Champagne, il thread definitivo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 07 giu 2010 17:09

albi ha scritto:
gremul ha scritto:e la 98 superiore alla 95 assolutamente no!!

Fabio mi sa che non sono così d'accrdo con la tua analisi sugli Champagne e le annate, ma avremo modo di parlarne davanti ad un bicchiere


Basta fare una orizzontale comparativa.......

credo che un campione di 75 bottiglie per annata possa dare qualche risposta in merito. Senza sottilizzare sul numero dei lotti, provenienze, tracciabilità commerciale dei campioni ecc.


:D :D :D :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Redisasso
Messaggi: 6039
Iscritto il: 06 giu 2007 11:07
Località: Roma
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Redisasso » 07 giu 2010 17:28

gremul ha scritto:come si sa io non faccio testo su Selosse ma il 99 l'ho trovato tremendo, dopo un po' nel bicchiere sembrava uno Chardonnay malfatto californiano, una bara di legno


oggi è scomposto, domani boh. Su Selosse giovane non è facile fare previsioni, in ogni caso il millesimato è l'unico vino che fa con la stessa cura dei bei tempi (e infatti 98, 96 e 95 sono stupendi).

95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon, Ambonnay, St.Hilaire, e la Cuvée des Enchanteleurs che resta uno dei migliori Champagne al mondo come q/p) devono ancora uscire! Annate confrontabili, la 95 ha più acidità, la 98 più sostanza ed equilibrio, in ogni caso oggi i 98 sono in generale troppo troppo giovani ma sono pronto a scommettere sul loro futuro.
Oggi piuttosto potremmo fare 88 vs 90, anche se sono annate profondamente differenti per le quali in genere lo stile della casa gioca un ruolo risolutivo sulla felicità delle uscite.
A volte ritornano

http://www.unicor.no
le spedizioni saranno effettuate entro tre giorni dal pagamento
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 07 giu 2010 18:05

Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Redisasso
Messaggi: 6039
Iscritto il: 06 giu 2007 11:07
Località: Roma
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Redisasso » 07 giu 2010 18:11

ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:


Hai ragione... comunque non direi che esca troppo spesso, le annate recenti mi sembra abbiano tutte diritto di cittadinanza, l'unica delusione per me è stata l'83.
A volte ritornano

http://www.unicor.no
le spedizioni saranno effettuate entro tre giorni dal pagamento
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda mbrown » 07 giu 2010 18:14

Riguardo alle annate, io mi riferivo ai RM. Sicuramente le grandi Maison sono state in grado di tirare fuori prodotti eccellenti in annate come la 00 o la 03, ma parlando di prodotti in commercio e soprattutto dei vari RM, dove anche la provenienza delle uve è più circoscritta, le ho trovate delle annate debolucce. Poi, sempre pronto a ricredermi...
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 07 giu 2010 18:27

Redisasso ha scritto:
ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:

Hai ragione... comunque non direi che esca troppo spesso, le annate recenti mi sembra abbiano tutte diritto di cittadinanza, l'unica delusione per me è stata l'83.

Percarità, forse anche il livello delle annate si è innalzato. Però la media era 3 annate a decennio. Se è confermato, il decennio 90 sarà a 6, di cui le ultime 5 tutte una dietro all'altra...mi sembra strano, già col 97 siamo al limite...
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Redisasso
Messaggi: 6039
Iscritto il: 06 giu 2007 11:07
Località: Roma
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Redisasso » 07 giu 2010 18:50

ugc ha scritto:Su CdG hai probabilmente molta più esperienza di me, quindi magari dico sciocchezze. Però l'anno scorso, all'assaggio parallelo di 99 e 00 mi sembrava evidente che il secondo è quello muscolare (sulla falsariga del 90) mentre il primo è decisamente più magro (quindi più simila al 91). Sull'evoluzione futura invece qualche dubbio di tenuta dello 00 ce l'ho, e non mi stupirei se tra vent'anni fosse più in forma il 99.


Non li ho assaggiati uno di fianco all'altro, ma non li ricordo molto diversi l'uno dall'altro, entrambi pienamente maturi e con parecchia struttura, il 2000 però non brilla certo per acidità e concordo con i dubbi sulla tenuta a lungo termine. Sono curiosissimo di assaggiare il 2001, che è stato dichiarato: ovviamente con produzione limitatissima, e si sa che Clos des Goisses nelle annate fredde può dare sorprese!



ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:Con LVMH ho una faida aperta per tutti i millesimi post-90 di Dom eccezion fatta per il 1996 (dove anche un macaco, con quella materia prima, avrebbe tirato fuori un grande Champagne): che si sono sputtanati lo sanno anche loro, e lo dimostra il fatto che il dosaggio degli Oenotheque -prodotto orientato a ben altra clientela- è esattamente la metà della cuvée ordinaria.

Beh, col patrimonio di vigneti che hanno ogni millesimo dovrebbe essere perlomeno ottimo...


il problema è nello stile e nelle quantità prodotte. Oltretutto la Maison è in una spirale di richiesta tale che ha problemi sempre più grossi a non dichiarare...


ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:Il 1995 è una delle annate più criminalmente sottovalutate in Champagne, semplicemente perché seguita dalla vera annata del secolo,

Non credo che il 95 sia stato sottovalutato in Champagne quanto dai consumatori. Quindi meglio per noi :wink:
Sul 96 annata del secolo ci andrei poi molto cauto. È vero che aveva il potenziale per esserlo, ma è anche altrettanto vero che non tutti siano riusciti a sfruttarlo a dovere.


Ovviamente la mia è una sparata, solo il tempo ci dirà se i 1996 evolverano nel tempo in maniera splendida come i 1976 o i 1964, ma mi sembra che sia i Pinot che lo Chardonnay siano maturati in modo semplicemente perfetto, dando vini che hanno una struttura e un'acidità tali da giustificare qualsiasi ottimismo. Francamente le delusioni si avvicinano a zero, come per i 2005 in Borgogna.


ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto: un po' come l'89 che è stato seguito da quella falsa.

Mah, al momento trovo il 90 in splendida forma quasi per tutti. Non sarà l'annata del secolo però...chissenefrega


io invece di bottiglie stanche o che non si sono evolute come speravo ne trovo.. Clos des Goisses negli ultimi anni si è fermato e ha iniziato a scendere, Princes de Venoge secondo me -pur essendo ben conscio dello stile di questa cuvée- sta arrancando, e in generale nei BdB dei Recoltant, pur con le dovute eccezioni, trovo tanta stanchezza, ossidazione e note di stra-evoluzione. Non dubito che i grossi calibri si comporteranno bene anche nel tempo, però, però, tanti, anche fra quelli che oggi sono eccellenti, mi sembrano un po' troppo avanti per gli anni che hanno. Mi sbaglierò, magari è una mia fase.


ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto: 1998 anche sopra al 1995, grande annata di cui riempirsi le cantine, l'unica cuvée seria che non mi ha entusiasmato è il comunque valido Clos des Goisses, i grandi sono tutti magnifici e attendo trepidante l'uscita di Salon. I 2002 sono troppo giovani ma si intuisce la materia, del poco che è uscito di 2004 in generale parlo molto bene, e mi chiedo se lo straordinario successo di Leclapart è specchio di annata che ci darà grandi soddisfazioni negli anni a venire o l'inarrivabile prestazione di un fuoriclasse.

Qua non sono più così d'accordo e quoto pippuz: nelle mie classifiche il 2004 non sta cosa in alto e sicuramente non sopra al 2002.
Quando io parlo poi di millesimi mi trovo sempre più a fare grossi distinguo tra RM e grandi marche, tra Valle della Marna, Montagna di Reims e Costa dei Bianchi (carini i nomi italici eh :lol:), tra villaggio e villaggio, tra produttore e produttore, etc...
Per esempio trovo il 2002 eccellente in costa dei bianchi, meno in valle della marna e molto meno sul lato nord della montagna di Reims. Discorso inverso per il 98. Trovo i 96 degli RM generalmente meno entusiasmanti e sicuramente meno apprezzabili ora di quelli dei grandi nomi. Trovo gli assaggi dei pochi 2005 fatti finora molto promettenti. Trovo i 99 molto efebici, i 00 molto pronti, i 03 da bere subito senza pensarci, i 2004 sopravvalutati e talvolta squilibrati, trovo perfino qualche 01 passabile.
Trovo che in ogni caso non ne so un ca**o, perché ho cmq assaggiato troppo poco. E detto questo, ho detto tutto! :D


Dai tempo ai 2004, hanno tutto. Discordo sui 99 efebici, per me di materia ce n'è abbastanza e della giusta maturazione. Dal 2003 in poi comunque possiamo parlare più o meno solo di Recoltant, in ogni caso concordo, generalizzando in modo assolutamente eccessivo, su 2000 e 2003, ma ribadisco, per me i 2004 faranno parecchia strada, è normale e non preoccupante che ora siano scomposti.
A volte ritornano

http://www.unicor.no
le spedizioni saranno effettuate entro tre giorni dal pagamento
Redisasso
Messaggi: 6039
Iscritto il: 06 giu 2007 11:07
Località: Roma
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Redisasso » 07 giu 2010 18:53

ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:
ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:

Hai ragione... comunque non direi che esca troppo spesso, le annate recenti mi sembra abbiano tutte diritto di cittadinanza, l'unica delusione per me è stata l'83.

Percarità, forse anche il livello delle annate si è innalzato. Però la media era 3 annate a decennio. Se è confermato, il decennio 90 sarà a 6, di cui le ultime 5 tutte una dietro all'altra...mi sembra strano, già col 97 siamo al limite...


sicuramente le uve a Mesnil raggiungono più facilmente la giusta maturazione, e il 2001 è l'unica annata davvero brutta dal 93 a oggi. Poi magari può esserci un po' di logica commerciale, ma se anche Salon 97 (diamogli tempo!) non è certo all'altezza dei due che l'hanno preceduto non mi sembra un'uscita da deridere. Fin qui, insomma, con una sola eccezione fra le annate che ho assaggiato, quando sono usciti hanno avuto ragione.
A volte ritornano

http://www.unicor.no
le spedizioni saranno effettuate entro tre giorni dal pagamento
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 08 giu 2010 09:38

ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:


no, il 98 non esce
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 08 giu 2010 09:44

gremul ha scritto:
ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:

no, il 98 non esce

Controllato anch'io, confermo che il prossimo ad uscire è il 99. La decade dei 90 è peraltro la prima dagli anni 40 con cinque millesimi dichiarati.
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6780
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 08 giu 2010 10:12

ugc ha scritto:
gremul ha scritto:
ugc ha scritto:
Redisasso ha scritto:95 vs 98 si potrebbe fare, ma fra almeno dieci anni, oggi il vantaggio evolutivo dei primi è eccessivo, senza contare che svariati pesi massimi (Salon) devono ancora uscire...

Ma salon esce anche col 98? Pensavo solo col 99 e poi 02.
Se è così mi sembra esca un po' troppo spesso :roll:

no, il 98 non esce

Controllato anch'io, confermo che il prossimo ad uscire è il 99. La decade dei 90 è peraltro la prima dagli anni 40 con cinque millesimi dichiarati.


I soldi son soldi..... :wink:
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 08 giu 2010 10:21

MCSE ha scritto:I soldi son soldi..... :wink:

Mannòooo, c'est la grande qualité du millésime :lol:
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6780
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 08 giu 2010 10:23

ugc ha scritto:
MCSE ha scritto:I soldi son soldi..... :wink:

Mannòooo, c'est la grande qualité du millésime :lol:


