Cosa stiamo leggendo

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

MarcelloR
Messaggi: 56
Iscritto il: 22 gen 2018 12:35

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda MarcelloR » 17 lug 2020 21:34

zampaflex ha scritto:
MarcelloR ha scritto:
zampaflex ha scritto:Io ho letto un solo libro in una notte. Ero in vacanza in montagna (a casa sono più disciplinato), un amico lo finì la sera e iniziai a leggerlo a mezzanotte.
Mi prese talmente tanto che non riuscii a metterlo giù se non una volta terminato. Alle quattro della mattina.
Era Aria sottile, il libro di Jon Krakauer sulle morti nelle spedizioni commerciali sull'Everest del 1996.
Libro fantastico, vivi la fatica, la disgrazia, l'impossibilità di agire ed aiutare gli altri insieme agli alpinisti.


Eh si. Bello bello, letto un paio di mesi fa. Hai letto Nelle Terre Estreme?


No! Merita altrettanto?


Eh a saperlo :) vabbè lo compro, lo leggo e ti dico....
nebbia75
Messaggi: 1399
Iscritto il: 17 nov 2016 08:36
Località: Prov CN

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda nebbia75 » 17 lug 2020 22:31

Riccardino
E dopo 26 anni pensare che è l’ultimo..
Preso stasera insieme a Winslow
Timoteo
Messaggi: 2673
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Timoteo » 20 lug 2020 17:29

.
Ultima modifica di Timoteo il 24 lug 2020 09:16, modificato 1 volta in totale.
nebbia75
Messaggi: 1399
Iscritto il: 17 nov 2016 08:36
Località: Prov CN

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda nebbia75 » 20 lug 2020 17:50

Posto 2 righe su quanto finito prima di iniziare Riccardino
"Lo specchio delle nostre miserie" - Pierre Lemaitre
E' il terzo della trilogia sulla Francia dalla prima guerra mondiale al Giugno 1940
Capitoli precedenti : "Ci rivediamo lassù" e "I colori dell'incendio"
Dato fiducia dopo la bellissima trilogia sul commissario Verhoeven (irene - alex - camille) e dopo "Lavoro a mano armata".
Cambio di registro dal noir che mi aveva letteralmente incollato alle pagine. I 3 storici non sono dei voltapagina (i noir ricordo di averli digeriti in due tre giorni a libro..) ma Lemaitre resta straordinario nella suà abilità di rendere un periodo storico attraverso la quotidianità di alcuni personaggi seguiti e ripresi nel corso degli eventi. E poi di Storia e storie l'autore sa scrivere, eccome! Anche qui ritrovo la capacità di stupire con trovate geniali e restando solo su "lo specchio.." ,se lo avete letto o lo leggerete, ditemi se Desirè Migault non è il parto di un Balzac del nostro tempo. Beh ora qualcuno è capottato forse ma consiglio Lemaitre senza reticenze
Timoteo
Messaggi: 2673
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Timoteo » 21 lug 2020 16:33

.
Ultima modifica di Timoteo il 24 lug 2020 09:15, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7901
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Tex Willer » 21 lug 2020 16:55

Se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu
maxer
Messaggi: 4553
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda maxer » 21 lug 2020 17:41

Tex Willer ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=7JxKjkHwEmo

:D :D :D

..... velata allusione ? ..... :mrgreen:
carpe diem 8)
Avatar utente
Tex Willer
Messaggi: 7901
Iscritto il: 18 mag 2008 17:52

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Tex Willer » 21 lug 2020 18:54

maxer ha scritto:
Tex Willer ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=7JxKjkHwEmo

:D :D :D

..... velata allusione ? ..... :mrgreen:

Una speranza piu' che altro.... :wink:
Se qualcosa è gratis, il prodotto sei tu
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda tenente Drogo » 21 lug 2020 22:31

“La luce dei paesi dei Castelli era una festa. Tutti ridevano. La morte sembrava che non ci avesse mai sfiorato. Invece, già allora, eravamo una banda di criminali. Ora che ci rifletto: la morte di quegli animali produceva una continua tensione sessuale che si respirava in ogni cosa. Pareva che la morte spingesse verso il sesso. Luce, case, bestie, macellai, garzoni, facchini, donne e uomini che camminavano per strada o che uscivano da negozi e bar erano incollati alla morte, al sesso e al sangue. E la luce di quei giorni schizzava orgasmi nell’aria che ricadevano eccitando di nuovo corpi e menti già pronti per un altro orgasmo; e un altro e un altro ancora.”

“Il più grande criminale di Roma è stato amico mio” di Aurelio Picca

La formazione criminale e la vita fino ad oggi di un ragazzo dei Castelli Romani che entra a far parte di una banda realmente esistita negli anni ’70 (c’erano il mitico Albert Bergamelli e Jacques Berenguer da Marsiglia).

Eros e Thanatos. Un libro pazzesco, uno dei più bei libri italiani del decennio (quale decennio? 2011-2020, va).

Aurelio Picca, di cui avevo letto il bellissimo “Arsenale di Roma perduta” è un vero talento letterario. Viene da Velletri, non è borghese, non è un fighetto uscito dalla Scuola Holden o un prodotto del marketing editoriale concepito per vincere lo Strega.

Non è uno che bazzica salotti, anche se incuriosì Arbasino, che volle invitarlo a un party per il suo compleanno (mannaggia, dovrei ritrovare il bell’articolo in cui racconta questa esperienza, lui, un po’ provinciale con la sua giacchetta d’ordinanza al cospetto del Vate vestito da Caraceni).
(E comunque un invito da Arbasino valeva almeno diecimila inviti a stupidi talk contemporanei.)

La prosa di Aurelio Picca, il suo stile diretto, a volte brutale e mai scontato, sgorga vitale da esperienze di vita vissuta. Si sente, persino si odora.

“Sembrava che le vie e i palazzi comprimessero il colore del cielo. Infatti tornavo ad annusare l’afrore del sangue degli animali. Gli animali morti macellati. […] Camminavo senza meta provando schifo per i ristorantini e localini della movida romana. Pensavo che i nuovi frequentatori si dessero da fare per scacciare quell’odore di sangue animale che gronda dai palazzi che fanno nero il cielo di Testaccio. Ma loro, intuivo, non sapevano niente di niente. Non erano stati fortunati come me che avevo visto l’ultimo mondo antico."
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5360
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Marco » 22 lug 2020 10:58

Finiti da poco: le otto montagne di Cognetti: molto bello e Resto qui di Balzano: fantastico.
Ho cominciato Riccardino.... :roll:
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda tenente Drogo » 22 lug 2020 11:07

Marco ha scritto:Finiti da poco: le otto mont.agne di Cognetti: molto bello e Resto qui di Balzano: fantastico.
Ho cominciato Riccardino.... :roll:


Aurelio Picca è un laziale sfegatato
in "Arsenale di Roma distrutta" c'è un elogio di Chinaglia che è lirico
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9566
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda zampaflex » 23 lug 2020 10:52

Marco ha scritto:Finiti da poco: le otto montagne di Cognetti: molto bello e Resto qui di Balzano: fantastico.
Ho cominciato Riccardino.... :roll:


Potrebbero piacerti i due storico-autobiografici della Gruber, che risalgono fino all'inizio del secolo scorso. Li ha letti mia moglie, quindi non ho un parere personale.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda tenente Drogo » 23 lug 2020 11:23

zampaflex ha scritto:
Marco ha scritto:Finiti da poco: le otto montagne di Cognetti: molto bello e Resto qui di Balzano: fantastico.
Ho cominciato Riccardino.... :roll:


Potrebbero piacerti i due storico-autobiografici della Gruber, che risalgono fino all'inizio del secolo scorso. Li ha letti mia moglie, quindi non ho un parere personale.


io ho letto il primo della Gruber, ma non parla molto di montagne
sostanzialmente è un romanzo di formazione - Bildungsroman direbbe lei - autobiografico
cioè è un'autobiografia con una forte enfasi sul senso di un'identità sudtirolese senza rigurgiti identitari

abbastanza interessante

invece a proposito di montagne sarei curioso di leggere qualcosa di Mauro Corona
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
Avatar utente
Patàta
Messaggi: 532
Iscritto il: 28 mar 2011 12:32
Località: Ferrara

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Patàta » 23 lug 2020 12:55

Oblomov non credo lo riuscirò a finire. Non so perché, ma mi mette ansia; l'ho sospeso 4 o 5 volte, leggendo altro.
In questo momento Mattatoio n5.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9566
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda zampaflex » 23 lug 2020 14:23

Patàta ha scritto:Oblomov non credo lo riuscirò a finire. Non so perché, ma mi mette ansia; l'ho sospeso 4 o 5 volte, leggendo altro.
In questo momento Mattatoio n5.


Oblomov di Carrère? Non me lo ricordo così indigesto :wink:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9566
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda zampaflex » 23 lug 2020 14:25

tenente Drogo ha scritto:invece a proposito di montagne sarei curioso di leggere qualcosa di Mauro Corona


Di solito sono racconti brevi, svelti, un poco ruspanti come è lui ma non così apparentemente banali (perché in realtà Mauro è esemplificazione di scarpe grosse ecc. ecc.).
Ho letto un paio di libri, piaciuto senza enfasi.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Timoteo
Messaggi: 2673
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Timoteo » 23 lug 2020 15:43

.
Ultima modifica di Timoteo il 24 lug 2020 09:15, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5360
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Marco » 23 lug 2020 17:02

zampaflex ha scritto:
Marco ha scritto:Finiti da poco: le otto montagne di Cognetti: molto bello e Resto qui di Balzano: fantastico.
Ho cominciato Riccardino.... :roll:


Potrebbero piacerti i due storico-autobiografici della Gruber, che risalgono fino all'inizio del secolo scorso. Li ha letti mia moglie, quindi non ho un parere personale.


No, la gruber no...ti prego. Non ce la faccio proprio a comprare i suoi libri. Se sbaglio sarà un mio limite, ma tant'è... :roll:
Avatar utente
Marco
Messaggi: 5360
Iscritto il: 06 giu 2007 11:21
Località: Castelli Romani

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Marco » 23 lug 2020 17:04

tenente Drogo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Marco ha scritto:Finiti da poco: le otto montagne di Cognetti: molto bello e Resto qui di Balzano: fantastico.
Ho cominciato Riccardino.... :roll:


Potrebbero piacerti i due storico-autobiografici della Gruber, che risalgono fino all'inizio del secolo scorso. Li ha letti mia moglie, quindi non ho un parere personale.


io ho letto il primo della Gruber, ma non parla molto di montagne
sostanzialmente è un romanzo di formazione - Bildungsroman direbbe lei - autobiografico
cioè è un'autobiografia con una forte enfasi sul senso di un'identità sudtirolese senza rigurgiti identitari

abbastanza interessante

invece a proposito di montagne sarei curioso di leggere qualcosa di Mauro Corona


Ho letto tempo fa "La via del sole".
Scorrevole e semplice, sicuramente non un capolavoro e abbastanza prevedibile.
maxer
Messaggi: 4553
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda maxer » 23 lug 2020 21:31

tenente Drogo ha scritto:
invece a proposito di montagne sarei curioso di leggere qualcosa di Mauro Corona

..... ma per laica carità (non cristiana) !

Ma l' hai mai visto il martedì su Rai3, nei suoi penosi siparietti maschilisti con la Berlinguer (che da mesi se lo tiene un' ora in trasmissione con conseguente crollo dell' audience) e negli squallidi dialoghi con Al Bano, tutto complimenti per i suoi "grandissimi" vini :?

Nico, credimi, lassa perde

Modaiolo populismo machista di montagna .....

comunque, e per sempre :
Libertè (egalitè, fraternitè) !
carpe diem 8)
Avatar utente
Patàta
Messaggi: 532
Iscritto il: 28 mar 2011 12:32
Località: Ferrara

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Patàta » 23 lug 2020 22:56

zampaflex ha scritto:
Patàta ha scritto:Oblomov non credo lo riuscirò a finire. Non so perché, ma mi mette ansia; l'ho sospeso 4 o 5 volte, leggendo altro.
In questo momento Mattatoio n5.


Oblomov di Carrère? Non me lo ricordo così indigesto :wink:


Di Goncarov.
E' che mi impigrisce.
Pensavo di sostituirlo con Bukowski: mal che vada divento un ubriacone puttaniere. :D
Ultima modifica di Patàta il 23 lug 2020 22:58, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Patàta
Messaggi: 532
Iscritto il: 28 mar 2011 12:32
Località: Ferrara

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Patàta » 23 lug 2020 22:57

Timoteo ha scritto:La strada di casa, di kent haruf.
Il libro non è niente di speciale ma neanche male.
Da qualche parte paragonano l'autore a Hemingway ma insomma direi di no.
La parte spiacevole è che quando l'indicatore segna 80% del libro invece il libro è finito.
Il restante 20% sono note del traduttore (e sti grandissimi cazzi) pubblicità di altri libri e fregne varie.
Mi pare un po' scorretto.


Vedo che ti sei rimesso in riga.
Bene bene.
Le automobili, con o senza spoiler, ce le cancellano tutte.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9566
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda zampaflex » 24 lug 2020 10:31

Patàta ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Patàta ha scritto:Oblomov non credo lo riuscirò a finire. Non so perché, ma mi mette ansia; l'ho sospeso 4 o 5 volte, leggendo altro.
In questo momento Mattatoio n5.


Oblomov di Carrère? Non me lo ricordo così indigesto :wink:


Di Goncarov.
E' che mi impigrisce.
Pensavo di sostituirlo con Bukowski: mal che vada divento un ubriacone puttaniere. :D


Ah che erroraccio, chissà perché avevo in mente Limonov.
Bookowski :mrgreen: oppure Hunter S. Thompson allora.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Travolta
Messaggi: 330
Iscritto il: 07 lug 2014 22:07
Località: Genova,Genoa,Zena

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda Travolta » 26 lug 2020 13:53

Compagni di stadio. Di Solange Cavalcante. Finito stanotte.
Libro su Socrates e sulla Democratia Corinthiana.Suggerito ad appassionati dell'argomento.
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25553
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Cosa stiamo leggendo

Messaggioda tenente Drogo » 29 lug 2020 13:01

cercavo una cosa con Google e per caso ho trovato questa intervista che è molto bella, in cui si parla di letteratura e scrittori italiani

https://www.ilfoglio.it/cultura/2016/03 ... udu-93671/
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite