LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
alì65
Messaggi: 12596
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda alì65 » 07 mag 2020 18:45

vinogodi ha scritto:
alì65 ha scritto:Hofstetter ha finito d'essere dal 97 in avanti; prima erano capolavori, dopo si mischiavano con altri PN alpini
se qualcuno ha ritrovato in qualche bt vini come Barthenau pre 97 mi avvisi che li provo, il resto lo lascio tranquillamente dov'è.. 8)
...ecco , vedi ... hai dei preconcetti da vincere...assaggia , assaggia , che diamine... 8)


il brutto è che l'ho fatto ma mi sarei discretamente rotto i maroni di spendere soldi inutilmente
nei primi anni 2000 lo feci ma subito mi parve che i pre2000 non sarebbero più tornati, aimè
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13708
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda Alberto » 07 mag 2020 20:47

Marsala Vergine Baglio Florio, Florio, 1989 (19%)
Sto seguendo l'evoluzione di questo vino in bottiglia, tenuta in frigo, da una decina di giorni; dopo qualche esitazione iniziale, fase in cui la nota iodata al naso aveva un'intensità perfino fastidiosa, ed il resto dei profumi risultavano compressi, ora che il livello della bottiglia è sceso ad 1/3 sta letteralmente viaggiando a pieni cilindri: si sente che è un vino d'annata, mancante dell'apporto di concentrazione dato dai "venerabili" antichi vini dei perpetui o delle solere, e per di più invecchiato in legno non per tantissimi anni (circa una dozzina), ma compensa con una nettezza ed un'agilità di profilo davvero notevole: nocciola (più che mandorla, cosa che lo avvicina più ad un Palo Cortado che ad un Ammontillado, ) salata, buccia di pesca, cioccolato bianco, iodio come già detto, fungo (più fresco che secco); bocca secca a zero ma con una certa rotondità glicerica...anche qui un ipotetico parallelo con Jerez ti porta più verso il PC o addirittura ad un Oloroso leggero), finale più sul frutto con l'osso disidratato che sulle tostature, e comunque il mare è lì ad un passo. Davvero un grande Marsala.
Ultima modifica di Alberto il 07 mag 2020 20:49, modificato 1 volta in totale.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
ale1984
Messaggi: 492
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda ale1984 » 07 mag 2020 20:50

Vabbè a sto punto toccherà fare il giro dei fornitori per una bottiglia di barthenau pre 97... :mrgreen:

Basta ca**o, sta roba sta iniziando a costare troppo. Smettetela. :mrgreen:
Ultima modifica di ale1984 il 07 mag 2020 21:03, modificato 2 volte in totale.
giacomo
Messaggi: 781
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda giacomo » 07 mag 2020 20:51

Cal pla negre 2017...un vinone che forse parametrato ad altri priorat è quasi magrino... comunque un bel bere per 9 euro...
Piaciuto, con delle palombe in salmi...(che sovrasta)...

PS:un grazie al forum che me lo consigliò...
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13708
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda Alberto » 07 mag 2020 20:56

giacomo ha scritto:Cal pla negre 2017...un vinone che forse parametrato ad altri priorat è quasi magrino... comunque un bel bere per 9 euro...
Piaciuto, con delle palombe in salmi...(che sovrasta)...

PS:un grazie al forum che me lo consigliò...

Priorat è un caso a parte, ma a far vinoni con quel clima e con quelle uve sono bravi tutti...la grandezza iberica è stata sfornare grandiosi vinos finos contro ogni previsione... :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
l'oste
Messaggi: 12773
Iscritto il: 06 giu 2007 14:41
Località: campagna

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda l'oste » 07 mag 2020 21:04

alì65 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
alì65 ha scritto:Hofstetter ha finito d'essere dal 97 in avanti; prima erano capolavori, dopo si mischiavano con altri PN alpini
se qualcuno ha ritrovato in qualche bt vini come Barthenau pre 97 mi avvisi che li provo, il resto lo lascio tranquillamente dov'è.. 8)
...ecco , vedi ... hai dei preconcetti da vincere...assaggia , assaggia , che diamine... 8)


il brutto è che l'ho fatto ma mi sarei discretamente rotto i maroni di spendere soldi inutilmente
nei primi anni 2000 lo feci ma subito mi parve che i pre2000 non sarebbero più tornati, aimè

Concordo con te, ho bevuto le scorse feste di Natale il 2013, ricordo bel frutto ancora, un che di dolce vaniglia, bocca piena e dritta, per caritá, vino fatto bene, anche troppo, didascalico, ma le mie emozioni si accendono diversamente.
Forse Hofstätter ha preso una strada aziendale fatta di grandi numeri di bottiglie dei base, gira nelle gdo, Meczan è una sciacquatina di pinottino non regalato e a molto più di 50€ per Barthenau oggi, vado a casa del pinot noir senza scomodare e sbattermi per Rouget, basta Volnay, Pommard, Beaune, Nuits ma spendendo pure meno anche un buon Maranges o Santenay (quello di Claude Nouveau Les Charme Dessus per esempio a un terzo del prezzo) è altra cosa, si sente la cura per il vino, la mano e l'idea di un produttore.
Non importa chi sarà l'ultimo a spegnere la luce. E' già buio.


Iir Boon Gesùuu/ ciii/ fuuur/ mini
maxer
Messaggi: 4397
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda maxer » 08 mag 2020 00:50

Alberto ha scritto:Marsala Vergine Baglio Florio, Florio, 1989 (19%)
Sto seguendo l'evoluzione di questo vino in bottiglia, tenuta in frigo, da una decina di giorni; dopo qualche esitazione iniziale, fase in cui la nota iodata al naso aveva un'intensità perfino fastidiosa, ed il resto dei profumi risultavano compressi, ora che il livello della bottiglia è sceso ad 1/3 sta letteralmente viaggiando a pieni cilindri: si sente che è un vino d'annata, mancante dell'apporto di concentrazione dato dai "venerabili" antichi vini dei perpetui o delle solere, e per di più invecchiato in legno non per tantissimi anni (circa una dozzina), ma compensa con una nettezza ed un'agilità di profilo davvero notevole: nocciola (più che mandorla, cosa che lo avvicina più ad un Palo Cortado che ad un Ammontillado, ) salata, buccia di pesca, cioccolato bianco, iodio come già detto, fungo (più fresco che secco); bocca secca a zero ma con una certa rotondità glicerica...anche qui un ipotetico parallelo con Jerez ti porta più verso il PC o addirittura ad un Oloroso leggero), finale più sul frutto con l'osso disidratato che sulle tostature, e comunque il mare è lì ad un passo. Davvero un grande Marsala.

..... mi raccomando, tienici informati della sua evoluzione quando il livello scenderà ad 1/5, ma soprattutto ad 1/9 ..... :D :mrgreen:

è lì che a me ha dato il meglio
carpe diem 8)
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9205
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda zampaflex » 08 mag 2020 12:06

l'oste ha scritto:ricordo ... vino fatto bene, anche troppo, didascalico, ma le mie emozioni si accendono diversamente.
Forse Hofstätter ha preso una strada aziendale fatta di grandi numeri di bottiglie dei base...


Non l'ho detto ma lo pensavo, Troppa professionalità, poca anima.
Dei miei amici direbbero "industria!"
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
SommelierSardo
Messaggi: 1607
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda SommelierSardo » 08 mag 2020 12:44

Domaine Saint-Nicolas - Le Haut des Clous 2018
Quando il biodinamico non ci interessa perchè passa in secondo e terzo piano, quando i nomi altisonanti li lasciamo agli altri, quando si beve il vino e non le etichette, allora questo Chenin diventa il protagonista assoluto.
Pur essendo in fasce, è già un bianco delizioso, perchè il vino buono si vede comunque da subito... migliorerà sicuramente, ma un vinaccio non diventerà ottimo perchè baciato dal tempo.
Elettrico, freschissimo, di una sapidità travolgente, non si scompone neanche scaldandosi nel bicchiere.
Bravo Thierry Michon
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9205
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda zampaflex » 08 mag 2020 13:18

SommelierSardo ha scritto:Domaine Saint-Nicolas - Le Haut des Clous 2018
Quando il biodinamico non ci interessa perchè passa in secondo e terzo piano, quando i nomi altisonanti li lasciamo agli altri, quando si beve il vino e non le etichette, allora questo Chenin diventa il protagonista assoluto.
Pur essendo in fasce, è già un bianco delizioso, perchè il vino buono si vede comunque da subito... migliorerà sicuramente, ma un vinaccio non diventerà ottimo perchè baciato dal tempo.
Elettrico, freschissimo, di una sapidità travolgente, non si scompone neanche scaldandosi nel bicchiere.
Bravo Thierry Michon


Bevuta quattro anni fa la 2012, proprio perché a me non interessano le etichette ma piuttosto che un vino sia fatto bene :D
La vicinanza del mare si sente. Me lo ricordo rotondo il giusto. Buon vino nella sua fascia.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9205
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda zampaflex » 08 mag 2020 13:28

San Patrignano - Montepirolo 2004

Gli anni non hanno tolto nulla alla territorialità di questo vino ma hanno aggiunto integrazione e la giusta evoluzione del cabernet.
Frutta chiara, come la pesca, un ambiente balsamico che si sta facendo strada, iniziali toni vegetali smussati subito con l'ossigenazione. Bocca cremosa, dal tannino sciolto che è un piacere, con la chiusura fresca a suggellare il richiamo locale.

Del perché le bituriche non possono mancare in cantina.

:D :D :D :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 13708
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda Alberto » 08 mag 2020 14:49

zampaflex ha scritto:San Patrignano - Montepirolo 2004

Gli anni non hanno tolto nulla alla territorialità di questo vino ma hanno aggiunto integrazione e la giusta evoluzione del cabernet.
Frutta chiara, come la pesca, un ambiente balsamico che si sta facendo strada, iniziali toni vegetali smussati subito con l'ossigenazione. Bocca cremosa, dal tannino sciolto che è un piacere, con la chiusura fresca a suggellare il richiamo locale.

Del perché le bituriche non possono mancare in cantina.

:D :D :D :)

Vedo che stai espellendo le ultime "scorie" Vatesche, Lucià...ebbravo... :mrgreen: :wink: :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 9205
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda zampaflex » 08 mag 2020 15:54

Alberto ha scritto:
zampaflex ha scritto:San Patrignano - Montepirolo 2004

Gli anni non hanno tolto nulla alla territorialità di questo vino ma hanno aggiunto integrazione e la giusta evoluzione del cabernet.
Frutta chiara, come la pesca, un ambiente balsamico che si sta facendo strada, iniziali toni vegetali smussati subito con l'ossigenazione. Bocca cremosa, dal tannino sciolto che è un piacere, con la chiusura fresca a suggellare il richiamo locale.

Del perché le bituriche non possono mancare in cantina.

:D :D :D :)

Vedo che stai espellendo le ultime "scorie" Vatesche, Lucià...ebbravo... :mrgreen: :wink: :D


E pensa che invece questa l'ho comprata poco tempo fa, perché ogni tanto mi piace lasciare ferma la cantina se trovo qualche offerta su bottiglie con qualche anno e che mi incuriosiscono.
Un vino che sarebbe piaciuto a IL VATE invece l'ho stappato oggi 8)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
ioenontu
Messaggi: 102
Iscritto il: 18 mar 2019 21:41

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda ioenontu » 08 mag 2020 20:36

Albino Rocca - Barbaresco 2016: :D :D :D
Molto buono per questo range di prezzo, aperto ormai sei ora fa e devo dire che il primo sorso non é stato particolarmente accattivante... dopo mezz'ora dall'apertura l'eleganza che cercavo si é fatta strada ed ora me lo sto proprio gustando

Sottofondo: The APX - Amplified Experiment

ottimo modo per iniziare il weekend!
alemusci
Messaggi: 572
Iscritto il: 03 apr 2016 12:24

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda alemusci » 08 mag 2020 20:44

Viviani, campo morar valpolicella classico superiore 2015: Petali di rosa, marasca, note di torrefazione e un che di vagamente ematico/rugginoso. Bocca potente, piena, appagante, ma giustamente fresca e setosa così da rendere la beva profonda ma non pesante. Pasta e lenticchie
vacanze immaginarie nella nuova Cambogia, frantumano l'assalto al cielo di Parigi
Max1991
Messaggi: 632
Iscritto il: 21 feb 2018 18:17
Località: veneto

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda Max1991 » 08 mag 2020 20:50

alemusci ha scritto:Viviani, campo morar valpolicella classico superiore 2015: Petali di rosa, marasca, note di torrefazione e un che di vagamente ematico/rugginoso. Bocca potente, piena, appagante, ma giustamente fresca e setosa così da rendere la beva profonda ma non pesante. Pasta e lenticchie


Passata oggi per mano e ho pensato; domani me la bevo :mrgreen:

Cosa dici? Pronta o da aspettare un po?
littlewood
Messaggi: 2312
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda littlewood » 08 mag 2020 21:06

Max1991 ha scritto:
alemusci ha scritto:Viviani, campo morar valpolicella classico superiore 2015: Petali di rosa, marasca, note di torrefazione e un che di vagamente ematico/rugginoso. Bocca potente, piena, appagante, ma giustamente fresca e setosa così da rendere la beva profonda ma non pesante. Pasta e lenticchie


Passata oggi per mano e ho pensato; domani me la bevo :mrgreen:

Cosa dici? Pronta o da aspettare un po?

Potete aspettare altri 10 anni...
alemusci
Messaggi: 572
Iscritto il: 03 apr 2016 12:24

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda alemusci » 08 mag 2020 21:21

Max1991 ha scritto:
alemusci ha scritto:Viviani, campo morar valpolicella classico superiore 2015: Petali di rosa, marasca, note di torrefazione e un che di vagamente ematico/rugginoso. Bocca potente, piena, appagante, ma giustamente fresca e setosa così da rendere la beva profonda ma non pesante. Pasta e lenticchie


Passata oggi per mano e ho pensato; domani me la bevo :mrgreen:

Cosa dici? Pronta o da aspettare un po?


Godi adesso e anche tra 10 anni probabilmente... a te la scelta :wink:
vacanze immaginarie nella nuova Cambogia, frantumano l'assalto al cielo di Parigi
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2732
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda gianni femminella » 08 mag 2020 22:46

ale1984 ha scritto:Vabbè a sto punto toccherà fare il giro dei fornitori per una bottiglia di barthenau pre 97... :mrgreen:

Basta ca**o, sta roba sta iniziando a costare troppo. Smettetela. :mrgreen:


Non vale. Ricordo come era il messaggio prima della modifica.
Se sei in dubbio ti consiglio l'amante.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2732
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda gianni femminella » 08 mag 2020 22:50

Alberto ha scritto:Marsala Vergine Baglio Florio, Florio, 1989 (19%)
Sto seguendo l'evoluzione di questo vino in bottiglia, tenuta in frigo, da una decina di giorni; dopo qualche esitazione iniziale, fase in cui la nota iodata al naso aveva un'intensità perfino fastidiosa, ed il resto dei profumi risultavano compressi, ora che il livello della bottiglia è sceso ad 1/3 sta letteralmente viaggiando a pieni cilindri: si sente che è un vino d'annata, mancante dell'apporto di concentrazione dato dai "venerabili" antichi vini dei perpetui o delle solere, e per di più invecchiato in legno non per tantissimi anni (circa una dozzina), ma compensa con una nettezza ed un'agilità di profilo davvero notevole: nocciola (più che mandorla, cosa che lo avvicina più ad un Palo Cortado che ad un Ammontillado, ) salata, buccia di pesca, cioccolato bianco, iodio come già detto, fungo (più fresco che secco); bocca secca a zero ma con una certa rotondità glicerica...anche qui un ipotetico parallelo con Jerez ti porta più verso il PC o addirittura ad un Oloroso leggero), finale più sul frutto con l'osso disidratato che sulle tostature, e comunque il mare è lì ad un passo. Davvero un grande Marsala.


Mi piacciono le descrizioni accurate, che cercano di dare l'idea di cosa ci fosse nel bicchiere.
Ho bevuto la medesima bottiglia pochi mesi fa. Forse ci ho trovato la metà delle cose che dici tu.
Completamente d'accordo sul fatto che sia una grande bottiglia. Aggiungerei che un appassionato dovrebbe cimentarsi, almeno ogni tanto, con bel marsala.
Riccardo M.
Messaggi: 26
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda Riccardo M. » 09 mag 2020 00:51

Barone Ricasoli, Casalferro 2003: bomba di confetture e tabacco nobile che deflagra al naso ed al palato. Non scaraffato ma versato appena dopo l’apertura in Zalto (borgogna). Dopo circa trenta minuti iniziano ad emergere avvisaglie belliche, sempre più nette sotto forma di tannino da legno felpato aggressivo. Vena fresca irresistibile ma il tannino legnoso ha ormai preso il sopravvento.
Dovevo scaraffarlo?
Peccato. Grande vino, ma tannino strabordante.
Avatar utente
george7179
Messaggi: 2122
Iscritto il: 05 feb 2011 21:32
Località: Reggio Emilia

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda george7179 » 09 mag 2020 09:11

Riccardo M. ha scritto:Barone Ricasoli, Casalferro 2003: bomba di confetture e tabacco nobile che deflagra al naso ed al palato. Non scaraffato ma versato appena dopo l’apertura in Zalto (borgogna). Dopo circa trenta minuti iniziano ad emergere avvisaglie belliche, sempre più nette sotto forma di tannino da legno felpato aggressivo. Vena fresca irresistibile ma il tannino legnoso ha ormai preso il sopravvento.
Dovevo scaraffarlo?
Peccato. Grande vino, ma tannino strabordante.

Se un 2003 ha tannino legnoso ho paura sia senza speranze...
#23# "The best there ever was, the best there ever will be" #23#
ale1984
Messaggi: 492
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda ale1984 » 09 mag 2020 09:31

gianni femminella ha scritto:
ale1984 ha scritto:Vabbè a sto punto toccherà fare il giro dei fornitori per una bottiglia di barthenau pre 97... :mrgreen:

Basta ca**o, sta roba sta iniziando a costare troppo. Smettetela. :mrgreen:


Non vale. Ricordo come era il messaggio prima della modifica.
Se sei in dubbio ti consiglio l'amante.


Nego tutto. Hai sicuramente visto male. :mrgreen:

Ciro Picariello - Fiano di Avellino 906 2018

Appena arrivato cartoncino.
Un bel giallo paglierino, luminoso. Al naso risulta molto intenso, già a qualche centimetro dal calice si sentono distintamente i profumi del vino. Profumi che poi si articolano nei frutti a pasta bianca (mela, melone bianco), fiori bianchi, erba appena tagliata, una nota tostata (più mandorla che nocciola), ed una sensazione minerale che però non riesco chiaramente a identificare. In bocca c’è perfetta coerenza con le sensazioni olfattive. Un sorso pulito, senza sbavature, ovviamente freschissimo e sapido. Non ho, purtroppo, bevuto vecchie bottiglie di Fiano, ma se il buongiorno si vede dal mattino...
Messner
Messaggi: 1102
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda Messner » 09 mag 2020 09:42

ale1984 ha scritto:
gianni femminella ha scritto:
ale1984 ha scritto:Vabbè a sto punto toccherà fare il giro dei fornitori per una bottiglia di barthenau pre 97... :mrgreen:

Basta ca**o, sta roba sta iniziando a costare troppo. Smettetela. :mrgreen:


Non vale. Ricordo come era il messaggio prima della modifica.
Se sei in dubbio ti consiglio l'amante.


Nego tutto. Hai sicuramente visto male. :mrgreen:

Ciro Picariello - Fiano di Avellino 906 2018

Appena arrivato cartoncino.
Un bel giallo paglierino, luminoso. Al naso risulta molto intenso, già a qualche centimetro dal calice si sentono distintamente i profumi del vino. Profumi che poi si articolano nei frutti a pasta bianca (mela, melone bianco), fiori bianchi, erba appena tagliata, una nota tostata (più mandorla che nocciola), ed una sensazione minerale che però non riesco chiaramente a identificare. In bocca c’è perfetta coerenza con le sensazioni olfattive. Un sorso pulito, senza sbavature, ovviamente freschissimo e sapido. Non ho, purtroppo, bevuto vecchie bottiglie di Fiano, ma se il buongiorno si vede dal mattino...


DImenticatelo in cantina...
Si può cominiciare a bere dopo 5-6 anni ma prima dei 10 non si distende..La 2013 adesso è una katana. 14 più equilibrata, 12 più accessibile, millesimo caldo. La 2014 è la più completa, se ti capitano sotto mano delle bottiglie comprale :wink:
SommelierSardo
Messaggi: 1607
Iscritto il: 26 mar 2015 20:51
Località: Pisa

Re: LE BEVUTE DI MAGGIO 2020

Messaggioda SommelierSardo » 09 mag 2020 09:56

zampaflex ha scritto:
SommelierSardo ha scritto:Domaine Saint-Nicolas - Le Haut des Clous 2018
Quando il biodinamico non ci interessa perchè passa in secondo e terzo piano, quando i nomi altisonanti li lasciamo agli altri, quando si beve il vino e non le etichette, allora questo Chenin diventa il protagonista assoluto.
Pur essendo in fasce, è già un bianco delizioso, perchè il vino buono si vede comunque da subito... migliorerà sicuramente, ma un vinaccio non diventerà ottimo perchè baciato dal tempo.
Elettrico, freschissimo, di una sapidità travolgente, non si scompone neanche scaldandosi nel bicchiere.
Bravo Thierry Michon


Bevuta quattro anni fa la 2012, proprio perché a me non interessano le etichette ma piuttosto che un vino sia fatto bene :D
La vicinanza del mare si sente. Me lo ricordo rotondo il giusto. Buon vino nella sua fascia.


Ieri ho terminato la bottiglia, e confermo e sottoscrivo le note di ieri. Ti posso dire che non lo definirei mai "rotondo il giusto" perché lo trovo completo, ficcante e saporito ma molto molto verticale, fiori e sapidità trascinanti

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bene, ckholn, Mirko77 e 1 ospite