Pagina 1 di 9

Sfide

Inviato: 26 feb 2017 00:45
da ZEL WINE
Mi permetto di aprire una piccola rubrica di condivisione e dibattito per affrontare il tema delle "sfide" tanto appassionante in questo periodo; la valutazione e' espressa tra 7 semplici sbevazzoni e una grande talento:

Le bolle :
Krug CdA 96 vs bollinger VVF96 (tappe') salon88
Il Sangiovese:
Soldera90 riserva vs Biondi Santi55 riserva
Il Barolo:
Monprivato85 vs monfortino78
La Borgogna:
Chambertin rousseau10 vs la tache 12
La Francia:
Guigal la mouline88 vs montoun86
Gli artigiani:
Quintarelli amarone 90 ris vs rujno 90 mg (tappe')
I dolci:
Marsala riserva de bartoli 1860 vs diznoko ecsencia 00
Su tutti e tutto un commovente joselito gran reserva 2013

Re: Sfide

Inviato: 26 feb 2017 10:20
da Andyele
Azzardo:

Le bolle :
Krug CdA 96 vs bollinger VVF96 (tappe') salon88 : 1 fisso
Il Sangiovese:
Soldera90 riserva vs Biondi Santi55 riserva : 1
Il Barolo:
Monprivato85 vs monfortino78 : 2
La Borgogna:
Chambertin rousseau10 vs la tache 12 : X
La Francia:
Guigal la mouline88 vs montoun86: 1 con distacco
Gli artigiani:
Quintarelli amarone 90 ris vs rujno 90 mg (tappe') : sarebbe stato 1 lo stesso

Re: Sfide

Inviato: 26 feb 2017 10:58
da alì65
provo anch'io

Le bolle :
Krug CdA 96 vs bollinger VVF96 (tappe') salon88 : 1 con ampio margine
Il Sangiovese:
Soldera90 riserva vs Biondi Santi55 riserva : 1
Il Barolo:
Monprivato85 vs monfortino78 : 1
La Borgogna:
Chambertin rousseau10 vs la tache 12 : 2
La Francia:
Guigal la mouline88 vs montoun86: 2
Gli artigiani:
Quintarelli amarone 90 ris vs rujno 90 mg (tappe') : 1 comunque

Re: Sfide

Inviato: 26 feb 2017 12:55
da ZEL WINE
CdA vs VVf96 (salon88)
Sfida purtroppo falsata da un tappetto infimo che pregiudicava l'olfattiva sul VV (il liquido si beveva eccome) ma per correttezza non è stato valutato.
Salon 88 commovente, bottiglia affascinante, bollicina ancora presente e persistente (abbastanza raro nei salon anni80) cremoso. Bocca ancora energica floreale e raffinata come solo un grandissimo bdb deve avere.
Krug, che dire, vino perfetto in tutto, quasi disarmante.
Ho per la prima volta sentito quel quid in più rispetto alle altre categorie. Bocca di uno spessore e lunghezza marziana. Naso d'intensità e profondità da grande rosso.
Primo 100/100 unanime della giornata vs salon 97

Re: Sfide

Inviato: 26 feb 2017 22:08
da ZEL WINE
Soldera 90 ris: bel corredo volatilina compresa, aiuta un naso armonico non esplosivo. Bocca di qualità, alcuni ricordano migliore la gemella di tempo fa. Grande Sangiovese. 94,5
BS55 riserva: bottiglia in stato di grazia, alcuni che l'avevano bevuta direttamente da BS non credono alle loro pupille. Mio miglior Sangiovese dell vita. Vino talmente emozionale che non si può descrivere. 97

Re: Sfide

Inviato: 27 feb 2017 10:17
da Palma
Bevutina da niente eh? :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
Ora capisco perché il PC si rifiutasse di aprire sto thread :D
Non sono invidioso per natura, ma roba del genere non lo ho mai vista o quasi :D
Ci sono almeno 3 vini (CdA, Monfo e Mouline) da 100 punti senza tante discussioni

