CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 01 ott 2016 06:04

Per ora nulla, ma la giornata si prospetta interessante... 8)
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4182
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Wineduck » 01 ott 2016 07:00

Kalosartipos ha scritto:Per ora nulla, ma la giornata si prospetta interessante... 8)


La tua o in generale? 8)
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
piergi
Messaggi: 2236
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda piergi » 02 ott 2016 09:20

Cristiano Guttarulo
Gioia del colle primitivo Antello delle Murge 2006

A volte il tempo è realmente galantuomo. Avevo acquistato alcune bocce di questo vino all'uscita e la loro performance era stata invero imbarazzante. Puzze, riduzioni e sgrammaticature varie mi avevano allontanato da questa etichetta.
Ieri mattina grufolando nella sezione Puglia mi imbatto in questo flacone, vabbè , mi dico, buttiamoci, male che vada lo berrà il lavandino.
All'apertura tappo perfetto, profumi.....beh......un tantinello nature, non proprio imbarazzanti ma insomma neppure elencabili.
Il vino versato ha un colore irreale per la tipologia, un bellissimo granato brillante più nebiolesco che murgiano.
Il sorso è perfettamente leggibile e godurioso, c'è il cioccolato fondente, il cuoio, la grafite, in più una vivissima acidità rende i 15 gradi dell'etichetta agilissimi al palato. La PAI è molto lunga e rimane un sensetto di ratafià molto d'antan. Quasi un vino gozzaniano
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 ott 2016 09:37

Wineduck ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:Per ora nulla, ma la giornata si prospetta interessante... 8)


La tua o in generale? 8)


La mia, anche se ho visto che altri hanno fatto pure meglio.
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 ott 2016 09:39

Ieri, pranzo al "Miramonti L'altro" di Concesio, in tre, con byob

Bottiglia con qualche anno, ancora importata da Antinori e senza ID-number.. rispetto ad altre bevute, legno più in evidenza
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 ott 2016 09:41

Decisamente buona... pure qui, avrei preferito giusto un filo di legno in meno
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 ott 2016 09:42

Un po' sotto le attese, sarà anche l'annata.. c'era pure del residuo in sospensione
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 02 ott 2016 09:43

Per terminare, dalla carta del locale abbiamo scelto questo Moscato Giallo, discreto, mancava un poco di acidità..
Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7664
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda zampaflex » 02 ott 2016 14:48

Il Serenade 2010 è una bomba gioiosa di frutti, uno spettacolo aromatico. Bevuto due anni fa, l'acidità era giusta. Certo che per te non era probabilmente neanche lontanamente sufficiente :mrgreen: magari la solita questione della variabilità di bottiglia.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
ZEL WINE
Messaggi: 7185
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda ZEL WINE » 02 ott 2016 15:58

Rd88: oro carico, naso di porcino sussurrato, bocca clamorosa forse il migliore tra gli rd
Soldera RDM 79: Rosso vivo, naso da Sangiovese puro con una piccola volatile che aiuta, bocca ancora succosa e viva
Terlano Sauvignon 91 riserva storica: giallo paglierino cangiante, naso da Sauvignon di quelli buoni, bocca evoluta e sfuggente
Hermitage chave 02: si conferma mia bottiglia del cuore, solo i la la in annata mitica li preferisco:
naso cesellato, incessante e nitido come un grande borgogna ma con la bocca rodanesca fino al midollo
Recioto dal forno 88: bottiglia della serata ,vino sublime, unica espressione dalforniana che si affianca al maestro.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8669
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda arnaldo » 02 ott 2016 19:01

Kalosartipos ha scritto:Un po' sotto le attese, sara'anche l'annata
Immagine


Ahh ma guarda che invece di rossi 2007 ne ho bevuti di veramente godibili...profumati....spesso golosi......su Clos de Lambrays se fossi un degustatore de la Revue de france gli toglierei subito almeno una stella, i prezzi sono diventati inversamente proporziali alla qualita'nelle annate....e negli anni ne hanno cannate svariate purtroppo,
Ultima modifica di arnaldo il 03 ott 2016 07:48, modificato 1 volta in totale.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11796
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Alberto » 02 ott 2016 20:05

Un paio di rossi frizzanti charmat...

Oggi a pranzo con pizza al farro home-Made: OP Bonarda Frizzante Campo del Monte, Fratelli Agnes, 2015 (14%)
Fresco trebicchierato. Che dire: innanzitutto, tappo in silicone...ma ci sta, non deve certamente invecchiare. Poi: bella la spuma violacea, ma poco persistente, profumi non troppo esplosivi di frutto di bosco coi classici tratti scuri e "bucciosi" della croatina, bocca coerente, fruttata è un po' monodimensionale; sicuramente fatto con cura nella e centrato nella sua tipologia da vino disimpegnato da salumi e pizza ma...un Tre Bicchieri? Mah... :roll:

Ieri a pranzo in quel di Mesola (FE), con gnocco fritto e "zia" ferrarese e cappellacci di zucca: Fortana del Bosco Eliceo Frizzante, Corte Madonnina, 2013 (11%)
Qui invece secondo me il vino getta il cuore oltre l'ostacolo dei limiti della tipologia (anche in termini di tenuta nel tempo: ancora in forma a 3 anni dalla vendemmia), e si dimostra una bevuta interessante: colore rubino chiaro con solo lievi nuances granate, profumi garbati e precisi di frutti rossi (lampone su tutto) ed una traccia vegetale, bollicina appena accennata, cremosa, che solletica e sgrassa alla grande assieme all'acidità gagliarda. Gustoso, bravi!
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11796
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Alberto » 02 ott 2016 20:07

piergi ha scritto:Cristiano Guttarulo
Gioia del colle primitivo Antello delle Murge 2006

A volte il tempo è realmente galantuomo. Avevo acquistato alcune bocce di questo vino all'uscita e la loro performance era stata invero imbarazzante. Puzze, riduzioni e sgrammaticature varie mi avevano allontanato da questa etichetta.
Ieri mattina grufolando nella sezione Puglia mi imbatto in questo flacone, vabbè , mi dico, buttiamoci, male che vada lo berrà il lavandino.
All'apertura tappo perfetto, profumi.....beh......un tantinello nature, non proprio imbarazzanti ma insomma neppure elencabili.
Il vino versato ha un colore irreale per la tipologia, un bellissimo granato brillante più nebiolesco che murgiano.
Il sorso è perfettamente leggibile e godurioso, c'è il cioccolato fondente, il cuoio, la grafite, in più una vivissima acidità rende i 15 gradi dell'etichetta agilissimi al palato. La PAI è molto lunga e rimane un sensetto di ratafià molto d'antan. Quasi un vino gozzaniano

Bel vino, piaciuto davvero anche a me! :)

Però è Guttarolo, con la O. :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
piergi
Messaggi: 2236
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda piergi » 02 ott 2016 22:11

Alberto ha scritto:
piergi ha scritto:Cristiano Guttarulo
Gioia del colle primitivo Antello delle Murge 2006

A volte il tempo è realmente galantuomo. Avevo acquistato alcune bocce di questo vino all'uscita e la loro performance era stata invero imbarazzante. Puzze, riduzioni e sgrammaticature varie mi avevano allontanato da questa etichetta.
Ieri mattina grufolando nella sezione Puglia mi imbatto in questo flacone, vabbè , mi dico, buttiamoci, male che vada lo berrà il lavandino.
All'apertura tappo perfetto, profumi.....beh......un tantinello nature, non proprio imbarazzanti ma insomma neppure elencabili.
Il vino versato ha un colore irreale per la tipologia, un bellissimo granato brillante più nebiolesco che murgiano.
Il sorso è perfettamente leggibile e godurioso, c'è il cioccolato fondente, il cuoio, la grafite, in più una vivissima acidità rende i 15 gradi dell'etichetta agilissimi al palato. La PAI è molto lunga e rimane un sensetto di ratafià molto d'antan. Quasi un vino gozzaniano

Bel vino, piaciuto davvero anche a me! :)

Però è Guttarolo, con la O. :wink:

Mi era venuto il dubbio, ma non avev voglia di controllare...... :lol:
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Kalosartipos » 03 ott 2016 09:09

arnaldo ha scritto:Ahh ma guarda che invece di rossi 2007 ne ho bevuti di veramente godibili...profumati....spesso golosi......su Clos de Lambrays se fossi un degustatore de la Revue de france gli toglierei subito almeno una stella, i prezzi sono diventati inversamente proporziali alla qualita'nelle annate....e negli anni ne hanno cannate svariate purtroppo,


Ma pure io ho bevuto rossi 2007 di grande soddisfazione... forse questo CdL dà man forte a chi considera la 2007 annata scrausa, anche se non era proprio scadente..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2818
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Ludi » 03 ott 2016 15:20

Bichot, Chablis 1er Cru Montmains 2010: decisamente buono, forse mi sarei aspettato un guizzo acido in più, ma è materico e consistente, quasi opulento....
Cantina del Notaio, La Firma 2007: qui l'opulenza era invece aspettata. Il vino è decisamente grasso e fruttatone, forse da aspettare ancora un po' per snellirsi e terziarizzarsi. Molto buono, comunque.
Nikolaihof, Gruner Veltliner Im Weingebirge 2007: produttore che nella mia esperienza non sbaglia un colpo. Si affaccia già un bell'idrocarburo, è fresco, avvolgente, giustamente glicerico...cosa chiedere di più?
Domaine Gauby, Muntada 2010: grandissimo. La potenza del sud e la verticalità cerebrale del nord, in una sola bottiglia. Spaventosamente bevibile, appagante, infinito nella persistenza.
Bea, Sagrantino di Montefalco Passito 2006: non all'altezza dei suoi secco (la 2003 mi era sembrata assai migliore), ma si beve bene.
Leclerc Briant, Champagne Les Chevres Pierreuses : forse ha un limite nella non soverchia complessità, ma l'eleganza è davvero notevolissima. I sentori sono dolci ed avvolgenti, anche se è dosato extra brut, e si beve che è un vero piacere.
Vina Sastre, Pago de Santa Cruz 2003: l'annata lo rende concentrato, fin troppo, e vagamente marmellatoso. Per carità, la speziatura è notevole, la terziarizzazione ineccepibile, ma risulta leggermente stancante.
Contini, Antico Gregori: regge alla grande il confronto con un grande Jerez, e non è poco.
vinogodi
Messaggi: 28506
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda vinogodi » 03 ott 2016 15:59

Ludi ha scritto:Bichot, Chablis 1er Cru Montmains 2010: decisamente buono, forse mi sarei aspettato un guizzo acido in più, ma è materico e consistente, quasi opulento....
Cantina del Notaio, La Firma 2007: qui l'opulenza era invece aspettata. Il vino è decisamente grasso e fruttatone, forse da aspettare ancora un po' per snellirsi e terziarizzarsi. Molto buono, comunque.
Nikolaihof, Gruner Veltliner Im Weingebirge 2007: produttore che nella mia esperienza non sbaglia un colpo. Si affaccia già un bell'idrocarburo, è fresco, avvolgente, giustamente glicerico...cosa chiedere di più?
Domaine Gauby, Muntada 2010: grandissimo. La potenza del sud e la verticalità cerebrale del nord, in una sola bottiglia. Spaventosamente bevibile, appagante, infinito nella persistenza.
Bea, Sagrantino di Montefalco Passito 2006: non all'altezza dei suoi secco (la 2003 mi era sembrata assai migliore), ma si beve bene.
Leclerc Briant, Champagne Les Chevres Pierreuses : forse ha un limite nella non soverchia complessità, ma l'eleganza è davvero notevolissima. I sentori sono dolci ed avvolgenti, anche se è dosato extra brut, e si beve che è un vero piacere.
Vina Sastre, Pago de Santa Cruz 2003: l'annata lo rende concentrato, fin troppo, e vagamente marmellatoso. Per carità, la speziatura è notevole, la terziarizzazione ineccepibile, ma risulta leggermente stancante.
Contini, Antico Gregori: regge alla grande il confronto con un grande Jerez, e non è poco.
...sai ludi che sei molto bravo e ti leggo sempre volentierissimo? Sei sintetico ma efficace nello scrivere , quindi un vero piacere .
PS: scusa l'OT...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2818
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Ludi » 03 ott 2016 16:03

vinogodi ha scritto:...sai ludi che sei molto bravo e ti leggo sempre volentierissimo? Sei sintetico ma efficace nello scrivere , quindi un vero piacere .
PS: scusa l'OT...



grazie Marco....detto da te mi fa doppiamente piacere :D
Giuliano
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7664
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 26016

Messaggioda zampaflex » 03 ott 2016 23:12

Dettori Rosso 2009.
Più che un vino, un vermouth.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4182
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 26016

Messaggioda Wineduck » 04 ott 2016 07:28

zampaflex ha scritto:Dettori Rosso 2009.
Più che un vino, un vermouth.


Certo che anche tu dopo la bevuta di domenica vai a sceglierti un vino... 8) :lol:
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
giandriolo
Messaggi: 190
Iscritto il: 22 feb 2016 19:07
Località: Triveneto

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 26016

Messaggioda giandriolo » 04 ott 2016 08:58

zampaflex ha scritto:Dettori Rosso 2009.
Più che un vino, un vermouth.


Se ci aggiungi Gin e Campari, puoi farci un Negroni? :lol:
Wine improves with age. The older I get, the better I like it.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3405
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda videodrome » 04 ott 2016 11:33

arnaldo ha scritto:
su Clos de Lambrays se fossi un degustatore de la Revue de france gli toglierei subito almeno una stella, i prezzi sono diventati inversamente proporziali alla qualita'nelle annate....e negli anni ne hanno cannate svariate purtroppo,

pensavo anch'io la stessa cosa
Spectator
Messaggi: 3763
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 2016

Messaggioda Spectator » 04 ott 2016 12:58

..Barolo 2011-Pietrin,Franco Conterno. Un bel..baroletto: rosso rubino diluito,naso flebile ,ma si sentono chiaramente la rosa, la violetta e i fiori secchi ; bocca fresca, tannino discreto e gradevole x una beva sciolta e spensierata.Grande rapporto q/p:16EUR :lol: . Piaciuto piu' questo base che il..cru Panerole 2010.
Ultima modifica di Spectator il 06 ott 2016 19:08, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7664
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 26016

Messaggioda zampaflex » 04 ott 2016 14:19

Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Dettori Rosso 2009.
Più che un vino, un vermouth.


Certo che anche tu dopo la bevuta di domenica vai a sceglierti un vino... 8) :lol:


E perché no? E' parente, alla lontana...una iperbole di quanto sentito nei due CdP. Erbe aromatiche a profusione, e alcool (peraltro molto ben gestito) in abbondanza. Alla grandissima, insomma! :lol:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7664
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: CHE BEVESSIMO AD OTTOBRE 26016

Messaggioda zampaflex » 04 ott 2016 14:20

giandriolo ha scritto:
zampaflex ha scritto:Dettori Rosso 2009.
Più che un vino, un vermouth.


Se ci aggiungi Gin e Campari, puoi farci un Negroni? :lol:


Campari e scorza ci sono già dentro, metti solo un po' di gin e sei a posto. 8)

PS: 17,5° in etichetta...
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Michelasso e 1 ospite