Yo No Hablo Espanol :lol: :lol:
alì65
Messaggi: 12429
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda alì65 » 08 giu 2010 10:35

ho scritto nel 3ad "bevemmo a giugno" le bolle che, appunto, bevemmo ieri sera, ho sbagliato e dovevo scrivere qua? non vorrei Gregorio incazzato.... 8)
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 08 giu 2010 10:41

alì65 ha scritto:ho scritto nel 3ad "bevemmo a giugno" le bolle che, appunto, bevemmo ieri sera, ho sbagliato e dovevo scrivere qua? non vorrei Gregorio incazzato.... 8)



e certo copia copia anche qui e integra le note!!
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 08 giu 2010 10:55

Redisasso ha scritto:
io invece di bottiglie stanche o che non si sono evolute come speravo ne trovo.. Clos des Goisses negli ultimi anni si è fermato e ha iniziato a scendere, Princes de Venoge secondo me -pur essendo ben conscio dello stile di questa cuvée- sta arrancando, e in generale nei BdB dei Recoltant, pur con le dovute eccezioni, trovo tanta stanchezza, ossidazione e note di stra-evoluzione. Non dubito che i grossi calibri si comporteranno bene anche nel tempo, però, però, tanti, anche fra quelli che oggi sono eccellenti, mi sembrano un po' troppo avanti per gli anni che hanno. Mi sbaglierò, magari è una mia fase.




Fabio perdonami ma quali sarebbero i 1990 BdB di recoltant che hai bevuto per affermare quanto sopra??

Abbiamo fatto recentemente una serata 90 con Francesco, Umberto e altri e trovammi i vini splendidi (su tutti un Sir WInston Churchill monumentale)

Salon 90 poi è qualcosa di stratosferisco, tra i miei migliori Champagne di sempre senza se e senza ma
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
ugc
Messaggi: 1701
Iscritto il: 05 dic 2008 19:36
Località: 'UCC - Polacchia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda ugc » 08 giu 2010 19:22

Come poteva mancare il tradizionale giretto champenois di primavera...
Corbon: che dire...perfortuna che Agnes non c'era :mrgreen: ! Si perché così ho passato quasi quattro ore con Claude, parlando di vino, di stili, di produttori, di annate, di terroir, e non mi ricordo bene di cosa, sentendomi come a casa. Ora mi riesce difficile scindere il giudizio tra una visita che vale un viaggio, e una gamma di prodotti che ahimé non trovo (più?) entusiasmante. Spero quindi di essere perdonato da chi ne sa più di me se ora come ora qualche dubbio su questa maison ce l'ho...
In ogni caso abbiamo assaggiato due bottiglie "in commercio" e un'anteprima del 2002 declinato in quattro varianti, qualcuna delle quali forse vedrà la luce a fine anno. L'Absolument Brut è un po' spigoloso, ma è quello più netto e piacevole nei profumi sia al naso sia in bocca. Da lasciar stare in cantina per un po'. Il 2000 continua invece a non convincermi e qui concordo con mbrown. Non mi piace per il dosaggio e l'ingresso in bocca. La materia sotto c'è e anche la lunghezza. L'equilibrio e la finezza però no.
Delle 4 varianti 2002, due erano a grande maggioranza chardonnay con saldo PN, due invece più o meno 1/3 ciascuno tra ch, pn e pm. Nettamente superiori i due chardonnay in maggioranza, diversi solo per il dosaggio. Quello più dosato (8-10 g/l) è immediatamente più godibile ma rivela limiti palesi nell'espressività probabilmente per la sboccatura recentissima. Quello meno (4-6 g/l), non ha le asperità smussate dal dosaggio quindi risulta scomposto e ruvido ma lasciato un'oretta nel bicchiere è quello più fine al naso, e che promette di evolvere meglio. Il naso dei secondi due è molto chiuso, si intravede la maggiore percentuale pinotosa, specie il meunier. Al palato non lascia troppi segni, piacevole ma nulla più, sembra di classe inferiore. Ora, è evidente che giudicare due prodotti appena sboccati può ingannare ma il giudizio non è ora come ora eccellente. Poi io sono diventato particolarmente sensibile all'uso di MCR nei dosaggi, che mi da un fastidio tremendo oltre una certa soglia. Non so come dire esattamente, ma dà l'impressione di alterare/rovinare la trama, la consistenza del vino in bocca e l'equilibrio con la componente acida.

Collard-Chardelle. Non ho avuto la fortuna di conoscere René Collard se non attraverso i suoi vini. Ho conosciuto invece Daniel, suo figlio, e mi son ritrovato davanti un signore di mezz'età, elegante, che per la Champagne ove spesso anche i grandissimi rimangono contadini (Selosse, Egly, Corbon, Fallet, etc...) si può definire quasi un gentiluomo raffinato. L'idea è che lo champagne sia per lui un hobby, un passatempo, sicuramente non una ragione di vita né un'espressione d'arte. Niente di male in tutto ciò peraltro. Forse per lasciar spazio alla personalità di ciascun componente della famiglia, invece di usare un solo marchio per commercializzare il prodotto dei 25 ettari di vigneto la famiglia Collard ha sempre sposato la tesi di dividersi ciascuno per la sua strada.
Secondo quindi la tradizione borgognona, oltre al René Collard (di cui è cessata la produzione nel 95) sono nati lo champagne Collard-Chardelle (anni 70), Collard-Picard (figlio di Daniel), e l'ultimo arrivato Remy-Collard (figlia di Daniel). Sia la raccolta sia la vinificazione delle basi avvengono assieme, quel che cambia è dall'invecchiamento delle basi alla selezione delle cuvée e relativo affinamento in bottiglia, con prodotti quindi abbastanza diversi tra loro. Per esempio Daniel predilige lo chardonnay al pinot meunier tanto amato dal babbo. Il suo Prestige è un onesto prodotto, molto cremoso e sufficientemente profondo da consigliarne l'acquisto. Il Saveurs d'antan da millesimo 02, 80%ch e saldo pn rende evidente la predilezione di Daniel per l'invecchiamento delle basi in grosse botti, bel naso e bella bocca, parte contratto ma poi mostra molte sfaccettature aromatiche, ancora però molto giovane.
Rien n'y fait, menace ou prière, l'un parle bien, l'autre se tait;
et c'est l'autre que je préfère, il n'a rien dit, mais il me plaît.
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6780
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 10 giu 2010 10:44

Bollinger Rosè
Bel colore rosato, bolla abbastanza fina e persistente, naso fruttato e minerale.Bocca dritta poco persistente con una carbonica presente ma non troppo sgraziata. Si fa bere bene senza eccessi.
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 10 giu 2010 16:38

Redisasso ha scritto:mai letto così tante sciocchezze generalistiche sui millesimi come negli ultimi due post, con l'eccezione di quel fenomeno che dichiarò il 1979 (una delle cinque migliori annate del Dopoguerra con 1964, 1976, 1988 e 1996) come un'annata mediocre. Generalizzare sulle annate in Champagne significa essere destinati al fallimento, ancor più che in Borgogna o in Langa: ugualmente elevata l'incidenza dei microclimi, molto più importante il peso specifico della tecnica in vigna e in cantina. Certo, un'annata come la 2001 è quasi al di là di ogni speranza, ma il 99 e il 2000, pur non essendo affatto grandi millesimi, hanno generato alcune buone espressioni: Clos des Goisses e Fleur de Passion 1999 sono vinoni muscolari e assai work in progress, ma fra vent'anni li celebreremo, Selosse ha fatto una bomba atomica che capisco possa dividere ma che a mio avviso è una delle sue riuscite più autentiche, i 2000 sono meno decifrabili e spesso meno godibili ma credo che più di qualcuno si comporrà in modo magnifico nel giro di cinque o sei anni, occhio soprattutto alla gamma di Jacquesson. La 2003 è un'annata bizzarra, ma ancora sono uscite poche cuvée per i produttori più rilevanti, in ogni caso viste le premesse un vino come il 2003 by Bollinger difficilmente non può essere considerato un successo; e anche i Roederer, più il BdB che l'altro millesimato, non sono malaccio visto anche il prezzo.

Le annate in assoluto "non da millesimati" sono in verità pochine, mi è capitato di bere dei 1991 e dei 1980 favolosi, mai generalizzare!


come non quotarti,
deg un CdG 99 che se fosse stato per me lo avrei lasciato lì per una 15ina di anni, ma sotto cazzo che materia c'è!!!! magari non arriverà alle vette del 89 o 91 ma provateci a dimenticarlo in cantina e poi ne riparleremo .....se saremo ancora vivi

Su Selosse mai fare scommesse sui millesimati aperti poco dopo la sboccatura (0-3 anni e + ), mai ho trovato una maison capace di sorprendere in positivo come Anselme anche e soprattutto in annate considerate di livello medio basso
42195mt in 3h13'23"
Avatar utente
megaMAX
Messaggi: 2912
Iscritto il: 02 lug 2007 22:00
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda megaMAX » 12 giu 2010 01:21

Cachet Rouge - Philippart

Veramente bono :o :o :o :o
Più equilibrato e meno "spigoloso" del Bouqin-Dupont (ma io quell'acidità la adoro...), subito pronto, da bere a secchi... :)
Avatar utente
nebbiolone
Messaggi: 3991
Iscritto il: 10 ott 2007 12:15
Località: Nebbioli del Nord Piemonte

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda nebbiolone » 12 giu 2010 22:12

2003 Dufour les instantes 100% pinot bianco: perlage non troppo fine, oro scarico, gesso e caffè, bocca affilata con ritorni di anice sul finale. :D :D :D :D :shock: per me uno spettacolo
Quelli che non sanno come passare le giornate , quelli che scrivono sul forum inutilità , quelli che puntano il dito , quelli così insomma fatti in titanio che non han capito che prima si paga poi si spedisce sempre il lunedì dopo
Redisasso
Messaggi: 6039
Iscritto il: 06 giu 2007 11:07
Località: Roma
Contatta:

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Redisasso » 14 giu 2010 01:44

qualcuno di voi ha per caso intenzione di recarsi nella Terra Promessa in estate?
A volte ritornano

http://www.unicor.no
le spedizioni saranno effettuate entro tre giorni dal pagamento
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6780
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 14 giu 2010 08:39

Redisasso ha scritto:qualcuno di voi ha per caso intenzione di recarsi nella Terra Promessa in estate?


No ma se si organizza magari si può fare..... :wink:
Avatar utente
petitbogho
Messaggi: 3510
Iscritto il: 10 ott 2008 11:01
Località: Salò

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda petitbogho » 14 giu 2010 08:49

MCSE ha scritto:
Redisasso ha scritto:qualcuno di voi ha per caso intenzione di recarsi nella Terra Promessa in estate?


No ma se si organizza magari si può fare..... :wink:


estate? tarda estate magari :wink:
alì65
Messaggi: 12429
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda alì65 » 15 giu 2010 14:01

..Greg perdonami, m'ero dimenticato, ecco le bocce bevute a Parma qualche giorno fa:

ieri sera prima bevuta outdoor in compagnia di bolle:
-Egly-Ouriet V.P., sempre buono con bevibilità compulsiva, molto estivo
-Larmandier-Bernier V.V. de Cramant, tranquillo e molto da aperitivo
-B.Paillard 96, per il mio gusto un pochino avanti ma è un genere che piace
-RD 90, parecchio buono anche se pretendere qualcosina di più nella bevuta è lecito, ancora giovane
-Dom Perignon Enotheque 90 rosè, serata creata per questa bolla, tanto in tutto meno che nelle bolle, purtroppo anche nel prezzo
-Charmes Chambertin 04 Rousseau, una nota colorata per compagnia alla carne, molto buono, perfetto in tutto con frutto nitidissimo e molto piacevole, bella acidità e tannini ben presenti, piaciuto molto anche ai non amanti del genere....


se ti interessa la prossima settimana berremo un V.Vigne accompagnato ma i posti sono già occupati, mi spiace.... :mrgreen:
futuro incerto...2020 di merda!!!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite