Galloni

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4420
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Galloni

Messaggioda Wineduck » 24 giu 2017 12:22

il chiaro ha scritto:
Wineduck ha scritto:Io da anni sostengo una cosa semplice e lampante ovvero approvo la politica commerciale praticata da migliaia di aziende piccole o piccolissime in varie parti d'Italia, Francia e USA (gli unici paesi che ho potuto freqeuntare personalmente, di altri casi non parlo): il produttore pratica ai suoi clienti diretti un prezzo più basso di quello medio delle enoteche che vendono i suoi vini (alcuni casi leggermente più basso, in altri molto più basso, altri ancora praticano lo stesso prezzo a tutti salvo aggiungere l'IVA non detraibile ai soggetti NON IVA). Alcuni praticano ulteriori sconti a clienti storici o clienti "opinion leaders". Dei loro prodotti fanno quello che vogliono ed ognuno è libero di applicare la politica commerciale che preferisce, fino a quando non torneremo al totalitarismo. Che al Chiaro questo possa far rodere il culo perchè pensa di perdere una parte del lavoro è comprensibile ma non giustificabile (gli ho spiegato centinaia di volte che nella maggior parte dei casi quei clienti non comprerebbero gli stessi prodotti su altri canali, piuttosto cambierebbero produttore: quindi lui non perde proprio nulla).


Ale, a me il culo non rode per niente. Tu ancora non hai capito cosa voglio dire io, e mi rispondi in un modo completamente fuori tema. Ci riprovo: le aziende devono far pagare quel caxxo che credono ai propri clienti, siano essi privati, opinion leaders, enoteche, ristoranti, forumisti, blogger, alieni, martore o apteryx. Nello scegliere che politica di prezzi adottare io mi permetto di ricordare che l'enotecaro (ma anche il ristoratore e il grossista), appena sa (e ti assicuro che lo viene a sapere in un amen) che il vicino di casa compra il vino dalla azienda X ad un prezzo uguale o più basso di quello che lo pagano lui, smetterà di essere cliente di quella cantina. Adesso ti chiedo: secondo te il privato cittadino che compra 2 cartoni (perché fidati, di questa media si tratta) con quei due cartoni può sviluppare un indotto simile a quelle delle enoteche di una città? Fidati, neanche da lontano. E fidati, le cene tra appassionati in taverne confortevoli non muovono niente rispetto al normale lavoro di un bravo agente (quale io non sono).
In ogni caso a me cambia ben poco: io morto un papa ne faccio un altro senza tanti problemi. Di certo andare in giro 13 ore al giorno per sentirsi dire che non comprano più il vino X perché costa di meno al privato, non è una cosa che fa piacere, ma la risolvo alla svelta, basta una telefonata.


