Champagne, il thread definitivo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Palma » 06 lug 2010 14:16

ugc ha scritto:
alì65 ha scritto:giovedì sera con un gruppo di Parmigiani s'è bevuto bene e tante bolle.
serata costruita intorno a V.Vigne 97, ottimi i contorni, che a parte Joly (piaciuto molto, stile Vesselle che a me piace tanto) e Beaufort demì sec ho pochi ricordi, un buono Chassagne 1er di Jadot 01.
V.V. risulta subito chiuso ma si intravede subito la grande stoffa, bolle di una delicatezza unica, quasi impercettibile ma ben presenti in bocca, ottima stratificazione di profumi da panetteria, di quella buona; entra sottile, in punta di piedi per poi distendersi e saturare tutti i recettori palatali.
Purtroppo complice il caldo non abbiamo potuto seguire a lungo la sua evoluzione come avrebbe meritato ma ha una bevuta talmente godereccia che non resisti a lungo con il bicchiere davanti; unico neo il prezzo perchè con quella moneta ci compro ampiamente un paio di Krug 88 o un Collection 85, un Salon 88 e se devo scegliere decisamente meglio gli ultimi

Immagino tu intenda Bollinger VVF 97, giusto? Io sarei curioso di assaggiarne una versione anni ottanta o giù di li anche se ufficialmente Bollinger dice che il VVF non è per invecchiamenti lunghi ma è da apprezzare giovane. :shock:
Per il resto son d'accordo con le tue considerazioni :D


La mia quasi nulla esperienza su questo vino parrebbe confermare questo fatto. L'88 bevuto qualche anno fa, non mi emozionò quanto era lecito attendersi, mentre il '96, in due occasioni, mi era sembrato assolutamente galattico. Naturalmente però c'è l'incognita bottiglia...
ex Victor
Extreme fighet du chateau
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 06 lug 2010 14:23

Palma ha scritto:La mia quasi nulla esperienza su questo vino parrebbe confermare questo fatto. L'88 bevuto qualche anno fa, non mi emozionò quanto era lecito attendersi, mentre il '96, in due occasioni, mi era sembrato assolutamente galattico. Naturalmente però c'è l'incognita bottiglia...

Interessante! Io ho zero assaggi, a questo punto devo fare in modo di mettere le mani sul 96. Potrebbe essere uno dei pochi 96 da stappare senza rimorsi :lol:
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Sydney » 06 lug 2010 14:23

Palma ha scritto:
ugc ha scritto:
alì65 ha scritto:giovedì sera con un gruppo di Parmigiani s'è bevuto bene e tante bolle.
serata costruita intorno a V.Vigne 97, ottimi i contorni, che a parte Joly (piaciuto molto, stile Vesselle che a me piace tanto) e Beaufort demì sec ho pochi ricordi, un buono Chassagne 1er di Jadot 01.
V.V. risulta subito chiuso ma si intravede subito la grande stoffa, bolle di una delicatezza unica, quasi impercettibile ma ben presenti in bocca, ottima stratificazione di profumi da panetteria, di quella buona; entra sottile, in punta di piedi per poi distendersi e saturare tutti i recettori palatali.
Purtroppo complice il caldo non abbiamo potuto seguire a lungo la sua evoluzione come avrebbe meritato ma ha una bevuta talmente godereccia che non resisti a lungo con il bicchiere davanti; unico neo il prezzo perchè con quella moneta ci compro ampiamente un paio di Krug 88 o un Collection 85, un Salon 88 e se devo scegliere decisamente meglio gli ultimi

Immagino tu intenda Bollinger VVF 97, giusto? Io sarei curioso di assaggiarne una versione anni ottanta o giù di li anche se ufficialmente Bollinger dice che il VVF non è per invecchiamenti lunghi ma è da apprezzare giovane. :shock:
Per il resto son d'accordo con le tue considerazioni :D


La mia quasi nulla esperienza su questo vino parrebbe confermare questo fatto. L'88 bevuto qualche anno fa, non mi emozionò quanto era lecito attendersi, mentre il '96, in due occasioni, mi era sembrato assolutamente galattico. Naturalmente però c'è l'incognita bottiglia...



Che quotazione ha il 97? Lo ha un'enoteca sotto casa......
Avatar utente
marwine
Messaggi: 2768
Iscritto il: 06 giu 2007 15:24
Località: Verona nel cuore

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda marwine » 06 lug 2010 14:47

Sydney ha scritto:
Palma ha scritto:
ugc ha scritto:
alì65 ha scritto:giovedì sera con un gruppo di Parmigiani s'è bevuto bene e tante bolle.
serata costruita intorno a V.Vigne 97, ottimi i contorni, che a parte Joly (piaciuto molto, stile Vesselle che a me piace tanto) e Beaufort demì sec ho pochi ricordi, un buono Chassagne 1er di Jadot 01.
V.V. risulta subito chiuso ma si intravede subito la grande stoffa, bolle di una delicatezza unica, quasi impercettibile ma ben presenti in bocca, ottima stratificazione di profumi da panetteria, di quella buona; entra sottile, in punta di piedi per poi distendersi e saturare tutti i recettori palatali.
Purtroppo complice il caldo non abbiamo potuto seguire a lungo la sua evoluzione come avrebbe meritato ma ha una bevuta talmente godereccia che non resisti a lungo con il bicchiere davanti; unico neo il prezzo perchè con quella moneta ci compro ampiamente un paio di Krug 88 o un Collection 85, un Salon 88 e se devo scegliere decisamente meglio gli ultimi

Immagino tu intenda Bollinger VVF 97, giusto? Io sarei curioso di assaggiarne una versione anni ottanta o giù di li anche se ufficialmente Bollinger dice che il VVF non è per invecchiamenti lunghi ma è da apprezzare giovane. :shock:
Per il resto son d'accordo con le tue considerazioni :D


La mia quasi nulla esperienza su questo vino parrebbe confermare questo fatto. L'88 bevuto qualche anno fa, non mi emozionò quanto era lecito attendersi, mentre il '96, in due occasioni, mi era sembrato assolutamente galattico. Naturalmente però c'è l'incognita bottiglia...



Che quotazione ha il 97? Lo ha un'enoteca sotto casa......


Scava nel pavimento... :wink:
I'm a Veronese man in Bassan

I VOSTRI ETILOMETRI NON FERMERANNO LA NOSTRA SETE (N/≡\V)

Nondum matura est, nolo acerbam sumere
Avatar utente
biscowar
Messaggi: 260
Iscritto il: 28 ott 2008 18:55

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda biscowar » 06 lug 2010 18:08

fable_81 ha scritto:Nel week-end:

Champagne Marie Courtin Extra Brut Efflorscence, si presente di un colore giallo oro intenso con riflessi quasi rosati, poco perlage, al naso sentori iodati, salmastri, che poi virano su frutta esotica e pan brioche, in bocca si presente molto elegante, di ottima acidità e sapidita abbastanza lungo un bocca;

Champagne Rousseaux-Fresnet cuveè L'antique, di colore giallo paglierino, al naso i primi 15 minuti sono osceni con sentori di straccio bagnato, e altri sgradevoli odori, dopo si sitema su toni di lievito, crosta di pane, in bocca si presenta con una acidità e sapidita davvero notevole, che lo rendono molto bevebile.

Nota a margine entrambe le bottiglie bevute in un ora in due.
Qualcuno ha mai provato altri prodotti di queste due aziende?


Ti riporto un mio vecchio post.



biscowar ha scritto:
biscowar ha scritto:Stasera serata degustazione Champagne dell Rousseaux-Fresnet alla trattoria Isetta a Vicenza. Domani vi facio sapere.
Ps. Nessuno ha mai assaggiato i vini di questa Piccola Maison?


Ekkime

Brut Rosèe: 70% pinot nero – 20 % chardonnay – 10 % rosso AOC - Caratteristica bolla molto fine che tende a sparire nel bicchiere, al naso sentori di fragoline di bosco, rosa. In bocca e rotondo ha una certa morbidezza e manca un po’ di acidità- Tende al sapido e prevale un sapore finale amarognolo di buccia di limone o pompelmo. Strano per un rosèe che solitamente finisce in dolciastro ma come vedremo in seguito l’amarognolo è una peculiarità di questa maison (probabilmente dalla liqueur d’expedition). Da lasciare nel bicchiere 5 minuti per sentire l’evoluzione verso sentori di funghi e terriccio. E’ un vino abbastanza femminile.

Brut Tradition: 80% pinot nero 20% chardonnay – Molto fresco e naso importante, note di fiori bianchi, un fruttato di agrumi,crosta di pane e si sente da subito anche una nota di gesso. In bocca è coerente con il naso e spicca la mineralità e accompagna la bevuta con i sapori di agrume. Anche questo ha una spiccata sapidità e una buona acidità sul finale lungo. Al contrario di quello di prima non ha una grande evoluzione nel bicchiere ma resta sulle prime impressioni. Facile beva.

Cuvèe Prestige Gran Cru: 100 % pinot nero blanc de noir. L’ho sopranominato “la cavalcata delle valchirie”. Sin dal naso emerge la potenza di questo vino. Subito si sentono i caratteristici profumi della fermentazione mallolattica. Burro e lattoni. In contrasto con con le note fresche di frutta bianca. In bocca e Meno beverino del precedente, fa fronte tranquillamente a piatti di carne. Rotondo inizio "untuoso" pulisce la bocca sul finale con l’acidità.

Antique Gran cru 80%pinot nero 20% chardonnay. Vino ricavato da vigneti gran cru e vigne molto vecchie. Cinque anni sui lieviti. Miglior vino della serata. Adattissimo, e consiglio l’invecchiamento. Ha note fresche di fiori bianchi e fieno, con accenni di menta selvatica e in pietra focaia. In bocca si sente il terroir e una sapidità e acidità piu’ tagliente dei precedenti. Finale con mandorla amara.

L'ultimo vino è quello che mi ha convinto di più, il rosèe che a me convince meno di tutti ha avuto invece un grande riscontro. Il blanc de noir ha una bella potenza, mentre il brut base è giusto per la fascia di prezzo che ha. Mi piacerebbe che li assaggiaste voi piu' esperti di me per avere un metro di raffronto.

ahh Ps vi metto anche i prezzi, se a qualcuno interessa qualche boccia me lo faccia sapere.
Brut tradition 25€
Rosè 30€
Prestige Gran Cru' 35
Antique Gran Cru' 40
"... guarda il calor del sol che si fa vino giunto dall'umor che dalla vite cola"
Avatar utente
fable_81
Messaggi: 3256
Iscritto il: 15 ott 2008 11:07
Località: Manerba del Garda (BS)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda fable_81 » 07 lug 2010 10:49

biscowar ha scritto:
fable_81 ha scritto:Nel week-end:

Champagne Marie Courtin Extra Brut Efflorscence, si presente di un colore giallo oro intenso con riflessi quasi rosati, poco perlage, al naso sentori iodati, salmastri, che poi virano su frutta esotica e pan brioche, in bocca si presente molto elegante, di ottima acidità e sapidita abbastanza lungo un bocca;

Champagne Rousseaux-Fresnet cuveè L'antique, di colore giallo paglierino, al naso i primi 15 minuti sono osceni con sentori di straccio bagnato, e altri sgradevoli odori, dopo si sitema su toni di lievito, crosta di pane, in bocca si presenta con una acidità e sapidita davvero notevole, che lo rendono molto bevebile.

Nota a margine entrambe le bottiglie bevute in un ora in due.
Qualcuno ha mai provato altri prodotti di queste due aziende?


Ti riporto un mio vecchio post.





biscowar ha scritto:
biscowar ha scritto:Stasera serata degustazione Champagne dell Rousseaux-Fresnet alla trattoria Isetta a Vicenza. Domani vi facio sapere.
Ps. Nessuno ha mai assaggiato i vini di questa Piccola Maison?


Ekkime

Brut Rosèe: 70% pinot nero – 20 % chardonnay – 10 % rosso AOC - Caratteristica bolla molto fine che tende a sparire nel bicchiere, al naso sentori di fragoline di bosco, rosa. In bocca e rotondo ha una certa morbidezza e manca un po’ di acidità- Tende al sapido e prevale un sapore finale amarognolo di buccia di limone o pompelmo. Strano per un rosèe che solitamente finisce in dolciastro ma come vedremo in seguito l’amarognolo è una peculiarità di questa maison (probabilmente dalla liqueur d’expedition). Da lasciare nel bicchiere 5 minuti per sentire l’evoluzione verso sentori di funghi e terriccio. E’ un vino abbastanza femminile.

Brut Tradition: 80% pinot nero 20% chardonnay – Molto fresco e naso importante, note di fiori bianchi, un fruttato di agrumi,crosta di pane e si sente da subito anche una nota di gesso. In bocca è coerente con il naso e spicca la mineralità e accompagna la bevuta con i sapori di agrume. Anche questo ha una spiccata sapidità e una buona acidità sul finale lungo. Al contrario di quello di prima non ha una grande evoluzione nel bicchiere ma resta sulle prime impressioni. Facile beva.

Cuvèe Prestige Gran Cru: 100 % pinot nero blanc de noir. L’ho sopranominato “la cavalcata delle valchirie”. Sin dal naso emerge la potenza di questo vino. Subito si sentono i caratteristici profumi della fermentazione mallolattica. Burro e lattoni. In contrasto con con le note fresche di frutta bianca. In bocca e Meno beverino del precedente, fa fronte tranquillamente a piatti di carne. Rotondo inizio "untuoso" pulisce la bocca sul finale con l’acidità.

Antique Gran cru 80%pinot nero 20% chardonnay. Vino ricavato da vigneti gran cru e vigne molto vecchie. Cinque anni sui lieviti. Miglior vino della serata. Adattissimo, e consiglio l’invecchiamento. Ha note fresche di fiori bianchi e fieno, con accenni di menta selvatica e in pietra focaia. In bocca si sente il terroir e una sapidità e acidità piu’ tagliente dei precedenti. Finale con mandorla amara.

L'ultimo vino è quello che mi ha convinto di più, il rosèe che a me convince meno di tutti ha avuto invece un grande riscontro. Il blanc de noir ha una bella potenza, mentre il brut base è giusto per la fascia di prezzo che ha. Mi piacerebbe che li assaggiaste voi piu' esperti di me per avere un metro di raffronto.

ahh Ps vi metto anche i prezzi, se a qualcuno interessa qualche boccia me lo faccia sapere.
Brut tradition 25€
Rosè 30€
Prestige Gran Cru' 35
Antique Gran Cru' 40


Intanto grazie, secondo me la bottiglia da me provata non era del tutto a posto, comunque la riproverò.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
https://instagram.com/fable_81/
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8157
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda andrea » 08 lug 2010 13:27

Mi sono portato qualche Champer al mare, ché due bolle fresche fanno piacere 8)
Prime due bottiglie aperte, una delusione ed una mezza delusione:
Philipponnat Royale Reserve Brut Pure Cuvée 242 - delusione piena, vino molle, esageratamente dosato, o almeno, la dolcezza sovrasta il corpo, decisamente leggero, e gli aromi, decisamente poveri. Corto in bocca, lascia una sensazione sciropposa. Si fatica a bere il secondo bicchiere. Queste sono le bolle a cui la Franciacorta può fare seria concorrenza. In partenza per il frigo del suocero, lo porterà agli amici quando esce a cena....
Maurice Vesselle Cuvée Reservée Brut Grand Cru - qui siamo decisamente su un altro registro riguardo a corpo e spettro aromatico, a mio avviso manca di un po' di spina acida e si sente troppo il dosaggio, che sovrasta le belle note di brioche con una mela che starebbe meglio in un Prosecco. Non so se Vesselle fa extra brut o non dosato, dovrebbero essere decisamente meglio di questo. Mezza delusione.
In pista per l'apertura ci sono Olivier rosè, Camille Savès Cuvée Prestige e Boquin-Dupont non dosè, mi aspetto molto meglio.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 09 lug 2010 18:12

ierisera un Krug G.C.
inconfondibile, lo riconosceresti come Jona Lomu in mezzo a mezzeseghe di pelle chiara, duro massiccio e incazzato.
accompagnava uno strepitoso filetto di Limousine da 1,6 kg e vaffanculo chi dice che non si abbinano, datemi una bella bolla come questa e una carne di livello eccelso e poi vediamo.
42195mt in 3h13'23"
rccmrc
Messaggi: 722
Iscritto il: 06 giu 2007 14:28
Località: Recco

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda rccmrc » 09 lug 2010 18:40

enogastronauta ha scritto:ierisera un Krug G.C.
inconfondibile, lo riconosceresti come Jona Lomu in mezzo a mezzeseghe di pelle chiara, duro massiccio e incazzato.
accompagnava uno strepitoso filetto di Limousine da 1,6 kg e vaffanculo chi dice che non si abbinano, datemi una bella bolla come questa e una carne di livello eccelso e poi vediamo.

E chi l'ha detto che non si abbinano ?... :wink:
Avatar utente
Finnegan
Messaggi: 273
Iscritto il: 14 giu 2010 09:47

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Finnegan » 09 lug 2010 18:52

ugc ha scritto:
alì65 ha scritto:giovedì sera con un gruppo di Parmigiani s'è bevuto bene e tante bolle.
serata costruita intorno a V.Vigne 97, ottimi i contorni, che a parte Joly (piaciuto molto, stile Vesselle che a me piace tanto) e Beaufort demì sec ho pochi ricordi, un buono Chassagne 1er di Jadot 01.
V.V. risulta subito chiuso ma si intravede subito la grande stoffa, bolle di una delicatezza unica, quasi impercettibile ma ben presenti in bocca, ottima stratificazione di profumi da panetteria, di quella buona; entra sottile, in punta di piedi per poi distendersi e saturare tutti i recettori palatali.
Purtroppo complice il caldo non abbiamo potuto seguire a lungo la sua evoluzione come avrebbe meritato ma ha una bevuta talmente godereccia che non resisti a lungo con il bicchiere davanti; unico neo il prezzo perchè con quella moneta ci compro ampiamente un paio di Krug 88 o un Collection 85, un Salon 88 e se devo scegliere decisamente meglio gli ultimi

Immagino tu intenda Bollinger VVF 97, giusto? Io sarei curioso di assaggiarne una versione anni ottanta o giù di li anche se ufficialmente Bollinger dice che il VVF non è per invecchiamenti lunghi ma è da apprezzare giovane. :shock:
Per il resto son d'accordo con le tue considerazioni :D


Io qualche anno fa assaggiai un VVF 1986 di venti anni che era un piccolo mostro che dopo due o tre ore nel bicchiere aveva appena cominciato a svegliarsi.

E sì che aveva intorno altri vini che dire eccellenti è dire poco, da Haut Brion 1989 a Dom Pérignon 1966 a Petrus 1970...
..."la buona fattura enologica" in sé non vuol dire nulla. Non è una buona fattura enologica, quella che ha prodotto un vino che non è buono, che non piace a chi lo beve.
Avatar utente
Arktos
Messaggi: 3526
Iscritto il: 06 giu 2007 15:26
Località: Grottaferrata

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Arktos » 10 lug 2010 12:28

L'altra sera con amici:

Camille Saves, Cuvée Brut Millésimé 2002 – Bouzy Gran Cru :) :) :)
Bruno Paillard, Brut Millésimé Assemblage 1996 :) :) :) :D
Maurice Vesselle Brut Millésimé 1996 – Gran Cru Bouzy :) :) :) :)
Jacques Selosse "Exquise" Sec BdB - Avize :) :) :) :D
Billecart-Salmon "Cuvée Francoise Billecart" 1996 :) :) :) :)
Dom Perignon 1996 :D :D :D :)
Krug Vintage 1996 :D :D :D :D
Optima Rehinpfalz Beerenauslese Weingut Margarethenof 1990 :D :) :)
"I veri intenditori non bevono vino: degustano segreti." S. Dalì
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 10:40

Bellissima serata sabato in quel del Due Spade, menù assolutamente mostruoso tutto di pesce, grazie di cuore come sempre Francesco e complimenti a Christian!!

Si sono bevuti un po’ di Champagnini davvero niente male:

Champagne Dehours “Lieu Dit Brisefer” BdB Pas Dosè 2003, da una vecchia parcella di Chardonnay pochissime bottiglie di un non dosato veramente ben fatto, l’annata calda non si sente minimamente, bel naso di lievito e agrumi, bocca affilata e di buona polpa, una bella bottiglia d’apertura

Champagne Delamotte BdB 1999, non ha del tutto convinto, naso classico, bocca altrettanto ma segnata da un dosaggio piuttosto avvertibile, di zucchero puro non di liqueur, peccato perché la materia c’era

Champagne Marie Noelle Ledru Ambonnay GC 1996, splendida bottiglia in splendida annata, naso minerale al massimo, nessun accenno di frutto, bocca tagliente ed affilata come nello stile essenziale di questa produttrice, grande materia, il BdN che piace (molto) anche a me noto “bianchista”

Champagne Billecart-Salmon BdB 1998, naso che ricorda molto il Dom Perignon con piacevoli note di torrefazione e nocciola in evidenza, bocca opulenta segnata però da un filo di legno, Champagne da “pasto invernale”

Champagne Corbon Avize Brut d’Autrefois, per me bottiglia della serata, splendida materia gessoso/agrumata, perfetta corrispondenza naso bocca, potenza, eleganza, acidità, bevibilità paurosa, chapeau!

Champagne Diebolt-Vallois Fleur du Passion 2000, note di miele, cera d’api e propoli in grande evidenza, bocca rotonda dalla bolla finissima, l’annata calda però gli ha tolto quell’”elettricità” che avevo sentito nello splendido 2002

Champagne Maurice Vesselle 1996
, note lievemente ossidate al naso, bocca di buona materia e di bolla fine, buono ma senza particolari slanci

Champagne Corbon Avize GC 1971, bottiglia affascinante per amatori del genere, colore dorato ramato carico, naso che spazia dal fungo, al tartufo, al sottobosco, alla crosta di formaggio, bocca dove ancora un’acidità presente rinfresca il sorso, da abbinare ad un formaggio stagionato

fuori programma:

Jean Paul Thevenet Morgon Vieilles Vignes 2008, piacevolissimo con un naso affascinante di rabarbaro, erbe officinali e frutti rossi, bocca di bella acidità ma anche di più che discreta materia, bella complessità, da bere leggermente fresco

Dominique Laurent Fixin 1er Cru Les Hervelets 2002, grande sorpresa non credevo così buono, naso che spazia dalla cola al chinotto a qualcosa di terroso, bocca succosissima, polposa, profonda, veramente una bellissima bottiglia in piena forma, non avrei mai detto Fixin ma qualcosa di ben più nobile
Ultima modifica di gremul il 12 lug 2010 11:56, modificato 1 volta in totale.
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 10:52

bisogna mantenersi in allenamento :D :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 10:53

Allen ha scritto:
Allen ha scritto:
gremul ha scritto:Bellissima serata sabato in quel del Due Spade, menù assolutamente mostruoso tutto di pesce, grazie di cuore come sempre Francesco e complimenti a Christian!!

Si sono bevuti un po’ di Champagnini davvero niente male:

Champagne Corbon Avize Brut d’Autrefois, per me bottiglia della serata, splendida materia gessoso/agrumata, perfetta corrispondenza naso bocca, potenza, eleganza, acidità, bevibilità paurosa, chapeau!


ViLiacchi ribadisco


Annata dell'Autrefois ?

Grazie Greg


Ciao caro, l'Autrefois è senza annata, è un assemblaggio di più annate
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
pippuz
Messaggi: 20286
Iscritto il: 06 giu 2007 11:05
Località: MilanoMilano

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda pippuz » 12 lug 2010 11:19

gremul ha scritto:Bellissima serata sabato in quel del Due Spade, menù assolutamente mostruoso tutto di pesce, grazie di cuore come sempre Francesco e complimenti a Christian!!

Del menu di pesce me ne hanno parlato ieri sera. :shock: :shock: :shock: :evil: :evil: :evil:
over the mountain watching the watcher
breaking the darkness waking the grapevine
one inch of love is one inch of shadow
love is the shadow that ripens the wine
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 11:23

pippuz ha scritto:
gremul ha scritto:Bellissima serata sabato in quel del Due Spade, menù assolutamente mostruoso tutto di pesce, grazie di cuore come sempre Francesco e complimenti a Christian!!

Del menu di pesce me ne hanno parlato ieri sera. :shock: :shock: :shock: :evil: :evil: :evil:


una cosa incredibile, abbiamo dovuto anche portare a casa qualcosa perchè non riuscivamo più a mangiare tanto eravamo pieni!!!
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
ASTERIX
Messaggi: 23
Iscritto il: 22 ott 2008 16:50

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ASTERIX » 12 lug 2010 11:28

gremul ha scritto:bisogna mantenersi in allenamento :D :D



Gran bell'allenamento.... Forse la cena di pesce più opulenta che abbia mai fatto in località non di mare... Francesco in cabina di regia è una garanzia.. Grazie veramente di cuore. Ottime bottiglie, Ledru e Corbon su tutte. Deludente Delamotte, dosaggio ruffiano per gusto francese, materia completamente sopraffatta dagli zuccheri. Buono Billecart ma per quella cifra scelgo Domperignon. Cena da ripetere a settembre.....
Avatar utente
ilvinaio
Messaggi: 1771
Iscritto il: 06 giu 2007 11:18
Località: Cassina de Pecchi (MI)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ilvinaio » 12 lug 2010 11:53

Grazie della compagnia,ci siamo salutati x benino,poi io ho tirato le 3 chiaccherando con Christian e svuotando quello che era rimasto :D
Vesselle era il 96 :wink:
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 11:56

ilvinaio ha scritto:Grazie della compagnia,ci siamo salutati x benino,poi io ho tirato le 3 chiaccherando con Christian e svuotando quello che era rimasto :D
Vesselle era il 96 :wink:


no, sei rimasto li fino alle 3?? sei un highlander!!!! :D

ps grazie, correggo l'annata
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 11:57

arktos ha scritto:Bruno Paillard, Brut Millésimé Assemblage 1996 :) :) :) :D
Billecart-Salmon "Cuvée Francoise Billecart" 1996 :) :) :) :)
Dom Perignon 1996 :D :D :D :)
Krug Vintage 1996 :D :D :D :D


mi dici qualcosa di più su questi, grazie!
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
Arktos
Messaggi: 3526
Iscritto il: 06 giu 2007 15:26
Località: Grottaferrata

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Arktos » 12 lug 2010 13:15

gremul ha scritto:
arktos ha scritto:Bruno Paillard, Brut Millésimé Assemblage 1996 :) :) :) :D
Billecart-Salmon "Cuvée Francoise Billecart" 1996 :) :) :) :)
Dom Perignon 1996 :D :D :D :)
Krug Vintage 1996 :D :D :D :D


mi dici qualcosa di più su questi, grazie!


Beh, volentieri ma da crasso ignorante :D
Ti riporto le impressioni della media dei partecipanti:
Il Paillard beverino come pochi, bollicine a grana fine, freschezza ed equilibrio, non lunghissimo.
Billecart stile molto classico, senza acuti, leggermente "magro", perlage più accentuato del precedente.
Dom Perignon elegantissimo, complesso al naso, tradizionale in bocca, bello lungo.
Krug ancora giovane ed esuberante, agrumato e freschissimo, sapidità in evidenza, lunghissimooooo.
"I veri intenditori non bevono vino: degustano segreti." S. Dalì
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 16:11

arktos ha scritto:
gremul ha scritto:
arktos ha scritto:Bruno Paillard, Brut Millésimé Assemblage 1996 :) :) :) :D
Billecart-Salmon "Cuvée Francoise Billecart" 1996 :) :) :) :)
Dom Perignon 1996 :D :D :D :)
Krug Vintage 1996 :D :D :D :D


mi dici qualcosa di più su questi, grazie!


Beh, volentieri ma da crasso ignorante :D
Ti riporto le impressioni della media dei partecipanti:
Il Paillard beverino come pochi, bollicine a grana fine, freschezza ed equilibrio, non lunghissimo.
Billecart stile molto classico, senza acuti, leggermente "magro", perlage più accentuato del precedente.
Dom Perignon elegantissimo, complesso al naso, tradizionale in bocca, bello lungo.
Krug ancora giovane ed esuberante, agrumato e freschissimo, sapidità in evidenza, lunghissimooooo.


grazie!
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 12 lug 2010 17:21

Allen ha scritto:
ilvinaio ha scritto:
Vesselle era il 96 :wink:


Gremul ha scritto:
Champagne Maurice Vesselle 1996, note lievemente ossidate al naso, bocca di buona materia e di bolla fine, buono ma senza particolari slanci



Ragazzi una precisazione.
Il Vesselle 1996 era così come l'ha descritto gremul ?
Oppure Greg è stato di manica stretta ?.
Io non mi ci ritrovo nella sua descrizione "senza particolari slanci" rispetto alle bocce che ho bevuto io.

Anzi più di qualche volta il 1996 di M. Vesselle ha bastonato alla grande dei super blasonati, ed è arrivato quasi alla pari in degustazione cieche con mostri sacri assoluti.

Era la solita boccia o era sottoperformante ?


mah guarda sinceramente non lo ricordo moltissimo però dico solo che di fianco a M.N. Ledru ha fatto molta fatica, forse boccia sottoperformante non so
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
ilvinaio
Messaggi: 1771
Iscritto il: 06 giu 2007 11:18
Località: Cassina de Pecchi (MI)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ilvinaio » 12 lug 2010 17:39

gremul ha scritto:
Allen ha scritto:
ilvinaio ha scritto:
Vesselle era il 96 :wink:


Gremul ha scritto:
Champagne Maurice Vesselle 1996, note lievemente ossidate al naso, bocca di buona materia e di bolla fine, buono ma senza particolari slanci



Ragazzi una precisazione.
Il Vesselle 1996 era così come l'ha descritto gremul ?
Oppure Greg è stato di manica stretta ?.
Io non mi ci ritrovo nella sua descrizione "senza particolari slanci" rispetto alle bocce che ho bevuto io.

Anzi più di qualche volta il 1996 di M. Vesselle ha bastonato alla grande dei super blasonati, ed è arrivato quasi alla pari in degustazione cieche con mostri sacri assoluti.

Era la solita boccia o era sottoperformante ?


mah guarda sinceramente non lo ricordo moltissimo però dico solo che di fianco a M.N. Ledru ha fatto molta fatica, forse boccia sottoperformante non so




Finito di bere con Christian,boccia perfetta ed anche caldo era un gran vino.Mari Noelle 96 è uno champagne classico con tutte le cose in perfetto equilibrio pronto da godere,mentre invece Vesselle ha ancora da maturare secondo me,x apprezzarlo al meglio andava servito prima di Ledru ma non mi aspettavo una performance simile dalla madame,solo i Corbon mi hanno impressionato di più.
Avatar utente
ilvinaio
Messaggi: 1771
Iscritto il: 06 giu 2007 11:18
Località: Cassina de Pecchi (MI)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ilvinaio » 12 lug 2010 18:58

Più fruttino, era perfetto,l'ultima di 6 bottiglie :cry:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Biavo, gaglioppo78, lucastoner, Ludi, Mon_ster e 1 ospite