I vini di Settembre

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
pippo65
Messaggi: 895
Iscritto il: 15 ott 2008 13:11
Località: Roma

Re: I vini di Settembre

Messaggioda pippo65 » 14 set 2020 14:57

Ludi ha scritto:Puntata a Pantelleria, con un paio di visite irrinunciabili: anzitutto De Bartoli a Bukkuram, sempre sugli scudi. Gradevolissimo il Pietranera 2019, spiazzante lo Zibibbo Integer 2019, con una acidità debordante e ancora da integrare. Al momento sembra davvero il vino del contadino, a mio avviso va aspettato. Dei due passiti, scontatamente eccellente il Padre della Vigna 2014, ma buonissimo anche il fratello minore Sole d'Agosto 2017.
Da Ferrandes atmosfera rilassata: ci accoglie nel suo dammuso con un gruppo di amici e di appassionati, e dopo una lunga chiacchierata in cui ci incanta con le sue storie dell'isola ci fa assaggiare in sequenza 2018, 2013 e 2009. Il primo, destinato ad essere venduto tra qualche anno, è ancora deliziosamente fruttato, mentre 2013 e soprattutto 2009 ci stregano per le ammalianti note di cera per mobili, incenso, erbe montane (!) e salsedine. Grandissimo vino di una bella persona.
Per il resto, bevutine varie di Zibibbo secchi (Murana, S. Giorgio....) sempre molto gradevoli. Tra i ristoranti, visto che se ne è parlato, eccellente Il Principe e il Pirata, buono anche La Vela.
L'isola è meravigliosa....


Sottoscrivo isola meravigliosa!!!!
L'integer io l'ho trovato non così scombinato, anzi, ma forse ho assaggiato la 2018. su Salvatore e i suoi vini (prendere nota se si vuol parlare di Passito di Pantelleria) solo applausi!!!
pippo65
AmoSlade
Messaggi: 503
Iscritto il: 18 nov 2014 10:55

Re: I vini di Settembre

Messaggioda AmoSlade » 14 set 2020 15:01

L'Emerico Pinot Noir 2016 - Ottin: ci tengo a scrivere due righe su questo vino perché è la prima volta che un pinot nero italiano mi convince così.
Se il base mi aveva lasciato un po' indifferente, questo riserva mi ha davvero sorpreso. Profumi intensi ed intriganti di fragolina dolce e arancia, su un bellissimo sottofondo balsamico di erbe, tipo caramella ricola :lol: bocca scorrevole ma non prova di materia e lunghezza.
dorello
Messaggi: 183
Iscritto il: 05 gen 2013 02:55
Contatta:

Re: I vini di Settembre

Messaggioda dorello » 14 set 2020 18:43

gpetrus ha scritto:
dani23 ha scritto:
emigrato ha scritto:Secondo em Dani intende sui 20 cioe' fra 20 e 30..e il base di Burlotto come di tanti altri c'e'. Se parliamo prettamente dei 20 euro come limite onestamente non so chi vi tratta cosi bene ma ora dovete far sapere :lol:

Si 20 euro con l’errore di qualche euro...
Limitandosi ai 3 che ho citato e con riferimento all’anno scorso:
Burlotto (base 2015) 21
Canonica (Paiagallo 2015) 24
Massolino (base 2015) 22
Poi chiaramente ci sono stati aumenti e come sempre tanta tanta tanta speculazione!

ma son prezzi IVA esclusa direi......se invece parliamo di prezzi a privati , come il sottoscritto , Burlotto sto anno 28,50 , lo scorso un filo meno ma 21 non ricordo proprio...se non anni fa

massolino 21-22 capita
fratelli alessandria franco cantina il 2015 era 25-26 mi pare
md78d
Messaggi: 233
Iscritto il: 19 nov 2018 20:18

Re: I vini di Settembre

Messaggioda md78d » 14 set 2020 21:14

dorello ha scritto:
gpetrus ha scritto:
dani23 ha scritto:
emigrato ha scritto:Secondo em Dani intende sui 20 cioe' fra 20 e 30..e il base di Burlotto come di tanti altri c'e'. Se parliamo prettamente dei 20 euro come limite onestamente non so chi vi tratta cosi bene ma ora dovete far sapere :lol:

Si 20 euro con l’errore di qualche euro...
Limitandosi ai 3 che ho citato e con riferimento all’anno scorso:
Burlotto (base 2015) 21
Canonica (Paiagallo 2015) 24
Massolino (base 2015) 22
Poi chiaramente ci sono stati aumenti e come sempre tanta tanta tanta speculazione!

ma son prezzi IVA esclusa direi......se invece parliamo di prezzi a privati , come il sottoscritto , Burlotto sto anno 28,50 , lo scorso un filo meno ma 21 non ricordo proprio...se non anni fa

massolino 21-22 capita
fratelli alessandria franco cantina il 2015 era 25-26 mi pare


Idem il 16 direi
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8938
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: I vini di Settembre

Messaggioda zampaflex » 17 set 2020 21:47

Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4348
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Wineduck » 17 set 2020 23:45

zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.
"You're in my blood like holy wine, so bitter, so sweet, I drink a case of you, still be on my feet, still be on my feet"
Joni Mitchell


follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
cesmic
Messaggi: 4006
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: I vini di Settembre

Messaggioda cesmic » 18 set 2020 09:42

Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.

Stai scherzando, oppure....?
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8938
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: I vini di Settembre

Messaggioda zampaflex » 18 set 2020 10:15

Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.


Va bene che a te piacciono i vini muscolari, ma questo per fortuna è un vino autentico, e non è così depauperato come potresti supporre :wink:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
pstrada75
Messaggi: 710
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: I vini di Settembre

Messaggioda pstrada75 » 18 set 2020 10:19

cesmic ha scritto:
Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.

Stai scherzando, oppure....?



No, temo non stia scherzando nel massacrare dall'alto della sua onniscenza vinicola una categoria di vini e produttori....ma e' fatto cosi' , quindi non ci badare piu' di tanto.... :wink:
Avatar utente
Travolta
Messaggi: 298
Iscritto il: 07 lug 2014 22:07
Località: Genova,Genoa,Zena

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Travolta » 18 set 2020 13:22

pstrada75 ha scritto:
cesmic ha scritto:
Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.

Stai scherzando, oppure....?



No, temo non stia scherzando nel massacrare dall'alto della sua onniscenza vinicola una categoria di vini e produttori....ma e' fatto cosi' , quindi non ci badare piu' di tanto.... :wink:


Personalmente ,nella sostanza ,la penso come Wineduck.
Biavo
Messaggi: 664
Iscritto il: 11 nov 2016 12:46
Località: Parma

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Biavo » 18 set 2020 13:42

Anche nel mio caso il rossese è quanto di più lontano ci sia dal mio gusto
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8191
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: I vini di Settembre

Messaggioda andrea » 18 set 2020 14:34

zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl

Tranquillo Zampa, ha un fracco di appassionati, gente che va a visitarli, e vendono praticamente tutto. E non alla Lidl 8) 8)
Ah, la 2019 è grande, per quasi tutti, e la 2020 promette molo bene.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
piergi
Messaggi: 2372
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: I vini di Settembre

Messaggioda piergi » 18 set 2020 14:58

Preta falanghina del Sannio 2018- Capolino Perlingieri
Una falanghina sannitica scarna, essenziale. Che fa del timbro minerale quasi ossuto e della sapidità il suo punto di forza. Ciò nonostante con l'aria e il salire della temperatura acquista più vigore e maggiore densità pur rimanendo sempre contrassegnata da un deciso temperamento salino.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8938
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: I vini di Settembre

Messaggioda zampaflex » 18 set 2020 15:03

Travolta ha scritto:
pstrada75 ha scritto:
cesmic ha scritto:
Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.

Stai scherzando, oppure....?



No, temo non stia scherzando nel massacrare dall'alto della sua onniscenza vinicola una categoria di vini e produttori....ma e' fatto cosi' , quindi non ci badare piu' di tanto.... :wink:


Personalmente ,nella sostanza ,la penso come Wineduck.


Apriamo un bel dibattito come si usava negli anni '70, compresi ululati e lanci di molotov alla parte avversa (ambedue, ovvio) :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
pstrada75
Messaggi: 710
Iscritto il: 13 gen 2011 23:44
Località: Losanna - Svizzera

Re: I vini di Settembre

Messaggioda pstrada75 » 18 set 2020 15:56

zampaflex ha scritto:
Travolta ha scritto:
pstrada75 ha scritto:
cesmic ha scritto:
Wineduck ha scritto:
Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.

Stai scherzando, oppure....?



No, temo non stia scherzando nel massacrare dall'alto della sua onniscenza vinicola una categoria di vini e produttori....ma e' fatto cosi' , quindi non ci badare piu' di tanto.... :wink:


Personalmente ,nella sostanza ,la penso come Wineduck.


Apriamo un bel dibattito come si usava negli anni '70, compresi ululati e lanci di molotov alla parte avversa (ambedue, ovvio) :mrgreen:


IO non sono di certo un talebano difensore del Rossese. Provati pochi nella mia esperienza (5 o 6), trovati 3/4 piu' che discreti (ricordo un TEstalonga con qualche anno di cui tra l'altro ho un'altra boccia in cantina del 2007) ed altri dimenticabili. Ma onestamente come in tante altre zone ci sono alti e bassi, definere una denominazione intera sciacquatura di botte...ecco quello mi sembra vagamente eccessivo....
cesmic
Messaggi: 4006
Iscritto il: 06 giu 2007 11:15
Località: Ho deciso di dare a de Hades la "paghetta" di 1 euro al giorno per fare: "up"..

Re: I vini di Settembre

Messaggioda cesmic » 18 set 2020 15:58

Vagamente è un eufemismo... :roll:
E poi, che barbarie, brodo vegetale ad un bambino dell'asilo... vuoi mettere con un paio di tubi di Pringles??? (Un amico)
Ziliovino
Messaggi: 3191
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Ziliovino » 19 set 2020 10:10

Il Contestatore Pas Dosé - Il Pendio. Finalmente riesco ad incrociare una bottiglia di questo produttore, ed il vino devo dire che è buono, anzi molto buono per eleganza e precisione, teso ma carezzevole, si avvicina molto agli standard d'oltralpe, pecca solo nell'essere un po' cortino al sorso. Dovrò vedere di colmare la lacuna assaggiando anche gli altri suoi vini. Anche se... in realtà sapendo l'avrei trovato in carta ero abbastanza orientato nel voler affrontare "La Selossata 2006", ma era prezzata a tipo 160 neuri, credo nel bel mezzo del ristorante mi sia partita una grassa risata tipo pazzo-psicopatico dei cartoni animati, suvvia non scherziamo... credo che su questo mi terrò la curiosità.

Languedoc Tete de Belier Rosé 2019 - Puech-Haut. Dopo aver assaggiato l'ottimo Argali Rosé qualche anno fa passo alla selezione carico di aspettative ottenendo invece un rosatello banale e poco espressivo, peccato.

Etna bianco A' Puddara 2016 - Tenuta di Fessina. Una cascata di freschezza e salinità, quasi elettrica, mantenendo comunque ottimo equilibrio ed eleganza, per una gran bella bocca. Peccato invece per un naso piuttosto chiuso e reticente, anche il giorno dopo, che regala solamente un poco di limoni ed agrume.

Bugey-Cerdon Rosé Methode Ancestrale - BERNARD RONDEAU. Praticamente è 50% Lambrusco di Sorbara e 50% Brachetto d'Aqui, et voilà, credo non serva altro per descriverlo...

Valdobbiadene Rive di Refrontolo Col del Forno Brut 2019 - Andreola. Devo dire che è piuttosto buono, ha uno stile leggermente più "pettinato" rispetto ad altri Prosecco che preferisco ma ne va segnalata senza dubbio la bontà.

Bandol Rosé Chateau Romassan 2019 - Domaines Ott. Era da tanto che non riassaggiavo vini di questo produttore, ed il prezzo in offerta mi ha fregato... Parte bello profumato di fiori e pesche, appena appena si scalda diventa però un po' un eau de toilette, come il flacone che lo contiene suggerisce: parte fresco, caldo a centro bocca e finale amarognolo. Devo dire che il giorno seguente migliora un poco in equilibrio, ma non vale quel che costa...

Bourgogne Chardonnay 2013 - Michelot. C'è tutto quello che serve, sale e freschezza, buon corpo, mirabelle ed erbe di montagna, praticamente un Meursault in formato minore, ma non poi di tanto...
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13343
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Alberto » 19 set 2020 10:42

Ziliovino ha scritto:Valdobbiadene Rive di Refrontolo Col del Forno Brut 2019 - Andreola. Devo dire che è piuttosto buono, ha uno stile leggermente più "pettinato" rispetto ad altri Prosecco che preferisco ma ne va segnalata senza dubbio la bontà.

Il fatto è che Valdobbiadene è Valdobbiadene, e Refrontolo è Refrontolo. :roll:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
eternauta67
Messaggi: 109
Iscritto il: 07 nov 2011 17:54

Re: I vini di Settembre

Messaggioda eternauta67 » 19 set 2020 12:14

Scusate l’OT ma.....non esiste alcun modo di bloccare il fregnone che continua a produrre tutti sti threads?!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13343
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Alberto » 19 set 2020 13:43

eternauta67 ha scritto:Scusate l’OT ma.....non esiste alcun modo di bloccare il fregnone che continua a produrre tutti sti threads?!

Parli di Maxer?
No, mi dispiace...mi sa che non se ne può far nulla... :roll:

:mrgreen: :wink: :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
eternauta67
Messaggi: 109
Iscritto il: 07 nov 2011 17:54

Re: I vini di Settembre

Messaggioda eternauta67 » 19 set 2020 14:18

Alberto ha scritto:
eternauta67 ha scritto:Scusate l’OT ma.....non esiste alcun modo di bloccare il fregnone che continua a produrre tutti sti threads?!

Parli di Maxer?
No, mi dispiace...mi sa che non se ne può far nulla... :roll:

:mrgreen: :wink: :D

:D :x :D :x

Mi hai colto in fallo
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4348
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: I vini di Settembre

Messaggioda Wineduck » 19 set 2020 16:09

pstrada75 ha scritto:
cesmic ha scritto:
Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:Terre Bianche - Rossese Bricco Arcagna 2015

Quando ho iniziato a frequentare questo forum il Rossese furoreggiava. Adesso pare destinato agli scaffali bassi della Lidl.
Bella versione, naso di mora, rabarbaro, liquirizia, lavanda; sorso fresco e asciutto col tannino che delimita ma non limita. Corpo snello, giovane, un po' nervoso, di media lunghezza.

:D :D :D :) ++


Beh direi che un perché ci sarà pure, no?
Il vino più pompato e sopravvalutato d'Italia, quello per cui una manica di critici e degustatori estremisti (i talebani della borgognizzazione di tutti i vini e tutte le denominazioni) che per anni ha goduto di una visibilità mediatica del tutto sproporzionata rispetto al suo reale valore, il tempo, galantuomo, lo ha giustamente riposizionato dove deve stare: nella categoria subito superiore alle sciacquature di botte.

Stai scherzando, oppure....?



No, temo non stia scherzando nel massacrare dall'alto della sua onniscenza vinicola una categoria di vini e produttori....ma e' fatto cosi' , quindi non ci badare piu' di tanto.... :wink:


L'unico che non puoi accusare di millantata "omniscenza" sono proprio io: conosco discretamente bene 4-5 zone vinicole al mondo ed all'interno di ognuna di queste amo una manciata di produttori. Scrivo SOLO delle cose che conosco: delle altre taccio completamente. Non hai mai letto miei giudizi su vini dell'AA, FVG, Veneto, Germania, Austria e potrei continuare a lungo, semplicmente perchè non li conosco e non posso esprimere alcun giudizio.
Sul Rossese invece la penso nello stesso modo da circa 12-14 anni e malgrado lo abbia assaggiato varie volte, ache ultimamente, non ho cambiato idea: mi fa cagare! Lo posso dire in modo più o meno diplomatico ma il concetto è questo. Se non ti garbano i miei giudizi, tira dritto e cerca di occupare il tuo tempo a bere qualche vino in modo da iniziare a capirci qualcosa e giustificare la tua presenza su questo forum in qualche altro modo oltre a quello di essere un sistematico frantumatore di coglioni. Grazie
"You're in my blood like holy wine, so bitter, so sweet, I drink a case of you, still be on my feet, still be on my feet"
Joni Mitchell


follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
maxer
Messaggi: 4328
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: I vini di Settembre

Messaggioda maxer » 20 set 2020 01:24

Alberto ha scritto:
eternauta67 ha scritto:Scusate l’OT ma.....non esiste alcun modo di bloccare il fregnone che continua a produrre tutti sti threads?!

Parli di Maxer?
No, mi dispiace...mi sa che non se ne può far nulla... :roll:

:mrgreen: :wink: :D

..... ormai non c' è niente da fare : stai sempre più peggiorando .....

ma perchè non ti fai aiutare da uno psichiatra ? Ma di quelli bravi, eh !
carpe diem 8)
piergi
Messaggi: 2372
Iscritto il: 06 giu 2007 13:41
Località: corigliano calabro
Contatta:

Re: I vini di Settembre

Messaggioda piergi » 20 set 2020 12:07

Boca 2006- Le piane
Rosso rubino con lievi riflessi granata, al naso nette note di rosa appassita, cardamomo, polvere di ferro.
In bocca la parte ferruginosa/ematica prevale in maniera netta. Chiusura verticale, sviluppo un po' scarno.

GdC primitivo riserva 2002-Giuliani
Rosso mattone, anche al naso è evidente la terziarizzazione, con sentori di fiori appassiti e frutta stramatura. In bocca invece il vino è ben più fresco di quanto si poteva presagire. Cioccolato fondente, ciliegia matura, chiusura leggermente balsamica. Forse bevuto 4 o 5 anni fa sarebbe stato meglio ma ha ancora da dire la sua.

Manso de Velasco VV 1998- Torres
Scartabellando in cantina ho ritrovato questo vecchio Cabernet cileno regalatomi fa un cliente penso 17/18 anni fa. Pensando a liberare posto lo strappo e naturalmente il tappo va in mille pezzi. Porto a casa e travaso in una caraffa filtrandolo.
Vino che dimostra almeno 15 anni di meno!
Pirazine a gogò, peperone verde, foglia di pomodoro. In bocca perfetta corrispondenza, con un aggiunta di fumè che non disturba.
Chiude con una persistenza media, bevuta piacevole.
Strane luci di pioggia...splende il sole,fa' bel tempo...nell'era democratica.

http://igolosotopi.blogspot.com
http://timpadeilupi.blogspot.com/
http://www.timpadeilupi.it
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2593
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: I vini di Settembre

Messaggioda gianni femminella » 20 set 2020 12:38

piergi ha scritto:Preta falanghina del Sannio 2018- Capolino Perlingieri
Una falanghina sannitica scarna, essenziale. Che fa del timbro minerale quasi ossuto e della sapidità il suo punto di forza. Ciò nonostante con l'aria e il salire della temperatura acquista più vigore e maggiore densità pur rimanendo sempre contrassegnata da un deciso temperamento salino.


Segnata anche questa, grazie.
E lascia perdere Alberto che dice che la falanghina sa di banana e basta ( al massimo banana flambé ). Non sa ciò che dice :|

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: gianni femminella, littlewood e 1 ospite