Verdicchio - Il thread assolutistico

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 31 dic 2008 14:05

de magistris ha scritto:Ricordando a Franc e agli altri che mancano solo 8 anni alla Italian White Wine Royal Rumble (Soave 06 Vs Verdicchio 06 Vs Fiano 06), mi prenoto preventivamente per una super-orizzontale di Verdicchio che dopo l'apertura del thread assolutistico avete il dovere morale e penale di organizzare... :D
Fine aprile a casa di Valentina Vezzali o Mancini?


Volevamo farlo a casa di Valentino Rossi ma quello è sempre di corsa e al massimo beve Bianchello del Metauro. :mrgreen:

In ogni caso la super orizzontale è sempre disponibile on demand. Adesso come tra 8 anni.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda vignadelmar » 31 dic 2008 14:12

Francvino ha scritto:
de magistris ha scritto:Ricordando a Franc e agli altri che mancano solo 8 anni alla Italian White Wine Royal Rumble (Soave 06 Vs Verdicchio 06 Vs Fiano 06), mi prenoto preventivamente per una super-orizzontale di Verdicchio che dopo l'apertura del thread assolutistico avete il dovere morale e penale di organizzare... :D
Fine aprile a casa di Valentina Vezzali o Mancini?


Volevamo farlo a casa di Valentino Rossi ma quello è sempre di corsa e al massimo beve Bianchello del Metauro. :mrgreen:

In ogni caso la super orizzontale è sempre disponibile on demand. Adesso come tra 8 anni.


A me piacerebbe molto parteciparvi.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
COOMBE
Messaggi: 3649
Iscritto il: 06 giu 2007 12:16

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda COOMBE » 31 dic 2008 14:15

vignadelmar ha scritto:
Francvino ha scritto:
de magistris ha scritto:Ricordando a Franc e agli altri che mancano solo 8 anni alla Italian White Wine Royal Rumble (Soave 06 Vs Verdicchio 06 Vs Fiano 06), mi prenoto preventivamente per una super-orizzontale di Verdicchio che dopo l'apertura del thread assolutistico avete il dovere morale e penale di organizzare... :D
Fine aprile a casa di Valentina Vezzali o Mancini?


Volevamo farlo a casa di Valentino Rossi ma quello è sempre di corsa e al massimo beve Bianchello del Metauro. :mrgreen:

In ogni caso la super orizzontale è sempre disponibile on demand. Adesso come tra 8 anni.


A me piacerebbe molto parteciparvi.

Ciao

.


facciamola da me, inauguriamo casa nuova... anche se i verdicchi mi stanno sul cazzo perchè sono tanti e non mi ricordo mai i nomi...
"stiamo bene nella misura in cui le nostre idee sono umane" Kilgore Trout aka Kurt Vonnegut
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda vignadelmar » 31 dic 2008 14:21

COOMBE ha scritto:

facciamola da me, inauguriamo casa nuova... anche se i verdicchi mi stanno sul cazzo perchè sono tanti e non mi ricordo mai i nomi...


All'età tua è già tanto se ti ricordi come tornare a casa !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Vecchietto !!!!


.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
birrachiara
Messaggi: 3074
Iscritto il: 30 ott 2007 13:19
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda birrachiara » 31 dic 2008 14:22

facciamola da me, inauguriamo casa nuova... anche se i verdicchi mi stanno sul cazzo perchè sono tanti e non mi ricordo mai i nomi...


Mi prenoto a prescindere dalla data...
paolo
L'ottimismo della volontà
Il pessimismo della ragione
Volli, sempre volli, fortissimamente volli
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda vignadelmar » 31 dic 2008 14:23

birrachiara ha scritto:
facciamola da me, inauguriamo casa nuova... anche se i verdicchi mi stanno sul cazzo perchè sono tanti e non mi ricordo mai i nomi...


Mi prenoto a prescindere dalla data...


Anche io ma non a prescindere dalla data..........ma sarebbe bello farla nella terra d'origine !!!

Ciao


.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
COOMBE
Messaggi: 3649
Iscritto il: 06 giu 2007 12:16

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda COOMBE » 31 dic 2008 15:17

vignadelmar ha scritto:
birrachiara ha scritto:
facciamola da me, inauguriamo casa nuova... anche se i verdicchi mi stanno sul cazzo perchè sono tanti e non mi ricordo mai i nomi...


Mi prenoto a prescindere dalla data...


Anche io ma non a prescindere dalla data..........ma sarebbe bello farla nella terra d'origine !!!

Ciao


.


io mi riferivo alla disfida di cui parlava De Magistris...
"stiamo bene nella misura in cui le nostre idee sono umane" Kilgore Trout aka Kurt Vonnegut
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda marwine » 31 dic 2008 15:24

alexer3b ha scritto:Trovatemi una regione in grado di proporre una serie di vette di tale livello e longevità per la produzione bianchista.

Alex


Regione non so,ma una provincia forse mi viene in mente,cazzo! :D :wink:
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 31 dic 2008 15:30

marwine ha scritto:
alexer3b ha scritto:Trovatemi una regione in grado di proporre una serie di vette di tale livello e longevità per la produzione bianchista.

Alex


Regione non so,ma una provincia forse mi viene in mente,cazzo! :D :wink:

E che cazzo dilla ! :lol:

Alex

PS : sarei estremamente curioso di bere qualche vecchio Soave ma sul compra e vendi non se ne trovano ... :(
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda diego » 31 dic 2008 15:38

Bella l'idea di Francvino di aprire un 3d dedicato a questo grande vitigno.
Stavo per farlo io!
Mi sto bevendo con calma qualche boccia recuperata grazie al pusher di verdicchio del forum e mano a mano che assaggio posterò qui le mie impressioni.
Inizio dai primi due assaggi.

Verdicchio di Matelica 2006 – La Monacesca
Giallo dorato trasparente. Naso intenso di fiori di campo, scorza di agrume (cedro) e nespola. Il tutto avvolto da una netta ed elegante mineralità (pietra focaia).
Bocca intensa, coerente, piena ed equilibratissima con acidità a bilanciare ed integrare una struttura glicerica piuttosto importante.
Retronaso agrumato senza alcun eccesso di amaro. Chiude con buona persistenza.

+ vino pieno, potente ed intenso al contempo è però agile e di ottima beva.

87/100

NUR - Marche Bianco IGT 2006 – La Distesa
Giallo oro antico. Bouquet di uva matura e pesca gialla (con un filo di ossidazione). Naso piuttosto reticente comunque. In bocca non si distende del tutto arrivando rapido alla chiusura che però è elegante e sapida. Retrogusto di erbe medicinali e rabarbaro (amaricante).
Bocca intensa, coerente, piena ed equilibratissima con acidità a bilanciare ed integrare un vino ottenuto da macerazione sulle bucce di trebbiano dorato, malvasia e verdicchio. Solo 1100 le bottiglie prodotte.

- vino bianco macerato non troppo spinto eppure gli manca complessità al naso e progressione in bocca
+ vino di buona bevibilità, potrebbe essere un ottimo compagno di zuppe e minestre.


81/100
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda marwine » 31 dic 2008 15:52

alexer3b ha scritto:
marwine ha scritto:
alexer3b ha scritto:Trovatemi una regione in grado di proporre una serie di vette di tale livello e longevità per la produzione bianchista.

Alex


Regione non so,ma una provincia forse mi viene in mente,cazzo! :D :wink:

E che cazzo dilla ! :lol:

Alex

PS : sarei estremamente curioso di bere qualche vecchio Soave ma sul compra e vendi non se ne trovano ... :(


Ci troveremo,cazzo se ci troveremo... :wink:
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda marwine » 31 dic 2008 15:56

Comunque,sabato andrò in montagna.Ho sbirciato la carta dei vini dell'albergo prenotato da mia moglie:berrò certamente Podium a 19,00 euro,anche se non c'è l'annata.
Il Santa Teresa di Fontana Candida a 18,00 è da considerare o no?

Cari auguri a tutti!
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 31 dic 2008 15:58

marwine ha scritto:Ci troveremo,cazzo se ci troveremo... :wink:

Qualche Calvarino vecchioto ogni tanto capita ma vorrei avere una visuale un po' più ampia cazzo !Sul Copra e Vendi ci vorrebbe un Veneroso anche per il Veneto ... :wink:

Alex

PS : per tornare IT ... Veneroso mi ha fatto bere una delle più grandi bocce bianche italiane mai bevute ovvero il Cuprese '91. Vino immenso , assoluto.
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 31 dic 2008 15:59

marwine ha scritto:Comunque,sabato andrò in montagna.Ho sbirciato la carta dei vini dell'albergo prenotato da mia moglie:berrò certamente Podium a 19,00 euro,anche se non c'è l'annata.
Il Santa Teresa di Fontana Candida a 18,00 è da considerare o no?

Cari auguri a tutti!

Ce stai pure a pensa' ? :D :D :D
Podium tutta la vita , anzi questo è il tipico caso descritto nel 3ad sui ricarichi dei ristoranti quando con un euro in più bevi uno dei vini bianchi costantemente al top qualitativo in Italia a fronte di un Frascati appena sufficiente.

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda marwine » 31 dic 2008 16:01

alexer3b ha scritto:
marwine ha scritto:Comunque,sabato andrò in montagna.Ho sbirciato la carta dei vini dell'albergo prenotato da mia moglie:berrò certamente Podium a 19,00 euro,anche se non c'è l'annata.
Il Santa Teresa di Fontana Candida a 18,00 è da considerare o no?

Cari auguri a tutti!

Ce stai pure a pensa' ? :D :D :D
Podium tutta la vita , anzi questo è il tipico caso descritto nel 3ad sui ricarichi dei ristoranti quando con un euro in più bevi uno dei vini bianchi costantemente al top qualitativo in Italia a fronte di un Frascati appena sufficiente.

Alex


Certo,non era in alternativa.E' che le cene saranno più di una... :wink:
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Nebbiolino
Messaggi: 6732
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Nebbiolino » 01 gen 2009 03:27

diego ha scritto:
NUR - Marche Bianco IGT 2006 – La Distesa
Giallo oro antico. Bouquet di uva matura e pesca gialla (con un filo di ossidazione). Naso piuttosto reticente comunque. In bocca non si distende del tutto arrivando rapido alla chiusura che però è elegante e sapida. Retrogusto di erbe medicinali e rabarbaro (amaricante).
Bocca intensa, coerente, piena ed equilibratissima con acidità a bilanciare ed integrare un vino ottenuto da macerazione sulle bucce di trebbiano dorato, malvasia e verdicchio. Solo 1100 le bottiglie prodotte.

- vino bianco macerato non troppo spinto eppure gli manca complessità al naso e progressione in bocca
+ vino di buona bevibilità, potrebbe essere un ottimo compagno di zuppe e minestre.


81/100



Ueillà... e buon anno... :wink: Bevuto in abbinamento ad una zuppa di legumi, con abbondante olio crudo e pepata generosa.
Ottimo abbinamento.
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda diego » 01 gen 2009 12:06

Nebbiolino ha scritto:
diego ha scritto:
NUR - Marche Bianco IGT 2006 – La Distesa
Giallo oro antico. Bouquet di uva matura e pesca gialla (con un filo di ossidazione). Naso piuttosto reticente comunque. In bocca non si distende del tutto arrivando rapido alla chiusura che però è elegante e sapida. Retrogusto di erbe medicinali e rabarbaro (amaricante).
Bocca intensa, coerente, piena ed equilibratissima con acidità a bilanciare ed integrare un vino ottenuto da macerazione sulle bucce di trebbiano dorato, malvasia e verdicchio. Solo 1100 le bottiglie prodotte.

- vino bianco macerato non troppo spinto eppure gli manca complessità al naso e progressione in bocca
+ vino di buona bevibilità, potrebbe essere un ottimo compagno di zuppe e minestre.


81/100



Ueillà... e buon anno... :wink: Bevuto in abbinamento ad una zuppa di legumi, con abbondante olio crudo e pepata generosa.
Ottimo abbinamento.


Allora ci ho azzeccato! :wink:

Buon Anno a te!
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 03 gen 2009 00:16

Verdicchio dei Castelli di Jesi Spumante m.c. Ubaldo Rosi 2004 - Colonnara
Versione sontuosa del miglior m.c. marchigiano, paragonabile per profondità alla 2001.
Ventaglio olfattivo ampio, ancora in divenire quanto a complessità ma che lascia presagire solo cose buone in futuro: pain grillé, mela verde, lievi refoli balsamici. In bocca coniuga peso, nerbo e finezza per un finale ficcante, profondo. Giovanissimo.
Non credo tema la vicinanza di ben più blasonati metodi classici. Forse solo il Giulio lo schiaffeggerebbe. Con gli altri, soprattutto alcuni Franciacorta, se la batterebbe alla grande. 90/100

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl.Sup. Pallio di San Floriano 2004 - Monteschiavo
E' stato da qualche mese messo in commercio il 2007. Questo per dire che questo Verdicchio di Monteschiavo esce troppo giovane, contando sul suo appeal tutto frutto ed equilibrio. Col passare del tempo escono note di botritys, nuance minerali, la frutta fresca (ananas e pesca i descrittori più ricorrenti del Pallio giovane), giustamente, si è seccata (mandorla evidentissima); in bocca la beva succosa di un tempo si è mantenuta riuscendo, con abile colpo di reni, ancora a stampare nel palato una gradevolezza alternata a complessità che traluce l'idea che siamo di fronte, per davvero, a un grandissimo vitigno. 88/100
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 03 gen 2009 00:52

Francvino ha scritto:Verdicchio dei Castelli di Jesi Spumante m.c. Ubaldo Rosi 2004 - Colonnara
Versione sontuosa del miglior m.c. marchigiano, paragonabile per profondità alla 2001.
Ventaglio olfattivo ampio, ancora in divenire quanto a complessità ma che lascia presagire solo cose buone in futuro: pain grillé, mela verde, lievi refoli balsamici. In bocca coniuga peso, nerbo e finezza per un finale ficcante, profondo. Giovanissimo.
Non credo tema la vicinanza di ben più blasonati metodi classici. Forse solo il Giulio lo schiaffeggerebbe. Con gli altri, soprattutto alcuni Franciacorta, se la batterebbe alla grande. 90/100

Il 2002 come l'è ? Da bere presto prestissimo ?

Alex

PS : la via spumantizzata del Verdicchio m'attizza assai ... ma a Matelica ? Scusa ma mi sfuggono eventuali bolle in zona ...
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 03 gen 2009 01:33

alexer3b ha scritto:
Francvino ha scritto:Verdicchio dei Castelli di Jesi Spumante m.c. Ubaldo Rosi 2004 - Colonnara
Versione sontuosa del miglior m.c. marchigiano, paragonabile per profondità alla 2001.
Ventaglio olfattivo ampio, ancora in divenire quanto a complessità ma che lascia presagire solo cose buone in futuro: pain grillé, mela verde, lievi refoli balsamici. In bocca coniuga peso, nerbo e finezza per un finale ficcante, profondo. Giovanissimo.
Non credo tema la vicinanza di ben più blasonati metodi classici. Forse solo il Giulio lo schiaffeggerebbe. Con gli altri, soprattutto alcuni Franciacorta, se la batterebbe alla grande. 90/100

Il 2002 come l'è ? Da bere presto prestissimo ?

Alex

PS : la via spumantizzata del Verdicchio m'attizza assai ... ma a Matelica ? Scusa ma mi sfuggono eventuali bolle in zona ...


Per fare bollicine di qualità ci vuole la vocazione dell'uomo, oltre quella del vitigno e del territorio.
A Matelica e dintorni nessuno è stato folgorato sulla via di Damasco.
Ricordiamoci anche che la doc è piccolissima e che i produttori sono sparuti, in una zona -l'alta Vallesina- dove non c'è alcuna tradizione spumatistica. Basse sono le probabilità quindi che l'idea attecchisca.
Di mia conoscenza non ci sono bolle targate Matelica, né Martinotti né Metodo Classico, né ne ho mai assaggiate.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 03 gen 2009 01:41

alexer3b ha scritto:Il 2002 come l'è ? Da bere presto prestissimo ?


Il 2002 è stranissimo. Sa di canfora, nettissimo. Anche il Millesimato è così.
Nel vitigno la canfora non è un descrittore caratterizzante quindi capita raramente.
Però se l'incontri è devastante.
Si trova nettamente nel San Lorenzo 1997 di Fattoria San Lorenzo.
Oppure nel Podium 2003 di Garofoli (e più attenuato nel Serra Fiorese stesso millesimo).
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 03 gen 2009 02:04

Grazie per le sempre preziose info. Il 2002 a mia disposizione è l' Ubaldi Rosi ... :wink:
E mi confermi il fatto che a Matelica la spumantistica non è presente ... invece secondo me se il territorio (non cado nel gioco di consorzi che esprimono pareri di vocazione o meno solo perchè ci si pianta la vite da x anni ... la vocazione del territorio alla spumantistica non si misura dall'età del primo vinacciolo fossile trovato) e i risultati lo permettessero potrebbe essere un buon metodo per questo territorio di elevarsi ancor di più e uscire dall'alone di fratello minore di Jesi.

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 03 gen 2009 03:01

alexer3b ha scritto:
E mi confermi il fatto che a Matelica la spumantistica non è presente ... invece secondo me e i risultati lo permettessero potrebbe essere un buon metodo per questo territorio di elevarsi ancor di più e uscire dall'alone di fratello minore di Jesi.
Alex


Da un punto di vista climatico e ambientale Matelica dovrebbe esser superiore allo jesino per lo spumante.
I pochi produttori non vedono in Jesi un problema. Anzi.
Sono orgogliosi delle diversità ma sanno che alla base c'è un vitigno (in realtà sono due) unico e non replicabile altrove.
Talmente radicato che solo a nominarlo viene in mente la loro Regione, dando già una precisa indicazione geografica.
In più.
Il Verdicchio di Matelica si vende tutto. Ora più che mai visto il crescente ritorno al bianco, magari più leggero e "minerale".
Perché impelagarsi in un'impresa costosa, elaborata e rischiosa senza aver né le necessarie conoscenze tecnico/scientifiche, né la sicurezza che il prodotto venga accolto dal mercato?
Vocazione umana, ecco cosa manca. Senza un vignaiolo appassionato che decida di tirar fuori un M.C. di qualità nella denominazione Matelica, non c'è speranza di veder nascere una bollicina competitiva. All'orizzonte non c'è niente. Ma la situazione può anche cambiare in futuro perché il territorio e il vitigno sono già pronti.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 03 gen 2009 03:17

Francvino ha scritto:Il Verdicchio di Matelica si vende tutto. Ora più che mai visto il crescente ritorno al bianco, magari più leggero e "minerale".
Perché impelagarsi in un'impresa costosa, elaborata e rischiosa senza aver né le necessarie conoscenze tecnico/scientifiche, né la sicurezza che il prodotto venga accolto dal mercato?

Perchè sarebbe come accettare un ulteriore guanto di sfida e render ancora più competitiva la regione. Oggi per il neofita o l'uomo della strada se dici Verdicchio dici Jesi. Matelica per gli appassionati è conosciutissima eppure fuori dalla "cerchia" lo è meno. Fare un grande MC in quella zona , farlo conoscere non farebbe altro che dar ulteriore visibilità a Matelica e ai suoi straordinari prodotti ora che , oltre ai bianchi più leggeri e minerali , si cercano anche bollicine su quella falsariga (non che le bolle di Jesi , di Cupramontana in particolare , siano pesanti ... anzi ...) .
Francvino ha scritto:Vocazione umana, ecco cosa manca. Senza un vignaiolo appassionato che decida di tirar fuori un M.C. di qualità nella denominazione Matelica, non c'è speranza di veder nascere una bollicina competitiva. All'orizzonte non c'è niente. Ma la situazione può anche cambiare in futuro perché il territorio e il vitigno sono già pronti.

Pezzo sacrosanto , parola per parola.

Alex

PS : non intendevo dire che i produttori di Matelica hanno un complesso di inferiorità nei confronti di Jesi , ho solo riportato quella che è una mia sensazione e cioè che la prima sia meno "blasonata" storicamente rispetto alla seconda presso il consumatore ...
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
winetaste
Messaggi: 318
Iscritto il: 16 gen 2008 14:22
Località: codigoro ( fe )
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda winetaste » 03 gen 2009 21:39

Non ho letto tutto il post, troppo lungo, ma ho letto che si accennava a Benigni con la Scappia. Confinante a Benigni troviamo Zannotti Claudio con il suo Collinetto base ed il suo Cru Grestio, proseguendo e confinante a Zannotti troviamo Ceci Enrico, che produce un buon vedicchio Santa Maria dell' Arco : tutti tre a San Paolo di Jesi. Aggiungo Il Priore di Sparapani di Cupramontana.
Complimenti a chi ha citato Paoloni Donatella con il suo Sabbionare, uno dei migliori verdicchi in assoluto, di tutte le Marche.
Ciao ed auguri di buon 2009 a tutti
Roberto
Beati gli uomini che fanno grandi i prodotti della terra.....per il piacere di tanti....!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti