) perché le liste del malati sono state assemblate male e a volte nemmeno includono le segnalazioni fatte dai medici di base. Sappiate inoltre che oggi un lombardo può farsi fare un controllo anticorpale (a pagamento), dopo di che se risulta positivo può richiedere un tampone, e se il tampone è negativo la Regione GLIELO FA PAGARE.

Tutto questo sperimentato personalmente dalla mia famiglia e da miei conoscenti.


Per non parlare della genialata dal modico costo di 21 mln che si sono inventati con l'ospedale in fiera...quando c'era quello smesso di Legnano in condizioni di poter sopperire. Se la lega perde consensi ( e tanti secondo me...) in Lombardia, buona parte delle motivazioni sono proprio dovute alla gestione assurda di questa situazione.


Eppure se parli con chi ha votato Lega l'ultima volta il novanta per cento delle volte ti replicherà indignato e insisterà a non volere vedere lo sfacelo combinato da questa giunta.

In coscienza probabilmente lo ammetterebbero ma in pubblico vige la regola ultrá di non dare appigli al "nemico", negare sempre anche davanti alle evidenze più tragiche, provando a scaricare il barile su altri, distraendo con scuse e cercando altri colpevoli nelle altre regioni (o nazioni, vedi sopra) per fare calderone e non prendersi le responsabilitá.
Ma credo che la questione con un numero di decessi tanto elevato sia molto più grave di una mazzetta da insabbiare e spero che le indagini facciano chiarezza.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5579
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: COVID—19

Messaggioda harmattan » 22 mag 2020 16:12

l'oste ha scritto:Sono o d'accordo con voi, solo harmattan non riesce a vedere la malagestio del Pirellone, sia del ventennio "celeste" che dell'attuale giunta.
Anche sul Messaggero di oggi c'è un esauriente articolo.
Sulla perdita di consensi della Lega citata da lloyd142 considererei anche la guerra interna, il Salvini nazionalista sopportato dalla vecchia guardia federalista finchè ha portato via (insieme a FdI) i voti di Forzaitalia, grazie all'uso "spregiudicato" della rete, ai proclami slogan ma senza contenuti e programmi concreti.


A me non interessa affatto farne una questione politica così come fate voi, in modo integralista, tanto da escludere qualsiasi fattore di rilevanza scientifico/ambientale e riconducendo tutto alle porcate della gestione Lega. Per me questo non è un modo di ragionare.
Nessuno nega le mancanze e la cosiddetta malagestio Lombarda, ma non è questa la causa dell'alto tasso di letalità, perché il SSN in altre 15 regioni d'Italia è la fotocopia esatta di quello lombardo ( se non peggio!), per posti letto tagliati, per riduzione di personale, per scarsità di posti in terapia intensiva. Se il covid-19 avesse colpito così duramente la Toscana, l'Emilia o il Lazio, sarebbe stata una carneficina senza precedenti, pur non essendo queste regioni a guida leghista. Non ho citato il sud proprio per non semplificare, ma è chiaro che nessuno era, ed è tutt'oggi, preparato ad una pandemia simile.

In ogni caso lo ripeto, personalmente non attribuisco alla gestione politica l'alto tasso di letalità. Paesi molto meno organizzati e virtuosi di noi, con sistemi sanitari cento anni luce dal nostro, hanno in percentuale molti meno morti e ricoveri in ospedali, e questo dovrebbe far pensare che esistono dei co-fattori che influenzano il virus, la sua trasmissibilità ed il rapporto con l'ospite.
Poi per mettere al patibolo la lega ci sarà sempre tempo.
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 982
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: COVID—19

Messaggioda tenente Drogo 2 » 22 mag 2020 17:30

harmattan ha scritto:
l'oste ha scritto:Sono o d'accordo con voi, solo harmattan non riesce a vedere la malagestio del Pirellone, sia del ventennio "celeste" che dell'attuale giunta.
Anche sul Messaggero di oggi c'è un esauriente articolo.
Sulla perdita di consensi della Lega citata da lloyd142 considererei anche la guerra interna, il Salvini nazionalista sopportato dalla vecchia guardia federalista finchè ha portato via (insieme a FdI) i voti di Forzaitalia, grazie all'uso "spregiudicato" della rete, ai proclami slogan ma senza contenuti e programmi concreti.


A me non interessa affatto farne una questione politica così come fate voi, in modo integralista, tanto da escludere qualsiasi fattore di rilevanza scientifico/ambientale e riconducendo tutto alle porcate della gestione Lega. Per me questo non è un modo di ragionare.
Nessuno nega le mancanze e la cosiddetta malagestio Lombarda, ma non è questa la causa dell'alto tasso di letalità, perché il SSN in altre 15 regioni d'Italia è la fotocopia esatta di quello lombardo ( se non peggio!), per posti letto tagliati, per riduzione di personale, per scarsità di posti in terapia intensiva. Se il covid-19 avesse colpito così duramente la Toscana, l'Emilia o il Lazio, sarebbe stata una carneficina senza precedenti, pur non essendo queste regioni a guida leghista. Non ho citato il sud proprio per non semplificare, ma è chiaro che nessuno era, ed è tutt'oggi, preparato ad una pandemia simile.

In ogni caso lo ripeto, personalmente non attribuisco alla gestione politica l'alto tasso di letalità. Paesi molto meno organizzati e virtuosi di noi, con sistemi sanitari cento anni luce dal nostro, hanno in percentuale molti meno morti e ricoveri in ospedali, e questo dovrebbe far pensare che esistono dei co-fattori che influenzano il virus, la sua trasmissibilità ed il rapporto con l'ospite.
Poi per mettere al patibolo la lega ci sarà sempre tempo.


i dati ufficiali di alcuni paesi, ad esempio l'Iran, non sono affidabili, i regimi tendono a mentire
anche i dati che provengono dall'Africa sono incompleti
inoltre sappiamo che la letalità è correlata all'età e i paesi in via di sviluppo hanno una popolazione molto giovane

sulla Lombardia l'ho già postato il bell'articolo del Post? (se no do 7 euro a me stesso)

e la Svezia?
unica nazione europea a non aver fatto il lockdown e record mondiale di decessi per abitanti
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: COVID—19

Messaggioda gianni femminella » 22 mag 2020 21:45

L'unica vera soluzione a tutta questa incertezza sarebbe un vaccino. Però, tutto quello che leggo al riguardo, sembra indicare che ci vorrà tempo. Molto più dei 12 o 24 mesi che qualcuno auspica.
Intendo storicamente parlando, ovvero non tanto sui risultati attualmente conseguiti, quanto sulla storia di quelli trovati fino ad ora per altre malattie. Per non parlare di quelli mai raggiunti, come quello contro lo HIV.
Intanto c'è chi fa una scommessa miliardaria sul conseguimento di una formula efficace.
Io sarei disposto a scommettere che la perderanno. Pensiero ozioso.
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5579
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: COVID—19

Messaggioda harmattan » 23 mag 2020 01:23

gianni femminella ha scritto:L'unica vera soluzione a tutta questa incertezza sarebbe un vaccino. Però, tutto quello che leggo al riguardo, sembra indicare che ci vorrà tempo. Molto più dei 12 o 24 mesi che qualcuno auspica.


Ma anche se fossero 12 mesi (improbabile) occorrerà produrlo, dopodiché distribuirlo ed infine somministrarlo, il che fa come minimo un altro anno. A quella data non sarà più necessario (o lo sarà marginalmente) perché un buon 70% della popolazione avrà sviluppato le IgG (oltre a qualche malattia psichiatrica).
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12672
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: COVID—19

Messaggioda l'oste » 23 mag 2020 01:27

harmattan ha scritto:
l'oste ha scritto:Sono o d'accordo con voi, solo harmattan non riesce a vedere la malagestio del Pirellone, sia del ventennio "celeste" che dell'attuale giunta.
Anche sul Messaggero di oggi c'è un esauriente articolo.
Sulla perdita di consensi della Lega citata da lloyd142 considererei anche la guerra interna, il Salvini nazionalista sopportato dalla vecchia guardia federalista finchè ha portato via (insieme a FdI) i voti di Forzaitalia, grazie all'uso "spregiudicato" della rete, ai proclami slogan ma senza contenuti e programmi concreti.


A me non interessa affatto farne una questione politica così come fate voi, in modo integralista, tanto da escludere qualsiasi fattore di rilevanza scientifico/ambientale e riconducendo tutto alle porcate della gestione Lega. Per me questo non è un modo di ragionare.
Nessuno nega le mancanze e la cosiddetta malagestio Lombarda, ma non è questa la causa dell'alto tasso di letalità, perché il SSN in altre 15 regioni d'Italia è la fotocopia esatta di quello lombardo ( se non peggio!), per posti letto tagliati, per riduzione di personale, per scarsità di posti in terapia intensiva. Se il covid-19 avesse colpito così duramente la Toscana, l'Emilia o il Lazio, sarebbe stata una carneficina senza precedenti, pur non essendo queste regioni a guida leghista. Non ho citato il sud proprio per non semplificare, ma è chiaro che nessuno era, ed è tutt'oggi, preparato ad una pandemia simile.

In ogni caso lo ripeto, personalmente non attribuisco alla gestione politica l'alto tasso di letalità. Paesi molto meno organizzati e virtuosi di noi, con sistemi sanitari cento anni luce dal nostro, hanno in percentuale molti meno morti e ricoveri in ospedali, e questo dovrebbe far pensare che esistono dei co-fattori che influenzano il virus, la sua trasmissibilità ed il rapporto con l'ospite.
Poi per mettere al patibolo la lega ci sarà sempre tempo.

Non ho escluso alcun fattore extra, nel mio umile micro ci ho pensato, ho cercato info e mi stupisce che con tanta scienza e tecnologia nessuno abbia ancora rilevato nulla al riguardo (bufale escluse) e non sia stata individuata alcuna relazione geo-clima-ambientale tra le zone del pianeta più colpite, che peraltro sono oggettivamente differenti.
Ci sarebbe l'ipotesi che nel mondo qualcuno sul virus sappia molte cose ma non si possano dire, però complottismo o no, senza fatti sono chiacchere da bar.
Non ne ho fatto una questione politica tanto che ho citato i due approcci indubbiamente differenti di Veneto e Lombardia (stesso partito al comando), con i complimenti a Zaja. Infatti non ho notizia che in Veneto i medici abbiano scritto lettere congiunte di protesta, nè che i familiari delle vittime stiano dando vita a denunce, associazioni e dimostrando come succede contro la gestione lombarda (es. oggi al Pio Albergo Trivulzio di Milano).

A prescindere dal SSN uguale (?) in ogni regione, come ormai sanno anche gli alieni, in Lombardia non sono state istituite immediatamente alcune zone rosse nel bergamasco, non sono stati forniti materiali protettivi alle strutture sanitarie, sono stati smistati pazienti infetti in case di riposo e rsa, tutto ciò con tragici risultati.
Poi magari il contagio elevato dipenderà anche da altri fattori, ma questi sono dei fatti.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: COVID—19

Messaggioda gianni femminella » 23 mag 2020 09:40

harmattan ha scritto:
gianni femminella ha scritto:L'unica vera soluzione a tutta questa incertezza sarebbe un vaccino. Però, tutto quello che leggo al riguardo, sembra indicare che ci vorrà tempo. Molto più dei 12 o 24 mesi che qualcuno auspica.


Ma anche se fossero 12 mesi (improbabile) occorrerà produrlo, dopodiché distribuirlo ed infine somministrarlo, il che fa come minimo un altro anno. A quella data non sarà più necessario (o lo sarà marginalmente) perché un buon 70% della popolazione avrà sviluppato le IgG (oltre a qualche malattia psichiatrica).