Re: Sfide

Inviato: 27 feb 2017 11:03
da Palma
ZEL WINE ha scritto:CdA vs VVf96 (salon88)
Sfida purtroppo falsata da un tappetto infimo che pregiudicava l'olfattiva sul VV (il liquido si beveva eccome) ma per correttezza non è stato valutato.
Salon 88 commovente, bottiglia affascinante, bollicina ancora presente e persistente (abbastanza raro nei salon anni80) cremoso. Bocca ancora energica floreale e raffinata come solo un grandissimo bdb deve avere.
Krug, che dire, vino perfetto in tutto, quasi disarmante.
Ho per la prima volta sentito quel quid in più rispetto alle altre categorie. Bocca di uno spessore e lunghezza marziana. Naso d'intensità e profondità da grande rosso.
Primo 100/100 unanime della giornata vs salon 97


Salon 88 davvero una sostituzione da niente :mrgreen:

Re: Sfide

Inviato: 27 feb 2017 14:32
da ZEL WINE
Palma ha scritto:Bevutina da niente eh? :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
Ora capisco perché il PC si rifiutasse di aprire sto thread :D
Non sono invidioso per natura, ma roba del genere non lo ho mai vista o quasi :D
Ci sono almeno 3 vini (CdA, Monfo e Mouline) da 100 punti senza tante discussioni

Sig.Palma lei è un medium

Re: Sfide

Inviato: 27 feb 2017 17:45
da gbaenergiaeco10
la madoi che roba.................... :shock:

Re: Sfide

Inviato: 27 feb 2017 18:13
da karroth
Aldilà dei vari punteggi fra l'altro altissimi è stata una giornata fantastica perché siamo riusciti a riunire insieme una quantità di grandi vini mostruosa ognuno di loro quasi al top della loro categoria.
Da un punto di vista emozionale una giornata così non ha prezzo, ma anche a livello didattico è stata molto utile per capire se mai ce ne fosse bisogno dove è meglio concentrarsi per bere le vere bt che danno quel quid in più e ti ricordano dove volevi arrivare bevendo i primi vini in gioventù.
Ad maiora, spero.

Re: Sfide

Inviato: 27 feb 2017 22:05
da ZEL WINE
Vero Alessio, visto che con le note impiegherei un mesetto, sintetizzo:
CdA 99,4
Vvf nv
Salon 97
BS 96,8
Soldera 94,1
Monfo 100
Monpri 95,9
Chamb 96,7
Tache 96
Mouline 100
Mounton 91,4
Quintarelli 93,9
Rujno nv
De bartoli 92,3
Disznoko 88,9

Re: Sfide

Inviato: 28 feb 2017 13:48
da landmax
ZEL WINE ha scritto:Vero Alessio, visto che con le note impiegherei un mesetto...


Dai Zel, prova a insistere! I punteggi ok, ma le note sono fondamentali, in particolare per una degustazione straordinaria come questa! :wink:

Comunque, per quanto riguarda gli champagne, mi pare si confermi che l'annata '96 non deluda le aspettative. Piuttosto: CdA Krug '96 l'hai trovato già pronto? Non era ancora una katana? Grazie.

Re: Sfide

Inviato: 28 feb 2017 18:14
da ZEL WINE
Krug assolutamente godibile, pronto non saprei. Io sono stato il piu' reticente mollandogli un 98. Acidita' gia integrata, nessuna spallata acida. L'annata centra, ma fino ad un certo punto su queste selezioni. Ricordo un 95 non meno memorabile. Se debbo trovargli un difettino: un po' troppo perfetto per essere vero. Col senno di poi, so che sono e saro' in minoranza, un punticino e mezzo max sopra Salon.

Re: Sfide

Inviato: 28 feb 2017 18:54
da alì65
ZEL WINE ha scritto:.... un punticino e mezzo max sopra Salon.


nel senso che, per te, Salon è sopra Krug?

Re: Sfide

Inviato: 28 feb 2017 18:54
da ZEL WINE
alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:.... un punticino e mezzo max sopra Salon.


nel senso che, per te, Salon è sopra Krug?


No, che il distacco e' nell'orbita di max un punto e mezzo a favore di krug.

Re: Sfide

Inviato: 01 mar 2017 08:01
da alì65
ZEL WINE ha scritto:
alì65 ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:.... un punticino e mezzo max sopra Salon.


nel senso che, per te, Salon è sopra Krug?


No, che il distacco e' nell'orbita di max un punto e mezzo a favore di krug.


ok, ci sta..

Re: Sfide

Inviato: 03 mar 2017 10:11
da brozzi
Da osservatore esterno, posso limitarmi a fare una valutazione sulla sfida Sangiovese. Ho bevuto varie volte Soldera Ris 90 e un paio la Riserva 55 di Biondi Santi. Alcune valutazioni:
- Prospettive di invecchiamento. Un Soldera tra 35 anni è tutto da vedere per evoluzione ed integrità di profumi. Nel frattempo è passata un'epoca in termini di tecniche di vinificazione e clima, a Montalcino e nel mondo.
- Stili non paragonabili. Possibile che il carattere e la tensione di una grande annata di Soldera siano effettivamente inossidabili come il Biondi Santi 55. Il confronto è divertente. Sarebbe stato più corretto paragonare le 1978, per avere il polso dei due interpreti sulla stessa annata
- Variabilità tra le bottiglie che aumenta con i decenni. BSR55 ha una certa variabilità, per motivi ovvi (62 anni sopra la Terra sono tanti): la prima che aprimmo era francamente sbalorditiva per profumi ed eleganza, se posso essere franco con un'eleganza e una purezza che Soldera non ha mai raggiunto. La seconda era più stanca e "ordinaria". Da apprendista alchimista, mi diverto sempre a consultare il calendario della Thun, quando succedono queste cose. Effettivamente per la seconda era fase radici, ma questa prendetela come una boutade :D Su Soldera 90 nei vari assaggi, ho trovato una maggiore coerenza tra le bottiglie
- Rarità e prezzo. Per quanto Soldera possa sembrare caro, ha un prezzo nettamente inferiore, proporzionato alla relativa facilità con cui si recuperano bottiglie e al fatto che tutte siano grosso modo integre. La 55 è un esborso importante e solo poche accurate conservazioni (bottiglie non viaggiate) consentono di dormire tranquilli nel tempo che intercorre tra l'acquisto e la stappatura
- Fascino e mito. BSR55 la si apre sicuramente con un maggior timore reverenziale, con il polso che trema e le lame che affondano con una certa timidezza. Contrariamente a quanto si pensa, non necessita di ore per lasciar emergere la sua grandezza, se la bottiglia è grande già dall'odore del tappo si palesa e il primo sorso conferma. I 35 anni di salto di età creano sicuramente le condizioni per quel rispetto che un ragazzo nel pieno delle forze deve ad un uomo adulto con tanta strada percorsa.

Re: Sfide

Inviato: 03 mar 2017 10:29
da george7179
A me interesserebbero i commenti sulla sfida sottostante...

La Borgogna:
Chambertin rousseau10 vs la tache 12


grazie

Re: Sfide

Inviato: 03 mar 2017 10:30
da zampaflex
Davide, cos'è quella manifestazione del 19/4 a Milano? Interessante. ..

Re: Sfide

Inviato: 03 mar 2017 11:44
da brozzi
zampaflex ha scritto:Davide, cos'è quella manifestazione del 19/4 a Milano? Interessante. ..


Ci sto lavorando in questi giorni, sarà un pomeriggio ultra-specializzato

Re: Sfide

Inviato: 03 mar 2017 14:32
da ZEL WINE
brozzi ha scritto:Da osservatore esterno, posso limitarmi a fare una valutazione sulla sfida Sangiovese. Ho bevuto varie volte Soldera Ris 90 e un paio la Riserva 55 di Biondi Santi. Alcune valutazioni:
- Prospettive di invecchiamento. Un Soldera tra 35 anni è tutto da vedere per evoluzione ed integrità di profumi. Nel frattempo è passata un'epoca in termini di tecniche di vinificazione e clima, a Montalcino e nel mondo.
- Stili non paragonabili. Possibile che il carattere e la tensione di una grande annata di Soldera siano effettivamente inossidabili come il Biondi Santi 55. Il confronto è divertente. Sarebbe stato più corretto paragonare le 1978, per avere il polso dei due interpreti sulla stessa annata
- Variabilità tra le bottiglie che aumenta con i decenni. BSR55 ha una certa variabilità, per motivi ovvi (62 anni sopra la Terra sono tanti): la prima che aprimmo era francamente sbalorditiva per profumi ed eleganza, se posso essere franco con un'eleganza e una purezza che Soldera non ha mai raggiunto. La seconda era più stanca e "ordinaria". Da apprendista alchimista, mi diverto sempre a consultare il calendario della Thun, quando succedono queste cose. Effettivamente per la seconda era fase radici, ma questa prendetela come una boutade :D Su Soldera 90 nei vari assaggi, ho trovato una maggiore coerenza tra le bottiglie
- Rarità e prezzo. Per quanto Soldera possa sembrare caro, ha un prezzo nettamente inferiore, proporzionato alla relativa facilità con cui si recuperano bottiglie e al fatto che tutte siano grosso modo integre. La 55 è un esborso importante e solo poche accurate conservazioni (bottiglie non viaggiate) consentono di dormire tranquilli nel tempo che intercorre tra l'acquisto e la stappatura
- Fascino e mito. BSR55 la si apre sicuramente con un maggior timore reverenziale, con il polso che trema e le lame che affondano con una certa timidezza. Contrariamente a quanto si pensa, non necessita di ore per lasciar emergere la sua grandezza, se la bottiglia è grande già dall'odore del tappo si palesa e il primo sorso conferma. I 35 anni di salto di età creano sicuramente le condizioni per quel rispetto che un ragazzo nel pieno delle forze deve ad un uomo adulto con tanta strada percorsa.


Le "SFIDE" sono nate per tarare la qualita' della tipologia, cercando di valutare la grandezza delle zone/vitigni in generale,attraverso bottiglie abbastanza rappresentative.
Nulla di specifico,difatti i titoli del contendere sono piuttosto "generici"; solo un occasione per bere decentemente.

Re: Sfide

Inviato: 05 mar 2017 03:57
da ZEL WINE
Monprivato: bella bottiglia, naso monprivatiano sussurrato e raffinato. Bocca stretta ed integra. Ho sempre avuto grandi soddisfazioni da questa annata.
Monfortino: ola ola ola. 110 e lode bacio accademico pubblicaZione della tesi sulla storia del Barolo.
Vino di bocca enorme, piena, densa. Frutto, fiore, spezie.
Peccato non aver saputo attenderlo per un oretta in più.
Probabilmente il più grande vino italiano mai fatto.

Re: Sfide

Inviato: 20 mag 2017 18:51
da ZEL WINE
Consueta Uliassata in quel di Senigallia, cucina su livelli siderali:

- krug gc MG
- krug rose' vs DR rose' 90
- krug 88 vs DR bdb 79
- krug 89 vs krug collection 89
- inniskillin 12 Cabernet Franc

Re: Sfide

Inviato: 20 mag 2017 20:07
da Smarco
ZEL WINE ha scritto:Consueta Uliassata in quel di Senigallia, cucina su livelli siderali:

- krug gc MG
- krug rose' vs DR rose' 90
- krug 88 vs DR bdb 79
- krug 89 vs krug collection 89
- inniskillin 12 Cabernet Franc

Ho letto su fb di un grande DR 79
Il rose di krug che deg aveva?

Re: Sfide

Inviato: 21 mag 2017 02:46
da ZEL WINE
DR in ottima forma, annata memorabile tra l'altro.
Anche se il mostro di giornata si è per l'ennesima volta confermato krug 88.
Sboccatura rose' una decina d'anni.