Le Colonne Milanesi

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 06 ago 2011 01:41

andrea ha scritto:
pippuz ha scritto:
Pigigres ha scritto:
diego ha scritto:Il Soave alla cieca viene posizionato tra loira e chablis, veramente un bel vino, Fion lo becca come Soave però...anche lui sapidissimo e minerale.

Fion dal punto di vista del riconoscimento del vino è un caso che andrebbe studiato scientificamente :lol: Anche perché, non credo di essere l'unico, io non ho mai assaggiato un Soave che ricordasse neanche lontanamente questo Vigneto Runcata 2009. :shock:

Va studiato anche quello zozzone del suo accompagnatore abituale, visto che si fa vedere quando non ci sono (e non mi porta il Rossese). :evil: :mrgreen:

Tu stattene a Ibiza con la Estrella Damm, che qui si mangia e si beve.... :P

Domenica torno, ricchioni.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
megaMAX
Messaggi: 2912
Iscritto il: 02 lug 2007 22:00
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda megaMAX » 06 ago 2011 02:33

davidef ha scritto:
Pigigres ha scritto: - Soave Cà Rugate 2009 - Dal Cero


è questo che roba è ? :lol:


E' un vino che fanno tra A' Grate e Cò L'Ogno :lol: :lol:
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8120
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda andrea » 08 ago 2011 14:10

Bevutina in gruppetto, non credo di ricordarmi tutto, e poi me ne sono andato prima dei rossi... :roll:

Lessini Durello 2003 Marcato - insomma, non male, meglio del 99,999% dei Franciacorta, buona mineralità "verde" con note floreali e di sambuco, una lieve nota dolce, ma ci sta. Bocca buona, bella bolla e discreta acidità.
Olivier Pére et fils Cuvée Apartè 100% Pinot Noir - minchia che bello sciampo!!! Naso ampio e potente, pasticceria, pietre, fiori. Bocca sontuosa, equilibrata, lunga... per qualcuno fin troppo perfetta. In effetti è un gran vino, senza difetti, che se qualcosa vogliamo trovargli, ha bisogno di un guizzo di personalità per essere davvero grande, e intendo a livello dei grandi veri. Però è un gran bel bere. Attendo che Davide mi faccia assaggiare la cuvée non dosata, ma non mi invita mai.. :(
Erbaluce qualcosa di qualcuno 60 mesi sui lieviti e non dosato (qualcuno che legge integrerà) - naso molto bello, anche se non particolarmente ampio, un po' troppo netto ma molto fine, floreale, dolce. Bocca abbastanza sgraziata, puntuta, cortina... deve crescere, è la prima annata prodotta.
Piper Heidsieck 1964 - beh, si è mantenuto bene, colore ambrato come da manuale, naso di tartufi, sottobosco, carne, ma ancora una spinetta verde/acida.. bocca ancora viva, diciamo un pochino molle ma ce ne fossero, molto corrispondente nella evoluzione pulita. Una bella esperienza.
Pigato 2010 Terre Bianche - buonissimo! Minerale, asciutto, bocca tesa e cremosa insieme. Bravo Filippo!
Qualcosa (???) di Pierpaolo Pecorari 2009 - Mah? Poca personalità
Puligny Montrachet les Enseigneres 2008 Henri Proudhon - vino sfigurato dal legno.
Splendido vinello toscano di cui non ricordo un cazzo se non che costa niente e che spero che nessuno ne scriva finché non me ne sono comperato una cassa......
Soave Calvarino 1992 Pieropan - o della grande capacità di invecchiamento del Soave, in specie di Pieropan... grida soave da tutte le parti, fiori dolci, fondo di mineralità sussurrata, frutta bianca... in bocca è bello pieno, ancora vivace, fresco ed equilibrato.
Chavignol rosè 2008 Cotat - buono come sempre, forse una bottiglia non particolarmente espressiva
Lagrein Kretzer 2006 Mayr-Nusserhof - grande rosato quasi rosso, Heinrich ha fatto il solito capolavoro, naso intenso di fruttini e di sassi di fiume, note di melagrana a di sale marino, in bocca è compatto e appagante, torna una bella sapidità appoggiata sui frutti.
Rosato Biondi-Santi 2009 - una fetenzia!!!
Chianti Calssico Caprandole 2007 - l'unico rosso che ho bevuto prima di scappare, buono, schietto e fresco.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dedalus » 08 ago 2011 14:29

Non si sono bevuti altri vini dopo il Chianti Classico (Val delle Corti, non Caprandole).
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dedalus » 12 ago 2011 13:13

davidef ha scritto:
Dedalus ha scritto:
davidef ha scritto:in quel vino che ho bevuto io la quota lavica non c'entrava e con Soave fatto bene mi sembrava ci fossero perlomeno qualche discordanza e su diversi aspetti anche diciamo sostanziali ...lo sussurro da non esperto intendiamoci, faro' qualche approfondimento...

Certo che per quello che ricordo quel Runcata 2009 non allacciava nemmeno le scarpe al Calvarino 92 dell'altra sera, quello dava la definizione corretta di Soave e di Minerale


La mia impressione, dopo svariati assaggi di questo vino, è che sia contemporaneamente molto buono e piuttosto difforme rispetto alla media dei vini etichettati come Soave. Una media in verità assai difficile da prendere come riferimento o anche solo da fissare in maniera univoca, visto che la presenza non solo dello Chardonnay ma di tutti gli altri vitigni "idonei alla coltivazione", autoctoni ed internazionali, autorizzati oltre alla Garganega ne rende il profilo piuttosto variabile.

In ogni caso la tessitura del vino e la componente fruttata molto austera e rigorosa non mi riportano alla lievità ed alla dolcezza di frutta gialla che trovo spesso sulla maggior parte dei Soave. Quando si hanno vigne molto vecchie succede spesso che il varietale da una parte tenda ad assumere connotazioni particolari dovuti al microclima della vigna, e soprattutto che il materiale possa essere composto da vecchi cloni, di norma assortiti in massale, la cui diffusione nell'ambito dell'areale della denominazione può essere molto ridotto.

La cosa che mi pare emerga nettamente dalla degustazione è l'impronta sapida assai rilevata, che a me sembra parlare piuttosto chiaramente di tre cose: terreno vulcanico, vigna vecchia, mano attenta a non cancellarne il tratto in vinificazione. Mi piacerebbe sapere perché ritieni invece che il terreno non c'entrasse con quel vino che avevi bevuto tu, e quali sono gli altri dubbi di cui parli.

A prescindere dalla questione -pur fondante- della tipicità, mi pare che sia un vino bianco in acciaio molto molto buono, come se ne trovano pochi non solo a Soave, ma anche nelle altre zone d'Italia. Le diverse (tre) cieche totali in cui mi è capitato di assaggiarlo lo hanno finora confermato piuttosto chiaramente.



ora sono di corsa, si chiude tra poco e poi vacanza finalmente...meritato riposo dopo un anno a di poco durissimo :x

sul Runcata non vorrei sembrare un bastian contrario per partito preso o che venissero tirati in ballo i miei (fantomatici) gusti, preferisco riapproffondire dopo le vacanze con calma e relax

mi sono solo basato sull'assaggio di qualche settimana fa dove il vino, oltre che non essere riconoscibile come Soave (una quota ipotetica di Incrocio Manzoni forse che marca in modo eccessivo ? la butto lì ma devo riassaggiare...mi sembrava molto confettino tra le varie cose fuori registro), il vino fa totalmente legno sia in fermentazione che affinamento e non acciaio come hai indicato, fa anche un "appassimento" di un paio di giorni in ambiente controllato, tecnicamente mi sembra abbastanza impostato per ottenere un prodotto voluto come leggo da scheda, fanno anche pressatura sotto azoto e vari altri accorgimenti.

non ho detto che il terreno vulcanico non c'entri in questo vino, ho solo ribadito che molti Soave vengono fatti da terreno vulcanico ma questa non è la ragione perchè poi sviluppino una traccia aromatica così anomala, il tratto sapido/minerale può essere sicuramente una conseguenza anche del terreno di provenienza ma da quà a dire che profilo del vino è dono del territorio e che questa mineralità può risultare pesante (per chi ama altri profili :lol: ) per me ce ne passa

io non ho trovato questo prodotto tutto affilato e sapido, lo ricordo un vino un po' pesante, molto frutto, con una dolcezza un filo marcante da legno....però rimando tutto a dopo le ferie perchè sto andando a braccio e sono cotto.

:D


Questa me l'ero persa.

Come al solito anziché rispondere a quello che dico io, torni ad obiettare verso quello che diceva Pigigres. Il che ovviamente non fa particolarmente piacere.

Che il Runcata sia un vino addolcito dal legno a me risulta solo leggendo la scheda tecnica, perché nel bicchiere il legno devo proprio andarmelo a cercare, altrimenti può anche passare sostanzialmente inosservato, come mi è capitato. Probabilmente perché il vino è straordinariamente sapido. Per la qual cosa non si farà la figura dei draghi, chissenefrega, ma se questo è un vino in cui il legno risulta tema di critica, allora in Borgogna praticamente non si può bere più niente, e il primo che si azzarda a sostenere ancora ipotesi di eventuale potabilità a proposito di certi famosi vini umbri... :lol:

Avendo fatto l'errore di non leggere la scheda tecnica prima di esprimermi, informo chi non lo avesse ancora fatto che si parla di legno grande, da 20 hl.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 22 ott 2011 14:02

Ieri sera dall'Avvocatissimo:

- Spigau Crociata 2004 - Rocche del Gatto :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Sancerre Close La Nèore 2010 - Vatan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Bordeaux Cotes de Bourg 1986 - Chateau Laroche :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Barolo Brunate le Coste 2007 - Rinaldi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Grignolino del Monferrato Casalese 2010 - Oreste Buzio :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Sabbie di Sopra il Bosco 2009 - Nanni Copè :mrgreen: :mrgreen: :D
- Montevetrano 1999 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Barbaresco Ovello 2006 - Cascina Morassino :mrgreen: :mrgreen: :D
- Montevertine 2002 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Chimbanta e Battoro Romangia Rosso 2006 - Dettori :mrgreen:

:D = 1/2

Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono), un bel po' di più dal Brunate le Coste e molto di più da Sabbie di Sopra il Bosco.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
esorciccio79
Messaggi: 6587
Iscritto il: 06 giu 2007 22:11

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda esorciccio79 » 22 ott 2011 14:34

pippuz ha scritto:Ieri sera dall'Avvocatissimo:


- Barolo Brunate le Coste 2007 - Rinaldi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Grignolino del Monferrato Casalese 2010 - Oreste Buzio :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Sabbie di Sopra il Bosco 2009 - Nanni Copè :mrgreen: :mrgreen: :D
- Chimbanta e Battoro Romangia Rosso 2006 - Dettori :mrgreen:

:D = 1/2

Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono), un bel po' di più dal Brunate le Coste e molto di più da Sabbie di Sopra il Bosco.


dimmi di questi por favòr
"Siamo tutti mortali fino al primo bacio e al secondo bicchiere di vino"(E.Galeano)
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 22 ott 2011 15:51

esorciccio79 ha scritto:
pippuz ha scritto:Ieri sera dall'Avvocatissimo:


- Barolo Brunate le Coste 2007 - Rinaldi :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Grignolino del Monferrato Casalese 2010 - Oreste Buzio :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Sabbie di Sopra il Bosco 2009 - Nanni Copè :mrgreen: :mrgreen: :D
- Chimbanta e Battoro Romangia Rosso 2006 - Dettori :mrgreen:

:D = 1/2

Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono), un bel po' di più dal Brunate le Coste e molto di più da Sabbie di Sopra il Bosco.


dimmi di questi por favòr

Rinaldi era una di quelle bottiglie che mi piacciono meno del solito, un po' di volatile e molta ciliegiona.
Buzio ha uno naso simil nord-piemontese (da Vespolina) con un corpo più esile; a qualcuno può risultare troppo anoressico, ma a me è piaciuto.
Il Sabbie di sopra il bosco è semplicemente un vino inutile, è stato premiato da tutti e vorrei pensare ad una bottiglia sfortunata, ma difetti non ne aveva.
Il Chimbanta aveva dei problemi soprattutto al naso (vinavil), quindi non giudicabile.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8120
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda andrea » 22 ott 2011 21:03

pippuz ha scritto:- Sancerre Close La Nèore 2010 - Vatan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono)

:lol: :lol:
ma va' a cagher!! e la scala di quante faccine è fatta?

Comunque siete degli Erode!!!
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
giateno
Messaggi: 628
Iscritto il: 23 ott 2007 13:22

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda giateno » 22 ott 2011 21:25

andrea ha scritto:Olivier Pére et fils Cuvée Apartè 100% Pinot Noir - minchia che bello sciampo!!! Naso ampio e potente, pasticceria, pietre, fiori. Bocca sontuosa, equilibrata, lunga... per qualcuno fin troppo perfetta. In effetti è un gran vino, senza difetti, che se qualcosa vogliamo trovargli, ha bisogno di un guizzo di personalità per essere davvero grande, e intendo a livello dei grandi veri. Però è un gran bel bere. Attendo che Davide mi faccia assaggiare la cuvée non dosata, ma non mi invita mai.. :(


Concordo in pieno, ne ho bevuta qualche bottiglia nell'ultimo periodo ed è veramente notevole, una bellissima bottiglia, grande vino e grande champagne.
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 22 ott 2011 22:57

andrea ha scritto:
pippuz ha scritto:- Sancerre Close La Nèore 2010 - Vatan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono)

:lol: :lol:
ma va' a cagher!! e la scala di quante faccine è fatta?

Comunque siete degli Erode!!!

E' la solita scala relativa, cinque faccine al vino più buono della serata (anche se il Montevetrano ...) :roll:

No, davvero mi aspettavo di più dopo aver letto qua e la; c'è da dire che così giovane Vatan non lo avevo mai bevuto, tra l'altro non lo ha riconosciuto quasi nessuno.
Adesso preferisco il 2008.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda vittoxx » 23 ott 2011 01:07

pippuz ha scritto:
andrea ha scritto:
pippuz ha scritto:- Sancerre Close La Nèore 2010 - Vatan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono)

:lol: :lol:
ma va' a cagher!! e la scala di quante faccine è fatta?

Comunque siete degli Erode!!!

E' la solita scala relativa, cinque faccine al vino più buono della serata (anche se il Montevetrano ...) :roll:

No, davvero mi aspettavo di più dopo aver letto qua e la; c'è da dire che così giovane Vatan non lo avevo mai bevuto, tra l'altro non lo ha riconosciuto quasi nessuno.
Adesso preferisco il 2008.

Ma come? Niente kandinskji e lacrima sul viso? :mrgreen:
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12394
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Alberto » 23 ott 2011 09:57

pippuz ha scritto:- Barbaresco Ovello 2006 - Cascina Morassino :mrgreen: :mrgreen: :D
...
Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono), un bel po' di più dal Brunate le Coste e molto di più da Sabbie di Sopra il Bosco.

And this one? Legnosetto?
Comunque a Pape Vatan hai dato 5 faccine verdi, quindi il massimo, no?
Sabbie di Sopra il Bosco 2009 anche a me non ha fatto vedere le stelle, recentemente ho bevuto un paio di Lacryma Christi (OK, altre uve ed altra zona, lo so... :roll: ) "da corsa" che mi hanno dato pari soddisfazione, credo a un terzo del prezzo...
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 23 ott 2011 11:13

Alberto ha scritto:
pippuz ha scritto:- Barbaresco Ovello 2006 - Cascina Morassino :mrgreen: :mrgreen: :D
...
Mi aspettavo un po' di più da Vatan (comunque molto buono), un bel po' di più dal Brunate le Coste e molto di più da Sabbie di Sopra il Bosco.

And this one? Legnosetto?
Comunque a Pape Vatan hai dato 5 faccine verdi, quindi il massimo, no?
Sabbie di Sopra il Bosco 2009 anche a me non ha fatto vedere le stelle, recentemente ho bevuto un paio di Lacryma Christi (OK, altre uve ed altra zona, lo so... :roll: ) "da corsa" che mi hanno dato pari soddisfazione, credo a un terzo del prezzo...

Ovello scuro e ruvido. Vatan 91++ e forse non mi sono spiegato: io mi aspettavo una cosa un filo diversa, ma è veramente molto buono e rimanderei il riassaggio tra 5-10 o anche 20 anni.
Sabbie non è cattivo, è che ha poco da dire e sinceramente non lo ricomprerei, a differenza del Grignolino che qualcosa da dire ce l'ha e costa una cifra ridicola.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
tunde
Messaggi: 1107
Iscritto il: 09 nov 2009 02:44
Località: Milano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda tunde » 16 nov 2011 17:24

Ieri sera assemblea generale all'Osteria Brunello.
Abbiamo stappato:

- Vermentino di Gallura 2010 di Pastrucciali: era un fuori programma. Mi è parso decente.
- Champagne Blanc de Blancs 1998 di Pascal Doquet: bono
- Esprit de Beaucastel Blanc 2007 di Tablas Creek Vineyard: discreto
- Pinot Nero 2006 di Bressan: io l'ho trovato molto interessante e pinot nero alla prima snasata. Certo più che esile e elegante sembrava succoso, speziato e meno raffinato, ma trovo che sia comunque un bel espressione "alternativo" di questo vitigno.
- Chambolle-Musigny 2009 di Amiotte-Servelle: ecco questo è un pinot nero classico che credo sia piaciuto a tutti, sebbene ovviamente ancora acerbo
- Rioja 1998 di Lopez de Heredia: bono
- Radici Taurasi 2006 di Mastroberardino: bono, ma nessuno ha avuto la più pallida idea di cosa sia, e ho avvertito un filino di legno ancora da smaltire
- Barbaresco Riserva Santo Stefano 2004 di Castello di Neive: bono
- Brunello di Montalcino 1999 di Le Macioche: stanco, sottotono, ma non mi è parso difettoso (a qualcuno si)
- Margaux 1986 di Chateau Rauzan-Gassies: pare non sia stata una bottiglia a posto
- Brunello di Montalcino Schiena d'Asino 2001 - Mastrojanni: bono ma molto chiuso
- Vendemmia tardiva Frimaio di Rizzi: bono ma ho rilevato un filo di alcol in eccesso
- Franciacorta Extra Dry di Barone Pizzini: fuori programma non previsto, aperto per festeggiare una bella notizia recente. Non male secondo me. Sboccatura inizio 2009

... aspetto le note molto più dettagliate degli altri partecipanti ;-)
Great Minds Drink Alike
...un bicchiere di Barolo al giorno toglie il medico di torno...

Tiziana Tunde Pecsvari
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 16 nov 2011 17:41

- Vermentino di Gallura 2010 di Pastrucciali :mrgreen: :mrgreen:
- Champagne Blanc de Blancs 1998 di Pascal Doquet :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Esprit de Beaucastel Blanc 2007 di Tablas Creek Vineyard :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Pinot Nero 2006 di Bressan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Chambolle-Musigny 2009 di Amiotte-Servelle :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Rioja 1998 di Lopez de Heredia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Radici Taurasi 2006 di Mastroberardino :mrgreen: :mrgreen: :D
- Barbaresco Riserva Santo Stefano 2004 di Castello di Neive :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Brunello di Montalcino 1999 di Le Macioche :evil: Difettato (per me C12H22O detta anche geosmina)
- Margaux 1986 di Chateau Rauzan-Gassies :evil: Difettato (per me TCA e altro)
- Brunello di Montalcino Schiena d'Asino 2001 - Mastrojanni :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Vendemmia tardiva Frimaio di Rizzi :mrgreen: :mrgreen: :D
- Franciacorta Extra Dry di Barone Pizzini :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

:D = 1/2
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda marwine » 16 nov 2011 17:48

pippuz ha scritto:- Vermentino di Gallura 2010 di Pastrucciali :mrgreen: :mrgreen:
- Champagne Blanc de Blancs 1998 di Pascal Doquet :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Esprit de Beaucastel Blanc 2007 di Tablas Creek Vineyard :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Pinot Nero 2006 di Bressan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Chambolle-Musigny 2009 di Amiotte-Servelle :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Rioja 1998 di Lopez de Heredia :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :D
- Radici Taurasi 2006 di Mastroberardino :mrgreen: :mrgreen: :D
- Barbaresco Riserva Santo Stefano 2004 di Castello di Neive :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Brunello di Montalcino 1999 di Le Macioche :evil: Difettato (per me C12H22O detta anche geosmina)
- Margaux 1986 di Chateau Rauzan-Gassies :evil: Difettato (per me TCA e altro)
- Brunello di Montalcino Schiena d'Asino 2001 - Mastrojanni :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
- Vendemmia tardiva Frimaio di Rizzi :mrgreen: :mrgreen: :D
- Franciacorta Extra Dry di Barone Pizzini :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

:D = 1/2



Aspettiamo qualcun'altro,Tunde :wink: :D
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda vittoxx » 16 nov 2011 17:50

tunde ha scritto:- Brunello di Montalcino 1999 di Le Macioche: stanco, sottotono, ma non mi è parso difettoso (a qualcuno si)
)

Concordo con pippuz: quella di coss da lui portata e presso di lui bevuta al granditalia era notevolmente bona
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 16 nov 2011 18:50

vittoxx ha scritto:
tunde ha scritto:- Brunello di Montalcino 1999 di Le Macioche: stanco, sottotono, ma non mi è parso difettoso (a qualcuno si)
)

Concordo con pippuz: quella di coss da lui portata e presso di lui bevuta al granditalia era notevolmente bona

Alla Brunellata (sempre al Brunello) la avevo portata anche io l'anno scorso.
Vino molto buono, quello di ieri non era a posto (puzzava pure di barbabietola).
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda davidef » 17 nov 2011 09:23

pippuz ha scritto:- Pinot Nero 2006 di Bressan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


egregio mi dica qualcosa di più su codesto vino, per favore...non lo conosco proprio

grazie :D
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda marcolandia » 17 nov 2011 11:18

davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:- Pinot Nero 2006 di Bressan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


egregio mi dica qualcosa di più su codesto vino, per favore...non lo conosco proprio

grazie :D


Un buon vino, molto particolare, quasi speziato, peposo e balsamico, ma non chiamatelo pinot nero please. Tutti quei tannini, vinifica con i tronchi della vite?
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda davidef » 17 nov 2011 11:21

marcolandia ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:- Pinot Nero 2006 di Bressan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


egregio mi dica qualcosa di più su codesto vino, per favore...non lo conosco proprio

grazie :D


Un buon vino, molto particolare, quasi speziato, peposo e balsamico, ma non chiamatelo pinot nero please. Tutti quei tannini, vinifica con i tronchi della vite?



dove viene fatto ? produttore ? metodologia ? dai che son curioso...non fate che debba tirarvi fuori le informazioni con le tenaglie :lol:
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20284
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 17 nov 2011 11:57

davidef ha scritto:
marcolandia ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:- Pinot Nero 2006 di Bressan :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


egregio mi dica qualcosa di più su codesto vino, per favore...non lo conosco proprio

grazie :D


Un buon vino, molto particolare, quasi speziato, peposo e balsamico, ma non chiamatelo pinot nero please. Tutti quei tannini, vinifica con i tronchi della vite?



dove viene fatto ? produttore ? metodologia ? dai che son curioso...non fate che debba tirarvi fuori le informazioni con le tenaglie :lol:

Per le info tecniche faccio prima a metterti il link alla scheda.
http://www.bressanwines.com/italiano/vi ... t_nero.pdf

Per quanto riguarda le impressioni, per me è un gran bel vino, molto serio.
Non sono così d'accordo con Greg perchè è vero che non c'entra niente con il Pinot noir di Borgogna, però - secondo me - bisogna togliersi dalla testa quel modello, anche se rimane il rifermento, perchè qui siamo in Friuli e il vino NON vuole essere un Borgogna nè una caricatura nella ricerca del modello borgognone (come troppi pinot neri fatti in giro per il mondo). Questo è semplicemente il Pinot nero di Bressan, infatti non è nemmeno affinato in barrique ma in botte grande da 20 hl.

Per la cronaca l'ho preferito all'assolutamente borgognone Chambolle-Musigny. Per caso erano finiti nella stessa batteria.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda marcolandia » 17 nov 2011 12:03

pippuz ha scritto:Non sono così d'accordo con Greg


Se mi hai confuso con Greg ti rigo la macchina :mrgreen:
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda davidef » 17 nov 2011 12:07

pippuz ha scritto:
davidef ha scritto: dove viene fatto ? produttore ? metodologia ? dai che son curioso...non fate che debba tirarvi fuori le informazioni con le tenaglie :lol:

Per le info tecniche faccio prima a metterti il link alla scheda.
http://www.bressanwines.com/italiano/vi ... t_nero.pdf

Per quanto riguarda le impressioni, per me è un gran bel vino, molto serio.
Non sono così d'accordo con Greg perchè è vero che non c'entra niente con il Pinot noir di Borgogna, però - secondo me - bisogna togliersi dalla testa quel modello, anche se rimane il rifermento, perchè qui siamo in Friuli e il vino NON vuole essere un Borgogna nè una caricatura nella ricerca del modello borgognone (come troppi pinot neri fatti in giro per il mondo). Questo è semplicemente il Pinot nero di Bressan, infatti non è nemmeno affinato in barrique ma in botte grande da 20 hl.

Per la cronaca l'ho preferito all'assolutamente borgognone Chambolle-Musigny. Per caso erano finiti nella stessa batteria.


grazie, concordo sul fatto che sia corretto togliersi i riferimenti della Borgogna ogni qualvolta si beva un pinot nero, anche da parte del produttore intendiamoci altrimenti non se ne esce più...ad esempio io amo il pinot nero di Kistler ma la chiave interpretativa non è certo la borgogna

e poi diciamocela tutta, questa borgogna rossa nei vari Village e nei vini di ingresso quasi sempre uguale, sempre prevedibile, sempre con lo stesso modello sarà anche buona ma a me annoia e mi piace bere anche delle variazioni sul tema, ben venga ogni tanto ad esempio qualche bottiglia di Hofstatter St. Urbano vecchietta (bere oggi il 1995 please) :D

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: declar, littlewood, ronar09@gmail.com e 10 ospiti