Verdicchio - Il thread assolutistico

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12202
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Alberto » 28 lug 2015 21:23

gianni femminella ha scritto:Speravo qualcuno mi insegnasse qualcosa :mrgreen: e invece tutti zitti. Col senno di poi credo che chi di Verdicchio ne sa poteva intuire su cosa si fondassero le mie incertezze. Franc sei in ferie?

Ora sono convinto di aver aperto due bottiglie ( su tre ) anzitempo e me ne rammarico. Ci scommetterei che tra un anno o due sarà buonissimo.

Gianni, non ho bevuto la 2009 ma se penso a qualche annata precedente di Serra Fiorese direi che a 10-12 anni di età di solito è un gran verdicchio ed un gran vino punto e basta...quindi ti direi proprio di aver fiducia ed aspettare a stappare l'ultima che hai... :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 30 lug 2015 07:48

gianni femminella ha scritto:
Speravo qualcuno mi insegnasse qualcosa :mrgreen: e invece tutti zitti. Col senno di poi credo che chi di Verdicchio ne sa poteva intuire su cosa si fondassero le mie incertezze. Franc sei in ferie?


Ciao Gianni, no, non sono in ferie.
Semplicemente non ho sempre qualcosa da dire, specie quando si assiste alla "costruzione" di un gusto. Non voglio stare a discettare o pontificare su ogni impressione spesa sul Verdicchio, a bacchettare chi la pensa diversamente, blandire chi si avvicina ai miei gusti.

Il Serra Fiorese è al momento molto lontano dal mainstream sul Verdicchio, e sul bianco in generale: maturo, placido, note di legno nuovo presenti (pur non dominanti). E' normale che chi lo provi ora per la prima volta lo possa percepire nel tuo modo. Così come come Alberto, che lo ha assaggiato in una diversa epoca, ne conserva ancora un bel ricordo.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 01 ago 2015 17:28

Verdicchio dei Castelli di Jesi Loretello 2014 Giuditta Politi.

Raramente sono rimasto deluso da quest'etichetta, un Verdicchio realizzato con le uve coltivate a Loretello di Arcevia, frazione segnata dalla presenza del castello omonimo, piccolo gioiellino fortificato.
Loretello, così come altre frazioni come Nidastore, non rientra nella zona classica della DOC e rappresenta il limite nord occidentale della denominazione.
Un tempo ad ammaliarmi era la sua placida e polposa dimensione fruttata, mai esasperata e ben agganciata ai canoni tradizionali del vitigno.
La 2014, complice l'annata fresca, ha una spiccata timbrica agrumata aggrovigliata con più timidi tratteggi floreali e di mandorla; al palato è freschissimo e guizzante, sa dare sapore e ha una beva irresistibile.
Non bastasse costa anche poco, intorno ai 7 euro a bottiglia.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
stralcidivite
Messaggi: 36
Iscritto il: 04 ago 2013 17:32
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda stralcidivite » 04 ago 2015 11:56

Francvino ha scritto:Verdicchio dei Castelli di Jesi Loretello 2014 Giuditta Politi.

Raramente sono rimasto deluso da quest'etichetta, un Verdicchio realizzato con le uve coltivate a Loretello di Arcevia, frazione segnata dalla presenza del castello omonimo, piccolo gioiellino fortificato.
Loretello, così come altre frazioni come Nidastore, non rientra nella zona classica della DOC e rappresenta il limite nord occidentale della denominazione.
Un tempo ad ammaliarmi era la sua placida e polposa dimensione fruttata, mai esasperata e ben agganciata ai canoni tradizionali del vitigno.
La 2014, complice l'annata fresca, ha una spiccata timbrica agrumata aggrovigliata con più timidi tratteggi floreali e di mandorla; al palato è freschissimo e guizzante, sa dare sapore e ha una beva irresistibile.
Non bastasse costa anche poco, intorno ai 7 euro a bottiglia.


Prendo nota. Thx. ;)
Mike76
Messaggi: 1044
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Mike76 » 26 set 2015 14:47

Riporto su il thread per dire che dopo un po' di Collestefano 2014, che ora è godibilissimo, ho aperto una boccia del 13, che è cambiato.
Io ero uno dei pochi che avvertiva l'eccessiva dolcezza, quasi residuo. Ora è salato, minerale e acidino, ma con un corpo notevole. Penso sia ancora in fase di muta, quindi credo si debba far passare l'inverno prima di un altro assaggio. Passo e chiudo.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2220
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 29 set 2015 16:39

Mike76 ha scritto:Riporto su il thread per dire che dopo un po' di Collestefano 2014, che ora è godibilissimo, ho aperto una boccia del 13, che è cambiato.
Io ero uno dei pochi che avvertiva l'eccessiva dolcezza, quasi residuo. Ora è salato, minerale e acidino, ma con un corpo notevole. Penso sia ancora in fase di muta, quindi credo si debba far passare l'inverno prima di un altro assaggio. Passo e chiudo.


Non ne avevo scritto perché è una etichetta qui "inflazionata". Ma anche a me ( qualche giorno fa ) era sembrato sotto tono. Pure io avevo deciso di lasciarlo da parte per un po'.
CiccioCH
Messaggi: 104
Iscritto il: 17 nov 2014 15:48

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda CiccioCH » 30 set 2015 09:33

Ieri sera

Verdicchio di Matelica Meridia Belisario 2010: Bel colore giallo paglierino, naso subito minerale, limonoso e salino. Solo pochi accenni di frutta gialla. Al palato ritornano le sensazione mineralie e saline. Un vino molto verticale che tende al scheletrico. Buono. Curioso di provare la MG di Cambrugiano stessa annata.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2220
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 03 ott 2015 18:53

Verdicchio di Matelica 2012 Bisci 13 gradi
Gentile, è la prima parola che mi viene in mente.
Acidità contenuta; un glicerico che si sposa in maniera, mi viene da dire, imprecisa al frutto, caratteristica che però lo rende intrigante, come se ci fosse qualcosa da capire che sfugge.
Sembra spegnersi in fretta ma è una impressione ingannevole, perché un piacevolissimo ammandorlato si fa strada sul palato e chiude in bellezza. La bottiglia precedente era tappata, oggi la giusta riscossa.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2220
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 24 ott 2015 12:02

Vigneto del Balluccio, Verdicchio dei castelli di Iesi doc classico sup. 2013 Tenuta dell'Ugolino - 13,5 gradi

Cesmic! :D
Non lo ricordavo così buono. Non mi ritrovo nelle ( mie ) note della bottiglia bevuta poco tempo fa. O è cambiato, oppure sto cominciando a capire meglio il vitigno e a interpretarlo più correttamente. La sapidità la fa da padrona accompagnata da una lieve, piacevole morbidezza. L'acidità non è la sua caratteristica maggiore, ma l'armonia dell'insieme è notevole e la persistenza è degna di nota. IMHO Magnifico Verdicchio.

Se ce n'è... :wink:
cesmic
Messaggi: 3955
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 24 ott 2015 19:51

gianni femminella ha scritto:Vigneto del Balluccio, Verdicchio dei castelli di Iesi doc classico sup. 2013 Tenuta dell'Ugolino - 13,5 gradi

Cesmic! :D
Non lo ricordavo così buono. Non mi ritrovo nelle ( mie ) note della bottiglia bevuta poco tempo fa. O è cambiato, oppure sto cominciando a capire meglio il vitigno e a interpretarlo più correttamente. La sapidità la fa da padrona accompagnata da una lieve, piacevole morbidezza. L'acidità non è la sua caratteristica maggiore, ma l'armonia dell'insieme è notevole e la persistenza è degna di nota. IMHO Magnifico Verdicchio.

Se ce n'è... :wink:

Non ti far sentire da Franc......questo vino ci ha alcune volte diviso nel giudizio di alcune annate.
A proposito.... c'è n'è :wink:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 25 ott 2015 10:20

cesmic ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Vigneto del Balluccio, Verdicchio dei castelli di Iesi doc classico sup. 2013 Tenuta dell'Ugolino - 13,5 gradi

Cesmic! :D
Non lo ricordavo così buono. Non mi ritrovo nelle ( mie ) note della bottiglia bevuta poco tempo fa. O è cambiato, oppure sto cominciando a capire meglio il vitigno e a interpretarlo più correttamente. La sapidità la fa da padrona accompagnata da una lieve, piacevole morbidezza. L'acidità non è la sua caratteristica maggiore, ma l'armonia dell'insieme è notevole e la persistenza è degna di nota. IMHO Magnifico Verdicchio.

Se ce n'è... :wink:

Non ti far sentire da Franc......questo vino ci ha alcune volte diviso nel giudizio di alcune annate.
A proposito.... c'è n'è :wink:



eheheheeehehe.
Cesmiccuccio, ma sta cosa la sappiamo bene ed ho una grande stima di Andrea Petrini. Mi piace il suo stile che punta all'acuminato più che al ciccio senza però rinunciare ad aver un bel po' di muscoli.
Il Balluccio 13 quando l'ho sentito io era un buon Verdicchio, anche ottimo ma un po' imbrigliato nella fase aromatica e contratto nel sapore. Non fatico a credere che abbia sbrogliato la matassa con il sonno in vetro.

Piuttosto, sempre parlando di riva sinistra, ho assaggiato un ottimo Verdicchio del tutto sconosciuto, anche perché tirato in numeri confidenziali:

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Castrum Rosorij 2013 Tenute Priori e Galdelli
Verdolino chiaro, ha un naso sobrio ed elegante: la mandorla è fresca più che tostata, i fiori danno tonalità bianche, c'è un accenno vegetale di erbe ma è un attimo prima di tornare su più consone declinazioni fruttate. Tutto, però, nel regime della freschezza.
La bocca è dritta, saporita, coerente. Ha buona stoffa, il bicchiere ne reclama spesso altro. Lo accontento, tanto sarà anche poco alcolico. Sono allenato all'ebrezza ma il dubbio s'insinua. La controetichetta riporta 14 gradi.
"smetti di guidare che devi bere". Chiamo per posticipare un (futile) appuntamento.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
M. de Hades
Messaggi: 6881
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda M. de Hades » 30 ott 2015 16:05

Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?
Avatar utente
iulo
Messaggi: 900
Iscritto il: 06 giu 2007 11:47
Località: PESARO

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda iulo » 30 ott 2015 16:22

M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:
VOLARE NECESSE EST VIVERE NON EST NECESSE
M. de Hades
Messaggi: 6881
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda M. de Hades » 30 ott 2015 16:25

iulo ha scritto:
M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:



In realtà a quei tempi preferivamo considerarci dei raffinati esteti...
cesmic
Messaggi: 3955
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 30 ott 2015 16:31

M. de Hades ha scritto:
iulo ha scritto:
M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:



In realtà a quei tempi preferivamo considerarci dei raffinati esteti...

Vaffanculo. Se preferisci fallo in modo esteticamente adeguato basta che lo fai.....
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
cesmic
Messaggi: 3955
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 30 ott 2015 16:34

iulo ha scritto:
M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:

C'hai pure perso tempo ad ingrandire parti del testo, dio po' .........sei proprio un pesarese.... :evil:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
M. de Hades
Messaggi: 6881
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda M. de Hades » 30 ott 2015 16:36

cesmic ha scritto:
M. de Hades ha scritto:
iulo ha scritto:
M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:



In realtà a quei tempi preferivamo considerarci dei raffinati esteti...

Vaffanculo. Se preferisci fallo in modo esteticamente adeguato basta che lo fai.....



Ecco, appunto... a quei tempi...
cesmic
Messaggi: 3955
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 30 ott 2015 16:45

M. de Hades ha scritto:
cesmic ha scritto:
M. de Hades ha scritto:
iulo ha scritto:
M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:



In realtà a quei tempi preferivamo considerarci dei raffinati esteti...

Vaffanculo. Se preferisci fallo in modo esteticamente adeguato basta che lo fai.....



Ecco, appunto... a quei tempi...

A proposito di raffinata estetica... Ti regalo una gita ai monumenti di Palmira... fosse che fosse la volta bbona..... :roll:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
iulo
Messaggi: 900
Iscritto il: 06 giu 2007 11:47
Località: PESARO

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda iulo » 30 ott 2015 16:59

iulo ha scritto:
M. de Hades ha scritto:Dimenticai di relazionare, ormai una decina di giorni or sono, su una magnum di Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore S. Maria d'Arco 2006 di Enrico Ceci a suo tempo omaggiatami dal solito buon Cesmic.
All'epoca si era agli esordi della nostra relazione di adultero concubinaggio e quindi pensai che il formato, più che il contenuto, volesse alludere a non so quali piacevoli ed estasianti momenti di intimità fra di noi.
Ma ben presto dovetti comprendere come le mie aspettative fossero del tutto sovradimensionate rispetto alle effettive virtù del summenzionato. Fu un duro colpo per il nostro rapporto, che non potè più perdurare a lungo.
Ora, dopo diversi anni, mi sono ritrovato a stappare la bottiglia galeotta stupendomi non poco per il suo contenuto, pieno e ricco, eppure anche leve ed elegante, sapido, freschissimo ed ancora pimpante.
Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Un solo dubbio, ma siete culattoni entrambi ? :mrgreen:



In realtà a quei tempi preferivamo considerarci dei raffinati esteti...[/quote]
Vaffanculo. Se preferisci fallo in modo esteticamente adeguato basta che lo fai.....[/quote]


Ecco, appunto... a quei tempi...[/quote]
A proposito di raffinata estetica... Ti regalo una gita ai monumenti di Palmira... fosse che fosse la volta bbona..... :roll:[/quote]


Sembrate, come si dice "culo e camicia", una coppia proprio affiatata.
Ancora non ho capito chi è "culo" e chi è "camicia". :D
VOLARE NECESSE EST VIVERE NON EST NECESSE
M. de Hades
Messaggi: 6881
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda M. de Hades » 30 ott 2015 17:03

Tra un orifizio e l'altro, non vorrei si perdesse di vista il vino che, al di là di tutto, era davvero ottimo.
Certo, a dispetto del nome non arriverei ad inserirlo nella collezione "Beata Vergine", però era molto interessante.
Il sempre ben informato (ed introdotto...) Cesmic mi dice che, per avere un'altra annata così, è occorso attendere fino al 2013.
Confermi, Micheluccio?
cesmic
Messaggi: 3955
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 30 ott 2015 17:28

M. de Hades ha scritto:Tra un orifizio e l'altro, non vorrei si perdesse di vista il vino che, al di là di tutto, era davvero ottimo.
Certo, a dispetto del nome non arriverei ad inserirlo nella collezione "Beata Vergine", però era molto interessante.
Il sempre ben informato (ed introdotto...) Cesmic mi dice che, per avere un'altra annata così, è occorso attendere fino al 2013.
Confermi, Micheluccio?

C'ero cretino che confermo una cosa che ho detto... Mica sono arterioscleritico come te...
Non male anche la 2008 e la 2012, sorprendentemente troppo "morbida", invece, la 2010
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 30 ott 2015 21:28

M. de Hades ha scritto:Forse che Cesmicuccio, in fondo in fondo, serbi un'anima nobile e poetica della quale non mi sono mai avveduto?


Nell'indimenticabile fraseggio tra i due amanti non m'intrometto.
Noto solo una punta di gelosia da parte del De Hades nei miei confronti ma tengo a chiarire che tra me e il Cesmiccuccio non c'è mai stato nulla, a parte la stima da parte mia per come sia riuscito a replicare il Collestefano nel suo garage.

Il S.Maria d'Arco 2013 è un grandissimo Verdicchio, tra i migliori del millesimo.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2220
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda gianni femminella » 18 dic 2015 18:55

Apicus Verdicchio dei castelli di Iesi cl. sup. 2012 Ripa Marchetti gradi 13,5

Aperto ieri sera sull'entusiasmo di una consegna appena arrivata.
La nota che più mi ha colpito è stata una larghezza, come adagiata su una cera d'api e un frutto giallo ben maturo. Non spiccano invece l'insieme di alcool, acidità e mineralità, se non per conferire un equilibrio un po' precario, ma più che sufficiente a farne fuori mezza bottiglia in un amen.

Non è una bottiglia per gli amanti delle acidità affilate insomma.
Stasera lo riassaggio molto volentieri. Complimenti al fornitore :wink:
cesmic
Messaggi: 3955
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 18 dic 2015 19:02

gianni femminella ha scritto:Apicus Verdicchio dei castelli di Iesi cl. sup. 2012 Ripa Marchetti gradi 13,5

Aperto ieri sera sull'entusiasmo di una consegna appena arrivata.
La nota che più mi ha colpito è stata una larghezza, come adagiata su una cera d'api e un frutto giallo ben maturo. Non spiccano invece l'insieme di alcool, acidità e mineralità, se non per conferire un equilibrio un po' precario, ma più che sufficiente a farne fuori mezza bottiglia in un amen.

Non è una bottiglia per gli amanti delle acidità affilate insomma.
Stasera lo riassaggio molto volentieri. Complimenti al fornitore :wink:

Aspetta di bere il 2013..... :wink: set
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 18 dic 2015 19:25

cesmic ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Apicus Verdicchio dei castelli di Iesi cl. sup. 2012 Ripa Marchetti gradi 13,5

Aperto ieri sera sull'entusiasmo di una consegna appena arrivata.
La nota che più mi ha colpito è stata una larghezza, come adagiata su una cera d'api e un frutto giallo ben maturo. Non spiccano invece l'insieme di alcool, acidità e mineralità, se non per conferire un equilibrio un po' precario, ma più che sufficiente a farne fuori mezza bottiglia in un amen.

Non è una bottiglia per gli amanti delle acidità affilate insomma.
Stasera lo riassaggio molto volentieri. Complimenti al fornitore :wink:

Aspetta di bere il 2013..... :wink: set



Apicus 2013 ti è piaciuto così tanto?
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: maxer, SommelierSardo e 15 ospiti