Le Colonne Milanesi

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Pigigres
Messaggi: 3757
Iscritto il: 10 feb 2010 20:17
Località: Mediolanum

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Pigigres » 31 mar 2011 15:00

l'oste ha scritto:
diego ha scritto:Bella serata!
Osso San Grato su livelli altissimi...tra l'altro una versione molto scintillante, con un frutto molto vivo. Avevo bevuto altre volte questa annata e me la ricordavo un po' più "ombrosa", con note di erbe aromatiche, ferro e sangue che nella bottiglia di ieri c'erano ma erano presenti solo sotto un frutto rosso freschissimo.
Grande vino.

Ormai l'Osso è una certezza, va dato merito al suo mentore che rischia di diventare il quarto nome "di Langa".
Sorriso.
Sulle differenze con le tue precedenti bevute dell'Osso, dopo le lodi e per sfruculiare bonariamente il suo mentore, una domanda: si può dire che anche i vini assoluti ogni tanto relativizzano?
Scherzo eh, non vorrei arrivasse ora un post chilometrico vecchio stampo di risposta.
Occhiolino.


L'Osso di ieri sera è stata proprio una bella conferma ma anche una piacevole sorpresa; nel senso che il vino mi sembra stia virando su toni luminosi e scintillanti, che non mi ricordavo così netti in quest'annata. Bellissima la reazione di Diego (alla cieca) che dice: "frutto chiaro, arancia, melograno" a testimonianza di come questo Gattinara (e solo questo), nelle sue migliori versioni, è capace di sintetizzare e racchiudere insieme alla perfezione le caratteristiche nordiche del territorio (erbe e radici) con l'espressione nitida del frutto vivo; non conosco alcun altro Gattinara così completo, di ampio respiro, succoso e appagante. Ed è per questo motivo che è così unico. Bottiglia finita alla velocità della luce.
In this land
There shall be one cigarette to two men,
To two women one half pint of bitter
Ale. In this land
No man has hired us.
Our life is unwelcome, our death
Unmentioned in "The Times."
Avatar utente
Pigigres
Messaggi: 3757
Iscritto il: 10 feb 2010 20:17
Località: Mediolanum

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Pigigres » 31 mar 2011 15:02

vigna99 ha scritto:Scusate una domanda qual'è la migliore annata di Osso S.Grato in assoluto e quale la migliore da bere adesso?

In ordine:
'99, '04, '01, '05.

Non ho ancora assaggiato la '06 ma si dicono grandi cose.
In this land
There shall be one cigarette to two men,
To two women one half pint of bitter
Ale. In this land
No man has hired us.
Our life is unwelcome, our death
Unmentioned in "The Times."
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda de magistris » 31 mar 2011 15:11

vigna99 ha scritto:Scusate una domanda qual'è la migliore annata di Osso S.Grato in assoluto e quale la migliore da bere adesso?


Da bere adesso '67, '71, '74 e '78 (anche se... :D )
Ancora inaffrontabili '89 e '96 (comunque non all'altezza degli omologhi di Langa, ovviamente per me).
Tra i "recenti" le bottiglie buone di '99 sono davvero assolute, poi trovo quasi sullo stesso piano il trittico '04-'05-'06 (differenti per sfumature e dettagli espressivi ma secondo me molto vicini nella riuscita e nel potenziale evolutivo).
Il 2001, bevuto più volte, mi sembra un gradino sotto e uno dei pochi millesimi dove non ci sono i soliti 3-4 punti in più rispetto al San Francesco.
ciao :D
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda marwine » 31 mar 2011 15:13

diego ha scritto:
flic floc filippo?


Sporcaccioni 8)
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dedalus » 31 mar 2011 15:14

Alberto ha scritto:
Pigigres ha scritto:No. Ti spiego perché non me la sento di valutarlo. All'inizio presentava un naso sporco, muffa, polvere. Al sorso invece lasciava intuire molto di più, bella acidità, corpo, materia, allungo finale, sapidità. Visto che, come ho detto anche ieri sera, la bocca non tradisce mai, e visto anche che Rossano alla fine lo ha riassaggiato (io dopo il whisky non ero più in grado :D ) e ne era molto contento, preferisco non giudicarlo, ecco.

Grazie. :)

Scommetto che Rossano avrà evidenziato interessanti note fumé e salmastre su quella malvasia... :wink: :D


...nonché frutto giallo quasi scuro ma molto preciso, addirittura "stretto" se si può dire, e una bella girandolina di spezie secche e dolci a fare da cornice.

Vino della madonna.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda diego » 31 mar 2011 16:41

de magistris ha scritto:
vigna99 ha scritto:Scusate una domanda qual'è la migliore annata di Osso S.Grato in assoluto e quale la migliore da bere adesso?


Da bere adesso '67, '71, '74 e '78 (anche se... :D )
Ancora inaffrontabili '89 e '96 (comunque non all'altezza degli omologhi di Langa, ovviamente per me).
Tra i "recenti" le bottiglie buone di '99 sono davvero assolute, poi trovo quasi sullo stesso piano il trittico '04-'05-'06 (differenti per sfumature e dettagli espressivi ma secondo me molto vicini nella riuscita e nel potenziale evolutivo).
Il 2001, bevuto più volte, mi sembra un gradino sotto e uno dei pochi millesimi dove non ci sono i soliti 3-4 punti in più rispetto al San Francesco.
ciao :D


Ciao Paolo,
ne parlavamo ieri, non so se concordi. Mi sembra che l'Osso San Grato, nelle sue migliori edizioni (almeno quelle recenti, non so se valga anche per il passato), pur essendo un vino molto longevo non ha bisogno di molta bottiglia per essere apprezzato. Certamente il vino evolve, si affina, etc, ma non c'è bisogno che il tempo smussi chissà quali asperità. Che ne pensi?
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda de magistris » 31 mar 2011 16:55

diego ha scritto:
de magistris ha scritto:
vigna99 ha scritto:Scusate una domanda qual'è la migliore annata di Osso S.Grato in assoluto e quale la migliore da bere adesso?


Da bere adesso '67, '71, '74 e '78 (anche se... :D )
Ancora inaffrontabili '89 e '96 (comunque non all'altezza degli omologhi di Langa, ovviamente per me).
Tra i "recenti" le bottiglie buone di '99 sono davvero assolute, poi trovo quasi sullo stesso piano il trittico '04-'05-'06 (differenti per sfumature e dettagli espressivi ma secondo me molto vicini nella riuscita e nel potenziale evolutivo).
Il 2001, bevuto più volte, mi sembra un gradino sotto e uno dei pochi millesimi dove non ci sono i soliti 3-4 punti in più rispetto al San Francesco.
ciao :D


Ciao Paolo,
ne parlavamo ieri, non so se concordi. Mi sembra che l'Osso San Grato, nelle sue migliori edizioni (almeno quelle recenti, non so se valga anche per il passato), pur essendo un vino molto longevo non ha bisogno di molta bottiglia per essere apprezzato. Certamente il vino evolve, si affina, etc, ma non c'è bisogno che il tempo smussi chissà quali asperità. Che ne pensi?


Penso che hai ragione: a differenza di altri grandi vini da invecchiamento, di quelli che sai con certezza che dopo tot anni sono solo meglio, ho spesso aperto senza tanti pensieri e con grande soddisfazione bottiglie molto giovani di Osso San Grato.
L'impressione, ma ovviamente non ho lo storico per poterlo dire con argomentazioni sensate, è che questo valga soprattutto per gli Osso post '99. Quelli precedenti, invece, mi hanno spesso dato l'impressione a tutt'oggi di vini partiti assai più crudi e "ossuti" (guarda un po'.. :D ), di quelli che a distanza di decenni ancora ti incalzano con saio e cilicio..
In particolare, non oso immaginare cosa potessero essere all'uscita vini come il '96, l'89, lo stesso highlander '67..
Ciao :D
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12434
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda l'oste » 31 mar 2011 17:08

de magistris ha scritto:
diego ha scritto:
de magistris ha scritto:
vigna99 ha scritto:Scusate una domanda qual'è la migliore annata di Osso S.Grato in assoluto e quale la migliore da bere adesso?


Da bere adesso '67, '71, '74 e '78 (anche se... :D )
Ancora inaffrontabili '89 e '96 (comunque non all'altezza degli omologhi di Langa, ovviamente per me).
Tra i "recenti" le bottiglie buone di '99 sono davvero assolute, poi trovo quasi sullo stesso piano il trittico '04-'05-'06 (differenti per sfumature e dettagli espressivi ma secondo me molto vicini nella riuscita e nel potenziale evolutivo).
Il 2001, bevuto più volte, mi sembra un gradino sotto e uno dei pochi millesimi dove non ci sono i soliti 3-4 punti in più rispetto al San Francesco.
ciao :D


Ciao Paolo,
ne parlavamo ieri, non so se concordi. Mi sembra che l'Osso San Grato, nelle sue migliori edizioni (almeno quelle recenti, non so se valga anche per il passato), pur essendo un vino molto longevo non ha bisogno di molta bottiglia per essere apprezzato. Certamente il vino evolve, si affina, etc, ma non c'è bisogno che il tempo smussi chissà quali asperità. Che ne pensi?


Penso che hai ragione: a differenza di altri grandi vini da invecchiamento, di quelli che sai con certezza che dopo tot anni sono solo meglio, ho spesso aperto senza tanti pensieri e con grande soddisfazione bottiglie molto giovani di Osso San Grato.
L'impressione, ma ovviamente non ho lo storico per poterlo dire con argomentazioni sensate, è che questo valga soprattutto per gli Osso post '99. Quelli precedenti, invece, mi hanno spesso dato l'impressione a tutt'oggi di vini partiti assai più crudi e "ossuti" (guarda un po'.. :D ), di quelli che a distanza di decenni ancora ti incalzano con saio e cilicio..
In particolare, non oso immaginare cosa potessero essere all'uscita vini come il '96, l'89, lo stesso highlander '67..
Ciao :D

A prescindere dall'Osso San Grato che è migliorato in modo sempre costante negli ultimi decenni, fino a diventare un grande anche senza avere l'etichetta rossa (e senza svenarsi come per altri grandi).
Sarò tranchant, per una volta. Per me anche sul nebbiolo il grande vino è grande anche da giovane, lo si deve "percepire" perlomeno.
Quella che "va aspettato" a me puzza (anche per le puzze) un po' di alibi.
Poi è vero che dopo la finestra iniziale c'è una chiusura (come per i grandi sangiovese e altri), ma non può essere eterna, perlomeno io non lo sono e non posso aspettare che un vino lo trovino ottimo i miei nipoti.
Ma se la moda dice tannone e puzzette da assorbire, mi zittisco e bevo altro più nelle mie corde (o meglio nel mio palato).
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20202
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 31 mar 2011 17:32

Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
davidef
Messaggi: 7791
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda davidef » 31 mar 2011 17:48

pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dedalus » 31 mar 2011 17:51

de magistris ha scritto:
diego ha scritto:
de magistris ha scritto:
vigna99 ha scritto:Scusate una domanda qual'è la migliore annata di Osso S.Grato in assoluto e quale la migliore da bere adesso?


Da bere adesso '67, '71, '74 e '78 (anche se... :D )
Ancora inaffrontabili '89 e '96 (comunque non all'altezza degli omologhi di Langa, ovviamente per me).
Tra i "recenti" le bottiglie buone di '99 sono davvero assolute, poi trovo quasi sullo stesso piano il trittico '04-'05-'06 (differenti per sfumature e dettagli espressivi ma secondo me molto vicini nella riuscita e nel potenziale evolutivo).
Il 2001, bevuto più volte, mi sembra un gradino sotto e uno dei pochi millesimi dove non ci sono i soliti 3-4 punti in più rispetto al San Francesco.
ciao :D


Ciao Paolo,
ne parlavamo ieri, non so se concordi. Mi sembra che l'Osso San Grato, nelle sue migliori edizioni (almeno quelle recenti, non so se valga anche per il passato), pur essendo un vino molto longevo non ha bisogno di molta bottiglia per essere apprezzato. Certamente il vino evolve, si affina, etc, ma non c'è bisogno che il tempo smussi chissà quali asperità. Che ne pensi?


Penso che hai ragione: a differenza di altri grandi vini da invecchiamento, di quelli che sai con certezza che dopo tot anni sono solo meglio, ho spesso aperto senza tanti pensieri e con grande soddisfazione bottiglie molto giovani di Osso San Grato.
L'impressione, ma ovviamente non ho lo storico per poterlo dire con argomentazioni sensate, è che questo valga soprattutto per gli Osso post '99. Quelli precedenti, invece, mi hanno spesso dato l'impressione a tutt'oggi di vini partiti assai più crudi e "ossuti" (guarda un po'.. :D ), di quelli che a distanza di decenni ancora ti incalzano con saio e cilicio..
In particolare, non oso immaginare cosa potessero essere all'uscita vini come il '96, l'89, lo stesso highlander '67..
Ciao :D


D'accordo su tutto.

Nel dettaglio, confermo che la 1989 e la 1996 sono edizioni buone di Osso, ma non epocali come ci si potrebbe aspettare considerando il valore delle annate in Langa.

Confermo delle annate recenti, lo dicevamo proprio ieri sera, probabilmente la 2001 un piccolo gradino sotto le meravigliose 1999, 2004 e 2006. La 2001 fu annata piuttosto calda, e si sa che il vigneto più duro di Gattinara, esposto a sud pieno com'è, teme gli eccessi di calore più di altre parcelle che danno vertici assoluti un poco inferiori. La 2005 insolitamente chiaroscurale forse a metà strada, ma più vicina al gruppo '99-'04-'06 che alla '01.

L'Osso San Grato di annata riuscita lo si può bere quando si vuole, è un vino grandissimo sempre. Questa non è per la mia esperienza una sua specificità particolare, ma il tratto comune di tutti i vini del mondo autenticamente grandi. Non voglio dire che sia proprio la caratteristica che ne certifica l'assolutezza, ma ci vado abbastanza vicino. Per me non esistono diversi valori del vino nel tempo. La qualità del vino è sempre la medesima da quando è finito e messo in bottiglia, fino a quando la decadenza senile comincia ad incrinarne la capacità di mantenere il filo logico nel racconto. Quello che cambia nel tempo è la condizione, la forma del vino, ma non il suo valore, la sua qualità, la sua bontà complessiva, che rimane sempre la medesima.

Questo per mia esperienza succede come dici bene con gli Osso San Grato della nuova epoca, quella di Alberto Antoniolo. Pur se la prima sua annata al timone in cantina fu la 1997, degustativamente l'impatto si rileva nettamente con l'annata 1998. La 1999 fa un balzo in avanti clamoroso in termini di qualità, ma quello che cambia è il valore dell'annata e non l'impronta stilistica.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20202
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 31 mar 2011 17:57

davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Forse era meglio dargli un N.G. piuttosto che un 80 ... ma ho fatto novangsci di boca e settangsci l'ammmore che fa ottangsci di media. :lol:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
Pigigres
Messaggi: 3757
Iscritto il: 10 feb 2010 20:17
Località: Mediolanum

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Pigigres » 31 mar 2011 18:03

pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Forse era meglio dargli un N.G. piuttosto che un 80 ... ma ho fatto novangsci di boca e settangsci l'ammmore che fa ottangsci di media. :lol:


Filippo, c'ho il bicchiere di Bricco Boschis '01 in mano adesso, preso da quel poco che è avanzato ieri sera. Come supponevo, si trattava di una semplice riduzione momentanea, e non di evoluzione. Il vino che ho in mano adesso NON può essere un vino evoluto.
In this land
There shall be one cigarette to two men,
To two women one half pint of bitter
Ale. In this land
No man has hired us.
Our life is unwelcome, our death
Unmentioned in "The Times."
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12434
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda l'oste » 31 mar 2011 18:06

pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Sarà un problema di....lotto?
Prova Burlotto.

Sorriso e occhiolino.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20202
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pippuz » 31 mar 2011 18:14

Pigigres ha scritto:
pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Forse era meglio dargli un N.G. piuttosto che un 80 ... ma ho fatto novangsci di boca e settangsci l'ammmore che fa ottangsci di media. :lol:


Filippo, c'ho il bicchiere di Bricco Boschis '01 in mano adesso, preso da quel poco che è avanzato ieri sera. Come supponevo, si trattava di una semplice riduzione momentanea, e non di evoluzione. Il vino che ho in mano adesso NON può essere un vino evoluto.

Meglio non dire chi l'ha portato ... però il deserto gli ha giovato, adesso difetta i vini solo momentaneamente e solo i suoi. :lol:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Dedalus » 31 mar 2011 18:14

Pigigres ha scritto:
pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Forse era meglio dargli un N.G. piuttosto che un 80 ... ma ho fatto novangsci di boca e settangsci l'ammmore che fa ottangsci di media. :lol:


Filippo, c'ho il bicchiere di Bricco Boschis '01 in mano adesso, preso da quel poco che è avanzato ieri sera. Come supponevo, si trattava di una semplice riduzione momentanea, e non di evoluzione. Il vino che ho in mano adesso NON può essere un vino evoluto.


Si stava riordinando già a casa dell'avvocato ieri sera. A me sin dal principio è parsa una bella boccia, con dei problemi olfattivi non piccoli ma in fase di risoluzione. La bocca infatti era compatta e coerente come ce la si poteva aspettare, e il retronaso non andava affatto verso il brodoso, il che mi pare che tagli la testa al toro.
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12434
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda l'oste » 31 mar 2011 18:26

Pigigres ha scritto:
pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Forse era meglio dargli un N.G. piuttosto che un 80 ... ma ho fatto novangsci di boca e settangsci l'ammmore che fa ottangsci di media. :lol:


Filippo, c'ho il bicchiere di Bricco Boschis '01 in mano adesso, preso da quel poco che è avanzato ieri sera. Come supponevo, si trattava di una semplice riduzione momentanea, e non di evoluzione. Il vino che ho in mano adesso NON può essere un vino evoluto.

Molta ironia on.
Quante ore dura una riduzione momentanea?
A settembre è il mio compleanno, inizio a stappare adesso?
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
Avatar utente
pier2559
Messaggi: 1033
Iscritto il: 19 feb 2009 20:24
Località: Romagna

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda pier2559 » 31 mar 2011 21:01

l'oste ha scritto:
Pigigres ha scritto:
pippuz ha scritto:
davidef ha scritto:
pippuz ha scritto:Ecco a d esempio Cavallotto ieri sera a me proprio non è piaciuto.
So che gli altri la pensano diversamente, ma un Barolo riserva 2001 che puzza di brodo per me non se può sentire.



se puzza di brodo i problemi sono altri direi...mica è normale come evoluzione

bevuto al ristorante un annetto fa era indietro da paura ma pulitissimo

Appunto, non è mica la prima volta che lo bevo e di solito mi piace parecchio.

Forse era meglio dargli un N.G. piuttosto che un 80 ... ma ho fatto novangsci di boca e settangsci l'ammmore che fa ottangsci di media. :lol:


Filippo, c'ho il bicchiere di Bricco Boschis '01 in mano adesso, preso da quel poco che è avanzato ieri sera. Come supponevo, si trattava di una semplice riduzione momentanea, e non di evoluzione. Il vino che ho in mano adesso NON può essere un vino evoluto.

Molta ironia on.
Quante ore dura una riduzione momentanea?
A settembre è il mio compleanno, inizio a stappare adesso?

Se puzzava come il Bricco Boschis '05 che ho assaggiato qualche mese fa puoi stappare ora!
Riempi il tuo cranio di vino, prima che si riempia di terra. (Nazim Hikmet)
Avatar utente
tunde
Messaggi: 1107
Iscritto il: 09 nov 2009 02:44
Località: Milano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda tunde » 23 apr 2011 02:14

Riuniti da Diego, una sola cosa mi sento di dire: il Notarpanaro '97, oltre ad essere una bottiglia assoluta, è un cazzo Di vino della Madonna. Amen.
Great Minds Drink Alike
...un bicchiere di Barolo al giorno toglie il medico di torno...

Tiziana Tunde Pecsvari
Avatar utente
tunde
Messaggi: 1107
Iscritto il: 09 nov 2009 02:44
Località: Milano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda tunde » 23 apr 2011 02:37

Inoltre, finissimo Rocche e Pira 2003 prima di capirci qualcosa, è un problema? Faccio amenda per averlo massacrasti in precedente occasione.
Great Minds Drink Alike
...un bicchiere di Barolo al giorno toglie il medico di torno...

Tiziana Tunde Pecsvari
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda marcolandia » 23 apr 2011 02:40

Insomma, io speriamo che me la cavo :-)
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
Avatar utente
tunde
Messaggi: 1107
Iscritto il: 09 nov 2009 02:44
Località: Milano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda tunde » 23 apr 2011 03:22

La situazione è degenerata.
Great Minds Drink Alike
...un bicchiere di Barolo al giorno toglie il medico di torno...

Tiziana Tunde Pecsvari
Avatar utente
tunde
Messaggi: 1107
Iscritto il: 09 nov 2009 02:44
Località: Milano

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda tunde » 23 apr 2011 03:31

Paura e panico. E anche molto tecnicismo.
Great Minds Drink Alike
...un bicchiere di Barolo al giorno toglie il medico di torno...

Tiziana Tunde Pecsvari
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda diego » 23 apr 2011 05:03

Come si nota dai messaggi precedenti oggi abbiamo degenerato...riuniti senza molto premeditazione e preparazione ne è venuta fuori una serata memorabile in cui si è bevuto troppo...bene!

Colli di Luni Sarticola 2007 - Ottavio Lambruschi così e così un po' evoluto e amarognolo, beccato alla cieca da Rossano :D :D
Chablis 1ER MONTMAINS 2007 - Temblay - Marchive :D :D :D :D beccato alla cieca ca Rossano in gran forma
Somloi Ilona Dulo Olaszriszling 2008 - Spiegelberg :D :D :D

Chianti Classico Riserva La Camporena 2007 tappo :twisted:
Faro 2007 - Bonavita :D :D :D :D
Carema ris. 2001 Cantina Produttori di Carema :D :D :D :D :D :shock:
Valtellina sup. ris. Rocce Rosse 1996 - Ar.Pe.Pe :D :D :D :D :D :shock:
Salento Rosso IGT Notarpanaro 1997 - taurino :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock: (colonia pugliese!!! se ci siete battete un colpo, come mai non calcolate taurino?????)

Colli di Salerno IGT 2004 - Montevetrano :D :D :D +
Barbaresco Santo Stefano 2007 - castello di neive :D :D
Taurasi radici riserva 1997 - Mastroberardino :D :D :D :D
Barolo la Rocca e la Pira 2003 - Roagna :D :D :D :D :shock:

Tokaji Aszueszencia 2000 - Vivamus :D :D :D :D :D
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
Pigigres
Messaggi: 3757
Iscritto il: 10 feb 2010 20:17
Località: Mediolanum

Re: Le Colonne Milanesi

Messaggioda Pigigres » 23 apr 2011 12:44

Grazie ragazzi di ieri sera, ho decisamente bevuto troppo ma ne è valsa la pena :D

Per me:

Rocce Rosse 1996 Arpepe: 94/100
Notarpanaro 1997 Cosimo Taurino: 94/100
Carema Riserva 2001 Cantina Produttori Carema: 93/100
Barolo la Rocca e la Pira 2003 Roagna 91/100
In this land
There shall be one cigarette to two men,
To two women one half pint of bitter
Ale. In this land
No man has hired us.
Our life is unwelcome, our death
Unmentioned in "The Times."

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: emigrato, samuele77, shingo tamai, supersonic76, teo777full e 10 ospiti