Tu fai benissimo a fare quel tipo di selezione, io credo fermamente nella selelzione naturale quindi figurati se ti contesto questo atteggiamento! Anzi bravo, fai benissimo a fare così!
Alla fine credo che parliamo di aziende completamente diverse: tu forse ti riferisci ad aziende giovani che devono costruirsi un'immagine ed un mercato domestico. In questo caso il lavoro della rete di vendita può essere molto importante in un mercato ancora tecnologicamente poco evoluto come quello del vino (dal lato di enotecari e ristoratori, intendo). Capisco quindi che il produttore debba mantenere un certo equilibrio e debba tutelare il lavoro di chi ha creduto in lui prima di altri (agenti e relativi clienti intermedi).
Io invece parlo di aziende che esistevano ben prima che si sviluppassero queste reti commerciali e addiritura ben prima che aprissero l'80% delle enoteche e ristoranti attuali. Aziende che avevano già un "brand" e addirittura vendevano una fetta importantissima della loro produzione ai clienti privati diretti. Nelle Langhe sono frequenti questi casi, con addirittura aziende che hanno sempre venduto fino al 40% della loro produzione ai clienti finali diretti che arrivavano con i loro portabagagli vuoti e se ne andavano con l'auto piena, ogni anno, per decine di anni consecutivi. In Alsazia 12 anni fa la situazione era la stessa, forse ancora più estremizzata di quella langarola che ho appena descritto (le aziende familiari erano tutte aperte la domenica con le loro piccole vendite dirette).
Non sono rari i casi in cui sono state queste aziende a fare la fortuna degli agenti e dei commercianti che avevano nel portafoglio e nella carta quei brand. Spesso sono aziende che investono continuamente nella loro crescita qualitativa, prendono punteggi alti nelle guide e provocano un generalizzato aumento dei prezzi al dettaglio di cui stanno beneficiando SOPRATTUTTO le reti commerciali (non certo i poveri consumatori finali, in particolare quelli italiani che hanno in media un potere d'acquisto sempre più basso).
Per queste aziende mi dovresti spiegare per quale diabolico motivo dovrebbero smettere di favorire i loro micorscopici clienti privati che hanno sempre comprato il loro vino, anche quando non erano sulle copertine delle riviste, quando non prendevano punteggi e quando nessuna rete di vendita li andava a cercare. Sai invece quale turbine di telefonate/mail si scatena oggi quando un produttore poco conosciuto prende un punteggio alto da un guru del vino (o diventa virale sulla rete grazie ad uno degli opinion leaders di cui parlavo nei giorni scorsi)? Qualcuno mi ha fatto vedere le "paginate" di mail ricevute, talvolta IN UNA SOLA NOTTE da tutto il mondo!
Concludendo: io non ho dubbi che tu sia molto scrupoloso e stia lavorando benissimo ma la "beatificazione" dei poveri agenti di vendita ti prego di risparmiarmela. C'è gente di ogni tipo anche nel vostro settore e se un produttore decide di par pagare meno il vino ai suoi clienti privati storici o ad altri che ritiene strategici, lo deve poter fare senza problemi. Se poi perderà qualche rappresentante/enoteca/ristorante.... se ne farà una ragione! Ce ne sono milioni sulla faccia della terra e morto un papa se ne faranno un altro (e pure un cardinale).
Io prevedo che i cambiamenti climatici e la crescita della media borghesia nei paesi a forte sviluppo (non più in Europa e USA) porterà una tale pressione commerciale sul vino italiano di qualità nei prossimi 10-20 anni, che la maggioranza dei nostri produttori farà esattamente come sta già succedendo in Borgogna: lo avrà già venduto non appena terminata la vendemmia (e quindi calcolate le bottiglie). Figurati se si preoccuperanno di un rappresentante in più o meno.
Prosit!
"You're in my blood like holy wine, so bitter, so sweet, I drink a case of you, still be on my feet, still be on my feet"
Joni Mitchell


follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
alì65
Messaggi: 12724
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Galloni

Messaggioda alì65 » 24 giu 2017 20:56

pensa che io cominciato da tempo a pensare di metterci una pietra sopra il vino top di gamma e tornare con i piedi per terra
vino come "alimento", fatto con tutti i crismi ma senza seghe mentali
la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti
il mondo enoico non è più per "normali" appassionati ma solo per ricchi o pseudoricchi e non fa più per me...
futuro incerto...2020 di merda!!!
AedesLaterani2012
Messaggi: 1492
Iscritto il: 31 gen 2013 17:01
Località: Centro

Re: Galloni

Messaggioda AedesLaterani2012 » 25 giu 2017 16:07

alì65 ha scritto:pensa che io cominciato da tempo a pensare di metterci una pietra sopra il vino top di gamma e tornare con i piedi per terra
vino come "alimento", fatto con tutti i crismi ma senza seghe mentali
la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti
il mondo enoico non è più per "normali" appassionati ma solo per ricchi o pseudoricchi e non fa più per me...


Stra-quoto, Claudio, stra-quoto! Mi permetto soltanto: quel mondo enoico, non IL mondo enoico; e chi ha l'astrusa pretesa di parametrizzare l'intero scibile... beh, peste lo colga!
Honni soit qui mal y pense
alì65
Messaggi: 12724
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Galloni

Messaggioda alì65 » 25 giu 2017 18:06

AedesLaterani2012 ha scritto:
alì65 ha scritto:pensa che io cominciato da tempo a pensare di metterci una pietra sopra il vino top di gamma e tornare con i piedi per terra
vino come "alimento", fatto con tutti i crismi ma senza seghe mentali
la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti
il mondo enoico non è più per "normali" appassionati ma solo per ricchi o pseudoricchi e non fa più per me...


Stra-quoto, Claudio, stra-quoto! Mi permetto soltanto: quel mondo enoico, non IL mondo enoico; e chi ha l'astrusa pretesa di parametrizzare l'intero scibile... beh, peste lo colga!


caro Riccardo, la vita del bevitore in quanto tale è sempre più difficile.....ma sopravviveremo.. :wink:
futuro incerto...2020 di merda!!!
AedesLaterani2012
Messaggi: 1492
Iscritto il: 31 gen 2013 17:01
Località: Centro

Re: Galloni

Messaggioda AedesLaterani2012 » 25 giu 2017 22:07

alì65 ha scritto:
AedesLaterani2012 ha scritto:
alì65 ha scritto:pensa che io cominciato da tempo a pensare di metterci una pietra sopra il vino top di gamma e tornare con i piedi per terra
vino come "alimento", fatto con tutti i crismi ma senza seghe mentali
la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti
il mondo enoico non è più per "normali" appassionati ma solo per ricchi o pseudoricchi e non fa più per me...


Stra-quoto, Claudio, stra-quoto! Mi permetto soltanto: quel mondo enoico, non IL mondo enoico; e chi ha l'astrusa pretesa di parametrizzare l'intero scibile... beh, peste lo colga!


caro Riccardo, la vita del bevitore in quanto tale è sempre più difficile.....ma sopravviveremo.. :wink:


:wink:
Honni soit qui mal y pense
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2902
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Galloni

Messaggioda gianni femminella » 26 giu 2017 09:11

alì65 ha scritto:
AedesLaterani2012 ha scritto:
alì65 ha scritto:pensa che io cominciato da tempo a pensare di metterci una pietra sopra il vino top di gamma e tornare con i piedi per terra
vino come "alimento", fatto con tutti i crismi ma senza seghe mentali
la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti
il mondo enoico non è più per "normali" appassionati ma solo per ricchi o pseudoricchi e non fa più per me...


Stra-quoto, Claudio, stra-quoto! Mi permetto soltanto: quel mondo enoico, non IL mondo enoico; e chi ha l'astrusa pretesa di parametrizzare l'intero scibile... beh, peste lo colga!


caro Riccardo, la vita del bevitore in quanto tale è sempre più difficile.....ma sopravviveremo.. :wink:


Non mi pongo il problema di quello che non mi posso permettere. Mi succede in molti campi. Dal vino ai viaggi, dalle case agli orologi da polso. Eppure a ingegnarsi di vino buono se ne trova, e un bel viaggio si raccatta sempre senza andare in un albergo cinque stelle.
Dovrei soffrire per questo, o dovrei vergognarmi di fronte a chi può bere "alto"? Io non credo.
Pace.

Ciao ragazzacci ( Riccardo e Claudio )
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3464
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Galloni

Messaggioda videodrome » 26 giu 2017 10:02

alì65 ha scritto:la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti

Parole sante Claudio, l'appassionato evoluto, per necessità (sicuramente il mio caso) o per virtù (lo sfizio di scoprire chi diventerà, semmai ci sarà, il nuovo Conterno) si orienterà sempre più alla scoperta di nuove realtà, zone e produttori.
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8813
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Galloni

Messaggioda arnaldo » 27 giu 2017 08:45

Ohhh dite tutti cosi'..... :lol: :lol: pero' continuate a bere bottiglie top... :lol: :lol: e a fare mutui e toglierVi un rene per cercarle e berle.... :lol: :lol: siete farlocchi ??? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Timoteo
Messaggi: 2672
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Galloni

Messaggioda Timoteo » 27 giu 2017 09:53

gianni femminella ha scritto:Dovrei soffrire per questo, o dovrei vergognarmi di fronte a chi può bere "alto"? Io non credo.


tante volte dovesse servire una scaletta, uno sgabello, non fare complimenti.
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3464
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Galloni

Messaggioda videodrome » 27 giu 2017 11:46

arnaldo ha scritto:Ohhh dite tutti cosi'..... :lol: :lol: pero' continuate a bere bottiglie top... :lol: :lol: e a fare mutui e toglierVi un rene per cercarle e berle.... :lol: :lol: siete farlocchi ??? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Ultimamente vado di champo e i vini rossi mi hanno un pò stufato....non parliamo dwi vini top....chi da mesi mesi aspetta monfo 10 come il messia...
Al max spendo x qualche rodano
AedesLaterani2012
Messaggi: 1492
Iscritto il: 31 gen 2013 17:01
Località: Centro

Re: Galloni

Messaggioda AedesLaterani2012 » 27 giu 2017 17:31

videodrome ha scritto:
arnaldo ha scritto:Ohhh dite tutti cosi'..... :lol: :lol: pero' continuate a bere bottiglie top... :lol: :lol: e a fare mutui e toglierVi un rene per cercarle e berle.... :lol: :lol: siete farlocchi ??? :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Ultimamente vado di champo e i vini rossi mi hanno un pò stufato....non parliamo dwi vini top....chi da mesi mesi aspetta monfo 10 come il messia...
Al max spendo x qualche rodano


Concordo! Similmente al 'collega farlocco', faccio approvvigionamento di Sassicaia e Valentini dalle cantine d'origine, solo quando posso andare di persona: pochi esemplari l'anno in multipli di sei, come notorio. Sfuso di qualità q.b., generalmente da Umbria ed Abruzzo. Rappresentanze regionali (oltre mezza Italia) sparse di molte cantine, spesso poco conosciute, con esemplari dai 7,00 ai 30,00 €/bt. Sperimento spesso e volentieri.
Honni soit qui mal y pense
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2902
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Galloni

Messaggioda gianni femminella » 27 giu 2017 17:35

Timoteo ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Dovrei soffrire per questo, o dovrei vergognarmi di fronte a chi può bere "alto"? Io non credo.


tante volte dovesse servire una scaletta, uno sgabello, non fare complimenti.


Sei tornato per dire ste' fregnacce? Non potevi startene nelle tue isolette?

Efkaristó polí

Ci sentiamo in privato
Timoteo
Messaggi: 2672
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Galloni

Messaggioda Timoteo » 27 giu 2017 18:16

gianni femminella ha scritto:
Timoteo ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Dovrei soffrire per questo, o dovrei vergognarmi di fronte a chi può bere "alto"? Io non credo.


tante volte dovesse servire una scaletta, uno sgabello, non fare complimenti.


Sei tornato per dire ste' fregnacce? Non potevi startene nelle tue isolette?

Efkaristó polí

Ci sentiamo in privato


Tornato?
Ma quando mai!!!
vinogodi
Messaggi: 30884
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Galloni

Messaggioda vinogodi » 27 giu 2017 19:14

videodrome ha scritto:
alì65 ha scritto:la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti

Parole sante Claudio, l'appassionato evoluto, per necessità (sicuramente il mio caso) o per virtù (lo sfizio di scoprire chi diventerà, semmai ci sarà, il nuovo Conterno) si orienterà sempre più alla scoperta di nuove realtà, zone e produttori.

... un bel paio di palle , scusatemi . Io al bere alto non rinuncio , Nè a Monfortino, , Soldera , Riserve di Quintarelli o La Tache (o Cros Parantoux) . Come faccio ? Come tutti i poveracci che vogliono bere Romanée Conti: mi prostituisco, spaccio droga pesante e rapino banche , mi sembra ovvio .... perchè , non fate così anche voi? 8) :shock:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
alì65
Messaggi: 12724
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Galloni

Messaggioda alì65 » 27 giu 2017 22:07

vinogodi ha scritto:
videodrome ha scritto:
alì65 ha scritto:la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti

Parole sante Claudio, l'appassionato evoluto, per necessità (sicuramente il mio caso) o per virtù (lo sfizio di scoprire chi diventerà, semmai ci sarà, il nuovo Conterno) si orienterà sempre più alla scoperta di nuove realtà, zone e produttori.

... un bel paio di palle , scusatemi . Io al bere alto non rinuncio , Nè a Monfortino, , Soldera , Riserve di Quintarelli o La Tache (o Cros Parantoux) . Come faccio ? Come tutti i poveracci che vogliono bere Romanée Conti: mi prostituisco, spaccio droga pesante e rapino banche , mi sembra ovvio .... perchè , non fate così anche voi? 8) :shock:


Marco mi trovo d'accordo tranne sul "mi prostituisco"... so che per te vale il lato A come prostituzione ma se ti chiedono il lato B cosa faresti.....io berrei acqua...te lo dico!!! :mrgreen:
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3464
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: Galloni

Messaggioda videodrome » 28 giu 2017 11:15

alì65 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
videodrome ha scritto:
alì65 ha scritto:la vera evoluzione e futuro del bevitore intelligente è tornare a vini degni di nota ma per tutte le tasche e ce ne sono, alcuni già conusciuti

Parole sante Claudio, l'appassionato evoluto, per necessità (sicuramente il mio caso) o per virtù (lo sfizio di scoprire chi diventerà, semmai ci sarà, il nuovo Conterno) si orienterà sempre più alla scoperta di nuove realtà, zone e produttori.

... un bel paio di palle , scusatemi . Io al bere alto non rinuncio , Nè a Monfortino, , Soldera , Riserve di Quintarelli o La Tache (o Cros Parantoux) . Come faccio ? Come tutti i poveracci che vogliono bere Romanée Conti: mi prostituisco, spaccio droga pesante e rapino banche , mi sembra ovvio .... perchè , non fate così anche voi? 8) :shock:


Marco mi trovo d'accordo tranne sul "mi prostituisco"... so che per te vale il lato A come prostituzione ma se ti chiedono il lato B cosa faresti.....io berrei acqua...te lo dico!!! :mrgreen:

:D :D :D :D :D :D :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cavallo bianco, GUIDO KELLER, JMB, Ziliovino e 1 ospite