Diario economico

Dove discutere, confrontarsi o scherzare sempre in modo civile su argomenti attinenti al mondo del food&wine e non solo.

Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 711
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 02 gen 2019 21:26

harmattan ha scritto:https://www.linkiesta.it/it/article/2019/01/02/perche-il-discorso-di-mattarella-non-ci-e-piaciuto-per-nulla/40598/

Apprezzo la filosofia di Boldrin, ma a volte sembra che sia fuori dal mondo.


Boldrin mi sembra sia ai tuoi antipodi

lo apprezzo anch'io ma deve avere un caratteraccio
qui vuol fare il bastian contrario e fa pipì fuori dal vaso IMHO

non oso dirglielo su FB altrimenti mi banna un'altra volta e invece è sempre interessante leggerlo
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 04 gen 2019 18:27

tenente Drogo 2 ha scritto:
harmattan ha scritto:https://www.linkiesta.it/it/article/2019/01/02/perche-il-discorso-di-mattarella-non-ci-e-piaciuto-per-nulla/40598/

Apprezzo la filosofia di Boldrin, ma a volte sembra che sia fuori dal mondo.


Boldrin mi sembra sia ai tuoi antipodi

lo apprezzo anch'io ma deve avere un caratteraccio
qui vuol fare il bastian contrario e fa pipì fuori dal vaso IMHO

non oso dirglielo su FB altrimenti mi banna un'altra volta e invece è sempre interessante leggerlo


Considerato che ammette come contraddittorio solo chi ha minimo una laurea in economia alla Bocconi, è inutile perderci tempo in eventuali scambi di opinioni.

Quello che non condivido nel suo pensiero è che a tanta feroce critica all'ignoranza italica propone solo soluzioni fantasiose, ma non nel senso accademico del termine, ma nel senso pratico. Non si rende conto che è un problema antropologico e basta. Il paese è in mano ad una classe dirigente (non solo questa al governo attuale!) gattopardiana, autoreferenziale, conservatrice, che trae linfa da un popolo, fatte le dovute eccezioni, con gli stessi difetti. E' inutile sperare e affannarsi postando tabelle, calcoli e imprecando in aramaico, come profetizzo da 10 anni a questa parte, il lento declino è l'unico nostro capolinea.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 04 gen 2019 18:46

https://mobile.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-01-04/manovra-la-spending-review-tradita-in-tre-anni-la-spesa-crescera-di-51-miliardi/AEqo5u8G

Ricordiamocene in futuro. Manovra ridicolmente incentrata sulla spesa corrente e non un euro di tagli alla spesa, nonostante i roboanti annunci elettorali.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 711
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 04 gen 2019 20:11

harmattan ha scritto:
tenente Drogo 2 ha scritto:
harmattan ha scritto:https://www.linkiesta.it/it/article/2019/01/02/perche-il-discorso-di-mattarella-non-ci-e-piaciuto-per-nulla/40598/

Apprezzo la filosofia di Boldrin, ma a volte sembra che sia fuori dal mondo.


Boldrin mi sembra sia ai tuoi antipodi

lo apprezzo anch'io ma deve avere un caratteraccio
qui vuol fare il bastian contrario e fa pipì fuori dal vaso IMHO

non oso dirglielo su FB altrimenti mi banna un'altra volta e invece è sempre interessante leggerlo


Considerato che ammette come contraddittorio solo chi ha minimo una laurea in economia alla Bocconi, è inutile perderci tempo in eventuali scambi di opinioni.



quindi sei su facebook o twitter?


Quello che non condivido nel suo pensiero è che a tanta feroce critica all'ignoranza italica propone solo soluzioni fantasiose, ma non nel senso accademico del termine, ma nel senso pratico. Non si rende conto che è un problema antropologico e basta. Il paese è in mano ad una classe dirigente (non solo questa al governo attuale!) gattopardiana, autoreferenziale, conservatrice, che trae linfa da un popolo, fatte le dovute eccezioni, con gli stessi difetti. E' inutile sperare e affannarsi postando tabelle, calcoli e imprecando in aramaico, come profetizzo da 10 anni a questa parte, il lento declino è l'unico nostro capolinea.


il problema antropologico lo affronta nei sei articoli della serie "il governo rossobrunato"

http://noisefromamerika.org/profilo-ute ... le-boldrin
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 05 gen 2019 14:27

tenente Drogo 2 ha scritto:
il problema antropologico lo affronta nei sei articoli della serie "il governo rossobrunato"

http://noisefromamerika.org/profilo-ute ... le-boldrin


Ho letto gli articoli, e c'è da dire che l'analisi è lucida e approfondita. Nonostante ciò, non mi sembra che proponga soluzioni fattibili e reali per uscire da questo cul de sac, anzi, da quello che scrive ipotizza solo un epilogo infelice, tipo lo spread che metterà fine a tutto. Forse.

Avevo scambiato qualche cinguettio in passato, ma sono stato bloccato sul nascere. Una tragedia :lol:
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 711
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 05 gen 2019 14:32

harmattan ha scritto:
tenente Drogo 2 ha scritto:
il problema antropologico lo affronta nei sei articoli della serie "il governo rossobrunato"

http://noisefromamerika.org/profilo-ute ... le-boldrin


Ho letto gli articoli, e c'è da dire che l'analisi è lucida e approfondita. Nonostante ciò, non mi sembra che proponga soluzioni fattibili e reali per uscire da questo cul de sac, anzi, da quello che scrive ipotizza solo un epilogo infelice, tipo lo spread che metterà fine a tutto. Forse.

Avevo scambiato qualche cinguettio in passato, ma sono stato bloccato sul nascere. Una tragedia :lol:


ho paura che soluzioni fattibili e reali non esistano

Twitter è un social che mi sembra potenzialmente più interessante di Facebook, ma non lo frequento
forse lo farò quest'anno ma solo in lettura
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 05 gen 2019 18:25

tenente Drogo 2 ha scritto:
harmattan ha scritto:
tenente Drogo 2 ha scritto:
il problema antropologico lo affronta nei sei articoli della serie "il governo rossobrunato"

http://noisefromamerika.org/profilo-ute ... le-boldrin


Ho letto gli articoli, e c'è da dire che l'analisi è lucida e approfondita. Nonostante ciò, non mi sembra che proponga soluzioni fattibili e reali per uscire da questo cul de sac, anzi, da quello che scrive ipotizza solo un epilogo infelice, tipo lo spread che metterà fine a tutto. Forse.

Avevo scambiato qualche cinguettio in passato, ma sono stato bloccato sul nascere. Una tragedia :lol:


ho paura che soluzioni fattibili e reali non esistano

Twitter è un social che mi sembra potenzialmente più interessante di Facebook, ma non lo frequento
forse lo farò quest'anno ma solo in lettura


La pletora dei seguaci del Boldrin pensiero, sia esso condivisibile o meno, fa solo esercizio di sfogo e basta. In questo paese posseduto dalla gnuranz ad ogni livello è tempo perso accanirsi contro i mulini a vento.

Twitter solo in lettura non ha senso. Meglio fesbuck per farsi un po' di cavoli altrui :D
Avatar utente
tenente Drogo 2
Messaggi: 711
Iscritto il: 24 nov 2017 18:03

Re: Diario economico

Messaggioda tenente Drogo 2 » 07 gen 2019 17:47

harmattan ha scritto:
Twitter solo in lettura non ha senso.



lo dici tu: c'è un sacco di gente che pubblica cose interessanti

Meglio fesbuck per farsi un po' di cavoli altrui :D


su questo sono d'accordo
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 09 gen 2019 15:22

Visto l'ultimo intervento che si prospetta in Carige, riepilogo dei salvataggi bancari italiani passati:

https://www.ilfoglio.it/economia/2018/08/12/news/il-mito-dei-60-miliardi-regalati-alle-banche-209635/
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 09 gen 2019 20:13

zampaflex ha scritto:Visto l'ultimo intervento che si prospetta in Carige, riepilogo dei salvataggi bancari italiani passati:

https://www.ilfoglio.it/economia/2018/08/12/news/il-mito-dei-60-miliardi-regalati-alle-banche-209635/


Che pa££e 'sti salvataggi con i soldi altrui!
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 10 gen 2019 12:46

Del reddito di cittadinanza sono rimasti solo gli spiccioli: mancano 11 miliardi

https://it.businessinsider.com/del-reddito-di-cittadinanza-sono-rimasti-solo-gli-spiccioli-mancano-11-miliardi/
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 10 gen 2019 16:47

Smettetela di salvarle, o la crisi delle banche non finirà mai (di Michele Boldrin)

https://www.linkiesta.it/it/article/2019/01/09/salvataggio-carige-governo-mps-banca-etruria/40669/
maxer
Messaggi: 3008
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: nordico

Re: Diario economico

Messaggioda maxer » 10 gen 2019 17:55

:cry:
harmattan ha scritto:Smettetela di salvarle, o la crisi delle banche non finirà mai (di Michele Boldrin)

https://www.linkiesta.it/it/article/2019/01/09/salvataggio-carige-governo-mps-banca-etruria/40669/

Articolo da inserire obbligatoriamente nei programmi di studio di tutte le scuole italiane !
carpe diem 8)
Timoteo
Messaggi: 2244
Iscritto il: 04 ott 2009 15:57

Re: Diario economico

Messaggioda Timoteo » 15 gen 2019 00:30

Dottor Flex,
In qualità di primo esperto del luogo che (cazzo) vuol dire "questo sito contribuisce alla audience di Milano Finanza"?
Grazie.
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 15 gen 2019 12:13

Timoteo ha scritto:Dottor Flex,
In qualità di primo esperto del luogo che (cazzo) vuol dire "questo sito contribuisce alla audience di Milano Finanza"?
Grazie.


Raccolta pubblicitaria. Fa odiéns.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 18 gen 2019 11:28

Fca rivede piano investimenti in Italia dopo ecotassa

https://www.ilmessaggero.it/economia/news/fca_rivede_piano_investimenti_in_italia_dopo_ecotassa_immediata_reazione_dei_sindacati-4232192.html

Il pseudoecologismo dei grilloidi inizia a dare i suoi frutti. In una situazione di ciclo economico che sta andando verso la recessione e con il mercato auto già in seria difficoltà (- 3,1% nel 2018) andare pure a metterci il carico da 90 dell'eco-tassa è veramente da fenomeni.
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20235
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Diario economico

Messaggioda pippuz » 18 gen 2019 14:33

harmattan ha scritto:Fca rivede piano investimenti in Italia dopo ecotassa

https://www.ilmessaggero.it/economia/news/fca_rivede_piano_investimenti_in_italia_dopo_ecotassa_immediata_reazione_dei_sindacati-4232192.html

Il pseudoecologismo dei grilloidi inizia a dare i suoi frutti. In una situazione di ciclo economico che sta andando verso la recessione e con il mercato auto già in seria difficoltà (- 3,1% nel 2018) andare pure a metterci il carico da 90 dell'eco-tassa è veramente da fenomeni.

Dici? Secondo me invece è FCA che dovrebbe alzare il culo e cominciare a smettere di produrre automobili alimentate a carbone.

Si può discutere sul tempismo, ma tieni conto che a Milano tra un mese con le auto diesel EUR4 non ci potrai più entrare.
Questi buffoni sono anni che non innovano un ca££o e adesso si lamentano.

Anche sulla questione Tirrenia il ministro ricciolo-come-cacchio-si-chiama ci ha preso, ho guardato ieri i prezzi dei traghetti per la Sardegna e Tirrenia dovrebbe affondare.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 18 gen 2019 15:55

pippuz ha scritto:
harmattan ha scritto:Fca rivede piano investimenti in Italia dopo ecotassa

https://www.ilmessaggero.it/economia/news/fca_rivede_piano_investimenti_in_italia_dopo_ecotassa_immediata_reazione_dei_sindacati-4232192.html

Il pseudoecologismo dei grilloidi inizia a dare i suoi frutti. In una situazione di ciclo economico che sta andando verso la recessione e con il mercato auto già in seria difficoltà (- 3,1% nel 2018) andare pure a metterci il carico da 90 dell'eco-tassa è veramente da fenomeni.

Dici? Secondo me invece è FCA che dovrebbe alzare il culo e cominciare a smettere di produrre automobili alimentate a carbone.

Si può discutere sul tempismo, ma tieni conto che a Milano tra un mese con le auto diesel EUR4 non ci potrai più entrare.
Questi buffoni sono anni che non innovano un ca££o e adesso si lamentano.

Anche sulla questione Tirrenia il ministro ricciolo-come-cacchio-si-chiama ci ha preso, ho guardato ieri i prezzi dei traghetti per la Sardegna e Tirrenia dovrebbe affondare.



Veramente è da qualche anno che i traghetti per la Sardegna (tutti) costano un patrimonio. Anzi, l'anno scorso erano pure scesi (così mi dissero dei colleghi). Quando ancora c'era la Compagnia Sarda di navigazione che partiva da Piombino, allora potevi cavartela bene.
Adesso piuttosto si apre la polemica sul servizio di prossimità aereo, con Alitalia che ha vinto la gara per il servizio che prima gestiva Air Italy (Meridiana).
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20235
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Diario economico

Messaggioda pippuz » 18 gen 2019 17:42

zampaflex ha scritto:
pippuz ha scritto:
harmattan ha scritto:Fca rivede piano investimenti in Italia dopo ecotassa

https://www.ilmessaggero.it/economia/news/fca_rivede_piano_investimenti_in_italia_dopo_ecotassa_immediata_reazione_dei_sindacati-4232192.html

Il pseudoecologismo dei grilloidi inizia a dare i suoi frutti. In una situazione di ciclo economico che sta andando verso la recessione e con il mercato auto già in seria difficoltà (- 3,1% nel 2018) andare pure a metterci il carico da 90 dell'eco-tassa è veramente da fenomeni.

Dici? Secondo me invece è FCA che dovrebbe alzare il culo e cominciare a smettere di produrre automobili alimentate a carbone.

Si può discutere sul tempismo, ma tieni conto che a Milano tra un mese con le auto diesel EUR4 non ci potrai più entrare.
Questi buffoni sono anni che non innovano un ca££o e adesso si lamentano.

Anche sulla questione Tirrenia il ministro ricciolo-come-cacchio-si-chiama ci ha preso, ho guardato ieri i prezzi dei traghetti per la Sardegna e Tirrenia dovrebbe affondare.



Veramente è da qualche anno che i traghetti per la Sardegna (tutti) costano un patrimonio. Anzi, l'anno scorso erano pure scesi (così mi dissero dei colleghi). Quando ancora c'era la Compagnia Sarda di navigazione che partiva da Piombino, allora potevi cavartela bene.
Adesso piuttosto si apre la polemica sul servizio di prossimità aereo, con Alitalia che ha vinto la gara per il servizio che prima gestiva Air Italy (Meridiana).

Ho guardato oggi.

L'anno scorso Livorno - Golfo Aranci 280€ (diurna). Quest'anno stessa tratta 320€ e qui ci siamo.
GNV tratta notturna da GE siamo sui 400-500.
Poi guardo Tirrenia e mi viene fuori 1100€ ???

Per una compagnia mezza statale che dovrebbe garantire la continuità territoriale?

Ripeto: affondassero.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 18 gen 2019 17:48

pippuz ha scritto:
zampaflex ha scritto:
pippuz ha scritto:
harmattan ha scritto:Fca rivede piano investimenti in Italia dopo ecotassa

https://www.ilmessaggero.it/economia/news/fca_rivede_piano_investimenti_in_italia_dopo_ecotassa_immediata_reazione_dei_sindacati-4232192.html

Il pseudoecologismo dei grilloidi inizia a dare i suoi frutti. In una situazione di ciclo economico che sta andando verso la recessione e con il mercato auto già in seria difficoltà (- 3,1% nel 2018) andare pure a metterci il carico da 90 dell'eco-tassa è veramente da fenomeni.

Dici? Secondo me invece è FCA che dovrebbe alzare il culo e cominciare a smettere di produrre automobili alimentate a carbone.

Si può discutere sul tempismo, ma tieni conto che a Milano tra un mese con le auto diesel EUR4 non ci potrai più entrare.
Questi buffoni sono anni che non innovano un ca££o e adesso si lamentano.

Anche sulla questione Tirrenia il ministro ricciolo-come-cacchio-si-chiama ci ha preso, ho guardato ieri i prezzi dei traghetti per la Sardegna e Tirrenia dovrebbe affondare.



Veramente è da qualche anno che i traghetti per la Sardegna (tutti) costano un patrimonio. Anzi, l'anno scorso erano pure scesi (così mi dissero dei colleghi). Quando ancora c'era la Compagnia Sarda di navigazione che partiva da Piombino, allora potevi cavartela bene.
Adesso piuttosto si apre la polemica sul servizio di prossimità aereo, con Alitalia che ha vinto la gara per il servizio che prima gestiva Air Italy (Meridiana).

Ho guardato oggi.

L'anno scorso Livorno - Golfo Aranci 280€ (diurna). Quest'anno stessa tratta 320€ e qui ci siamo.
GNV tratta notturna da GE siamo sui 400-500.
Poi guardo Tirrenia e mi viene fuori 1100€ ???

Per una compagnia mezza statale che dovrebbe garantire la continuità territoriale?

Ripeto: affondassero.


Ormai è tutta di Onorato (Moby Lines) che però non la sta pagando.

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2018/10/21/pili-deliberata-fusione-tirrenia-moby_bfe4b625-1754-401d-a355-42d9665317c3.html
https://www.cagliaripad.it/315792/tirrenia-pili-unidos-declassata-da-moodys-onorato-non-paga-nemmeno-le-rate-di-acquisto
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 18 gen 2019 19:02

pippuz ha scritto:Dici? Secondo me invece è FCA che dovrebbe alzare il culo e cominciare a smettere di produrre automobili alimentate a carbone.

Si può discutere sul tempismo, ma tieni conto che a Milano tra un mese con le auto diesel EUR4 non ci potrai più entrare.
Questi buffoni sono anni che non innovano un ca££o e adesso si lamentano.

Anche sulla questione Tirrenia il ministro ricciolo-come-cacchio-si-chiama ci ha preso, ho guardato ieri i prezzi dei traghetti per la Sardegna e Tirrenia dovrebbe affondare.


Parliamoci chiaramente, ai stellati seduti in Parlamento non gliene frega un tubo del green, ma cavalcano l'onda della devastazione mentale dei propri elettori, e gli eco-incentivi + tutta la manfrina sulle emissioni servono solo a portare un po' di cash in cassa e basta.
Che poi FCA costruisca bidoni a carbone posso pure appoggiartela, ma qui si parla di piani industriali che vanno a farsi friggere, come del resto tanti altri di investitori stranieri che se la sono data a gambe levate già da un pezzo. L'innovazione, se intendi le auto totalmente elettriche, sono una chimera, e non prima del 2030 ci sarà una vera diffusione sul mercato. Per me, come previsione azzardata, ritornerà il diesel, magari in una versione più pulita dell'attuale.

P.S.: per la prima metà di luglio Civitavecchia -Olbia a/r con Tirrenia, auto + 2 adulti +2 bambini 400 neuri
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20235
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Diario economico

Messaggioda pippuz » 18 gen 2019 20:53

harmattan ha scritto:
pippuz ha scritto:Dici? Secondo me invece è FCA che dovrebbe alzare il culo e cominciare a smettere di produrre automobili alimentate a carbone.

Si può discutere sul tempismo, ma tieni conto che a Milano tra un mese con le auto diesel EUR4 non ci potrai più entrare.
Questi buffoni sono anni che non innovano un ca££o e adesso si lamentano.

Anche sulla questione Tirrenia il ministro ricciolo-come-cacchio-si-chiama ci ha preso, ho guardato ieri i prezzi dei traghetti per la Sardegna e Tirrenia dovrebbe affondare.


Parliamoci chiaramente, ai stellati seduti in Parlamento non gliene frega un tubo del green, ma cavalcano l'onda della devastazione mentale dei propri elettori, e gli eco-incentivi + tutta la manfrina sulle emissioni servono solo a portare un po' di cash in cassa e basta.
Che poi FCA costruisca bidoni a carbone posso pure appoggiartela, ma qui si parla di piani industriali che vanno a farsi friggere, come del resto tanti altri di investitori stranieri che se la sono data a gambe levate già da un pezzo. L'innovazione, se intendi le auto totalmente elettriche, sono una chimera, e non prima del 2030 ci sarà una vera diffusione sul mercato. Per me, come previsione azzardata, ritornerà il diesel, magari in una versione più pulita dell'attuale.

P.S.: per la prima metà di luglio Civitavecchia -Olbia a/r con Tirrenia, auto + 2 adulti +2 bambini 400 neuri

Figurati. Mica volevo dire che son diventati ecologisti di colpo. Però la strada è inevitabilmente quella.
Da Civitavecchia non serve la cabina. A me si. Anche le mie erano tutte a/r per la precisione
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 19 gen 2019 17:32

Case vecchie e boom degli affitti brevi: ecco perché il mattone italiano continua a deprezzarsi

Mentre i nuovi immobili registrano prezzi in aumento, il patrimonio esistente continua la sua discesa, un caso unico tra le economie emergenti. Perché? Lo abbiamo chiesto a due esperti del settore

Cosa sta succedendo al mattone italiano? Niente di nuovo, si potrebbe rispondere, eppure i dati diffusi da Istat pochi giorni fa fotografano una realtà curiosa: i prezzi delle case sono tornati a diminuire ma, nel frattempo, le compravendite stanno continuando a salire.

Come insegna la legge della domanda e dell’offerta, il prezzo di un bene più richiesto inizia a crescere proprio perché ci sono più persone disposte ad averlo. In apparenza, in Italia questa legge non sta funzionando. Ma solo in apparenza: “In realtà, nel nostro Paese sta acquistando solo chi se lo può permettere: chi ha lavori stabili, chi sta vendendo il proprio immobile o i genitori per i loro figli” spiega Maurizio Sgroi, giornalista economico e autore del blog The Walking Debt. Secondo Sgroi prezzi così bassi stanno convincendo i più benestanti a comprare, “magari perché tenevano d’occhio una casa da tempo e ora hanno capito che è il momento migliore per farlo”. Con la complicità dei tassi di interesse sui mutui che in questo periodo si trovano al minimo storico.
Resta il fatto che, nonostante siano in ripresa dal 2015, le compravendite siano ancora molto lontane dai livelli pre-crisi.
Case vecchie e boom degli affitti brevi: ecco perché il mattone italiano continua a deprezzarsi

C’è casa e casa. A ben leggere i dati diffusi da Istat, però, non è del tutto vero che gli immobili italiani si stanno deprezzando. Nel terzo trimestre 2018 infatti il valore delle case nuove è cresciuto dell’1,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. E nel secondo trimestre l’aumento era stato dell’1,4%. Il problema, quindi, sono le case esistenti.

Secondo Sgroi, questo è dovuto a molti fattori, due dei quali sono “una svalutazione fisiologica, perché negli anni scorsi il prezzo di questi immobili era cresciuto davvero troppo, e il fatto che gli italiani fanno, mediamente, davvero poca manutenzione sulle proprie case. Fin quando questi immobili si trovano a Roma o Milano la svalutazione resta entro certi limiti perché sono mercati particolari, ma la normalità è la provincia. E lì il prezzo di una casa mai ristrutturata crolla”.

Dello stesso parere Mario Breglia, presidente dell’istituto di ricerca Scenari Immobiliari: “Chi compra vuole una bella casa ma sul mercato ne trova, principalmente, di brutte. I risultati possono essere due: o non si acquista, o lo si fa a prezzi ridotti, perché l’acquirente deve considerare i costi di ristrutturazione”. Il trend positivo del nuovo è, secondo Breglia, una dimostrazione di tutto ciò: “Le case nuove, costruite in città, si vendono bene e anche in poco tempo”.

La riscossa degli affitti. A deprimere il mercato immobiliare c’è anche un altro fattore: gli italiani stanno ricominciando ad affittare. Sono in aumento i classici contratti 4+4 ma, soprattutto, c’è stato un boom degli affitti brevi, in particolare nelle grandi città o in quelle turistiche. “Una casa che fino a qualche anno fa sarebbe stata messa in vendita, oggi viene affittata, magari su piattaforme come AirBnB - continua Breglia - ed è chiaro che, se tolgo dalla vendita uno stock di immobili ben tenuti e in ottima posizione, la qualità delle case in vendita si abbassa”. Rimangono quelle da ristrutturare, in periferia o fuori città.

Un caso unico. Tra le economie più avanzate l’Italia resta il fanalino di coda. Perché nel resto d’Europa e del mondo il mercato immobiliare ha iniziato a riprendersi dal 2012 per tornare in alcuni casi ai livelli pre-crisi. Secondo i dati della BIS (Bank for international settlements), tra fine 2017 e fine 2016 in tutte le economie più mature il prezzo degli immobili è cresciuto, in termini reali, del 3%. Nel frattempo il mattone italiano ha continuato la sua discesa e solo Russia e Brasile registrano performance peggiori. Spagna e Irlanda, gli altri due paesi Ue in cui il mercato immobiliare era colato a picco, sono in ripresa anche se ancora molto lontani dai livelli del 2007.

Scenari futuri. Il quadro resta quindi quello di un mercato depresso. Ma sulle prospettive i due esperti si dividono. Più pessimista Sgroi: “In Italia la maggior parte degli over 65 è proprietario di uno o più immobili. Quando queste persone passeranno a miglior vita, una generazione di italiani erediterà. Ma questo stock di case è destinato a finire sul mercato, sia perché non tutti potranno permettersi di mantenerle, sia perché il numero delle case sarà superiore alle persone che le erediteranno. Il risultato? Il prezzo del mattone scenderà ancora”.

Secondo il presidente di Scenari Immobiliari è invece solo una questione di tempo: “Il mercato immobiliare in Italia è dipendente dall’inflazione. Non appena questa riprenderà, anche i prezzi delle case si alzeranno. A patto che si riprenda anche il settore delle costruzioni. Finora la ripresa si è vista solo a Milano” conclude Breglia.

PS: io sono con Sgroi, sul mercato si riverseranno molti appartamenti mentre la domanda calerà. Solo quelli di alta qualità o quelli con prezzo trattabile si venderanno.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7577
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: Diario economico

Messaggioda zampaflex » 19 gen 2019 17:52

Confronto 2007-2018

A distanza di 10 anni, infatti, le spese dei nuclei familiari "sono inferiori di 1,9 punti e il reddito disponibile, sempre delle famiglie, è in calo di 6,8. In materia di lavoro, l'occupazione è aumentata dell'1,7 per cento, mentre il tasso di disoccupazione è cresciuto dell'84,4 per cento. Se, infatti, nel 2007 il tasso di coloro che era alla ricerca di un'occupazione si attestava al 6,1 per cento, nel 2018 è salito al 10,5 per cento (dato ancora ufficioso)". Pur avendo recuperato in termini di occupati (23,3 milioni l'anno scorso contro i 22,9 del 2007), a dare una fotografia della fragilità di questo recupero è il crollo delle ore lavorate: tra il 2007 e il 2017 (ultimo anno in cui il dato è disponibile) il monte ore è sceso a 43,2 miliardi (-6,1 per cento che in termini assoluti equivalgono a - 2,7 miliardi di ore*).

* per vostra info, calcolando un anno lavorativo da 220 giorni lavorativi, 2,7 mld di ore in meno equivalgono a 1,6 mln di posti di lavoro in meno - che significa meno straordinari (ok) ma anche molti più posti part-time rispetto ai precedenti full-time.

https://www.repubblica.it/economia/2019/01/19/news/cgia_rispetto_al_pre-crisi_restano_da_recuperare_19_punti_di_investimenti-216931436/?ref=RHPPBT-BH-I0-C6-P6-S1.6-T2
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
harmattan
Messaggi: 5422
Iscritto il: 13 apr 2008 13:56
Località: Roma San Giovanni

Re: Diario economico

Messaggioda harmattan » 19 gen 2019 18:55

zampaflex ha scritto:PS: io sono con Sgroi, sul mercato si riverseranno molti appartamenti mentre la domanda calerà. Solo quelli di alta qualità o quelli con prezzo trattabile si venderanno.


Seguo il blog di Sgroi da tempo e devo dire che le sue analisi sono sempre ben azzeccate, specie in campo economico Internazionale.
Quello che lui illustra sull'immobiliare italiano è ciò che ho sempre sostenuto, ossia da una parte c'è un fiume di case, in mano ad un esercito di ottuagenari, pronto ad inondare il mercato, e dall' altra parte ci sono i giovani, ossia coloro che necessiterebbero di nuove abitazioni, ma non hanno er cash causa disoccupazione e/o stipendi da fame. Il risultato sarà un calo della domanda con inevitabili prezzi di saldo.

Torna a “La piazza dei forumisti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: harmattan, pippuz e 3 ospiti