Verdicchio - Il thread assolutistico

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 11 lug 2019 15:09

hansen ha scritto:segnalo un verdicchio che mi ha colpito azienda Col di Corte Vigneto di Tobia 2017 un vino davvero notevole prodotto a Montecarotto secondo me ha tutto per esser un top ten futuro se continuano a lavorare cosi ..poi se la 18 è come dicono grande ne vedremo delle belle..segnatevelo :wink: x ora verdicchio dell'anno

Se riesci assaggia il 2016. Facilmente tre spanne sopra al 2017...
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda zampaflex » 06 ott 2019 17:15

Poderi Mattioli - Verdicchio riserva Lauro 2013

Agrume, tanto e buono perché maturo, sopra al consueto finocchietto. Bocca morbida ma viva, chiude con molto (per la zona, non scomodiamo i cugini d'oltralpe) sale.
Bello come i primi giorni d'estate, quando l'afa è ancora da venire.

:D :D :D :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 06 ott 2019 20:05

Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Nexus1990
Messaggi: 371
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Nexus1990 » 07 ott 2019 02:08

gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.

Bevuto parecchie bottiglie di Salmariano 2014, nettamente meglio della 2015 a mio parere, molto meno fresco e dinamico. Comunque gran bel vino secondo me, a un prezzo davvero competitivo.
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 11 ott 2019 08:27

gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.


Ciao Gianni.
Nei vini Verdicchio tendenti all'opulenza, e il Salmariano è uno di questi, le annate molto fresche -in questo caso piovosissima- tolgono qualcosa in termini di struttura. Questo è paradossalmente un vantaggio, specie in quest'epoca dove la ricerca di freschezza e beva è privilegiata rispetto alla potenza. Ecco dunque che il Salmariano 2014 è nettamente superiore alla sua 2015, annata piuttosto calda. Convengo pienamente con l'androide che mi precede nel commento. :D

Se sostituite Salmariano con la parola Mirum otterrete il medesimo risultato.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Nexus1990
Messaggi: 371
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Nexus1990 » 11 ott 2019 08:45

Francvino ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.

Convengo pienamente con l'androide che mi precede nel commento. :D
Se sostituite Salmariano con la parola Mirum otterrete il medesimo risultato.

Il mio creatore ha fatto un buon lavoro :mrgreen:
Ho proprio una bella bottiglia di Mirum 2014 che ho intenzione di aprire alla prossima cena di pesce seria :D
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 11 ott 2019 09:38

Francvino ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.


Ciao Gianni.
Nei vini Verdicchio tendenti all'opulenza, e il Salmariano è uno di questi, le annate molto fresche -in questo caso piovosissima- tolgono qualcosa in termini di struttura. Questo è paradossalmente un vantaggio, specie in quest'epoca dove la ricerca di freschezza e beva è privilegiata rispetto alla potenza. Ecco dunque che il Salmariano 2014 è nettamente superiore alla sua 2015, annata piuttosto calda. Convengo pienamente con l'androide che mi precede nel commento. :D

Se sostituite Salmariano con la parola Mirum otterrete il medesimo risultato.


È un gran piacere "rivederti". Sai bene che il mio allenatore lavora bene, non me l'ha procurata per caso quel ragazzaccio :mrgreen:
Proiettando le caratteristiche di questa 2014 su quelle della 2015 credo mi piacerà comunque, poiché ultimamente ho una predisposizione per i bianchi belli strutturati. Ne ho una pronta in cantina, vi farò sapere cosa ne esce dal confronto, sebbene indiretto.

Però non vale, l'androide è sovrumano nelle sue valutazioni :D
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda zampaflex » 11 ott 2019 11:33

Nexus1990 ha scritto:
Francvino ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.

Convengo pienamente con l'androide che mi precede nel commento. :D
Se sostituite Salmariano con la parola Mirum otterrete il medesimo risultato.

Il mio creatore ha fatto un buon lavoro :mrgreen:
Ho proprio una bella bottiglia di Mirum 2014 che ho intenzione di aprire alla prossima cena di pesce seria :D


Ho proprio anche io una bella bottiglia di Mirum 14 in cantina. Ma approfitto per chiedere a Francvino quando pensa possa essere all'apogeo.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 13 ott 2019 15:22

Francvino ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.


Ciao Gianni.
Nei vini Verdicchio tendenti all'opulenza, e il Salmariano è uno di questi, le annate molto fresche -in questo caso piovosissima- tolgono qualcosa in termini di struttura. Questo è paradossalmente un vantaggio, specie in quest'epoca dove la ricerca di freschezza e beva è privilegiata rispetto alla potenza. Ecco dunque che il Salmariano 2014 è nettamente superiore alla sua 2015, annata piuttosto calda. Convengo pienamente con l'androide che mi precede nel commento. :D

Se sostituite Salmariano con la parola Mirum otterrete il medesimo risultato.

Se poi aspettate la 2016 otterrete la quadratura del cerchio...
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 15 ott 2019 21:09

zampaflex ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:
Francvino ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Salmariano vdcdj riserva 2014
Annata debole? Non si direbbe. La surmaturazione dichiarata in etichetta si sente, il frutto è dolce, ma subito subentrano il sale e la freschezza di salvia, mirto e agrume. Molto coerente, strutturato, anche lungo con un finale vagamente "buccioso", quasi da appassimento vero e proprio, particolare, ma per me piacevole.
Consigliato, se piace il genere ovviamente.

Convengo pienamente con l'androide che mi precede nel commento. :D
Se sostituite Salmariano con la parola Mirum otterrete il medesimo risultato.

Il mio creatore ha fatto un buon lavoro :mrgreen:
Ho proprio una bella bottiglia di Mirum 2014 che ho intenzione di aprire alla prossima cena di pesce seria :D


Ho proprio anche io una bella bottiglia di Mirum 14 in cantina. Ma approfitto per chiedere a Francvino quando pensa possa essere all'apogeo.


Perdonami il ritardo con cui ti rispondo.
Veniamo al dunque: 2014 è un'annata eccezionale, in negativo. Mediamente vedo molti vini fragili, aggrappati a un'acidità scheletrica e nervosa pronta ad andare in pezzi sotto il peso dell'ossidazione.
Mirum 14 farà una parabola tutta sua: come quando si gioca con il maltempo e la palla che schizza sull'acqua può prendere effetti strani, non facilmente prevedibili come con il sereno. Non credo che imboccherà a breve il viale del tramonto ma non so se riuscirà ad avere la forza per migliorarsi ancora. Tutto considerato direi di tenerlo 1 o 2 anni ancora e poi fargli la festa. Ma se decidi di aprirlo domani non ti biasimo di certo e troverai per certo un vino d'ottima espressività.
Se vuoi il capolavoro devi darti da fare e trovare qualche bottiglia di 2010.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda zampaflex » 16 ott 2019 08:49

Francvino ha scritto:Se vuoi il capolavoro devi darti da fare e trovare qualche bottiglia di 2010.


Quelle sono state stappate da tempo... :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 26 ott 2019 18:29

Salmariano vdcdjxkj riserva 2015 Marotti Campi

Quello di cui ho scritto poco sopra insomma, ma di annata diversa, e infatti, come vagamente pronosticato, diverso dalla 2014. Sull'immediato il limite mi sembra essere non la larghezza e nemmeno la struttura abbastanza importante, bensì una certa monotonia. La grassezza che permea ( parolona ) il sorso per il mio gusto è gradevole, ma a fare da contralto trova solo anice, un filo di ammandorlato e poco più. Parzialmente promosso.
Chissà come sarà la 2016.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11926
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Alberto » 29 nov 2019 11:08

Qualche parere su Misco Riserva 2015 di Tavignano?
Preso sulla fiducia di vecchi ricordi, ma ho letto che l'azienda ha cambiato gestione e penso anche staff tecnico...
Grazie.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 29 nov 2019 23:08

Alberto ha scritto:Qualche parere su Misco Riserva 2015 di Tavignano?
Preso sulla fiducia di vecchi ricordi, ma ho letto che l'azienda ha cambiato gestione e penso anche staff tecnico...
Grazie.


e dove l'hai letta questa sciocchezza?

Misco Riserva 15 è un Verdicchione molto ricco: gran bel naso ma anche un sviluppo al palato avvolgente e morbido.
Se piace lo stile che strizza l'occhio al surmaturo -e dai miei ricordi a te non dispiace affondare naso e fauci nei parenti dello Smaragd- allora ti direi di prenderlo.
A me piace più la versione Classico Superiore.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11926
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Alberto » 30 nov 2019 13:20

Francvino ha scritto:
Alberto ha scritto:Qualche parere su Misco Riserva 2015 di Tavignano?
Preso sulla fiducia di vecchi ricordi, ma ho letto che l'azienda ha cambiato gestione e penso anche staff tecnico...
Grazie.


e dove l'hai letta questa sciocchezza?

Misco Riserva 15 è un Verdicchione molto ricco: gran bel naso ma anche un sviluppo al palato avvolgente e morbido.
Se piace lo stile che strizza l'occhio al surmaturo -e dai miei ricordi a te non dispiace affondare naso e fauci nei parenti dello Smaragd- allora ti direi di prenderlo.
A me piace più la versione Classico Superiore.

OK allora l'azienda è rimasta quella. Grazie Franc! Ricordo belle versioni metà anni 2000 proprio come dici tu, filone stilistico Balciana ma meno estremo. Anche il superiore era notevole, comunque.
Lo "Smaragd-style" mi gusta, e lo sai...tra l'altro se riferito al verdicchio è esattamente complementare a quello di Villa Bucci 2015 che ho preso e bevuto (con soddisfazione) da poco, sempre cesellato nonostante l'annata grossa...quindi sono a posto... :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 02 dic 2019 12:41

Ogni tanto apro un Collestefano defatigante. Ieri è stata la volta di una delle ultime 2014 in mio possesso. È una versione che ho sempre trovato sfuggente in tutte le fasi in cui l'ho bevuto. Con una vaga grassezza che ha poco a che fare col Colle e forse niente con la annata. A tratti mi ha perfino ricordato il sidro, che avrò bevuto una volta in vita mia e di cui forse ho un ricordo errato.
È un vino che fatico molto a inquadrare. Se qualcuno ha le idee più chiare leggerei volentieri altri commenti.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 02 dic 2019 21:45

gianni femminella ha scritto:Ogni tanto apro un Collestefano defatigante. Ieri è stata la volta di una delle ultime 2014 in mio possesso. È una versione che ho sempre trovato sfuggente in tutte le fasi in cui l'ho bevuto. Con una vaga grassezza che ha poco a che fare col Colle e forse niente con la annata. A tratti mi ha perfino ricordato il sidro, che avrò bevuto una volta in vita mia e di cui forse ho un ricordo errato.
È un vino che fatico molto a inquadrare. Se qualcuno ha le idee più chiare leggerei volentieri altri commenti.

Premessa necessaria: stelvin o sughero?
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 02 dic 2019 21:57

cesmic ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Ogni tanto apro un Collestefano defatigante. Ieri è stata la volta di una delle ultime 2014 in mio possesso. È una versione che ho sempre trovato sfuggente in tutte le fasi in cui l'ho bevuto. Con una vaga grassezza che ha poco a che fare col Colle e forse niente con la annata. A tratti mi ha perfino ricordato il sidro, che avrò bevuto una volta in vita mia e di cui forse ho un ricordo errato.
È un vino che fatico molto a inquadrare. Se qualcuno ha le idee più chiare leggerei volentieri altri commenti.

Premessa necessaria: stelvin o sughero?


Sughero.

Conto su di te.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 02 dic 2019 22:23

Secondo me le versioni con il sughero denunciano un evoluzione più marcata sia nel colore che al gusto. Versione ossuta, scarna con un'acidità ancora esuberante. Invece, secondo il mio parere, è proprio il centro bocca a mancare, insieme alle parti morbide in generale...
Il tempo ci dirà se, perlomeno quella stelvin, diventerà una versione di Collestefano tra le migliori...
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 02 dic 2019 22:34

Con lo stelvin non ne ho. Però le 2014 che ho bevuto fino ad ora erano tutte improntate a pera/mela, con poco altro di contorno. Anche poca freschezza. Dovremmo aprirne una insieme ( o due per stare sul sicuro ) e metterci intorno a un tavolo per parlarne.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 02 dic 2019 22:40

Se la metti così...ci sto! :wink:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
ale1984
Messaggi: 273
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda ale1984 » 02 dic 2019 23:13

gianni femminella ha scritto:Con lo stelvin non ne ho. Però le 2014 che ho bevuto fino ad ora erano tutte improntate a pera/mela, con poco altro di contorno. Anche poca freschezza. Dovremmo aprirne una insieme ( o due per stare sul sicuro ) e metterci intorno a un tavolo per parlarne.


Pensa Gianni che invece ne ho bevuta una quest’estate e mi ritrovo più con la descrizione di Cesmic... acidità debordante e corpo esilino.
Se facciamo a metà strada ne apriamo anche 3 :mrgreen:

Edit: tappo stelvin
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2127
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 02 dic 2019 23:59

ale1984 ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Con lo stelvin non ne ho. Però le 2014 che ho bevuto fino ad ora erano tutte improntate a pera/mela, con poco altro di contorno. Anche poca freschezza. Dovremmo aprirne una insieme ( o due per stare sul sicuro ) e metterci intorno a un tavolo per parlarne.


Pensa Gianni che invece ne ho bevuta una quest’estate e mi ritrovo più con la descrizione di Cesmic... acidità debordante e corpo esilino.
Se facciamo a metà strada ne apriamo anche 3 :mrgreen:

Edit: tappo stelvin


Manca franc e siamo a posto :D
Lo stelvin mi sa che fa da spartiacque. Mi sembra di ricordare che a un paio di anni dalla vendemmia le bottiglie che ho bevuto rispecchiassero quello che dite voi, poi è cambiato. Così, a memoria.
Foied vino pipafo cra carefo
Oggi bevo vino domani non ne avrò
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 03 dic 2019 00:17

gianni femminella ha scritto:Manca franc e siamo a posto :D

Guarda caso proprio qualche mese fa con franc ci siamo confrontati proprio su Collestefano 14...
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 03 dic 2019 01:15

cesmic ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Manca franc e siamo a posto :D

Guarda caso proprio qualche mese fa con franc ci siamo confrontati proprio su Collestefano 14...


Questo perché io sono incocciato con un cartone sughero di CS14 piuttosto avanti.
Lo Stelvin darà sicuramente una mano a livello di conservazione ma per me la 14 è annata fragilissima, proprio perché non ha struttura ed è tenuto su da un'acidità pronunciata di carattere malico (ossia quella più instabile e mordente).
Provate il 18: quella si è che è un'annata da tartarico e buon attraversamento nel tempo.
E la 2019 pare sia ancora migliore.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Stefano-zaccarini e 8 ospiti