Due parole su alcune mangiate romane ( no blasonati ) cap. 3

Questo spazio è dedicato solo ai racconti delle vostre esperienze enogastronomiche nei ristoranti, pizzerie, trattorie, wine bar dove siete stati, che vi hanno soddisfatto molto, abbastanza o per niente. E' importante motivare sempre le critiche positive o negative.

Avatar utente
Don Antonio
Messaggi: 1601
Iscritto il: 06 giu 2007 13:05
Località: Roma

Messaggioda Don Antonio » 22 giu 2007 18:34

Judasric ha scritto:
Don Antonio ha scritto:
Marco ha scritto:Speravo di aver info di prima mano, ma tanto quando organizza mia moglie è sempre un rischiatutto !
Domenica o lunedi vi dirò tutto, ci vado sabato sera...


Le hai avute da me e Pannocchia le info di prima mano
Non ti preoccupare, vai sul sicuro: mangerai male :lol:


Perchè, tu sei andato in un posto del genere? :lol:


Varie volte, l'ultima pochi giorni fa
periodicamente mi piace immergermi in queste atmosfere. Infatti ogni tanto vado anche al Biondo Tevere :lol:
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 22 giu 2007 18:39

Don Antonio ha scritto:
Judasric ha scritto:
Don Antonio ha scritto:
Marco ha scritto:Speravo di aver info di prima mano, ma tanto quando organizza mia moglie è sempre un rischiatutto !
Domenica o lunedi vi dirò tutto, ci vado sabato sera...


Le hai avute da me e Pannocchia le info di prima mano
Non ti preoccupare, vai sul sicuro: mangerai male :lol:


Perchè, tu sei andato in un posto del genere? :lol:


Varie volte, l'ultima pochi giorni fa
periodicamente mi piace immergermi in queste atmosfere. Infatti ogni tanto vado anche al Biondo Tevere :lol:


Ah va bhè ma allora se ci rivai tanto male non dev'essere... :D
Avatar utente
Pannocchia
Messaggi: 1428
Iscritto il: 06 giu 2007 12:36
Località: Samuele

Messaggioda Pannocchia » 22 giu 2007 18:41

Judasric ha scritto:Felice a Testaccio


A proposito di Felice, il nipote (che ora ha preso in mano le redini) ha aperto da poco -proprio a fianco- la "Fraschetta di Mastro Giorgio": una neo-osteria romana ristrutturata (non eccezionalmente bene), con tanto di sottofondo musicale (a basso volume) di Lando Fiorini-Gabriella Ferri-Gigi Proietti. Punti decisamente a favore: un tranquillo giardino esterno e un servizio rapido e gentilissimo. C'è la possibilità di scegliere da un bancone refrigerato formaggi, salumi e verdure grigliate a peso. In carta: primi anche non ipertradizionali, insalata di polpo e patate, coccio di moscardini e fagioli, calamari arrosto, grandi grigliate di carne mista. Per terminare il pasto, un'amenità: le ciambelline al vino vengono servite con romanella frizzante -rossa o bianca- regolarmente imbottigliata. Imbevibile ma divertente e pittoresca.
Porzioni moooolto abbondanti e corrette. I prezzi sono onesti: antipasto+secondo+birre alla spina+ciambelline a meno di 25 euro.
Il nipote di Felice decisamente ci sa fare!
Consigliato, specie in un quartiere come Testaccio dove oramai la sòla è in perenne agguato.

V. Mastrogiorgio 19
tel. 06.57.41.369
“Il suo segreto era starsene abbastanza vicino alla vita, ma mai dentro.
In modo da poter osservare con sarcasmo l’orrore dell’umanità.”
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 22 giu 2007 19:19

Pannocchia ha scritto:
Judasric ha scritto:Felice a Testaccio


A proposito di Felice, il nipote (che ora ha preso in mano le redini) ha aperto da poco -proprio a fianco- la "Fraschetta di Mastro Giorgio": una neo-osteria romana ristrutturata (non eccezionalmente bene), con tanto di sottofondo musicale (a basso volume) di Lando Fiorini-Gabriella Ferri-Gigi Proietti. Punti decisamente a favore: un tranquillo giardino esterno e un servizio rapido e gentilissimo. C'è la possibilità di scegliere da un bancone refrigerato formaggi, salumi e verdure grigliate a peso. In carta: primi anche non ipertradizionali, insalata di polpo e patate, coccio di moscardini e fagioli, calamari arrosto, grandi grigliate di carne mista. Per terminare il pasto, un'amenità: le ciambelline al vino vengono servite con romanella frizzante -rossa o bianca- regolarmente imbottigliata. Imbevibile ma divertente e pittoresca.
Porzioni moooolto abbondanti e corrette. I prezzi sono onesti: antipasto+secondo+birre alla spina+ciambelline a meno di 25 euro.
Il nipote di Felice decisamente ci sa fare!
Consigliato, specie in un quartiere come Testaccio dove oramai la sòla è in perenne agguato.

V. Mastrogiorgio 19
tel. 06.57.41.369


Ecco cosa scrivevo sul capitolo due di questo thread, in data 18/12/2006.

Se vi capita di andare da Felice a Testaccio, senza aver prenotato, e quindi senza riuscire a trovare posto, il consiglio che qui voglio darvi è di non ripiegare sulla Fraschetta di Mastro Giorgio che si trova dietro l'angolo. Aperta da una settimana, hanno detto. Potevano aspettare un po', ho pensato io...
Un antipasto ( in due ) indecente con mezza fetta di prosciutto, l'altra mezza di mortadella, due fettine di salame genere Milano e simili... tre o quattro pezzetti di formaggio che si vergognava pure di essere mangiato e a completare l'opera un piattino di così detta giardiniera, immonda. La pasta e ceci, di ceci ne contava due... non nel senso di pochi, nel senso di uno e due. Nell'amatriciana il guanciale se l'erano dimenticato, non nel senso che ce n'era poco, nel senso che non ce n'era traccia alcuna. Due dolci che per quanto anonimi, non me li ricordo già più... Tutto questo bevendo l'unico vino disponibile, cioè l'acqua tinta della casa.
Ci hanno turlupinato 20 euro a testa.
Alla larga.


Immagine
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5282
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Messaggioda Marco » 22 giu 2007 19:26

Don Antonio ha scritto:
Marco ha scritto:Speravo di aver info di prima mano, ma tanto quando organizza mia moglie è sempre un rischiatutto !
Domenica o lunedi vi dirò tutto, ci vado sabato sera...


Le hai avute da me e Pannocchia le info di prima mano
Non ti preoccupare, vai sul sicuro: mangerai male :lol:




Grazie Zio...
Almeno mi metto il cuore in pace e ci vado pronto.
Avatar utente
Pannocchia
Messaggi: 1428
Iscritto il: 06 giu 2007 12:36
Località: Samuele

Messaggioda Pannocchia » 22 giu 2007 20:14

Judasric ha scritto:
Pannocchia ha scritto:
Judasric ha scritto:Felice a Testaccio


A proposito di Felice, il nipote (che ora ha preso in mano le redini) ha aperto da poco -proprio a fianco- la "Fraschetta di Mastro Giorgio": una neo-osteria romana ristrutturata (non eccezionalmente bene), con tanto di sottofondo musicale (a basso volume) di Lando Fiorini-Gabriella Ferri-Gigi Proietti. Punti decisamente a favore: un tranquillo giardino esterno e un servizio rapido e gentilissimo. C'è la possibilità di scegliere da un bancone refrigerato formaggi, salumi e verdure grigliate a peso. In carta: primi anche non ipertradizionali, insalata di polpo e patate, coccio di moscardini e fagioli, calamari arrosto, grandi grigliate di carne mista. Per terminare il pasto, un'amenità: le ciambelline al vino vengono servite con romanella frizzante -rossa o bianca- regolarmente imbottigliata. Imbevibile ma divertente e pittoresca.
Porzioni moooolto abbondanti e corrette. I prezzi sono onesti: antipasto+secondo+birre alla spina+ciambelline a meno di 25 euro.
Il nipote di Felice decisamente ci sa fare!
Consigliato, specie in un quartiere come Testaccio dove oramai la sòla è in perenne agguato.

V. Mastrogiorgio 19
tel. 06.57.41.369


Ecco cosa scrivevo sul capitolo due di questo thread, in data 18/12/2006.

Se vi capita di andare da Felice a Testaccio, senza aver prenotato, e quindi senza riuscire a trovare posto, il consiglio che qui voglio darvi è di non ripiegare sulla Fraschetta di Mastro Giorgio che si trova dietro l'angolo. Aperta da una settimana, hanno detto. Potevano aspettare un po', ho pensato io...
Un antipasto ( in due ) indecente con mezza fetta di prosciutto, l'altra mezza di mortadella, due fettine di salame genere Milano e simili... tre o quattro pezzetti di formaggio che si vergognava pure di essere mangiato e a completare l'opera un piattino di così detta giardiniera, immonda. La pasta e ceci, di ceci ne contava due... non nel senso di pochi, nel senso di uno e due. Nell'amatriciana il guanciale se l'erano dimenticato, non nel senso che ce n'era poco, nel senso che non ce n'era traccia alcuna. Due dolci che per quanto anonimi, non me li ricordo già più... Tutto questo bevendo l'unico vino disponibile, cioè l'acqua tinta della casa.
Ci hanno turlupinato 20 euro a testa.
Alla larga.


Immagine


Grazie per aver fatto da cavia al ristoratore.
Interessante notare come un locale riesca a migliorarsi così tanto, alle spalle dei primi avventori, in pochi mesi... Immagine

Scherzi a parte: ci sono stato la settimana scorsa e gli affettati, come porzione alla carta, non esistevano (più). Della qualità non so e non discuto, ma la quantità e la varietà la scegli direttamente tu al bancone. Sull'orrida (a priori) giardiniera ci avranno grazie a dio ripensato, perchè anche questa era misplaced, sostituita forse da difficilmente contestabili verdure grigliate. L'amatriciana invece c'era (quella non mancherà mai, perchè alla fine c'è sempre qualcuno che la ordina, a Roma. Anche in pieno agosto!): l'ho assaggiata da altri e non sarà stata sbrodolosamente sugosa e sovraccarica di trigliceridi a forma di guanciale come quella della Matricianella, nè delicata e stratosferica come da Arcangelo, però era commestibilissima ed equilibrata negli ingredienti. Neppure della pasta e ceci c'era più traccia: con quel caldo, saranno evaporati anche gli ultimi due legumi. Proprio perchè hanno solo vino sfuso, ho coscientemente scelto la birra alla spina. Il resto -tutto pesce- era, per me, fin troppo abbondante e discretamente sapido, tenero e di qualità media-standard.

Come possono essere differenti i giudizi sul medesimo posto, a seconda delle scelte... (il che non va ad onore del locale, naturalmente!)
“Il suo segreto era starsene abbastanza vicino alla vita, ma mai dentro.
In modo da poter osservare con sarcasmo l’orrore dell’umanità.”
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25163
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda tenente Drogo » 24 giu 2007 16:12

Don Antonio ha scritto:
Marco ha scritto:Domandina per Judas...sei mai stato in un locale alla Garbatella che si chiama Dar Moschino ?
Se si, cosa mi devo aspettare ? :?: :roll: :?:


Una bella piazzetta davanti, un'atmosfera molto tradizionale, vino della casa e una cucina piuttosto scadente


quoto

N.
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5282
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Messaggioda Marco » 25 giu 2007 14:54

Don Antonio ha scritto:
Marco ha scritto:Domandina per Judas...sei mai stato in un locale alla Garbatella che si chiama Dar Moschino ?
Se si, cosa mi devo aspettare ? :?: :roll: :?:


Una bella piazzetta davanti, un'atmosfera molto tradizionale, vino della casa e una cucina piuttosto scadente



Confermo....! :oops:
Avatar utente
Don Antonio
Messaggi: 1601
Iscritto il: 06 giu 2007 13:05
Località: Roma

Messaggioda Don Antonio » 25 giu 2007 15:04

Marco ha scritto:
Don Antonio ha scritto:
Marco ha scritto:Domandina per Judas...sei mai stato in un locale alla Garbatella che si chiama Dar Moschino ?
Se si, cosa mi devo aspettare ? :?: :roll: :?:


Una bella piazzetta davanti, un'atmosfera molto tradizionale, vino della casa e una cucina piuttosto scadente



Confermo....! :oops:


Beh, dai, almeno eri preparato a quello che ti aspettava :lol:
Avatar utente
amica speck
Messaggi: 2951
Iscritto il: 06 giu 2007 11:57
Località: Roma

Messaggioda amica speck » 09 lug 2007 18:10

Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!
Il locale è situato nei pressi della caotica Largo Argentina ma non ha il tipico aspetto acchiappaturisti che caratterizza molti ristoranti della zona. Ambiente carino, buona musica di sottofondo e cordialità del gestore concorrono a creare l'atmosfera rilassante di Cuore. Anche la cucina è degna di nota. Piatti freschi, piuttosto ricercati, sapori delicati che restano impressi.
Insomma una piacevole coccola da regalarsi in una calda serata d'estate.

Ecco le nostre scelte.

Amatriciana estiva - pomodori appena scottati, croccanti striscioline di guanciale, maggiorana e una spolverata di ricotta salata fanno da condimento a piccoli gnocchi di Kamut. Preparazione servita tiepida.

Insalata di primosale e cetrioli - mini dadolata di cetrioli, caciotta primosale e delicate cipolle condita con olio, sale e pepe. Un piatto dal gusto molto particolare. L'effetto complessivo è quello di una preparazione orientale, speziata. Spezie orientali, però, non ce ne sono.

Faraona con caponata - non saprei, non l'ho provata. Il piatto, però, è tornato in cucina pulito pulito, quindi ...

Da bere un rosso leggero di un piccolo produttore siciliano: RossoEubea - Azienda agricola D'Angelo Adele - Nero D'Avola '02 IGT.

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.

Conto approssimativo 76

Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c'era un tempo sognato
che bisognava sognare
Avatar utente
Daniela
Messaggi: 7849
Iscritto il: 25 giu 2007 08:20
Località: Montesacro - Roma
Contatta:

Messaggioda Daniela » 09 lug 2007 18:27

amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?
Voglio aprire un bistrot a via Isonzo e chiamarlo Bistronzo (Redisasso, 30/5/2008 ore 13,24)

http://senzapanna.blogspot.com
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 09 lug 2007 18:29

Daniela ha scritto:
amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?


Ma tu ancora non ci sei andata? Lì ti aspettavano... :lol:
Avatar utente
amica speck
Messaggi: 2951
Iscritto il: 06 giu 2007 11:57
Località: Roma

Messaggioda amica speck » 09 lug 2007 18:32

Daniela ha scritto:
amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?

Si, forse ...

Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c'era un tempo sognato
che bisognava sognare
Avatar utente
thea
Messaggi: 776
Iscritto il: 07 giu 2007 15:51
Località: roma

Messaggioda thea » 10 lug 2007 18:15

oggi a pranzo in centro ho provato il ristorante il Melarancio, a via del vantaggio (angolo via di ripetta)
servizio cortese, cibo ben cucinato prezzi quasi umani per essere a 20 metri da piazza del popolo
buona scelta di piatti di pesce: io ho preso un risotto gamberi e mele molto profumato e gustoso: i gamberi sapevano di gamberi, pensate!
mio fratello delle trofie zucchine e cozze: saporite e ben cucinate nonostante l'assenza di sale (problemi alimentari, ahimè): entrambi i piatti erano generosi e ben conditi
1 piatto di verdure grigliate cotte a puntino ( è incredibile come si sbagliano spesso le cose piu' semplici..)
1 carpaccio di manzo
2 caffè
2 bottiglie d'acqua ( niente vino: il dover lavorare tanto subito dopo pranzo non lo permetteva)
conto 50 euro
(lo so come recensione lascia un po a desisderare: volevo solo dare alcune indicazioni..)
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 11 lug 2007 12:59

Qualche sera fa, a Frascati, dopo essere stato in una enoteca che inaugurava il locale rinnovato ( non ricordo il nome), ed aver approfittato della pregiata degustazione di vini offerti e serviti in calici di pregio, sono ritornato da Cacciani.

In tre abbiamo condiviso un piatto di crostoni fatti con pane alla colatura di alici, e mozzarella di bufala fusa. Un primo a testa, il mio dei fusilli al pesto con pomodori, fiori di zucca, ricotta salata, e una specie di guanciale. Quattro secondi in tre, ovvero un pollo ( ruspante ) alla diavola, con pelle croccante preparato come non si è ben capito ( ma ci vogliono 40 minuti di cottura mi pare), e patate. Tre dolci, il mio la loro eccellente zuppa inglese.
Nei bicchieri (questi di vetro, non come quelli pregiati dell'enoteca di cui sopra), dopo un aperitivo gentilmente offerto ( anche se qualche malfidato commensale pensava il contrario) è stato versato il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Riserva Serra Fiorese 2002.
Tutto buono, terrazza piacevolissima, 55 euro a testa inclusi pane, acqua e mancia.


Un paio di giorni fa poi, convinto dal direttorTonelli, ma anche un po' dal direttorBonilli (sennò se la prende), sono ritornato da Mamma Angelina.

Tris di insalatina di mare, gamberetti in salsa rosa, insalatina di pomodori e peperoni... per provare il funzionamento della forchetta. Avendo l'utensile superato il collaudo, lo utilizziamo per lavorarci un carpaccio di baccalà marinato e pomodorini, una coppa di polpo con patate, tre grandi scampi crudi a testa.
A seguire continuiamo indefessi il lavoro con tagliolini al pesto e passata di pomodoro fresco e gramberetti, e una matriciana estiva con guanciale e frutti di mare. Entrambi i piatti per ciascuno. Na faticaccia.
Parte dolce, il sempre ottimo semifreddo al pistacchio. Dal lato opposto un gelato alla liquirizia molto buono, non per niente prodotto calabro, credo.
Da bere, acqua, che ricordo da me, e poi Majolini Franciacorta Brut Satén millesimato Ante Omnia 2002 e Alsace Grand CRU Domain Allimant-Laugner Riesling Praelatenberg 2005, che ricordo grazie agli appunti della stenografa. Liquore di genziana ( produzione della casa) e Amaro del Capo.
Conclusione vi consiglio di non andarci, altrimenti, visto il grandissimo e meritato successo, rischierei ancor di più di non trovare posto.
Avatar utente
Daniela
Messaggi: 7849
Iscritto il: 25 giu 2007 08:20
Località: Montesacro - Roma
Contatta:

Messaggioda Daniela » 11 lug 2007 13:03

Judasric ha scritto:
Daniela ha scritto:
amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?


Ma tu ancora non ci sei andata? Lì ti aspettavano... :lol:


Mi hai salutato Mara?? 8)
Voglio aprire un bistrot a via Isonzo e chiamarlo Bistronzo (Redisasso, 30/5/2008 ore 13,24)

http://senzapanna.blogspot.com
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 11 lug 2007 13:10

Daniela ha scritto:
Judasric ha scritto:
Daniela ha scritto:
amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?


Ma tu ancora non ci sei andata? Lì ti aspettavano... :lol:


Mi hai salutato Mara?? 8)


Ma perchè non scrivi due parole su quella nuova enoteca di Frascati? non ricordo il nome...
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5282
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Messaggioda Marco » 11 lug 2007 13:22

...sono molto curioso anch'io di sapere il nome... :roll:
adolforossetti
Messaggi: 340
Iscritto il: 06 giu 2007 12:04
Località: roma

Messaggioda adolforossetti » 11 lug 2007 13:28

Judasric ha scritto:Qualche sera fa, a Frascati, dopo essere stato in una enoteca che inaugurava il locale rinnovato ( non ricordo il nome), ed aver approfittato della pregiata degustazione di vini offerti e serviti in calici di pregio, sono ritornato da Cacciani.

In tre abbiamo condiviso un piatto di crostoni fatti con pane alla colatura di alici, e mozzarella di bufala fusa. Un primo a testa, il mio dei fusilli al pesto con pomodori, fiori di zucca, ricotta salata, e una specie di guanciale. Quattro secondi in tre, ovvero un pollo ( ruspante ) alla diavola, con pelle croccante preparato come non si è ben capito ( ma ci vogliono 40 minuti di cottura mi pare), e patate. Tre dolci, il mio la loro eccellente zuppa inglese.
Nei bicchieri (questi di vetro, non come quelli pregiati dell'enoteca di cui sopra), dopo un aperitivo gentilmente offerto ( anche se qualche malfidato commensale pensava il contrario) è stato versato il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Riserva Serra Fiorese 2002.
Tutto buono, terrazza piacevolissima, 55 euro a testa inclusi pane, acqua e mancia.


Un paio di giorni fa poi, convinto dal direttorTonelli, ma anche un po' dal direttorBonilli (sennò se la prende), sono ritornato da Mamma Angelina.

Tris di insalatina di mare, gamberetti in salsa rosa, insalatina di pomodori e peperoni... per provare il funzionamento della forchetta. Avendo l'utensile superato il collaudo, lo utilizziamo per lavorarci un carpaccio di baccalà marinato e pomodorini, una coppa di polpo con patate, tre grandi scampi crudi a testa.
A seguire continuiamo indefessi il lavoro con tagliolini al pesto e passata di pomodoro fresco e gramberetti, e una matriciana estiva con guanciale e frutti di mare. Entrambi i piatti per ciascuno. Na faticaccia.
Parte dolce, il sempre ottimo semifreddo al pistacchio. Dal lato opposto un gelato alla liquirizia molto buono, non per niente prodotto calabro, credo.
Da bere, acqua, che ricordo da me, e poi Majolini Franciacorta Brut Satén millesimato Ante Omnia 2002 e Alsace Grand CRU Domain Allimant-Laugner Riesling Praelatenberg 2005, che ricordo grazie agli appunti della stenografa. Liquore di genziana ( produzione della casa) e Amaro del Capo.
Conclusione vi consiglio di non andarci, altrimenti, visto il grandissimo e meritato successo, rischierei ancor di più di non trovare posto.
...aggiungi il dettaglio finale della "mamma"... :wink:
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 11 lug 2007 13:31

adolforossetti ha scritto:
Judasric ha scritto:Qualche sera fa, a Frascati, dopo essere stato in una enoteca che inaugurava il locale rinnovato ( non ricordo il nome), ed aver approfittato della pregiata degustazione di vini offerti e serviti in calici di pregio, sono ritornato da Cacciani.

In tre abbiamo condiviso un piatto di crostoni fatti con pane alla colatura di alici, e mozzarella di bufala fusa. Un primo a testa, il mio dei fusilli al pesto con pomodori, fiori di zucca, ricotta salata, e una specie di guanciale. Quattro secondi in tre, ovvero un pollo ( ruspante ) alla diavola, con pelle croccante preparato come non si è ben capito ( ma ci vogliono 40 minuti di cottura mi pare), e patate. Tre dolci, il mio la loro eccellente zuppa inglese.
Nei bicchieri (questi di vetro, non come quelli pregiati dell'enoteca di cui sopra), dopo un aperitivo gentilmente offerto ( anche se qualche malfidato commensale pensava il contrario) è stato versato il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Riserva Serra Fiorese 2002.
Tutto buono, terrazza piacevolissima, 55 euro a testa inclusi pane, acqua e mancia.


Un paio di giorni fa poi, convinto dal direttorTonelli, ma anche un po' dal direttorBonilli (sennò se la prende), sono ritornato da Mamma Angelina.

Tris di insalatina di mare, gamberetti in salsa rosa, insalatina di pomodori e peperoni... per provare il funzionamento della forchetta. Avendo l'utensile superato il collaudo, lo utilizziamo per lavorarci un carpaccio di baccalà marinato e pomodorini, una coppa di polpo con patate, tre grandi scampi crudi a testa.
A seguire continuiamo indefessi il lavoro con tagliolini al pesto e passata di pomodoro fresco e gramberetti, e una matriciana estiva con guanciale e frutti di mare. Entrambi i piatti per ciascuno. Na faticaccia.
Parte dolce, il sempre ottimo semifreddo al pistacchio. Dal lato opposto un gelato alla liquirizia molto buono, non per niente prodotto calabro, credo.
Da bere, acqua, che ricordo da me, e poi Majolini Franciacorta Brut Satén millesimato Ante Omnia 2002 e Alsace Grand CRU Domain Allimant-Laugner Riesling Praelatenberg 2005, che ricordo grazie agli appunti della stenografa. Liquore di genziana ( produzione della casa) e Amaro del Capo.
Conclusione vi consiglio di non andarci, altrimenti, visto il grandissimo e meritato successo, rischierei ancor di più di non trovare posto.
...aggiungi il dettaglio finale della "mamma"... :wink:


Ah si dimenticavo, al tavolo a fianco c'era Folco Quilici :lol:
Avatar utente
Arcy McB
Messaggi: 374
Iscritto il: 06 giu 2007 11:22
Località: Roma

Messaggioda Arcy McB » 11 lug 2007 13:36

Judasric ha scritto:
adolforossetti ha scritto:
Judasric ha scritto:Qualche sera fa, a Frascati, dopo essere stato in una enoteca che inaugurava il locale rinnovato ( non ricordo il nome), ed aver approfittato della pregiata degustazione di vini offerti e serviti in calici di pregio, sono ritornato da Cacciani.

