COSA SI BEVE IN APRILE?

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 28628
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda vinogodi » 13 apr 2018 09:58

...bellissima e divertentissima serata ,al "Pan Brusé" con qualche presente fin "troppo" divertito e fin troppo allegro, alla fine, ma bella panoramica :
Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli ... una delle sorprese per tutti i presenti che non si aspettavano tale potenza unita a piacevolezza. Giallo oro, profumi bellissimi di frutta matura (pesca bianca) , consistenza con pochi eguali per un vino italiano bianco. Richiesto da tutti il bis e ... tris : :D :D :D :D
Chianti :
- Chianti Rufina Riserva 2009 Selvapiana : di grande morbidezza non certo disgiunta a stimolazione fresca. Intenso e rotondo, bella versione :D :D :D :)
- Chianti Classico Riserva MOnsanto 2013 : piuttosto barocco, il più concentrato e potente del cioppo. Note fruttate alternate un cuoio tutto sommato austero. Il più da aspettare :D :D :D
- Chianti Classico Baron Ugo Monteraponi 2014 : bella riuscita dell'annata , relativamente sottile e di stupenda eleganza e bevibilità . Forse le annate problematiche tolgono ciccia e longevità , ma danno, da subito, quel tocco di raffinata beva che mi fa innamorare. Seccato :D :D :D :)

Supertuscans:
- Guidalberto Incisa della Rocchetta 2014 : messo per primo perché , sapendolo , il più esile ... per modo di dire perché posso fare lo stesso discorso similmente al Baron Ugo. Elegante , bella bevibilità, fresco , coerentissimo con un'annata interpretata secondo le aspettative :D :D :D :D , al contrario di...
- SErre Nuove dell'Ornellaia 2014 : stessa annata per mostrare la differenza di stile ... didattica perfetta , visto la nota rosso cupa, concentrata e ricca di Merlot come da aspettativa (terroso , fruttolone, vaniglia di sottofondo) :D :D :D :) : la platea si è divisa equamente fra i primi due , per chi il velluto e la potenza rispetto alla freschezza e eleganza di Guidalberto
- Tignanello 2014 : vino assolutamente spiazzante ... mi aspettavo un Tignanello etereo e leggiadro ,data l'annata , e invece era nero pece e concentrato che le Serre Nuove sembrava un Bardolino chiaretto. Ma che cazzo di sangiovese è? E quanto Merlot/Cabernet ci hanno messo ? Non mi raccontino che non ha subito alcun trattamento di concentrazione , perché di sangiovese non aveva nulla, sembrava un taglio bordolese cileno ...oeh , mica male come vino in sé , ma giuro che alla cieca mi avrebbe fatto andare in sudamerica o in Napa ... :D :D :D

Brunello + intruso :
- Assiolo 2015 Costa Archi : sorpresa per tutti , ma dico tutti . Solare , ricco , di grande bevibilità e con una struttura tutt'altro che banale :D :D :D :)
- Vigna Soccorso Tiezzi 2011 : di bel colore rosso chiaro con qualche nuances aranciata lievissima, profumi intensi e amarenosi, balsamico , finissimo ... piaciuto molto a tutti :D :D :D :D
- Biondi Santi 1998 : vino della serata , tutti a casa. Austero , profumatissimo , bocca setosa e ammiccante ... che boccia... :D :D :D :D :)



FINALE:
- Vinsanto Podere il Palazzino : fra i migliori Vinsanto Toscani di quest'anno , denso , ambrato , albicocche candite, frutta secca , mallo di noce ... :D :D :D :D
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda landmax » 13 apr 2018 14:31

vinogodi ha scritto:Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli ... una delle sorprese per tutti i presenti che non si aspettavano tale potenza unita a piacevolezza. Giallo oro, profumi bellissimi di frutta matura (pesca bianca) , consistenza con pochi eguali per un vino italiano bianco. Richiesto da tutti il bis e ... tris : :D :D :D :D


Marco, quale delle tre? Tradizionale, Fiore o Carato? Quale annata? Grazie.
vinogodi
Messaggi: 28628
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda vinogodi » 13 apr 2018 14:44

landmax ha scritto:
vinogodi ha scritto:Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli ... una delle sorprese per tutti i presenti che non si aspettavano tale potenza unita a piacevolezza. Giallo oro, profumi bellissimi di frutta matura (pesca bianca) , consistenza con pochi eguali per un vino italiano bianco. Richiesto da tutti il bis e ... tris : :D :D :D :D


Marco, quale delle tre? Tradizionale, Fiore o Carato? Quale annata? Grazie.
...Tradizionale 2015
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda landmax » 13 apr 2018 19:02

vinogodi ha scritto:
landmax ha scritto:
vinogodi ha scritto:Aperitivo : Vernaccia di San Gimignano MOntenidoli ... una delle sorprese per tutti i presenti che non si aspettavano tale potenza unita a piacevolezza. Giallo oro, profumi bellissimi di frutta matura (pesca bianca) , consistenza con pochi eguali per un vino italiano bianco. Richiesto da tutti il bis e ... tris : :D :D :D :D


Marco, quale delle tre? Tradizionale, Fiore o Carato? Quale annata? Grazie.
...Tradizionale 2015


Cercherò di scovarla, allora, anche perché è il vino più economico dei tre e non l'ho mai provato.
Io amo molto la Fiore, che a mio parere è un piccolo capolavoro (2013 da sballo, ad es.).
La Carato invece mi ha convinto poco, sebbene probabilmente sia solo una questione di "digestione" del legno, abbastanza evidente in gioventù (ma facendo la prova con bottiglia tenuta aperta vari giorni il vino ne ha guadagnato in definizione, magari va solo atteso a lungo).
stefanor
Messaggi: 44
Iscritto il: 27 gen 2014 14:51

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda stefanor » 14 apr 2018 11:42

Dal basso della mia esperienza; Castello di Radda '15 con bistecca di controfiletto e patate novelle ... mah, sarà pure banale ma che goduria !!
Messner
Messaggi: 813
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Messner » 14 apr 2018 16:44

Domaine Les Aurelles Solen 2012: quando ci si chiede cosa significhi vino salato, questo rosso ne è veramente l'incarnazione. Ribes, ciliegia, mora matura, pepe verde, salsedine ed alloro. Buon corpo, persistenza molto elevata e acidità power. Ottimo l'equilibrio fra le componenti. Bella bottiglia, bevibile già da ora ma ha ancora tantissimi anni davanti a se
Spectator
Messaggi: 3777
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Spectator » 15 apr 2018 12:16

...Cepparello 2001,I & Olena. Una gran bella boccia!Elegante,di gran bevibilita' con tannini finissimi;complesso ma allo stesso tempo sobrio ,facile e perfettamente bilanciato in tutte le sue componenti.Note fruttate a iosa,poi tabacco,cioccolata e cuoio;finale lunghissimo.Bottiglia in stato di grazia..ben abbinata ad gran fetta di vitellone cotta su pietra ollare.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2835
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Ludi » 15 apr 2018 19:33

Morgenster White 2013: molto aderente al modello bordolese, con il Sauvignon a cedere il passo, almeno organoletticamente, alla morbidezza e mineralità. Un po' troppo costruito.
Domaine Drouhin, Oregon PN Cuvée Laurène 2007: fuori dalla Borgogna, il PN è (quasi) solo Oregon e Central Otago. Ineccepibile nelle note speziate ed animali.
Walter Massa, Sterpi 2006: all'aspetto e al naso un Riesling alsaziano, ma in bocca le erbe aromatiche parlano decisamente italiano. Grasso, grassissimo e affascinante.
Passpisciaro 2006: compresso al naso su note fumé, in bocca è esplosivo e semplicemente strepitoso. Andrebbe rivisitato tra qualche anno.
Dettori, Moscadeddu 2015: eccentrico, nè dolce nè secco, lievitoso (sic), compulsivo.
Cottanera, Sole di Sesta 2009: Syrah?
Hambledon, Meonhill Rosè: gradevole nelle note di bonbon alla ciliegia, di questo produttore prediligo decisamente la Cuvée Prestige.
Weinbach, GWT Furstenum 2007: assolutamente didascalico nelle note varietali e, udite udite, dalla vivida freschezza! Quando le Faller entrano in gioco, non ce n'è per nessuno.
Gerin, Cote Rotie La Landonne 2003: crepuscolare e baroleggiante al naso, ma in bocca....in una parola, commovente.
supersonic76
Messaggi: 752
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda supersonic76 » 16 apr 2018 09:53

Lacrima di Morro d'Alba Orgiolo 2014 Marotti Campi
Credo che assieme al Pelaverga sia davvero quanto di meglio si possa bere con 10 euro.Fantastico.
Pure in un'annata non proprio proprio eccellente, si conferma un vino di puro, semplice piacere.
Naso di intensità pazzesca di ciliegia, frutti di bosco, rosa.Bocca morbida, armonica; i 13,5% gradi sono assolutamente impercettibili.Un succo di frutta.Mezza boccia che si volatilizza in 10 minuti
Memento Audere Semper
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1559
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 16 apr 2018 12:54

Recenti bevute finesettimanali

Valpolicella dal Forno 2008: ciliegie mature, ribes, polvere di cacao, note balsamiche, soprattutto di mentuccia..bocca suadente, rotonda dal finale lunghissimo e una beva che in tre la bottiglia è evaporata nel tempo di papparsi qualche fetta di scamone brasato cotto nell'amarone..

Trebbiano Valentini 2013: frutti tropicali, chicchi di caffè, nocciole tostate, bocca di una freschezza inaudita, con rimandi allo zenzero e alla camomilla.. continuo a preferire la 2012 più cicciona e burrosa, ma questa sembra proprio avere un altro passo.

Barolo Marchesi di Barolo 1970: assaggiato alla cieca..non gli avrei dato più di una decina d'anni..al naso c'è ancora del frutto, che vira quasi immediatamente su note di confettura, e poi carne salata, rosa appassita, bocca sapida, con il tannino che ancora vuole dire la sua..una sorpresa meravigliosa.

Barbera Giuseppe Rinaldi 2016: bevuta alla trattoria della posta di monforte ad accompagnare il menu della tradizione..risulta morbida già al naso, con sentori di frutta dolce e un alcol lievemente in evidenza..bocca vellutata, con una bella acidità percepita soprattutto su finale.

Barolo chinato cappellano: provato con la panna cotta proprio non ci azzeccava nulla..e allora lo abbiamo bevuto a fine pasto dopo il caffè..austero nella sua speziatura, che dalla mia piccola esperienza nella tipologia definirei quasi estrema..di grande corpo al palato, lascia andare sul finale una nota di anice, amarognola che non m ha proprio conquistato.

In visita da Marcarini:
molto interessante tutta la linea, il dolcetto da vigna prefillossera non è niente male, il fontanazza un po troppo "dolcetto" per i miei gusti ma senz'altro accademico..barbera da tracannare d'estate magari in occasione di una grigliata, molto giovani entrambi i cru di barolo, probabilmente la serra già più godibile, brunate 14 ancora un pò chiusino ma sembra un vero peso massimo.
A chi non l'ha mai visitata consiglio di rimediare, Valeria è molto disponibile, preparata, ma soprattutto simpatica..è bello veder cadere ogni tanto il muro di serietà che ci si trova troppo spesso nelle visite ai produttori.

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.
Lorenzo
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Francesco M » 16 apr 2018 13:51

gbaenergiaeco10 ha scritto:Recenti bevute finesettimanali

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.


hanno digerito bene il legno?
La ragione ha torto
BarbarEdo
Messaggi: 718
Iscritto il: 25 apr 2017 23:11

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda BarbarEdo » 16 apr 2018 14:11

Suavia - Massifitti 2012
Paglierino-dorato, brillante. Poco espressivo nei profumi, quasi esclusivamente sul registro minerale - marino (iodio, roccia bagnata...). Sotto, appena un accenno di agrumi. In bocca invece è piacevolissimo, energico, decisamente fresco ma con una bella struttura a sostegno. Molto, molto persistente. Piaciuto a fianco di una (ottima!!!) pizza rossa con burrata e acciughe. Una goduria 8)

Jamet - Syrah 2016
Un bel base, con naso molto tipico, selvatico, di ciliegie nere e pepe... Un sorso equilibrato e goloso, di medio corpo. Abbinabile a tutto o quasi. Io l'ho messo vicino a un croque-monsieur e ne è venuta fuori una bella merenda.

Sottimano - Barbaresco Cottà 2007
Il floreale nebbiolesco qui è intensissimo, fluttuante nel tempo, si apre in "finestre di luce" emozionanti, purissime.
Piccoli frutti rossi ancora freschi, misurati e mai prevalenti nella complessità degli aromi. Poi tabacco, violetta, chiodi di garofano, accenno di goudron... Sorso di energia, stratificazione e persistenza rare. Bottiglia perfetta (fortuna?) Nella top 3 dei barbarescos ever.
Se dovessi dare un punteggio sarebbe 95.
Primum bibere deinde philosophari
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1559
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 16 apr 2018 14:24

Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Recenti bevute finesettimanali

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.


hanno digerito bene il legno?


Sul Bussia onestamente legno non pervenuto..nel chirlet il tannino gratta ancora un po', più nella 2013 che nella 2014, ma credo che, rientrata quella nota verdognola, ne uscirà un grande vino...il nebbiolo è da comprare in magnum e lasciare li 4/5 anni...imho..
Lorenzo
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1559
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 16 apr 2018 14:26

gbaenergiaeco10 ha scritto:
Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Recenti bevute finesettimanali

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.


hanno digerito bene il legno?


Sul Bussia onestamente legno non pervenuto..nel chirlet il tannino gratta ancora un po', più nella 2013 che nella 2014, ma credo che, rientrata quella nota verdognola, ne uscirà un grande vino...il nebbiolo è da comprare in magnum e lasciare li 4/5 anni...imho..


e se questo è un vino di risulta....ben vengano i vini di risulta.....
Lorenzo
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Francesco M » 16 apr 2018 18:24

gbaenergiaeco10 ha scritto:
Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Recenti bevute finesettimanali

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.


hanno digerito bene il legno?


Sul Bussia onestamente legno non pervenuto..nel chirlet il tannino gratta ancora un po', più nella 2013 che nella 2014, ma credo che, rientrata quella nota verdognola, ne uscirà un grande vino...il nebbiolo è da comprare in magnum e lasciare li 4/5 anni...imho..


il bussia qual è?
pensavo che come barolo, scaletta producesse solamente il chirlet
La ragione ha torto
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1559
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 16 apr 2018 18:35

Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:
Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Recenti bevute finesettimanali

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.


hanno digerito bene il legno?


Sul Bussia onestamente legno non pervenuto..nel chirlet il tannino gratta ancora un po', più nella 2013 che nella 2014, ma credo che, rientrata quella nota verdognola, ne uscirà un grande vino...il nebbiolo è da comprare in magnum e lasciare li 4/5 anni...imho..


il bussia qual è?
pensavo che come barolo, scaletta producesse solamente il chirlet


Non so se questa sia la prima annata, pochissime bottiglie prodotte
Lorenzo
Francesco M
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 apr 2017 12:03

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Francesco M » 16 apr 2018 18:44

gbaenergiaeco10 ha scritto:
Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:
Francesco M ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Recenti bevute finesettimanali

In visita da Simone Scaletta:
ci ha accolti il padre, simone era al vinitaly. grande persona, sono volate due ore tra chiacchiere risate e winetasting.
mi sono portato a casa un assaggio di tutto, dolcetto e barbera molto puliti, il nebbiolo 2016 è uno schiacciasassi, alla cieca avrei detto che si trattasse di un barolo, molto interessante anche il chirlet, anche se con una nota un po' verdognola che ne inficia lievemente la beva.
Il Bussia, a mio modesto parere, un piccolo grande capolavoro.


hanno digerito bene il legno?


Sul Bussia onestamente legno non pervenuto..nel chirlet il tannino gratta ancora un po', più nella 2013 che nella 2014, ma credo che, rientrata quella nota verdognola, ne uscirà un grande vino...il nebbiolo è da comprare in magnum e lasciare li 4/5 anni...imho..


il bussia qual è?
pensavo che come barolo, scaletta producesse solamente il chirlet


Non so se questa sia la prima annata, pochissime bottiglie prodotte


ah, ecco, grazie mille delle delucidazioni :)

riuscissi a ritagliarmi un po' di tempo mi piacerebbe tornare per un giro in langa in qualche cantina meno battuta e più alla mia portata
La ragione ha torto
giandriolo
Messaggi: 192
Iscritto il: 22 feb 2016 19:07
Località: Triveneto

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda giandriolo » 17 apr 2018 12:11

Un paio di bevute domenicali:

Villa Crespia - Franciacorta Simbiotico Brut (sbocc. 2017): assaggiato già diverse volte, si conferma a mio avviso un prodotto di q/p eccellente. 100% Chardonnay. Miele, agrumi, lieve tostatura al naso. Sorso a tratti vinoso e poco armonico, ma nel complesso diverte e si lascia bere.

Damijan Podversic - Kaplja 2012: naso di albicocca candita, noci, thè nero, qualche accenno di rovere, comunque delicato, è in bocca che è un vortice, acidità sempre in equilibrio, grande eleganza e morbidezza, chiude lungo con una freschezza tannica e balsamica.
Wine improves with age. The older I get, the better I like it.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7776
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda zampaflex » 17 apr 2018 19:50

Per la serie "cerchiamo di farci piacere un franciacorta ", ventunesima puntata :
Monterossa - Cabochon 2011
Bah. Naso carente di espressività, bocca dalla bolla ruvida e dall'acidità grattuggiante. Poi leggi l'alcool (12,5%) e pensi a come fossero verdi i grappoli raccolti...
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1559
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 18 apr 2018 12:45

zampaflex ha scritto:Per la serie "cerchiamo di farci piacere un franciacorta ", ventunesima puntata :
Monterossa - Cabochon 2011
Bah. Naso carente di espressività, bocca dalla bolla ruvida e dall'acidità grattuggiante. Poi leggi l'alcool (12,5%) e pensi a come fossero verdi i grappoli raccolti...


:mrgreen: :mrgreen:
del Pendio, Aderici e casa caterina che ne pensi?
Lorenzo
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7776
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda zampaflex » 18 apr 2018 13:05

gbaenergiaeco10 ha scritto:
zampaflex ha scritto:Per la serie "cerchiamo di farci piacere un franciacorta ", ventunesima puntata :
Monterossa - Cabochon 2011
Bah. Naso carente di espressività, bocca dalla bolla ruvida e dall'acidità grattuggiante. Poi leggi l'alcool (12,5%) e pensi a come fossero verdi i grappoli raccolti...


:mrgreen: :mrgreen:
del Pendio, Aderici e casa caterina che ne pensi?


Pendio assaggiati quattro anni fa, da semplici a grossolani.
Arici mai provati
Caterina altalenanti, sopravvalutati, mi piacque però l'oneroso riserva del 1999

Mi ricordo buoni, o quantomeno interessanti, i Cà del Vent 2009, Un villa Crespia pas dosé, un sorprendente Bersi Serlini numero 4, un extra brut de La Montina 2006 molto buono, ma non più riprovato.
Resto, da seppellire negli scaffali della GDO.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2835
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda Ludi » 18 apr 2018 14:52

zampaflex ha scritto:Caterina altalenanti, sopravvalutati, mi piacque però l'oneroso riserva del 1999



Casa Caterina passa dal molto interessante all'assoluta ciofeca da bottiglia a bottiglia. Per me tra i vini "naturali" è uno dei più vecchi come concezione, nel senso che non si preoccupa di aver spesso molto da farsi perdonare. Un tempo questi vini mi affascinavano, poi quando assaggio Weinbach o Huet mi rendo conto che con la biodinamica si può fare ben altro.
giandriolo
Messaggi: 192
Iscritto il: 22 feb 2016 19:07
Località: Triveneto

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda giandriolo » 18 apr 2018 15:43

Ludi ha scritto:
zampaflex ha scritto:Caterina altalenanti, sopravvalutati, mi piacque però l'oneroso riserva del 1999



Casa Caterina passa dal molto interessante all'assoluta ciofeca da bottiglia a bottiglia. Per me tra i vini "naturali" è uno dei più vecchi come concezione, nel senso che non si preoccupa di aver spesso molto da farsi perdonare. Un tempo questi vini mi affascinavano, poi quando assaggio Weinbach o Huet mi rendo conto che con la biodinamica si può fare ben altro.


Segnalo il Rosé Antique, bevuto in diverse versioni (2002 e 2004 su tutte, l'ultima lo scorso Capodanno) mi ha sempre entusiasmato. Non mi dilungo in descrizioni, ferma restando la variabilità delle bottiglie, in alcune versioni era (a dir poco) sorprendente.
Wine improves with age. The older I get, the better I like it.
supersonic76
Messaggi: 752
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda supersonic76 » 18 apr 2018 17:27

Nebbiolo 2015 Brezza
Come può una cantina capitanata da persone super e capace di produrre vini straordinari (e con prezzi ancora al limte del buon senso) produrre una porcata simile? :shock:
Costa poco per carità (neanche regalato) ma è na roba orrenda.Color rosso scarichissimo, sembra quasi un rosato.Sapido, caldo con un finale amarissimo.Bah.
Memento Audere Semper
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1559
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: COSA SI BEVE IN APRILE?

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 18 apr 2018 17:52

supersonic76 ha scritto:Nebbiolo 2015 Brezza
Come può una cantina capitanata da persone super e capace di produrre vini straordinari (e con prezzi ancora al limte del buon senso) produrre una porcata simile? :shock:
Costa poco per carità (neanche regalato) ma è na roba orrenda.Color rosso scarichissimo, sembra quasi un rosato.Sapido, caldo con un finale amarissimo.Bah.


addirittura? concordo in parte sul finale, direi amarognolo più che amarissimo..ma sul resto ni..mi ricordo un naso classico, molto floreale e con un bel fruttino..la sapidità è tanto male? non è segno di mineralità? può essere che si tratti di bottiglia (o lotto) storta?
Lorenzo

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Biavo, biodinamico, karroth, Max1991, sancerre74, vinogodi e 18 ospiti