Brunello 2016

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
littlewood
Messaggi: 2399
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Brunello 2016

Messaggioda littlewood » 24 mar 2021 13:55

zampaflex ha scritto:
littlewood ha scritto:
Wineduck ha scritto:
videodrome ha scritto:Mi potete togliere una piccola curiosità:ma perchè Valdicava è così poco considerato e soprattutto non se ne trova in giro.


Aggiungi che Vincenzo Abruzzese utilizza un approccio verso il mercato estremamente lungimirante: vende solo ai suoi distributori storici, senza ansia di ampliare la distribuzione, e se in certe annate gli avanzano delle bottiglie le conserva per poi venderle anche a molti anni di distanza. E' convinto (a ragione) che i suoi vini migliorino con il passare degli anni e che poter fornire ai distributori profondità di annate sia un notevole valore aggiunto. La percezione delle qualità dei vini ne può solo beneficiare.
In Toscana non credo che siano in molti ad adottare questa strategia, a memoria ricordo Fabrizio Bianchi (Castello di Monsanto) e nessun altro. Altri?

Diciamo che Vincenzo se lo puo' pure permettere...e che la sua grande passione nn e' il vino


Ma di Valdicava prendereste anche il base, o solo la selezione MdP?
Ho solo assaggi da Vinitaly e mi era piaciuto discretamente e nulla più.

C' e' indubbiamente Luciano un bello stacco anche di prezzo pero' io prendo il mdp e il montosoli x questioni di capienza di cantina....
Avatar utente
Nightfall
Messaggi: 155
Iscritto il: 01 ago 2016 21:55

Re: Brunello 2016

Messaggioda Nightfall » 24 mar 2021 15:25

littlewood ha scritto:
zampaflex ha scritto:
littlewood ha scritto:
Wineduck ha scritto:
videodrome ha scritto:Mi potete togliere una piccola curiosità:ma perchè Valdicava è così poco considerato e soprattutto non se ne trova in giro.


Aggiungi che Vincenzo Abruzzese utilizza un approccio verso il mercato estremamente lungimirante: vende solo ai suoi distributori storici, senza ansia di ampliare la distribuzione, e se in certe annate gli avanzano delle bottiglie le conserva per poi venderle anche a molti anni di distanza. E' convinto (a ragione) che i suoi vini migliorino con il passare degli anni e che poter fornire ai distributori profondità di annate sia un notevole valore aggiunto. La percezione delle qualità dei vini ne può solo beneficiare.
In Toscana non credo che siano in molti ad adottare questa strategia, a memoria ricordo Fabrizio Bianchi (Castello di Monsanto) e nessun altro. Altri?

Diciamo che Vincenzo se lo puo' pure permettere...e che la sua grande passione nn e' il vino


Ma di Valdicava prendereste anche il base, o solo la selezione MdP?
Ho solo assaggi da Vinitaly e mi era piaciuto discretamente e nulla più.

C' e' indubbiamente Luciano un bello stacco anche di prezzo pero' io prendo il mdp e il montosoli x questioni di capienza di cantina....


Cosa ne pensate del brunello base in relazione agli altri della stessa fascia di prezzo? (Ex. Le Chiuse, Fuligni, Le Potazzine ecc...)
Io ho bevuto solamente due volte il Madonna del Piano (sempre la 2004), e mi è piaciuto molto in entrambe le occasioni.
Un amico che compra da tempo i vini di Valdicava mi ha parlato molto bene anche del loro rosso di Montalcino.
Alcuni non diventano mai folli. I loro vini devono essere proprio noiosi.
littlewood
Messaggi: 2399
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: Brunello 2016

Messaggioda littlewood » 24 mar 2021 15:53

Nightfall ha scritto:
littlewood ha scritto:
zampaflex ha scritto:
littlewood ha scritto:
Wineduck ha scritto:
Aggiungi che Vincenzo Abruzzese utilizza un approccio verso il mercato estremamente lungimirante: vende solo ai suoi distributori storici, senza ansia di ampliare la distribuzione, e se in certe annate gli avanzano delle bottiglie le conserva per poi venderle anche a molti anni di distanza. E' convinto (a ragione) che i suoi vini migliorino con il passare degli anni e che poter fornire ai distributori profondità di annate sia un notevole valore aggiunto. La percezione delle qualità dei vini ne può solo beneficiare.
In Toscana non credo che siano in molti ad adottare questa strategia, a memoria ricordo Fabrizio Bianchi (Castello di Monsanto) e nessun altro. Altri?

Diciamo che Vincenzo se lo puo' pure permettere...e che la sua grande passione nn e' il vino


Ma di Valdicava prendereste anche il base, o solo la selezione MdP?
Ho solo assaggi da Vinitaly e mi era piaciuto discretamente e nulla più.

C' e' indubbiamente Luciano un bello stacco anche di prezzo pero' io prendo il mdp e il montosoli x questioni di capienza di cantina....


Cosa ne pensate del brunello base in relazione agli altri della stessa fascia di prezzo? (Ex. Le Chiuse, Fuligni, Le Potazzine ecc...)
Io ho bevuto solamente due volte il Madonna del Piano (sempre la 2004), e mi è piaciuto molto in entrambe le occasioni.
Un amico che compra da tempo i vini di Valdicava mi ha parlato molto bene anche del loro rosso di Montalcino.

Ma Valdicava fa tutti i vini buoni visto il posto dove sta'!
alì65
Messaggi: 12733
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Brunello 2016

Messaggioda alì65 » 24 mar 2021 21:51

littlewood ha scritto:Ma Valdicava fa tutti i vini buoni visto il posto dove sta'!


una degli scritti più belli che hai fatto!!! :wink:
futuro incerto...2020 di merda!!!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ORSO85, Patatasd, pipinello, Sal Paradise, vinogodi, Ziliovino e 1 ospite