Gazzettino di Romagna - Succi's....

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda mbrown » 06 nov 2009 23:03

MCSE ha scritto:
mbrown ha scritto:
Palma ha scritto:Ah dimenticavo, sempre per DeMagistris: altro che usarlo per venire a sfasciarmi la cantina, io l'Es è un vino che ambisco a bere quanto prima :D Sono sempre affascinato dai vini che suscitano pareri tanto discordanti.

Non bere lo 04, che è quello famoso da 18,5%... Piuttosto prova lo 06 o lo 07, che sono molto più equilibrati.
Se avete lo sfizio di provarlo, battete un colpo che in cantina è presente... Al massimo ci si mette di fianco una qualche birretta interessante.. :wink:


18.5???? Ma a 17% piu o meno non si blocca la fermentazione dei lieviti ?? :shock:

NOn è una polemica Max è solo che vorrei capire meglio.... anche con criomacerazioni e tutte le più nuove tecnologie mi sembra davvero tanto, "fuori limite" di legge :roll:

Ciao


La prima annata era a 18,5%. Non conosco il discorso lieviti etc, ma ti posso assicurare che la "cantina" dei Fino è tutt'altro che piena di diavolerie tecnologiche. Probabilmente dipende molto dal tipo di lievito che si utilizza, mi sembra tra l'altro che non sia l'unico primitivo che ha raggiunto queste gradazioni (il trentatre mi pare che le abbia praticamente sempre).
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20861
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda vignadelmar » 07 nov 2009 12:50

mbrown ha scritto:
MCSE ha scritto:
mbrown ha scritto:
Palma ha scritto:Ah dimenticavo, sempre per DeMagistris: altro che usarlo per venire a sfasciarmi la cantina, io l'Es è un vino che ambisco a bere quanto prima :D Sono sempre affascinato dai vini che suscitano pareri tanto discordanti.

Non bere lo 04, che è quello famoso da 18,5%... Piuttosto prova lo 06 o lo 07, che sono molto più equilibrati.
Se avete lo sfizio di provarlo, battete un colpo che in cantina è presente... Al massimo ci si mette di fianco una qualche birretta interessante.. :wink:


18.5???? Ma a 17% piu o meno non si blocca la fermentazione dei lieviti ?? :shock:

NOn è una polemica Max è solo che vorrei capire meglio.... anche con criomacerazioni e tutte le più nuove tecnologie mi sembra davvero tanto, "fuori limite" di legge :roll:

Ciao


La prima annata era a 18,5%. Non conosco il discorso lieviti etc, ma ti posso assicurare che la "cantina" dei Fino è tutt'altro che piena di diavolerie tecnologiche. Probabilmente dipende molto dal tipo di lievito che si utilizza, mi sembra tra l'altro che non sia l'unico primitivo che ha raggiunto queste gradazioni (il trentatre mi pare che le abbia praticamente sempre).


Fino mi spiegava appunto che è per questa ragione che lui utilizza da sempre lieviti selezionati. Selezionati appunto per lavorare fino a gradazioni più elevate e svolgere dunque tutti gli zuccheri presenti. Rimane così un vino molto alcolico e contemporaneamente molto secco.
Attualmente in Puglia comunque ci sono altri produttori che immettono in commercio primitivi, segnatamente della DOC Gioia del Colle con gradazioni fino a 18 °

Comunque l'Es 2008 e Jo 2008 torneranno ad avere gradazioni attorno ai 18, fedeli specchi dell'annata, e non quei vini del 2006 e 2007 mollaccioni e scarichi che per due anni ci ha propinato !!! :P :P :P :P :P
Io li ho bevuti, sicuri che non volete sapere come sono ???

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5624
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda meursault » 08 nov 2009 01:46

vignadelmar ha scritto:Comunque l'Es 2008 e Jo 2008 torneranno ad avere gradazioni attorno ai 18...........


Meno male, stavo iniziando a pensare che potessero inizare ad essere (2006 e 2007) effettivamente vini potabili, pericolo scampato....... :D :D :D :D :D :D
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5624
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda meursault » 09 gen 2010 02:37

Risolleviamo l'onore dal Gazzettino.
Qualche bottiglia bevuta stasera, in quel di Solarolo.

Meursault Blagny 2006 - Matrot (delusione)
Chablis Montmains 200? - Droin (buonino)
Ribolla 1991 - Gravner (gran naso, giovane)

Monprivato 1998 - M.Mascarello (buono)
Barolo Bussia Dardi le Rose 1996 - Pod Colla (buono+, si distende un po alla volta, che bocca!)

Barolo ris Bussia 1982 - Prunotto (delusione...scollinato)
Sangiovese Ronco del casone 1982 - Castelluccio (chiamate i NAS)
Rubesco ris 1982 Vigna Monticchio - Lungarotti (buono, giovane)
Rosso del Conte 1988 - Tasca d'Almerita (buonissimo, managgia, ma come li facevano sti cavolo di vini, oggi che razza di roba combinano?)
Percarlo 1991 - San Giusto a Rentennano (buono+, decisamente giovanissimo)

Leoville Las Cases 1989 (Chiamate i NAS, palese contraffazione)
Sassicaia 1988 - San Guido (questo è molto buono, mica pippe)
San Leonardo 1988 (verdino ma discreto, il confronto però non lascia dubbi, da altri è stato apprezzato)

Barolo ris 1947 - Borgogno (Un vino di 62 anni, appena arrivato da Lecco preso su ebay? Pronto per il Brasato? Mi sa proprio di no.....meglio berlo... :shock: :shock: :shock: :shock: )

Mi sono dimenticato sicuramente qualcosa, di certo lo Champagne iniziale, piuttosto buono.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda Palma » 09 gen 2010 20:37

Champagne extra brut - Prevost: se ricordo bene un pinot Meunier in purezza , per uno champagne davvero molto interessante, che può essere utilizzato con uguale fortuna sia per aperitivo che per abbinarlo a diversi piatti non troppo impegnativi. 86/100
Meursault Blagny 2006 - Matrot: piaciuto quasi niente, davvero molto pesante al naso, legno troppo evidente in bocca, poco altro. 73/100
Chablis Montmains 2006 - Droin: decisamente meglio del Meursault (e ciò non capita spesso), più tirato, ma anche troppo scheletrico in bocca, si lascia bere abbastanza bene, ma non entusiasma 82/100
Ribolla 1991 - Gravner: naso bellissimo che varrebbe 93 o 94 punti, purtroppo la bocca è davvero troppo vuota. Vino ancora giovanissimo già dal colore. Difficile dare un punteggio visto la grande differenza naso-bocca, facciamo 87/100.

Monprivato 1998 - M.Mascarello. si conferma un dei migliori Barolo di quest'annata. Un Monprivato molto classico e riconoscibile, infatti anche il Conte lo azzecca subito, sembra quasi avere qualche annetto in meno. 90/100
Barolo Bussia Dardi le Rose 1996 - Pod Colla: bello, anche se in altre occasioni mi era piaciuto di più, inizialmente parte un tantino troppo cupo al naso, poi però si distende bene ed anche in risulta assolutamente appagante. 88/100

Barolo ris Bussia 1982 - Prunotto: peccato, bottiglia non in forma.
Sangiovese Ronco del casone 1982 - Castelluccio: che vino ci fosse dentro non lo so, certo che era stato imbottigliato da molto poco e non nell'82. Divertente pensare a chi con tanta cura decapsula, stappa, svuota, ririempe, ritappa, ricapsula una bottiglia che poi viene venduta a 5€. A volte mi chiedo cosa ci sia nella testa della gente.
Rubesco ris 1982 Vigna Monticchio - Lungarotti. si conferma un gran bel vino, che tra l'altro alla cieca spiazza tutti. Il Sangiovese si avverte, ma giustamente risulta di difficile collocazione, davvero giovanissimo. 90/100
Rosso del Conte 1988 - Tasca d'Almerita: altra gran bella sorpresa. Un minimo di calore è avvertibile, ma il vino ha una complessità ed una bevibilità veramente impressionante. 89/100
Percarlo 1991 - San Giusto a Rentennano: ma che buono, un altro Sangiovese con le palle. Giovanissimo, dimostra tranquillamente 10 anni in meno, ma è il perfetto equilibrio naso-bocca a farlo davvero apprezzare. Dopo e dopo l'85 sono proprio curioso di seguire l'evoluzione delle ultime annate. 91/100

Leoville Las Cases 1989: altra bottiglia chiaramente contraffatta
Sassicaia 1988 - San Guido: si conferma un grandissimo vino, certamente uno dei migliori (potrebbe pure essere il migliore) bordolesi mai fatti in Italia. raffinato ed elegante, con una struttura non indifferente e praticamente senza alcuna sbavatura. Bocca goduriosa. 94/100
San Leonardo 1988: troppo sbilanciato sul vegetale, non è certo una disgrazia, ma soffre terribilmente il confronto. 85/100

Barolo ris 1947 - Borgogno: colore molto chiaro, ma ancora brillante, naso inizialmente ridotto, ma senza segni di evidente ossidazione, col tempo migliora e si raffina parecchio, diventando floreale, con la liquirizia presente solo in sottofondo. A impressionare è soprattutto la bocca di una freschezza impensabile per un vino di più di 60 anni. Una qualunque valutazione numerica non può rendere merito ad un vino del genere.

Nel complesso, nonostante i tarocchi, una gran bella serata, dove tra l'altro sono uscite bottiglie decisamente fuori dal coro, per nulla banali, mai scontate e soprattutto parecchio buone.
ex Victor
Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda Palma » 09 gen 2010 20:51

Io e Joe avevamo pure deciso di fare colazione con un Cascina Francia 1999, ma poi purtroppo la notte ed il mal di testa causa rum finale, ha portato consiglio.
Peccato sarà per un'altra volta.
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5624
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda meursault » 09 gen 2010 21:00

Palma ha scritto:Nel complesso, nonostante i tarocchi, una gran bella serata, dove tra l'altro sono uscite bottiglie decisamente fuori dal coro, per nulla banali, mai scontate e soprattutto parecchio buone.


Concordo, un ringraziamento dovuto a tutti quanti.

Volevo fare qualche considerazione a margine.
Un 90-91/100 lo appioppo volentieri al rosso del Conte, e devo dire che oggi il ricordo di quel Borgogno 1947 è piuttosto emozionante.
Non posso dire la stessa del Sassicaia.
Vino sicuramente perfetto e buonissimo, di un equilibrio e di un'eleganza mirabile, ma a mio avviso non così emozionante come mi sarei aspettato.
E' sicuramente un mio limite, ma, pur comprendendo la perfetta fusione delle componenti, non è un vino che a me ha fatto scoccare la scintilla......e oggi, a mente fredda, non credo che arriverei a 93 punti.
Penso di avere avuto la conferma che Sassicaia "non è il mio vino".........
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20861
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda vignadelmar » 09 gen 2010 21:11

meursault ha scritto: Penso di avere avuto la conferma che Sassicaia "non è il mio vino".........


A Bolgheri son previsti suicidi di massa....poveri cipressi, saran tutti piegati sotto il peso degli innumerevoli impiccati !!!

:P :P :P

Immagine


.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
Avatar utente
boston
Messaggi: 2344
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda boston » 10 gen 2010 13:28

A parte il fragolino in purezza che ha sbaragliato tutti gli atri concorrenti :), a me invece (praticamente novizio di questa bottiglia) il Sassiciaia 88 ha emozionato (95/100).
Molto buono pure Colla (90/100) che ho preferito al Monprivato (89/100) per un naso più sfacettato.
Bella gara tra un giovanissimo Vigna Monticchio 82 (90/100), che ci accompagnerà quanto meno per altri 10 anni, Rosso del Conte 88 (90/100) e Percarlo 91 (88/100).
Tra i bianchi bella prova della Ribolla 91 di Gravner (88/100), peccato per una bocca un pò troppo scarna (ma forse è la Ribolla che non ci arriva).

Barolo Borgogno ris. 1947......emozione
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Gazzettino di Romagna

Messaggioda Palma » 10 gen 2010 19:36

Ketto ha scritto:
BLACK DOG ha scritto:
meursault ha scritto:
boston ha scritto:Barolo ris. Rocchette 1989 Accomasso :) :) :) :)


Aggingi una faccina, o quantomeno un +........per il cavaliere, mi sembra dovuto, visto che non ha per niente sfigurato vicino ad uno dei più grandi Nebbiolo dell'anno di grazia 1989 (immenso S.S. checchè se ne dica).....e vicino a Monfortino 87........giù il cappello, anzi, probabilmente era meglio di Monfortino.


Il Rocchette Ris.'89 è veramente molto buono. Peccato per l' incostanza quasi fisiologica tra annata ed annata per questo produttore.
Quando becchi la bottiglia giusta è sempre veramente eccellente.

una domanda.. poichè possiedo parecchie bottiglie di questo giovane ( :D ) produttore.. e sento parlare ogni tanta di incostanza quasi fisiologica tra le varie annate, vi chiedo.
quali annate dall'89 ad oggi trovate scarse?
intendo dire, non una bottiglia sottoperformante.. che può capitare anche a produttori meno giovani e più esperti..
intendo se mi potete segnalare quali sono le annate "minori".. quelle in cui la maggior parte degli assaggi sono stati deludenti.


E' un produttore del quale ho bevuto alcune bottiglie anche molto buone, come questo '89 ed un Rocche '90, ultimamente grandi salti non mi li ha mai fatti fare. Nel 2001 i vini sono discreti, ma certo non puliti, soprattutto la volatile è perfettamente avvertibile, certo che poi costano il giusto e qualcosa la si prende sempre, anche perché le visita è entusiasmante. Il '97 riserva, del quale ho già sentito 4 o 5 bottiglie, è praticamente imbevibile, l'emblema stesso della volatile. Ho però l'impressione che, siccome lui imbottiglia singole damigiane anche in tempi diversi, ci potrebbero pure essere bottiglie migliori.
Molto buono ho invece trovato il nebbiolo 2004, non ho però ancora avuto modo di bere i Barolo di quell'annata, hai assaggi in materia?
ex Victor

Extreme fighet du chateau
solarolo
Messaggi: 806
Iscritto il: 06 giu 2007 11:56
Località: Faenza

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda solarolo » 11 gen 2010 13:23

qualche foto:

Immagine

Immagine

Immagine


la bottiglia senza etichetta è Percarlo 1991
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda Palma » 11 gen 2010 18:22

Nel caso facci sapere i commenti sul tuo 1997 riserva, una penso di averla ancora anch'io.
Bene per il 2004, allora lo segno tra quelli da provare.
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5624
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda meursault » 13 feb 2010 13:22

Ritorno in grande stile della cellula romagnola, bellissima serata quella di ieri.
Per la compagnia e per qualch bottiglie discreta.

Clos St. Jacques 2006 - Fourrier : Pinot nero come lo vorresti sempre, elegantissimo e dal naso in continuo divenire. 93+/100
Volnay Champans 2006 - J.Voillot : bel vino che paga forse un pochino il confronto col compagno di batteria, bellissima bocca comunque che induce alla beva compulsiva. 90/100

Pergole Torte 2001 - Montevertine : Il solito grandissimo Sangiovese, parte non nitidissimo al naso ma si distende bene su note terrose e fruttate, la bocca è una esplosione di frutto carnoso lunghissimo e rinfrescante. 93/100
Brunello di Montalcino 2001 - Mastrojanni : Parte non benissimo al naso ma intraprende una progressione entusiasmante, i profumi sono quasi baroleschi di rosa e violetta, in bocca è snello ed agile, niente a che vedere con il Pergole quanto a persistenza, ma un gran bel vino, compagno fedele del cibo. 90+/100
Brunello di Montalcino 2001 - Gorelli : Ci tenevo a far sentire ai ragazzi il Brunello di questo bravissimo produttore. All'inizio parte con un naso molto ficcante, quasi pungente, di erbe di montagna (lardo d'Arnad) che poi si dispiegano in veri e propri toni bianchi di frutta ed erbette. In bocca non è un mostro ma ha una grande acidità ed equilibrio, forse uno dei vini dalla più pericolosa bevibilità della serata. 92/100

Barolo Santo Stefano 1999 - Manzone : Vino pratamente inesistente e non più prodotto, preso in cantina e mai sentito prima. Parte molto bene su note di carne cruda ma dopo qualcheminuto esce una puzzetta poco piacevole che indica, secondo noi, una non pefetta pulizia. In bocca è agile a giustamente tannico. 83/100
Barolo Cannubi 1999 - Brezza : Delusionissima della serata, naso veramente poco piacevole di frutta schiacciata, senza capo nè coda, in bocca è scomposto e leggermente amaro. sv
Barbaresco Crichet Pajè 1999 - Roagna : E' un vino molto "cerebrale", ancora chiusissimo nonostante l'apertura molto anticipata, filtrano dal bicchiere profumi di prugna e ricordi di dattero, la bocca è molto fresca e dal solito tannino roagnesco. Un bel vino, dal quale mi aspettavo comunque di più e non così lontano dal 1998, anzi, forse in questa occasione inferiore. 92/100

Amarone riserva 1985 - Quintarelli : Bottiglia credo piuttosto mitologica (grazie ancora a Boston) che sono in difficoltà a giudicare. Il naso, come rilevato da tutti al tavolo, non è particolarmente mobile nè complesso, direi piuttosto deludente. Ha uno spunto di volatile abbastanza percepibile e si presenta con profumi di ciliege sotto spirito.
In bocca a mio avviso è grandioso, come dice Solarolo la dolcezza c'è ma è in perfetto equlibrio con una massa imponente ma tutto sommato elegante, che lascia una scia fruttato-sapida lunghissima.....
Un vino bifronte, che si meriterebbe un voto modesto per la parte aromatica, e un vito molto alto per la dinamica gustativa.

Ieri sera nella classifica a fine serata ho incomprensibilmente omesso il chiuso di santo Giacomo (ma avevo le mie attenuanti), questa mattina però quel naso è ancora ficcato nelle mie narici, un motivo ci sarà.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5624
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda meursault » 13 feb 2010 13:48

Ho visto che anche in Veneto si è bevuto CSJ 2006 di Fourrier, la nostra bottiglia non era chiusa per niente, era invece molto espressiva e dal naso stupendamente aperto.
Se i 2006 stiano andando in chiusura o meno non lo so, credo che ogni bottiglia faccia storia a sè in questa fase, probabilmente per individuare una tendenza generale bisognerà stappare ancora qualcosa nei prossimi mesi, magari dopo la primavera.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
vinogodi
Messaggi: 30170
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda vinogodi » 13 feb 2010 15:09

meursault ha scritto:Ho visto che anche in Veneto si è bevuto CSJ 2006 di Fourrier, la nostra bottiglia non era chiusa per niente, era invece molto espressiva e dal naso stupendamente aperto.
Se i 2006 stiano andando in chiusura o meno non lo so, credo che ogni bottiglia faccia storia a sè in questa fase, probabilmente per individuare una tendenza generale bisognerà stappare ancora qualcosa nei prossimi mesi, magari dopo la primavera.
... no , non stanno andando in chiusura . Bevuto negli ultimi tre mesi ( non anni) almeno una quindicina di 2006 ( fra i quali Bonnes Mares di Roumier e Bart ; Griottes e tre volte il VV di Fourrier ; Latricieres , Le Chambertin e Chapelle di Rossignol Trapet , Latricieres di Trapet , un'altra decina di villages e Rouchottes e Charmes di Rousseau) ed erano assolutamente espressi e di una godibilità straordinaria ... Può darsi che alcune bocce , magari un pò scosse da trasporti molto recenti , possono risultare un pò sottoperformanti per ragioni di esigenza di restabilizzazione da squotimento , ma è una mia ipotesi ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 30170
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda vinogodi » 13 feb 2010 17:25

Ketto ha scritto:
vinogodi ha scritto:
meursault ha scritto:Ho visto che anche in Veneto si è bevuto CSJ 2006 di Fourrier, la nostra bottiglia non era chiusa per niente, era invece molto espressiva e dal naso stupendamente aperto.
Se i 2006 stiano andando in chiusura o meno non lo so, credo che ogni bottiglia faccia storia a sè in questa fase, probabilmente per individuare una tendenza generale bisognerà stappare ancora qualcosa nei prossimi mesi, magari dopo la primavera.
... no , non stanno andando in chiusura . Bevuto negli ultimi tre mesi ( non anni) almeno una quindicina di 2006 ( fra i quali Bonnes Mares di Roumier e Bart ; Griottes e tre volte il VV di Fourrier ; Latricieres , Le Chambertin e Chapelle di Rossignol Trapet , Latricieres di Trapet , un'altra decina di villages e Rouchottes e Charmes di Rousseau) ed erano assolutamente espressi e di una godibilità straordinaria ... Può darsi che alcune bocce , magari un pò scosse da trasporti molto recenti , possono risultare un pò sottoperformanti per ragioni di esigenza di restabilizzazione da squotimento , ma è una mia ipotesi ...

mamma la squola :D
... chevvuoi , dovresti saperlo che al CEPU più di tanto non insegnano , l'itagliano ...
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
giateno
Messaggi: 628
Iscritto il: 23 ott 2007 13:22

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda giateno » 13 feb 2010 19:04

meursault ha scritto:Amarone riserva 1985 - Quintarelli : Bottiglia credo piuttosto mitologica (grazie ancora a Boston) che sono in difficoltà a giudicare. Il naso, come rilevato da tutti al tavolo, non è particolarmente mobile nè complesso, direi piuttosto deludente. Ha uno spunto di volatile abbastanza percepibile e si presenta con profumi di ciliege sotto spirito.
In bocca a mio avviso è grandioso, come dice Solarolo la dolcezza c'è ma è in perfetto equlibrio con una massa imponente ma tutto sommato elegante, che lascia una scia fruttato-sapida lunghissima.....
Un vino bifronte, che si meriterebbe un voto modesto per la parte aromatica, e un vito molto alto per la dinamica gustativa.


Quanto tempo prima della bevuta lo avete aperto?
Grazie
davidef
Messaggi: 7792
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda davidef » 13 feb 2010 20:46

giateno ha scritto:
meursault ha scritto:Amarone riserva 1985 - Quintarelli : Bottiglia credo piuttosto mitologica (grazie ancora a Boston) che sono in difficoltà a giudicare. Il naso, come rilevato da tutti al tavolo, non è particolarmente mobile nè complesso, direi piuttosto deludente. Ha uno spunto di volatile abbastanza percepibile e si presenta con profumi di ciliege sotto spirito.
In bocca a mio avviso è grandioso, come dice Solarolo la dolcezza c'è ma è in perfetto equlibrio con una massa imponente ma tutto sommato elegante, che lascia una scia fruttato-sapida lunghissima.....
Un vino bifronte, che si meriterebbe un voto modesto per la parte aromatica, e un vito molto alto per la dinamica gustativa.


Quanto tempo prima della bevuta lo avete aperto?
Grazie



stavo per fare la stessa domanda, quel naso così penalizzato mi fa pensare...

comunque la 1985 è forse la Riserva con più residuo zuccherinoche abbia sentito, diciamo pure che sfiora l'abboccato senza troppe remore, nonostante questo riesce però a stare in equilibrio in modo magico; se riesco a recuperare le note della verticale delle riserve '79-'90 la riposto e poi ci ragioniamo
Avatar utente
meursault
Messaggi: 5624
Iscritto il: 06 giu 2007 11:55

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda meursault » 14 feb 2010 16:20

davidef ha scritto:
giateno ha scritto:
meursault ha scritto:Amarone riserva 1985 - Quintarelli : Bottiglia credo piuttosto mitologica (grazie ancora a Boston) che sono in difficoltà a giudicare. Il naso, come rilevato da tutti al tavolo, non è particolarmente mobile nè complesso, direi piuttosto deludente. Ha uno spunto di volatile abbastanza percepibile e si presenta con profumi di ciliege sotto spirito.
In bocca a mio avviso è grandioso, come dice Solarolo la dolcezza c'è ma è in perfetto equlibrio con una massa imponente ma tutto sommato elegante, che lascia una scia fruttato-sapida lunghissima.....
Un vino bifronte, che si meriterebbe un voto modesto per la parte aromatica, e un vito molto alto per la dinamica gustativa.


Quanto tempo prima della bevuta lo avete aperto?
Grazie



stavo per fare la stessa domanda, quel naso così penalizzato mi fa pensare...

comunque la 1985 è forse la Riserva con più residuo zuccherinoche abbia sentito, diciamo pure che sfiora l'abboccato senza troppe remore, nonostante questo riesce però a stare in equilibrio in modo magico; se riesco a recuperare le note della verticale delle riserve '79-'90 la riposto e poi ci ragioniamo


L'abbiamo aperto un paio di ore prima di berlo.
...non può superare un certo delta, altrimenti, scusassero, uno dei due non ci ha capito un cazzo di quel vino(vinogodi)
La valutazione è oggettiva a meno di un delta (limitato, diciamo circa 5 punti) dovuto alla inevitabile componente soggettiva(fufluns)
davidef
Messaggi: 7792
Iscritto il: 06 giu 2007 17:23
Località: Vicenza

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda davidef » 14 feb 2010 17:26

meursault ha scritto:
davidef ha scritto:
giateno ha scritto:
Quanto tempo prima della bevuta lo avete aperto?
Grazie



stavo per fare la stessa domanda, quel naso così penalizzato mi fa pensare...

comunque la 1985 è forse la Riserva con più residuo zuccherinoche abbia sentito, diciamo pure che sfiora l'abboccato senza troppe remore, nonostante questo riesce però a stare in equilibrio in modo magico; se riesco a recuperare le note della verticale delle riserve '79-'90 la riposto e poi ci ragioniamo


L'abbiamo aperto un paio di ore prima di berlo.



Sbagliato tutto ragazzi...quel vino va aperto proprio tanto tempo prima, avete avanzato qualcosa da riassaggiare il giorno dopo ?
Avatar utente
birrachiara
Messaggi: 3075
Iscritto il: 30 ott 2007 13:19
Località: Roma

Re: Gazzettino di Romagna - CSJ, 20/20 e Bepi

Messaggioda birrachiara » 14 feb 2010 17:54

Amarone Bertani 1986, infatti, aperto 8-10 ore prima, ma ad intuito, non per esperienza
paolo
L'ottimismo della volontà
Il pessimismo della ragione
Volli, sempre volli, fortissimamente volli
solarolo
Messaggi: 806
Iscritto il: 06 giu 2007 11:56
Località: Faenza

Re: Gazzettino di Romagna - CSJ, 20/20 e Bepi

Messaggioda solarolo » 15 feb 2010 11:36

Ennesima bella serata:

Immagine

Immagine


Mi riconosco molto nelle note del Conte, il CSJ e Pergole proprio due grandissimi vini, per me leggera preferenza per l'italiano. Piccola deliusione per Roagna, ma solo perchè ci si aspettavano fuochi d'artificio che non sono arrivati, vino comunque grande. Quintarelli invece non è il mio vino, riconosco che possa piacere molto, ma la troppa dolcezza e la frutta cotta non me l'hanno fatto apprezzare.
Avatar utente
boston
Messaggi: 2344
Iscritto il: 06 giu 2007 13:24
Località: ROMAGNA

Re: Gazzettino di Romagna - Serata NAS

Messaggioda boston » 15 feb 2010 16:52

davidef ha scritto:
meursault ha scritto:
davidef ha scritto:
giateno ha scritto:
Quanto tempo prima della bevuta lo avete aperto?
Grazie



stavo per fare la stessa domanda, quel naso così penalizzato mi fa pensare...

comunque la 1985 è forse la Riserva con più residuo zuccherinoche abbia sentito, diciamo pure che sfiora l'abboccato senza troppe remore, nonostante questo riesce però a stare in equilibrio in modo magico; se riesco a recuperare le note della verticale delle riserve '79-'90 la riposto e poi ci ragioniamo


L'abbiamo aperto un paio di ore prima di berlo.



Sbagliato tutto ragazzi...quel vino va aperto proprio tanto tempo prima, avete avanzato qualcosa da riassaggiare il giorno dopo ?


purtroppo no, bella cappella :) ....peccato perchè la bocca era veramente grande, ben equilibrata ed interminabile
gran bel vino Le Potazzine al quale manca solo un pò di ciccia
Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell'elmetto. Tutti portavano l'insegna del supplizio nella croce della baionetta e nelle tasche il pane dell'ultima cena e nella gola il pianto dell'ultimo addio.
piergi
Messaggi: 2379
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: Gazzettino di Romagna - CSJ, 20/20 e Bepi

Messaggioda piergi » 17 feb 2010 09:14

UP
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
vinogodi
Messaggi: 30170
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Gazzettino di Romagna - CSJ, 20/20 e Bepi

Messaggioda vinogodi » 17 feb 2010 09:28

piergi ha scritto:UP
... ma cheppalle ... entri in un thread perchè speri in qualche nuovo contributo alla discussione , e vedi un argomento trito e bolso solo riportato in alto . Suvvia , è anche una perdita di tempo . Se un argomento ha interessato , riproponetelo e basta!!!
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: alexer3b, Kalosartipos, markov, supersonic76, taverneaux, Willieviago e 1 ospite