Le Colonne Milanesi

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12513
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda l'oste » 14 lug 2010 01:09

diego ha scritto:Una calda serata di luglio, alla cieca, sbaraglia i concorrenti un bellissimo Bordeaux.
Pessac Leognan - Chateau La Mission Haut Brion 1993.
Un vino di classe, eleganza e personalità incredibili. Bevibilità assoluta proprio perchè Bordeaux di grandissimo lignaggio.
Naso affumicato, tabacco, cuoio, ortica, tamarindo. Bocca progressiva, sapida, elegante e stratificata. Elenganza ai massimi livelli, bevibilità non da meno, l'alcol ai "soliti" 12,5% rende il vino agile eppure senza fargli perdere "peso". Siamo di fronte ad un grande classico. E l'annata è solo "normale"....

Tutto il resto non è noia, ma è di contorno (in grassetto i migliori):

Metodo Classico brut JOSEF - Norina Pez (Collio)
Nahe Trocken Dreaiser Bastei riesling spaetlese 2002 - Dr. Crusius
Collio Sauvignon - Norina Pez
Carso Doc Malvasia - Lupinc
Colli di Luni vermentino Costa Marina 2008 - Lambruschi
Chablis 1er cru Montée de Tonnerre 2004 - La Chablisienne
Vorberg 2004 ris. pinot bianco - Terlano
Morey Saint Denis 1er 2005 - Dujac
Bramanterra 2004 - Sella
Vin de L'Herault - Granges des Peres 2006
Brunello di Montalcino 2004 - Costanti

Alla faccia del caldo e del martedì.
Complimenti.
Com'era il Brunello di Costanti?
Gracias.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda diego » 14 lug 2010 09:16

Ricordo un ottimo Brunello di Costanti bevuto da te, questo però non era assolutamente all'altezza...puzzettoso, alcolico, irriconoscibile come Brunello.
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 14 lug 2010 10:00

Comunque con questo caldo non ce la posso più fare.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Dudley
Messaggi: 4911
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Genova

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dudley » 14 lug 2010 10:09

lafacciazza ha scritto:
Dudley ha scritto:
Facciazza, a proposito di Sauvignon made in bordeaux, che ne pensi di quello fatto da Douburdieu al Chateau Doisy Daene?
E' un Bordeaux Blanc Sec.
Assaggiato il 2007, m'è sembrato molto bello, certo lo stile deve piacere.


Caro il mio omonimo,
conosco abbastanza bene il Doisy Daene, con il Clos Floridène e' il bianco bordolese piu' presente in cantina.Il motivo? Costra relativamente poco e ha uno spettro di vita anche di 15 anni ma chi ama i vini sul frutto lo puo' godere da subito. Hai detto bene, e' proprio bello.
Magari ricordo male ma penso che il saldo di Semillon sia abbastanza alto, a volte anche il 50%; qualche anno fa lo feci assaggiare a Zo_Ze e a Ernest Loosen che stavano a Malta per una fantastica degustazione(chissa' se sul vecchio forum ci sono ancora le note). Ebbi l'ooprtunita' di assaggiare la Cuvee St. Martin solo una volta e quello e' un grandissimo vino, Semillon in purezza.
Il Sec mi piace per le sue note affumicate, i sentori di pesca bianca( o noce pesca a seconda di quanti anni ha sulle spalle), lanolina, spiccata acidita'. Oggi il 2001(che e' l'annata che feci assaggiare a Loosen e che lui apprezzo' parcchio) ha una notevole complessita'; il rovere che viene usato per la vinificazione e' impercettibile gia' dopo un paio di anni.

Secondo me chi ama i Sancerre appreza questo vino piu' di tanti altri Pessac o bianchi delle Graves. Inutile dire che in quelle zone i miei colleghi veterinari tengono lontani i gatti dai vigneti e di conseguenza le minzioni si sentono pochissimo nella peggiore delle ipotesi :mrgreen: :lol: :lol:


Vedo solo ora, sorry.

Quoto la pesca bianca e le note affumicate, sull'acidità non saprei: c'è, ben presente ma mai tagliente come a Sancerre, non so se mi spiego.
Tendenzialmente, per quel poco che ho bevuto, mi sembra che sia il Sec di Doisy Daene che il Clos Floridene siano facilmente approcciabili fin da subito proprio in ragione di un profondo equilibrio di tutte le componenti, forse non hanno il fascino minerale dei migliori Sancerre, ma hanno dalla loro una "compostezza", una perfetta coesione fra dosaggio del legno, acidità, corpo.

P.S.: parrebbe che il Sec di Doisy Daene sia 100% Sauvignon, almeno così dichiarano sul sito (Assemblage 100% Sauvignon)

http://www.denisdubourdieu.fr/pages/ind ... &p=10&v=45
Roberto Dal Ponte
Avatar utente
Finnegan
Messaggi: 273
Iscritto il: 14 giu 2010 09:47

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Finnegan » 14 lug 2010 11:56

diego ha scritto:Ricordo un ottimo Brunello di Costanti bevuto da te, questo però non era assolutamente all'altezza...puzzettoso, alcolico, irriconoscibile come Brunello.


E' semplicemente un vino molto ridotto. Avevo raccolto indicazioni positive negli ultimi tempi sul forum, ed ho voluto riprovare, ma per ora almeno non c'è trippa per gatti. Un'altra bottiglia riposa in cantina, e ci resterà ancora qualche anno. Chissà.
..."la buona fattura enologica" in sé non vuol dire nulla. Non è una buona fattura enologica, quella che ha prodotto un vino che non è buono, che non piace a chi lo beve.
Avatar utente
Finnegan
Messaggi: 273
Iscritto il: 14 giu 2010 09:47

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Finnegan » 14 lug 2010 12:08

diego ha scritto:in grassetto i migliori:

Metodo Classico brut JOSEF - Norina Pez (Collio)
Nahe Trocken Dreaiser Bastei riesling spaetlese 2002 - Dr. Crusius
Collio Sauvignon - Norina Pez
Carso Doc Malvasia - Lupinc
Colli di Luni vermentino Costa Marina 2008 - Lambruschi
Chablis 1er cru Montée de Tonnerre 2004 - La Chablisienne
Vorberg 2004 ris. pinot bianco - Terlano
Morey Saint Denis 1er 2005 - Dujac
Bramanterra 2004 - Sella
Pessac Leognan - Chateau La Mission Haut Brion 1993.
Vin de L'Herault - Granges des Peres 2006
Brunello di Montalcino 2004 - Costanti

Io ricorderei il Bramaterra di Sella, che ha avuto la sola disgrazia di essere servito caldo come un consommé. E nonostante tutto sparava bordate di arancia e infuso di radici come una ciminiera. Dopo il passaggio in frigo era il solito bel pezzo di Alto Piemonte.
..."la buona fattura enologica" in sé non vuol dire nulla. Non è una buona fattura enologica, quella che ha prodotto un vino che non è buono, che non piace a chi lo beve.
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda diego » 03 ago 2010 23:57

Ringraziando pippuz dell'ospitalità, con pippuz medesimo, il sottoscritto, gremul e signora, bardamu e signora, il comandante, asterix si è bevuto:
LE BOLLE
- Champagne 2002 Grand Cru BdB - Bonnet-Gilmert
- Champagne Corbon BdB

Vince abbastanza agevolmente Corbon "base" su un discreto Bonnet-Gilmert. Corbon ha un naso gessoso,di agrumi, con bocca molto affilata e citrina eppure di grande personalità. Uno dei migliori "base" mai assaggiati (Signore delle Bolle dixit)

I BIANCHI
- Leth Roter Veltliner Klassik 2005 (Austria) - (produttore?)
- Chassagne-Montrachet 1er cru Les Caillerets 2006 - Ramonet
- Macon Pierreclos "tri des 25 ans" 2005 - Guffens-Heynen
- Chablis Grand cru Valmur 2001 - Guy Robin

Qui vince alla distanza lo Chablis. Con naso forse un pelo carico rispetto a quanto immaginabile (coerente con l'annata e l'evoluzione a 9 anni dalla vendemmia?) ma bocca che fa dire subito a pippuz "Chablis!". Riepilogando: al naso polvere da sparo, frutta gialla matura, anche agrumi, erbe officinali, un tocco di botrite (è possibile???). Bocca molto severa invece, fresca, agrumata, fine e profonda. Il Macon non è molto distante però, interessante, anche se in bocca il legno c'è e si sente. Delusione inaspettata (per me) Ramonet. Al naso tanta tostatura da legno, caffettoso. In bocca sa di creme brulè. Persino un po' alcolico. Considerando il prezzo poi...ieri il mio bicchiere era sotto gli 80 centesimi, per intendersi.

I ROSSI
Gevrey Chambertin 2006 - Trapet
Torgiano Rosso Riserva - Rubesco Vigna Monticchio 1995 - Lungarotti
Chianti Classico Riecine 2004 (?)
Chianti Classico Rufina Bucerchiale Selvapiana 2004 (?)
Carema 1971 (et. bianca) 1971 - Luigi Ferrando

Qui il vince a mani basse il Vigna Monticchio. Beccato alla cieca da gremul che sei mesi fa assaggiò in nostra presenza il buonissimo 1982. Questo parte con un accenno di riduzione "il sipario del vino che entra in scena" (cit. bardamu). Terroso e ferroso, arancia rossa, un bel frutto rosso. Bocca molto elegante, tannino cremoso, lungo e fine. Sapidissimo. 91 +
Ma i vini di Lungarotti di oggi, tra 15 anni saranno così? vedi 3d "Si stava meglio quando si stava peggio...o no?". Help Aramis!
Se potessi andrei a fare una visita dai Lungarotti per un confronto annate vecchie e nuove, sono proprio curioso e spero che possano preservare un vino di questo tipo: italiano fino al midollo, stratificato, complesso, eppure agile, elegante e... classico.
Molto buono lo Gevrey, anche se in bocca la sua essenzialità fa pensare subito al village di gran manico.
Buonissimo ed emozionante il Carema, naso giustamente evoluto ma bocca assolutamente gourmand.
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda alexer3b » 04 ago 2010 00:47

diego ha scritto:Ma i vini di Lungarotti di oggi, tra 15 anni saranno così? vedi 3d "Si stava meglio quando si stava peggio...o no?". Help Aramis!

Penso che la risposta sia semplice anche perchè la vinificazione è stata modificata drasticamente ...

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Nebbiolino
Messaggi: 6732
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Nebbiolino » 04 ago 2010 08:32

alexer3b ha scritto: anche perchè la vinificazione è stata modificata drasticamente ...

Alex


Vale a dire?
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda alexer3b » 04 ago 2010 09:02

Nebbiolino ha scritto:
alexer3b ha scritto: anche perchè la vinificazione è stata modificata drasticamente ...

Alex


Vale a dire?

Guarda quali annate di Lungarotti venivano premiate da AIS Bibenda nel 2001 e nel 2002 ... e guarda quelle che vengono premiate oggi e fai la differenza di età. :wink:

http://www.lavinium.com/italiano/duem2001.shtml

http://www.lavinium.com/italiano/vdit2002.htm

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda gremul » 04 ago 2010 11:02

Gran bella serata ringrazio Filippo per l'ospitalità e tutti i presenti per la gradevole compagnia

Dei vini ha già parlato Diego non posso che confermare il mio apprezzamento per il Vigna Monticchio, veramente bottiglia superlativa, quella sugosa arancia rossa matura nettissima ad un certo punto era da lacrime, naso che è cambiato molto nel bicchiere, bocca perfetta per sapidtà, freschezza e beva trascinante (12,5°!!). Solo leggermente dietro lo strepitoso 82 bevuto qualche mese fa, veramente un peccato mortale se da quella vigna non riescono più a tirare fuori un vino del genere.

Piacevolissimo anche il Gevrey 06 di Trapet, naso floreale da manuale del pinot nero di Borgogna, da insegnare nelle scuole, bocca...da bere a secchi senza ritegno

Ottimo davvero il Corbon base, ad averne di base di quel livello, note gessose predominanti, bocca di bella materia e acidità, anche questo beva assassina
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda gremul » 04 ago 2010 11:15

alexer3b ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
alexer3b ha scritto: anche perchè la vinificazione è stata modificata drasticamente ...

Alex


Vale a dire?

Guarda quali annate di Lungarotti venivano premiate da AIS Bibenda nel 2001 e nel 2002 ... e guarda quelle che vengono premiate oggi e fai la differenza di età. :wink:

http://www.lavinium.com/italiano/duem2001.shtml

http://www.lavinium.com/italiano/vdit2002.htm

Alex


Alex possiamo approfondire un po' di più il discorso sul Vigna Monticchio, chi ha assaggiato le ultime annate? non è che magari le ultime annate assaggiate tra 10 anni saranno anche loro buone come il 95 e l' 82 bevuti oggi? cosa è cambiato esattamente nella vinificazione? nel sito non mi sembra di leggere vinificazioni particolari

grazie
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
crail
Messaggi: 2985
Iscritto il: 06 giu 2007 12:05
Località: ROMA
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda crail » 04 ago 2010 11:51

gremul ha scritto:
alexer3b ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
alexer3b ha scritto: anche perchè la vinificazione è stata modificata drasticamente ...

Alex


Vale a dire?

Guarda quali annate di Lungarotti venivano premiate da AIS Bibenda nel 2001 e nel 2002 ... e guarda quelle che vengono premiate oggi e fai la differenza di età. :wink:

http://www.lavinium.com/italiano/duem2001.shtml

http://www.lavinium.com/italiano/vdit2002.htm

Alex


Alex possiamo approfondire un po' di più il discorso sul Vigna Monticchio, chi ha assaggiato le ultime annate? non è che magari le ultime annate assaggiate tra 10 anni saranno anche loro buone come il 95 e l' 82 bevuti oggi? cosa è cambiato esattamente nella vinificazione? nel sito non mi sembra di leggere vinificazioni particolari

grazie


Possiamo dire che da un certo momento in poi si è avuta una svolta....modernista?
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda diego » 04 ago 2010 11:57

Non ditemi così dai...possibile???
Urge visita presso i Lungarotti per verifica approfondita...
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda gremul » 04 ago 2010 12:01

diego ha scritto:Non ditemi così dai...possibile???
Urge visita presso i Lungarotti per verifica approfondita...


e sopratutto sarebbe bello verticale di vecchie annate....magari in autunno....
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda alexer3b » 04 ago 2010 13:04

gremul ha scritto:
alexer3b ha scritto:
Nebbiolino ha scritto:
alexer3b ha scritto: anche perchè la vinificazione è stata modificata drasticamente ...

Alex


Vale a dire?

Guarda quali annate di Lungarotti venivano premiate da AIS Bibenda nel 2001 e nel 2002 ... e guarda quelle che vengono premiate oggi e fai la differenza di età. :wink:

http://www.lavinium.com/italiano/duem2001.shtml

http://www.lavinium.com/italiano/vdit2002.htm

Alex


Alex possiamo approfondire un po' di più il discorso sul Vigna Monticchio, chi ha assaggiato le ultime annate? non è che magari le ultime annate assaggiate tra 10 anni saranno anche loro buone come il 95 e l' 82 bevuti oggi? cosa è cambiato esattamente nella vinificazione? nel sito non mi sembra di leggere vinificazioni particolari

grazie

Grazie a Ezio-Mofise (grande estimatore dei vecchi vini di Lungarotti) le ho bevute le vecchie annate e posso dire che il confronto è per me impietoso. Se noti bene ho messo dei link che parlano chiaro : nel 2001 si premiava il '92 , nel 2011 (intesa come guida , in realtà è il 2010) si premierà il 2006 (se sarà premiato). Penso sia evidente la differenza di affinamento del vino e ovviamente questo tempo è diminuito tutto a vantaggio della prontezza di beva (con relative tecniche atte ad ottenerla) e per compiacere un gusto "internazionale" (senza però cedere all'alloctono) e avere vini più facili. Immagini cosa poteva essere l' '82 appena uscito ? Forse un filino tropp oscorbutico per palati alla ricerca di morbidezze e rotondità ...

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Südtiroler Spitzbua
Messaggi: 599
Iscritto il: 06 giu 2007 14:43
Località: Südtirol

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Südtiroler Spitzbua » 04 ago 2010 15:19

Ho avuto un paio di bocce del 1990, comprate in un ristorante a Trevi, e sull'etichetta ricordo che c'era scritto che veniva commercializzato dal 2000. 10 anni dalla vendemmia, possibile?
Avatar utente
Südtiroler Spitzbua
Messaggi: 599
Iscritto il: 06 giu 2007 14:43
Località: Südtirol

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Südtiroler Spitzbua » 04 ago 2010 15:20

... o forse mi confondo con il S.Giorgio?
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda gremul » 04 ago 2010 15:35

su quella di ieri del 95 c'era scritto commercializzato nell'autunno 2002 se non ricordo male
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda alexer3b » 04 ago 2010 15:47

Südtiroler Spitzbua ha scritto:Ho avuto un paio di bocce del 1990, comprate in un ristorante a Trevi, e sull'etichetta ricordo che c'era scritto che veniva commercializzato dal 2000. 10 anni dalla vendemmia, possibile?

Il San Giorgio ... ed è di straordinaria gioventù ...

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 04 ago 2010 15:56

Südtiroler Spitzbua ha scritto:Ho avuto un paio di bocce del 1990, comprate in un ristorante a Trevi, e sull'etichetta ricordo che c'era scritto che veniva commercializzato dal 2000. 10 anni dalla vendemmia, possibile?

L'ho bevuta da Francone qualche mese fa. E non era il San Giorgio, ma il vigna monticchio.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda gremul » 04 ago 2010 15:57

allora mettetevi d'accordo!! :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda alexer3b » 04 ago 2010 16:12

gremul ha scritto:allora mettetevi d'accordo!! :D

Forse entrambi ? Il San Giorgio me lo ricordo e c'ho conferma ...

http://www.cellartracker.com/wine.asp?iWine=69440

"This is the one made in 1990 and bottled in 2000..."

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda alexer3b » 04 ago 2010 16:13

E pure il Monticchio ...

http://www.cellartracker.com/wine.asp?iWine=4894

"Bottled and released in 2000"

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dedalus » 04 ago 2010 16:15

Entrambi.

Immagine


Immagine

Furono parte dell'euforia di fine millennio. Bei tempi, e soprattutto grandissimi vini, anche se io preferisco di un pizzico i 1988, specialmente il Vigna Monticchio.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: pie2014, quellocheaspetta, slowhand e 11 ospiti