Verdicchio - Il thread assolutistico

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 19 gen 2009 11:17

cesmic ha scritto:
Francvino ha scritto:1998: annata calda ma il vino si distende con forza e sicurezza, con una tale personalità e riconoscibilità al palato che non fatica a imporsi come millesimo molto valido, forse meno incline a tener nel tempo. :D :D :D :D

La bottiglia aperta ieri è stata quasi emozionante.....
Il colore giallo paglierino poteva dare l'impressione di un vino oramai troppo evoluto, ma il naso intenso, minerale, con un bel frutto in evidenza lasciava presagire quanto la materia fosse, invece, ancora "viva". Una bocca assolutamente coerente con le sensazioni olfattive con una freschezza e una acidità che facevano venir voglia a bottiglia finita di "spremere" anche il vetro....elegantissimo.


Aggiungiamo un'altra faccina o va bene così?
Per me 10 anni non sono tanti per un Podium fatto bene (ossia le annate a 5 smile).
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 19 gen 2009 11:32

Francvino ha scritto:
cesmic ha scritto:
Francvino ha scritto:1998: annata calda ma il vino si distende con forza e sicurezza, con una tale personalità e riconoscibilità al palato che non fatica a imporsi come millesimo molto valido, forse meno incline a tener nel tempo. :D :D :D :D

La bottiglia aperta ieri è stata quasi emozionante.....
Il colore giallo paglierino poteva dare l'impressione di un vino oramai troppo evoluto, ma il naso intenso, minerale, con un bel frutto in evidenza lasciava presagire quanto la materia fosse, invece, ancora "viva". Una bocca assolutamente coerente con le sensazioni olfattive con una freschezza e una acidità che facevano venir voglia a bottiglia finita di "spremere" anche il vetro....elegantissimo.


Aggiungiamo un'altra faccina o va bene così?
Per me 10 anni non sono tanti per un Podium fatto bene (ossia le annate a 5 smile).

Perfetto così, Franc..... :wink:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
chambertin
Messaggi: 210
Iscritto il: 05 dic 2008 13:59

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda chambertin » 23 gen 2009 00:18

Su tutti Fattoria San lorenzo con il vigna delle oche e Collestefano tutta la vita! Annate 2002 e 2005 fantastiche, quasi un riesling: mineralità strepitosa, idrocarburo, citrino, fresco, diverso da tutti gli altri.
Buono anche la Monacesca, sopravvalutato Garofoli. Ottimo villa Bucci riserva.
Qualcuno invece conosce l'azienda Colognola di Cingoli (Mc) e magari mi dice qualcosa?
Grazie!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11926
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Alberto » 23 gen 2009 09:46

chambertin ha scritto:Collestefano ... 2005 ... quasi un riesling: mineralità strepitosa, idrocarburo, citrino, fresco, diverso da tutti gli altri.

Ecco, quasi.

Bevuto il 2005 qualche mese fa ed era tutt'altro che fresco e tutt'altro che quasi un riesling.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 23 gen 2009 10:32

Alberto ha scritto:
chambertin ha scritto:Collestefano ... 2005 ... quasi un riesling: mineralità strepitosa, idrocarburo, citrino, fresco, diverso da tutti gli altri.

Ecco, quasi.

Bevuto il 2005 qualche mese fa ed era tutt'altro che fresco e tutt'altro che quasi un riesling.

Puoi spiegarmi meglio come lo hai trovato?
Grazie....
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 23 gen 2009 11:31

cesmic ha scritto:
Alberto ha scritto:
chambertin ha scritto:Collestefano ... 2005 ... quasi un riesling: mineralità strepitosa, idrocarburo, citrino, fresco, diverso da tutti gli altri.

Ecco, quasi.

Bevuto il 2005 qualche mese fa ed era tutt'altro che fresco e tutt'altro che quasi un riesling.

Puoi spiegarmi meglio come lo hai trovato?
Grazie....


Del Collestefano 2005 sappiamo tutti, da prove e riprove, che non si tratta certo della migliore annata, ad everne una visione ottimistica.
Ed è diverso dalla descrizione (almeno per le mie sensazioni) che ne fa chambertin: gli stessi aggettivi si addicono bene alla famosa triade 2002-2004-2006.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 11926
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Alberto » 23 gen 2009 11:34

cesmic ha scritto:
Alberto ha scritto:Bevuto il 2005 qualche mese fa ed era tutt'altro che fresco e tutt'altro che quasi un riesling.

Puoi spiegarmi meglio come lo hai trovato?
Grazie....

Un filo grassoccio (tanto che ho sparato Jesi) e in qualche modo evoluto su note mielose-cerose, diversissimo per dire dalla 2006.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 23 gen 2009 11:36

Alberto ha scritto:
cesmic ha scritto:
Alberto ha scritto:Bevuto il 2005 qualche mese fa ed era tutt'altro che fresco e tutt'altro che quasi un riesling.

Puoi spiegarmi meglio come lo hai trovato?
Grazie....

Un filo grassoccio (tanto che ho sparato Jesi) e in qualche modo evoluto su note mielose-cerose, diversissimo per dire dalla 2006.


E' così. Colpisce, almeno me, la mancanza di dinamica al palato che è una delle sue credenziali maggiori.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
chambertin
Messaggi: 210
Iscritto il: 05 dic 2008 13:59

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda chambertin » 24 gen 2009 15:30

quote]

Del Collestefano 2005 sappiamo tutti, da prove e riprove, che non si tratta certo della migliore annata, ad everne una visione ottimistica.
Ed è diverso dalla descrizione (almeno per le mie sensazioni) che ne fa chambertin: gli stessi aggettivi si addicono bene alla famosa triade 2002-2004-2006.[/quote]

Si sono d'ok. L'annata di riferimento in questo senso è la 2002, ma mi aveva colpito anche la 2005.
Comunque è un vino che si rivela in affinamento.
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda diego » 31 gen 2009 23:43

Leggera delusione per questo vino da cui mi aspettavo ancora di più. Avevo già bevuto altre annate (che però non ricordo mannaggia!).
Comunque gran rapporto q/p. Preso al supermercato per meno di 7 €.

Podium – Verdicchio di Jesi Classico Superiore 2006 – Garofoli

Giallo tendente al dorato ma con riflessi verdolini.
Naso giocato su una mobile contrapposizione tra frutta (cedro e ananas) e vegetale (clorofilla, menta, una leggera foglia di pomodoro). A bicchiere fermo emerge una nota di zucchero a velo e fiori dolci.
Bocca di buona freschezza comunque equilibrata da morbidezza glicerica.
Non lunghissimo ma elegante la chiusura amaricante e sapida.

+ vino di ottima fattura con olfatto mobile e ampio
- persistenza non impeccabile


85/100
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
Dedalus
Messaggi: 12916
Iscritto il: 07 giu 2007 10:57

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Dedalus » 01 feb 2009 01:26

diego ha scritto:Leggera delusione per questo vino da cui mi aspettavo ancora di più. Avevo già bevuto altre annate (che però non ricordo mannaggia!).
Comunque gran rapporto q/p. Preso al supermercato per meno di 7 €.

Podium – Verdicchio di Jesi Classico Superiore 2006 – Garofoli

Giallo tendente al dorato ma con riflessi verdolini.
Naso giocato su una mobile contrapposizione tra frutta (cedro e ananas) e vegetale (clorofilla, menta, una leggera foglia di pomodoro). A bicchiere fermo emerge una nota di zucchero a velo e fiori dolci.
Bocca di buona freschezza comunque equilibrata da morbidezza glicerica.
Non lunghissimo ma elegante la chiusura amaricante e sapida.

+ vino di ottima fattura con olfatto mobile e ampio
- persistenza non impeccabile


85/100


Tracce di botrite?
“La cultura è organizzazione, disciplina del proprio io interiore; è presa di possesso della propria personalità, e conquista di coscienza superiore, per la quale si riesce a comprendere la propria funzione nella vita, i propri diritti e i propri doveri.”
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda vignadelmar » 01 feb 2009 01:59

diego ha scritto:Leggera delusione per questo vino da cui mi aspettavo ancora di più. Avevo già bevuto altre annate (che però non ricordo mannaggia!).
Comunque gran rapporto q/p. Preso al supermercato per meno di 7 €.

Podium – Verdicchio di Jesi Classico Superiore 2006 – Garofoli

Giallo tendente al dorato ma con riflessi verdolini.
Naso giocato su una mobile contrapposizione tra frutta (cedro e ananas) e vegetale (clorofilla, menta, una leggera foglia di pomodoro). A bicchiere fermo emerge una nota di zucchero a velo e fiori dolci.
Bocca di buona freschezza comunque equilibrata da morbidezza glicerica.
Non lunghissimo ma elegante la chiusura amaricante e sapida.

+ vino di ottima fattura con olfatto mobile e ampio
- persistenza non impeccabile


85/100


Io per un vino pagato 7 euro e con la descrizione che ne hai dato tu ci metterei la firma !!!!! Certo in alcune annate può essere migliore ma la 2006 secondo me è una di quelle ottime e forse qualche punto in più lo avrei dato senza troppe esitazioni.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda diego » 01 feb 2009 20:56

Dedalus ha scritto:
diego ha scritto:Leggera delusione per questo vino da cui mi aspettavo ancora di più. Avevo già bevuto altre annate (che però non ricordo mannaggia!).
Comunque gran rapporto q/p. Preso al supermercato per meno di 7 €.

Podium – Verdicchio di Jesi Classico Superiore 2006 – Garofoli

Giallo tendente al dorato ma con riflessi verdolini.
Naso giocato su una mobile contrapposizione tra frutta (cedro e ananas) e vegetale (clorofilla, menta, una leggera foglia di pomodoro). A bicchiere fermo emerge una nota di zucchero a velo e fiori dolci.
Bocca di buona freschezza comunque equilibrata da morbidezza glicerica.
Non lunghissimo ma elegante la chiusura amaricante e sapida.

+ vino di ottima fattura con olfatto mobile e ampio
- persistenza non impeccabile


85/100


Tracce di botrite?


Botrite direi di no... però potrei sbagliarmi.
a meno che non possa essere quella dolcezza leggerissima e piacevole che ho sentito a bicchiere fermo (definita zucchero a velo e fiori dolci).
Ma non ho le idee chiare in proposito. :oops:
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda diego » 01 feb 2009 20:57

vignadelmar ha scritto:Io per un vino pagato 7 euro e con la descrizione che ne hai dato tu ci metterei la firma !!!!! Certo in alcune annate può essere migliore ma la 2006 secondo me è una di quelle ottime e forse qualche punto in più lo avrei dato senza troppe esitazioni.

Ciao

.


Assolutamente d'accordo. Un vino che comprerò ancora!
Diciamo che aspetto di imbattermi nella bottiglia rivelatrice.

Il miglior verdicchio degli ultimi mesi per me è stato quello della Tenuta dell'Ugolino
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)
Avatar utente
Costi
Messaggi: 1359
Iscritto il: 06 giu 2007 16:28
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Costi » 01 feb 2009 23:48

A proposito di Podium, maestosa prova di un '99 questa sera.
Giallo carico con riflessi brillanti, naso mutevole incentrato dapprima su note idrocarburiche e successivamente apertosi anche con sentori di frutta a polpa gialla per virare poi su note di pera matura. Un'accenno di botrite impreziosisce l'olfatto e appaga una beva grassa ma scorrevole sorretta da grande acidità per un vino che durerà ancora a lungo. :D
Nell'altra vita ero COSTANTINOPOLI dal luglio 2004...

Members Lug. 2004 6175

Nel 326 iniziarono i lavori per la costruzione della "Nuova Roma" che venne inaugurata nel 330 e prese presto il nome di Costantinopoli.
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 02 feb 2009 02:40

In tema verdicchio ... Il Priore Frati Bianchi '06 Sparapani. Un commento : :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 02 feb 2009 14:09

alexer3b ha scritto:In tema verdicchio ... Il Priore Frati Bianchi '06 Sparapani. Un commento : :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

Alex

Esplicito un po' meglio ... colore giallo dorato , luminosissimo molto bello.
Naso di pera , minerale ... quasi salmastro con sbuffi balsamici. La bocca è letterlmanete entusiasmante , degna di un Trebbiano del Maestro m'è venuto da pensare. Intensa , succosa , lunghissima. Equilibrio magistrale tra acidità , dolcezza e mineralità.
Se non davano 3 bicchieri ad un vino del genere , di questa stoffa non so a chi avrebbero dovuto darli. Meno male ne ho un'altra ma mi è venuta voglia di incrementare la scorta ... a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 02 feb 2009 14:14

alexer3b ha scritto: ... a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex

Magari in quell'anno potevano darlo anche al Balluccio di Petrini (Tenuta dell'Ugolino).

Il loro brut non l'ho mai assaggiato. Anzi, ne ignoravo l'esistenza.
Vedrò di colmare la lacuna. Di certo il loro enologo -lo stesso di Bonci- è esperto della tipologia. Quindi almeno si parte da un buon livello potenziale.
Ti farò sapere.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
M. de Hades
Messaggi: 6881
Iscritto il: 06 giu 2007 11:37

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda M. de Hades » 02 feb 2009 15:22

alexer3b ha scritto:
alexer3b ha scritto:In tema verdicchio ... Il Priore Frati Bianchi '06 Sparapani. Un commento : :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

Alex

Esplicito un po' meglio ... colore giallo dorato , luminosissimo molto bello.
Naso di pera , minerale ... quasi salmastro con sbuffi balsamici. La bocca è letterlmanete entusiasmante , degna di un Trebbiano del Maestro m'è venuto da pensare. Intensa , succosa , lunghissima. Equilibrio magistrale tra acidità , dolcezza e mineralità.
Se non davano 3 bicchieri ad un vino del genere , di questa stoffa non so a chi avrebbero dovuto darli. Meno male ne ho un'altra ma mi è venuta voglia di incrementare la scorta ... a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex



Il 2007, purtroppo, non mi è parso avere la stessa stoffa e lo stesso equilibrio. Certo che il 2006 era proprio buono.
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 02 feb 2009 15:34

M. de Hades ha scritto:
alexer3b ha scritto:
alexer3b ha scritto:In tema verdicchio ... Il Priore Frati Bianchi '06 Sparapani. Un commento : :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

Alex

Esplicito un po' meglio ... colore giallo dorato , luminosissimo molto bello.
Naso di pera , minerale ... quasi salmastro con sbuffi balsamici. La bocca è letterlmanete entusiasmante , degna di un Trebbiano del Maestro m'è venuto da pensare. Intensa , succosa , lunghissima. Equilibrio magistrale tra acidità , dolcezza e mineralità.
Se non davano 3 bicchieri ad un vino del genere , di questa stoffa non so a chi avrebbero dovuto darli. Meno male ne ho un'altra ma mi è venuta voglia di incrementare la scorta ... a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex



Il 2007, purtroppo, non mi è parso avere la stessa stoffa e lo stesso equilibrio. Certo che il 2006 era proprio buono.

2007 non l'ho preso ... l'altro 2006 che ho lo terrò gelosamente da parte perchè secondo me è dotato di una strttura che gli consentirà di viaggiare parecchio nel tempo. Mamma mia che buono !

Alex

PS per Franc : ogni tanto ti sorprendo ! :lol: http://www.fratibianchi.it/brut.html
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20857
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda vignadelmar » 02 feb 2009 15:41

Il miglior verdicchio 2006 è il San Michele di Bonci. Ne riparliamo fra molti anni.

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
cesmic
Messaggi: 3947
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda cesmic » 02 feb 2009 16:06

alexer3b ha scritto:a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex

Continua a bere Il Priore..... :wink:
Ti dico solo che il loro Brut è vinificato presso terzi....... :roll:
Insomma.........'na ciofega.........
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10554
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda alexer3b » 02 feb 2009 16:13

cesmic ha scritto:
alexer3b ha scritto:a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex

Continua a bere Il Priore..... :wink:
Ti dico solo che il loro Brut è vinificato presso terzi....... :roll:
Insomma.........'na ciofega.........

Ah ecco lo spacciatore ! Grazie dell'info ! :wink:

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
Avatar utente
Francvino
Messaggi: 4748
Iscritto il: 06 giu 2007 11:26

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda Francvino » 02 feb 2009 17:05

cesmic ha scritto:
alexer3b ha scritto:a proposito (domanda per Franc e per chi mi sa rispondere) : il loro Brut com'è ?

Alex

Continua a bere Il Priore..... :wink:
Ti dico solo che il loro Brut è vinificato presso terzi....... :roll:
Insomma.........'na ciofega.........


Non poteva esser diversamente (come per buona parte dei brut charmat marchigiani).
Diciamo che la cantina di Pino Sparapani non è esattamente all'avanguardia della tecnologia (come l'Audi) né abbia i volumi per dedicarsi alla spumantizzazione.
Però Sergio Paolucci sullo spumante è bravo: in certe annate il Bonci Metodo Classico è proprio un bel bere e l'omonimo brut è...una bevanda molto gradevole che rispetto ad altri giganteggia.
La tradizione è la custodia del fuoco, non l'adorazione della cenere. [Gustav Mahler]
Avatar utente
diego
Messaggi: 2076
Iscritto il: 06 giu 2007 12:19
Località: MILANO
Contatta:

Re: Verdicchio - Il thread assolutistico

Messaggioda diego » 02 feb 2009 23:16

Salerna Frati Bianchi – Verdicchio di Jesi Classico 2006 – Sparapani

Giallo paglierino di buona intensità con luminosi riflessi verdolini.
Minerale netto in apertura, frutta a pasta bianca e gialla (pera, nespola, albicocca). Floralità diffusa avviluppata in un delicato fondo vegetale (felce e clorofilla).
Bocca equilibrata con una certa dolce grassezza ben bilanciata da sapida e persistente freschezza.

87/100
Esiste una finestra specifica per esprimere compiutamente il carattere del territorio: sopra una certa resa per ettaro tale carattere si spegne, ma lo stesso accade anche sotto una certa resa per ettaro.
(Lalou Bize Leroy)

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Stefano-zaccarini e 10 ospiti