Ho dato per sottinteso la parte della produzione, distribuzione e somministrazione, hai perfettamente ragione a metterla in luce.
Invece sulla percentuale di popolazione che avrà sviluppato lgG sono meno propenso a immaginare un dato. Il 70% per cento forse è un po' alto. Se non sbaglio sarebbe già la soglia della immunità di gregge.
Le malattie psichiatriche sono già in atto invece.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: COVID—19

Messaggioda gianni femminella » 23 mag 2020 09:42

Del resto di casi psichiatrici ce ne sono parecchi anche qui dentro :mrgreen:
Sebbene per altri motivi :P
Avatar utente
lloyd142
Messaggi: 747
Iscritto il: 20 feb 2008 15:31
Località: legnano

Re: COVID—19

Messaggioda lloyd142 » 23 mag 2020 10:43

l'oste ha scritto:
A prescindere dal SSN uguale (?) in ogni regione, come ormai sanno anche gli alieni, in Lombardia non sono state istituite immediatamente alcune zone rosse nel bergamasco, non sono stati forniti materiali protettivi alle strutture sanitarie, sono stati smistati pazienti infetti in case di riposo e rsa, tutto ciò con tragici risultati.
Poi magari il contagio elevato dipenderà anche da altri fattori, ma questi sono dei fatti.


Eh…ma oltre a quanto hai segnalato, ci sono stati ( e continuano ad esserci) anche altri comportamenti che lasciano piuttosto perplessi e anche nel dubbio se ci si trovi di fronte a personale medico impreparato o disattento , oppure alla applicazione di protocolli che , a voler essere clementi, possiamo indicare quantomeno come del tutto confusionari. Cerco di raccontare brevemente due aneddoti a conferma del modo in cui questo problema e’ stato affrontato qui.. a MIlano:
Caso n1
Famiglia di ns conoscenti. 5 componenti. Stanno maluccio i ragazzi, ma si curano a casa. Poi tocca ai genitori. Il padre ,positivo, viene ricoverato , seguito a distanza di qualche giorno dalla madre anch’essa positiva. Dopo un paio di settimane vengono dimessi ma per evitare ulteriori contaminazioni entrambi vengono parcheggiati in strutture messe a disposizione dalla Regione. Intanto pero’ nessuno comunica niente ai ragazzi , a cui peraltro non e’ stato fatto il tampone, in quanto i medici hanno dato per scontato che fossero positivi , rispetto all’obbligo della quarantena. Cosa che viene fatta in ogni caso dai tre che si chiudono in casa. Passati 15 gg i genitori tornati negativi devono fare ritorno a casa dalle strutture , ma qui, i tre ragazzi coscienziosi, cominciano a chiedere in ospedale di poter fare il tampone a loro volta, per evitare di essere positivi e quindi di poter reinfettare i genitori. Ci mettono quasi una settimana, quando dopo un clamoroso sit-in di protesta in ospedale ,da dove venivano continuamente rimbalzati, riescono finalmente ad ottenere il tampone …anzi due in due giorni consecutivi . Risultato?? Due su tre sono negativi, L’altro ancora positivo viene isolato. E la storia e’ ancora in evoluzione.
Caso n2
Due settimane fa un componente della mia famiglia ha un guaio gastrointestinale. Febbriciattola, dolori di pancia,stomaco e problemi intestinali che si protraggono per due /tre giorni e non si risolvono. Siccome si trova in una condizione di immunodeficienza dovuta ad un autotrapianto di cellule staminali effettuato a dicembre, ci viene consigliato dal centro trapianti di effettuare un controllo. Quindi, accesso al pronto soccorso, dove il familiare dichiara la propria situazione sanitaria. Viene visitato e siccome i sintomi potrebbero essere compatibili con un contagio da Covid, viene effettuato il tampone. Nelle more, in attesa dell’esito dello stesso, il familiare viene parcheggiato non in una saletta isolata vista la condizione di immunodepressione, ma in un’area Covid, ASSIEME ad altri pazienti che hanno sintomi compatibili . Dopo 4 ore passate in allegra compagnia di gente poi risultata positiva, il tampone da’ esito negativo, ma intanto la frittata potrebbe gia’ essere stata fatta..
Ad oggi pare che tutto sia andato bene, ma credo che questi siano due delle migliaia di casi emblematici di come sia stato affrontato ( o forse non affrontato) il problema. Tanta leggerezza probabilmente data da una carenza di direttive precise su come trattarlo. Il tutto, all’ospedale di Legnano, considerato una delle eccellenze in Lombardia…
E il gatto e la volpe continuano la sceneggiata e si lamentano tutti i giorni degli attacchi che vengono loro avanzati senza nemmeno che il dubbio di aver fatto qualche porcata li sfiori…

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite