...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7773
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda zampaflex » 27 mag 2018 20:55

Vinos ha scritto:Luciano quella frase era collegata ad un post precedente su Facebook in cui avevo postato delle bottiglie con ottimo rapporto qualità prezzo di cui qui non ho parlato.... bevo una bottiglia ogni due giorni, a volte anche una al giorno, e mi sposto quasi sempre dai bianchi di Borgogna, per un discorso economico... quindi il feeling con altre zone lo devo avere per forza, heheh...
Ps non posto tutto quello che bevo come bene o male fate tutti, anzi a volte mi sforzo di condivide più di altri qui dentro che bevono tantissime cose interessanti e non scrivono una virgola...


:wink:

Per esempio, stasera ho aperto il Palette 2012 di Chateau Simone. Sale, acidità, toni ossidativi che prevalgono sulla primarietà della gioventù ne fanno un vino interessante e piacevole a costo contenuto.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
stecca
Messaggi: 379
Iscritto il: 01 nov 2008 12:49
Località: BS

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda stecca » 27 mag 2018 22:14

Complice un’occasione di festa ho tirato il collo a qualche bottiglia

MONTECUCCO Le calle
Bello, naso di frutti rossi molto maturi, una viola e una nota ematica. Bella acidità a tenere su il tutto.
Vino straordinariamente gastronomico. Piacituo Parecchio

Disfida Sagrantini
GIAMPAOLO BEA PAGLIARO 2005

Avevo preso all’uscita 4 bottiglie: la prima bevuta subito, la seconda circa 4/5 anni fa e mi aveva fatto innamorare: un vino clamoroso, elegante e vellutato in cui le asprezze e gli eccessi tannici del vitigno erano gestiti sapientemente da gran manico. quella di oggi parte con una nota salmastra al naso, poi col tempo sventaglia note molto evolute di frutta rossa e un velo di cacao e mon cherì, fino ad assomigliare, fatte le debite proporzioni, quasi ad un piccolo porto.
Purtroppo mi tocca ammettere che ho aspettato troppo... questo ha già passato il suo momento migliore...ora resta bevibile e per carità buono, ma già molto, troppo evoluto. Mannaggia a me che penso che non sia mai l’occasione abbastanza giusta per stappare certi vini. :cry:
Me ne resta una bottiglia che a questo punto...bho non lo so. :roll:

SAGRANTINO CAPRAI COLLEPIANO 1999

Il vicino di casa più leccato e perfettino. Nonostante i 6 anni in più è forse un po’ più in forma di quello di Bea, ma certamente meno affascinante
Oramai agee e autunnale: la frutta scura è oramai un sotto spirito anche qui, i tannini sono fitti e risolti, ma l’acidità lo tiene ancora vivo.


PODVERSIC rosso PRELIT 2008
Anche di questo avevo preso 2 bottiglie all’uscita. La prima bevuta subito e ora questa.
Nella prima avevo attribuito certi squilibri alla giovane età. in questa ho trovato certamente un vino più centrato ed equilibrato, ma non elegantissimo.
Certo è interessante, ha una certa progressione nel bicchiere e penso possa trovare qualche estimatore tra chi non ama i merlot troppo “ruffiani”, ma nulla da strapparsi i capelli. Non so se a 25 euri lo ricomprerei.


Bho con i rossi ultimamente mi trovo a pensare che la fascia intermedia (diciamo sui 23/26 euri) mi lascia perplesso: mi hanno appagato di più vini più semplici e meno cari (12/15 euri)...oppure son dovuto salire a qualcosa sui trenta/35 (bevuto un barolo di Fenocchio veramente buono).


MARCO DE BARTOLI BUKKURAM padre della vigna passito di pantelleria
Fuoriclasse: il vino è un opulento, ricco e raffinato come un califfo nella Sicilia araba.
Inutile descrivere il naso: c’è tutto (al quadrato) quello che ci si aspetta da un passito di Pantelleria tranne la stucchevolezza.
Uno dei migliori, se non forse il migliore passito bevuto negli ultimi anni.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Kalosartipos » 28 mag 2018 08:57

STAATLICHER HOFKELLER WÜRZBURG Franken Riesling Trocken Erste Lage "Würzburger Stein" 2015... i soliti semplici nomi krukki :lol: ... acquistato in loco nell'agosto di due anni fa, l'ho trovato degno rappresentante dell'annata calda, abbastanza largo, caldo in bocca (anche oltre i 13,5 riportati in etichetta), con qualche nota verde; costava pochetto (attorno ai 10 euro, se ricordo bene), ma non lo ricomprerei.

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
vinogodi
Messaggi: 28622
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda vinogodi » 28 mag 2018 09:15

...Ortrugo Valla 2016 ... cazzo , ma è buono!!! Oro abbastanza carico (all'uscita era paglierino scarico) , acidità viva ma non citrica come sempre gli Ortrugo, appena petillant , bella frutta matura ... trasfigurato ... e se l'Ortrugo fosse buono dopo un anno o due di ... sosta in bottiglia? :P
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11917
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Alberto » 28 mag 2018 09:41

Kalosartipos ha scritto:STAATLICHER HOFKELLER WÜRZBURG Franken Riesling Trocken Erste Lage "Würzburger Stein" 2015... i soliti semplici nomi krukki :lol: ... acquistato in loco nell'agosto di due anni fa, l'ho trovato degno rappresentante dell'annata calda, abbastanza largo, caldo in bocca (anche oltre i 13,5 riportati in etichetta), con qualche nota verde; costava pochetto (attorno ai 10 euro, se ricordo bene), ma non lo ricomprerei.

Immagine

Riesling in Franconia è come dire Falanghina in Irpinia. :wink:
Würzburg almeno ti era piaciuta? :)
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13180
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Kalosartipos » 28 mag 2018 09:51

Alberto ha scritto:Riesling in Franconia è come dire Falanghina in Irpinia. :wink:
Würzburg almeno ti era piaciuta? :)

In effetti, ci siamo andati per visitare la Residenz, non per cercare vino :mrgreen: ... comunque, qualche Riesling decoroso c'è pure in Franconia..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
supersonic76
Messaggi: 747
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda supersonic76 » 28 mag 2018 13:38

Cabernet Franc 2013 Russiz Superiore
Aperto per accompagnare in scioltezza na banalissima tagliatella al ragù, si rivela vino ben più impegnativo di quanto mi aspettassi.Caldo, strutturato, sapido.Inizialmente quasi troppo austero e chiuso.Col passare dei minuti cambia nettamente in meglio; aumentano le sfaccettature e con essa la piacevolezza.Vinone da pieno inverno che dà il meglio a panza piena.Per niente il mio genere
Memento Audere Semper
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2835
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Ludi » 28 mag 2018 16:34

Vodopivec, Vitovska 2006: è un vino che personalmente ho sempre molto amato, e dopo dodici anni dalla vendemmia è sempre più buono, ricco di grandi sensazioni tattili, miele di castagno, ruggine. Gran bevuta.
Dettori, Tenores 2014: un Tenores molto atipico, simile in questa fase a certe espressioni dell'Es di Fino. Residuo zuccherino avvertibile, tabacco fresco, una sottile vena minerale che poi si apre alla frutta fresca. Da attendere, ma ha grandi potenzialità.
Prager, Gruner Veltliner Smaragd Achleiten 2012: tipico che più di così non si può, tra frutta tropicale, note erbacee, sensazioni di soffusa mineralità fumé.
Il Poggione, BdM Riserva Vigna Paganelli 2003: nonostante l'annata che io non amo (non mi senta Aramis) il vino ha sostanza, eleganza, buona carica acida.
Zerbina, Scacco Matto 2012: non c'è nulla da dire, rimane per me tra i migliori muffati italiani.
Cottanera, L'Ardenza 2009: mi sono avvicinato con molto scetticismo, ma debbo dire che il vino è davvero tanto, tanto gradevole, con quell'irreale color porpora intenso ed una frutta golosa ed esuberante. Grande bottiglia di "disimpegno".
Casa Caterina, Cuvée 60 2007: ho già scritto altrove che con le bottiglie di Del Bono si può trovare di tutto, dalle ciofeche alle beve sublimi. Con questa mi è andata bene: integro, fieramente acido, con grande personalità.
Chateau Grand-Puy-Lacoste 2005: un claret d'altri tempi, sottile, rigoroso, quasi monastico. Fa riflettere su certe derive fruttatone recenti....
Kracher, Welschriesling TBA Zwischen den Seen #11 1998: uno dei vini più "erotici" bevuti ultimamente; quei nettari che vorresti versare sulle parti giuste del corpo femminile e poi suggere sino all'ultima goccia (scusate se sono troppo esplicito, ma rende l'idea....). Sublime.
Avatar utente
sundek181
Messaggi: 972
Iscritto il: 06 giu 2007 16:13
Località: Lecco

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda sundek181 » 29 mag 2018 09:39

Metto anche qui.

Chambolle Misigny - Mugnier
Colore da Pinot Nero, scarico e brillante, naso spezie, fiori bianchi, gelsomino, elegante e molto fine. Bocca con una bella materia, anche qui ritorna l’eleganza e la finezza. Bevibilita paurosa, abbinato a una tartare di carne ci stava benissimo.
Chateau Talbot 2001
Colore scuro e impenetrabile, naso classico da bordeaux, elegante e potente allo stesso tempo, liquirizia, peperone, leggero erbaceo, mirtilli.
In bocca ritorna eleganza e potenza, bella acidità a sorreggere la materia, su una costata da 1 kilo, ha fatto tutto il suo dovere.

Malvasia delle Lipari Caravaglio 2014
Per me una novità, mai assaggiato prima.
Piaciuto molto, naso albicocca candita, scorza d’arancia, bocca molto equilibrata, e per nulla stucchevole, da riprovare anche con qualche anno in più.
Pensi sempre di poter rimandare a domani...
...e se non ci fosse un domani?!?!
Avatar utente
Raido
Messaggi: 105
Iscritto il: 29 nov 2016 15:19
Località: Torino

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Raido » 29 mag 2018 10:00

stecca ha scritto:Complice un’occasione di festa ho tirato il collo a qualche bottiglia

MARCO DE BARTOLI BUKKURAM padre della vigna passito di pantelleria
Fuoriclasse: il vino è un opulento, ricco e raffinato come un califfo nella Sicilia araba.
Inutile descrivere il naso: c’è tutto (al quadrato) quello che ci si aspetta da un passito di Pantelleria tranne la stucchevolezza.
Uno dei migliori, se non forse il migliore passito bevuto negli ultimi anni.


Completamente d'accordo, è tanto di tutto ma mai troppo :D
Ziliovino
Messaggi: 3136
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Ziliovino » 30 mag 2018 11:19

Champagne Topaze Brut 2009 - Nouvelot. Buon rapporto q/p per una bevuta classica e lineare, bollicina un po' irruenta, direi da attendere tranquillamente un paio d'anni.

Rehinessen Weinolsheimer Kehr Riesling Eiswein 2002 - Manz. Color ramato, parte con uno sbuffo medicinale che se ne va subito, albicocca disidratata a gò-gò, marzapane, pera stramatura, la bocca è una scarica elettrica rivestita di velluto e glicerine, un succo d'uva da tracannare senza ritegno... grande vino.

Riviera Ligure di Ponente Pigato Acini Rari 2006 - Le Rocche del Gatto. Apre con tanta pietra e leggero elastico sbruciacchiato, comunque elegante, poi agrumi e cedrata, zenzero e spezia dolce, bocca verticale e ficcante, asciutto. Praticamente i descrittori di riesling trocken, con più struttura in bocca. Molto buono.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2009 - Pievalta. Tenue e riservato al naso, qualche nota verde a rinfrescare il profilo, pulito verticale e sapido, bel sorso.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Capovolto 2009 - La Marca di San Michele. Verdicchio di struttura, peccato per la nota finale amarognola che lo rende poco piacevole

Chianti Rufina 2012 - Fattoria di Selvapiana. Chianti semplice in stile teso e nordico, speziato, un po' sfuocato al naso.

Barolo Vigneto Arborina 1991 - Altare. Ancora in ottima forma, naso sul frutto dove si alternano note chiare a frutti più scuri, poco terziario, sorso con acidità ben presente (è l'annata, presumo), tannino levigato. Qualcuno diceva che i Barolo dei modernisti non sarebbero resistiti al tempo?

Aglianico del Vulture Titolo 2006 - Elena Fucci. Ancora energico, sorso dai tannini ormai domati, tutto sul frutto al naso con un leggero accenno fumé. Buona bevuta, me lo ricordavo però con maggior carattere.

Recioto di Soave 1976 - Pieropan. ito anche questo...

Moscato d'Asti Sant'Ilario 2014 - Ca'd'Gal. In leggera parabola discendente ma sempre un ottimo moscato, agrumato e cremoso.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Ziliovino
Messaggi: 3136
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Ziliovino » 31 mag 2018 08:57

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine





Giornata Sciablì:

Chablis Vieilles Vignes 2009 - Guy Robin. Limone e lemongrass, verticale, fresco e sapido, semplice ma davvero di piacevolezza estrema, come un Gatorade ghiacciato dopo una corsa estiva...

Chablis Vieilles Vignes 2010 - Hamelin. Parte con note tostate e di caffè, si apre poi sugli agrumi, che tornano decisi al retrolfatto insieme ad una nota di foglia di pomodoro.

Chablis Vieilles Vignes 2008 - Domaine George. Qui la frutta si fa decisamente più matura, sul tropicale, ananas maturo, più struttura e rotondità, sembra ormai arrivato, non attenderei oltre.

Chablis Mont de Milieu 1er cru 2015 - Duplessis. Naso fresco, piuttosto chiuso e composto, cedro, decisamente sull'eleganza, ma ancora decisamente introverso e giovane.

Chablis Mont de Milieu 1er cru 2014 - Grossot. Apre su note sulfuree, un po' confuso, poi una bella nocciola verde e un po' di cere, sorso di buona tensione.

Chablis Mont de Milieu 1er cru 2011 - Denis Race. Anche qui non precisissimo al naso, piuttosto elegante e composto soprattutto in bocca.

Champagne Terra Extra Brut - Nathalie Falmet. Agrumato e fresco, fragrante, ottima bollicina per spezzare la carrellata di sgasati...

Chablis Beauroy 1er cru 2013 - Laurent Tribut. Chablis di struttura, elegante e senza sbavature, completo e lungo, pronto da bere oggi.

Chablis Beauroy 1er cru 2011 - Laurent Tribut. Le somiglianze col precedente ci sono tutte, qui il naso concede anche una nocciola verde e un tocco di menta-basilico, più tensione in bocca senza dimenticare una certa ciccia.

Chablis Chapelot 1er Cru 2008 - Raveneau. Agrumi, conchiglie e finocchietto, bocca elegante, lunga e distesa, grande vino, ma meno ficcante di un altro paio di cru sempre 2008 provati in precedenza.

Chablis Le Clos Grand Cru Vieilles Vignes 2007 - Guy Robin. Teso e sapido per una gran bella bocca che se la gioca col precedente, mentre al naso è decisamente meno aperto e paga pegno. Bella mano comunque, Guy Robin...

Dom Perignon 1976 - Moet e Chandon. Aperto per festeggiare con gli amici la nascita di mia figlia... fatico ad estrarre il tappo, finché non decide di uscire da solo con un gran botto e colpisce il soffitto: ci urla di essere ancora vivo e vegeto. Biscotto e note di malto, arachidi e noccioline, accenno di yogurt, bolla ancora incredibilmente ben presente vista l'età, bocca tesa ma un po' corta, ovviamente le ossidazioni la fanno da padrone, e capisco che non a tutti possa piacere, anzi, forse sono io in minoranza, ed ovviamente non è un grande vino in senso assoluto ma resta sicuramente un'esperienza e bella prova di tenuta.

Quarts de Chaume 1999 - Chateau de Suronde. Colore ambrato scuro, frutta secca, qualche tono caraibico da Rhum, caramello, albicocca secca, in bilico tra frutta e ossidazioni nobili, particolare, sorso oleoso e dolcezza misurata. Nuove frontiere dell'abbinamento cibo-vino: muffin alla Cannabis Light e cioccolato.
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
cskdv
Messaggi: 351
Iscritto il: 04 gen 2017 13:32
Località: Vicenza

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda cskdv » 31 mag 2018 10:30

Cena tra amici, il tema della serata era vini rossi provenienti dal Friuli-Venezia Giulia...principalmente merlot con qualche eccezione :lol:

Rosso della Castellada 1996 :D :D :D :D
Vino che ancora si difende nonostante i 22 anni sul gobbone

Merlot Princic 2007 :D :D :D :D :)
Sorpresa della serata, quando avevamo visitato la cantina avevamo assaggiato solo il merlot in botte e quindi da beati ignoranti avevamo le idee un po confuse e non sapevamo cosa aspettarci, ottima acidità e persistenza. Preferito dalla maggioranza del tavolo.

Artiul Ronco Severo 2013 (Riserva Merlot) :D :D :D :D
Gran bel vinone ciccione e setoso ma ancora giovane, sarei curioso di assaggiarne uno con qualche anno in più!

Miani Rosso 2011 :D :D :D :D :)
Colore ancora molto rubino con riflessi porpora, non sembra invecchiato di un giorno! Ottima complessità in bocca, pulitissimo mentre al naso ha fatto fatica ad aprirsi.

Merlot Radikon 2005 :D :D :D :D :)
Personalmente lo stile di Radikon mi piace molto, sia a livello olfattivo che gustativo. Me gusta!
L'unica cosa che mi da un po fastidio sono la quantità di fondi presenti ma vabbè....come si dice dalle nostre parti "Bon tuto" :D

Il tutto è stato accompagnato da una tonnellata di carne in varie forme e cotture!

Immagine
Immagine
Immagine
“Leroy sa di f**a di alto livello”
Bue House, 28/10/2018
:lol:
SommelierSardo
Messaggi: 1429
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda SommelierSardo » 31 mag 2018 14:17

Il Guercio 2016

Non servono molte parole... un vino entusiasmante, sfaccettato, profondo, completo e complesso, con una facilità di beva disarmante! Complimenti a Sean
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda paperofranco » 31 mag 2018 16:06

SommelierSardo ha scritto:Il Guercio 2016

Non servono molte parole... un vino entusiasmante, sfaccettato, profondo, completo e complesso, con una facilità di beva disarmante! Complimenti a Sean


Sono un po' distante da questo punto di vista, almeno per il momento.
L’ho sentito domenica scorsa a “Radda nel bicchiere”. Dall’assaggio non mi è piaciuto, seppure mi sia sembrato meglio del 2015, quest'ultimo approfondito con calma l'anno scorso.
Io più che facilità di beva ho trovato magrezza, più che sfaccettature e complessità ho trovato poca tipicità, seppure i profumi non siano affatto male, con un certo ascendente borgognone; di certo non ho trovato profondità di gusto.
In ogni caso, con questo 2016 come con il 2015, non mi è sembrato di bere un sangiovese chiantigiano. L’ho anche detto a Sean, senza tanti giri di parole, mentre gli ho fatto i complimenti per il nuovo Chianti Classico 2015 di Tenuta Carleone, che all’assaggio mi è sembrato convincente e centrato come Chianti Classico di Radda, dopo una bottiglia bevuta a casa che invece mi aveva lasciato perplesso e me lo aveva fatto rimandare.
Fedevarius
Messaggi: 356
Iscritto il: 24 mag 2016 14:47
Località: Firenze

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Fedevarius » 31 mag 2018 16:33

paperofranco ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:Il Guercio 2016

Non servono molte parole... un vino entusiasmante, sfaccettato, profondo, completo e complesso, con una facilità di beva disarmante! Complimenti a Sean


Sono un po' distante da questo punto di vista, almeno per il momento.
L’ho sentito domenica scorsa a “Radda nel bicchiere”. Dall’assaggio non mi è piaciuto, seppure mi sia sembrato meglio del 2015, quest'ultimo approfondito con calma l'anno scorso.
Io più che facilità di beva ho trovato magrezza, più che sfaccettature e complessità ho trovato poca tipicità, seppure i profumi non siano affatto male, con un certo ascendente borgognone; di certo non ho trovato profondità di gusto.
In ogni caso, con questo 2016 come con il 2015, non mi è sembrato di bere un sangiovese chiantigiano. L’ho anche detto a Sean, senza tanti giri di parole, mentre gli ho fatto i complimenti per il nuovo Chianti Classico 2015 di Tenuta Carleone, che all’assaggio mi è sembrato convincente e centrato come Chianti Classico di Radda, dopo una bottiglia bevuta a casa che invece mi aveva lasciato perplesso e me lo aveva fatto rimandare.


Bevuto anche io a Radda nel bicchiere ... e mi posiziono a metà tra i due giudizi, il vino a me è parso molto buono senza essere entusiasmante... certo vino più giocato sull'eleganza che sulla "ciccia", sicuramente merita di essere bevuto in contesti più tranquilli che non in un banchino sotto il sole con la calca di americani che cercano rosè dappertutto... la versione 2015 mai assaggiata, ne ho una sola boccia presa per curiosità dal buon Gianni/Roland ma mi sa che attenderò il prossimo autunno per aprirla.
Confermo invece la bontà del Chianti Classico, meglio secondo me anche dell'altro vino che era in degustazione che se non sbaglio si chiama DUE e ha un saldo di merlot.....
"E poi se la gente sa, e la gente lo sa che sai suonare, suonare ti tocca per tutta la vita, e ti piace lasciarti ascoltare…"
maxer
Messaggi: 3134
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda maxer » 31 mag 2018 23:23

cskdv ha scritto:Immagine

Ma su questa carnazza, nessun commento ?
Mi viene voglia di addentare lo smartphone ...
:shock: :P :shock:
carpe diem 8)
Avatar utente
cskdv
Messaggi: 351
Iscritto il: 04 gen 2017 13:32
Località: Vicenza

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda cskdv » 01 giu 2018 10:47

maxer ha scritto:Ma su questa carnazza, nessun commento ?
Mi viene voglia di addentare lo smartphone ...
:shock: :P :shock:



:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Eravamo in 6 ed il nostro amico cuoco ci ha preparato queste bestie:
Immagine
Tomahawk, costata di sorana e della coppa di Patanegra :!:
Classica seratina vegana :twisted:
“Leroy sa di f**a di alto livello”
Bue House, 28/10/2018
:lol:
supersonic76
Messaggi: 747
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda supersonic76 » 01 giu 2018 10:55

maxer ha scritto:
cskdv ha scritto:Immagine

Ma su questa carnazza, nessun commento ?
Mi viene voglia di addentare lo smartphone ...
:shock: :P :shock:


Fantastica la ciccia.
E meravigliosi quei calici :shock:
Non è qualcuno sa dirmi di marca siano?
Memento Audere Semper
Avatar utente
cskdv
Messaggi: 351
Iscritto il: 04 gen 2017 13:32
Località: Vicenza

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda cskdv » 01 giu 2018 11:03

supersonic76 ha scritto:Fantastica la ciccia.
E meravigliosi quei calici :shock:
Non è qualcuno sa dirmi di marca siano?


Erano quelli base messi dal ristorante, non saprei dirti.... anche se sono carini si! :o
“Leroy sa di f**a di alto livello”
Bue House, 28/10/2018
:lol:
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7773
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda zampaflex » 01 giu 2018 11:17

Aperto ieri sera, quindi vale per maggio.

Marcel Deiss - Burg 2010

Non ho mai trovato feeling con gli alsaziani, percependoli sempre troppo grassi, troppo aromatici, troppo.
Questo qui, assaggiato di sfuggita perché ancora non a temperatura giusta, mi ha sorpreso. Corpo fine il giusto, ventaglio amplissimo di agrumi e frutta multicolore, bella freschezza integrata e grande bevibilità.
Stasera ripasso a temperatura giusta per integrare il giudizio.

PS: c'è idrocarburo che tanto piace a molti, c'è sapidità, c'è soprattutto un equilibrio mai visto in zona. Grazie anche ad un magico 12,5% di alcool. Tutto si tiene, elegantemente. Compreso quel pizzico di zucchero residuo che chiude con tocco materno.
Quattro faccine e un più.
Ultima modifica di zampaflex il 01 giu 2018 20:39, modificato 1 volta in totale.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
giovanni77
Messaggi: 130
Iscritto il: 07 dic 2011 01:42

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda giovanni77 » 01 giu 2018 11:53

supersonic76 ha scritto:
maxer ha scritto:
cskdv ha scritto:Immagine

Ma su questa carnazza, nessun commento ?
Mi viene voglia di addentare lo smartphone ...
:shock: :P :shock:


Fantastica la ciccia.
E meravigliosi quei calici :shock:
Non è qualcuno sa dirmi di marca siano?

Se non ricordo male dovrebbero essere i tiburon Dell italesse
Spedizione in 3 giorni.
supersonic76
Messaggi: 747
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda supersonic76 » 01 giu 2018 12:06

giovanni77 ha scritto:
supersonic76 ha scritto:
maxer ha scritto:
cskdv ha scritto:Immagine

Ma su questa carnazza, nessun commento ?
Mi viene voglia di addentare lo smartphone ...
:shock: :P :shock:


Fantastica la ciccia.
E meravigliosi quei calici :shock:
Non è qualcuno sa dirmi di marca siano?

Se non ricordo male dovrebbero essere i tiburon Dell italesse


Grazie!
Memento Audere Semper
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11917
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda Alberto » 01 giu 2018 16:50

cskdv ha scritto:costata di sorana

Alla costata di notte mi sa che è cresciuto il filetto!!! :P

P.S.: Di Dario Princic provato poco tempo fa il cabernet sauvignon 2007...per me imbevibile (acetica a 1.000.000). Però sul merlot la mano dovrebbe essere più sicura, anche perché l'uva dà in genere risultati migliori (e speriamo, dal momento che ho un merlot 2003 messo via).

P.S. 2: Che signori tappi usavano i fratelli Bensa 20 anni fa!!! :) Quello del Princic invece a vederlo mi lascia perplesso.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8675
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: ...IN MAGGIO NON SI BEVE???????????

Messaggioda arnaldo » 01 giu 2018 17:25

zampaflex ha scritto:Aperto ieri sera, quindi vale per maggio.

Marcel Deiss - Burg 2010

Non ho mai trovato feeling con gli alsaziani, percependoli sempre troppo grassi, troppo aromatici, troppo.
Questo qui, assaggiato di sfuggita perché ancora non a temperatura giusta, mi ha sorpreso. Corpo fine il giusto, ventaglio amplissimo di agrumi e frutta multicolore, bella freschezza integrata e grande bevibilità.
Stasera ripasso a temperatura giusta per integrare il giudizio.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto, Avvinazzato1970, basketuno12, cecaba, giodiui, Ziliovino e 16 ospiti