Vini da investimento

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
MANUZ
Messaggi: 2343
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Vini da investimento

Messaggioda MANUZ » 08 ott 2019 12:34

Apro un thread che mi pare non ci sia su sto forum..
2/3 nomi su vino che secondo voi vale la pena comprare come forma di investimento per un futuro diciamo 5/6 anni
Ovviam inutile dire pergole 2016 a 70€... diciamo vini preso a prezzo di mercato ma che secondo voi saliranno...
Io ora come ora direi
Cristal e Churchill 2008
Secondo me soprattutto il primo salirà a 250€ nel giro di un paio di anni
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
vinogodi
Messaggi: 28627
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Vini da investimento

Messaggioda vinogodi » 08 ott 2019 13:27

... fra gli sconosciuti , direi Romanée Conti . Splittando i prezzi dell'assortimento cassa del 1999 e 2002 , ad oggi è come minimo decuplicato . Sono certo che la 2016 , dalle ultime notizie data sui 18.000 Euro , fra dieci anni , vista la proporzione , sarà venduta a 180.000 Euro alla bottiglia ... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
lucastoner
Messaggi: 491
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: Vini da investimento

Messaggioda lucastoner » 08 ott 2019 13:43

Concordo sui due champagne 2008 , aggiungerei anche il Legacy Edition, visto che alla fin fine le edizioni speciali di D.P. , dopo qualche anno suscitano sempre interesse (e se non erro è già salito rispetto all'uscita)

Io aggiungo un quesito al tuo 3d invece...Riserva Biondi Santi , stavo iniziando a guardarmi in giro per iniziare a metterne in cantina qualcuna, e vedo che non han un gran mercato (inteso come : non ne vedo molte in vendita).
Chi le ha se le tiene perchè lieviteranno o perchè tendenzialmente non impennano abbastanza da giustificare il rinunciare a bersele in favore della vendita?
Macca84
Messaggi: 185
Iscritto il: 23 ago 2019 17:32

Re: Vini da investimento

Messaggioda Macca84 » 08 ott 2019 13:53

lucastoner ha scritto:Concordo sui due champagne 2008 , aggiungerei anche il Legacy Edition, visto che alla fin fine le edizioni speciali di D.P. , dopo qualche anno suscitano sempre interesse (e se non erro è già salito rispetto all'uscita)

Io aggiungo un quesito al tuo 3d invece...Riserva Biondi Santi , stavo iniziando a guardarmi in giro per iniziare a metterne in cantina qualcuna, e vedo che non han un gran mercato (inteso come : non ne vedo molte in vendita).
Chi le ha se le tiene perchè lieviteranno o perchè tendenzialmente non impennano abbastanza da giustificare il rinunciare a bersele in favore della vendita?


Ne avevo un paio in cantina, vendute perché pochissimo mercato e non prendono gran valore. Anzi... molto molto fermo il prezzo...
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 27042
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: Vini da investimento

Messaggioda vinotec » 08 ott 2019 13:58

lucastoner ha scritto:Concordo sui due champagne 2008 , aggiungerei anche il Legacy Edition, visto che alla fin fine le edizioni speciali di D.P. , dopo qualche anno suscitano sempre interesse (e se non erro è già salito rispetto all'uscita)

Io aggiungo un quesito al tuo 3d invece...Riserva Biondi Santi , stavo iniziando a guardarmi in giro per iniziare a metterne in cantina qualcuna, e vedo che non han un gran mercato (inteso come : non ne vedo molte in vendita).
Chi le ha se le tiene perchè lieviteranno o perchè tendenzialmente non impennano abbastanza da giustificare il rinunciare a bersele in favore della vendita?

...secondo me la seconda ipotesi; sui biondi santi ultime uscite, qui non c'è molto mercato. Perchè ci sia interesse occorre andare molto indietro con gli anni e ad annate molto buone: 1999, 1983, 1957, 1955...
Il cavallo da battaglia nell'enologia italica, ora è senza dubbio il Pergole; Martino sta facendo un'ottima propaganda verso l'estero e, considerata l'esigua produzione(rispetto a sassicaia ad es.), in un futuro non molto lontano la richiesta salirà e così pure i prezzi.
Ultima modifica di vinotec il 08 ott 2019 14:43, modificato 1 volta in totale.
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 447
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Vini da investimento

Messaggioda bobbisolo » 08 ott 2019 14:24

Pierre Paillard Les Maillerettes bdn
(in generale mi verrebbe da suggerire tutta la loro gamma)
Dehours con i lieux dit

La sparo grossa:
I fiano di Villa Raiano
e
Vigna di don paolo etna bianco sup. ma qui chiedo l'aiuto di Messner che di Etna ha un certo bagaglio di assaggi e riferimenti :wink:
Timoteo
Messaggi: 2279
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Vini da investimento

Messaggioda Timoteo » 08 ott 2019 14:31

vinotec ha scritto:
lucastoner ha scritto:Concordo sui due champagne 2008 , aggiungerei anche il Legacy Edition, visto che alla fin fine le edizioni speciali di D.P. , dopo qualche anno suscitano sempre interesse (e se non erro è già salito rispetto all'uscita)

Io aggiungo un quesito al tuo 3d invece...Riserva Biondi Santi , stavo iniziando a guardarmi in giro per iniziare a metterne in cantina qualcuna, e vedo che non han un gran mercato (inteso come : non ne vedo molte in vendita).
Chi le ha se le tiene perchè lieviteranno o perchè tendenzialmente non impennano abbastanza da giustificare il rinunciare a bersele in favore della vendita?

...secondo me la seconda ipotesi; sui biondi santi ultime uscite, qui non c'è molto mercato. Perchè ci sia interesse occorre andare molto indietro con gli anni e ad annate molto buone: 1999, 1983, 1957, 1955...
Il cavallo da battaglia nell'enologia italica, ora è senza dubbio il Pergole; Martino sta facendo un'ottima propaganda verso l'etero e, considerata l'esigua produzione(rispetto a sassicaia ad es.), in un futuro non molto lontano la richiesta salirà e così pure i prezzi.


mentre prima era una propaganda gay?

(mi scuso con l'utente vinotec ma era un'occasione irresistibile)
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 447
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Vini da investimento

Messaggioda bobbisolo » 08 ott 2019 14:33

Timoteo ha scritto:
vinotec ha scritto:Il cavallo da battaglia nell'enologia italica, ora è senza dubbio il Pergole; Martino sta facendo un'ottima propaganda verso l'etero e, considerata l'esigua produzione(rispetto a sassicaia ad es.), in un futuro non molto lontano la richiesta salirà e così pure i prezzi.


mentre prima era una propaganda gay?



giù il cappello... sollevato un martedì partito malino, grazie!! :lol: :lol:
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 27042
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: Vini da investimento

Messaggioda vinotec » 08 ott 2019 14:44

bobbisolo ha scritto:
Timoteo ha scritto:
vinotec ha scritto:Il cavallo da battaglia nell'enologia italica, ora è senza dubbio il Pergole; Martino sta facendo un'ottima propaganda verso l'etero e, considerata l'esigua produzione(rispetto a sassicaia ad es.), in un futuro non molto lontano la richiesta salirà e così pure i prezzi.


mentre prima era una propaganda gay?



giù il cappello... sollevato un martedì partito malino, grazie!! :lol: :lol:


ahahahahahahahah!!!!!!!!!!!!! cosa vuole dire una "S" in meno !!!!!!!!!!!!! corretto, grazie! ESTERO!
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 447
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Vini da investimento

Messaggioda bobbisolo » 08 ott 2019 22:02

2008 di egly ouriet a oltre 200€
Max1991
Messaggi: 383
Iscritto il: 21 feb 2018 18:17
Località: veneto

Re: Vini da investimento

Messaggioda Max1991 » 08 ott 2019 22:13

Solaia 2015? :lol:
simone.dg7
Messaggi: 153
Iscritto il: 18 ott 2018 10:27
Località: teramo

Re: Vini da investimento

Messaggioda simone.dg7 » 08 ott 2019 22:15

bobbisolo ha scritto:2008 di egly ouriet a oltre 200€


Ringraziamo Monica :lol:
Messner
Messaggi: 813
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: Vini da investimento

Messaggioda Messner » 08 ott 2019 22:46

bobbisolo ha scritto:Pierre Paillard Les Maillerettes bdn
(in generale mi verrebbe da suggerire tutta la loro gamma)
Dehours con i lieux dit

La sparo grossa:
I fiano di Villa Raiano
e
Vigna di don paolo etna bianco sup. ma qui chiedo l'aiuto di Messner che di Etna ha un certo bagaglio di assaggi e riferimenti :wink:


Vigna Don Paolo meglio rimanga sconosciuto altrimenti in un paio d'anni triplica di prezzo
A quel punto allora non c'è più il prezzo buono per cui siamo costretti a vertere verso la fonte Puligny :mrgreen:
Maillerettes anche quello non spingerlo troppo :P
Konstantin_Levin88
Messaggi: 82
Iscritto il: 24 set 2019 18:00

Re: Vini da investimento

Messaggioda Konstantin_Levin88 » 09 ott 2019 08:39

Un nome poco conosciuto: Giacomo Conterno.
Qualcuo ha assaggi da botte dei suoi 2016?
Sono un piemontese atipico, lo so. Ma il sangiovese m'ha stregato.
Ziliovino
Messaggi: 3136
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: Vini da investimento

Messaggioda Ziliovino » 09 ott 2019 09:28

Mi sa che gli investitori col fiuto per gli affari difficilmente ti daranno dritte aggratis... 8) comunque mi sembra un buon momento questo tipo di investimenti, più o meno tutti i prezzi sono in costante aumento :evil:
i primi che mi vengono in mente:

Tignanello
Barbacarlo
Ledru

e scommetterei qualcosina anche su lopez de heredia
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
marcolanc
Messaggi: 679
Iscritto il: 19 nov 2007 17:40

Re: Vini da investimento

Messaggioda marcolanc » 09 ott 2019 09:58

Ziliovino ha scritto:e scommetterei qualcosina anche su lopez de heredia

Non so se sia da investimento, ma sicuramente al momento ha un rapporto q/p eccezionale ed ha anche una notevole longevità, quindi metterne via qualche bottiglia per me è una buona idea: male che vada, le si può sempre bere! :D
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Vini da investimento

Messaggioda zampaflex » 09 ott 2019 10:39

Le caratteristiche di base di un vino da investimento (ovvove!) sono:

- produzione limitata
- domanda alta 8)

Le caratteristiche aggiuntive di un vino da ultra investimento sono:

- produttore artigiano molto bravo
- età avanzata dello stesso, magari con i condor che già svolazzano sulla cantina

Della seconda specie mi vengono in mente Overnoy, Bonneau, Clos Rougeard, Allemand (che si sta toccando i maroni)...Accomasso...il Citrico...
Ultima modifica di zampaflex il 09 ott 2019 11:45, modificato 1 volta in totale.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: Vini da investimento

Messaggioda Kalosartipos » 09 ott 2019 10:54

zampaflex ha scritto:Della seconda specie mi vengono in mente Overnoy, Bonneau, Clos Rougeard, Allemand (che si sta toccando i maroni)…

Henri Bonneau già ito.. RIP
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 27042
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: Vini da investimento

Messaggioda vinotec » 09 ott 2019 11:03

zampaflex ha scritto:Le caratteristiche di base di un vino da investimento (ovvove!) sono:

- produzione limitata
- domanda alta 8)

Le caratteristiche aggiuntive di un vino da ultra investimento sono:

- produttore artigiano molto bravo
- età avanzata dello stesso, magari con i condor che già svolazzano sulla cantina

Della seconda specie mi vengono in mente Overnoy, Bonneau, Clos Rougeard, Allemand (che si sta toccando i maroni)…


...mi viene in mente anche chi non è ancora volato in cielo, ma non ha più la vigna perchè tolta ed espiantata: Pontoni con il vero Calvari...
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
MANUZ
Messaggi: 2343
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: Vini da investimento

Messaggioda MANUZ » 09 ott 2019 11:34

vinotec ha scritto:
zampaflex ha scritto:Le caratteristiche di base di un vino da investimento (ovvove!) sono:

- produzione limitata
- domanda alta 8)

Le caratteristiche aggiuntive di un vino da ultra investimento sono:

- produttore artigiano molto bravo
- età avanzata dello stesso, magari con i condor che già svolazzano sulla cantina

Della seconda specie mi vengono in mente Overnoy, Bonneau, Clos Rougeard, Allemand (che si sta toccando i maroni)…


...mi viene in mente anche chi non è ancora volato in cielo, ma non ha più la vigna perchè tolta ed espiantata: Pontoni con il vero Calvari...

Il problema è trovarlo.. e se lo trovi pagarlo un prezzo umano... che oramai supera i 300€...
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
MANUZ
Messaggi: 2343
Iscritto il: 12 ago 2008 17:47

Re: Vini da investimento

Messaggioda MANUZ » 09 ott 2019 11:36

zampaflex ha scritto:Le caratteristiche di base di un vino da investimento (ovvove!) sono:

- produzione limitata
- domanda alta 8)

Le caratteristiche aggiuntive di un vino da ultra investimento sono:

- produttore artigiano molto bravo
- età avanzata dello stesso, magari con i condor che già svolazzano sulla cantina

Della seconda specie mi vengono in mente Overnoy, Bonneau, Clos Rougeard, Allemand (che si sta toccando i maroni)…

Giusta riflessione la tua....
Avete bisogno di barbatelle?
Sono qui...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Vini da investimento

Messaggioda zampaflex » 09 ott 2019 11:43

Kalosartipos ha scritto:
zampaflex ha scritto:Della seconda specie mi vengono in mente Overnoy, Bonneau, Clos Rougeard, Allemand (che si sta toccando i maroni)…

Henri Bonneau già ito.. RIP


Purtroppo. L'ho citato in quanto esempio lampante.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti