LANGHE...BIANCO

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
b.severini
Messaggi: 87
Iscritto il: 03 dic 2014 20:18
Località: Milano

LANGHE...BIANCO

Messaggioda b.severini » 08 dic 2015 15:41

La scorsa domenica, con i miei amici, abbiamo organizzato una degustazione di vini appartenenti alla denominazione LANGHE, tutti rigorosamente bianchi e tutti rigorosamente alla cieca.

li elenco in ordine di degustazione

- LANGHE RIESLING 2013 "ERA ORA" BORGOGNO :D :D
inizialmente pensi ad un riesling invecchiato, note terziarie,evolute, poi anche una bella nota di mandarino. in bocca ha un'entrata inizialmente fresca, ma è piatto, manca di sapidità e di lunghezza, troppo dolce. Lo risento al naso e direi che c'è dello chardonnay,forse ripensando a come era la bocca. 12%, 100% riesling

- LANGHE BIANCO 2014 "DRAGON" LUIGI BAUDANA :D :D :D :D
bello, bellissimo già dal naso. Intrigante perchè ha note che richiamano il sauvignon e la nascetta: acacia, frutti della passione, pesca. poi la bocca: fresca, linga, minerale. in due secondi tutti i bicchieri sono letteralmente "secchi" nel senso che è un vino che si fa bere benissimo. lo risento al naso: floreale, quasi mi ricorda, per certe note, il moscato. bellissimo, uno dei vini più apprezzati della serata. Chardonnay, Sauvignon blanc, Nascetta, Riesling

- LANGHE BIANCO 2013 "PERBACCO" VIETTI :D :D :D
Naso intrigante anche per questo bianco, meno "diretto" rispetto al Dragon, più morbido, oleoso quasi. Il primo pensiero è che abbia fatto un passaggio in legno. Note di acacia, pesca. In bocca è fresco, pieno, lungo. Bello, altro vino che è piaciuto a molti. Poi leggi che è Vietti e capisci che quel "legno" iniziale che percepivi è una certezza. Ricorda molto il Baudana per composizione: Chardonnay, Nascetta, Arneis, Favorita.

- LANGHE RIESLING 2013 "HERZU" GERMANO :D :D :D :D
bello: è impossibile non pensare al Riesling. E' lui. "avevamo detto solo bianchi piemontesi" ed è, alla fine, proprio così! pensi alla Mosella, poi la "spari" è dici che è il riesling di Sergio! non sto a descriverlo, tutti qua sul forum lo conoscete. clap clap

- LANGHE RIESLING 2013 "HERZU" GERMANO :D :D :D (tappo a vite)
e qua c'è la sorpresa. stessa annata, stesso produttore, tappi e lotti diversi. Il naso ti ricorda inizialmente il sauvignon, poi il riesling, ma direi che è sauvignon! la bocca è bella, corposa, mi verrebbe da dire che c'è anche dello chardonnay ma non è così! Vera sorpresa della serata.. li riassaggiamo insieme, nessuno direbbe che è lo stesso vino, invece! La versione tappo a vite mi rimanda a Vietti, eppure è 100% riesling

- LANGHE BIANCO 2012 "COLLARETTO" ODDERO :D :D
cera, colla, poi miele. e di nuovo in bocca questi sapori che ricordano molto la cera lacca. pieno,voluminoso, piatto e manca di lunghezza. Non direi che c'è del riesling eppure: 50% riesling, 50% chardonnay. difficilmente mi berrei più di un bicchiere.


Buona Immacolata a tutti.
BS
Avatar utente
puspo
Messaggi: 662
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda puspo » 09 dic 2015 23:42

Interessantissimo il confronto tra i tappi ... è davvero incredibile che i vini apparissero tanto diversi.
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2323
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda gianni femminella » 10 dic 2015 11:14

puspo ha scritto:Interessantissimo il confronto tra i tappi ... è davvero incredibile che i vini apparissero tanto diversi.


Già.

Non so se la domanda abbia un senso, ma tra i due, qual è il vino vero?
Avatar utente
ironia
Messaggi: 505
Iscritto il: 16 apr 2010 21:33
Località: qui

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda ironia » 10 dic 2015 12:08

tanto incredibile direi di no...con il tappo a vite il vino evolve diversamente...
e poi conservarlo in verticale farebbe differenza? certo di sicuro non sa di tappo :mrgreen:
*

...but lacks minerality
gpetrus
Messaggi: 2599
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda gpetrus » 10 dic 2015 14:56

ironia ha scritto:tanto incredibile direi di no...con il tappo a vite il vino evolve diversamente...
e poi conservarlo in verticale farebbe differenza? certo di sicuro non sa di tappo :mrgreen:


allora con il tappo a vite non sito pone piu' il problema di doverle conservare coricate ?
la quantita' di aria l'aria che entra in bt pero' e' uguale ? io direi di no cosi' al volo...
Avatar utente
puspo
Messaggi: 662
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda puspo » 11 dic 2015 09:54

Dipende dal tipo di tappo, di guarnizione, ecc ... esistono innumerevoli studi, ma questi confronti andrebbero poi svolti nel tempo anche analiticamente.

Nella storia millenaria del vino i tipi di chiusura sono stati innumerevoli, anche se è vero che credo che da almeno 200 anni sia stato il sughero la scelta quasi universale.
Quindi, più che di "vino vero" credo abbia senso parlare del fatto che, se in futuro avranno la meglio altri tipi di chiusure con diverse permeabilità all'aria, forse cambieranno i termini di valutazione, durate, evoluzioni, ecc.

Un annetto fa ho fatto una degustazione in Champagne di 3 vini sperimentali (in laboratorio), dove la maturazione sui lieviti era stata condotta con tappi corona (come usanza) ma con 3 differenti capsule. Tutti e tre i vini avevano lo stesso cepage (Meunier 100%) stessa annata (2005 mi pare), stessa vinificazione, stesso tempo di maturazione.
Beh, alla degustazione (noi non conoscevamo l'antefatto) i vini avevano una differenza di "età" di almeno 10 anni il primo dall'ultimo. Qual'era quello "vero"?

Ci hanno detto che non era importante sapere quale fosse quello vero, ma comprendere l'importanza della "capsule" nella maturazione di un vino ... cosa pressoché sconosciuta a moltissimi vigneron... e non solo!
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
vinogodi
Messaggi: 29050
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda vinogodi » 11 dic 2015 10:58

puspo ha scritto:...Un annetto fa ho fatto una degustazione in Champagne di 3 vini sperimentali (in laboratorio), dove la maturazione sui lieviti era stata condotta con tappi corona (come usanza) ma con 3 differenti capsule. Tutti e tre i vini avevano lo stesso cepage (Meunier 100%) stessa annata (2005 mi pare), stessa vinificazione, stesso tempo di maturazione.
Beh, alla degustazione (noi non conoscevamo l'antefatto) i vini avevano una differenza di "età" di almeno 10 anni il primo dall'ultimo. Qual'era quello "vero"?

Ci hanno detto che non era importante sapere quale fosse quello vero, ma comprendere l'importanza della "capsule" nella maturazione di un vino ... cosa pressoché sconosciuta a moltissimi vigneron... e non solo!
...detto questo, salvo il sacrosanto diritto/dovere alla sperimentazione condotta col grano salis di chi vuole migliorare scientificamente le cose, per un altrettanto principio di precauzione e ignoranza belluina sull'evoluzione nel tempo del vino, perché mai un produttore di "grande vino" dovrebbe addentrarsi nel ginepraio di chiusure alternative che non sia il caro, vecchio tappo di sughero possibilmente di buona qualità?
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
gpetrus
Messaggi: 2599
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda gpetrus » 11 dic 2015 12:34

vinogodi ha scritto:
puspo ha scritto:...Un annetto fa ho fatto una degustazione in Champagne di 3 vini sperimentali (in laboratorio), dove la maturazione sui lieviti era stata condotta con tappi corona (come usanza) ma con 3 differenti capsule. Tutti e tre i vini avevano lo stesso cepage (Meunier 100%) stessa annata (2005 mi pare), stessa vinificazione, stesso tempo di maturazione.
Beh, alla degustazione (noi non conoscevamo l'antefatto) i vini avevano una differenza di "età" di almeno 10 anni il primo dall'ultimo. Qual'era quello "vero"?

Ci hanno detto che non era importante sapere quale fosse quello vero, ma comprendere l'importanza della "capsule" nella maturazione di un vino ... cosa pressoché sconosciuta a moltissimi vigneron... e non solo!
...detto questo, salvo il sacrosanto diritto/dovere alla sperimentazione condotta col grano salis di chi vuole migliorare scientificamente le cose, per un altrettanto principio di precauzione e ignoranza belluina sull'evoluzione nel tempo del vino, perché mai un produttore di "grande vino" dovrebbe addentrarsi nel ginepraio di chiusure alternative che non sia il caro, vecchio tappo di sughero possibilmente di buona qualità?

forse perche' di sughero ottimo ce n'e sempre meno ?
Avatar utente
puspo
Messaggi: 662
Iscritto il: 29 ago 2012 14:29
Località: Brescia

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda puspo » 11 dic 2015 15:34

Effettivamente io ho introdotto il tema della "capsule", che una volta era anche quella di sughero, ma è stata abbandonata per i noti problemi e sostituita da una più moderna guarnizione in gomma ormai da decenni ... ma è tema diverso.

Sulla chiusura invece delle bottiglie, sono d'accordo con Marco: prima di abbandonare uno standard come il tappo di sughero c'è da ragionarci bene, perché cambiano poi tantissimi parametri di valutazione ...
Il mio sistema di monitoraggio della cantina:
http://www.checkmycellar.com/Cellar_001.html
ZEL WINE
Messaggi: 7320
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda ZEL WINE » 12 dic 2015 19:36

puspo ha scritto:
Un annetto fa ho fatto una degustazione in Champagne di 3 vini sperimentali (in laboratorio), dove la maturazione sui lieviti era stata condotta con tappi corona (come usanza) ma con 3 differenti capsule. !


Mica da tutti mi sembra. Anzi per alcune cuvee de prestige la permanenza sui lieviti si effettua con il sughero. Questo puo' essere un indizio su cosa sia meglio.
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Muffato
Messaggi: 222
Iscritto il: 13 set 2012 22:50

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda Muffato » 12 gen 2016 22:56

b.severini ha scritto:La scorsa domenica, con i miei amici, abbiamo organizzato una degustazione di vini appartenenti alla denominazione LANGHE, tutti rigorosamente bianchi e tutti rigorosamente alla cieca.

li elenco in ordine di degustazione

- LANGHE RIESLING 2013 "ERA ORA" BORGOGNO :D :D
inizialmente pensi ad un riesling invecchiato, note terziarie,evolute, poi anche una bella nota di mandarino. in bocca ha un'entrata inizialmente fresca, ma è piatto, manca di sapidità e di lunghezza, troppo dolce. Lo risento al naso e direi che c'è dello chardonnay,forse ripensando a come era la bocca. 12%, 100% riesling

- LANGHE BIANCO 2014 "DRAGON" LUIGI BAUDANA :D :D :D :D
bello, bellissimo già dal naso. Intrigante perchè ha note che richiamano il sauvignon e la nascetta: acacia, frutti della passione, pesca. poi la bocca: fresca, linga, minerale. in due secondi tutti i bicchieri sono letteralmente "secchi" nel senso che è un vino che si fa bere benissimo. lo risento al naso: floreale, quasi mi ricorda, per certe note, il moscato. bellissimo, uno dei vini più apprezzati della serata. Chardonnay, Sauvignon blanc, Nascetta, Riesling

- LANGHE BIANCO 2013 "PERBACCO" VIETTI :D :D :D
Naso intrigante anche per questo bianco, meno "diretto" rispetto al Dragon, più morbido, oleoso quasi. Il primo pensiero è che abbia fatto un passaggio in legno. Note di acacia, pesca. In bocca è fresco, pieno, lungo. Bello, altro vino che è piaciuto a molti. Poi leggi che è Vietti e capisci che quel "legno" iniziale che percepivi è una certezza. Ricorda molto il Baudana per composizione: Chardonnay, Nascetta, Arneis, Favorita.

- LANGHE RIESLING 2013 "HERZU" GERMANO :D :D :D :D
bello: è impossibile non pensare al Riesling. E' lui. "avevamo detto solo bianchi piemontesi" ed è, alla fine, proprio così! pensi alla Mosella, poi la "spari" è dici che è il riesling di Sergio! non sto a descriverlo, tutti qua sul forum lo conoscete. clap clap

- LANGHE RIESLING 2013 "HERZU" GERMANO :D :D :D (tappo a vite)
e qua c'è la sorpresa. stessa annata, stesso produttore, tappi e lotti diversi. Il naso ti ricorda inizialmente il sauvignon, poi il riesling, ma direi che è sauvignon! la bocca è bella, corposa, mi verrebbe da dire che c'è anche dello chardonnay ma non è così! Vera sorpresa della serata.. li riassaggiamo insieme, nessuno direbbe che è lo stesso vino, invece! La versione tappo a vite mi rimanda a Vietti, eppure è 100% riesling

- LANGHE BIANCO 2012 "COLLARETTO" ODDERO :D :D
cera, colla, poi miele. e di nuovo in bocca questi sapori che ricordano molto la cera lacca. pieno,voluminoso, piatto e manca di lunghezza. Non direi che c'è del riesling eppure: 50% riesling, 50% chardonnay. difficilmente mi berrei più di un bicchiere.


Buona Immacolata a tutti.
BS

Quando avrai voglia di ripetere L' esperienza, se ne avrai l'occasione aggiungi anche il Riesling Ca del Baio; conosco solo l'annata 2011 , avendone bevute sei bottiglie nell'arco di tre anni , l'ho Trovato molto interessante anche considerato il prezzo
( intorno ai 10-11 €)
L'ultima l'ho fatta fuori con dei filetti di trota affumicata e anche l'abbinamento era ok
Avatar utente
b.severini
Messaggi: 87
Iscritto il: 03 dic 2014 20:18
Località: Milano

Re: LANGHE...BIANCO

Messaggioda b.severini » 25 gen 2016 18:41

Assaggiato recentemente e concordo con te! Bel vino, bel Riesling. Molto piacione.. si beve bene!

Muffato ha scritto:
b.severini ha scritto:La scorsa domenica, con i miei amici, abbiamo organizzato una degustazione di vini appartenenti alla denominazione LANGHE, tutti rigorosamente bianchi e tutti rigorosamente alla cieca.

li elenco in ordine di degustazione

- LANGHE RIESLING 2013 "ERA ORA" BORGOGNO :D :D
inizialmente pensi ad un riesling invecchiato, note terziarie,evolute, poi anche una bella nota di mandarino. in bocca ha un'entrata inizialmente fresca, ma è piatto, manca di sapidità e di lunghezza, troppo dolce. Lo risento al naso e direi che c'è dello chardonnay,forse ripensando a come era la bocca. 12%, 100% riesling

- LANGHE BIANCO 2014 "DRAGON" LUIGI BAUDANA :D :D :D :D
bello, bellissimo già dal naso. Intrigante perchè ha note che richiamano il sauvignon e la nascetta: acacia, frutti della passione, pesca. poi la bocca: fresca, linga, minerale. in due secondi tutti i bicchieri sono letteralmente "secchi" nel senso che è un vino che si fa bere benissimo. lo risento al naso: floreale, quasi mi ricorda, per certe note, il moscato. bellissimo, uno dei vini più apprezzati della serata. Chardonnay, Sauvignon blanc, Nascetta, Riesling

- LANGHE BIANCO 2013 "PERBACCO" VIETTI :D :D :D
Naso intrigante anche per questo bianco, meno "diretto" rispetto al Dragon, più morbido, oleoso quasi. Il primo pensiero è che abbia fatto un passaggio in legno. Note di acacia, pesca. In bocca è fresco, pieno, lungo. Bello, altro vino che è piaciuto a molti. Poi leggi che è Vietti e capisci che quel "legno" iniziale che percepivi è una certezza. Ricorda molto il Baudana per composizione: Chardonnay, Nascetta, Arneis, Favorita.

- LANGHE RIESLING 2013 "HERZU" GERMANO :D :D :D :D
bello: è impossibile non pensare al Riesling. E' lui. "avevamo detto solo bianchi piemontesi" ed è, alla fine, proprio così! pensi alla Mosella, poi la "spari" è dici che è il riesling di Sergio! non sto a descriverlo, tutti qua sul forum lo conoscete. clap clap

- LANGHE RIESLING 2013 "HERZU" GERMANO :D :D :D (tappo a vite)
e qua c'è la sorpresa. stessa annata, stesso produttore, tappi e lotti diversi. Il naso ti ricorda inizialmente il sauvignon, poi il riesling, ma direi che è sauvignon! la bocca è bella, corposa, mi verrebbe da dire che c'è anche dello chardonnay ma non è così! Vera sorpresa della serata.. li riassaggiamo insieme, nessuno direbbe che è lo stesso vino, invece! La versione tappo a vite mi rimanda a Vietti, eppure è 100% riesling

- LANGHE BIANCO 2012 "COLLARETTO" ODDERO :D :D
cera, colla, poi miele. e di nuovo in bocca questi sapori che ricordano molto la cera lacca. pieno,voluminoso, piatto e manca di lunghezza. Non direi che c'è del riesling eppure: 50% riesling, 50% chardonnay. difficilmente mi berrei più di un bicchiere.


Buona Immacolata a tutti.
BS

Quando avrai voglia di ripetere L' esperienza, se ne avrai l'occasione aggiungi anche il Riesling Ca del Baio; conosco solo l'annata 2011 , avendone bevute sei bottiglie nell'arco di tre anni , l'ho Trovato molto interessante anche considerato il prezzo
( intorno ai 10-11 €)
L'ultima l'ho fatta fuori con dei filetti di trota affumicata e anche l'abbinamento era ok

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: littlewood, lolloco, pier2559, piergi, Riccalex, Zbigniew e 6 ospiti