I prossimi specula vini italiani

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12393
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

I prossimi specula vini italiani

Messaggioda l'oste » 26 apr 2019 02:09

Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
Andyele
Messaggi: 5090
Iscritto il: 06 feb 2009 17:21
Località: Massa

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Andyele » 26 apr 2019 07:16

Il Pergole non sarebbe da mettere nella prima lista? Il percorso mi pare l’abbia già fatto, poi magari si può anche supporre non sia ancora terminato e questo può anche essere.
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda BarbarEdo » 26 apr 2019 07:19

l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).
Primum bibere deinde philosophari
Avatar utente
emigrato
Messaggi: 427
Iscritto il: 12 apr 2014 10:28
Località: Gdansk (Polonia)

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda emigrato » 26 apr 2019 08:52

BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).

Avevo in mano la Bibenda che mi avevano regalato nel 2013...se non sbaglio Accomasso stava sui 36 euro, mi sono perso come sia arrivato ad oltre 100 senza premi...a meno che non me li sia persi pure quelli..

Pergole come detto da Andyele e' gia' su quella via. I vini di Valetini ancora non si fermano (Trebbiano comprato a 50 euro (la 2010) ora sta normalmente a piu' di 70-80).

Baron'Ugo anche ha gia' iniziato e non sembra smettere di aumentare (oltre a essere quasi introvabile...)
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8634
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda arnaldo » 26 apr 2019 09:00

Ahhh raga...decide Galloni....noi siamo dei poveretti nelle sue mani....
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8634
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda arnaldo » 26 apr 2019 09:04

E poi occhio....non siate cosi' banali...stavolta una bottarella potrebbe darla ad un aglianico ( cosi'...tanto per spingere un attimino questa sfigatissima area) o ad un etna rosso ( che e' vero che costano gia' di suo) ma che ancora non si caga nessuno a livello internazionale 8)
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7317
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda zampaflex » 26 apr 2019 09:41

Molti produttori ci stanno pensando da soli con incrementi costanti sfruttando il traino dei primi.
Tra gli speculati esterni dimenticate Madonna delle grazie e Ester Canale.
Accomasso e Canonica (che non è mai stato veramente economico), sono cresciuti perché "tradizionali" come MTM e Citrico' e quindi giovantisi di un facile selling point.
Sull'Etna la rincorsa al supercru da 100 euro è già partita.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
dc87
Messaggi: 440
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda dc87 » 26 apr 2019 09:44

BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).


Crichet Paje speculativo?
Esce talmente tanto caro di listino che specularci è davvero dura...
dc87
Messaggi: 440
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda dc87 » 26 apr 2019 09:46

l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Posso chiederti come mai hai inserito Barrua? Capisco gli altri nomi ma questo proprio no, mi sono perso qualcosa?
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda BarbarEdo » 26 apr 2019 10:11

dc87 ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).


Crichet Paje speculativo?
Esce talmente tanto caro di listino che specularci è davvero dura...

Il 2010 credo sia uscito intorno ai 450. Oggi si scambia a 800... Diciamo che è uno di quei casi in cui, come diceva zampaflex, ci ha pensato l'azienda..
Primum bibere deinde philosophari
dc87
Messaggi: 440
Iscritto il: 28 feb 2012 16:47

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda dc87 » 26 apr 2019 10:29

BarbarEdo ha scritto:
dc87 ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).


Crichet Paje speculativo?
Esce talmente tanto caro di listino che specularci è davvero dura...

Il 2010 credo sia uscito intorno ai 450. Oggi si scambia a 800... Diciamo che è uno di quei casi in cui, come diceva zampaflex, ci ha pensato l'azienda..


Ecco appunto proprio questo intendevo... se non sbaglio da listina siamo a 490+iva... quindi ad 800 nessuna speculazione :mrgreen:
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 874
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Unodimille » 26 apr 2019 15:19

In Toscana credo che la prossima bomba speculativa uscirà da quella vecchia volpe di Piero Antinori.
Tignanello, Solaia e Cervaro garantiti.
Piemonte uno sulla rampa di lancio, oltre a quelli già citati, sarà senz'altro Brezza
maxer
Messaggi: 2704
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda maxer » 26 apr 2019 16:54

BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).

:lol:

..... PRENOTATE 36 BOTTIGLIE (per mia figlia però :? ) .....
carpe diem 8)
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda BarbarEdo » 26 apr 2019 17:18

maxer ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
Pergole Torte 2016
Riserva BdM Le Chiuse 2010

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
Percarlo 2016
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).

:lol:

..... PRENOTATE 36 BOTTIGLIE (per mia figlia però :? ) .....

:lol: nel frattempo, se vorrai assaggiare qualche annata "minore" sarà comunque possibile. :wink:
Primum bibere deinde philosophari
connis
Messaggi: 170
Iscritto il: 06 ott 2013 21:31

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda connis » 26 apr 2019 17:43

I baroli di Elio Sandri... e Galloni é stato da lui di recente
Messner
Messaggi: 666
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Messner » 26 apr 2019 18:37

BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
COSTA GIA' UNA FOLLIA, SE TRIPLICA ANCHE DI PREZZO VA BENISSIMO, TANTO CON QUEI SOLDI LI' SI TROVA DI MEGLIO
QUALCUNO SOSTIENE NON SIA VERO? ALLORA CI SPOSTIAMO IN RODANO NORD E ALLORA SI' CHE ANDRA' MEGLIO 8)
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
NON SO COME SBILANCIARMI
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
NEGLI ULTIMI 5-6 ANNI IL PREZZO DI TUTTI I LORO VINI HA SUBITO UNA CRESCITA DAL 50% SINO AL 100%, NON ESCLUDO IL VIGNA ELENA ATTORNO AI 100 ALLA PROSSIMA USCITA. 10 EURINI IN PIU' ANCHE SU RAVERA E BRICCO PERNICE
OH FANNO DEI VINI SQUISITI...
Pergole Torte 2016
PERGOLE 5 EURINI IN PIU'
Riserva BdM Le Chiuse 2010
ANDRA ATTORNO AI 120 EURI

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
UNICO VIGNA RIONDA A PREZZO INDECENTE, QUESTIONE DI POCHI ANNI E SI ALLINEA CON TUTTA L'ALTRA GAMMA A VALORI BEN PIU' ALTI. PURTROPPO. MA BASTA CHE NON LO COMPRIATE COSI' STA FERMO A 50 8)
Percarlo 2016
NON PENSO...
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).


2017 PURTROPPO USCIRANNO DEI VINI MEDIOCRI, SALVO MANICI MOLTO BUONI E VITI OTTIME, MA AHIME' COME IN BORGOGNA I PREZZI NON SCENDERANNO. 2018 PROSSIMA MAZZATA, ASSIEME ALL'AUMENTO DELL'IVA 8) LO CHIAMAVANO IL "BEL PAESE", COME IL FORMAGGIO DELLA PUBBLICITA' :?
Messner
Messaggi: 666
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Messner » 26 apr 2019 18:49

zampaflex ha scritto:Molti produttori ci stanno pensando da soli con incrementi costanti sfruttando il traino dei primi.
Tra gli speculati esterni dimenticate Madonna delle grazie e Ester Canale.
Accomasso e Canonica (che non è mai stato veramente economico), sono cresciuti perché "tradizionali" come MTM e Citrico' e quindi giovantisi di un facile selling point.
Sull'Etna la rincorsa al supercru da 100 euro è già partita.


Io sono rimasto ai tre Top Nerello, che sono anche tra i più buoni, tutti annata 2015
Barbagalli 62.50+iva
Prephylloxera Calderara Sottana 50+iva
Barbabecchi 70+iva

Secondo me siamo ancora lontano dai 100+iva, e non penso ci si arriverà presto... A meno che la 2016 in zona Etna sia schizzata come quotazione :D
Vini buoni, ben fatti, qualche punta di eccellenza, ma non tireranno mai come langhe o montalcino. Così come la loira in tema di bianchi non tirerà mai come la borgogna.
PS: Clos la Neore è uno dei bianchi più buoni al mondo, magari trovare uno dei bianchi più buoni al mondo in borgogna a meno di un centinaio di euro.. Forse prendi qualche sciacquatura di botte in cui è stato affinato qualche Batard)
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda BarbarEdo » 26 apr 2019 19:41

Messner ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
COSTA GIA' UNA FOLLIA, SE TRIPLICA ANCHE DI PREZZO VA BENISSIMO, TANTO CON QUEI SOLDI LI' SI TROVA DI MEGLIO
QUALCUNO SOSTIENE NON SIA VERO? ALLORA CI SPOSTIAMO IN RODANO NORD E ALLORA SI' CHE ANDRA' MEGLIO 8)
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
NON SO COME SBILANCIARMI
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
NEGLI ULTIMI 5-6 ANNI IL PREZZO DI TUTTI I LORO VINI HA SUBITO UNA CRESCITA DAL 50% SINO AL 100%, NON ESCLUDO IL VIGNA ELENA ATTORNO AI 100 ALLA PROSSIMA USCITA. 10 EURINI IN PIU' ANCHE SU RAVERA E BRICCO PERNICE
OH FANNO DEI VINI SQUISITI...
Pergole Torte 2016
PERGOLE 5 EURINI IN PIU'
Riserva BdM Le Chiuse 2010
ANDRA ATTORNO AI 120 EURI

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
UNICO VIGNA RIONDA A PREZZO INDECENTE, QUESTIONE DI POCHI ANNI E SI ALLINEA CON TUTTA L'ALTRA GAMMA A VALORI BEN PIU' ALTI. PURTROPPO. MA BASTA CHE NON LO COMPRIATE COSI' STA FERMO A 50 8)
Percarlo 2016
NON PENSO...
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).


2017 PURTROPPO USCIRANNO DEI VINI MEDIOCRI, SALVO MANICI MOLTO BUONI E VITI OTTIME, MA AHIME' COME IN BORGOGNA I PREZZI NON SCENDERANNO. 2018 PROSSIMA MAZZATA, ASSIEME ALL'AUMENTO DELL'IVA 8) LO CHIAMAVANO IL "BEL PAESE", COME IL FORMAGGIO DELLA PUBBLICITA' :?


Posto che quello che succederà nessuno lo può sapere, ho "sparato" qualche nome per il gusto di giocare al totospeculazioni proposto dall'Oste.
Però notavo che a parte chi ha proposto il gioco e il sottoscritto nessun altro ha buttato lì cinque nomi neanche per ridere... :roll:
Primum bibere deinde philosophari
MANUZ
Messaggi: 2264
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda MANUZ » 26 apr 2019 20:48

Unodimille ha scritto:In Toscana credo che la prossima bomba speculativa uscirà da quella vecchia volpe di Piero Antinori.
Tignanello, Solaia e Cervaro garantiti.
Piemonte uno sulla rampa di lancio, oltre a quelli già citati, sarà senz'altro Brezza

Per me sarà L Ampio... il loro nuovo vino di punta della tenuta le mortelle a Castiglione della pescaia..
Ci sono stato un mese fa e ho passato mezza giornata con direttore ed enologa, assaggiandolo dalla botte direttamente la prossima annata disponibile.. ora c è il2015 in commercio
Carmenere in prevalenza con poi Cabernet franc... sembra una bomba di potenza e velluto ... prima volta che assaggio un buon carmenere con qst caratteristiche ..
Io credo che in futuro segnerà una nuova strada di successo per gli antinori...
Imho
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7317
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda zampaflex » 26 apr 2019 21:08

Messner ha scritto:
zampaflex ha scritto:Molti produttori ci stanno pensando da soli con incrementi costanti sfruttando il traino dei primi.
Tra gli speculati esterni dimenticate Madonna delle grazie e Ester Canale.
Accomasso e Canonica (che non è mai stato veramente economico), sono cresciuti perché "tradizionali" come MTM e Citrico' e quindi giovantisi di un facile selling point.
Sull'Etna la rincorsa al supercru da 100 euro è già partita.


Io sono rimasto ai tre Top Nerello, che sono anche tra i più buoni, tutti annata 2015
Barbagalli 62.50+iva
Prephylloxera Calderara Sottana 50+iva
Barbabecchi 70+iva

Secondo me siamo ancora lontano dai 100+iva, e non penso ci si arriverà presto... A meno che la 2016 in zona Etna sia schizzata come quotazione :D
Vini buoni, ben fatti, qualche punta di eccellenza, ma non tireranno mai come langhe o montalcino. Così come la loira in tema di bianchi non tirerà mai come la borgogna.
PS: Clos la Neore è uno dei bianchi più buoni al mondo, magari trovare uno dei bianchi più buoni al mondo in borgogna a meno di un centinaio di euro.. Forse prendi qualche sciacquatura di botte in cui è stato affinato qualche Batard)

Se prendi i prezzi operatore non vale. :)
Quota 1000 e Barbagalli, insieme a Cornelissen, al pubblico vanno da 100 in su (almeno quando ho cercato la 2014).
In Loira ci sono già speculazioni feroci su Rougeard, Vatan, Leroy e Bernaudeau. Ma gli altri chenin di punta stanno crescendo regolarmente ogni anno e molti sfiorano i 50. A Sancerre sono proporzionalmente più stabili.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Messner
Messaggi: 666
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Messner » 26 apr 2019 21:24

zampaflex ha scritto:
Messner ha scritto:
zampaflex ha scritto:Molti produttori ci stanno pensando da soli con incrementi costanti sfruttando il traino dei primi.
Tra gli speculati esterni dimenticate Madonna delle grazie e Ester Canale.
Accomasso e Canonica (che non è mai stato veramente economico), sono cresciuti perché "tradizionali" come MTM e Citrico' e quindi giovantisi di un facile selling point.
Sull'Etna la rincorsa al supercru da 100 euro è già partita.


Io sono rimasto ai tre Top Nerello, che sono anche tra i più buoni, tutti annata 2015
Barbagalli 62.50+iva
Prephylloxera Calderara Sottana 50+iva
Barbabecchi 70+iva

Secondo me siamo ancora lontano dai 100+iva, e non penso ci si arriverà presto... A meno che la 2016 in zona Etna sia schizzata come quotazione :D
Vini buoni, ben fatti, qualche punta di eccellenza, ma non tireranno mai come langhe o montalcino. Così come la loira in tema di bianchi non tirerà mai come la borgogna.
PS: Clos la Neore è uno dei bianchi più buoni al mondo, magari trovare uno dei bianchi più buoni al mondo in borgogna a meno di un centinaio di euro.. Forse prendi qualche sciacquatura di botte in cui è stato affinato qualche Batard)

Se prendi i prezzi operatore non vale. :)
Quota 1000 e Barbagalli, insieme a Cornelissen, al pubblico vanno da 100 in su (almeno quando ho cercato la 2014).
In Loira ci sono già speculazioni feroci su Rougeard, Vatan, Leroy e Bernaudeau. Ma gli altri chenin di punta stanno crescendo regolarmente ogni anno e molti sfiorano i 50. A Sancerre sono proporzionalmente più stabili.


Cazzarola, il Magma sfora, siamo sopra i 100 euro, mi ero dimenticato della sua esistenza :roll:
Barbagalli in certe enoteche dell'etna si trova ancora a 75-80 euro. Barbabecchi è quasi introvabile, anche in loco...
Magma costa una follia. Però sì, hai ragione, ci speculano tantissimo su questa zona e non è più come 5 anni fa.
Rougeard ha dei prezzi folli su mercato secondario, alla stregua di Burlotto e Rinaldi...Chi ha l'assegnazione da teatro del vino qui in italia fa salti alti come l'Annapurna 8)
Bernardeau è esploso due anni fa: Velier penso abbia raddoppiato i prezzi del Nourissons e del base Les Ongles. Molto bravo eh, ma ci sono annate che sono pieni di difetti...
Se compri direttamente su siti Francesi, di nicchia possibilmente, trovi ancora ottimi chenin, quasi ai vertici della categoria, a prezzi umani (30 max 40 euro). Les Bournais Piede Franco lasciamolo stare, è l'eccezione che conferma la regola, idem il Breze dei Foucault.

Le Bourg è uno dei vini più buoni al mondo, ma veramente se non si ha qualche assegnazione adesso gira sui 300-350 euro.
Finchè si parla di una bottiglia va bene, ma se voglio bermi 3-4 volte all'anno un Cab Franc fatto come si deve senza morire dissanguato tanto vale prendere Thierry Germain: è un'altra cosa ma bevi veramente bene stando sotto ai 50 euro, per ora, non per molto :cry: Il problema è che fa dei vini un tantino algidi, soprattutto in annata fredda, non sempre incontrano il gusto di tutti...
Messner
Messaggi: 666
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Messner » 26 apr 2019 21:34

BarbarEdo ha scritto:
Messner ha scritto:
BarbarEdo ha scritto:
l'oste ha scritto:Dopo Monfortino, Bartolo, Rinaldi, Rosse Giacosa, Sassicaia, Ricolma eccetera, a quali vini italiani toccherá il prossimo iper upgrade in centesimi e poi € da parte di critici e mercato, con valutazioni over 50% in un paio d'anni, listini pure anche se in percentuale molto minore, che i produttori italiani sono ancora gente corretta rispetto ai francesi.
Cinque nomi, magari qualcuno potrá credere anche di farne incetta e lasciarli in rendita ai figli.

Pergole Torte
Barrua
Vigna Rionda Luigi Pira
Baron Ugo
Ragnaie V.V.


Oltre a quelli da te citati come vini già speculativi, vanno aggiunti Cappellano, Burlotto, Accomasso, il Crichet Paje di Roagna, il Cà d'Morissio di Mauro Mascarello e in un certo qual modo pure il barolo di Canonica... :roll:

Io, che tanto i pronostici non li azzeco mai, dico:

Barolo Vite Talin di Sandrone 2016
COSTA GIA' UNA FOLLIA, SE TRIPLICA ANCHE DI PREZZO VA BENISSIMO, TANTO CON QUEI SOLDI LI' SI TROVA DI MEGLIO
QUALCUNO SOSTIENE NON SIA VERO? ALLORA CI SPOSTIAMO IN RODANO NORD E ALLORA SI' CHE ANDRA' MEGLIO 8)
Il prossimo Barbaresco Riserva di Sottimano
NON SO COME SBILANCIARMI
Vigna Elena Riserva Elvio Cogno 2016
NEGLI ULTIMI 5-6 ANNI IL PREZZO DI TUTTI I LORO VINI HA SUBITO UNA CRESCITA DAL 50% SINO AL 100%, NON ESCLUDO IL VIGNA ELENA ATTORNO AI 100 ALLA PROSSIMA USCITA. 10 EURINI IN PIU' ANCHE SU RAVERA E BRICCO PERNICE
OH FANNO DEI VINI SQUISITI...
Pergole Torte 2016
PERGOLE 5 EURINI IN PIU'
Riserva BdM Le Chiuse 2010
ANDRA ATTORNO AI 120 EURI

In panchina:
Vigna Rionda L.Pira 2016
UNICO VIGNA RIONDA A PREZZO INDECENTE, QUESTIONE DI POCHI ANNI E SI ALLINEA CON TUTTA L'ALTRA GAMMA A VALORI BEN PIU' ALTI. PURTROPPO. MA BASTA CHE NON LO COMPRIATE COSI' STA FERMO A 50 8)
Percarlo 2016
NON PENSO...
Il mio Nebbiolo del Monferrato 2047 (pare sarà una grande annata, sono fiducioso).


2017 PURTROPPO USCIRANNO DEI VINI MEDIOCRI, SALVO MANICI MOLTO BUONI E VITI OTTIME, MA AHIME' COME IN BORGOGNA I PREZZI NON SCENDERANNO. 2018 PROSSIMA MAZZATA, ASSIEME ALL'AUMENTO DELL'IVA 8) LO CHIAMAVANO IL "BEL PAESE", COME IL FORMAGGIO DELLA PUBBLICITA' :?


Posto che quello che succederà nessuno lo può sapere, ho "sparato" qualche nome per il gusto di giocare al totospeculazioni proposto dall'Oste.
Però notavo che a parte chi ha proposto il gioco e il sottoscritto nessun altro ha buttato lì cinque nomi neanche per ridere... :roll:


A mio avviso zona Langhe (Barolo e Barbaresco) e zona montalcino/chianti/supertuscans ci sarà una crescita media del 10-15% rispetto al prezzo dell'annata precedente (2015)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7317
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda zampaflex » 26 apr 2019 21:59

Messner ha scritto:Finchè si parla di una bottiglia va bene, ma se voglio bermi 3-4 volte all'anno un Cab Franc fatto come si deve senza morire dissanguato tanto vale prendere Thierry Germain: è un'altra cosa ma bevi veramente bene stando sotto ai 50 euro, per ora, non per molto :cry: Il problema è che fa dei vini un tantino algidi, soprattutto in annata fredda, non sempre incontrano il gusto di tutti...


Difatti sto sempre più lontano dal cab franc, non ci sono interpreti adeguati. Un po' più di ciccia e di equilibrio si trovano con Alliet e Baudry, per esempio. Ma tanto vale a quel punto prendere un bordolese minore.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
maxer
Messaggi: 2704
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda maxer » 26 apr 2019 22:43

Messner ha scritto:..... se voglio bermi 3-4 volte all'anno un Cab Franc fatto come si deve senza morire dissanguato tanto vale prendere .....

..... i 10undici12 - 11dodici13 - 14quindici16 di Eugenio Rosi ad esempio, oppure l' Erminio 2009 e 2016 di Bruno Grigolli, entrambi Cabernet Franc in purezza a mio parere fra i migliori italiani bevuti, a prezzi in cantina (e in enoteca) decisamente corretti rispetto alla loro alta qualità.
Unico difetto : ne producono poche bottiglie

Senza dover sempre andare in Francia per tutto :?
carpe diem 8)
Messner
Messaggi: 666
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: I prossimi specula vini italiani

Messaggioda Messner » 26 apr 2019 23:15

maxer ha scritto:
Messner ha scritto:..... se voglio bermi 3-4 volte all'anno un Cab Franc fatto come si deve senza morire dissanguato tanto vale prendere .....

..... i 10undici12 - 11dodici13 - 14quindici16 di Eugenio Rosi ad esempio, oppure l' Erminio 2009 e 2016 di Bruno Grigolli, entrambi Cabernet Franc in purezza a mio parere fra i migliori italiani bevuti, a prezzi in cantina (e in enoteca) decisamente corretti rispetto alla loro alta qualità.
Unico difetto : ne producono poche bottiglie

Senza dover sempre andare in Francia per tutto :?


Buoni, tutti e due, soprattutto il Solera, o pseudo tale di Rosi, ma sinceramente il Franc lo preferisco in Loira. Mio gusto personale eh

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alessio, AmoSlade, Biavo, digre67, Piduwinelover, vinogodi, Zbigniew e 6 ospiti