Un anno fa

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 11:05

sulla Grecia mi limiterei ad osservare che non è stata strozzata e oggi ha uno spread migliore del nostro

(e non tirate fuori la bufala della mortalità infantile che sarebbe cresciuta)
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4893
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Un anno fa

Messaggioda Wineduck » 23 lug 2023 11:05

All'inizio l'avevo preso per un intervento serio ma poi ho visto citato "il fatto quotidiano". :lol:
Inoltre, data la premessa con tanto di auto confessione
ricostruzioni e piroette ultra-complottistiche delle quali, peraltro, non nascondo di essere buon esecutore
ho smesso di leggerlo perché non vale la pena sprecare neanche un minuto per questi personaggi.
Speriamo di tornare presto ad un dibattito costruttivo.
"Woke up this morning with a wine glass in my hand - Whose wine? What wine? - Where the hell did I dine? - Must have been a dream - I don't believe where I've been - Come on, let's do it again"
Peter Frampton
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Un anno fa

Messaggioda bobbisolo » 23 lug 2023 11:14

Wineduck ha scritto:All'inizio l'avevo preso per un intervento serio ma poi ho visto citato "il fatto quotidiano". :lol:
Inoltre, data la premessa con tanto di auto confessione
ricostruzioni e piroette ultra-complottistiche delle quali, peraltro, non nascondo di essere buon esecutore
ho smesso di leggerlo perché non vale la pena sprecare neanche un minuto per questi personaggi.
Speriamo di tornare presto ad un dibattito costruttivo.


non è che sei a corto di argomenti?
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 11:16

Draghi è di formazione keynesiana, si è laureato con Federico Caffè e ha fatto il dottorato a Boston con Modigliani
è quella scuola lì
certamente dal punto di vista di un marxista è criticabile
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4893
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Un anno fa

Messaggioda Wineduck » 23 lug 2023 11:38

bobbisolo ha scritto:
Wineduck ha scritto:All'inizio l'avevo preso per un intervento serio ma poi ho visto citato "il fatto quotidiano". :lol:
Inoltre, data la premessa con tanto di auto confessione
ricostruzioni e piroette ultra-complottistiche delle quali, peraltro, non nascondo di essere buon esecutore
ho smesso di leggerlo perché non vale la pena sprecare neanche un minuto per questi personaggi.
Speriamo di tornare presto ad un dibattito costruttivo.


non è che sei a corto di argomenti?


Assolutamente si, anzi non ne ho neanche uno.
Come diceva Schopenhauer "per discutere con qualcuno devi essere d'accordo su qualcosa". Partiamo da visioni della società e quindi della vita diametralmente opposte ed eternamente parallele, a che serve portare argomenti razionali che voi rifiutate "a prescindere" come diceva Totò?
Sono contrario ad ogni forma di spreco, il tempo è il bene più prezioso che abbiamo nella vita e quindi dedicare tempo a persone come te o quello sopra sarebbe uno spreco immenso ed imperdonabile. Non c'è alcuna forma di vera comunicazione, non c'è permeabilità reciproca e neppure di ascolto profondo cioè interiore. Perché dovrei stare qui a consumarmi i neuroni invece che giocare sulla spiaggia con mio figlio?
(è una domanda retorica ovviamente, non ti affannare a rispondere)
"Woke up this morning with a wine glass in my hand - Whose wine? What wine? - Where the hell did I dine? - Must have been a dream - I don't believe where I've been - Come on, let's do it again"
Peter Frampton
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Un anno fa

Messaggioda bobbisolo » 23 lug 2023 11:52

Wineduck ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
Wineduck ha scritto:All'inizio l'avevo preso per un intervento serio ma poi ho visto citato "il fatto quotidiano". :lol:
Inoltre, data la premessa con tanto di auto confessione
ricostruzioni e piroette ultra-complottistiche delle quali, peraltro, non nascondo di essere buon esecutore
ho smesso di leggerlo perché non vale la pena sprecare neanche un minuto per questi personaggi.
Speriamo di tornare presto ad un dibattito costruttivo.


non è che sei a corto di argomenti?


Assolutamente si, anzi non ne ho neanche uno.
Come diceva Schopenhauer "per discutere con qualcuno devi essere d'accordo su qualcosa". Partiamo da visioni della società e quindi della vita diametralmente opposte ed eternamente parallele, a che serve portare argomenti razionali che voi rifiutate "a prescindere" come diceva Totò?
Sono contrario ad ogni forma di spreco, il tempo è il bene più prezioso che abbiamo nella vita e quindi dedicare tempo a persone come te o quello sopra sarebbe uno spreco immenso ed imperdonabile. Non c'è alcuna forma di vera comunicazione, non c'è permeabilità reciproca e neppure di ascolto profondo cioè interiore. Perché dovrei stare qui a consumarmi i neuroni invece che giocare sulla spiaggia con mio figlio?
(è una domanda retorica ovviamente, non ti affannare a rispondere)


non riesci a dare una risposta che non offenda il prossimo...
mi fermo qui per non risponderti a tono
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 12:05

Wineduck ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
Wineduck ha scritto:All'inizio l'avevo preso per un intervento serio ma poi ho visto citato "il fatto quotidiano". :lol:
Inoltre, data la premessa con tanto di auto confessione
ricostruzioni e piroette ultra-complottistiche delle quali, peraltro, non nascondo di essere buon esecutore
ho smesso di leggerlo perché non vale la pena sprecare neanche un minuto per questi personaggi.
Speriamo di tornare presto ad un dibattito costruttivo.


non è che sei a corto di argomenti?


Assolutamente si, anzi non ne ho neanche uno.
Come diceva Schopenhauer "per discutere con qualcuno devi essere d'accordo su qualcosa". Partiamo da visioni della società e quindi della vita diametralmente opposte ed eternamente parallele, a che serve portare argomenti razionali che voi rifiutate "a prescindere" come diceva Totò?
Sono contrario ad ogni forma di spreco, il tempo è il bene più prezioso che abbiamo nella vita e quindi dedicare tempo a persone come te o quello sopra sarebbe uno spreco immenso ed imperdonabile. Non c'è alcuna forma di vera comunicazione, non c'è permeabilità reciproca e neppure di ascolto profondo cioè interiore. Perché dovrei stare qui a consumarmi i neuroni invece che giocare sulla spiaggia con mio figlio?
(è una domanda retorica ovviamente, non ti affannare a rispondere)


Chiedo venia, ma la premessa serviva proprio a farvi Notare che non servono ricostruzioni temerarie, ma che gli eventi parlano da soli. I link servono apposta per appurare che fallimenti draghiani esistono. Se uno non li analizza nemmeno...
Mi spiace che tu abbia frainteso sul cospirazionismo e che faccia una pessima figura, gettando l’asciugamano per presunta incompatibilità. Un’opinione positiva su Draghi l’ho avuta anche io in passato e qui cercavo di condividere quanto ho scoperto in seguito. Capisco perchè voi amiate ancora il sorriso dolce di Mario. Ho letto anche i tuoi commenti economici di sopra, ai quali vorrei rispondere...anche se con queste premesse passa la voglia. Rimango disponibile, se vuoi. Ma in questo caso, mi stai descrivendo come “non ascolto” l’esternare un’opinione diversa dalla tua. È intellettualmente onesto, questo comportamento?
C’è poco da essere marxisti, come leggevo più in alto in un commento. Credo che siano critiche che lasciano il tempo che trovano, distruttivi, a meno che l’obiettivo non sia quello di gettare fango sulla propria controparte. E mi chiedo a sto punto, se non siate qui solo per questo. Ammettere di aver letto fino alla quinta riga, infatti, rende onore: grazie molte.
Se il fatto quotidiano non è serio (concordo, ma un orologio rotto funziona due volte al giorno ed avendo studiato economia so “che ora è”), basta il titolo di qualsiasi altro giornale che dichiara il fallimento di Fortis, RBS e MPS e vedere chi era il responsabile della stabilità finanziaria all’epoca. Non ci vuole un complottista, potrebbe succedere a chiunque si faccia una domanda in più (ho capito, ho capito: non sei tu). Infatti, sempre in premessa avevo scritto che potevo dare un là a ricerche personali, non certo convincere nessuno a priori.
Prego, prego...divertiti in spiaggia. Ma se poi torni qui a scrivere sul tema, io saró qui a dibatterti. Per favore preparati qualcosa di serio, non insulti al mio cervello. Ti squalifichi da solo altrimenti.
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 12:11

tenente Drogo ha scritto:(e non tirate fuori la bufala della mortalità infantile che sarebbe cresciuta)


Ho condiviso un link con un video di Fubini in diretta tv che ammette di avere silenziato numeri scomodi che avrebbero dato fiato ai no-euro. Più di cosí, mi viene da dire che è inutile dare un paio di occhiali ad un orbo.
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4893
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Un anno fa

Messaggioda Wineduck » 23 lug 2023 12:14

bobbisolo ha scritto:
non riesci a dare una risposta che non offenda il prossimo...


Quindi se metto entrambi sullo stesso piano per te è offensivo? :lol: :lol: :lol:
Ammazza oh ma chi credi di essere, Thor il figlio di Odino? :lol:
Ma rilassati dai e fatti una risata, almeno di domenica! :wink:
"Woke up this morning with a wine glass in my hand - Whose wine? What wine? - Where the hell did I dine? - Must have been a dream - I don't believe where I've been - Come on, let's do it again"
Peter Frampton
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 12:25

tenente Drogo ha scritto:sulla Grecia mi limiterei ad osservare che non è stata strozzata e oggi ha uno spread migliore del nostro



A conferma che i trent’anni di riforme ispirate al neoliberismo han fatto bene al nostro paese.
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Un anno fa

Messaggioda bobbisolo » 23 lug 2023 12:33

:arrow:
Wineduck ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
non riesci a dare una risposta che non offenda il prossimo...


Quindi se metto entrambi sullo stesso piano per te è offensivo? :lol: :lol: :lol:
Ammazza oh ma chi credi di essere, Thor il figlio di Odino? :lol:
Ma rilassati dai e fatti una risata, almeno di domenica! :wink:


metterti su un piedistallo per te significa mettersi sullo stesso piano del prossimo?
ammazza oh :lol:

ah ma non dovevi non perdere tempo?
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 12:35

Ziotibbia ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:sulla Grecia mi limiterei ad osservare che non è stata strozzata e oggi ha uno spread migliore del nostro



A conferma che i trent’anni di riforme ispirate al neoliberismo han fatto bene al nostro paese.


https://m.youtube.com/watch?v=9IeJectBUEc
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 12:35

Ziotibbia ha scritto:
Poi salta fuori che dopo la terza vaccinazione si è più a rischio di contrarre la malattia che se non si è fatta nessuna dose, per via dell’anergia causata da ripetute stimolazioni del sistema immunitario. Link: https://www.nature.com/articles/s41421-021-00329-3



facciamo un po' di debunking
apro l'articolo e vedo che lo studio è stato condotto su 11 pazienti, dicesi undici

non aggiungo altro
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 12:43

Ziotibbia ha scritto:
Ziotibbia ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:sulla Grecia mi limiterei ad osservare che non è stata strozzata e oggi ha uno spread migliore del nostro



A conferma che i trent’anni di riforme ispirate al neoliberismo han fatto bene al nostro paese.


https://m.youtube.com/watch?v=9IeJectBUEc


Malvezzi lo sentivo ogni tanto a Radio Radio, la radio privata romana che dopo un recente cambio di proprietà è diventata il megafono di ca22ari no-euro novax e complottisti vari tipo Diego Fusaro o Bagnai

il neoliberismo in Italia non c'è mai stato

Fubini, garbato, educato, distinto, laureato in lettere antiche, al Corriere forse per meriti familiari (il nonno un luminare di filologia classica, uno zio illustre economista), si è limitato a propagare una bufala sulla mortalità infantile in Grecia
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 12:57

https://www.truenumbers.it/crisi-greca/



"Il tasso di mortalità infantile nel 1999 era all’8,3, nel 2010 in seguito alla crisi greca si era dimezzato a quota 4,7 per poi passare al 4,6 l’anno successivo, al 4,5 nel 2012 e al 4,4 nel 2013: costantemente in calo, quindi.
Nonostante questo, tuttavia, è chiaro che la strada è ancora lunga per raggiungere i migliori standard europei. L’Italia, nel 2013, ha avuto un tasso di mortalità infantile del 3,6, l’Irlanda del 3,8 e la Germania del 3,9."
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 13:20

tenente Drogo ha scritto:
Ziotibbia ha scritto:
Poi salta fuori che dopo la terza vaccinazione si è più a rischio di contrarre la malattia che se non si è fatta nessuna dose, per via dell’anergia causata da ripetute stimolazioni del sistema immunitario. Link: https://www.nature.com/articles/s41421-021-00329-3



facciamo un po' di debunking
apro l'articolo e vedo che lo studio è stato condotto su 11 pazienti, dicesi undici

non aggiungo altro



Infatti i debunker solitamente si basano nel ragionamento su premesse fuorvianti.
Se i soggetti dell’analisi sono solo 11 non vuol dire che il test non sia valido. È un primo step di studio che permette di continuare a testare l’ipotesi su di un campione più numeroso. Contrariamente, non prosegui perchè l’ipotesi è errata.
Figurati se sti scienziati pubblicati da Nature hanno tempo da perdere nel portare avanti uno studio inutile. :lol:

Probabilmente non hai altro da aggiungere perchè lo studio è ineccepibile, essendo che (presumo) non sei scienziato e che la pubblicazione su Nature dovrebbe, appunto, frenare ogni dietrologia e qualificare lo studio come autorevole

Complottismo al contrario

tenente Drogo ha scritto:
Ziotibbia ha scritto:
Ziotibbia ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:sulla Grecia mi limiterei ad osservare che non è stata strozzata e oggi ha uno spread migliore del nostro



A conferma che i trent’anni di riforme ispirate al neoliberismo han fatto bene al nostro paese.


https://m.youtube.com/watch?v=9IeJectBUEc


Malvezzi lo sentivo ogni tanto a Radio Radio, la radio privata romana che dopo un recente cambio di proprietà è diventata il megafono di ca22ari no-euro novax e complottisti vari tipo Diego Fusaro o Bagnai

il neoliberismo in Italia non c'è mai stato


Le privatizzazioni, per esempio, tendono a comprimere l’attività dello stato nell’economia. Questo è neoliberismo senza dubbio.
Precarizzazione dei contratti e conseguente deflazione salariale, lavoro di stato decimato.
Sembrerà strano, ma siamo ultimi per dipendenti pubblici in europa. Link: https://www.econopoly.ilsole24ore.com/2 ... ico-pochi/
Suona strano, ma non è per nulla controintuitivo, se pensi al disagio per i tempi di avere a che fare col pubblico.

Tutti questi sono sintomi di neoliberismo.

Be, Malvezzi andrà dove lo fanno parlare... Radio Radio non piace nemmeno a me.


Fubini, garbato, educato, distinto, laureato in lettere antiche, al Corriere forse per meriti familiari (il nonno un luminare di filologia classica, uno zio illustre economista), si è limitato a propagare una bufala sulla mortalità infantile in Grecia[/quote]

Negazionismo al contrario.
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 13:27

tenente Drogo ha scritto:https://www.truenumbers.it/crisi-greca/



"Il tasso di mortalità infantile nel 1999 era all’8,3, nel 2010 in seguito alla crisi greca si era dimezzato a quota 4,7 per poi passare al 4,6 l’anno successivo, al 4,5 nel 2012 e al 4,4 nel 2013: costantemente in calo, quindi.
Nonostante questo, tuttavia, è chiaro che la strada è ancora lunga per raggiungere i migliori standard europei. L’Italia, nel 2013, ha avuto un tasso di mortalità infantile del 3,6, l’Irlanda del 3,8 e la Germania del 3,9."


Aspetta, aspetta perchè questa è incredibile!
I bimbi dei greci spendaccioni che “vivevano sopra le loro possibilità” del 1999 morivano di più che i bimbi dei greci distrutti dalla crisi del 2013?
Ma siamo seri? Quelli danno i numeri!
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 14:12

quando i pazienti arruolati nel test sono solo undici siamo dalle parti di "me l'ha detto mio cugino"
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4893
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: Un anno fa

Messaggioda Wineduck » 23 lug 2023 14:37

tenente Drogo ha scritto:quando i pazienti arruolati nel test sono solo undici siamo dalle parti di "me l'ha detto mio cugino"


Tenente te l'ho già detto vare volte, lasciali perdere, non c'è possibilità di comunicazione, non ci stiamo dicendo nulla. Più queste discussioni vanno avanti e più la rete si riempie di argomenti deliranti sui quali poi qualcuno fa delle statistiche che sostengono che "tutte le opinioni hanno la stessa dignità", tanto che sono oggetto di civili e pacati confronti. È come mettersi a discutere con chi nega la Shoah: c'è un limite oltre il quale il silenzio è l'unica vera forma di rispetto verso l'intelligenza umana.
"Woke up this morning with a wine glass in my hand - Whose wine? What wine? - Where the hell did I dine? - Must have been a dream - I don't believe where I've been - Come on, let's do it again"
Peter Frampton
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 15:22

Wineduck ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:quando i pazienti arruolati nel test sono solo undici siamo dalle parti di "me l'ha detto mio cugino"


Tenente te l'ho già detto vare volte, lasciali perdere, non c'è possibilità di comunicazione, non ci stiamo dicendo nulla. Più queste discussioni vanno avanti e più la rete si riempie di argomenti deliranti sui quali poi qualcuno fa delle statistiche che sostengono che "tutte le opinioni hanno la stessa dignità", tanto che sono oggetto di civili e pacati confronti. È come mettersi a discutere con chi nega la Shoah: c'è un limite oltre il quale il silenzio è l'unica vera forma di rispetto verso l'intelligenza umana.


severo ma giusto
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Ziotibbia
Messaggi: 17
Iscritto il: 24 mar 2023 09:56

Re: Un anno fa

Messaggioda Ziotibbia » 23 lug 2023 15:33

Wineduck ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:quando i pazienti arruolati nel test sono solo undici siamo dalle parti di "me l'ha detto mio cugino"


Tenente te l'ho già detto vare volte, lasciali perdere, non c'è possibilità di comunicazione, non ci stiamo dicendo nulla. Più queste discussioni vanno avanti e più la rete si riempie di argomenti deliranti sui quali poi qualcuno fa delle statistiche che sostengono che "tutte le opinioni hanno la stessa dignità", tanto che sono oggetto di civili e pacati confronti. È come mettersi a discutere con chi nega la Shoah: c'è un limite oltre il quale il silenzio è l'unica vera forma di rispetto verso l'intelligenza umana.


Tutti zitti! è arrivato il metro di paragone in persona.
Se a te e al tenente vi Piace parlarvi addosso, fate pure. Intanto siete seduti su una miriade di spunti di discussione, sta a voi prenderli in mano, invece di utilizzare argomenti ad personam su di uno sconosciuto per evitare un confronto su temi per voi assodati.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 11917
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Un anno fa

Messaggioda zampaflex » 23 lug 2023 15:42

Ziotibbia ha scritto:Le privatizzazioni, per esempio, tendono a comprimere l’attività dello stato nell’economia. Questo è neoliberismo senza dubbio.


I tuoi studi di economia ti hanno fatto rilevare che nell'Italia dell'IRI (e del CAF) l'efficienza del sistema economico era tale che siamo arrivati ad un passo dal fallimento, nel 1992?
Non progredi est regredi
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Un anno fa

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2023 16:34

zampaflex ha scritto:
Ziotibbia ha scritto:Le privatizzazioni, per esempio, tendono a comprimere l’attività dello stato nell’economia. Questo è neoliberismo senza dubbio.


I tuoi studi di economia ti hanno fatto rilevare che nell'Italia dell'IRI (e del CAF) l'efficienza del sistema economico era tale che siamo arrivati ad un passo dal fallimento, nel 1992?


tornerei al 1981, quelli sì che erano bei tempi

c'era la lira, c'era la sovranità monetaria, la scala mobile, Andeatta non aveva ancora realizzato il "divorzio" tra governo e Banca d'Italia, la moneta era pubblica (come se adesso fosse privata), si stampava tutta la moneta necessaria al popolo ...

(vai a frequentare le bacheche dei sovranisti su Facebook e lo dicono davvero)
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 11917
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Un anno fa

Messaggioda zampaflex » 23 lug 2023 16:47

Ziotibbia ha scritto:
2- caso abn amro e fallimento bancario sistemico mentre il “nostro” è a capo del board per la stabilità finanziaria europea
La vicenda è riportata abbastanza in dettaglio in questo articolo. Link: https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edi ... a/3965513/

L’allora Governatore di Banca d’Italia e, al contempo, capo del suddetto board sovranazionale permise l’operazione di acquisto in cordata da parte delle banche Royal Bank of Scotland, Fortis e Santander. Risultato: falliscono Fortis e RBS, mentre Santander tiene gli asset migliori del suo pacchetto, riuscendo a rifilare il “pacco” Antonveneta - che era il cosiddetto “buco nero” acquisito da Abn Amro nel 2005 e che aveva sostanzialmente creato le condizioni perchè implodesse - dicevo rifilare il pacco bomba a Monte dei Paschi di Siena. Chi avallò l’acquisto (sovraprezzato: anche qui, niente due diligence) che portò al successivo fallimento e nazionalizzazione di MPS? Sempre lui, il quasi infallibile Santo Patrono dei competenti, allora Governatore di Banca d’Italia, appunto.


Guarda che il governatore di BdI quando partì il risiko era Fazio, e fu lui il grande sponsor di alcune operazioni folli; MPS-Antonveneta ne è conseguenza diretta.
https://www.panorama.it/news/economia/mps-scandalo-storia-crisi-antonveneta
https://www.corriere.it/economia/13_gennaio_26/misteri-antonveneta-story-bocconi_17b973ca-6782-11e2-8a76-cd5e3242e53f.shtml


Ziotibbia ha scritto:3- Il caso Grecia strozzata dalla BCE

Stavolta era banchiere centrale, promosso dopo la brillante gestione del caso sopra, ipotizzo. Le politiche di austerity strozzano l’Europa meridionale (guardare rapporto deficit/pil e dato del debito pubblico nella transizione da Monti in poi) mentre il Quantitative Easing pompa denaro che finisce esclusivamente sui mercati finanziari, andando ad inflazionare i prezzi dei titoli ed arricchire il mondo della rendita finanziaria. Per verificare gli effetti pratici del bazooka di Draghi, unito alla docilità dei vari Mario Monti e tecnicanza internazionale, basta fare una breve ricerca sui valori storici degli indici di borsa in un grafico dal QE in poi (2012) e, in parallelo, una sugli indici di povertà assoluta e relativa in Italia, o in Grecia. Magari anche sulla forbice delle disuguaglianze tra centili più ricchi e più poveri.
La Grecia si vede chiudere i rubinetti della liquidità dalla BCe in attesa di riforme sociali sempre più restrittive e volte al contenimento della spesa pubblica. Piccola parentesi, qui: io al primo anno di economia all’università (era proprio il 2012) studiai politica economica cioè la teoria dietro alla pratica di gestire un sistema economico tramite spesa pubblica e tassazione. Allora leggevo che la crescita si crea con la spesa pubblica e la detassazione Intanto, in televisione i vari Draghi, Monti e Trichet raccontavano l’esatto contrario, ossia che se non tagliamo le spese falliremo e saranno guai. Anni dopo sentii un economista di buon senso suggerire che “la spesa pubblica ha come contraltare il risparmio privato e che avremmo tutti il portafogli più pieno, in uno stato che spende”. La cosa è talmente banale che la potrebbe capire anche un neonato. Capii definitivamente di essere stato preso in giro sulla narrazione del debito assassino. Classico esempio è il Giappone: più alto debito pubblico al mondo, tassi di interesse sul debito bassissimi. La discriminante qui è una banca centrale che fa da prestatore di ultima istanza. Detenere i cordoni della borsa che avevamo fino al 1999 e che ora stanno a Bruxelles, per intenderci.
Ritorniamo alla storia della Grecia. Semplicemente, Mario non compra più titoli di stato questi rimangono sul mercato se non collocati ad interessi che pagheranno i greci de futuro e non c’è denaro. Le famose file ai bancomat per ritirare 40 euro. Intanto si vedono per la Grecia statistiche da terzo mondo: disoccupazione dilagante, contrazione salariale, suicidi economici, esplosione della tossicodipendenza, calo dell’aspettativa di vita e crescita della mortalità infantile.


Anche qui sbagli i tempi, l'austerity sui tassi, sulle masse monetarie era figlia del duo Trichet - Tietmeyer, Draghi invece accompagnò una discesa degli stessi. L'austerity di bilancio non è campo di azione della BCE, avrai studiato economia ma non diritto europeo si vede, perché su quel campo il mandato in UE è della Commissione (di cui Draghi non faceva assolutamente parte). E abbassare i tassi nonché aprire finestre di prestito a breve, medio e lungo è tutto quanto può fare una banca centrale per agevolare i sistemi economici in difficoltà (cosa fatta da Draghi nel pieno della crisi dei PIIGS).
Immagine
L'economia europea era devastata dalle due crisi gemelle, prima i mutui poi i debiti nazionali, i greci erano stati colti con le mani nel vasetto della marmellata con lo scandalo dei bilanci pubblici FALSI (FALSI!!!! MA di che parliamo, colpe di questo o di quello? FALSI!!!). Parliamo di una nazione che ha due risorse principali, turismo e trasporto navale, e ha messo in costituzione l'esenzione fiscale per il secondo e presenta regimi ridotti per il primo!
https://en.wikipedia.org/wiki/Greek_government-debt_crisis
E il programma successivo, di riduzione della spesa pubblica, vendita di partecipazioni statali e consolidamento del debito, è stato deciso non dal Sig. Draghi (e che è, il padrone del mondo?) ma dalla operazione congiunta Commissione - FMI - BCE (banca nel suo complesso, le sue strutture tecniche, perché la raccolta del debito sul mercato e il collocamento dei nuovi titoli dovevano passare da un coordinatore).


Ziotibbia ha scritto:Allora leggevo che la crescita si crea con la spesa pubblica e la detassazione Intanto, in televisione i vari Draghi, Monti e Trichet raccontavano l’esatto contrario, ossia che se non tagliamo le spese falliremo e saranno guai. Anni dopo sentii un economista di buon senso suggerire che “la spesa pubblica ha come contraltare il risparmio privato e che avremmo tutti il portafogli più pieno, in uno stato che spende”. La cosa è talmente banale che la potrebbe capire anche un neonato. Capii definitivamente di essere stato preso in giro sulla narrazione del debito assassino. Classico esempio è il Giappone: più alto debito pubblico al mondo, tassi di interesse sul debito bassissimi. La discriminante qui è una banca centrale che fa da prestatore di ultima istanza. Detenere i cordoni della borsa che avevamo fino al 1999 e che ora stanno a Bruxelles, per intenderci.


Qui siamo alla follia. In una buona università ti straccerebbero il libretto.
La spesa pubblica ha innanzitutto un moltiplicatore del reddito prodotto inferiore agli investimenti privati (c'è ampia letteratura disponibile). Poi, identifichiamo "spesa pubblica". In deficit o no? Corrente o per investimenti? Per servizi che sono svolti meglio senza ricerca del profitto, come istruzione e sanità, oppure producendo merendine e autovetture? Come si fa a pronunciare una frase così generica?

Il metodo. Gli USA scelgono da decenni, da Reagan, la strada della detassazione.
L'Europa sceglie da sempre la strada della spesa (UK a parte, e stati fiscalmente canaglia come Olanda, Lussemburgo pure).
Sono sufficienti questi due metodi per garantire la crescita della produttività e dell'economia?
No! Senza un sistema economico flessibile ed innovativo, questo non succederà. Se gli investimenti non generano un aumento della produttività, se il ritorno sugli investimenti è inferiore al costo degli stessi, la spirale del debito si innesca e si aggrava sempre più.

L'econometria. Il deficit pubblico deve essere finanziato da un eccesso di risparmio privato, drenato dall'emissione di titoli di debito. Ok. Ma questa semplice equazione vale per un sistema chiuso. Nella realtà, il risparmio può essere estero. Cosa succede perciò in questo caso? Che la crescita economica attuale, finanziata dalla spesa pubblica, viene generata da prestiti che ci fanno i cittadini esteri. Che quando si preoccupano di non rivedere più i soldi perché il deficit prosegue ininterrottamente e l'economia non cresce abbastanza da aumentare il denominatore in Debito / Pil, cominciano a chiedere indietro i propri prestiti. Esattamente ciò che è successo nel 2011/12. Vai a guardare la nostra NFP dell'epoca e confrontala con quella odierna.
Ma anche ammettendo che il risparmio privato interno sia in grado di finanziare completamente il deficit pubblico, siamo sicuri che ne valga la pena? Come per ogni investimento privato, un soldo preso a debito deve generare un ritorno, un utile, superiore al suo costo. Altrimenti è una distruzione di risorse.

Gli esempi. Il Giappone. Mamma mia, quanta disinformazione...Il Giappone è in grado di mantenere deficit alti (incidentalmente, senza creare inflazione) perché ha la propria BC che compra quasi tutto il debito in emissione. Il primo oggetto ad esserne investito normalmente è il cambio estero della valuta, lo yen. La teoria ci insegna che dovrebbe svalutarsi rispetto alle altre monete...allora perché non succede? Anzi, perché lo yen guadagna contro il dollaro?
Immagine
Ma perché succede questo:
https://medium.com/@JapanDetail/explain-with-charts-why-japans-huge-national-debt-is-not-a-problem-at-all-5b1994293915
Il Giappone ha una bilancia delle partite correnti che presenta attivi costanti, grazie ai ricavi dati dagli investimenti all'estero e agli incassi dai diritti di brevetto e proprietà intellettuale. Infatti, ha la NFP più alta del mondo. Una cassaforte. Lo stato del Giappone nel suo complesso è un creditore del resto del pianeta. Come può pertanto essere debole una moneta che rappresenta questo stato? Infatti, non può.
E allora, se non scende il valore esterno della moneta, dovrebbe scendere quello interno per via dell'inflazione generata dalla enorme massa monetaria creata dalla JCB. Ma non succede. L'inflazione è stata per anni inchiodata a zero e solo adesso sta timidamente aumentando (3,3 l'ultima lettura). Perché non aumenta? Perché il loro sistema economico, di fronte a una decisione conscia (no immigrazione) ed una inconscia (riduzione della natalità con conseguente invecchiamento della popolazione) ha de decenni preso la strada del costante aumento della produttività. Se aumenta la produttività, come ben saprai, scende il costo degli output. E quindi, inflazione morta.
E' replicabile altrove questo modello? No.
Guarda la strada che stanno prendendo gli Stati Uniti (o meglio, il loro debito) *
https://www.mauldineconomics.com/frontlinethoughts/a-trillion-here-a-trillion-there
Guarda che fine ha fatto l'Argentina (due terzi della propria storia moderna in default, viva l'indipendenza della BC).
Guarda che fine stava facendo l'Italia della lira, dopo uno sciagurato decennio di spesa pubblica rovente ad opera del CAF (e se qualche ignorante si azzarda a citare ad minchiam il PD a proposito del deficit gli faccio imparare a memoria i deficit pubblici dal 1970 ad oggi a suon di bacchettate sulle dita).
https://www.ilsole24ore.com/art/debito-pubblico-come-quando-e-perche-e-esploso-italia-AEMRbSRG

Vorresti più spesa pubblica europea?
Intanto, la spesa è opera della UE e non della BCE. E poi, mi pare che ultimamente si siano fatti passi molto lunghi in questo senso, no? Next Generation EU è un programma di spesa pubblica ampio e strutturato.
Basterà per aumentare la produttività del continente, e quindi il benessere dei suoi cittadini? Si, se le spese saranno giuste (non come in Italia dove i ministeri hanno infilato dentro progetti indegni o dove si insiste a costruire il ponte sullo stretto).

* se le proiezioni sul debito USA un po' ti preoccupano, e dovrebbero, vai a cercare quello che alcuni economisti e commentatori definiscono come evento probabile in un non troppo lontano futuro, il Great Reset.
Ultima modifica di zampaflex il 23 lug 2023 17:00, modificato 1 volta in totale.
Non progredi est regredi
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 11917
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Un anno fa

Messaggioda zampaflex » 23 lug 2023 16:49

tenente Drogo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Ziotibbia ha scritto:Le privatizzazioni, per esempio, tendono a comprimere l’attività dello stato nell’economia. Questo è neoliberismo senza dubbio.


I tuoi studi di economia ti hanno fatto rilevare che nell'Italia dell'IRI (e del CAF) l'efficienza del sistema economico era tale che siamo arrivati ad un passo dal fallimento, nel 1992?


tornerei al 1981, quelli sì che erano bei tempi

c'era la lira, c'era la sovranità monetaria, la scala mobile, Andeatta non aveva ancora realizzato il "divorzio" tra governo e Banca d'Italia, la moneta era pubblica (come se adesso fosse privata), si stampava tutta la moneta necessaria al popolo ...

(vai a frequentare le bacheche dei sovranisti su Facebook e lo dicono davvero)


Anche senza guardarle lo so benissimo, l'italiano medio è un totale ignorante e imbecille convinto che "negli anni 80 si stava meglio". Già, con lo stato che pompava domanda aggiuntiva per il 10% all'anno...e il conto lo paghiamo adesso.
Non progredi est regredi

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 50 ospiti