Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 933
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Unodimille » 03 feb 2013 21:09

Lieben Aich di Manincor
Attendo opinione di voi esperti.
vinogodi
Messaggi: 28628
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda vinogodi » 03 feb 2013 21:14

...senza dubbio i Sauvignon del nostro grande interprete friulano Didietro Daghenò , ma anche quelli del conterraneo Edmondo Vatan Scapin sono eccellenti.... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Kalosartipos » 03 feb 2013 21:20

vinogodi ha scritto:...senza dubbio i Sauvignon del nostro grande interprete friulano Didietro Daghenò , ma anche quelli del conterraneo Edmondo Vatan Scapin sono eccellenti.... 8)

Senza dimenticare i cugini Francesco e Pasquale Cotà..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
gpetrus
Messaggi: 2540
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gpetrus » 03 feb 2013 21:34

ecco ti hanno gia' risposto :mrgreen:
anche se l'unico che io abbia assaggiato e che si avvicina a quanto detto sopra , cioe' Francia e' quello di Vignai da Duline , peccato che 9 volte su dieci finisca tutto nel Morus Alba, uvaggio con malvasia...
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda il chiaro » 03 feb 2013 23:47

gpetrus ha scritto:ecco ti hanno gia' risposto :mrgreen: l'unico che io abbia assaggiato e che si avvicina a quanto detto sopra , cioe' Francia e' quello di Vignai da Duline
anche se , peccato che 9 volte su dieci finisca tutto nel Morus Alba, uvaggio con malvasia...


:shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
gpetrus
Messaggi: 2540
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gpetrus » 04 feb 2013 09:08

sorpreso ???
se il sauvignon si deve identificare con quello friulano ( mi pare clone R3 ) almeno straconfermo quanto detto, sempre a mio parere ovvio :) :) :)
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gabriele succi » 04 feb 2013 09:40

gpetrus ha scritto:sorpreso ???
se il sauvignon si deve identificare con quello friulano ( mi pare clone R3 ) almeno straconfermo quanto detto, sempre a mio parere ovvio :) :) :)

Scusa la correzione, ma che io mi ricordi, il clone R3 è stato selezionato a Dozza (BO); almeno così era scritto nei cataloghi clonali...
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
gpetrus
Messaggi: 2540
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gpetrus » 04 feb 2013 10:13

gabriele succi ha scritto:
gpetrus ha scritto:sorpreso ???
se il sauvignon si deve identificare con quello friulano ( mi pare clone R3 ) almeno straconfermo quanto detto, sempre a mio parere ovvio :) :) :)

Scusa la correzione, ma che io mi ricordi, il clone R3 è stato selezionato a Dozza (BO); almeno così era scritto nei cataloghi clonali...


puo' essere che mi sbaglio , per carita' , comunque io intendo il tipico sauvignon dai profumi di pipi' di gatto e foglia di pomodoro , per i miei gusti imbevibile.......poi qualcuno in Italia che lo fara' bene ci sara' ......e che non vado a caccia di questo vitigno se non nella Loira .........
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6204
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda il chiaro » 04 feb 2013 10:17

gpetrus ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
gpetrus ha scritto:sorpreso ???
se il sauvignon si deve identificare con quello friulano ( mi pare clone R3 ) almeno straconfermo quanto detto, sempre a mio parere ovvio :) :) :)

Scusa la correzione, ma che io mi ricordi, il clone R3 è stato selezionato a Dozza (BO); almeno così era scritto nei cataloghi clonali...


puo' essere che mi sbaglio , per carita' , comunque io intendo il tipico sauvignon dai profumi di pipi' di gatto e foglia di pomodoro , per i miei gusti imbevibile.......poi qualcuno in Italia che lo fara' bene ci sara' ......e che non vado a caccia di questo vitigno se non nella Loira .........


Scusa, ma sopra mi pare che si assimili il sauvignon di Vignai da Duline al sauvignon dela Loira: questo mi sorprende.
Imho il sauvignon italiano che mi piace si fa in alto adige, poi in Francia si gioca un altro campionato.
let me put my love into you babe

let me put my love on the line



let me put my love into you babe

let me cut your cake with my knife



Brian Johnson
gpetrus
Messaggi: 2540
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gpetrus » 04 feb 2013 11:09

si in effetti il sauvignon di Vignai assomiglia per certi versi alla Francia, clone diverso e viti vecchissime rispetto a tutto il Friuli ( che io conosca )....tempo fa assaggiato un 2001 , sembrava proprio francese ...per nostra fortuna :D ....
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7776
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda zampaflex » 04 feb 2013 11:49

Il thread rischia di diventare interessante...secondi voi allora la tipicità italiana (negativa, quella del bosso, della foglia di pomodoro, della pipì di gatto) deriva da una diversità clonale?
O è più questione di clima/terroir?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 933
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Unodimille » 04 feb 2013 12:10

Sono perfettamente d'accordo con Zampafle,
non capisco come mai si è finiti nel "casinatissimo" discorso dei cloni che di fatto non determina il "pedigree" di un vitigno piuttosto che un altro, altrimenti sarebbe molto semplice; basterebbe prendere quello francese ed il gioco è fatto.
Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:
Mi sembra che non stiamo parlando dei sauvignon neozelandesi che sono in tutti i sensi di un altro mondo...direi che qualche affinità tra quelli italiani e francesi c'è...anche se di livello differente.
pipinello
Messaggi: 542
Iscritto il: 28 apr 2009 16:27

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda pipinello » 04 feb 2013 12:44

Unodimille ha scritto:Mi sembra che non stiamo parlando dei sauvignon neozelandesi che sono in tutti i sensi di un altro mondo...direi che qualche affinità tra quelli italiani e francesi c'è...anche se di livello differente.


Se con di un altro mondo intendi dire che son migliori di quelli francesi, preparati lancia e scudo al volo perché ti troverai a breve una torma inferocita sotto casa...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11926
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Alberto » 04 feb 2013 12:46

Unodimille ha scritto:Sono perfettamente d'accordo con Zampafle,
non capisco come mai si è finiti nel "casinatissimo" discorso dei cloni che di fatto non determina il "pedigree" di un vitigno piuttosto che un altro, altrimenti sarebbe molto semplice; basterebbe prendere quello francese ed il gioco è fatto.
Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:
Mi sembra che non stiamo parlando dei sauvignon neozelandesi che sono in tutti i sensi di un altro mondo...direi che qualche affinità tra quelli italiani e francesi c'è...anche se di livello differente.

Mi sembra una posizione sensata, questa...bravo! :D

Per rispondere a Zampaflex: la "tipicità" del bosso, della foglia di pomodoro e della "pipì di gatto" (che è ovviamente come descrittore è un'estremizzazione) non la leggerei come negativa o contrapposta ad uno stile più sull'agrume o sulla pesca, o sulle note minerali, ma solo come una caratterizzazione che può piacere o meno, e che ovviamente non è limitata SOLO ai sauvignon italiani. I vini "imbevibili", citando i gusti (legittimi, per carità) di Gpetrus, sono per me altri. Peraltro, il clone R3, da quello che so per sentito dire dai produttori, sembra alquanto in regresso nel suo utilizzo.

Poi sul sauvignon ci vuole una grande sensibilità, leggi il manico conta IMHO più che per altre varietà. Esempio banale: un paio di mesi fa ad una degustazione di una dozzina di sauvignon nostrani, uno dei migliori (assieme a due giovanotti friulani di belle speranze, Ronco del Gnemiz 2010 e Aquila del Torre 2011) è stato un minerale, fresco ed assolutamente poco "italico" (nel senso di cui sopra) Maso Furli 2004, vino peraltro passato in legno senza che questo si avvertisse particolarmente.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gabriele succi » 04 feb 2013 12:53

Vado un po' più sul tecnico...

Unodimille ha scritto:...
non capisco come mai si è finiti nel "casinatissimo" discorso dei cloni che di fatto non determina il "pedigree" di un vitigno piuttosto che un altro, altrimenti sarebbe molto semplice; basterebbe prendere quello francese ed il gioco è fatto.

A volte è così, ma non sempre...
Il clone vuol dire molto (e parlo per le uve che coltivo io) nel senso che le caratteristiche intrinseche non vengono mai completamente sconvolte (il clone di sangiovese che fa capo al Brunello Biondi Santi è scarico di colore con acidità stabile e tannini mai esagerati, ma mai pronti subito...per fare un esempio che sia di facile intesa a tutti), ma non è che se pianto il sauvignon dei cloni francesi in puglia mi viene lo stesso vino...
...com'è naturale che sia...

Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:

Comunque il clone di Sauvignon R3 ha quelle caratteristiche lì portate all'eccesso; siccome è il più vecchio Savignon riprodotto in Italia, e i Vivai che lo producono ne hanno venduto fino a qualche tempo fa (come evidenziato da Alberto invece adesso è in calo) ancora in numero maggiore rispetto agli altri, ne consegue che le caratteristiche dei ns. vini siano più riferibili a quelle note. Fatto sta che i vigneti più vecchi sono fatti con quel clone lì.
C'è da dire un'altra cosa molto importante ma di facile comprensione: in Italia, con il clima che abbiamo, per mantenere le acidità corrette per fare vini che non siano "piatti" le note vegetali che infastidiscono sono molto più avvertibili per via del fatto che l'uva è "meno matura", se la maturazione fosse meno sbilanciata (cosa che evidentemente capita nella Loira) quelle sensazioni non si avvertirebbero e si andrebbe più sul frutto ma con l'acidità corretta e non sotto il livello del male e con il Ph giusto e non alle stelle...per non parlare poi dell'alcol svolgibile...
Infine...
...il consumatore Italiota beve sempre i vini bianchi (escluso qualche caso) nell'annata...se si potesse i ristoratori e la >parte dei bevitori vorrebbe già la vendemmia 2013...ne consegue che per motivi commerciali si beve sempre roba giovanissima e spesso assolutamente non pronta...
Andare agli stand dell'A.A. al vinitaly per avere conferma...
Bere qualche Sauvignon altoatesino vecchio per cuoriosità...potrebbe portare a delle sorprese...

I miei 2 franchi....
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda gremul » 04 feb 2013 12:55

il Voglar di Peter Dipoli senza se e senza ma
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda pippuz » 04 feb 2013 12:55

gremul ha scritto:il Voglar di Peter Dipoli senza se e senza ma

Assolutamente d'accordo.

Altri degni di nota sono i Sauvignon di Burlotto.
Ultima modifica di pippuz il 04 feb 2013 12:59, modificato 1 volta in totale.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 933
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Unodimille » 04 feb 2013 12:56

Se con di un altro mondo intendi dire che son migliori di quelli francesi, preparati lancia e scudo al volo perché ti troverai a breve una torma inferocita sotto casa...[/quote]

Ecco, mi hai appena offeso :mrgreen: NO, ovviamente...anche perchè il sauvignon neozelandese non si può considerare vino.
Tuttalpiù un buon succo tropicale buono per farci i cocktails
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda pippuz » 04 feb 2013 13:00

Unodimille ha scritto:Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:

Di piscio felino nei Sancerre e Pouilly-Fumè non ce n'è proprio.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda vignadelmar » 04 feb 2013 13:32

Non so se possa essere classificato come migliore d'Italia, certo è che la magnum di Alteni di Brassica 1998 del Giove Tonante dell'Enologia Italiana, bevuto con il CCCP per la serata Maya era davvero buonissimo, fine, elegante, persistente, per niente caricaturale, alcolico o muscoloso come tanti altri.

Immagine

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7776
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda zampaflex » 04 feb 2013 13:45

gabriele succi ha scritto:
C'è da dire un'altra cosa molto importante ma di facile comprensione: in Italia, con il clima che abbiamo, per mantenere le acidità corrette per fare vini che non siano "piatti" le note vegetali che infastidiscono sono molto più avvertibili per via del fatto che l'uva è "meno matura", se la maturazione fosse meno sbilanciata (cosa che evidentemente capita nella Loira) quelle sensazioni non si avvertirebbero e si andrebbe più sul frutto ma con l'acidità corretta e non sotto il livello del male e con il Ph giusto e non alle stelle...per non parlare poi dell'alcol svolgibile...


Ecco, questo è l'altro argomento, anche parallelo a questo thread, che da un po' di tempo in qua mi ronza per la testa: se sia possibile riuscire in Italia ad ottenere maturazioni delle parti aromatiche più bilanciate rispetto ad acidità e grado zuccherino. Perché molto spesso, in questo nuovo caldissimo millennio italico, vedo una coperta corta: dove c'è aroma, c'è alcool. Dove c'è freschezza, c'è inespressività. con le dovute, poche, eccezioni.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
vinogodi
Messaggi: 28628
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda vinogodi » 04 feb 2013 15:08

...io dico: la sperimentazione è importante oppure il cimentarsi con qualcosa che stimola, come un vitigno caro ad un produttore. Ora, però: lo vediamo come un esercizio di stile, una voglia di approfondire l'argomento relativo alla produzione di vino da un determinato vitigno, una sfida che può portare a sorprese gradite... ma anche il rischio di fare qualcosa di non apprezzabile dal punto di vista qualitativo, per lo meno a buon livello?... ecco, il rischio vale la candela? L'ha ordinato il dottore? Se poi il frutto di quel lavoro, a prescindere dal risultato, viene proposto ad un prezzo che non paga il consumatore per quella qualità proposta, perchè dobbiamo star qui a sproloquiare congetture con poco costrutto? Ben esplicitato da Gabriele (Succi) i presunti "perchè" nell'italico stivale un grande Sauvignon sarà solo frutto del caso, di una stagione clemente o di un'annata particolarissima: sta di fatto, che sotto certe latitudini l'equilibrio non è dato implementarsi, salvo eccezioni, per il Sauvignon. Perchè quindi insistere, dico io? Meglio destinare spazi utili ai rossi, se in quelle aree poco vocate per i bianchi ............. 8)
PS: o se pervicacia ha da essere, non ci si lamenti poi di paragoni irriverenti...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7776
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda zampaflex » 04 feb 2013 15:17

Dopo il post di Vinogodi aggiungo una necessaria postilla al mio immediatamente precedente: parlavo dei vitigni alloctoni in generale, non di Sauvignon in particolare (che peraltro mi sembra essere uno di quelli con i risultati proporzionalmente inferiori).
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Baroloonline » 04 feb 2013 15:20

zampaflex ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
C'è da dire un'altra cosa molto importante ma di facile comprensione: in Italia, con il clima che abbiamo, per mantenere le acidità corrette per fare vini che non siano "piatti" le note vegetali che infastidiscono sono molto più avvertibili per via del fatto che l'uva è "meno matura", se la maturazione fosse meno sbilanciata (cosa che evidentemente capita nella Loira) quelle sensazioni non si avvertirebbero e si andrebbe più sul frutto ma con l'acidità corretta e non sotto il livello del male e con il Ph giusto e non alle stelle...per non parlare poi dell'alcol svolgibile...


Ecco, questo è l'altro argomento, anche parallelo a questo thread, che da un po' di tempo in qua mi ronza per la testa: se sia possibile riuscire in Italia ad ottenere maturazioni delle parti aromatiche più bilanciate rispetto ad acidità e grado zuccherino. Perché molto spesso, in questo nuovo caldissimo millennio italico, vedo una coperta corta: dove c'è aroma, c'è alcool. Dove c'è freschezza, c'è inespressività. con le dovute, poche, eccezioni.


Volevo solo aggiungere che la "piattezza" del risultato finale di uno Sauvignon italico da' per scontato che probabilmente venga sempre e comunque svolta per intero la malolattica.
Questo per aggiungere che alcune sperimentazioni abbastanza recenti sul Sauvignon (mi vengono in mente Saurint e Banel di Miani, fatti comunque da vigne vecchiedi piu' di 50 anni) prevedono un bloccaggio della malolattica con conseguente maggiore componente acida del vino e possibilità di raggiungere una maturazione completa delle uve con equilibrio.
Mi direte: "e' una tecnica invasisa" in quanto prevede piu' solforosa o microfiltrazioni, ma del resto è accettata per buona parte degli champagne, Salon compreso.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Unodimille
Messaggi: 933
Iscritto il: 13 gen 2013 18:48
Località: Rapallo

Re: Miglior sauvignon d'Italia...quale???

Messaggioda Unodimille » 04 feb 2013 16:34

pippuz ha scritto:
Unodimille ha scritto:Ma poi scusate, nei sauvignon francesi non c'è la foglia di pomodoro e la pipì di gatto :?:

Di piscio felino nei Sancerre e Pouilly-Fumè non ce n'è proprio.


Sono "pienamente d'accordo a metà con te" :D
Sul Pouilly si, non su alcuni Sancerre neppure troppo datati dove la nota di pipì era evidente.
Oppure c'era quella carogna del mio gatto che mentre degustavo pisciava sotto la sedia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti