The Drunk Ducks' Nest ... fall-winter 2019-20

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 7775
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda zampaflex » 12 mar 2014 13:58

Io personalmente detesto dovere rincorrere le bevute che fanno amici, semplici conoscenti e forumisti vari in giro per il web. La massa critica (inteso in termini chimico fisici) sparisce e rimane lo spazio interstellare, cioè quasi il vuoto. La vetrina prevale sulla discussione.

Siamo purtroppo vicini all'eutanasia di questo forum che resta il migliore veicolo per discutere di vino e aggregarsi. Capisco che chi lo bazzica da lustri ne possa oramai provare stanchezza, che spero venga un giorno vicino vinta da rinnovata curiosità; e posso solo augurarmi che questa dispersione su altri networks e spazi virtuali si ridimensioni. Di riserve indiane ne abbiamo avuto abbastanza.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
alì65
Messaggi: 11779
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda alì65 » 12 mar 2014 14:05

zampaflex ha scritto:Io personalmente detesto dovere rincorrere le bevute che fanno amici, semplici conoscenti e forumisti vari in giro per il web. La massa critica (inteso in termini chimico fisici) sparisce e rimane lo spazio interstellare, cioè quasi il vuoto. La vetrina prevale sulla discussione.

Siamo purtroppo vicini all'eutanasia di questo forum che resta il migliore veicolo per discutere di vino e aggregarsi. Capisco che chi lo bazzica da lustri ne possa oramai provare stanchezza, che spero venga un giorno vicino vinta da rinnovata curiosità; e posso solo augurarmi che questa dispersione su altri networks e spazi virtuali si ridimensioni. Di riserve indiane ne abbiamo avuto abbastanza.


in parte la penso come te ma qualche giorno fa ne parlavo con un amico di appena 30 anni e ti garantisco che i numeri di questi social (quelli soliti conosciuti) sono pazzeschi, hanno una visibilità spaventosa e le nuove generazioni vivono di questo, come se avessero una vita parallela dove poter scrivere liberamente
il contro di questi è la velocità, quello che scrivi è già passato in giro di pochissimo
per pubblicizzare un'attività o solo sé stessi sono mezzi pazzeschi; c'è chi s'è fatto i milioni in pochissimi anni grazie a questi mezzi, per certi versi è il futuro, anzi, è già presente e a questo punto non immagino cosa sarà il futuro prossimo!!!
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda vinogodi » 12 mar 2014 14:48

alì65 ha scritto:
zampaflex ha scritto:Io personalmente detesto dovere rincorrere le bevute che fanno amici, semplici conoscenti e forumisti vari in giro per il web. La massa critica (inteso in termini chimico fisici) sparisce e rimane lo spazio interstellare, cioè quasi il vuoto. La vetrina prevale sulla discussione.

Siamo purtroppo vicini all'eutanasia di questo forum che resta il migliore veicolo per discutere di vino e aggregarsi. Capisco che chi lo bazzica da lustri ne possa oramai provare stanchezza, che spero venga un giorno vicino vinta da rinnovata curiosità; e posso solo augurarmi che questa dispersione su altri networks e spazi virtuali si ridimensioni. Di riserve indiane ne abbiamo avuto abbastanza.


in parte la penso come te ma qualche giorno fa ne parlavo con un amico di appena 30 anni e ti garantisco che i numeri di questi social (quelli soliti conosciuti) sono pazzeschi, hanno una visibilità spaventosa e le nuove generazioni vivono di questo, come se avessero una vita parallela dove poter scrivere liberamente
il contro di questi è la velocità, quello che scrivi è già passato in giro di pochissimo
per pubblicizzare un'attività o solo sé stessi sono mezzi pazzeschi; c'è chi s'è fatto i milioni in pochissimi anni grazie a questi mezzi, per certi versi è il futuro, anzi, è già presente e a questo punto non immagino cosa sarà il futuro prossimo!!!

... la bomba nucleare, checchè ne vogliamo pensare, è progresso. Anche se degenerata rispetto al tentativo di costituire una fonte illimitata di energia per lo sviluppo economico/sociale mondiale. IL cellulare è una delle più gradi invenzioni della storia, fin quando non diventa psicosi e patologia collettiva da ricovero coatto. Il social potrà diventare strumento indispensabile in situazioni di crisi mondiale. Oggi, usato in certo modo, lo ritengo attività da decerebrati e asociali, non l'inverso. Ma siamo al solito discorso: se miliardi di mosche apprezzano la merda e solo in pochi il paté de fois gras e il tartufo, la merda è universalmente più apprezzabile... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Wineduck » 12 mar 2014 17:52

Certo che di minkiate ne scrivete parecchie ultimamente... :mrgreen:
Ne state facendo una questione enorme: per me il tutto si riduce ad aspetti molto più pragmatici. Più tardi scriverò qualcosa e pubblicherò anche la lista della bottiglia.
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda vinogodi » 12 mar 2014 17:54

Wineduck ha scritto:Certo che di minkiate ne scrivete parecchie ultimamente... :mrgreen:
Ne state facendo una questione enorme: per me il tutto si riduce ad aspetti molto più pragmatici. Più tardi scriverò qualcosa e pubblicherò anche la lista della bottiglia.

... e làssace discutere un pò, perdiana... scriverai più avanti... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8675
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda arnaldo » 12 mar 2014 19:32

zampaflex ha scritto:
Siamo purtroppo vicini all'eutanasia di questo forum che resta il migliore veicolo per discutere di vino e aggregarsi. Capisco che chi lo bazzica da lustri ne possa oramai provare stanchezza, che spero venga un giorno vicino vinta da rinnovata curiosità; e posso solo augurarmi che questa dispersione su altri networks e spazi virtuali si ridimensioni. Di riserve indiane ne abbiamo avuto abbastanza.


Hai centrato l'argomento. E aggiungo un altro particolare non del tutto trascurabile visto anche il periodo: La mancanza di tempo.
Molto piu' facile e veloce scattare foto e caricarle al volo su ISTAGRAM o WHAT'sUP, commenti piu' stringati ma sopratutto la foto....e il gioco e' fatto. Lo fai in pochi attimi,mentre sul forum devi fare tutta una serie di meccanismi (se carichi pure le foto) unite alla voglia di star li' a scrivere note,commenti,ect ect. Diventa quasi stanchezza, e quando dici appunto stanchezza ed autanasia di questo forum dici cose giuste. Se facciamo la lista dei forumisti che negli ultimi anni sono TOTALMENTE SPARITI ci vengono i brividi (ma occhio....non è che codesti Signori non bevono piu'....anzi......)...solo che subentra una certa "stanchezza" ripetizione,che pian pianino diventa noia. E allora perdi anche la voglia di condividere note,commenti e opinioni.
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Wineduck » 12 mar 2014 20:56

Tutti annata 1985 tranne dove indicato diversamente:

1a batteria: Granbussia, Cetinaia San Polo in Rosso 82, Rocche Costamagna Rocche di La Morra, Lopez de Heredia Vina Bosconia 87
2a batteria: Ciabot Mentin Ginestra, Vigna San Giuseppe Riserva Cavallotto, Riserva Borgogno, Bartolo Mascarello
3a batteria tutti 1998: Rinaldi Brunate Le Coste, L. Pira Vigna Rionda, Bartolo, Cannubi Boschis Sandrone con TCA compreso nel prezzo...

Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
Avatar utente
agamennone
Messaggi: 305
Iscritto il: 06 mar 2014 17:32

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda agamennone » 12 mar 2014 21:43

Wineduck ha scritto:Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.


Davvero vi piace così tanto il Ciabot?
Io lo dico sempre: di vino non ci capisco una cippa lippa!
"Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l'intelligenza che c'è in questa stupidità." (F.Pessoa)
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Wineduck » 12 mar 2014 21:55

agamennone ha scritto:
Wineduck ha scritto:Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.


Davvero vi piace così tanto il Ciabot?
Io lo dico sempre: di vino non ci capisco una cippa lippa!


Ma lo hai bevuto l'85? Oppure hai bevuto solo quelli dal 95 in poi?
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
Avatar utente
agamennone
Messaggi: 305
Iscritto il: 06 mar 2014 17:32

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda agamennone » 12 mar 2014 22:21

Stavamo parlando del 1985 se non erro.
"Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l'intelligenza che c'è in questa stupidità." (F.Pessoa)
Avatar utente
mattiave
Messaggi: 1067
Iscritto il: 25 set 2011 12:41

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda mattiave » 13 mar 2014 02:47

arnaldo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Siamo purtroppo vicini all'eutanasia di questo forum che resta il migliore veicolo per discutere di vino e aggregarsi. Capisco che chi lo bazzica da lustri ne possa oramai provare stanchezza, che spero venga un giorno vicino vinta da rinnovata curiosità; e posso solo augurarmi che questa dispersione su altri networks e spazi virtuali si ridimensioni. Di riserve indiane ne abbiamo avuto abbastanza.


Hai centrato l'argomento. E aggiungo un altro particolare non del tutto trascurabile visto anche il periodo: La mancanza di tempo.
Molto piu' facile e veloce scattare foto e caricarle al volo su ISTAGRAM o WHAT'sUP, commenti piu' stringati ma sopratutto la foto....e il gioco e' fatto. Lo fai in pochi attimi,mentre sul forum devi fare tutta una serie di meccanismi (se carichi pure le foto) unite alla voglia di star li' a scrivere note,commenti,ect ect. Diventa quasi stanchezza, e quando dici appunto stanchezza ed autanasia di questo forum dici cose giuste. Se facciamo la lista dei forumisti che negli ultimi anni sono TOTALMENTE SPARITI ci vengono i brividi (ma occhio....non è che codesti Signori non bevono piu'....anzi......)...solo che subentra una certa "stanchezza" ripetizione,che pian pianino diventa noia. E allora perdi anche la voglia di condividere note,commenti e opinioni.


Nessuno sano di mente può pensare che il forum sia lo strumento del futuro per la condivisione, in particolare questa tipologia di forum, vecchia di 20 anni.
O ci si rinnova con gli strumenti nuovi o si assisterà al declino....
Nb: non sto parlando di whatsapp o Facebook ma di piattaforme Simili ai forum che siano valide e moderne....

Ps: non credo alla mancanza di tempo.... La trovo solo una scusa piuttosto banale...
alì65
Messaggi: 11779
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda alì65 » 13 mar 2014 07:38

mattiave ha scritto:
arnaldo ha scritto:
zampaflex ha scritto:
Siamo purtroppo vicini all'eutanasia di questo forum che resta il migliore veicolo per discutere di vino e aggregarsi. Capisco che chi lo bazzica da lustri ne possa oramai provare stanchezza, che spero venga un giorno vicino vinta da rinnovata curiosità; e posso solo augurarmi che questa dispersione su altri networks e spazi virtuali si ridimensioni. Di riserve indiane ne abbiamo avuto abbastanza.


Hai centrato l'argomento. E aggiungo un altro particolare non del tutto trascurabile visto anche il periodo: La mancanza di tempo.
Molto piu' facile e veloce scattare foto e caricarle al volo su ISTAGRAM o WHAT'sUP, commenti piu' stringati ma sopratutto la foto....e il gioco e' fatto. Lo fai in pochi attimi,mentre sul forum devi fare tutta una serie di meccanismi (se carichi pure le foto) unite alla voglia di star li' a scrivere note,commenti,ect ect. Diventa quasi stanchezza, e quando dici appunto stanchezza ed autanasia di questo forum dici cose giuste. Se facciamo la lista dei forumisti che negli ultimi anni sono TOTALMENTE SPARITI ci vengono i brividi (ma occhio....non è che codesti Signori non bevono piu'....anzi......)...solo che subentra una certa "stanchezza" ripetizione,che pian pianino diventa noia. E allora perdi anche la voglia di condividere note,commenti e opinioni.


Nessuno sano di mente può pensare che il forum sia lo strumento del futuro per la condivisione, in particolare questa tipologia di forum, vecchia di 20 anni.
O ci si rinnova con gli strumenti nuovi o si assisterà al declino....
Nb: non sto parlando di whatsapp o Facebook ma di piattaforme Simili ai forum che siano valide e moderne....

Ps: non credo alla mancanza di tempo.... La trovo solo una scusa piuttosto banale...


hai pienamente ragione e da tempo si dice questo ma purtroppo non dipende dagli iscritti; se alla holding non frega e non ha interesse in questo forum lo mollerà alla deriva come tutte quelle cose che non danno frutto in bilancio
ormai è solo una questione di numeri, anche se la cosa è bella e interessante poco importa, se i numeri non quadrano zac, cappone!!! :cry:
futuro incerto...ma w la gnocca!!!
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda paperofranco » 13 mar 2014 09:48

Chiedo nuovamente scusa per l'OT.
Io sono sano di mente e anche qualcosina di più, e a me va benissimo questo forum come strumento di condivisione dell'argomento vino. Per voi altri cosa c'è che non va? Grazie.
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda vinogodi » 13 mar 2014 10:21

paperofranco ha scritto:Chiedo nuovamente scusa per l'OT.
Io sono sano di mente e anche qualcosina di più, e a me va benissimo questo forum come strumento di condivisione dell'argomento vino. Per voi altri cosa c'è che non va? Grazie.

...troppa poca fica... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
landmax
Messaggi: 1030
Iscritto il: 13 set 2013 17:49

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda landmax » 13 mar 2014 11:00

paperofranco ha scritto:Chiedo nuovamente scusa per l'OT.
Io sono sano di mente e anche qualcosina di più, e a me va benissimo questo forum come strumento di condivisione dell'argomento vino. Per voi altri cosa c'è che non va? Grazie.


Io sono nuovo del forum, però sono d'accordo con Alì65 quando dice che lo strumento è vecchio, a livello grafico soprattutto, poco pratico e intuitivo. Se gli stessi argomenti venissero trattati in un format più moderno, penso che anche la partecipazione crescerebbe. Ma bisogna investire, come dice giustamente Alì...
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Sydney » 13 mar 2014 11:45

Non dico di non utilizzare nuove piattaforme ma fare un copia/incolla anche qui sul forum ci voglioni 10 secondi (delle foto, personalmente, me ne importa poco)....
Avatar utente
agamennone
Messaggi: 305
Iscritto il: 06 mar 2014 17:32

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda agamennone » 13 mar 2014 15:19

Wineduck ha scritto:
agamennone ha scritto:
Wineduck ha scritto:Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.


Davvero vi piace così tanto il Ciabot?
Io lo dico sempre: di vino non ci capisco una cippa lippa!


Ma lo hai bevuto l'85? Oppure hai bevuto solo quelli dal 95 in poi?


Rispondo più compiutamente:
i vini delle annate precedenti a quelli caratterizzati dall'uso, a mio avviso, smodato delle barrique(di primo passaggio, tra le altre cose) sono sicuramente dei buoni vini.
Il 1985 l'ho bevuto più volte, l'ultima un paio di anni fa. Ho confrontato i miei ricordi con le note che avevo appuntato e posso affermare con certezza che al mio gusto si trattava di un vino troppo poco elegante. Sicuramente vivo ma poco fine.
Ovviamente si tratta poi di capire cosa si cerca quando si apre un Barolo con un po' di anni sulle spalle.
Qualcuno cerca potenza, altri acidità spinta. Io cerco finezza ed eleganza ed in quel vino non ne ho trovate.
D'altra parte quel vigneto era stato acquisito solo qualche anno prima.
Forse bisognava lavorarci ancora su: infatti qualche annata successiva l'ho preferita di gran lunga a questa.
Questo è quanto, giusto per spiegare meglio la mia frase precedente che forse è potuta sembrare irriverente.
Mi riprometto di riprovarlo entro il mese prossimo, magari il vino è cambiato.
"Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l'intelligenza che c'è in questa stupidità." (F.Pessoa)
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6700
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Palma » 13 mar 2014 15:43

Wineduck ha scritto:
agamennone ha scritto:
Wineduck ha scritto:Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.


Davvero vi piace così tanto il Ciabot?
Io lo dico sempre: di vino non ci capisco una cippa lippa!


Ma lo hai bevuto l'85? Oppure hai bevuto solo quelli dal 95 in poi?

Per favore stai al tuo posto! sta domanda al massimo falla fare a Jossik, tu sei un amante di quelli più moderni non dimenticarlo :mrgreen: :D
ex Victor
Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Chicco76
Messaggi: 10798
Iscritto il: 25 ago 2008 18:01
Località: Padova

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Chicco76 » 14 mar 2014 00:29

Wineduck ha scritto:Tutti annata 1985 tranne dove indicato diversamente:

1a batteria: Granbussia, Cetinaia San Polo in Rosso 82, Rocche Costamagna Rocche di La Morra, Lopez de Heredia Vina Bosconia 87
2a batteria: Ciabot Mentin Ginestra, Vigna San Giuseppe Riserva Cavallotto, Riserva Borgogno, Bartolo Mascarello
3a batteria tutti 1998: Rinaldi Brunate Le Coste, L. Pira Vigna Rionda, Bartolo, Cannubi Boschis Sandrone con TCA compreso nel prezzo...

Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.


Voglio mezza riga sul Cetinaia 82 o ti tolgo il saluto ... :mrgreen:
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... Barolo 85 e altri Barolo

Messaggioda Wineduck » 14 mar 2014 06:29

Palma ha scritto:
Wineduck ha scritto:
agamennone ha scritto:
Wineduck ha scritto:Mio podio: Granbussia e Mentin Ginestra a pari merito, ad un'incollatura Costamagna ma livello molto alto anche Bartolo 85 e Cavallotto. Dopo aggiungo altro.


Davvero vi piace così tanto il Ciabot?
Io lo dico sempre: di vino non ci capisco una cippa lippa!


Ma lo hai bevuto l'85? Oppure hai bevuto solo quelli dal 95 in poi?

Per favore stai al tuo posto! sta domanda al massimo falla fare a Jossik, tu sei un amante di quelli più moderni non dimenticarlo :mrgreen: :D


Cazzo, hai ragione! Per un attimo ho avuto la sensazione di essere diventato figo (*) come voi... :mrgreen:


(*) cit. "Fossi figo" E&ST
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... wineduck's party 2014

Messaggioda Wineduck » 22 mar 2014 20:07

Oggi, 22 marzo, bellisima giornata. Grazie a tutti i ragazzi che sono venuti fino a casa mia... (arrampicandosi per i colli senesi)... :wink:
Seguono bottiglie e note.
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
vinogodi
Messaggi: 28624
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: The Drunk Ducks' Nest ... wineduck's party 2014

Messaggioda vinogodi » 22 mar 2014 21:08

Wineduck ha scritto:Oggi, 22 marzo, bellisima giornata. Grazie a tutti i ragazzi che sono venuti fino a casa mia... (arrampicandosi per i colli senesi)... :wink:
Seguono bottiglie e note.
...Ale, con calma : abbiamo tutto il fine settimana per leggere... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
paperofranco
Messaggi: 5966
Iscritto il: 20 gen 2010 19:16
Località: Poggibonsi

Re: The Drunk Ducks' Nest ... wineduck's party 2014

Messaggioda paperofranco » 22 mar 2014 22:32

Scrivo con piacere in questo 3ad le mie ultime note di degustazione, poi capirete perché "ultime".

Vorrei prima di tutto ringraziare qui, pubblicamente, Alessandro "wineduck", un ospite squisito, per avermi fatto passare una giornata splendida, direi perfetta, e ringrazio anche gli altri commensali(fra cui alcuni loschi e ben noti figuri :mrgreen: ) per la piacevolissima compagnia. E' stato davvero un grande piacere.
Una giornata che mi ha fatto capire anche diverse cose: ad esempio quanto io sia piccolo come degustatore e quanta strada ho da fare per diventare grande; e poi quanto la cieca totale ti faccia sentire nudo davanti al vino, soprattutto se non ci sei abituato, ma allo stesso tempo quanto sia importante per crescere.
Passiamo ai vini.

1° batteria.
Champagne René Collard 1990.
Gli avrei dato una decina d'anni di meno. Molto bello il duetto fra note fresche agrumate e più evolute di torrefazione e funghi, con il lievito a fare da collante. Dosaggio discreto, bocca perfettamente equilibrata, non lunghissimo nella persistenza, ma di grande piacevolezza.
Trebbiano di Valentini 1993
Giallo paglierino carico con riflesso dorato. Un bianco per certi versi spiazzante, soprattutto al naso, con un'intro quasi animale, una nota di pane bianco tostato in seconda battuta, e poi via con un ventaglio di erbette aromatiche; fascinoso. In bocca è totalmente appagante, si porta dietro intatta insieme ai suoi oltre vent'anni, la vocazione gastronomica; gradevolmente rustico, rotondo, chiude e allunga su una deliziosa scia sapida. Gran boccia.

2° batteria.
Chambolle-Musigny Les Charmes 2005 Ponsot.
Battezzato subito come Borgogna, ho fatto molta fatica ad arrivare a Chambolle, e infatti non ci sono arrivato, mi sono fermato a Morey partendo da Nuit, e naturalmente ho toppato anche l'annata, ero in ballottaggio fra la 2002 e la 2005.
Fruttino rosso acidulo e dolce, rosa, ferro. Di spessore e presa sul palato, acidità luminosa e frutto "centrale" molto espressivo. Persistenza eccellente; un vino di gran classe, in beva da ora e a crescere di piacere per diversi anni.
Cote Rotie Cote Blonde 2005 Ronstaing.
Battezzato subito come Rodano. Apre su una nota d'incenso e di mobile antico pulito, senza polvere e ragnatele. Si passa poi ad un rimando al varietale più consono con pasta di olive nere, anche degli accenni balsamici. In bocca è potente, ha più volume del precedente, mantenendo comunque una buona dinamica gustativa. Pressoché identica la persistenza per lunghezza ed eleganza. Un'altra gran boccia.
Per me, veramente difficile scegliere il vincitore.

3° batteria.
Chianti Classico riserva "il Poggio" 1977 Monsanto.
Ci ho girato un po' intorno e poi ho sparato: un barolo del '90......booommmm......
A parte la puttanata, che da sola sarebbe dovuta bastare per farmi andare via zitto zitto, il vino è stupendo: granato classico da nebbiolo, profilo olfattivo in bilico tra le note agrumate e quelle balsamiche, elegantissimo. In bocca è perfetto: tannini levigati seppure ancora vivi, come l'acidità del resto; profondo e lungo, chiude in perfetta coerenza con il primo naso, arricchendosi di una eco minerale affascinante. Un grande vino.
Brunello riserva 1975 Biondi Santi.
Se non fosse che mi dispiace da morire per Alessandro che ha buttato via i soldi, mi verrebbe da dire che sono quasi contento che fosse difettata, altrimenti vuoi sapere quanto l'avrei sparata grossa in questo caso........ :mrgreen:
Ovviamente sto scherzando, un gran peccato, davvero, anche perché non l'avevo mai bevuto e chissà se mai mi ricapiterà.

4° batteria.
Chateau Troplong Mondot 1990.
Forse il vino meno buono della giornata. Note lattiche e sbuffi eterei di alcol; si sente la materia e si sente la gioventù, nonostante l'età anagrafica, però rimane un po' sgraziato, dall'inizio alla fine.
Chateau Margaux 1989.
Una nota selvatica un po' fuorviante, sparisce con l'ossigeno e lascia il campo al classico profilo bordolese di classe. Grande in bocca, con quei tannini vellutati, quella fisicità gustativa senza alcuna pesantezza, quella progressione al palato da grande vino, quale è. Chapeau.
Cabernet sauvignon 1990 Tasca d'Almerita.
E qui cascò l'asino, o meglio, il papero. "Ah, qui siamo in Toscana di certo, senti che tiro da sangiovese, forse Montalcino, ma di quelli buoni........"

Dopo questa ho deciso di lasciare il forum e di continuare a bere, da solo, zitto, senza dire o scrivere più una parola.

:mrgreen:
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... wineduck's party 2014

Messaggioda Wineduck » 22 mar 2014 23:11

Grazie mille ancora ai fantastici ragazzi che sono venuti fino a casa mia per questa giornata organizzata in fretta e furia e con un po' di affanno. Un pensiero corre subito al nostro Nicola-nima che era in ospedale mentre noi gozzovigliavamo: per fortuna niente di grave a parte un dolore renale che deve averlo fatto ululare come un coyote abbandonato. Ti aspettiamo alla prossima! :wink:
La compagnia è stata davvero di alto livello: non solo divertimento e scazzi vari ma anche un contributo tecnico-degustativo da parte di tutti veramente di altissimo livello. Complimenti! E' stata una giornata in cui ho imparato tantissimo, grazie a tutti.

Passiamo ai vini.
Line up:

Prima batteria:
- Champagne Brut millesime 1990 R. Collard
- Trebbiano d'Abruzzo 1993 E. Valentini

- non servito: Terre Alte 1990 L. Felluga (TCA)

Seconda batteria:

- Chambolle-Musigny 1er Cru Charmes 2005 Ponsot
- Cote Rotie Cote Blonde 2005 Rostaing

Terza batteria:
- Chianti Classico Riserva Il Poggio 1977 Castello di Monsanto

non bevuto (ossidato): Brunello di Montalcino Riserva 1975 Biondi Santi

Quarta batteria:

- Saint Emilion Premier Cru Troplong Mondot 1990
- Margaux Premier Grand Cru Chateau Margaux 1989
- Cabernet Sauvignon 1990 Tasca D'Almerita


Tutti i vini dal buonissimo all'eccellente, difficile metterli in fila per fare una graduatoria. Alla fine i punticini in più o mezzi punti sono venuti da conclamate preferenze personali, non certo da schiaccianti superiorità nel bicchiere. Personalmente, la seconda è stata la batteria che mi ha dato più soddisfazione dal punto di vista della "scienza e conoscenza": ho in mente da molto tempo di organizzare una bevuta "Borgogna vs. Rodano" e questo confronto ad alto livello mi ha confermato che sarebbe un evento veramente interessante ed appassionate. Alla fine, per il mio gusto corrotto dalla "sensualità spinta del syrah", ho preferito il vino di Rostaing ma nella piena consapevolezza che si equivalevano totalmente come piacevolezza e come qualità intrinseca del vino. Lo Chambolle è partito benissimo ed è sempre rimasto su alti livelli, con quei fiori rossi sfacciati, quello frutto fresco e acidulo, quasi primario, e quella bocca rotonda, dolcissima, senza la minima sbavatura. Il Cote Blonde ha avuto bisogno di più tempo, con una progressione incessante di miglioramento soprattutto olfattivo e tutta quella materia ancora tutta da affilare e distendere. Un vino ancora giovanissimo che esprime un corredo polifenolico imponente (cit. mofise) seppur in un quadro già discretamente armonico ed assolutamente piacevole. Il pepe bianco domina i profumi insieme a mazzi di gerani, pasta di olive fresca ed una soffusa mineralità che si manifesta prevalentemente con una persitente sensazione di dolce affumicatura. L'acidità è viva e ssotiene una materia notevole seppur senza le esasperazioni tipiche di altri produttori della Cote Rotie che cercano di ridurre al minimo la resa dell'uva in vigna e che sono quindi costretti a lasciare il vino nelle barrique più a lungo per dargli maggiore micro-ossigenazione. René invece preferisce cercare l'equilibrio in vigna, una maturazione ottimale ed una resa non esasperata. Il ristultato è eccellente, un piccolo gioiello che riesce a mantenersi buono dal momento dell'uscita fino a moltissimi anni dopo (non ricordo di aver mai trovato una Cote Blonde "in chiusura").
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4188
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: The Drunk Ducks' Nest ... wineduck's party 2014

Messaggioda Wineduck » 22 mar 2014 23:13

paperofranco ha scritto:
Dopo questa ho deciso di lasciare il forum e di continuare a bere, da solo, zitto, senza dire o scrivere più una parola.

:mrgreen:


Maremmaccia maiala, Franco... ma cosa scrivi? Sei ancora sotto l'effetto dell'alcool? :mrgreen: :wink:
"People call me rude, I wish we all were nude, I wish there was no black and white, I wish there were no rules" [Controversy]

follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Mike76 e 10 ospiti