Parliamo di guerra

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 14 mag 2024 11:19

ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
littlewood
Messaggi: 3140
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 11:33

maxer ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
il senso del discorso rimane intatto

Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???


non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.

... secondo te in Occidente esiste una repressione del dissenso ? ...

...
MA NOOOOO
= sonora risata, purtroppo

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

soprattutto nei (brutti) ultimi tempi in Italia : lo vede anche un povero cieco
...

A si? E chi ha impedito di parlare a chi??? Chi e' che impedisce o rende difficoltoso alla maggioranza di studiare?? Chi e' violento e cerca sempre lo scontro? Si e' vero sei cieco...ma nn solo in questo purtroppo....
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 14 mag 2024 11:56

tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran


l'ho già scritto da un'altra parte... mi ricorda il periodo pre-adolescenziale quando la maestra mi sgridava perchè l'avevo fatta grossa e rispondevo che anche gli altri però dovevano essere sgridati perchè loro avevano fatto di peggio
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 14 mag 2024 12:00

tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran

Completerei la "bella" lista con Corea del Nord e Ungheria, ma sono stati senza democrazia reale, con elezioni farlocche e potere concentrato in mano a dittatori e stretto entourage.

In occidente la protesta degli studenti sta assumendo dimensioni sempre maggiori e al netto delle infiltrazioni strumentali, è inesatto affermare che siano tutti di sinistra a meno di voler fare un frittatone propagandista.
Così come è evidente dai fatti che un movimento così globale e crescente ha colto di sorpresa i governi occidentali e in alcuni casi hanno mandato la polizia che ha agito con repressioni e violenze esagerate rispetto al livello di protesta.
La maggior parte degli studenti storicamente si oppone a tutte le guerre sopruso, da Tienannamen, all'Iraq, ai golpe aficani e sudamericani e lo hanno fatto da più di due anni fa con le bandiere ucraine che hanno sventolato ovunque, mentre fortunatamente non ricordo manifestazioni pro Putin, a parte alcune posizioni ufficiali di politici di destra, italiani e no.
Il dissenso pacifico sacrosanto degli studenti di questi giorni contro Israele in fondo è lo stesso che leggiamo nelle dichiarazioni critiche di tanti uomini politici, di cariche istituzionali americane, inglesi, israeliane e di intellettuali super partes.
Non avendo una grancassa mediatica istituzionale e non votando a causa della scarsa credibilità politica, i giovani usano i loro corpi e le sedi universitarie per esprimere la loro opinione.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 14 mag 2024 12:00

littlewood ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
littlewood ha scritto:Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???


non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.

... secondo te in Occidente esiste una repressione del dissenso ? ...
A si? E chi ha impedito di parlare a chi??? Chi e' che impedisce o rende difficoltoso alla maggioranza di studiare?? Chi e' violento e cerca sempre lo scontro? Si e' vero sei cieco...ma nn solo in questo purtroppo....


stai calmo, che con questo atteggiamento calamiti solo pugni nei denti... non hai capito o spero meglio, non vuoi capire: sei su un piano di discussione tutto tuo e ti ho già detto che non fa per me, non si va da nessuna parte purtroppo.
Ultima modifica di bobbisolo il 14 mag 2024 12:20, modificato 1 volta in totale.
littlewood
Messaggi: 3140
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 12:12

l'oste ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran

Completerei la "bella" lista con Corea del Nord e Ungheria, ma sono stati senza democrazia reale, con elezioni farlocche e potere concentrato in mano a dittatori e stretto entourage.

In occidente la protesta degli studenti sta assumendo dimensioni sempre maggiori e al netto delle infiltrazioni strumentali, è inesatto affermare che siano tutti di sinistra a meno di voler fare un frittatone propagandista.
Così come è evidente dai fatti che un movimento così globale e crescente ha colto di sorpresa i governi occidentali e in alcuni casi hanno mandato la polizia che ha agito con repressioni e violenze esagerate rispetto al livello di protesta.
La maggior parte degli studenti storicamente si oppone a tutte le guerre sopruso, da Tienannamen, all'Iraq, ai golpe aficani e sudamericani e lo hanno fatto da più di due anni fa con le bandiere ucraine che hanno sventolato ovunque, mentre fortunatamente non ricordo manifestazioni pro Putin, a parte alcune posizioni ufficiali di politici di destra, italiani e no.
Il dissenso pacifico sacrosanto degli studenti di questi giorni contro Israele in fondo è lo stesso che leggiamo nelle dichiarazioni critiche di tanti uomini politici, di cariche istituzionali americane, inglesi, israeliane e di intellettuali super partes.
Non avendo una grancassa mediatica istituzionale e non votando a causa della scarsa credibilità politica, i giovani usano i loro corpi e le sedi universitarie per esprimere la loro opinione.

Oste scusa ma nn mi sembra non abbiano evidenza sui media ..anzi! Ma sono e restano una minoranza tendenzialmente illiberale! Guarda cosa e' successo alla sapienza dove Parenzo( che nn mi sembra di destra) nn ha potuto parlare agli stati generali della natalita' al salone del libro....nn e' un confronto come giustamente dovrebbe essere e' il sopruso di una maggioranza violenta e questo nn va' bene!
littlewood
Messaggi: 3140
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 12:16

Ops minoranza violenta ..
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 11918
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda zampaflex » 14 mag 2024 12:20

littlewood ha scritto:
l'oste ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran

Completerei la "bella" lista con Corea del Nord e Ungheria, ma sono stati senza democrazia reale, con elezioni farlocche e potere concentrato in mano a dittatori e stretto entourage.

In occidente la protesta degli studenti sta assumendo dimensioni sempre maggiori e al netto delle infiltrazioni strumentali, è inesatto affermare che siano tutti di sinistra a meno di voler fare un frittatone propagandista.
Così come è evidente dai fatti che un movimento così globale e crescente ha colto di sorpresa i governi occidentali e in alcuni casi hanno mandato la polizia che ha agito con repressioni e violenze esagerate rispetto al livello di protesta.
La maggior parte degli studenti storicamente si oppone a tutte le guerre sopruso, da Tienannamen, all'Iraq, ai golpe aficani e sudamericani e lo hanno fatto da più di due anni fa con le bandiere ucraine che hanno sventolato ovunque, mentre fortunatamente non ricordo manifestazioni pro Putin, a parte alcune posizioni ufficiali di politici di destra, italiani e no.
Il dissenso pacifico sacrosanto degli studenti di questi giorni contro Israele in fondo è lo stesso che leggiamo nelle dichiarazioni critiche di tanti uomini politici, di cariche istituzionali americane, inglesi, israeliane e di intellettuali super partes.
Non avendo una grancassa mediatica istituzionale e non votando a causa della scarsa credibilità politica, i giovani usano i loro corpi e le sedi universitarie per esprimere la loro opinione.

Oste scusa ma nn mi sembra non abbiano evidenza sui media ..anzi! Ma sono e restano una minoranza tendenzialmente illiberale! Guarda cosa e' successo alla sapienza dove Parenzo( che nn mi sembra di destra) nn ha potuto parlare agli stati generali della natalita' al salone del libro....nn e' un confronto come giustamente dovrebbe essere e' il sopruso di una maggioranza violenta e questo nn va' bene!


Polonia e Ungheria, per citare due stati vicini e teoricamente condividenti i nostri valori europei, hanno usato la strategia della rana per reprimere gradualmente, un passo alla volta, molte libertà, da quella di espressione a quelle attinenti alla sfera affettiva e sessuale a quella d'informazione, a quelle più propriamente civili e penali.
I governi criptoautoritari non usano più il pugno di ferro, preferiscono il guanto di velluto, ma ti inchiappettano allo stesso modo, solo che allungano i tempi.

Per esempio:
https://it.wikipedia.org/wiki/Zona_libera_da_LGBT
https://euractiv.it/section/politica/news/lungheria-continua-a-violare-la-liberta-di-stampa-afferma-human-rights-watch/

Vedere la Polizia che carica e manganella i cortei di studenti in Italia, quando fino a due anni fa non succedeva mai se non come risposta a gesti autenticamente violenti, sentire le contestazioni agli scrittori "che riscrivono la storia", leggere di cariche incarichi e prebende distribuite a furor di maggioranza tra "intellettuali" di area che di intelletto non ne hanno proprio, "perché è ora di diffondere le nostre idee" tagliando fuori il resto d'Italia si inserisce in questo quadro.
Minuto dopo minuto, ora dopo ora, giorno dopo giorno, la temperatura si alza e la rana ignara nel frattempo è bollita.
Non progredi est regredi
littlewood
Messaggi: 3140
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 12:28

zampaflex ha scritto:
littlewood ha scritto:
l'oste ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran

Completerei la "bella" lista con Corea del Nord e Ungheria, ma sono stati senza democrazia reale, con elezioni farlocche e potere concentrato in mano a dittatori e stretto entourage.

In occidente la protesta degli studenti sta assumendo dimensioni sempre maggiori e al netto delle infiltrazioni strumentali, è inesatto affermare che siano tutti di sinistra a meno di voler fare un frittatone propagandista.
Così come è evidente dai fatti che un movimento così globale e crescente ha colto di sorpresa i governi occidentali e in alcuni casi hanno mandato la polizia che ha agito con repressioni e violenze esagerate rispetto al livello di protesta.
La maggior parte degli studenti storicamente si oppone a tutte le guerre sopruso, da Tienannamen, all'Iraq, ai golpe aficani e sudamericani e lo hanno fatto da più di due anni fa con le bandiere ucraine che hanno sventolato ovunque, mentre fortunatamente non ricordo manifestazioni pro Putin, a parte alcune posizioni ufficiali di politici di destra, italiani e no.
Il dissenso pacifico sacrosanto degli studenti di questi giorni contro Israele in fondo è lo stesso che leggiamo nelle dichiarazioni critiche di tanti uomini politici, di cariche istituzionali americane, inglesi, israeliane e di intellettuali super partes.
Non avendo una grancassa mediatica istituzionale e non votando a causa della scarsa credibilità politica, i giovani usano i loro corpi e le sedi universitarie per esprimere la loro opinione.

Oste scusa ma nn mi sembra non abbiano evidenza sui media ..anzi! Ma sono e restano una minoranza tendenzialmente illiberale! Guarda cosa e' successo alla sapienza dove Parenzo( che nn mi sembra di destra) nn ha potuto parlare agli stati generali della natalita' al salone del libro....nn e' un confronto come giustamente dovrebbe essere e' il sopruso di una maggioranza violenta e questo nn va' bene!


Polonia e Ungheria, per citare due stati vicini e teoricamente condividenti i nostri valori europei, hanno usato la strategia della rana per reprimere gradualmente, un passo alla volta, molte libertà, da quella di espressione a quelle attinenti alla sfera affettiva e sessuale a quella d'informazione, a quelle più propriamente civili e penali.
I governi criptoautoritari non usano più il pugno di ferro, preferiscono il guanto di velluto, ma ti inchiappettano allo stesso modo, solo che allungano i tempi.

Per esempio:
https://it.wikipedia.org/wiki/Zona_libera_da_LGBT
https://euractiv.it/section/politica/news/lungheria-continua-a-violare-la-liberta-di-stampa-afferma-human-rights-watch/

Luciano chiaro che su questo siamo d' accordo..l' ungheria per me nn dovrebbe neanche stare nell' ue. La polonia e' diverso ..il governo tusk ha un' impostazione ben diversa dai chacinski e questo vuol dire che la maggioranza della polonia e' tendenzialmente piu' liberale delle leggi che ha un vigore e che spero siano cambiate....
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 14 mag 2024 12:33

bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran


l'ho già scritto da un'altra parte... mi ricorda il periodo pre-adolescenziale quando la maestra mi sgridava perchè l'avevo fatta grossa e rispondevo che anche gli altri però dovevano essere sgridati perchè loro avevano fatto di peggio


il mondo perfetto non esiste

pure questo si impara alle elementari
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 14 mag 2024 17:15

tenente Drogo ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:ma niente di paragonabile a quello che succede in Russia, in Cina o in Iran


l'ho già scritto da un'altra parte... mi ricorda il periodo pre-adolescenziale quando la maestra mi sgridava perchè l'avevo fatta grossa e rispondevo che anche gli altri però dovevano essere sgridati perchè loro avevano fatto di peggio


il mondo perfetto non esiste

pure questo si impara alle elementari


pappappero?
maxer
Messaggi: 5855
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda maxer » 14 mag 2024 19:32

[quote="tenente Drogo"]

" il mondo perfetto non esiste "
...
questa me la segno :

pensiero solenne e concetto profondo di estrema saggezza

da te non me l' aspettavo 8)

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

altra sonora risata, ma in questi giorni son proprio contento, che ci vuoi fare ?



(ti senti offeso anche stavolta ? :roll:)
carpe diem 8)
maxer
Messaggi: 5855
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda maxer » 14 mag 2024 20:42

littlewood ha scritto:
maxer ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
littlewood ha scritto:Se lo facessero ragazzi di destra si parlerebbe di squadracce fasciste se lo fanno gente con la bandiera di potere al popolo si parla di giusto dissenso e di repressione...un po' di strabismo???


non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.

... secondo te in Occidente esiste una repressione del dissenso ? ...

...
MA NOOOOO
= sonora risata, purtroppo

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

soprattutto nei (brutti) ultimi tempi in Italia : lo vede anche un povero cieco
...

A si? E chi ha impedito di parlare a chi??? Chi e' che impedisce o rende difficoltoso alla maggioranza di studiare?? Chi e' violento e cerca sempre lo scontro? Si e' vero sei cieco...ma nn solo in questo purtroppo....

...
stavamo parlando della strisciante e progressiva repressione del dissenso, soprattutto giovanile, ormai conclamata, IN OCCIDENTE !

ma ho capito che non ti era per nulla chiaro, cosi come tantissimi altri concetti espressi

ma non c' è nulla da fare : forse il Gabriele D' Annunzio ( pensa te, mi deludi, un tossicomane come tuo mito, in più nel 2024 :shock: :lol: :shock: ) ti ha forse fuorviato per sempre

È ovvio che in Cina, Russia, Iran e in tante altre dittature il dissenso è duramente represso ( e chi lo ha mai negato ? ) ma non sono Stati cosiddetti "democratici", che ipocritamente si stanno avviando al controllo delle menti dei propri cittadini, con il dominio quasi totale dei media, la censura delle idee e la repressione, spesso brutale, di ogni forma di protesta giovanile, anche di quella per nulla violenta mai accettabile

ma dove vivi ?
non leggere solo i giornali di destra, non seguire solo le tv di destra, ormai quasi tutte ( tra l' altro pensa che anch' io li leggo e le seguo, purtroppo, ma per tenermi informato )
apri la tua mente almeno un pochetto, non essere sempre troppo sicuro delle tue idee ormai così cementificate
e almeno qualche volta, poniti qualche dubbio : il "dubito ergo sum" da secoli è stato un segnale d' intelligenza

è solo un mio ultimo "anziano" consiglio, affinché tu possa vivere meglio, in modalità meno aggressiva e con la mente più aperta
...

P.S. : ti dirò che mi è molto piaciuto il tuo recente lapsus freudiano : e cioè l' aver scritto "maggioranza violenta" al posto di "minoranza violenta"

dai, ché forse è un piccolo segnale, magari cominci ad avviarti su una buona strada :mrgreen:
carpe diem 8)
littlewood
Messaggi: 3140
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda littlewood » 14 mag 2024 20:50

maxer ha scritto:
littlewood ha scritto:
maxer ha scritto:
littlewood ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
non hai afferrato il concetto e non voglio scendere sul tuo piano di discussione, che trovo noioso e poco interessante... io non parlo solo delle proteste a cui ti riferisci. Punto.

... secondo te in Occidente esiste una repressione del dissenso ? ...

...
MA NOOOOO
= sonora risata, purtroppo

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

soprattutto nei (brutti) ultimi tempi in Italia : lo vede anche un povero cieco
...

A si? E chi ha impedito di parlare a chi??? Chi e' che impedisce o rende difficoltoso alla maggioranza di studiare?? Chi e' violento e cerca sempre lo scontro? Si e' vero sei cieco...ma nn solo in questo purtroppo....

...
stavamo parlando della strisciante e progressiva repressione del dissenso, soprattutto giovanile, ormai conclamata, IN OCCIDENTE !

ma ho capito che non ti era per nulla chiaro, cosi come tantissimi altri concetti espressi

ma non c' è nulla da fare : forse il Gabriele D' Annunzio ( pensa te, mi deludi, un tossicomane come tuo mito, in più nel 2024 :shock: :lol: :shock: ) ti ha forse fuorviato per sempre

È ovvio che in Cina, Russia, Iran e in tante altre dittature il dissenso è duramente represso ( e chi lo ha mai negato ? ) ma non sono Stati cosiddetti "democratici", che ipocritamente si stanno avviando al controllo delle menti dei propri cittadini, con il dominio quasi totale dei media, la censura delle idee e la repressione, spesso brutale, di ogni forma di protesta giovanile, anche di quella per nulla violenta mai accettabile

ma dove vivi ?
non leggere solo i giornali di destra, non seguire solo le tv di destra, ormai quasi tutte ( tra l' altro pensa che anch' io li leggo e le seguo, purtroppo, ma per tenermi informato )
apri la tua mente almeno un pochetto, non essere sempre troppo sicuro delle tue idee ormai così cementificate
e almeno qualche volta, poniti qualche dubbio : il "dubito ergo sum" da secoli è stato un segnale d' intelligenza

è solo un mio ultimo "anziano" consiglio, affinché tu possa vivere meglio, in modalità meno aggressiva e con la mente più aperta
...

P.S. : ti dirò che mi è molto piaciuto il tuo recente lapsus freudiano : e cioè l' aver scritto "maggioranza violenta" al posto di "minoranza violenta"

dai, ché forse è un piccolo segnale, magari cominci ad avviarti su una buona strada :mrgreen:

Ma dove la vedi sta' repressione???? Oggi a padova c' erano 400 studenti a protestare.. ti sembrano la maggioranza? Pensi che la rettrice del Bo sia una pericolosa fascista perche' dice che una minoranza voglia imporre con la violenza la propria volonta' a tutto l' ateneo?? Ma e' inutile...vedi solo quello che vuoi vedere e come sempre esprimi giudizi su di me senza minimamente conoscermi ... Ma chi sei? Chi ti conosce???
maxer
Messaggi: 5855
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda maxer » 14 mag 2024 21:48

littlewood ha scritto:
maxer ha scritto:
littlewood ha scritto:
maxer ha scritto:
littlewood ha scritto:... secondo te in Occidente esiste una repressione del dissenso ? ...

...
MA NOOOOO
= sonora risata, purtroppo

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

soprattutto nei (brutti) ultimi tempi in Italia : lo vede anche un povero cieco
...

A si? E chi ha impedito di parlare a chi??? Chi e' che impedisce o rende difficoltoso alla maggioranza di studiare?? Chi e' violento e cerca sempre lo scontro? Si e' vero sei cieco...ma nn solo in questo purtroppo....

...
stavamo parlando della strisciante e progressiva repressione del dissenso, soprattutto giovanile, ormai conclamata, IN OCCIDENTE !

ma ho capito che non ti era per nulla chiaro, cosi come tantissimi altri concetti espressi

ma non c' è nulla da fare : forse il Gabriele D' Annunzio ( pensa te, mi deludi, un tossicomane come tuo mito, in più nel 2024 :shock: :lol: :shock: ) ti ha forse fuorviato per sempre

È ovvio che in Cina, Russia, Iran e in tante altre dittature il dissenso è duramente represso ( e chi lo ha mai negato ? ) ma non sono Stati cosiddetti "democratici", che ipocritamente si stanno avviando al controllo delle menti dei propri cittadini, con il dominio quasi totale dei media, la censura delle idee e la repressione, spesso brutale, di ogni forma di protesta giovanile, anche di quella per nulla violenta mai accettabile

ma dove vivi ?
non leggere solo i giornali di destra, non seguire solo le tv di destra, ormai quasi tutte ( tra l' altro pensa che anch' io li leggo e le seguo, purtroppo, ma per tenermi informato )
apri la tua mente almeno un pochetto, non essere sempre troppo sicuro delle tue idee ormai così cementificate
e almeno qualche volta, poniti qualche dubbio : il "dubito ergo sum" da secoli è stato un segnale d' intelligenza

è solo un mio ultimo "anziano" consiglio, affinché tu possa vivere meglio, in modalità meno aggressiva e con la mente più aperta
...

P.S. : ti dirò che mi è molto piaciuto il tuo recente lapsus freudiano : e cioè l' aver scritto "maggioranza violenta" al posto di "minoranza violenta"

dai, ché forse è un piccolo segnale, magari cominci ad avviarti su una buona strada :mrgreen:

Ma dove la vedi sta' repressione???? Oggi a padova c' erano 400 studenti a protestare.. ti sembrano la maggioranza? Pensi che la rettrice del Bo sia una pericolosa fascista perche' dice che una minoranza voglia imporre con la violenza la propria volonta' a tutto l' ateneo?? Ma e' inutile...vedi solo quello che vuoi vedere e come sempre esprimi giudizi su di me senza minimamente conoscermi ... Ma chi sei? Chi ti conosce???

...
PURTROPPO molto ti ho conosciuto, spesso personalmente, tramite la chat alla quale facciamo entrambi parte, attraverso i tuoi sempre aggressivi messaggi privati rigonfi di odio che mi hai inviato su whattsapp ( e che avrei tanta voglia di rendere pubblici ma non lo faccio perché sono una persona anche troppo corretta ), durante le molte degustazioni fatte in passato ( alle quali da un poco di tempo tu, il democratico, ti rifiuti di partecipare se c' è anche la mia presenza ) e poi qui sul Forum, dove tutti hanno avuto modo di conoscerti per quello che sei veramente come persona ( al di là della tua indubbia ottima conoscenza nell' ambito enologico, a volte però un poco presuntuosetta verso i colleghi )

ti conosco, uhh se ti conosco !
...
carpe diem 8)
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 14 mag 2024 23:05

La contestazione universitaria non violenta sta raggiungendo velocemente gli atenei italiani in molte città dopo quelle negli Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Germania, Spagna....

Li manganelleranno tutti?
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 15 mag 2024 00:30

l'oste ha scritto:La contestazione universitaria non violenta sta raggiungendo velocemente gli atenei italiani in molte città dopo quelle negli Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Germania, Spagna....

Li manganelleranno tutti?


non sempre mi pare non violenta
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 15 mag 2024 00:31

maxer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:

" il mondo perfetto non esiste "
...
questa me la segno :

pensiero solenne e concetto profondo di estrema saggezza

da te non me l' aspettavo 8)

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

altra sonora risata, ma in questi giorni son proprio contento, che ci vuoi fare ?



(ti senti offeso anche stavolta ? :roll:)


se de-contestualizzi non si capisce niente
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 13418
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda l'oste » 15 mag 2024 08:28

tenente Drogo ha scritto:
l'oste ha scritto:La contestazione universitaria non violenta sta raggiungendo velocemente gli atenei italiani in molte città dopo quelle negli Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Germania, Spagna....

Li manganelleranno tutti?


non sempre mi pare non violenta

Nonostante le migliaia di studenti che contestano in decine e decine di università in tutto il mondo, non ci sono stati episodi di violenza particolare premeditata e programmata da parte degli studenti, tolte alcune baruffe con i pro Israele (che volendo essere onesti data la situazione potrebbero evitare di provocare, a meno di essere stati "invitati" a farlo di proposito).
Mentre invece anche in presenza di presidi, accampamenti e cortei pacifici la polizia ha usato pallottole di plastica, manganelli e metodi molto duri per gli sgomberi.
Possiamo guardare il dito invece della luna, ma queste proteste sono un segnale serio che i giovani danno ai politici in occidente i quali invece di provare a trovare una via diplomatica decisa, pensano solo a produrre e inviare armi, pensando di lavarsi la coscienza.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 15 mag 2024 09:51

tenente Drogo ha scritto:
maxer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:

" il mondo perfetto non esiste "
...
questa me la segno :

pensiero solenne e concetto profondo di estrema saggezza

da te non me l' aspettavo 8)

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

altra sonora risata, ma in questi giorni son proprio contento, che ci vuoi fare ?



(ti senti offeso anche stavolta ? :roll:)


se de-contestualizzi non si capisce niente


si capisce eccome... il mondo perfetto non esiste?
gac

la protesta è assieme al voto uno strumento per far valere la propria voce. L'informazione, passatemi il termine, non-mainstream è un altro strumento.
Per me è sintomo di paura dei governi globali ciò che è emerso come prima minaccia globale al WEF, cioè "la diffusione di fake news", paura nel non poter più governare quella che loro stessi chiamano la "narrativa". Come può essere questa la più importante minaccia globale? Minaccia per chi, per noi cittadini o per qualun altro?
Infatti anche con queste proteste sono riusciti a narrare la loro versione. Con il vaccino che immunizzava ad esempio, comunque la si pensi con l'argomento, hanno raccontanto un'altra loro bugia, ma funzionale alla narrazione e a dividere le persone in due schieramenti contrapposti.
Con le due guerre che impazzano, vengono ripetuti mantra allo sfinitimento che devono convincerci che da una parte c'è putin il malvagio che va abbattuto, dall'altra che è corretto aver provocato 35.000 morti civili perchè israele, dall'attacco del 7 ottobre, aveva il diritto di difendersi (sottinteso lo avrà da qui all'eternità).
Non stavo parlando solo di proteste e il modo in cui le si reprime (anche se il tenente e littlewood discutono solo di quello che gli fa comodo).
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 15 mag 2024 11:00

bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
maxer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:

" il mondo perfetto non esiste "
...
questa me la segno :

pensiero solenne e concetto profondo di estrema saggezza

da te non me l' aspettavo 8)

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

altra sonora risata, ma in questi giorni son proprio contento, che ci vuoi fare ?



(ti senti offeso anche stavolta ? :roll:)


se de-contestualizzi non si capisce niente


si capisce eccome... il mondo perfetto non esiste?
gac

la protesta è assieme al voto uno strumento per far valere la propria voce. L'informazione, passatemi il termine, non-mainstream è un altro strumento.
Per me è sintomo di paura dei governi globali ciò che è emerso come prima minaccia globale al WEF, cioè "la diffusione di fake news", paura nel non poter più governare quella che loro stessi chiamano la "narrativa". Come può essere questa la più importante minaccia globale? Minaccia per chi, per noi cittadini o per qualun altro?
Infatti anche con queste proteste sono riusciti a narrare la loro versione. Con il vaccino che immunizzava ad esempio, comunque la si pensi con l'argomento, hanno raccontanto un'altra loro bugia, ma funzionale alla narrazione e a dividere le persone in due schieramenti contrapposti.
Con le due guerre che impazzano, vengono ripetuti mantra allo sfinitimento che devono convincerci che da una parte c'è putin il malvagio che va abbattuto, dall'altra che è corretto aver provocato 35.000 morti civili perchè israele, dall'attacco del 7 ottobre, aveva il diritto di difendersi (sottinteso lo avrà da qui all'eternità).
Non stavo parlando solo di proteste e il modo in cui le si reprime (anche se il tenente e littlewood discutono solo di quello che gli fa comodo).


il vaccino ha salvato milioni di vite, non ricominciamo

quanto al "mondo perfetto" che non esiste era per dire che anche l'occidente ha le sue pecche, ma niente in confronto ai regimi che gli si oppongono

e stiamo sempre a di' le stesse cose
che barba che noia
che noia che barba
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 15 mag 2024 11:49

tenente Drogo ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:
maxer ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:

" il mondo perfetto non esiste "
...
questa me la segno :

pensiero solenne e concetto profondo di estrema saggezza

da te non me l' aspettavo 8)

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

altra sonora risata, ma in questi giorni son proprio contento, che ci vuoi fare ?



(ti senti offeso anche stavolta ? :roll:)


se de-contestualizzi non si capisce niente


si capisce eccome... il mondo perfetto non esiste?
gac

la protesta è assieme al voto uno strumento per far valere la propria voce. L'informazione, passatemi il termine, non-mainstream è un altro strumento.
Per me è sintomo di paura dei governi globali ciò che è emerso come prima minaccia globale al WEF, cioè "la diffusione di fake news", paura nel non poter più governare quella che loro stessi chiamano la "narrativa". Come può essere questa la più importante minaccia globale? Minaccia per chi, per noi cittadini o per qualun altro?
Infatti anche con queste proteste sono riusciti a narrare la loro versione. Con il vaccino che immunizzava ad esempio, comunque la si pensi con l'argomento, hanno raccontanto un'altra loro bugia, ma funzionale alla narrazione e a dividere le persone in due schieramenti contrapposti.
Con le due guerre che impazzano, vengono ripetuti mantra allo sfinitimento che devono convincerci che da una parte c'è putin il malvagio che va abbattuto, dall'altra che è corretto aver provocato 35.000 morti civili perchè israele, dall'attacco del 7 ottobre, aveva il diritto di difendersi (sottinteso lo avrà da qui all'eternità).
Non stavo parlando solo di proteste e il modo in cui le si reprime (anche se il tenente e littlewood discutono solo di quello che gli fa comodo).


il vaccino ha salvato milioni di vite, non ricominciamo

quanto al "mondo perfetto" che non esiste era per dire che anche l'occidente ha le sue pecche, ma niente in confronto ai regimi che gli si oppongono

e stiamo sempre a di' le stesse cose
che barba che noia
che noia che barba


appunto, non c'era bisogno di ricordare l'ovvio, cioè che i regimi famosi sono più liberticidi... nessuno lo mette in dubbio, ma neanche volevo discutere di quello.
É come voler dire "ma tanto c'è chi sta peggio" e far finta di non vedere l'elefante nella stanza/non affrontare i nostri problemi

(nessuno vuole ricominciare a parlare di vaccino, ti ho citato un esempio che giustifica quello che sto sostenendo... se vuoi però portare le pecore lontano dal pascolo, così si fa)
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 15 mag 2024 12:37

non vedo nessun elefante nella stanza

se continui ad occupare una facoltà impedendo per molte settimane lo svolgimento della didattica, se una minoranza prepotente con tanto di infiltrati nostalgici del '68 e del '77 calpesta i diritti della maggioranza degli studenti, ci sta che prima o poi la polizia intervenga
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 2010
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda bobbisolo » 15 mag 2024 12:44

tenente Drogo ha scritto:non vedo nessun elefante nella stanza

se continui ad occupare una facoltà impedendo per molte settimane lo svolgimento della didattica, se una minoranza prepotente con tanto di infiltrati nostalgici del '68 e del '77 calpesta i diritti della maggioranza degli studenti, ci sta che prima o poi la polizia intervenga


ah il fatto che si sia censurato utenti e notizie sui vari social o addirittura intere piattaforme non è un elefante nella stanza di un paese democratico
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 27170
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Parliamo di guerra

Messaggioda tenente Drogo » 15 mag 2024 13:03

bobbisolo ha scritto:
tenente Drogo ha scritto:non vedo nessun elefante nella stanza

se continui ad occupare una facoltà impedendo per molte settimane lo svolgimento della didattica, se una minoranza prepotente con tanto di infiltrati nostalgici del '68 e del '77 calpesta i diritti della maggioranza degli studenti, ci sta che prima o poi la polizia intervenga



ah il fatto che si sia censurato utenti e notizie sui vari social o addirittura intere piattaforme non è un elefante nella stanza di un paese democratico


cosa sarebbe stato censurato riguardo alla protesta degli studenti?
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti