Nebbiolata 1971

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 28 mag 2012 13:55

yuzu ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Piu' o meno ho assaggiato tutte le annate di Morissio, la differenza con il Monprivato "base" non è mai cosi' accentuata a livello qualitativo come dovrebbe essere data la differenza di prezzo, in linea di massima comunque ho trovato il MOnprivato superiore nel 93 e nel 96, mentre per le altre annate il Morissio gli dava un paio di punticini.

hai già assaggiato il morissio 2004??
io trovo il monprivato 2004 strepitoso, il miglior barolo dell'annata. morissio mi sembra ancora troppo giovane, ho 1 solo assaggio.. è di un'eleganza incredibile. credo che oggi come oggi Mauro sia davvero il numero uno.

p.s. per una nostra eventuale bevuta sappi che ho monprivato 82, anche se poi tocca chiamare il conte. sarebbe l'occasione giusta per fare la mega-barolata definitiva 82.. collina, granbussia, monprivato. (magari ci mettiamo pure il vostro tanto amato monfortino e vediamo come se la cava :D


Morissio 2004 assaggiato in piedi ad una fiera, ne ho prese tre, ma l'assaggio non fa testo, il Monprivato 2004 è spaziale se in giornata.
Quanto al 1970 c'era Mauro che spiegava che è stato il primo anno che si è imposto a suo padre per fare il mono - cru, creando anche un po' di diatriba familiare, visto che il padre era piu' legato alla tradizione dell'assemblaggio.
Il colore mi ha stupito, ma in generale ho notato che gli assaggi dei Monprivato vecchi siano sempre piu' colorati (ed estratti) rispetto a quelli delle ultime annate. Il numero delle bottiglie prodotte (3500 circa contro una potenzialità credo all'epoca di circa 10000 bottiglie di Mascarello, prima dell'acquisizione credo nel 1987 della parcella di Violante Sobrero) mi lascia pensare ad una iperselezione (forse dalle vigne piu' vecchie) fatta da un giovane che voleva provare qualcosa di "nuovo".

IL produttori era la riserva "Casotto" che mi hanno detto coincidere ora con il Loreto (di Albino Rocca). Sinceramente era la prima volta che vedevo il nome Casotto come cru di Barbaresco, sebbene ne avessi sentito parlare (senza sapere peraltro dove collocarlo)
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda yuzu » 28 mag 2012 16:14

Baroloonline ha scritto:
yuzu ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Piu' o meno ho assaggiato tutte le annate di Morissio, la differenza con il Monprivato "base" non è mai cosi' accentuata a livello qualitativo come dovrebbe essere data la differenza di prezzo, in linea di massima comunque ho trovato il MOnprivato superiore nel 93 e nel 96, mentre per le altre annate il Morissio gli dava un paio di punticini.

hai già assaggiato il morissio 2004??
io trovo il monprivato 2004 strepitoso, il miglior barolo dell'annata. morissio mi sembra ancora troppo giovane, ho 1 solo assaggio.. è di un'eleganza incredibile. credo che oggi come oggi Mauro sia davvero il numero uno.

p.s. per una nostra eventuale bevuta sappi che ho monprivato 82, anche se poi tocca chiamare il conte. sarebbe l'occasione giusta per fare la mega-barolata definitiva 82.. collina, granbussia, monprivato. (magari ci mettiamo pure il vostro tanto amato monfortino e vediamo come se la cava :D


Morissio 2004 assaggiato in piedi ad una fiera, ne ho prese tre, ma l'assaggio non fa testo, il Monprivato 2004 è spaziale se in giornata.
Quanto al 1970 c'era Mauro che spiegava che è stato il primo anno che si è imposto a suo padre per fare il mono - cru, creando anche un po' di diatriba familiare, visto che il padre era piu' legato alla tradizione dell'assemblaggio.
Il colore mi ha stupito, ma in generale ho notato che gli assaggi dei Monprivato vecchi siano sempre piu' colorati (ed estratti) rispetto a quelli delle ultime annate. Il numero delle bottiglie prodotte (3500 circa contro una potenzialità credo all'epoca di circa 10000 bottiglie di Mascarello, prima dell'acquisizione credo nel 1987 della parcella di Violante Sobrero) mi lascia pensare ad una iperselezione (forse dalle vigne piu' vecchie) fatta da un giovane che voleva provare qualcosa di "nuovo".

IL produttori era la riserva "Casotto" che mi hanno detto coincidere ora con il Loreto (di Albino Rocca). Sinceramente era la prima volta che vedevo il nome Casotto come cru di Barbaresco, sebbene ne avessi sentito parlare (senza sapere peraltro dove collocarlo)

interessante il discorso del colore.. che fa pensare a macerazioni di diversa durata?? non dovrebbe essere un mistero difficile da sciogliere, visto che al di là della durata, Mauro rimane un baluardo del barolo tradizionale.
ti chiedevo del ca di morissio perchè anche io non sono riuscito a farmene un'idea (anche se trattavasi di bevuta, seduti e rilassati, non di assaggio in fiera). forse è ancora troppo presto, mi ha stupito l'eleganza, la finezza, la persistenza. non posso dire lo stesso per la complessità.. però di nuovo.. magari non è in bottiglia da tanto, e fra un annetto o due sarà molto meglio??
p.s. ma a quanto siamo arrivati col prezzo di questo vino? (che peccato sia il vino italiano che è più aumentato negli ultimi anni)
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 28 mag 2012 16:53

yuzu ha scritto:
Baroloonline ha scritto:
yuzu ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Piu' o meno ho assaggiato tutte le annate di Morissio, la differenza con il Monprivato "base" non è mai cosi' accentuata a livello qualitativo come dovrebbe essere data la differenza di prezzo, in linea di massima comunque ho trovato il MOnprivato superiore nel 93 e nel 96, mentre per le altre annate il Morissio gli dava un paio di punticini.

hai già assaggiato il morissio 2004??
io trovo il monprivato 2004 strepitoso, il miglior barolo dell'annata. morissio mi sembra ancora troppo giovane, ho 1 solo assaggio.. è di un'eleganza incredibile. credo che oggi come oggi Mauro sia davvero il numero uno.

p.s. per una nostra eventuale bevuta sappi che ho monprivato 82, anche se poi tocca chiamare il conte. sarebbe l'occasione giusta per fare la mega-barolata definitiva 82.. collina, granbussia, monprivato. (magari ci mettiamo pure il vostro tanto amato monfortino e vediamo come se la cava :D


Morissio 2004 assaggiato in piedi ad una fiera, ne ho prese tre, ma l'assaggio non fa testo, il Monprivato 2004 è spaziale se in giornata.
Quanto al 1970 c'era Mauro che spiegava che è stato il primo anno che si è imposto a suo padre per fare il mono - cru, creando anche un po' di diatriba familiare, visto che il padre era piu' legato alla tradizione dell'assemblaggio.
Il colore mi ha stupito, ma in generale ho notato che gli assaggi dei Monprivato vecchi siano sempre piu' colorati (ed estratti) rispetto a quelli delle ultime annate. Il numero delle bottiglie prodotte (3500 circa contro una potenzialità credo all'epoca di circa 10000 bottiglie di Mascarello, prima dell'acquisizione credo nel 1987 della parcella di Violante Sobrero) mi lascia pensare ad una iperselezione (forse dalle vigne piu' vecchie) fatta da un giovane che voleva provare qualcosa di "nuovo".

IL produttori era la riserva "Casotto" che mi hanno detto coincidere ora con il Loreto (di Albino Rocca). Sinceramente era la prima volta che vedevo il nome Casotto come cru di Barbaresco, sebbene ne avessi sentito parlare (senza sapere peraltro dove collocarlo)

interessante il discorso del colore.. che fa pensare a macerazioni di diversa durata?? non dovrebbe essere un mistero difficile da sciogliere, visto che al di là della durata, Mauro rimane un baluardo del barolo tradizionale.
ti chiedevo del ca di morissio perchè anche io non sono riuscito a farmene un'idea (anche se trattavasi di bevuta, seduti e rilassati, non di assaggio in fiera). forse è ancora troppo presto, mi ha stupito l'eleganza, la finezza, la persistenza. non posso dire lo stesso per la complessità.. però di nuovo.. magari non è in bottiglia da tanto, e fra un annetto o due sarà molto meglio??
p.s. ma a quanto siamo arrivati col prezzo di questo vino? (che peccato sia il vino italiano che è più aumentato negli ultimi anni)


devo ancora ritirarlo, ma oramai veleggia intorno al biglietto giallo a bottiglia.
Se devo dire la verità, se avessi la certezza che questo vino possa diventare come il 70 bevuto, ma anche come l'89 bevuto qualche mese fa, non esiterei a comprarne molte piu' bottiglie. Anche a questo prezzo.
il problema mio è che:
1) credo sia la vigna che da i vini tra i piu' longevi di Langa (pregio, ma anche difetto in quanto lenta a distendersi)
2) bottiglie storte di Monprivato, soprattutto intorno al 200/2001 me ne sono capitate, non tantissime come altri, ma diciamo che non è un produttore che brilla per costanza delle bottiglie, ergo avere dei problemi con un Morissio (sapendo che non le cambia, cosi' mi hanno detto) mi fa girare le pelotas.
3) pur vedendo che è la stessa persona a vinificare (probabilmente quello che ha al momento piu' vendemmie alle spalle tra i produttori qualitativi, considerando che Rinaldi fino al 95 faceva il veterinario), ho l'impressione che qualcosa sia cambiato dai vini degli anni 80 (non in peggio, ma neanche ho la sicurezza che sia cambiato in meglio). i vini di fine anni 80 mi sembravano molto piu' concentrati ed intensi degli attuali...devo approfondire la cosa pero'. Considera che se alla cieca mi avessero messo il Monprivato 70 (o 89) con di fianco un Monprivato 06 (o 07) basandomi solo sul colore del vino li avrei sicuramente datati all'incontrario. Piu' colorati (forse concentrato è un termine non corretto) i vecchi, molto piu' scarichi gli ultimi.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda paperofranco » 28 mag 2012 17:42

A me sembra che il colore del Cà Morissio(mi manca solo il '95 e lo '04 che ancora non sono riuscito a sentire, ma dovrei rimediare entro quest'anno) sia sempre un po' più concentrato del coetaneo Monprivato, ma ci sta che mi sbagli; può darsi che ci sia una vinificazione leggermente diversa oppure può darsi che il nebbiolo della varietà "michet" sia più colorante, a me risulta ad esempio che la varietà da cui si fanno vini più chiari è il "rosé", che penso sia poco usata fra l'altro, forse il Vigna Elena di Elvio Cogno ne è l'unico esempio di utilizzo 100%. In questo caso si potrebbe in parte spiegare il colore del '70, che era tutto "michet", mentre sull'89 io ricordo splendide luminosità e trasparenza da Monprivato classico.

p.s. qualcuno di voi ha mai sentito il '78? Ricordo che Mauro ne parlò a cena con un certo strano sorriso dicendo: "....è ancora un po' nervosetto....".
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda yuzu » 28 mag 2012 21:57

paperofranco ha scritto:A me sembra che il colore del Cà Morissio(mi manca solo il '95 e lo '04 che ancora non sono riuscito a sentire, ma dovrei rimediare entro quest'anno) sia sempre un po' più concentrato del coetaneo Monprivato, ma ci sta che mi sbagli; può darsi che ci sia una vinificazione leggermente diversa oppure può darsi che il nebbiolo della varietà "michet" sia più colorante, a me risulta ad esempio che la varietà da cui si fanno vini più chiari è il "rosé", che penso sia poco usata fra l'altro, forse il Vigna Elena di Elvio Cogno ne è l'unico esempio di utilizzo 100%. In questo caso si potrebbe in parte spiegare il colore del '70, che era tutto "michet", mentre sull'89 io ricordo splendide luminosità e trasparenza da Monprivato classico.

p.s. qualcuno di voi ha mai sentito il '78? Ricordo che Mauro ne parlò a cena con un certo strano sorriso dicendo: "....è ancora un po' nervosetto....".

presente e confermo. giovanissimo
quello che io non sono mai riuscito a trovare è il 74, che mi hanno detto essere altra grande riuscita..
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda vittoxx » 28 mag 2012 23:13

1 74 per 1 82? :mrgreen:
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda yuzu » 28 mag 2012 23:59

vittoxx ha scritto:1 74 per 1 82? :mrgreen:

si potrebbero stappare assieme :)
vittoxx
Messaggi: 3696
Iscritto il: 22 gen 2009 13:04

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda vittoxx » 29 mag 2012 01:09

Un po' più complicato, ma si può fare...
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Palma » 29 mag 2012 09:37

vittoxx ha scritto:Un po' più complicato, ma si può fare...

Ricordate che ormai faccio coppia fissa con Vittox :mrgreen:
ex Victor
Extreme fighet du chateau
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20252
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda pippuz » 29 mag 2012 09:40

Palma ha scritto:
vittoxx ha scritto:Un po' più complicato, ma si può fare...

Ricordate che ormai faccio coppia fissa con Vittox :mrgreen:

Frociacci.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda marwine » 29 mag 2012 13:20

pippuz ha scritto:
Palma ha scritto:
vittoxx ha scritto:Un po' più complicato, ma si può fare...

Ricordate che ormai faccio coppia fissa con Vittox :mrgreen:

Frociacci.

Se indossi la parrucca bionda,ti faccio da cavaliere.
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
lapoelcan
Messaggi: 2141
Iscritto il: 06 giu 2007 13:08

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda lapoelcan » 29 mag 2012 13:40

marwine ha scritto:
pippuz ha scritto:
Palma ha scritto:
vittoxx ha scritto:Un po' più complicato, ma si può fare...

Ricordate che ormai faccio coppia fissa con Vittox :mrgreen:

Frociacci.

Se indossi la parrucca bionda,ti faccio da cavaliere.
Allegati
imagesCAAPVYI8.jpg
.........
imagesCAAPVYI8.jpg (6.7 KiB) Visto 5757 volte
"carne fa carne, pane fa panza e vino fa danza"
"Jean-Paul Sartre ha scritto una frase molto bella che ti dovresti tatuare sul pisello: "Io sono quello che faccio con quello che gli altri hanno fatto di me"
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda yuzu » 30 mag 2012 09:34

lapoelcan ha scritto:
marwine ha scritto:
pippuz ha scritto:
Palma ha scritto:
vittoxx ha scritto:Un po' più complicato, ma si può fare...

Ricordate che ormai faccio coppia fissa con Vittox :mrgreen:

Frociacci.

Se indossi la parrucca bionda,ti faccio da cavaliere.

tappetino cesare ragazzi anche all'epoca?
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 01 giu 2012 21:55

Degorge 2008: gelsomino, lampone e mandarino...
Allegati
550664_407561082622528_1046476206_n.jpg
550664_407561082622528_1046476206_n.jpg (21.1 KiB) Visto 5446 volte
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda paperofranco » 01 giu 2012 21:59

Baroloonline ha scritto:Degorge 2008: gelsomino, lampone e mandarino...


...'azzo dici Francesco.... :mrgreen:
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3973
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda nebbiolone » 01 giu 2012 22:22

Baroloonline ha scritto:Degorge 2008: gelsomino, lampone e mandarino...


e poi bbbono , non bbbono, bohh :?:
Mala tempora currunt

Nunc est bibendum
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 04 giu 2012 17:44

nebbiolone ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Degorge 2008: gelsomino, lampone e mandarino...


e poi bbbono , non bbbono, bohh :?:


molto buono, come al solito.
Cantina di cui ho imparato ad apprezzare i vini a qualche anno dalla sboccatura. Giovani hanno bolle troppo violente e spesso sono scoordinati.con un po' di bottiglia si affinano molto in bocca, pur rimanendo olfattivamente pure e senza tendenze ossidative.
Comunque è uno champagne di potenza, forse con acidità meno marcate rispetto ai soliti tutti limoni, pietre e sale (che dopo un po' annoiano il sottoscritto), pero' molto concentrato in bocca, da abbinare bene con un barbecue di carne di maiale, magari non troppo salsato ma giustamente grasso.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Nebbiolino
Messaggi: 6732
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Nebbiolino » 04 giu 2012 20:44

Baroloonline ha scritto:
... forse con acidità meno marcate rispetto ai soliti tutti limoni, pietre e sale (che dopo un po' annoiano il sottoscritto),...


Minchia! :shock: Se ti sente Gregorio... :P
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda ugc » 05 giu 2012 17:02

Baroloonline ha scritto:
nebbiolone ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Degorge 2008: gelsomino, lampone e mandarino...


e poi bbbono , non bbbono, bohh :?:


molto buono, come al solito.
Cantina di cui ho imparato ad apprezzare i vini a qualche anno dalla sboccatura. Giovani hanno bolle troppo violente e spesso sono scoordinati.con un po' di bottiglia si affinano molto in bocca, pur rimanendo olfattivamente pure e senza tendenze ossidative.
Comunque è uno champagne di potenza, forse con acidità meno marcate rispetto ai soliti tutti limoni, pietre e sale (che dopo un po' annoiano il sottoscritto), pero' molto concentrato in bocca, da abbinare bene con un barbecue di carne di maiale, magari non troppo salsato ma giustamente grasso.

Guarda, non sarebbe servita l'ennesima controprova ma ho bevuto giusto l'altro giorno il blanc d'argile sboccatura 2007 e stavo per scrivere lo stesso. Mi hai risparmiato il lavoro e non posso che quotarti convintamente. :D
Mi ricordo di una sboccatura 2004 o giù di li da capogiro...
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene (chablisssss...)

Messaggioda Baroloonline » 13 giu 2012 22:54

In procinto di sacrificare le bottiglie per la nostra conoscenza.
SAbato a pranzo la cellula piemontese definira' finalmente oggettivamente chi è il migliore tra Raveneau e Dauvissat.
Ancora un poso libero se interessa, info in privato.
Prima batteria:
Allegati
DSC03434.JPG
DSC03434.JPG (143.47 KiB) Visto 4801 volte
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 13 giu 2012 22:57

Seconda batteria
Allegati
DSC03435.JPG
DSC03435.JPG (139.01 KiB) Visto 4791 volte
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 13 giu 2012 22:59

Terza Batteria
Allegati
DSC03436.JPG
DSC03436.JPG (141.69 KiB) Visto 4793 volte
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13147
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene (chablisssss...)

Messaggioda Kalosartipos » 14 giu 2012 05:39

Baroloonline ha scritto:SAbato a pranzo la cellula piemontese definira' finalmente oggettivamente chi è il migliore tra Raveneau e Dauvissat.
Ancora un poso libero se interessa, info in privato.

Sabato a pranzo? :shock: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Nebbiolino
Messaggi: 6732
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: In Piemonte si beve bene (chablisssss...)

Messaggioda Nebbiolino » 14 giu 2012 07:13

Kalosartipos ha scritto:
Baroloonline ha scritto:SAbato a pranzo la cellula piemontese definira' finalmente oggettivamente chi è il migliore tra Raveneau e Dauvissat.
Ancora un poso libero se interessa, info in privato.

Sabato a pranzo? :shock: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:



Tranquillo, so che Francesco ha in mente di bissare, un giovedì a merenda... data precisa ancora da definire. :mrgreen:
Avatar utente
petitbogho
Messaggi: 3510
Iscritto il: 10 ott 2008 11:01
Località: Salò

Re: In Piemonte si beve bene (Chablisssss.....)

Messaggioda petitbogho » 14 giu 2012 07:50

Minchia che bella....peccato io sarò a lanciar del riso con in mano un calice di lugana se va bene.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: JMB e 1 ospite