Climatizzazione cantina

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 16 apr 2020 15:38

Buongiorno,
Visto l’imminente Restyle in termini di ambiente prevista per la mia cantina, (non che ora stessero male ma vorrei raggiungere condizioni ancora migliori) sono a chiedervi qualche info in merito ad apparecchi in commercio e quale è la vostra esperienza in merito.
Ho letto e girato un po’ per il web ma in realtà non ho ben trovato un giudizio esperto e/o definitivo da considerare il migliore.

Tengo a specificare che non sono in cerca di cantinetta frigo bensì dei veri e propri sistemi di areazione :

La mia idea era quella di mettere un condizionatore che gestisse la temperatura in modo da renderla fissa ed abbinargli un umidificatore per garantire un umidità del 70% costante.
Ho letto però, che il condizionatore quando manda area fredda di per se allo stesso tempo “Deumidifica” infatti molto condizionatori hanno questa funzione incorporata e non si può disattivare.
Chiedo quindi se conoscete un ottimo umidificatore

Oppure come alternativa, Ho visto che esiste anche un azienda italiana, che produce dei sistemi che hanno queste due funzioni incorporate ad un unico apparecchio super compatto, bello e performante, problema le 3500 euro di costo.

Chiedo se conoscete sistemi simili, ad un prezzo meno esoso ma comunque funzionante.

Sono curioso di sentire anche la vostra esperienza personale in merito

Saluti,
Centocentesimi
Edoballa
Messaggi: 8
Iscritto il: 24 mar 2020 23:13

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda Edoballa » 16 apr 2020 18:14

mi aggrego, sto per chiudere il sottoscala dedicato a cantina..sono circa 3 metri per 2 altezza 175cm..
pensavo a qualcosa da mettere anche per terra..in modo da poterlo spostare in caso ricreassi la cantina vini in qualche altra stanza della cantina..grazie per ora :D
giodiui
Messaggi: 283
Iscritto il: 14 set 2018 10:30
Località: Romagna

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda giodiui » 16 apr 2020 19:50

le macchine di raffrescamento seguno tutte lo stesso principio. problema dei condizionatori è che di solito sono settati per una temperatura min di 18 gradi, quindi o ti accontenti o devi trovare un modo di ingannare la sonda.
gruppi frigo non hanno quel problema ma costano in genere di più.
specifici per il vino nelle varie esplorazioni avevo trovato questi:
www.baccoclima.com
fa un modello base che costa meno di 2000 euro, va bene fino a 30mq. split esterno piccolo, un plus per chi ha esigenze estetiche.
ha una centralina di controllo a cui puoi collegare un un umidificatore. problema devi avere l'acqua corrente nel locale.

Anch'io sono in procinto di realizzare.
Io userò un condizionatore commerciale, magari un po' sovradimensionato nella speranza che questo riduca i costi elettrici, poi troverò modo di ingannare la sonda termica, non dovrebbe essere difficile, e aggiungerò un umidificatore con serbatoio. l'acqua di condensa del condizionatore anziché essere sparata fuori andrà nell'umidificatore. Poi altri aggiustamenti saranno necessari ma intanto per partire.
Premetto che non ho ambizioni di conservare bottiglie da migliaia di euro per decine di anni. Mi basta che i vari mascarello & affini arrivino al 2040, poi sarò nelle mani di dio :mrgreen: :mrgreen:
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 16 apr 2020 22:39

giodiui ha scritto:le macchine di raffrescamento seguno tutte lo stesso principio. problema dei condizionatori è che di solito sono settati per una temperatura min di 18 gradi, quindi o ti accontenti o devi trovare un modo di ingannare la sonda.
gruppi frigo non hanno quel problema ma costano in genere di più.
specifici per il vino nelle varie esplorazioni avevo trovato questi:
http://www.baccoclima.com
fa un modello base che costa meno di 2000 euro, va bene fino a 30mq. split esterno piccolo, un plus per chi ha esigenze estetiche.
ha una centralina di controllo a cui puoi collegare un un umidificatore. problema devi avere l'acqua corrente nel locale.

Anch'io sono in procinto di realizzare.
Io userò un condizionatore commerciale, magari un po' sovradimensionato nella speranza che questo riduca i costi elettrici, poi troverò modo di ingannare la sonda termica, non dovrebbe essere difficile, e aggiungerò un umidificatore con serbatoio. l'acqua di condensa del condizionatore anziché essere sparata fuori andrà nell'umidificatore. Poi altri aggiustamenti saranno necessari ma intanto per partire.
Premetto che non ho ambizioni di conservare bottiglie da migliaia di euro per decine di anni. Mi basta che i vari mascarello & affini arrivino al 2040, poi sarò nelle mani di dio :mrgreen: :mrgreen:


Anche io avevo visto baccoclima.... come apparecchio unificato.

Per quanto riguarda il Condizionatore, basta prendere quello con la doppia funzione riscaldamento/raffreddamento ed una temperatura media di 16 gradi te la regge perfettamente e con pochi euro annuì (basta prendere classe a++/a+) il problema temperatura e’ risolto; quello difficile da gestire e’ tenere controllata l’umidità.
Gli umidificatori commerciali hanno dei piccoli serbatoi, fra i più grandi ci sono quelli da 6 L che mi pare durino fini a 48h max ed hai sempre il problema di dover cambiare acqua; inoltre in pochi sono quelli con controllo remoto.
Da quanto ho letto sarebbe meglio evitare gli umidificatori a caldo, perché consumano molto di più.
Meglio quella a freddo. Inoltre ci sono molti purificatori con funzione di umidificazione incorporata (2 in 1) questi sono ancor più consigliati in quanto l’acqua vaporizzata dall’umidificatore contiene una carica batterica, ed il purificatore aiuta a sanificate l’ambiente.
Nel deumidificatore inoltre, sempre meglio usare acqua distillata, sempre per il problema batterico.
Ho letto poi, che per il vino e’ necessaria una nebulizzazione molto fitta e rapida, con una ventola che giri molto velocemente
In modo da creare una nebbia costante e fina che permetta di rimanere in sospensione ed evaporare senza ricadere a terra; ma questo lo si può ottenere solo da sistemi più professionali.

Oggi ho letto qualcosa di veloce, in merito a dei deumidificatori professionali da adattare anche piccoli ambienti, dai prezzi ridotti ma con funzionalità pro.

Domani chiedo info ed aggirino .
maxer
Messaggi: 4330
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda maxer » 17 apr 2020 01:53

..... a fatica mi taccio .....

se ci legge, invito Marco, se ha voglia e tempo, a dissipare ogni dubbio
carpe diem 8)
alì65
Messaggi: 12511
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda alì65 » 17 apr 2020 07:12

io ho comprato casa dove aveva cantina naturale della dimensione adeguata; la casa è costata ma da 25 anni costi cantina 0 :D
futuro incerto...2020 di merda!!!
giodiui
Messaggi: 283
Iscritto il: 14 set 2018 10:30
Località: Romagna

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda giodiui » 17 apr 2020 07:46

acqua distillata mi sembra complicato con livelli di evaporazione che possono arrivare ai 5-10lt al giorno. Per quello che ne so i climatizzatori da cantina usano tutti un umidificatore adiabatico collegato direttamente all'impianto idrico, quindi con acqua normale.
Umidificatori con maggiore capaacità li trovi su aliexpress, fino a 23tl. Io l'ho preso da 16 e aspetto mi arrivi. pagato sui 100 euro spedito.
alì65
Messaggi: 12511
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda alì65 » 17 apr 2020 08:16

mi spiegate come farete a controllare tutti i valori con impianti separati?
futuro incerto...2020 di merda!!!
vinogodi
Messaggi: 29905
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda vinogodi » 17 apr 2020 08:50

alì65 ha scritto:mi spiegate come farete a controllare tutti i valori con impianti separati?
...spendendo 150.000 Euro di un gestionale dell'IBM ... :lol:
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 17 apr 2020 11:23

alì65 ha scritto:mi spiegate come farete a controllare tutti i valori con impianti separati?


In realtà sono semplicemente due “apparecchi” che funzionano indipendentemente l’uno dall’altro. Ognuno dotato di controllo automatico dei valori impostati.
Il problema non è mantenere questi valori costanti.

Sicuramente il problema sarà quando il condizionatore raffredderà, e per natura concezione dell’apparecchio deumidifichera’, andando in conflitto con l’umidificatore, comportando un sforzo energetico maggiore e quindi credo, una bolletta un po’ salata.

Oltre a giocare col la disposizione dei due apparecchi all’interno della stanza e cercare un umidificatore più efficace possibile non mi viene in mente altro.

Sono qui proprio per avere informazioni maggiori, non commenti sarcastici come al solito !

Ps. Visto che ho pochi più anni della tua casa, quando comprerò la mia, la sceglierò anche io con una bella cantina !

Ma come dici te....2020 anno di merda, futuro incerto !
alì65
Messaggi: 12511
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda alì65 » 17 apr 2020 14:01

centocentesimi ha scritto:
alì65 ha scritto:mi spiegate come farete a controllare tutti i valori con impianti separati?


Sicuramente il problema sarà quando il condizionatore raffredderà, e per natura concezione dell’apparecchio deumidifichera’, andando in conflitto con l’umidificatore, comportando un sforzo energetico maggiore e quindi credo, una bolletta un po’ salata.



appunto
visto che ci sono apparecchi nati per la cantina io punterei su quello, poi fate vobis....
futuro incerto...2020 di merda!!!
alì65
Messaggi: 12511
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda alì65 » 17 apr 2020 14:02

vinogodi ha scritto:
alì65 ha scritto:mi spiegate come farete a controllare tutti i valori con impianti separati?
...spendendo 150.000 Euro di un gestionale dell'IBM ... :lol:


so ragazzi.... 8)
futuro incerto...2020 di merda!!!
maxer
Messaggi: 4330
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda maxer » 17 apr 2020 15:41

alì65 ha scritto:
vinogodi ha scritto:
alì65 ha scritto:mi spiegate come farete a controllare tutti i valori con impianti separati?
...spendendo 150.000 Euro di un gestionale dell'IBM ... :lol:


so ragazzi.... 8)

..... e in quarantena ..... !

ma fra due mesi, impianto di controllo da satellite, lanciato dal proprio cortile ? :shock:
carpe diem 8)
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 17 apr 2020 16:33

Noto con piacere,

Che i soliti “veterani” del gruppo, anziché dare consigli non fanno altre che fare commenti ironici.

Ho scritto questo post, per ricevere consigli.
Purtroppo c’è chi dall’alto della sua anzianità non può non cadere nella demenza senile, vedi Maxer che i suoi commenti forse nemmeno lui li capisce.
Come auspica lui, mi piace pensare sia la quarantena ma purtroppo non è’ così.

Detto ciò, nel ringraziarvi dell’aiuto, ho fatto da me, trovando persone esperte ed umane, nonché dei professionisti pronte a mettere a disposizione la loro esperienza.

Per chi vuole delle informazioni in merito, più approfondite, ne parlerò privatamente visto che questo post e’ diventato un circolo
Grazie ai “veterani”

Buona quarantena
maxer
Messaggi: 4330
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda maxer » 17 apr 2020 16:52

centocentesimi ha scritto:Noto con piacere,

Che i soliti “veterani” del gruppo, anziché dare consigli non fanno altre che fare commenti ironici.

Ho scritto questo post, per ricevere consigli.
Purtroppo c’è chi dall’alto della sua anzianità non può non cadere nella demenza senile, vedi Maxer che i suoi commenti forse nemmeno lui li capisce.
Come auspica lui, mi piace pensare sia la quarantena ma purtroppo non è’ così.

Detto ciò, nel ringraziarvi dell’aiuto, ho fatto da me, trovando persone esperte ed umane, nonché dei professionisti pronte a mettere a disposizione la loro esperienza.

Per chi vuole delle informazioni in merito, più approfondite, ne parlerò privatamente visto che questo post e’ diventato un circolo
Grazie ai “veterani”

Buona quarantena

..... eila, settantacinquecentesimi, calmo eh !

Ti ho dato del cretino ? No
Ti ho dato dell' invasato ? No
Ti ho dato dell' imbecille ? No
Ti ho dato del ragazzotto pompato ? No
Ti ho dato del seguace del profeta Maroni ? Ni
Ti ho dato dell' ingenuo invasato.? No
Ti ho dato del permaloso arrogante ? No
Ti ho dato dell' ignorante che non sa leggere ? No, altri te lo hanno fatto educatamente capire

E allora, vai a cagare

e sappi che qui si può scrivere quello che si vuole, ma senza offendere
carpe diem 8)
alì65
Messaggi: 12511
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda alì65 » 17 apr 2020 17:17

centocentesimi ha scritto:Noto con piacere,

Che i soliti “veterani” del gruppo, anziché dare consigli non fanno altre che fare commenti ironici.

Ho scritto questo post, per ricevere consigli.
Purtroppo c’è chi dall’alto della sua anzianità non può non cadere nella demenza senile, vedi Maxer che i suoi commenti forse nemmeno lui li capisce.
Come auspica lui, mi piace pensare sia la quarantena ma purtroppo non è’ così.

Detto ciò, nel ringraziarvi dell’aiuto, ho fatto da me, trovando persone esperte ed umane, nonché dei professionisti pronte a mettere a disposizione la loro esperienza.

Per chi vuole delle informazioni in merito, più approfondite, ne parlerò privatamente visto che questo post e’ diventato un circolo
Grazie ai “veterani”

Buona quarantena


scusa se qualcuno ti ha fatto notare che quello che stai/vi facendo è una cazzata; la prossima volta mi faccio i cazzi miei così vedrai che non ci sarà nessun problema
come ultima cosa ti volevo far presente che argomenti come questo se ne sono fatti a decine ma regolarmente spunta chi non sa usare la ricerca
addios!!!
futuro incerto...2020 di merda!!!
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 17 apr 2020 18:13

alì65 ha scritto:
centocentesimi ha scritto:Noto con piacere,

Che i soliti “veterani” del gruppo, anziché dare consigli non fanno altre che fare commenti ironici.

Ho scritto questo post, per ricevere consigli.
Purtroppo c’è chi dall’alto della sua anzianità non può non cadere nella demenza senile, vedi Maxer che i suoi commenti forse nemmeno lui li capisce.
Come auspica lui, mi piace pensare sia la quarantena ma purtroppo non è’ così.

Detto ciò, nel ringraziarvi dell’aiuto, ho fatto da me, trovando persone esperte ed umane, nonché dei professionisti pronte a mettere a disposizione la loro esperienza.

Per chi vuole delle informazioni in merito, più approfondite, ne parlerò privatamente visto che questo post e’ diventato un circolo
Grazie ai “veterani”

Buona quarantena


scusa se qualcuno ti ha fatto notare che quello che stai/vi facendo è una cazzata; la prossima volta mi faccio i cazzi miei così vedrai che non ci sarà nessun problema
come ultima cosa ti volevo far presente che argomenti come questo se ne sono fatti a decine ma regolarmente spunta chi non sa usare la ricerca
addios!!!


Carissimo,
Dal momento che il tuo pensiero e’ che sto dicendo una cazzata, E poteva essere visto che stavo chiedendo, Invece di farlo notare e basta, fai una critica costruttiva ed argomenta con argomenti seri e dettagliato, non con battute sarcastiche che non servono a niente.

Seconda cosa, La ricerca l’ho fatta e prima di scrivere ho letto un vecchio argomento, ma non ne era emerso nulla se non, di mettere un telo da spiaggia bagnato su un filo.... :lol:

Terza cosa, quanto scritto sopra, dopo essermi informato da professionisti oggi stesso, non è’ per nulla una cazzata ed e’ più o meno alla portata di tutti in termini economici.

Vedi, Proprio in base alla mia ricerca o di qualcun altro, poteva emergere una cosa interessante ed utile a tutti ma purtroppo ci devono essere sempre i fenomeni !!!
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 17 apr 2020 18:18

maxer ha scritto:
centocentesimi ha scritto:Noto con piacere,

Che i soliti “veterani” del gruppo, anziché dare consigli non fanno altre che fare commenti ironici.

Ho scritto questo post, per ricevere consigli.
Purtroppo c’è chi dall’alto della sua anzianità non può non cadere nella demenza senile, vedi Maxer che i suoi commenti forse nemmeno lui li capisce.
Come auspica lui, mi piace pensare sia la quarantena ma purtroppo non è’ così.

Detto ciò, nel ringraziarvi dell’aiuto, ho fatto da me, trovando persone esperte ed umane, nonché dei professionisti pronte a mettere a disposizione la loro esperienza.

Per chi vuole delle informazioni in merito, più approfondite, ne parlerò privatamente visto che questo post e’ diventato un circolo
Grazie ai “veterani”

Buona quarantena

..... eila, settantacinquecentesimi, calmo eh !

Ti ho dato del cretino ? No
Ti ho dato dell' invasato ? No
Ti ho dato dell' imbecille ? No
Ti ho dato del ragazzotto pompato ? No
Ti ho dato del seguace del profeta Maroni ? Ni
Ti ho dato dell' ingenuo invasato.? No
Ti ho dato del permaloso arrogante ? No
Ti ho dato dell' ignorante che non sa leggere ? No, altri te lo hanno fatto educatamente capire

E allora, vai a cagare

e sappi che qui si può scrivere quello che si vuole, ma senza offendere


Allora impara a non offendere in primis e a non prenderti per culo le persone , visto che non è la prima volta e ti senti così furbo.

Ps. Forse a casa tua l’educazione e’ un concetto particolare...

Continua ad insultare facendo giochetti e domande, ma sempre insulti rimangono e purtroppo quello che sei, lo vedono tutti.

Ps. Stai calmo te che a cagare ci vado volentieri, basta che sparisci, perché nessuno ti ha mai cercato :wink:
ZEL WINE
Messaggi: 7460
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda ZEL WINE » 17 apr 2020 20:10

Hai tutta la mia solidarietà, purtroppo la presenza indesiderata di alcuni nuovi pesonaggi ha trasformato questo bel posto in una latrina
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
maxer
Messaggi: 4330
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda maxer » 17 apr 2020 23:02

ZEL WINE ha scritto:Hai tutta la mia solidarietà, purtroppo la presenza indesiderata di alcuni nuovi pesonaggi ha trasformato questo bel posto in una latrina

..... grazie Zel, la accetto volentieri ....

sinceramente, da te non me l' aspettavo
carpe diem 8)
Max1991
Messaggi: 598
Iscritto il: 21 feb 2018 18:17
Località: veneto

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda Max1991 » 18 apr 2020 15:58

centocentesimi ha scritto:Terza cosa, quanto scritto sopra, dopo essermi informato da professionisti oggi stesso, non è’ per nulla una cazzata ed e’ più o meno alla portata di tutti in termini economici.


Io sarei interessato :lol:

Ho comprato lo scorso anno un armadio climatizzato dato che per le mie esigenze è/era la cosa migliore.
Sicuramente con il tempo dovrò sistemare la cantina quindi mi faccio volntieri un'idea :wink:
centocentesimi
Messaggi: 329
Iscritto il: 14 ott 2019 15:44

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda centocentesimi » 19 apr 2020 15:11

Max1991 ha scritto:
centocentesimi ha scritto:Terza cosa, quanto scritto sopra, dopo essermi informato da professionisti oggi stesso, non è’ per nulla una cazzata ed e’ più o meno alla portata di tutti in termini economici.


Io sarei interessato :lol:

Ho comprato lo scorso anno un armadio climatizzato dato che per le mie esigenze è/era la cosa migliore.
Sicuramente con il tempo dovrò sistemare la cantina quindi mi faccio volntieri un'idea :wink:


Rispondo a te e spero leggano anche gli altri ragazzi interessati.
(Purtroppo non sono capace di taggare)

Personalmente, grazie alle caratteristiche della mia cantina ho delle condizioni che si possono considerare comunque buone anche in condizioni normali, per questo fin ora non avevo preso ne cantinette né installato alcun apparecchio.

Con l’aumentare delle bottiglie e l’accrescere dell’importanza della collezione, mi sono deciso di ottimizzare al massimo le condizioni, per non lasciare nulla al caso.

Il primo bivio, come hai fatto notare te, e’ stato quello di scegliere fra climatizzazione dell’intero ambiente oppure cantinetta; finita con la scelta della climatizzazione in quanto il numero di bottiglie e’ già abbastanza importante e presto sarei andato a riempire anche la cantinetta più capiente. Fra l’altro investimento molto importante, soprattutto se di grande portata
(Dopo ricerche ho visto inoltre, che levate 1,2 brand Eurocave con La sommelier annessa e Swiss Cave, le altre non sono da considerare da invecchiamento e non permettono inoltre, il controllo dell’umidità. In linea di massima e’ così poi magari ci sono piccole eccezioni che non conosco; ma più pareri esperti convergono su quanto detto, Alberto Lupetti uno di questi)

Ovviamente questa decisione va considerata anche in base allo spazio a disposizione.

Una volta scelta la climatizzazione, identificare le giuste attrezzature e’ fondamentale. Questa scelta e’ da considerare in base all’area da climatizzare. Nel caso di un sottoscala ad esempio, la soluzione compatta di Baccoclima, come suddetto può risultare ottimale. Compatto, bello, funzionale e poco invasivo che unisce climatizzazione ed umidificazione nello stesso apparecchio. (Funzione di solo raffreddamento; quindi non utilizzabile per sottoscala dove la temperatura è inferiore ai 12 gradi) altra cosa importante che, qualora il sottoscala o l’ambiente scelto venga isolato e chiuso da vetrate, la scelta del vetro e’ molto importante, la scelta giusta e’ quella di vetro basso emissivi che prevengono la dispersione termica e quindi un minore consumo d’esercizio del macchinario. Un occhio va dato anche alla permeabilità della luce naturale; dannosa per il vino.

Nel caso invece di superfici più ampie, ovvero di climatizzazione di un intero locale, dopo varie ricerche la soluzione ideale e’ quella di installare un climatizzatore con funzione caldo/freddo che permetta di gestire autonomamente e costantemente la temperatura desiderata (In linea di massima per i rossi 16 gradi e’ ottimo). Fondamentale prendere quelli con classe energetica almeno A+ (ti evita laghi di sangue al momento della bolletta).
Una volta individuato il condizionatore si va ad installare un umidificatore professionale, di tipo adiabatico, dotato di un kit elettronico che permette la funzione autonoma dell’impianto, una volta impostata l’umidità desiderata ( 80% ottimale).
Questo va collegato direttamente alla temperatura in modo da pescare acqua direttamente, senza l’incombenza di serbatoi piccoli e da riempire ogni volta terminata l’acqua.
Come mi hanno detto tutti : “una volta installato questo deve funzionare da solo In maniera autonoma ed indipendente” così facendo si ha una reale costanza di temperatura ed umidità e soprattutto il minimo sforzo. Il consumo dell’apparecchio e’ quello di una lampadina in termini elettronici e di 1L di acqua ad ora in condizione di massimo sforzo. (Facendo due conti, nella peggiore delle ipotesi, comunque su base annua non esce fuori una spesa esagerata, anzi).
Fin ora ho visto due marchi entrambi professionali,Tecnoklima ed MGF tools, e parlato con l’assistenza tecnica di entrambi che mi hanno spiegato quanto detto fin ora. I loro sistemi sono molto usati per climatizzare anche cantine di aziende vitivinicole, dove sono barricaie o riserve storiche a conferma dell’estrema qualità.

Il primo ha un prezzo di 750 euro iva compresa, il secondo di 1400 rapportato alla mia superficie (25 mq)

Tengo a specificare, come dettomi da tutti che il sistema di climatizzazione ed umidificazione e’estremamente importante ma ugualmente importante lo e’ l’isolamento termico della stanza.
Rivestire la stanza ove possibile, di poliuretano espanso di 50/70 mm e’ fondamentale per evitare dispersioni ed un costo di esercizio minore.

In pratica 16 gradi per 80% di umidità sono le condizioni ideali per i rossi. Lo champagne invece, nelle sue condizioni ottimali avrebbe bisogno di 10/12 gradi ed 80% di umidità. Per tanto la convivenza di Rossi e champagne nello stesso ambiente non è facile. Si potrebbero usare per le bottiglie in minoranza una cantinetta Eurocave ed un sistema di climatizzazione per quelle in maggioranza, all’intento dello stesso ambiente.

Oppure, cosa a mio avviso migliore in termini qualità/prezzo, climatizzare la stanza ed impostare una temperatura fissa di 15 gradi e posizionare nella parte più bassa degli scaffali gli champagne ed in quella più alta i rossi (l’aria calda tende a salire verso l’alto, quindi pur avendo una temperatura controllata di 15 nei primi metri della stanza si avrà una piccola escursione termica, perfetta per le nostre bottiglie di champagne.
La temperatura leggermente più bassa dei 16/18 per i rossi non è’ assolutamente nociva, rende solamente piu lento il
processo di ossidazione e quindi di invecchiamento del vino (basti pensare che Buondì Santi nella sua cantina le bottiglie sono ad 11/12 gradi.)

Ps. Queste sono le mie informazioni raccolte e le mie esperienze, parlando come detto, con più professionisti che operano nel settore. Le mie parole non si vogliono porre come verità assoluta ma come testimonianza e scusate la lunghezza.
Max1991
Messaggi: 598
Iscritto il: 21 feb 2018 18:17
Località: veneto

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda Max1991 » 19 apr 2020 16:29

centocentesimi ha scritto:
Max1991 ha scritto:
centocentesimi ha scritto:Terza cosa, quanto scritto sopra, dopo essermi informato da professionisti oggi stesso, non è’ per nulla una cazzata ed e’ più o meno alla portata di tutti in termini economici.


Io sarei interessato :lol:

Ho comprato lo scorso anno un armadio climatizzato dato che per le mie esigenze è/era la cosa migliore.
Sicuramente con il tempo dovrò sistemare la cantina quindi mi faccio volntieri un'idea :wink:


Rispondo a te e spero leggano anche gli altri ragazzi interessati.
(Purtroppo non sono capace di taggare)

Personalmente, grazie alle caratteristiche della mia cantina ho delle condizioni che si possono considerare comunque buone anche in condizioni normali, per questo fin ora non avevo preso ne cantinette né installato alcun apparecchio.

Con l’aumentare delle bottiglie e l’accrescere dell’importanza della collezione, mi sono deciso di ottimizzare al massimo le condizioni, per non lasciare nulla al caso.

Il primo bivio, come hai fatto notare te, e’ stato quello di scegliere fra climatizzazione dell’intero ambiente oppure cantinetta; finita con la scelta della climatizzazione in quanto il numero di bottiglie e’ già abbastanza importante e presto sarei andato a riempire anche la cantinetta più capiente. Fra l’altro investimento molto importante, soprattutto se di grande portata
(Dopo ricerche ho visto inoltre, che levate 1,2 brand Eurocave con La sommelier annessa e Swiss Cave, le altre non sono da considerare da invecchiamento e non permettono inoltre, il controllo dell’umidità. In linea di massima e’ così poi magari ci sono piccole eccezioni che non conosco; ma più pareri esperti convergono su quanto detto, Alberto Lupetti uno di questi)

Ovviamente questa decisione va considerata anche in base allo spazio a disposizione.

Una volta scelta la climatizzazione, identificare le giuste attrezzature e’ fondamentale. Questa scelta e’ da considerare in base all’area da climatizzare. Nel caso di un sottoscala ad esempio, la soluzione compatta di Baccoclima, come suddetto può risultare ottimale. Compatto, bello, funzionale e poco invasivo che unisce climatizzazione ed umidificazione nello stesso apparecchio. (Funzione di solo raffreddamento; quindi non utilizzabile per sottoscala dove la temperatura è inferiore ai 12 gradi) altra cosa importante che, qualora il sottoscala o l’ambiente scelto venga isolato e chiuso da vetrate, la scelta del vetro e’ molto importante, la scelta giusta e’ quella di vetro basso emissivi che prevengono la dispersione termica e quindi un minore consumo d’esercizio del macchinario. Un occhio va dato anche alla permeabilità della luce naturale; dannosa per il vino.

Nel caso invece di superfici più ampie, ovvero di climatizzazione di un intero locale, dopo varie ricerche la soluzione ideale e’ quella di installare un climatizzatore con funzione caldo/freddo che permetta di gestire autonomamente e costantemente la temperatura desiderata (In linea di massima per i rossi 16 gradi e’ ottimo). Fondamentale prendere quelli con classe energetica almeno A+ (ti evita laghi di sangue al momento della bolletta).
Una volta individuato il condizionatore si va ad installare un umidificatore professionale, di tipo adiabatico, dotato di un kit elettronico che permette la funzione autonoma dell’impianto, una volta impostata l’umidità desiderata ( 80% ottimale).
Questo va collegato direttamente alla temperatura in modo da pescare acqua direttamente, senza l’incombenza di serbatoi piccoli e da riempire ogni volta terminata l’acqua.
Come mi hanno detto tutti : “una volta installato questo deve funzionare da solo In maniera autonoma ed indipendente” così facendo si ha una reale costanza di temperatura ed umidità e soprattutto il minimo sforzo. Il consumo dell’apparecchio e’ quello di una lampadina in termini elettronici e di 1L di acqua ad ora in condizione di massimo sforzo. (Facendo due conti, nella peggiore delle ipotesi, comunque su base annua non esce fuori una spesa esagerata, anzi).
Fin ora ho visto due marchi entrambi professionali,Tecnoklima ed MGF tools, e parlato con l’assistenza tecnica di entrambi che mi hanno spiegato quanto detto fin ora. I loro sistemi sono molto usati per climatizzare anche cantine di aziende vitivinicole, dove sono barricaie o riserve storiche a conferma dell’estrema qualità.

Il primo ha un prezzo di 750 euro iva compresa, il secondo di 1400 rapportato alla mia superficie (25 mq)

Tengo a specificare, come dettomi da tutti che il sistema di climatizzazione ed umidificazione e’estremamente importante ma ugualmente importante lo e’ l’isolamento termico della stanza.
Rivestire la stanza ove possibile, di poliuretano espanso di 50/70 mm e’ fondamentale per evitare dispersioni ed un costo di esercizio minore.

In pratica 16 gradi per 80% di umidità sono le condizioni ideali per i rossi. Lo champagne invece, nelle sue condizioni ottimali avrebbe bisogno di 10/12 gradi ed 80% di umidità. Per tanto la convivenza di Rossi e champagne nello stesso ambiente non è facile. Si potrebbero usare per le bottiglie in minoranza una cantinetta Eurocave ed un sistema di climatizzazione per quelle in maggioranza, all’intento dello stesso ambiente.

Oppure, cosa a mio avviso migliore in termini qualità/prezzo, climatizzare la stanza ed impostare una temperatura fissa di 15 gradi e posizionare nella parte più bassa degli scaffali gli champagne ed in quella più alta i rossi (l’aria calda tende a salire verso l’alto, quindi pur avendo una temperatura controllata di 15 nei primi metri della stanza si avrà una piccola escursione termica, perfetta per le nostre bottiglie di champagne.
La temperatura leggermente più bassa dei 16/18 per i rossi non è’ assolutamente nociva, rende solamente piu lento il
processo di ossidazione e quindi di invecchiamento del vino (basti pensare che Buondì Santi nella sua cantina le bottiglie sono ad 11/12 gradi.)

Ps. Queste sono le mie informazioni raccolte e le mie esperienze, parlando come detto, con più professionisti che operano nel settore. Le mie parole non si vogliono porre come verità assoluta ma come testimonianza e scusate la lunghezza.


Grazie, esaustivo e ottimi spunti per chi non è troppo esperto!

Tecknoclima non lo conoscevo, darò un'occhio sicuramente visto il prezzo competitivo.

Diciamo che le caratteristiche della conservazione ideale ormai sono risapute, ma anche semplicemente avvicinarsi a tali condizioni può essere più che sufficiente per alcuni di noi.
Cerco sempre spunti per trovare la soluzione ideale per la mia cantina quindi leggo sempre con interesse tutti i vari argomenti che trattano di questo :mrgreen:

Io appunto ho preso un armadio Eurocave, si è riempito molto più velocemente del previsto ovviamente! :mrgreen:
Prossimo passo sarò appunto sistemare la cantina, ma non essendo, probabilmente, neanche quella la soluzione definitiva sto ancora cercando l'espediente per me più comodo!

Intanto cerco di bere il più possibile :lol:
Romagna_mia
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 nov 2009 21:57

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda Romagna_mia » 19 apr 2020 16:56

Io nella mia cantina ho messo un unita’ wine master

Costo intorno ai 2800 eur ma temperatura costante intorno ai 12,5 gradi e umidita’ al 60%.

Winemaster.fr

Dietro l’unita’ che si mette nel muro tra due stanze c’e’ un tubicino che scarica l’umidita’
Max1991
Messaggi: 598
Iscritto il: 21 feb 2018 18:17
Località: veneto

Re: Climatizzazione cantina

Messaggioda Max1991 » 19 apr 2020 17:55

Sfrutto il tipic aperto per fare un’altra domanda, probabilmente stupida.

C’è un modo per misurare le vibrazioni? :roll:

Tra i vari problemi che ha la mia cantina c’è quello relativo alla vicinanza ad una strada, diciamo circa 30/40 metri, non troppo trafficata ma qualche camion ci passa.

Può essere un problema per medie/lunghe conservazioni (15/20 anni)?

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite