Nebbiolata 1971

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 11:51

Carillon Puligny Montrachet 1er cru Perrieres 2004
Sauzet Puligny Montrachet 1er cru Champ Canet 2004
Meursault village 2004 Dugat Py


vince abbastanza facile il Carillon, che si scrolla di dosso un po' di legno iniziale per mettere la freccia e superare il Sauzet che era partito meglio.
Entrambi comunque impostati sullo stesso stile, dritti, minerali, poco fruttati.
Sauzet e' il primo anno di cambio vinificatore, mi aspetto qualcosa di piu' dalle annate successive.
Dugat Py buono ma piu' maturo e tondo, forse una bottiglia un pelo avanti (era una delle poche "viaggiate").
Carillon si puo' ricomprare per i miei gusti
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 11:54

Raveneau Chablis Clos grand cru 2004
Dauvissat Chablis Clos grand cru 2004
Fevre Chablis Clos grand cru 2004


Un punticino di differenza tra Dauvissat e Raveneau, anche se su due tonalità differenti.
Dauvissat piiu' marino risaccoso, celebrale, secco.
Raveneau piu' floreale, tondo, gessoso.
Forse vince Raveneau per una nota persistente di gelsomino che mi fa impazzire. Da ricomprare entrambi.
Fevre fa la figura del cioccolataio.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 11:59

Leflaive Chevalier Montrachet grand cru 2004
Niellon Chevalier Montrachet grand cru 2004
Boillot Chevalier Montrachet grand cru 2004


Bella lotta sul filo di lana tra Boillot e Niellon per la vittoria di tappa.
Niellon piu' maturo all'inizio e piu' carico (si ringiovanisce con il passare del tempo), Boillot sempre piu' floreale e "uditivo" per dirla aramisseggiante.
Si insinuano tutti e due in profondità, richiedendoti energie e concentrazione, spolverando angoli di cervello poco frequentati. Belli, bellissimi.
Leflaive scarso come da aspettative, sempre bottiglia interessante, un pelo sulfurea, ma comunque le prende di santa ragione. Non passa i 90 punti insomma.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda marcolandia » 16 mag 2011 12:05

Baroloonline ha scritto:Al Castello di Magliano Alfieri, ristorante alla corte degli Alfieri, sabato 14 Maggio a pranzo retrospettiva Borgogna 2004:



Mannaggia, eravamo a due passi da te, dall'altra parte del Tanaro!!! :)
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 12:05

Auvenay Chevalier Montrachet grand cru 2004
Ramonet Chevalier Montrachet grand cru 2004
Pierre Yves Colin Montrachet grand cru 2004


Lotta di nuovo tra Pietro Ivano Colino e Andrea Ramonetti per la vittoria di tappa, cede sulle prime rampe di salita la vecchia madama.
Si nota la differenza di cru e la differenza di Comune (Colin sta su Chassagne, gli altri su Puligny). Piu' sferico, ampio, pressante Colin, piu' insinuante, rinfrescante, balsamico Ramonet.
Finiscono in fretta entrambi.
D'Auvenay inizia ridotto, continua ridotto, si pulisce alla fine. Tanto zolfo, poco minerale, poco celebrale. Non li sa fare i bianchi la Madame. O meglio, non li sa fare buoni come i rossi (*). Costasse 80 euro si puo' comprare. Anche qui siamo sotto i 90. (*) CC escluso
Ultima modifica di Baroloonline il 16 mag 2011 12:06, modificato 1 volta in totale.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 12:05

marcolandia ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Al Castello di Magliano Alfieri, ristorante alla corte degli Alfieri, sabato 14 Maggio a pranzo retrospettiva Borgogna 2004:



Mannaggia, eravamo a due passi da te, dall'altra parte del Tanaro!!! :)


l'ho saputo che venivate a tavolata chiusa, peccato....
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 12:10

Tirando le somme.
Podio allargato ad un gruppone composto da Boillot, Ramonet, PY Colin, Niellon, Raveneau. Nella zona 93-95
Segue a ruota Dauvissat e poi Carillon.90-93
Meno bene Fevre, Leflaive, D'Auvenay e Sauzet. 87-89
rimandato a bottiglia migliore Dugat.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
montrachet61
Messaggi: 4598
Iscritto il: 06 giu 2007 13:04

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda montrachet61 » 16 mag 2011 12:13

Tanti bei vini interessanti ma nessuna gemma di grandissimo splendore.Mio malgrado ( :D ) il vino che mi è piaciuto di più è stato il montrachet di P.Y Colin che era un piccolo gradino sopra Ramonet e Niellon.
Belli due chablis su tre ma la differenza di terroir tra chablis e puligny un po' li comprime...Leflaive e Madame li ho trovati deludenti anche se il primo è stato aiutato da un pessimo tappo.
Per dirla con chi da' punteggi, nessun vino oltre i 95....e pochi che ci arrivano nelle vicinanze.
Organizzazione di Francesco invece perfetta!!
Avatar utente
marcolandia
Messaggi: 4388
Iscritto il: 06 giu 2007 12:30
Località: Milano
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda marcolandia » 16 mag 2011 12:15

Baroloonline ha scritto:
marcolandia ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Al Castello di Magliano Alfieri, ristorante alla corte degli Alfieri, sabato 14 Maggio a pranzo retrospettiva Borgogna 2004:



Mannaggia, eravamo a due passi da te, dall'altra parte del Tanaro!!! :)


l'ho saputo che venivate a tavolata chiusa, peccato....


Ma figurati, lo dicevo tanto per dire :-)

Grazie lo stesso!
Marco Grossi
Jó bornak nem kell cégér.

Adoss!!!!!
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13094
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Kalosartipos » 16 mag 2011 12:17

Baroloonline ha scritto:Leflaive scarso come da aspettative, sempre bottiglia interessante, un pelo sulfurea, ma comunque le prende di santa ragione. Non passa i 90 punti insomma.

Bevuta due volte in BueHouse, era sembrata (a me, ma, soprattutto, anche ad altri più competenti del sottoscritto) grande bottiglia, nella zona 95/100.. :( ..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 12:23

Kalosartipos ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Leflaive scarso come da aspettative, sempre bottiglia interessante, un pelo sulfurea, ma comunque le prende di santa ragione. Non passa i 90 punti insomma.

Bevuta due volte in BueHouse, era sembrata (a me, ma, soprattutto, anche ad altri più competenti del sottoscritto) grande bottiglia, nella zona 95/100.. :( ..

Il discorso che se va a 95 quella Niellon va a 100. Opure lo Chevalier Leflaive 2002 va a 105. E lo Chevalier Leflaive 90 va a 110.
Contestualizzando nella degustazione, mettendoci insieme almeno 4 o 5 vini superiori, non riesco a dargli la sufficienza (in rapporto al blasone e al costo).
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13094
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Kalosartipos » 16 mag 2011 12:28

Baroloonline ha scritto:Il discorso che se va a 95 quella Niellon va a 100. Opure lo Chevalier Leflaive 2002 va a 105. E lo Chevalier Leflaive 90 va a 110.
Contestualizzando nella degustazione, mettendoci insieme almeno 4 o 5 vini superiori, non riesco a dargli la sufficienza (in rapporto al blasone e al costo).

Mi fido del tuo palato (molto più del mio), ma pensavo/speravo che quei problemi di tappo avessero inficiato la qualità della bottiglia.. :(
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
@ndre@
Messaggi: 2117
Iscritto il: 17 nov 2008 14:58
Località: Parma (petite capital) ora in fase rinascimentale

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda @ndre@ » 16 mag 2011 12:32

Kalosartipos ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Il discorso che se va a 95 quella Niellon va a 100. Opure lo Chevalier Leflaive 2002 va a 105. E lo Chevalier Leflaive 90 va a 110.
Contestualizzando nella degustazione, mettendoci insieme almeno 4 o 5 vini superiori, non riesco a dargli la sufficienza (in rapporto al blasone e al costo).

Mi fido del tuo palato (molto più del mio), ma pensavo/speravo che quei problemi di tappo avessero inficiato la qualità della bottiglia.. :(

ti puoi fidare anche del tuo
come si possa paragonare due bottiglie diverse e bevute non insieme è una cosa che non ho mai capito :mrgreen: :mrgreen:
L'è méj al vén sénsa bicér, che al bicér sénsa vén
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 12:35

Kalosartipos ha scritto:
Baroloonline ha scritto:Il discorso che se va a 95 quella Niellon va a 100. Opure lo Chevalier Leflaive 2002 va a 105. E lo Chevalier Leflaive 90 va a 110.
Contestualizzando nella degustazione, mettendoci insieme almeno 4 o 5 vini superiori, non riesco a dargli la sufficienza (in rapporto al blasone e al costo).

Mi fido del tuo palato (molto più del mio), ma pensavo/speravo che quei problemi di tappo avessero inficiato la qualità della bottiglia.. :(


Guada, probabilmente qualcosina in piu' ci poteva anche stare, ho un'altro assaggio dello Chevalier 2004 dell'anno scorso leggemente superiore, ma senza strapparsi i capelli.
Non è un millesimo memorabile di questo vino per i miei assaggi, anche se devo dire che la mano della Leflaive (e in generale dei biodinamici sulla Borgogna bianca) non mi piace molto.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13094
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Kalosartipos » 16 mag 2011 12:39

Ti chiedo perchè scrivi che era tua aspettativa che questa bottiglia fosse scarsa.. hai avuto altre esperienze deludenti su Chevalier '04 che ti facevano pensare ciò?

Nel giugno 2008 (in BueHouse, ci sarà qualche altro forumista che si ricorderà), fu stappata una bottiglia insieme alle seguenti:
BONNEAU DU MARTRAY Corton-Charlemagne ’96
WILLIAM FEVRE Chablis Grand cru « Les Preuses » ’04
BILLAUD-SIMON Chablis Grand cru « Vaudésir » ’02
VINCENT DAUVISSAT Chablis Grand cru « Les Clos » ’03
FONTAINE-GAGNARD Criots-Bâtard Montrachet ’06
DOMAINE LEFLAIVE Bienvenues-Bâtard Montrachet ’04
DOMAINE RAMONET Bâtard-Montrachet ’03
LOUIS LATOUR Montrachet ’99
MICHEL COLIN-DELEGER & FILS Montrachet ’01
e risultò nettamente la migliore.. ma anche buonissima in assoluto..

Grazie :wink:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13094
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Kalosartipos » 16 mag 2011 12:39

Oooops :oops: ... mi hai già risposto...
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
yuzu
Messaggi: 1815
Iscritto il: 02 set 2010 09:32

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda yuzu » 16 mag 2011 13:22

Baroloonline ha scritto:[Non li sa fare i bianchi la Madame. O meglio, non li sa fare buoni come i rossi (*).

beh il corton charlemagne della madame proprio schifo* non fa :)
* anche in rapporto ai rossi lo trovo superbo
* non ho ancora trovato un corton di siffatto livello (coche dury incluso) e sta forse a livello di qualche montrachet di ottima fattura..
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 13:37

yuzu ha scritto:
Baroloonline ha scritto:[Non li sa fare i bianchi la Madame. O meglio, non li sa fare buoni come i rossi (*).

beh il corton charlemagne della madame proprio schifo* non fa :)
* anche in rapporto ai rossi lo trovo superbo
* non ho ancora trovato un corton di siffatto livello (coche dury incluso) e sta forse a livello di qualche montrachet di ottima fattura..


sono d'accordo, anche se di Coche non ho una enormità di assaggi di Corton.
I miei dubbi si concentrano sul Domaine D'Auvenay piuttosto che sul Domaine Leroy.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Palma » 16 mag 2011 15:36

Francesco tende a penalizzare il Leflaive un po' più del dovuto, il vino era sicuramente molto buono e per me superiore ai 90 punti, è altresì vero però che è rimasto molto bloccato soprattutto al naso. Altrettanto vero che se fosse stato assieme a vini di livello inferiore avrebbe fatto miglior figura, ma da leflaiviano convinto, non mi ha impressionato, altra roba davvero il 2002 ed anche il 2000, ma pure tante altre bottiglie bevute.
Davvero molto buoni, quasi sorprendenti i due Chablis seri, finalmente un gran bel Clos di Dauvissat, dopoche nell'ultimo periodo avevo aperto, il 2003 buono ma con gli evidenti limiti dell'annata ed un 2002 che sarebbe stato forse grande, ma risultato tappato. Su Raveneau mi si apre un discorso a parte, forse sarebbe il caso di promuoverlo a Meursault :D
Per me vittoria di tappa abbastanza netta per lo Chevalier di Ramonet, vino per il quale i 95 punti si possono spendere abbastanza serenamente.
Grazie a tutti i partecipanti, ovviamente in primis a Francesco.
ex Victor
Extreme fighet du chateau
vinogodi
Messaggi: 28448
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda vinogodi » 16 mag 2011 15:43

yuzu ha scritto:
Baroloonline ha scritto:[Non li sa fare i bianchi la Madame. O meglio, non li sa fare buoni come i rossi (*).

beh il corton charlemagne della madame proprio schifo* non fa :)
* anche in rapporto ai rossi lo trovo superbo
* non ho ancora trovato un corton di siffatto livello (coche dury incluso) e sta forse a livello di qualche montrachet di ottima fattura..
...quoto...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13094
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Kalosartipos » 16 mag 2011 15:44

Palma ha scritto:Francesco tende a penalizzare il Leflaive un po' più del dovuto, il vino era sicuramente molto buono e per me superiore ai 90 punti, è altresì vero però che è rimasto molto bloccato soprattutto al naso. Altrettanto vero che se fosse stato assieme a vini di livello inferiore avrebbe fatto miglior figura

Magari la nostra bottiglia era una versione "Capsule Dorée - pour les amis"... :mrgreen:
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Palma » 16 mag 2011 16:13

Carillon Puligny Montrachet 1er cru Perrieres 2004: 85/100
Sauzet Puligny Montrachet 1er cru Champ Canet 2004: 83/100
Meursault village 2004 Dugat Py: 83/100


Nessuno dei tre vini mi ha pienamente soddisfatto, Carillon è in effetti quello, che partito molto male, si è via via ripulito dalle fastidiose note vegetali ed ha mostrato un discreto allungo nel bicchiere, Sauzet senza infamia e senza lode, non ha lasciato molti ricordi, il Meursault di Dugat Py invece mi ha incuriosito, soprattutto siccome è ipotizzabile non una bottiglia al top, più maturo e grasso degli altri, ma credo possa avere anche diversi spunti interessanti, da riprovare. Se però mettessi uno di questi dentro ad una degustazione di bianchi italiani, che spesso valuto anch'io sui 90 punti? mah?

Raveneau Chablis Clos grand cru 2004: 94/100
Dauvissat Chablis Clos grand cru 2004: 92/100
Fevre Chablis Clos grand cru 2004: 78/100


Fevre, nettamente peggior vino della giornata, molle, poco definito e pesante.
Dauvissat un pelo sporco al naso, ma dalla bocca veramente di grande rigore, senza concessioni alla piacioneria, ma completamente appagante.
Raveneau davvero n signor bianco e finora miglior Chablis mai bevuto, assolutamente da approfondire.

Leflaive Chevalier Montrachet grand cru 2004: 91/100
Niellon Chevalier Montrachet grand cru 2004: 93/100
Boillot Chevalier Montrachet grand cru 2004: 93/100


Batteria molto equilibrata, partenza a razzo di Leflaive che mi dà l'idea di essere nettamente il migliore, Niellon pare addirittura avere dei problemi e ci si appresta al cambio, buono, raffinato elegante e già leggibile fin da subito, Boillot. I rapporti di forza variano lasciando il vino nel bicchiere, Niellon si pulisce sempre più e mostra la progressione migliore, rimane sempre bello e più sussurrato Boillot, mentre Leflaive tende a sedersi ed a rimanere troppo bloccato al naso. Gran bella batteria, nel complesso.

Auvenay Chevalier Montrachet grand cru 2004: 88/100
Ramonet Chevalier Montrachet grand cru 2004: 95/100
Pierre Yves Colin Montrachet grand cru 2004: 94/100


Splendido, di perfetto equilibrio e rara eleganza il vino di Ramonet, può sembrare mancante di struttura, ma in realtà neppure questa componente gli fa difetto, generoso e più di impatto il Montrachet di Colin, che comunque, col tempo, non cede di un millimetro ed anzi tende ad aumentare la sua complessità. Vaso di coccio, a mio avviso, il vino di Madame, questo sì veramente troppo sulfureo ed un tantinello sgraziato. Certo non da buttare, ma con quel che costa...
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 16 mag 2011 19:07

Immagine





Immagine
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3970
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda nebbiolone » 16 mag 2011 22:06

Baroloonline ha scritto:Al Castello di Magliano Alfieri, ristorante alla corte degli Alfieri, sabato 14 Maggio a pranzo retrospettiva Borgogna 2004:

Carillon Puligny Montrachet 1er cru Perrieres 2004
Sauzet Puligny Montrachet 1er cru Champ Canet 2004
Meursault village 2004 Dugat Py

Raveneau Chablis Clos grand cru 2004
Dauvissat Chablis Clos grand cru 2004
Fevre Chablis Clos grand cru 2004

Leflaive Chevalier Montrachet grand cru 2004
Niellon Chevalier Montrachet grand cru 2004
Boillot Chevalier Montrachet grand cru 2004
Auvenay Chevalier Montrachet grand cru 2004
Ramonet Chevalier Montrachet grand cru 2004
Pierre Yves Colin Montrachet grand cru 2004


com'è il ristorante?
non sono mai andato perchè pare girino personaggi strani nei paraggi :lol
:

tante, tantissime conferme....
Mala tempora currunt

Nunc est bibendum
Avatar utente
Baroloonline
Messaggi: 3293
Iscritto il: 06 giu 2007 11:59
Località: Langhe

Re: In Piemonte si beve bene

Messaggioda Baroloonline » 17 mag 2011 00:11

La scenografia è molto molto bella, il rapporto qualità/prezzo molto interessante (i menu' stanno intorno ai 35/45 euro).
Dei piatti veramente veramente valido, qualcun altro con qualcosa da mettere in ordine.
Per esempio ieri non mi hanno entusiasmato gli antipasti, mi ha entusiasmato il primo e mi è piaciuto moltissimo il secondo.
Il cuoco è giovane ma si fara' di sicuro.
PS su questo numero del Gambero è uscito un articolo sul ristorante, a pagina 79 credo.
Living well is the best revenge

Francesco Oddenino alias "baroloonline"

info @ baroloonline.it
info @ bourgogneonline.it

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ale Lenzi, AmoSlade, cskdv, declar, lucastoner, marco.f11, Nexus1990, Piduwinelover, teknopadre, Yahoo e 11 ospiti