Champagne, il thread definitivo

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
fable_81
Messaggi: 3256
Iscritto il: 15 ott 2008 11:07
Località: Manerba del Garda (BS)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda fable_81 » 16 dic 2009 18:23

pippuz ha scritto:
Deruj ha scritto:pardonemuà, a chi apparteneva il clos d'ambonnay prima di krug?

A Cà del Bosco, ma gli venivano degli spumanti un po' amari. :lol:


Ora capisco perchè il pinerò viene così tanto! :D
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
https://instagram.com/fable_81/
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 16 dic 2009 18:31

occhio ai numeri che si leggono da varie parti sulle bottiglie dell'ambonnay chi dice 1500 chi 3000 anche perchè le casse sono da 6 e non da 12

gli ettari del clos: 0,62
propietà krug dal 1994, ma gia prima lo vinificava e lo usava per le altre etichette contenenti il PN, non si sa niente della prec propietà, rumors dicevano che stavano lavorando in segreto a un nuovo champagne ma il segreto lo hanno mantenuto bene anche perchè ci hanno messo 13 anni prima di tirarlo fuori.
alcune immagini
Immagine
Immagine
Immagine
42195mt in 3h13'23"
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Palma » 16 dic 2009 18:44

Bene via, dirò qualcosa di semi serio.
Innanzitutto devo ammettere che era proprio parecchio tempo che non mi emozionavo (quasi) nell'attesa dell'apertura di una bottiglia e nel solo accostare al naso il bicchiere.
Cosa dire degli champagne:
Grande Cuvée: ecco questo potrei dire che sapeva proprio di Krug, quel profilo olfattivo tostato, quasi leggermente ossidato, con una bocca di notevole struttura ed un'acidità fuori dal comune. Insomma si parte subito molto bene.
Vintage 1995: davvero molto bello. Ha sicuramente note simili al precedente, ma guadagna molto in complessità e soprattutto la bocca acquista una maggior pienezza, la persistenza finale diventa importante. Mi sembra un'annata davvero ben riuscita, chi lo ha già bevuto dice che abbia acquistato molto nell'ultimo anno. Pienamente soddisfatto.
Clos du Mesnil 1998: ecco questo è grande, ma da quell'etichetta sarebbe lecito anche attendersi qualcosa in più. Elegantissimo al naso, manca un po' di ciccia in più per essere memorabile, comunque rimanendo nel bicchiere mostra un ottima progressione ed in assoluto lo preferisco al vintage. Forse difficile far meglio in quell'annata, ma non è un Mesnil da sogno.
- Clos d'Ambonnay 1995: magari qualche fighetto potrebbe trovarlo troppo giovane ed aggressivo, per me è semplicemente qualcosa di mostruoso e probabilmente (di certo sul podio) il miglior champagne mai bevuto. Molto più vino rispetto al Mesnil (certo anche l'uva gioca la sua parte), struttura mostrousa, incazzoso come pochi, nuovo concetto di persistenza per uno champagne. C'è chi dice che tutto sommato preferisce champagne più leggeri, ma come d'incanto i bicchieri si svuotano in un amen. Quoto Ivan, prezzo pazzesco ed onestamente improponibile, ma la qualità è davvero parecchio alta. Molto contento di aver fatto questa pazzia e ringrazio il gestore del Divinis, Maurizio Landi, che ha organizzato tutto ciò, tra l'altro ad un prezzo che mi apre più che onesto e che come sempre ha condotto la serata con grandissima competenza.
ex Victor
Extreme fighet du chateau
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 16 dic 2009 19:08

Palma ha scritto:Bene via, dirò qualcosa di semi serio.
Innanzitutto devo ammettere che era proprio parecchio tempo che non mi emozionavo (quasi) nell'attesa dell'apertura di una bottiglia e nel solo accostare al naso il bicchiere.
Cosa dire degli champagne:
Grande Cuvée: ecco questo potrei dire che sapeva proprio di Krug, quel profilo olfattivo tostato, quasi leggermente ossidato, con una bocca di notevole struttura ed un'acidità fuori dal comune. Insomma si parte subito molto bene.
Vintage 1995: davvero molto bello. Ha sicuramente note simili al precedente, ma guadagna molto in complessità e soprattutto la bocca acquista una maggior pienezza, la persistenza finale diventa importante. Mi sembra un'annata davvero ben riuscita, chi lo ha già bevuto dice che abbia acquistato molto nell'ultimo anno. Pienamente soddisfatto.
Clos du Mesnil 1998: ecco questo è grande, ma da quell'etichetta sarebbe lecito anche attendersi qualcosa in più. Elegantissimo al naso, manca un po' di ciccia in più per essere memorabile, comunque rimanendo nel bicchiere mostra un ottima progressione ed in assoluto lo preferisco al vintage. Forse difficile far meglio in quell'annata, ma non è un Mesnil da sogno.
- Clos d'Ambonnay 1995: magari qualche fighetto potrebbe trovarlo troppo giovane ed aggressivo, per me è semplicemente qualcosa di mostruoso e probabilmente (di certo sul podio) il miglior champagne mai bevuto. Molto più vino rispetto al Mesnil (certo anche l'uva gioca la sua parte), struttura mostrousa, incazzoso come pochi, nuovo concetto di persistenza per uno champagne. C'è chi dice che tutto sommato preferisce champagne più leggeri, ma come d'incanto i bicchieri si svuotano in un amen. Quoto Ivan, prezzo pazzesco ed onestamente improponibile, ma la qualità è davvero parecchio alta. Molto contento di aver fatto questa pazzia e ringrazio il gestore del Divinis, Maurizio Landi, che ha organizzato tutto ciò, tra l'altro ad un prezzo che mi apre più che onesto e che come sempre ha condotto la serata con grandissima competenza.


un paio di considerazioni:
il mio post di poche ore fa riferito alla mia curiosità riguardo il 95 trova risposta nelle tua affermazione:"chi lo ha già bevuto dice che abbia acquistato molto nell'ultimo anno, infatti all'uscita ero perplesso, anche se con krug mai dire mai era logico attendersi una in meglio evoluzione.

E' possibile che la parziale "mancanza" di corpo del CdM paghi il fatto di averlo bevuto subito dopo il vintage 95?
ti domando questo perchè, personalmente dopo avere bevuto un Krug vintage mi rimane la bocca impalata, sovraimpressa, e dopo è difficile berci altro ( ameno che non sia un clos d'ambonnay :mrgreen: )
42195mt in 3h13'23"
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda mbrown » 16 dic 2009 19:16

Complimenti vivissimi per la bella bevuta! Una domanda sempre sul 95: è ancora un infante o inizia già a essere interessante? Ho letto che bere adesso il 96 è praticamente un infanticidio, ma l'annata 95 dovrebbe essere un'annata più "pronta" rispetto al 96
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Palma » 16 dic 2009 21:31

enogastronauta ha scritto:
Palma ha scritto:Bene via, dirò qualcosa di semi serio.
Innanzitutto devo ammettere che era proprio parecchio tempo che non mi emozionavo (quasi) nell'attesa dell'apertura di una bottiglia e nel solo accostare al naso il bicchiere.
Cosa dire degli champagne:
Grande Cuvée: ecco questo potrei dire che sapeva proprio di Krug, quel profilo olfattivo tostato, quasi leggermente ossidato, con una bocca di notevole struttura ed un'acidità fuori dal comune. Insomma si parte subito molto bene.
Vintage 1995: davvero molto bello. Ha sicuramente note simili al precedente, ma guadagna molto in complessità e soprattutto la bocca acquista una maggior pienezza, la persistenza finale diventa importante. Mi sembra un'annata davvero ben riuscita, chi lo ha già bevuto dice che abbia acquistato molto nell'ultimo anno. Pienamente soddisfatto.
Clos du Mesnil 1998: ecco questo è grande, ma da quell'etichetta sarebbe lecito anche attendersi qualcosa in più. Elegantissimo al naso, manca un po' di ciccia in più per essere memorabile, comunque rimanendo nel bicchiere mostra un ottima progressione ed in assoluto lo preferisco al vintage. Forse difficile far meglio in quell'annata, ma non è un Mesnil da sogno.
- Clos d'Ambonnay 1995: magari qualche fighetto potrebbe trovarlo troppo giovane ed aggressivo, per me è semplicemente qualcosa di mostruoso e probabilmente (di certo sul podio) il miglior champagne mai bevuto. Molto più vino rispetto al Mesnil (certo anche l'uva gioca la sua parte), struttura mostrousa, incazzoso come pochi, nuovo concetto di persistenza per uno champagne. C'è chi dice che tutto sommato preferisce champagne più leggeri, ma come d'incanto i bicchieri si svuotano in un amen. Quoto Ivan, prezzo pazzesco ed onestamente improponibile, ma la qualità è davvero parecchio alta. Molto contento di aver fatto questa pazzia e ringrazio il gestore del Divinis, Maurizio Landi, che ha organizzato tutto ciò, tra l'altro ad un prezzo che mi apre più che onesto e che come sempre ha condotto la serata con grandissima competenza.


un paio di considerazioni:
il mio post di poche ore fa riferito alla mia curiosità riguardo il 95 trova risposta nelle tua affermazione:"chi lo ha già bevuto dice che abbia acquistato molto nell'ultimo anno, infatti all'uscita ero perplesso, anche se con krug mai dire mai era logico attendersi una in meglio evoluzione.

E' possibile che la parziale "mancanza" di corpo del CdM paghi il fatto di averlo bevuto subito dopo il vintage 95?
ti domando questo perchè, personalmente dopo avere bevuto un Krug vintage mi rimane la bocca impalata, sovraimpressa, e dopo è difficile berci altro ( ameno che non sia un clos d'ambonnay :mrgreen: )


Ivan, sei dei servizi segreti? dove avevi nascosto la cimice?
E' stato anche questo un dubbio che abbiamo avuto, cioè che, oltre a scontare il fattore annata, il blanc de blanc avesse sofferto la struttura del 95.
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Palma » 16 dic 2009 21:33

mbrown ha scritto:Complimenti vivissimi per la bella bevuta! Una domanda sempre sul 95: è ancora un infante o inizia già a essere interessante? Ho letto che bere adesso il 96 è praticamente un infanticidio, ma l'annata 95 dovrebbe essere un'annata più "pronta" rispetto al 96


Per me è già una goduria, però considera che io sono un discreto infanticida e che anche Monfortino 96 mi è sempre piaciuto, fin da subito :D
Ho detto che qualcuno lo può trovare un tantino troppo esuberante, ma che possa dar l'impressione di non concedersi, direi proprio di no. Tra tutti era quello con la bevibilità maggiore.
ex Victor

Extreme fighet du chateau
Avatar utente
Palma
Messaggi: 6705
Iscritto il: 06 giu 2007 12:29

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Palma » 16 dic 2009 21:51

Luca Mazzoleni ha scritto:
Palma ha scritto:Eravamo 8, a Divinis a Bologna.


Ok. Abbinamenti?

Ti sei fatto un bel regalo di Natale! hai fatto bene.


Era esclusivamente una degustazione degli champagne, in abbinamento c'era solo qualche stuzzichino, una polpetta di baccalà mantecato che ci stava, un qualcosa al formaggio che probabilmente ci stava molto bene, ma io ho dei problemi, una frittatina al tarassaco (non ho capito se il forumista o l'erba), che poteva andare, ed un formaggio puzzone che secondo me rischiava di inquinare il vino e che in in ogni caso non mangerei mai.
Sì penso anch'io di aver fatto bene, era da tanto che non provavo la sensazione del bambino felice dopo aver fatto una bella marachella :D
ex Victor

Extreme fighet du chateau
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 17 dic 2009 10:38

Palma ha scritto:


una frittatina al tarassaco (non ho capito se il forumista o l'erba),


:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: ecco dove era finito !
42195mt in 3h13'23"
Avatar utente
mbrown
Messaggi: 4422
Iscritto il: 06 giu 2007 11:01
Località: Modena

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda mbrown » 19 dic 2009 21:22

Maurice Vesselle 96
Grandissima bottiglia, naso cangiante da Champagne invecchiato, che varia dalla mela cotogna e pasta frolla a note più austere di fungo e terra bagnata. Bocca cazzuta, ampia ma non pesante, di bella eleganza, con un'acidità finale da mettere i brividi e una bella lunghezza. In grado di giocarsela con compagni molto più blasonati, di fianco a un Henriot Cuveè des Enchanteleurs di pari annata non so chi vincerebbe.
Forse ho sbagliato a giudicare Stromberg. Un uomo che beve Dom Perignon del '52 non può essere cattivo. (Bond)
Io nella guida dell'Emilia a 'sto Masseto gli dò 84!
Avatar utente
fabird
Messaggi: 2830
Iscritto il: 06 giu 2007 17:24
Località: MB

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda fabird » 20 dic 2009 10:40

Far trovare pronto un bicchiere di Kyr Royal preparato con un goccio di creme de cassis e creme de mure e una btg di Ferrari brut sul tavolo è una delle cose più divertenti da fare ad un amico che viene a trovarti.

Cavolo ma è buono questo rosè! Ma dai, è un Ferrari? Senti che bei fruttini di bosco che si sentono, quasi quasi vado a cercarlo al supermercato. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: 8)
L'arrampicata, un gioco infinito....... Un gioco finito si gioca per vincerlo,un gioco infinito per continuare a giocare. I partecipanti ad un gioco finito giocano entro confini ben precisi, i partecipanti ad un gioco infinito giocano con i confini
corcaigh
Messaggi: 928
Iscritto il: 30 lug 2007 09:38
Località: varese

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda corcaigh » 20 dic 2009 16:05

mbrown ha scritto:Complimenti vivissimi per la bella bevuta! Una domanda sempre sul 95: è ancora un infante o inizia già a essere interessante? Ho letto che bere adesso il 96 è praticamente un infanticidio, ma l'annata 95 dovrebbe essere un'annata più "pronta" rispetto al 96

Bevuto qualche mese fa il 95 e ti posso assicurare che avrei voluto ritapparlo! Direi addirittura interruzione di gravidanza :shock:
purtroppo per goderli, anche solo un pò, i vintage secondo me, per pochi che ne ho bevuti, vanno attesi almeno 5-6 anni dall'uscita.
Certo che se ne puoi seguire l'evoluzione anno dopo anno l'affare è diverso!!
Nelle grandi annate poi....bevuto l'88 stagnolato, 4 presenti, 4 che hanno detto essere max un 95!!
Grandissimi ricordi in ogni caso
ema
l'olfatto è il più efficace evocatore della memoria
corcaigh vecchio forum
utente dal 2004
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 21 dic 2009 12:21

Pierre Gimonnet Fleuron 2004, ormai uno dei miei produttori di riferimento, gran bella bottiglia da evitare per chi cerca grassezze o mollezze in uno Champagne, qui tutto è inkazzato dal naso gessosissimo e calcareo, territoriale come pochi, alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida, sconsiglio per sofferenti di ulcera o reflusso gastroesofageo :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
Sydney
Messaggi: 5926
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: Venezia

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda Sydney » 21 dic 2009 12:33

gremul ha scritto:Pierre Gimonnet Fleuron 2004, ormai uno dei miei produttori di riferimento, gran bella bottiglia da evitare per chi cerca grassezze o mollezze in uno Champagne, qui tutto è inkazzato dal naso gessosissimo e calcareo, territoriale come pochi, alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida, sconsiglio per sofferenti di ulcera o reflusso gastroesofageo :D



Vorei sapere chi cerca mollezze nello Champagne?! Per quelle c'è la Franciacorta..... :mrgreen:
Comunque grassezza e mollezza sono due cose ben distinte. A me la grassezza in uno champagne piace molto, chiaramente se supportata da adeguata acidità.
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 21 dic 2009 12:35

Sydney ha scritto:
gremul ha scritto:Pierre Gimonnet Fleuron 2004, ormai uno dei miei produttori di riferimento, gran bella bottiglia da evitare per chi cerca grassezze o mollezze in uno Champagne, qui tutto è inkazzato dal naso gessosissimo e calcareo, territoriale come pochi, alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida, sconsiglio per sofferenti di ulcera o reflusso gastroesofageo :D



Vorei sapere chi cerca mollezze nello Champagne?! Per quelle c'è la Franciacorta..... :mrgreen:
Comunque grassezza e mollezza sono due cose ben distinte. A me la grassezza in uno champagne piace molto, chiaramente se supportata da adeguata acidità.


piace anche a me talvolta ma qui non ce n'era neanche una briciola, diciamo che era un maratoneta degli altopiani kenioti come quantità di grasso che aveva addosso :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
alexer3b
Messaggi: 10557
Iscritto il: 06 giu 2007 11:45
Località: Roma

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda alexer3b » 21 dic 2009 20:33

gremul ha scritto:
Sydney ha scritto:
gremul ha scritto:Pierre Gimonnet Fleuron 2004, ormai uno dei miei produttori di riferimento, gran bella bottiglia da evitare per chi cerca grassezze o mollezze in uno Champagne, qui tutto è inkazzato dal naso gessosissimo e calcareo, territoriale come pochi, alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida, sconsiglio per sofferenti di ulcera o reflusso gastroesofageo :D



Vorei sapere chi cerca mollezze nello Champagne?! Per quelle c'è la Franciacorta..... :mrgreen:
Comunque grassezza e mollezza sono due cose ben distinte. A me la grassezza in uno champagne piace molto, chiaramente se supportata da adeguata acidità.


piace anche a me talvolta ma qui non ce n'era neanche una briciola, diciamo che era un maratoneta degli altopiani kenioti come quantità di grasso che aveva addosso :D

Eh cazzo un po' di ciccia ci vuole no ?!?

Alex
Oggi, in latino...l'ha pijata ar culo. (Romano ad honorem 08-10-2008)

... a Nossiter (come ai suoi compaesani) bisognerebbe spiegare che quando avrà capito l’importanza di usare il bidet sarà sempre troppo tardi… :lol: (anonimo 07-02-2012)
enogastronauta
Messaggi: 1750
Iscritto il: 06 giu 2007 19:12
Località: lucca

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda enogastronauta » 21 dic 2009 22:56

gremul ha scritto:Pierre Gimonnet Fleuron 2004, ormai uno dei miei produttori di riferimento, gran bella bottiglia da evitare per chi cerca grassezze o mollezze in uno Champagne, qui tutto è inkazzato dal naso gessosissimo e calcareo, territoriale come pochi, alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida, sconsiglio per sofferenti di ulcera o reflusso gastroesofageo :D


Greg , mai avuto il piacere di assaggiarlo, da come lo descrivi però mi intriga molto -"alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida - ", se possibile fare un paragone è azzardato paragonarlo essere " al Terre de vertus di Larmandier Bernier?? (che mi piace assai)
42195mt in 3h13'23"
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6780
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 22 dic 2009 00:58

Francois Billion 2004
Colore paglierino con carbonica persistente e finissima, al naso è reticente si mostra solo con tanta tanta mineralità e poche dolcezze, in sottofondo cè della frutta bianca, in bocca l'attacco mi ha lasciato stranito, è SAPIDISSIMO, con un finale centro bocca un pò a cadere, cremosa la bolla sotto il palato e piacevolissima acidità.... si deve ancora "amalgamare" ma mi è piaciuto !
Avatar utente
petitbogho
Messaggi: 3510
Iscritto il: 10 ott 2008 11:01
Località: Salò

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda petitbogho » 22 dic 2009 10:09

MCSE ha scritto:Francois Billion 2004
Colore paglierino con carbonica persistente e finissima, al naso è reticente si mostra solo con tanta tanta mineralità e poche dolcezze, in sottofondo cè della frutta bianca, in bocca l'attacco mi ha lasciato stranito, è SAPIDISSIMO, con un finale centro bocca un pò a cadere, cremosa la bolla sotto il palato e piacevolissima acidità.... si deve ancora "amalgamare" ma mi è piaciuto !


ehi siamo solo al 22/12, per Natale dove arrivi? :mrgreen:
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 22 dic 2009 10:38

enogastronauta ha scritto:
gremul ha scritto:Pierre Gimonnet Fleuron 2004, ormai uno dei miei produttori di riferimento, gran bella bottiglia da evitare per chi cerca grassezze o mollezze in uno Champagne, qui tutto è inkazzato dal naso gessosissimo e calcareo, territoriale come pochi, alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida, sconsiglio per sofferenti di ulcera o reflusso gastroesofageo :D


Greg , mai avuto il piacere di assaggiarlo, da come lo descrivi però mi intriga molto -"alla bocca cristallina, ghiacciata, tesa e acida - ", se possibile fare un paragone è azzardato paragonarlo essere " al Terre de vertus di Larmandier Bernier?? (che mi piace assai)


beh si direi che come impostazione stilistica siamo proprio da quelle parti, terroir allo stato puro senza fronzoli, l'essenza dello Champagne; se lo trovi prendi anche, sempre di Gimonnet, l'Oenophile molto buono anch'esso

tra l'altro sono riuscito fortunosamente a reperire una splendida magnum del vieilles vignes 2002 (è una riserva particolare che fa solo in magnum nelle migliori annate), sono curiosissimo di berla anche se sarà mostruosamente giovane
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
arnaldo
Messaggi: 8734
Iscritto il: 07 giu 2007 08:21
Località: Bassano del Grappa

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda arnaldo » 22 dic 2009 11:23

[quote="gremul]pochi, alla bocca ghiacciata, :D[/quote]

Strano......avrei giurato bollente...... :D :D alla vin brule'!!!! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Greg,porta pazienza,siamo qui che stiamo ciurlando nel manico,fuori è un casino,strade ghiacciate,prevedono piogge ghiacciate.......ogni tanto scappa il cazzeggio gratuito..... :lol: :lol:
follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/ARNALDO2262/
Avatar utente
MCSE
Messaggi: 6780
Iscritto il: 06 giu 2007 11:28
Località: LAGO

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda MCSE » 22 dic 2009 11:42

petitbogho ha scritto:
MCSE ha scritto:Francois Billion 2004
Colore paglierino con carbonica persistente e finissima, al naso è reticente si mostra solo con tanta tanta mineralità e poche dolcezze, in sottofondo cè della frutta bianca, in bocca l'attacco mi ha lasciato stranito, è SAPIDISSIMO, con un finale centro bocca un pò a cadere, cremosa la bolla sotto il palato e piacevolissima acidità.... si deve ancora "amalgamare" ma mi è piaciuto !


ehi siamo solo al 22/12, per Natale dove arrivi? :mrgreen:


Ehehehe era li e mi scocciava aspettare...... :mrgreen:
Avatar utente
gremul
Messaggi: 12641
Iscritto il: 06 giu 2007 14:01
Località: Lainate (MI), Comabbio (VA)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda gremul » 22 dic 2009 11:58

arnaldo ha scritto:
Strano......avrei giurato bollente...... :D :D alla vin brule'!!!! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Greg,porta pazienza,siamo qui che stiamo ciurlando nel manico,fuori è un casino,strade ghiacciate,prevedono piogge ghiacciate.......ogni tanto scappa il cazzeggio gratuito..... :lol: :lol:


infatti era in piena sintonia con il meteo!! :D
La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza (P.P. Pasolini)
A Broccolino i rom eravamo noi (M. Pannella)
SIAMO TUTTI STRANIERI
Avatar utente
zacinto
Messaggi: 249
Iscritto il: 19 nov 2007 13:27

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda zacinto » 23 dic 2009 21:02

Champagnes Below $40

In un articolo del New York Times viene stilata una classifica dei 10 migliori champagne con un prezzo inferiore ai 40 USD.
Qui il link all'articolo:
http://www.nytimes.com/2009/12/23/dinin ... .html?_r=1


La classifica è:

1. Brut Tradition -Joël Falmet
2. Brut Premier - Louis Roederer
3. Brut Blanc de Blancs Les 7 Crus - Agrapart & Fils
4. Brut Souverain - Henriot
5. Brut Tradition - Christian Etienne
6. Brut Cuvée Saint-Flavy - Georges Gardet
7. Brut La Française - Taittinger
8. Brut Grande Cuvée - Moutard
9. Brut - Nicolas Feuillatte
10. Brut Réserve - Pol Roger

Questo il link alla classifica:
http://www.nytimes.com/2009/12/23/dinin ... ref=dining
Forumista 2: "La Barbera più di così non ce la fa".
Avatar utente
fable_81
Messaggi: 3256
Iscritto il: 15 ott 2008 11:07
Località: Manerba del Garda (BS)

Re: Champagne, il thread definitivo

Messaggioda fable_81 » 24 dic 2009 10:17

Champagne Jerome Prevost La Closerie Les Beguines
Colore oro piuttosto carico, naso bello che spazia su sentori di mela a note tostate, bocca di bella acidità, in bocca si avverte il legno dando una chiusura lievementa amara.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
https://instagram.com/fable_81/

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: lelelanghe, vinogodi e 1 ospite