Roma: Tradizionale ma carino..

Questo spazio è dedicato solo ai racconti delle vostre esperienze enogastronomiche nei ristoranti, pizzerie, trattorie, wine bar dove siete stati, che vi hanno soddisfatto molto, abbastanza o per niente. E' importante motivare sempre le critiche positive o negative.

Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 703
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Roma: Tradizionale ma carino..

Messaggioda tenente Drogo 2 » 02 ott 2018 21:46

la cosa buffa è che c'è uno che sparla di Arcangelo, chissà perché, poi quando si è trattato di chiedergli un favore per una lodevole iniziativa di beneficenza mica è è tirato indietro

bah
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
ZEL WINE
Messaggi: 7168
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Roma: Tradizionale ma carino..

Messaggioda ZEL WINE » 03 ott 2018 01:08

Timoteo ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Timoteo ha scritto:
beluga ha scritto:Cesare al Casaletto
Armando al Pantheon
Trattoria Monti
Flavio a Testaccio
Fernanda a Trastevere
Gatta mangiona (Sforno o Tonda) per la pizza

Tradizionali trovi tutte le specialità romane e non solo


secondo il report de la repubblica, quindi con amplissimo beneficio di inventario, cesare al casaletto nella persona di leonardo vignoli ha preso il premio per miglior carta dei vini nella guida osterie di slow food.
poi c'è il decalogo osterie. dice che NON devono avere menù degustazione (???)
infine c'è, nella lista dei premiati, Amerigo Dal 1934 Valsamoggia (Bo), che ha una stella michelin e, credo, qualche menù degustazione.

"grande è la confusione sotto il cielo, la situazione è eccellente"


Amerigo non fa “menu degustazione”


http://www.amerigo1934.it/content/show/section/degustazionedellastagionalita


E’ tipo menu’ fisso : ant/primo/sec/dolce
Lontano mille miglia dal concetto di degustazione “classico” degli stellato.
Bettini fa cucina da osteria niente più, in più ha la stella ad essere sinceri. Fidati
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Timoteo
Messaggi: 2240
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Roma: Tradizionale ma carino..

Messaggioda Timoteo » 03 ott 2018 10:15

ZEL WINE ha scritto:
Timoteo ha scritto:
ZEL WINE ha scritto:
Timoteo ha scritto:
beluga ha scritto:Cesare al Casaletto
Armando al Pantheon
Trattoria Monti
Flavio a Testaccio
Fernanda a Trastevere
Gatta mangiona (Sforno o Tonda) per la pizza

Tradizionali trovi tutte le specialità romane e non solo


secondo il report de la repubblica, quindi con amplissimo beneficio di inventario, cesare al casaletto nella persona di leonardo vignoli ha preso il premio per miglior carta dei vini nella guida osterie di slow food.
poi c'è il decalogo osterie. dice che NON devono avere menù degustazione (???)
infine c'è, nella lista dei premiati, Amerigo Dal 1934 Valsamoggia (Bo), che ha una stella michelin e, credo, qualche menù degustazione.

"grande è la confusione sotto il cielo, la situazione è eccellente"


Amerigo non fa “menu degustazione”


http://www.amerigo1934.it/content/show/section/degustazionedellastagionalita


E’ tipo menu’ fisso : ant/primo/sec/dolce
Lontano mille miglia dal concetto di degustazione “classico” degli stellato.
Bettini fa cucina da osteria niente più, in più ha la stella ad essere sinceri. Fidati


i miei dubbi, forse poco chiariti dai tre punti interrogativi, erano sull'obbligo di non avere il menù degustazione per essere osteria slow food.
poi siccome la guida la fanno loro possono pure mettere che bisogna avere le panche di legno al posto delle sedie, è uguale.
infine prima metti no degustazione e poi c'è questo che sul proprio sito propone un menù degustazione....
insomma niente di importante.
Avatar utente
beluga
Messaggi: 8849
Iscritto il: 07 giu 2007 11:21
Località: roma

Re: Roma: Tradizionale ma carino..

Messaggioda beluga » 03 ott 2018 15:01

Basta distinguere un menù a prezzo fisso che molte Osterie fanno, primo, seconno, contorno, frutta, caffè e ammazzacaffè, magari scritto sulla lavagna da quello che i guidaioli intendono come menù degustazione che è legato ad una certa idea di ristorazione.
Il confine è labile ma l’importante è capirsi.
Me ne importo
Timoteo
Messaggi: 2240
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Roma: Tradizionale ma carino..

Messaggioda Timoteo » 03 ott 2018 15:37

beluga ha scritto:Basta distinguere un menù a prezzo fisso che molte Osterie fanno, primo, seconno, contorno, frutta, caffè e ammazzacaffè, magari scritto sulla lavagna da quello che i guidaioli intendono come menù degustazione che è legato ad una certa idea di ristorazione.
Il confine è labile ma l’importante è capirsi.


a me pare più una sega mentale.
e comunque la guida è la loro e decidessero come meglio credono.
Rudi
Messaggi: 422
Iscritto il: 14 nov 2013 14:26
Località: Imola

Re: Roma: Tradizionale ma carino..

Messaggioda Rudi » 22 ott 2018 11:11

Sono stato molto bene da Armando
Matricianella me la ricordavo meglio, forse serata storta
Buona la gricia alla Carbonara

Grazie

Torna a “Ristoranti: le vostre opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti