Champagne, il thread definitivo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 11 nov 2010 12:19

aldilà della bonta o meno del prodotto bisogna riconoscere a Zanella una cura maniacale per l'accoglienza che ha verso i suoi Ospiti, che sia per una manifestazione di lancio come questa oppure il solo essere invitati in azienda.
42195mt in 3h13'23"
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 11 nov 2010 14:28

gremul ha scritto:per chi mastica il francese segnalo questa molto interessante discussione sulla controversa a quanto pare annata 1996
http://lapassionduvin.com/phorum/read.php?11,503443
ne discutiamo anche qui? se n'è già accennato di persona in alcune nostre serate con Umberto e Francesco se non ricordo male

Reduce da un giretto champenoise niente male non posso far altro che confermare questi rumours, che però a mio avviso son più dovuti alla frustrazione di qualche produttore che non è riuscito a fare un gran prodotto, piuttosto che ad una effettiva "mancata grandezza" dell'annata.
Premettendo che a me questi isterismi non piacciono e che cmq la valutazione delle annate è sempre solo uno dei fattori, bisognererebbe distinguere tra l'annata, che è stata indubbiamente grandissima, e i millesimati prodotti, non tutti all'altezza, anzi. Volendo essere ancora più specifici sull'annata, il meglio l'ha dato la costa dei bianchi e lo chardonnay in generale, mentre specie sulla montagna di reims qualche problemino c'è stato.
Poi entrano in gioco il manico del produttore e un po' anche l'ansia di aver tra le mani un qualcosa di pazzescamente meraviglioso e la paura di sbagliare, che han portato diversi a fare delle scelte in fase di vendemmia ed in cantina che non hanno premiato. Lo stesso è capitato nel 2003, ovviamente con le dovute proporzioni trattandosi di annata eccezionale dal punto di vista climatico, con una gelata pazzesca l'11 aprile e un caldo torrido a luglio.
Cmq il sasso nello stagno l'ha buttato Michael Edwards in questo libro, talvolta interessante, talvolta dozzinale e superficiale, dove ha valutato l'annata 96 tre stelle su cinque, come la 99 tanto per intenderci :shock: .
E adesso tutte le oche starnazzanti lo seguono...
Ultima modifica di ugc il 11 nov 2010 15:29, modificato 1 volta in totale.
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20287
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda pippuz » 11 nov 2010 15:21

M. de Hades ha scritto:
pippuz ha scritto:Prezzo fuori dalla grazia di Bacco: ho letto 80 € + IVA.



Da voci raccolte, sembra che 80+IVA sia il prezzo per enotecari e ristoratori; quindi bisogna pure aggiungere i ricarichi.
Ti risulta?

Non lo so, infatti volevo fare la stessa domanda.
Ad occhio un prezzo così con indicazione di IVA sembra ciò che dici tu ... quindi 120-130 € in enoteca onesta. :shock:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 11 nov 2010 16:07

Tornando al giretto, son state assaggiate diverse cose interessanti con qualche conferma e diverse delusioni.
Ulysse Collin 2006 Blanc de Noirs: occhio di pernice evidentissimo, da pensare un leggero salasso, al naso moltissimi spunti tra cui un rosmarino in evidenza, in bocca un'esplosione di scorza d'arancia, ciliegia matura, e una bellissima stoffa che avvolge il palato. Gran bella bottiglia.
Chartogne Taillet 2006 Blanc de Noirs, un esperimento da meunier in purezza tirato in pochissime bottiglie, non in commercio: più semplice del precedente ma non meno intrigante. Si sente una mineralità diversa con delle note di petalo di rosa e lampone molto equilibrate. Spero si continui su questa strada che ci sarà da divertirsi.
Vilmart Coeur de Cuvée 2001: dopo tutto il gran parlare, anche qui sul forum, ero curiosissimo. Sono invece rimasto deluso da un naso troppo mentolato e una bocca scomposta e corta. Probabilmente non al top, lo rimando ad un altro giro. Invero tutta la gamma Vilmart era sfuocata, peccato perché due o tre anni fa erano tra i miei favoriti, adesso sembra si siano montati la testa...
Nicolas Maillart Chaillots Gillis 03 (bdb): Il miglior assaggio della sua gamma, prontissimo da essere bevuto, senza però avere la complessità che ci si dovrebbe aspettare da un prodotto in quella fascia di prezzo.
Nicolas Maillart Francs de Pied 03 (bdn): Per me non ci siamo, un filo pesantuccio, frutta rossa dolce al naso e senza grip.
Gimonnet Paradoxe 2004: 50% PN da Ay, 50% Chardonnay da Cramant/Chouilly/Cuis. Un vero paradosso. Tutto sommato lo stile Gimonnet deve trovare ancora le misure per il pinot, però il prodotto è piacevole anche se in tutta onestà io lascerei perdere il vigneto e mi concentrerei altrove...
Pierre Moncuit 2002 brut ed extra brut. Nettamente superiore il secondo, e a mio modo di vedere superiore anche al Vielles Vignes pari annata. Lo stile del produttore, dritto e abbastanza minimalista, come ci si aspetta da un Mesnil, nell'annata migliore per i bdb dell'ultimo decennio si beve che è una meraviglia col parmigiano.
Francis Boulard Mailly GC da base 08: ogni volta che assaggio qualcosa di suo devo fare un profondo esercizio di concentrazione per immaginarmi cosa potrebbero essere questi vini dando loro il tempo di assestarsi. Stavolta era una sboccatura 22 ottobre :lol: ...e capisco quindi tutti i dubbi di chi ha assaggiato i suoi prodotti a Fornovo. In ogni caso io ci ho visto un bel futuro. Il grip in bocca c'è, la spinta pure. Il resto dovrebbe arrivare...speriamo!

Per finire menzione d'infamia o quasi alla nuova guida B&D, con giudizi che rasentano il ridicolo (se non ricordo male 19/20 al Dom P 2000, ma non è l'unico) e un nuovo layout che riduce troppo lo spazio a disposizione.
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
vignadelmar
Messaggi: 20861
Iscritto il: 06 giu 2007 11:44
Località: Monopoli
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda vignadelmar » 12 nov 2010 22:03

Leggendo la scheda su Bruno Giacosa sulla Guida ai vini del Gambero, mi accorgo che è uscito uno spumante extra brut rosé. Qualcuno lo a bevuto e mi sa dire com'è?

Ciao

.
Pigigres 20/09/'10 "A me è capitato con il Tildin....ho capito Nebbiolo turbomodernista. Poi usando un pò di cervello.... ho detto Gaja."
Tessera n.1 e Presidente Lenin Fans Club
Tessera n°0 e Presidente Circolo Conviviale Colonna Pugliese
vinogodi
Messaggi: 30166
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda vinogodi » 13 nov 2010 17:31

vignadelmar ha scritto:Leggendo la scheda su Bruno Giacosa sulla Guida ai vini del Gambero, mi accorgo che è uscito uno spumante extra brut rosé. Qualcuno lo a bevuto e mi sa dire com'è?

Ciao

.

... è il suo vecchio Collina Rionda vinificato da Canale al quale il Bruno , dopo il tradimento con Luca (Roagna) gli ha imposto la vinificazione in rosa e a bolla dell'unica parcella ancora rimastagli in assegnazione... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 30166
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda vinogodi » 13 nov 2010 17:32

ugc ha scritto:
...Per finire minzione sulla nuova guida B&D...

... porco e pervertito... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6804
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 16 nov 2010 12:16

Riporto anche qua:

Champagne Corbon 2003
Grazie Greg per il suggerimento, bel colore paglierino, con bollicine fini e persistenti, naso inizialmente un pò di solforosa poi vira su sentori bianchi di frutto e minerali, per poi proporre note di crema pasticciera, bocca bolla finissima, bella acidità in punta di lingua, finale fresco e fruttato con un bella dolcezza, non sono riuscito a capire se usano un dosaggio molto poco "cognacoso" o se era una dolcezza di maturità di frutto, opto ignorantemente per la seconda scelta visto che proprio note "classiche" di dosaggio non ne ho sentite. Piaciuto!
vinogodi
Messaggi: 30166
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda vinogodi » 16 nov 2010 16:34

... mi sono perso una centoquarantina di pagine dell'interessante thread , chi me le riassume ?... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6804
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 16 nov 2010 17:04

vinogodi ha scritto:... mi sono perso una centoquarantina di pagine dell'interessante thread , chi me le riassume ?... 8)



Immagine
Nebbiolino
Messaggi: 6748
Iscritto il: 06 feb 2008 21:53

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Nebbiolino » 16 nov 2010 17:07

:lol: :lol: :lol:

Mitico Fabio!
Avatar utente
mvalto
Messaggi: 594
Iscritto il: 07 giu 2007 14:09
Località: lombardo-brianzola

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda mvalto » 17 nov 2010 00:01

Luca Mazzoleni ha scritto:
mvalto ha scritto:Io c'ero,giornata memorabile ed indimenticabile.
Le pietanze non le ho neanche tenute in considerazione semplicemente perchè ero preso dall'euforia delle bollicine "nuove" presentateci per l'occasione.

Grande prodotto,splendida acidità accompagnata da una bollicina finissima ed elegante che lasciava la bocca addolcita da sentori di fragoline di bosco e lamponi prima,per poi virare verso frutta matura tipo albicocche e pesche ma non pensate che mancava di persistenza,anzi per levarti quei tipici fruttini di bosco tipici del Pinot Nero dovevi per forza mangiare qualcosa di forte e saporito,incredibile non smettrà mai di stupirmi la Francia-corta,da quando l'ho scoperta non posso piu' farne a meno............... 8)


ah ah ah ah. :lol: Piccoli Palma crescono... :wink:
Attendiamo ora la conferma dell'AVR...visto che bevono cosi' di lusso...questo challenger di Krug Rose' non puo' certo fargli difetto...


Il Krug non è paragonabile a questa meraviglia dell'enologia Italiana,costa un sacco di soldi in piu' per niente,credetemi che io ne ho bevuti di Franciacorta e sono troppo superiori ma scusate un attimo volete mettere la presentazione che ha fatto Zanella per questa chicca,troppo figo e troppo bello,come fa a non essere buono e poi dobbiamo smetterla di bere il nome,impariamo a degustare il meglio della nostra produzione e verdrete che qualcosa cambierà................................







ww la Francia(per fortuna esiste)









w la
L'importante è pedalare......sempre !!!
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 17 nov 2010 12:17

vinogodi ha scritto:
ugc ha scritto:
...Per finire minzione sulla nuova guida B&D...

... porco e pervertito... 8)

m'hai scoperto... :mrgreen:
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 17 nov 2010 14:19

Last minute

http://www.comptoirdefrance.it/

se a qualcuno interessa stasera dalle 18 al Comptoir di Milano c'è Rodolphe Peters di Pierre Peters, io e Gianluca credo dovremmo riuscire a fare un salto
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
il chiaro
Messaggi: 6206
Iscritto il: 07 giu 2007 00:24

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda il chiaro » 18 nov 2010 00:08

greg comincia a risparmiare questo è un monumento:

Immagine

Immagine
let me put my love into you babe
let me put my love on the line

let me put my love into you babe
let me cut your cake with my knife

Brian Johnson
Avatar utente
wine_miner
Messaggi: 524
Iscritto il: 04 dic 2008 23:55
Località: Lecco

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda wine_miner » 18 nov 2010 01:42

Leclerc Briant Les chevres pierreuses Brut Cumieres premier cru

Apro con curiosita' questa bottiglia della versione bio (etichetta marron glasse )dopo aver finito le altre "vecchie".
Lo apro e lo lascio riposare un po'. Inizia con una schiuma gonfia e persistente per poi calmarsi offrendo un perlage fine e persistente. Il colore si presenta con un paglierino carico che sfiora il dorato a bicchiere ritto. Lo porto al naso e mi da sensazioni di mela gialla matura, coriandolo e pesca. Col tempo anche una florealita' intensa, densa di fiori bianchi. Al palato ancora mela matura, mousse, zabaione, vodka, con un finale amarognolo tipo ginger. Sembra quasi rifermentato in bottiglia. Dov'e' la marna, dov'e' la lametta ?
Bottiglia sfigata bio ? Cambio di stile ? Qualcuno ha assaggiato queste bottiglie "nuove" ? Help, mi cade un mito :(
Vivi come se tu dovessi morire subito, pensa come se tu non dovessi morire mai.
Ludus
Messaggi: 218
Iscritto il: 21 gen 2009 23:06
Località: Lombardia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Ludus » 18 nov 2010 01:47

gremul ha scritto:Last minute

http://www.comptoirdefrance.it/

se a qualcuno interessa stasera dalle 18 al Comptoir di Milano c'è Rodolphe Peters di Pierre Peters, io e Gianluca credo dovremmo riuscire a fare un salto

Come è andata??
Avatar utente
www.vdv-vinodivino.com
Messaggi: 35832
Iscritto il: 06 giu 2007 18:48
Località: Cadrezzate
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda www.vdv-vinodivino.com » 18 nov 2010 03:42

wine_miner ha scritto:Leclerc Briant Les chevres pierreuses Brut Cumieres premier cru

Apro con curiosita' questa bottiglia della versione bio (etichetta marron glasse )dopo aver finito le altre "vecchie".
Lo apro e lo lascio riposare un po'. Inizia con una schiuma gonfia e persistente per poi calmarsi offrendo un perlage fine e persistente. Il colore si presenta con un paglierino carico che sfiora il dorato a bicchiere ritto. Lo porto al naso e mi da sensazioni di mela gialla matura, coriandolo e pesca. Col tempo anche una florealita' intensa, densa di fiori bianchi. Al palato ancora mela matura, mousse, zabaione, vodka, con un finale amarognolo tipo ginger. Sembra quasi rifermentato in bottiglia. Dov'e' la marna, dov'e' la lametta ?
Bottiglia sfigata bio ? Cambio di stile ? Qualcuno ha assaggiato queste bottiglie "nuove" ? Help, mi cade un mito :(



Purtroppo la scelta del Bio non è stata delle piu' felici :(
Spedizione immediata a pagamento effettuato
champagne
[email protected] Tel 335 5714610
La fattura va richiesta all' ordine, in caso contrario emetto ricevuta fiscale.
Per offerte dirette : http://www.vdv-vinodivino.com/newsletter.asp
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 18 nov 2010 16:38

Ludus ha scritto:
gremul ha scritto:Last minute

http://www.comptoirdefrance.it/

se a qualcuno interessa stasera dalle 18 al Comptoir di Milano c'è Rodolphe Peters di Pierre Peters, io e Gianluca credo dovremmo riuscire a fare un salto

Come è andata??


Allora diciamo subito che l'incontro è stato davvero interessante e ho avuto modo di avere una lunga conversazione, in privato dopo la presentazione e degustazione ufficiale, con Rodolphe Peters, lui è davvero appassionato, grande conoscitore e amico di Montevertine tra l'altro, abbiamo gli stessi gusti (è amico e stima molto i prodotti di Gimonnet, Diebolt-Vallois, Agrapart, Jacquesson....non ama affatto gli Champagne di Selosse che anche lui trova troppo costruiti), mi ha dato massima disponibilità ad una visita da lui (ma non vende in azienda), sta cercando anche di cambiare importatore in Italia

Ciò detto devo però aggiungere a malincuore che gli Champagne di ieri non mi hanno fatto sobbalzare (me li ricordavo meglio), li ho trovati si puliti e freschi al naso ma sorprendentemente privi in bocca di quella spinta, di quel mordente, di quella spina acida che avrei voluto e che mi sarei aspettato

Il migliore è stato l'Extra Brut, meno bene invece la Cuvée de Reserve (bolla grossolana), l'Esprit 2005 e la Cuvée Les Chetillons 2000, un po' troppa "dolcezza" di frutto al palato (non credo proprio sia il dosaggio), forse le annate troppo calde si sono fatte sentire (c'è da dire anche che a parte la Cuvée Les Chetillons erano tutte sboccature recentissime)

Insomma segno positivo per il personaggio ma sui prodotti sospendo il giudizio

Ah lui è veramente entusiasta, come altri, dell'annata 2008 che a suo dire potrebbe essere superiore alla 2002, tra l'altro, curiosità interessante, paragona come caratteristiche il trienno 2008/09/10 al trienno 1988/89/90..
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 18 nov 2010 19:13

il chiaro ha scritto:greg comincia a risparmiare questo è un monumento:

Immagine

Immagine



bene Marco ma il prezzo?

e scrivici qualche nota in più!
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20287
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda pippuz » 18 nov 2010 19:17

Ieri sera
Camille Saves 2002 Grand Cru brut

Buonozzimo: 80% PN - 20 % CH, vinificazione in acciaio, dosage 8 gr/lt , affinamento di 84 mesi.
Grandioso su cotechino (mantovano) e lenticchie.
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Ludus
Messaggi: 218
Iscritto il: 21 gen 2009 23:06
Località: Lombardia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Ludus » 18 nov 2010 22:13

Grazie per le impressioni Gremul. Stesse tue sensazioni sul suo extra brut e la cuvèe de reserve. Il resto mi manca, proverò.
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8201
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda andrea » 19 nov 2010 00:35

gremul ha scritto:la Cuvée Les Chetillons 2000, un po' troppa "dolcezza" di frutto al palato (non credo proprio sia il dosaggio), forse le annate troppo calde si sono fatte sentire (c'è da dire anche che a parte la Cuvée Les Chetillons erano tutte sboccature recentissime)

sto bevendo adesso Chetillons 2002 e mi pare decisamente molto buono, forse una versione extra brut sarebbe ancora meglio ma già questo è notevole.
Frutta bianca, fiori, un po' di pane. Buon equilibrio, bella acidità, una certa dolcezza.
Certo, se penso che l'ho pagato come Gimonnet VV 2002 o una volta e mezza Savez 2002 allora un po' ci ripenso... :roll:
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
Avatar utente
wine_miner
Messaggi: 524
Iscritto il: 04 dic 2008 23:55
Località: Lecco

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda wine_miner » 19 nov 2010 01:23

www.vdv-vinodivino.com ha scritto:
wine_miner ha scritto:Leclerc Briant Les chevres pierreuses Brut Cumieres premier cru

Apro con curiosita' questa bottiglia della versione bio (etichetta marron glasse )dopo aver finito le altre "vecchie".
Lo apro e lo lascio riposare un po'. Inizia con una schiuma gonfia e persistente per poi calmarsi offrendo un perlage fine e persistente. Il colore si presenta con un paglierino carico che sfiora il dorato a bicchiere ritto. Lo porto al naso e mi da sensazioni di mela gialla matura, coriandolo e pesca. Col tempo anche una florealita' intensa, densa di fiori bianchi. Al palato ancora mela matura, mousse, zabaione, vodka, con un finale amarognolo tipo ginger. Sembra quasi rifermentato in bottiglia. Dov'e' la marna, dov'e' la lametta ?
Bottiglia sfigata bio ? Cambio di stile ? Qualcuno ha assaggiato queste bottiglie "nuove" ? Help, mi cade un mito :(



Purtroppo la scelta del Bio non è stata delle piu' felici :(


Sai se le bottiglie si assestano tutte su questa linea o una bottiglia e' differente dall'altra e questa che ho beccato io era particolarmente "sfigata" o non a posto ?
Vivi come se tu dovessi morire subito, pensa come se tu non dovessi morire mai.
Avatar utente
www.vdv-vinodivino.com
Messaggi: 35832
Iscritto il: 06 giu 2007 18:48
Località: Cadrezzate
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda www.vdv-vinodivino.com » 19 nov 2010 02:13

wine_miner ha scritto:
www.vdv-vinodivino.com ha scritto:
wine_miner ha scritto:Leclerc Briant Les chevres pierreuses Brut Cumieres premier cru

Apro con curiosita' questa bottiglia della versione bio (etichetta marron glasse )dopo aver finito le altre "vecchie".
Lo apro e lo lascio riposare un po'. Inizia con una schiuma gonfia e persistente per poi calmarsi offrendo un perlage fine e persistente. Il colore si presenta con un paglierino carico che sfiora il dorato a bicchiere ritto. Lo porto al naso e mi da sensazioni di mela gialla matura, coriandolo e pesca. Col tempo anche una florealita' intensa, densa di fiori bianchi. Al palato ancora mela matura, mousse, zabaione, vodka, con un finale amarognolo tipo ginger. Sembra quasi rifermentato in bottiglia. Dov'e' la marna, dov'e' la lametta ?
Bottiglia sfigata bio ? Cambio di stile ? Qualcuno ha assaggiato queste bottiglie "nuove" ? Help, mi cade un mito :(



Purtroppo la scelta del Bio non è stata delle piu' felici :(


Sai se le bottiglie si assestano tutte su questa linea o una bottiglia e' differente dall'altra e questa che ho beccato io era particolarmente "sfigata" o non a posto ?



No, la tua non era una bottiglia sfigata...
Tutta la nuova gamma BIO è praticamente un disastro.
Spedizione immediata a pagamento effettuato
champagne
[email protected] Tel 335 5714610
La fattura va richiesta all' ordine, in caso contrario emetto ricevuta fiscale.
Per offerte dirette : http://www.vdv-vinodivino.com/newsletter.asp

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea, cavallo bianco, docfa0332, eliag, imakaveli, MarcelloR, Marcus, maxer, mennella e 1 ospite