Gazzettino di Romagna - Succi's....

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
pudepu
Messaggi: 1186
Iscritto il: 06 giu 2007 18:09

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda pudepu » 17 dic 2012 21:39

Il 6 era giorno frutto? Ho fatto una degustazione e i vini erano tutti in formissima
patetico valutatore di etichette
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda meursault » 17 dic 2012 21:44

pudepu ha scritto:Il 6 era giorno frutto? Ho fatto una degustazione e i vini erano tutti in formissima


Il 6 dicembre era giorno frutto, confermo..... :wink:
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Ziliovino
Messaggi: 3136
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda Ziliovino » 17 dic 2012 21:49

meursault ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
meursault ha scritto:Era un giorno radice, e si è sentito alla grande.
Bisogna iniziare a guardare qui (http://www.barbanera.it/), da ora in poi, quando si organizzano le degustazioni.

Radice? E quindi?
E poi Biondi Santi, Caparsino, Montevertine etc se ne sono sbattuti di Barbanera... :mrgreen:


I giorni sono divisi in "frutto", "fiore", "foglia" e "radice", in ordine dal migliore al peggiore per la degustazione.
L'uva, essengo un frutto, ed il vino di conseguenza, risentirebbero di queste influenze "astrali" cosmiche.
Ne abbiamo già parlato ma il concetto è sempre quello di piantare determinate piante in un giorno piuttosto che un altra, tagliare la legna, raccogliere le cipolle, imbottigliare in luna calante e non in un giorno ventoso ecc.
Io ogni tanto ci tendo dietro ed effettivamente una certa corrispondenza l'ho notata, cioè, spesso accade anche "ex post" che le degustazioni peggiori si siano svolte in giorni radice, ecc ecc.....
Ovviamente non c'è una corrispondenza matematica e non c'è un'evidenza su tutti i vini allo stesso modo, diciamo che bisogna prestarsi all'ascolto per capire queste sfumature.
In merito a questi fenomeni comunque secondo me bisogna comunque porsi in modo pragmatico, così come mi sembrano evidenti le sue applicazioni anche in agricoltura, ma tener dietro un po' ai giorni in cui si beve almeno si inizia a far caso alla cosa, ad avere una serie di osservazioni su cui poggiare i propri ragionamenti.


Mmmhh, mi sa che la prossima volta un occhio ce lo butto...
Ma è un calendario da stregoni o un qualche fondamento scientifico ce l'ha?
Qualcuno mi disse che però c'entra anche la luna ascendente e discendente, e che non ha nulla a che fare con piena/nuova, qualcuno sa come funziona?

Sempre che non si debba sotterrare corni-letame ululando alla luna in una notte di luna piena... :mrgreen:
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
miogo
Messaggi: 336
Iscritto il: 06 giu 2007 11:27

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda miogo » 17 dic 2012 22:02

meursault ha scritto:
pudepu ha scritto:Il 6 era giorno frutto? Ho fatto una degustazione e i vini erano tutti in formissima


Il 6 dicembre era giorno frutto, confermo..... :wink:


Mah! questa cosa incuriosisce anche me, però bisogna che si mettano d'accordo sui calendari: ne ho trovato diversi e la maggior parte indicano che il 6 la luna era nella Vergine, quindi giorno radice, uno solo mi pare abbia indicato invece giorno frutto. Boh! Tu dove hai guardato?

http://www.maag-garden.ch/it/consigli/calendario-giardinaggio/-dl-/uploads/media/Gartenkalender_2012_IT.pdf
http://it.rhythmofnature.net/calendario-lunare-orto-dicembre-2012
http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_calend_03.htm
http://www.agribionotizie.it/AGRIBIO2012/immagini/calendAB.pdf
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda meursault » 17 dic 2012 22:09

Ziliovino ha scritto:
Mmmhh, mi sa che la prossima volta un occhio ce lo butto...
Ma è un calendario da stregoni o un qualche fondamento scientifico ce l'ha?
Qualcuno mi disse che però c'entra anche la luna ascendente e discendente, e che non ha nulla a che fare con piena/nuova, qualcuno sa come funziona?



I calcoli sono astrali e sono su basce scientifica, quindi dipendono ad esempio da luna clante, crescente ecc.....come anche da altri fattori complicati.
Detto questo, una volta fatti questi calcoli ed individuate le giornate, non credo ci siano grosse evidenze se non empiriche sul fatto che effettivamente in quel giorno succeda quella data cosa.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5613
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda meursault » 17 dic 2012 22:21

miogo ha scritto: Tu dove hai guardato?


Barbanera, il link che ho messo prima.....
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Stefano-zaccarini
Messaggi: 6061
Iscritto il: 14 feb 2009 14:52
Località: Cesena

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda Stefano-zaccarini » 18 dic 2012 00:19

Stefano-zaccarini ha scritto:Ubaldo Rosi: Brut ‘06
semplice e varietale con una bolla un filo troppo grossolana ma comunque aperitivo piacevole.....nulla di più, ma non penso sia un vino da cui si debba pretendere qualcosa di diverso da quello che è

Ciro Picariello: Fiano ‘08
frutto, minerale e una lieve nota fumè si fondono e si incastrano alla perfezione come tasselli di uno splendido mosaico.....struttura imponente (soprattutto rispetto all'efebico 2010 bevuto ultimamente) supportato da tartrati e sapidaità, alcool perfettamente digerito.....splendido......futuribile ma già buonissimo quindi perchè aspettare

Montevertine: Sodaccio ’97
Montevertine: Sodaccio ’95
Montevertine: Montevertine ’96 ris


la coppia di sodaccio veramente alla frutta sia il 97 tappato e troppo maturo, che il 95 polveroso e sporco
montevertine ris 96 veramente spettacolare sotto ogni punto di vista, arancia sanguinella, sassoso, fiori secchi, sottobosco lievemente accennato e dopo adeguata ossigenazione alloro e lievi nuance balsamiche.....un filo corto a centro bocca ma dotato di grande scorrevolezza...vino decisamente nelle mie corde

Castellare di Castellina: Sodi ‘02
Fattoria di Lamole: Vigna Grospoli ‘08
Monteraponi: Ch. Cl. ris. Baron Ugo ‘06

sodi 2002 in una veste piuttosto scura sia sotto un profilo aromatico che cromatico......strano visto l'andamento climatico e una quota di sangiovese che dovrebbe avvicinarsi ad un 80% complessivo......boh.....comunque un bel vino in stile super T. e di certo non un inno al sangio, a me comunque non mi è dispiaciuto
vigna grospoli 2008 grandissimo vino .... per me vera rilevazione della giornata con un profilo nordico-pinoteggiante più che nordico nebbiolesco IMHO.....fruttini freschi e mineralità, rosa....freschezza e mineralità da vendere
baron Ugo 2006............. in una fase di lieve chiusura aromatica e di non facile lettura......per il collo delle altre aspetto


Fattoria di Rodàno: Ch. Cl. ris. ’01 Viacosta
Caparsa: Ch. Cl. ris. ’04 Caparsino
Castell’in Villa: Ch. Cl. ris. ‘04

gran bella batteria ...
...caparsino golosissimo da un lato ed estremamente territoriale dall'altro, non lo definrei rustico proprio per una bella definizione olfattiva ed un ottimo equilibrio gustativo.....frutto ancora croccante, fiore fresco, trama tannica di bella presenza ma perfettamente sciolta, appagantee di buona lunghezza
....il viacosta decisamente più maschio, pieno di rimandi territoriali con le note floreali e fruttate che si nascondono dietro ricordi minerali di ferro, humus, sottobosco.....sorso lievemente slegato, ma che affascina proprio per le sue lievi imperfezioni
.....all'opposto la riserva di castell'in villa un filo più pettinata e di maggiore pienezza al sorso ..... buon uso del legno che addolcisce il lato aromatico senza mascherare o stravolgere il varietale......ma ad averne delle altre le lascerei riposare per almeno un paio di annatti al buio

Montevertine: Pergole Torte ‘90
Montevertine: Pergole Torte ‘92
sodi di san Nicolò 1985


qui abbiamo raggiunto il culmine della sfiga.....
pergole 1992 unica bottiglia fino ad ora aperta "solo bevibie"....non cotto ma debole su ogni fronte....ci sarà modo di rimediare
pergole 1990 per me bottiglia prima di tutto non a posto....il tappo ha iniziato a roteare quando ho infilato l'ultima spira del cavatappi e tolto senza l'uso della leva...nessuna puzza nel tappo anche se totalmente imbevuto nel vino...appena aperto era un bellissimo vino un filo chiuso ma senza nessuna puzza, ma dopo 2-3 ore dall'apertura e ancora peggio nel bicchiere si era traformato :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
sodi di san nicolò invece totalmente ossidato.....questo invece tappo perfetto e stra-elastico conservazione perfetta e ultima bottiglia di un sestino perfetto

dopo questa batteria ho aperto in crisi ossessivo-conpulsiva:
ronco delle ginestre 1988 Castelluccio
chianti classico riserva 1990 villa cafaggio
chianti classico riserva poggio rosso 1990 agr. San Felice
la gioaia 1990 Riecine

TUTTE ANDATE......il delirio ha raggiunto il culmine....ma per fortuna sono arivate loro......

Immagine


meursault ha scritto:
gabriele succi ha scritto:
meursault ha scritto:Era un giorno radice, e si è sentito alla grande.
Bisogna iniziare a guardare qui (http://www.barbanera.it/), da ora in poi, quando si organizzano le degustazioni.

Radice? E quindi?
E poi Biondi Santi, Caparsino, Montevertine etc se ne sono sbattuti di Barbanera... :mrgreen:


I giorni sono divisi in "frutto", "fiore", "foglia" e "radice", in ordine dal migliore al peggiore per la degustazione.
L'uva, essengo un frutto, ed il vino di conseguenza, risentirebbe di queste influenze "astrali" cosmiche.
Ne abbiamo già parlato ma il concetto è sempre quello di piantare determinate piante in un giorno piuttosto che in un'altro, tagliare la legna, raccogliere le cipolle, imbottigliare in luna calante e non in un giorno ventoso ecc.
Io ogni tanto ci tengo dietro ed effettivamente una certa corrispondenza l'ho notata, cioè, spesso accade anche "ex post" che le degustazioni peggiori si siano svolte in giorni radice, ecc ecc.....
Ovviamente non c'è una corrispondenza matematica e non c'è un'evidenza su tutti i vini allo stesso modo, diciamo che bisogna prestarsi all'ascolto per capire queste sfumature.
In merito a questi fenomeni comunque secondo me bisogna comunque porsi in modo pragmatico, così come mi sembrano evidenti le sue applicazioni anche in agricoltura, ma tener dietro un po' ai giorni in cui si beve almeno si inizia a far caso alla cosa, ad avere una serie di osservazioni su cui poggiare i propri ragionamenti.


boh ..... per non sapere ne leggere ne scrivere ..... guardiamoci bene quando apriremo il boccione di pergole 1990...non si sa mai :mrgreen:
Steve
egio
Messaggi: 1190
Iscritto il: 09 set 2009 12:15
Località: Bologna

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda egio » 18 dic 2012 09:44

Lalas ha scritto:Straquoto tutto, ma il Vin Santo Avignonesi 1995 l'ho bevuto solo io?


Sono d'accordissimo; se guardi un poco sopra, scrivevo proprio di come se ne era uscito, dandogli un minimo di tempo. Gran boccia.

Oh, bella 'sta storia di fruttofiorefogliaradice per le degustazioni. Come si dice: magari non ci credo, ma non si sa mai...

Io un'occhiatina d'ora in poi ce la butto. Il 22 ho una cena a casa dove si stappera' abbastanza: e' frutto!!! evvai...
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda gabriele succi » 18 dic 2012 10:08

Stefano-zaccarini ha scritto:dopo questa batteria ho aperto in crisi ossessivo-conpulsiva:
ronco delle ginestre 1988 Castelluccio
chianti classico riserva 1990 villa cafaggio
chianti classico riserva poggio rosso 1990 agr. San Felice
la gioaia 1990 Riecine

TUTTE ANDATE...

Io "smazzolerei" il tuo pusher...
Poggiorosso oltre ad essere andato era anche tappato...perchè sotto al tappo, si sentiva che il vino era finito.
L'88 di Castelluccio andato, ha fatto andare i "maroni in giostra"© anche a me...

:twisted:
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda hansen » 18 dic 2012 11:08

Stefano-zaccarini ha scritto:Ubaldo Rosi: Brut ‘06
semplice e varietale con una bolla un filo troppo grossolana ma comunque aperitivo piacevole.....nulla di più, ma non penso sia un vino da cui si debba pretendere qualcosa di diverso da quello che è


:shock: secondo me sarà una bolla di riferimento nazionale assoluto x gli anni avvenire!
io ne ho messe via un pò ed avrò modo di farvi ricredere :wink: ora é si sgarbata la bollicina ed é un po' grossolana ma vedrete negli anni ci saranno sorprese per me é una delle poche bolle italiane insieme a GF che valga la pena d'avere in cantina
Avatar utente
de magistris
Messaggi: 4495
Iscritto il: 14 lug 2007 13:33

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda de magistris » 18 dic 2012 11:17

per quel che vale, nello stesso giorno si è svolta una profonda verticale di un'azienda importante e storica del Chianti Classico, di cui si leggerà prossimamente sul mensile. Io non c'ero, ma mi dicono dalla regia che è stata una degustazione per molti versi sotto le aspettative...
sarà sicuramente un caso, ma anche le bottiglie stappate a casa nel week end (la vespolina di Brigatti e il Greco Musc' '06) sono state poco comunicative, mentre le cose stappate a cavallo dell'Immacolata sembravano avere tre marce in più in termini di energia ed espressività.
Sicuramente una catena di coincidenze, ma per quanto mi riguarda non è certo la prima volta...
Paolo De Cristofaro

http://www.tipicamente.it/

Ci si può divertire anche senza alcool. Ma perché correre il rischio? (Roy Hodgson)

Auspico una guida che non metta i vini DRC al vertice. Sarà la migliore. (Edoardo Francvino)
Stefano-zaccarini
Messaggi: 6061
Iscritto il: 14 feb 2009 14:52
Località: Cesena

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda Stefano-zaccarini » 18 dic 2012 11:20

Andyele ha scritto:Gran bella bevuta. Complimenti davvero :wink:

Ma il Pergole 90 era tappato o era solo non proprio a posto?


purtroppo il pergole 90 era molto problematico
all'apertura la parte superiore del tappo era sporca come se fosse uscito del vino...quando ho infilato l'ultima spira del cavatappi il tappo ha iniziato a girare e sono riuscito a toglierlo senza usare la leva del cavatappi...tappo totalmente imbevuto ma senza odori di tappo (tca )
il colore del liquido appena versato era un pò avanti ... Ho tirato giù il vino per sentirne l'evoluzione e dopo dieci minuti si era ammutolito ..... Quando l'ho servito era devastato da puzze varie di muffa e "chiuso"...alcuni hanno parlato di tappo ( ed effettivamente a livello olfattivo lo ticordava )ma il vino era evidentemente in difficoltà anche strutturalmente :roll:
Steve
Stefano-zaccarini
Messaggi: 6061
Iscritto il: 14 feb 2009 14:52
Località: Cesena

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda Stefano-zaccarini » 18 dic 2012 12:01

hansen ha scritto:
Stefano-zaccarini ha scritto:Ubaldo Rosi: Brut ‘06
semplice e varietale con una bolla un filo troppo grossolana ma comunque aperitivo piacevole.....nulla di più, ma non penso sia un vino da cui si debba pretendere qualcosa di diverso da quello che è


:shock: secondo me sarà una bolla di riferimento nazionale assoluto x gli anni avvenire!
io ne ho messe via un pò ed avrò modo di farvi ricredere :wink: ora é si sgarbata la bollicina ed é un po' grossolana ma vedrete negli anni ci saranno sorprese per me é una delle poche bolle italiane insieme a GF che valga la pena d'avere in cantina

Ci sto col bis :mrgreen:

Tral'altro mi é piaciuta (ho bevuto anche il bicchiere di mio babbo :mrgreen: )ma mi è sembrata lieve seppur piacevole in bocca e delicata ma anche non stratificata a livello olfattivo...
...IMHO

CIAUZ :D
Steve
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda gabriele succi » 29 dic 2012 15:05

Ieri sera...

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Ehm...Conte..attendo le foto dei 2 ultimi sciampi che mi sono scordato di fotografare...e anche quella del Barolo VR '96 di Oddero...che avrei voluto fotografare assieme al Barbaresco di Castelllo di Neive...ma erroneamente ho rimesso il Barolo Ris. di Fenocchio... :roll:
...e ovviamente grazie per la seratona!!!

EDIT
Manca anche la foto del Barolo Ciabot Manzoni '99 di Silvio Grasso...

:evil:
Ultima modifica di gabriele succi il 29 dic 2012 19:17, modificato 2 volte in totale.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Stefano-zaccarini
Messaggi: 6061
Iscritto il: 14 feb 2009 14:52
Località: Cesena

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda Stefano-zaccarini » 29 dic 2012 17:24

Gran bella serata :!: :!: :!:

per adesso un super ringraziamento al padrone di casa per la perfetta organizzazione, l'accoglienza e i fenomenali piatti e al fido aiutante raffo che tra le altre cose ci ha servito grandi affettati e il vino della serata ( non è difficile dire quale é stato :shock: )
A seguire la splendida compagnia dei beventi ..... HO PASSATO UNA BELLISSIMA SERATA


sta sera butto giù qualche nota

p.s. abbiamo sentito anche la futura stella del vino romagnolo :shock:
Steve
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda hansen » 29 dic 2012 21:36

Suvvia almeno due righe sulle bollicine potete degnarvi di metterle maialoni!!!Fallet Prevostat millesimato a penna è una curiosa bottiglia :shock: il produttore dice che non le fa :?: mentre in giro qualcosa c'è ...mistero 8)
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda gabriele succi » 29 dic 2012 23:58

hansen ha scritto:Suvvia almeno due righe sulle bollicine potete degnarvi di metterle maialoni!!!Fallet Prevostat millesimato a penna è una curiosa bottiglia :shock: il produttore dice che non le fa :?: mentre in giro qualcosa c'è ...mistero 8)

Ok, un piccolo sunto ;) :

Buono lo champagne d’entrata di Brèmont, un po’ grasso, però si fa bere bene.

Bereche è stata una sorpresa piacevolissima naso per me "verde chiaro", in bocca è una lama, molto austero. Da riprovare ancora fra qualche anno, adesso è talmente giovane che ti vien voglia di lasciarlo lì per ritestarlo…ma ad avercene, chi ha voglia di lasciar lì una cosa del genere? :)

Chètillons 2002 e 2000 sono buoni entrambi, a me è piaciuto più il primo: molto affilato con una ottima progressione, finale lunghissimo e quasi salato.
Il secondo, è più ricco, forse con una nota glicerica maggiormente in evidenza e con un’acidità per me inferiore (almeno, meno avvertibile); c’è da dire che migliora nel bicchiere…però il 2002 è per me di un altro livello

Fallet-Prevostat 1981 parte chiuso poi si apre con note di citronella, in bocca forse è un po' stanco per lo meno al confronto con i precedenti; piaciuto un po’ meno, ma comunque un vino assolutamente vivo.

Salon ’97 al naso è un Borgogna bianco.
In bocca subito un po’ compresso (pensavo ad un dosaggio eccessivo); poi si apre e cambia in continuazione ad una velocità esorbitante. Rimane alla fine una nota ferrosa unica con un frutto giallo che non riesco a paragonarlo ad altri Champagne da me bevuti (pochi in confronto a voi, a dire il vero). Finale eterno.

Collina Rionda 93 Giacosa: tappato :twisted: :twisted: :twisted:

Rinaldi ’05 irriconoscibile alla cieca per via della non volatile; tipicissimo sia al naso che in bocca con note balsamiche e tannini meno sopra le righe delle solite edizioni Rinaldiane.
Un’edizione diversa, quindi, ma mi è piaciuto.

Vigna Elena ’04 Cogno: parte chiusissimo al naso con note olivose che però spariscono passando ad un frutto molto chiaro e netto, giovane.
In bocca mi piace molto, tannini a go-go che però sono ben calibrati dalla componente acida e ottimo finale. Molto tipico anche questo; forse aperto un po’ troppo giovane.

Ciabot Manzoni ‘99 Silvio Grasso: moderno, frutto appena scuro, Barolo per me fatto bene, il legno è appena avvertibile al naso; non in bocca, infatti il varietale emerge e bene.
Bocca dunque molto fresca; finale non eccessivamente lungo ma a me è piaciuto.

VR ’96 Oddero: bottiglia non fra le migliori al naso, dove si avvertono note di carne frollata ed ematiche quasi più da Sangiovese che da Nebbiolo; la bocca è piena, mi piace la componente tannica, come al solito imponente su questo vino. Finale di notevole freschezza con i tannini che chiudono magistralmente

Dardi le Rose 1995 un po’ avanti; note un po’ cartonate, la bocca è più viva però non esce al meglio. Forse da aprire un paio di anni fa.

Roagna VR parte ridotto come consuetudine, si apre e poi si richiude a riccio.
La bocca è molto strutturata con i tannini ancora un po’ ruvidi che la fanno da padrone. Gran finale.
Da lasciare lì per i perfezionisti, per me si può bere anche adesso. Piaciuto molto.

Castello di Neive Santo Stefano ris. ’04: grandissimo vino, per me la medaglia d’oro fra i rossi della serata: naso chiarissimo, scorza d’arancia evidentissima; bocca pressoché impeccabile, articolata con tannini di una finezza unica pur nella loro ingente quantità.
Adesso un bel 94 non glielo toglie nessuno.

Bussia ’06 ris. Fenocchio è IMHO un ottimo Barolo, ad un prezzo che è commovente che me lo fa piacere ancora di più. Classicissimo, giovane ma che si fa bere adesso molto volentieri tant’è che me ne compro una bella scorta :)

La Castellina Sassella ’07: paga lo scotto di essere stato aperto per ultimo. Dopo il Barbaresco di CdN e i tannini schiacciasassi dei VR di Roagna e Oddero e del Vigna Elena di Cogno sembra più piccolo; bisognava metterlo vicino al 2005 di Rinaldi all’inizio delle batterie e il risultato sarebbe stato diverso. E poi, forse, eravamo anche meno concentrati.
Da riprovare assolutamente però.
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda hansen » 13 gen 2013 22:33

Conte aggiorna il titolo..il gazzettino Di Romagna è diventato biodinamico :D
gran bella giornata in Kingo House!! line up talebanissima
domani posto le foto!
ma quante boccie abbiamo aperto? Ho perso il conto :?
Grandi bolle: Henry Coutier 2002 Henry terzo
poi superba il Fleur de Passion di Diebolt Vallois 2005 su tutti!!
sfida tra titani bianchi:
tra Casa Caternina L'Estro 06 (uno tra i più grandi Bianchi Bio italici in circolazione ..1.000 bott.prodotte) e il Poully fuissè 01 clos de Monsiuer Noly vecchie vigne del domaine Vallette
..segue con tanto altro!!
Avatar utente
gabriele succi
Messaggi: 1903
Iscritto il: 04 apr 2009 15:13
Località: Chateau de Bologne

Re: Gazzettino di Romagna - .....il Sangiove é Romagna!

Messaggioda gabriele succi » 13 gen 2013 22:38

Tra i rossi il # 1 di oggi è il Taurasi '08 di Tecce!

De Castoris, dove sei?
Anche un orologio rotto, due volte al giorno segna l'ora precisa (Anonimo)
Adosss, se gli chiedi il prestige, ti sbatte fuori (pippuz)
Uno vorrebbe anche discutere seriamente, ma come si fa? (il comandante)
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - la svolta biodinamica.....

Messaggioda hansen » 14 gen 2013 12:37

Immagine

grande bollicina questa
Immagine
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - la svolta biodinamica.....

Messaggioda hansen » 14 gen 2013 12:39

batteria bianca

Immagine

Immagine
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - la svolta biodinamica.....

Messaggioda hansen » 14 gen 2013 12:42

batteria di rossi
Immagine

Immagine
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - la svolta biodinamica.....

Messaggioda hansen » 14 gen 2013 12:46

dolcezze Germania/Italia
Immagine

Immagine
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - la svolta biodinamica.....

Messaggioda hansen » 14 gen 2013 12:53

luppoli finali

Immagine
Avatar utente
hansen
Messaggi: 1461
Iscritto il: 06 giu 2007 12:53

Re: Gazzettino di Romagna - la svolta biodinamica.....

Messaggioda hansen » 14 gen 2013 12:56

panoramica
Immagine

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AmoSlade, Max1991, piergi, Seaworth, vinogodi e 15 ospiti