In tre abbiamo condiviso un piatto di crostoni fatti con pane alla colatura di alici, e mozzarella di bufala fusa. Un primo a testa, il mio dei fusilli al pesto con pomodori, fiori di zucca, ricotta salata, e una specie di guanciale. Quattro secondi in tre, ovvero un pollo ( ruspante ) alla diavola, con pelle croccante preparato come non si è ben capito ( ma ci vogliono 40 minuti di cottura mi pare), e patate. Tre dolci, il mio la loro eccellente zuppa inglese.
Nei bicchieri (questi di vetro, non come quelli pregiati dell'enoteca di cui sopra), dopo un aperitivo gentilmente offerto ( anche se qualche malfidato commensale pensava il contrario) è stato versato il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Riserva Serra Fiorese 2002.
Tutto buono, terrazza piacevolissima, 55 euro a testa inclusi pane, acqua e mancia.


Un paio di giorni fa poi, convinto dal direttorTonelli, ma anche un po' dal direttorBonilli (sennò se la prende), sono ritornato da Mamma Angelina.

Tris di insalatina di mare, gamberetti in salsa rosa, insalatina di pomodori e peperoni... per provare il funzionamento della forchetta. Avendo l'utensile superato il collaudo, lo utilizziamo per lavorarci un carpaccio di baccalà marinato e pomodorini, una coppa di polpo con patate, tre grandi scampi crudi a testa.
A seguire continuiamo indefessi il lavoro con tagliolini al pesto e passata di pomodoro fresco e gramberetti, e una matriciana estiva con guanciale e frutti di mare. Entrambi i piatti per ciascuno. Na faticaccia.
Parte dolce, il sempre ottimo semifreddo al pistacchio. Dal lato opposto un gelato alla liquirizia molto buono, non per niente prodotto calabro, credo.
Da bere, acqua, che ricordo da me, e poi Majolini Franciacorta Brut Satén millesimato Ante Omnia 2002 e Alsace Grand CRU Domain Allimant-Laugner Riesling Praelatenberg 2005, che ricordo grazie agli appunti della stenografa. Liquore di genziana ( produzione della casa) e Amaro del Capo.
Conclusione vi consiglio di non andarci, altrimenti, visto il grandissimo e meritato successo, rischierei ancor di più di non trovare posto.
...aggiungi il dettaglio finale della "mamma"... :wink:


Ah si dimenticavo, al tavolo a fianco c'era Folco Quilici :lol:


com'era la matriciana estiva con guanciale e frutti di mare? Mi attira parecchio vorrei saperne di più :wink:
Mi piacerebbe sapere chi è il mandante di tutte le cazzate che faccio. (Altan)
Avatar utente
Judasric
Messaggi: 3070
Iscritto il: 06 giu 2007 13:26
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Judasric » 11 lug 2007 13:40

Arcy McB ha scritto:
Judasric ha scritto:
adolforossetti ha scritto:
Judasric ha scritto:Qualche sera fa, a Frascati, dopo essere stato in una enoteca che inaugurava il locale rinnovato ( non ricordo il nome), ed aver approfittato della pregiata degustazione di vini offerti e serviti in calici di pregio, sono ritornato da Cacciani.

In tre abbiamo condiviso un piatto di crostoni fatti con pane alla colatura di alici, e mozzarella di bufala fusa. Un primo a testa, il mio dei fusilli al pesto con pomodori, fiori di zucca, ricotta salata, e una specie di guanciale. Quattro secondi in tre, ovvero un pollo ( ruspante ) alla diavola, con pelle croccante preparato come non si è ben capito ( ma ci vogliono 40 minuti di cottura mi pare), e patate. Tre dolci, il mio la loro eccellente zuppa inglese.
Nei bicchieri (questi di vetro, non come quelli pregiati dell'enoteca di cui sopra), dopo un aperitivo gentilmente offerto ( anche se qualche malfidato commensale pensava il contrario) è stato versato il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Riserva Serra Fiorese 2002.
Tutto buono, terrazza piacevolissima, 55 euro a testa inclusi pane, acqua e mancia.


Un paio di giorni fa poi, convinto dal direttorTonelli, ma anche un po' dal direttorBonilli (sennò se la prende), sono ritornato da Mamma Angelina.

Tris di insalatina di mare, gamberetti in salsa rosa, insalatina di pomodori e peperoni... per provare il funzionamento della forchetta. Avendo l'utensile superato il collaudo, lo utilizziamo per lavorarci un carpaccio di baccalà marinato e pomodorini, una coppa di polpo con patate, tre grandi scampi crudi a testa.
A seguire continuiamo indefessi il lavoro con tagliolini al pesto e passata di pomodoro fresco e gramberetti, e una matriciana estiva con guanciale e frutti di mare. Entrambi i piatti per ciascuno. Na faticaccia.
Parte dolce, il sempre ottimo semifreddo al pistacchio. Dal lato opposto un gelato alla liquirizia molto buono, non per niente prodotto calabro, credo.
Da bere, acqua, che ricordo da me, e poi Majolini Franciacorta Brut Satén millesimato Ante Omnia 2002 e Alsace Grand CRU Domain Allimant-Laugner Riesling Praelatenberg 2005, che ricordo grazie agli appunti della stenografa. Liquore di genziana ( produzione della casa) e Amaro del Capo.
Conclusione vi consiglio di non andarci, altrimenti, visto il grandissimo e meritato successo, rischierei ancor di più di non trovare posto.
...aggiungi il dettaglio finale della "mamma"... :wink:


Ah si dimenticavo, al tavolo a fianco c'era Folco Quilici :lol:


com'era la matriciana estiva con guanciale e frutti di mare? Mi attira parecchio vorrei saperne di più :wink:


Per me bona. :lol:
Secondo la persona che stava con me, che ha paura di parlare, i due primi erano leggermente più salati del giusto.
Ma non lo dirà mai in pubblico. Teme il linciaggio. :lol:
Tulip
Messaggi: 56
Iscritto il: 08 giu 2007 10:36
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Tulip » 11 lug 2007 13:53

Judasric ha scritto:
Daniela ha scritto:
Judasric ha scritto:
Daniela ha scritto:
amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?


Ma tu ancora non ci sei andata? Lì ti aspettavano... :lol:


Mi hai salutato Mara?? 8)


Ma perchè non scrivi due parole su quella nuova enoteca di Frascati? non ricordo il nome...


secondo me era il PiacerediVino
un mio amico faceva il sommelier lì quella sera.
Beh com'era?
cicciona nell'anima


Il mio blog
Avatar utente
Arcy McB
Messaggi: 374
Iscritto il: 06 giu 2007 11:22
Località: Roma

Messaggioda Arcy McB » 11 lug 2007 14:51

Judasric ha scritto:
Per me bona. :lol:
Secondo la persona che stava con me, che ha paura di parlare, i due primi erano leggermente più salati del giusto.
Ma non lo dirà mai in pubblico. Teme il linciaggio. :lol:


Non bisogna mai temere di esprimere il proprio pensiero :wink:
Mi piacerebbe sapere chi è il mandante di tutte le cazzate che faccio. (Altan)
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5282
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Messaggioda Marco » 11 lug 2007 15:44

Tulip ha scritto:
Judasric ha scritto:
Daniela ha scritto:
Judasric ha scritto:
Daniela ha scritto:
amica speck ha scritto:Cuore - cucina sentimentale
Che bella sorpresa!

Chiudiamo con una bavarese di pistacchi, cioccolato bianco e pepe di nonsodove e un dolce provenzale con crema e albicocche. Notevoli entrambi.



poteva essere pepe di Sechuan?


Ma tu ancora non ci sei andata? Lì ti aspettavano... :lol:


Mi hai salutato Mara?? 8)


Ma perchè non scrivi due parole su quella nuova enoteca di Frascati? non ricordo il nome...


secondo me era il PiacerediVino
un mio amico faceva il sommelier lì quella sera.
Beh com'era?



Tulip dove sta questa Enoteca a Frascati...?
Sul loro sito non sono riuscito a trovare l'indirizzo !

Torna a “Ristoranti: le vostre opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti