Borgogna rossa 2016-2017

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Riccardo M.
Messaggi: 20
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Riccardo M. » 07 apr 2020 19:52

Buonasera a tutti dalla Sardegna. Sono fresco d'iscrizione.
Vorrei chiedere la vostra in merito all'apertura di alcune bottiglie che ho recentemente acquistato: Chambertin (Remy) del 2017, Charmes Chambertin (Taupenot Merme) e Les Amoreuses (Bertheau F.) entrambi 2016.
Sono conscio (da profano, o quasi) che non sarebbe mossa opportuna aprirli così giovani e che non meglio precisate opinioni sostengano che, nella finestra che va dai 3 agli 8 anni dalla vendemmi), tale mossa possa risultare foriera di non brillanti bevute.
Tuttavia, la mia esperienza in tema di rossi di borgogna è tutta in divenire e, sinceramente, non vedo l'ora di berle. Posso o devo tratteneremi? Sono disposto a farlo se vi sia la possibilità che, fra sette od otto anni, l'esperienza di gusto ne risultasse accresciuta.
Nessuno ha la palla di vetro, ma sicuramente avete molta più esperienza di me.
Vi ringrazio.
Saluti.
ZEL WINE
Messaggi: 7454
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda ZEL WINE » 07 apr 2020 21:21

Bevi tutto come se non ci fosse un domani, quando sentì qualcuno che parla di “finestre di beva” tappati le orecchie o cambia amicizie
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
gpetrus
Messaggi: 2777
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda gpetrus » 07 apr 2020 21:42

Benvenuto...io berrei prima qualche altra bt di pinot noir, giusto per far esperienza .... :D
pudepu
Messaggi: 1198
Iscritto il: 06 giu 2007 18:09

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda pudepu » 08 apr 2020 08:40

Per essere un profano sei partito alla grande. bravo
patetico valutatore di etichette
Riccardo M.
Messaggi: 20
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Riccardo M. » 08 apr 2020 09:16

Buongiorno a tutti.
Son partito già da un po', non mi sono fiondato senza prima educare il palato. Sono dell'idea che per apprezzare un vino devo esser capace (ed aver quindi la seppur minima esperienza) di poterlo confrontare, di poterlo anche comparare. La domanda è dettata anche dal fatto che l'anno scorso ho stappato e bevuto (con troppa aspettativa, mi sa) un Clos de La Roche di Jadot, del 2011. Mi è sembrato un vino afono, direi quasi completamente. Nulla di estremamente notevole che non andasse, semplicemente un vino muto. Mi son chiesto se la ragione non fosse l'apertura anticipata o ritardata.
vinogodi
Messaggi: 29870
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda vinogodi » 08 apr 2020 09:58

Riccardo M. ha scritto:Buongiorno a tutti.
...di Jadot, del 2011. Mi è sembrato un vino afono...Mi son chiesto se la ragione ....
...ciao e benvenuto. Diciamo che lo stile del produttore e l'annata , sono entrambi "afoni" , per cui non mi stupisce dell'insonorizzazione nel bicchiere... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Riccardo M.
Messaggi: 20
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Riccardo M. » 08 apr 2020 10:03

Sempre di Jadot ho acquistato un Echezaux 2014. Non avevo mai assaggiato una loro bottiglia prima di questi due acquisti. Dopo la prima esperienza ho decisamente ridotto le mie aspettative anche per la seconda.
Nexus1990
Messaggi: 730
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Nexus1990 » 08 apr 2020 11:43

Secondo il mio parere conservare per anni attendendo il momento giusto per bere una bottiglia che non si conosce, tranne rare eccezioni, è una cazzata. Meglio tenere lì vini che conosci e apprezzi. Io personalmente conservo solo bottiglie che ho già provato, se mi piacciono e penso che possa giovargli un altro po’ di tempo in cantina ne prendo un’altra, o altre 2/3 se mi piace tanto (e non costa troppo :mrgreen: ). Sulle nuove annate di vini già provati il discorso è diverso, è ovvio che se ho i miei produttori di Brunello o Barolo (quindi vini “di regola” non pronti all’uscita) che compro ogni anno le bottiglie tendo a metterle lì e bere quelle vecchie, ma perché conosco già quel vino e so che riposare un po’ in cantina gli fa bene e che tra x anni probabilmente me lo godrò di più. Quindi io ti consiglio di bere, se qualcosa ti piace particolarmente o hai la curiosità di risentirlo tra 2/3/5/10 anni ne prendi un’altra e quella sì, la conservi...
ale1984
Messaggi: 437
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda ale1984 » 08 apr 2020 12:22

Boh sarà, ma bere ora tre bottiglie di cru così rinomati (diciamo pure tra i più prestigiosi in assoluto?) mi sembra un filo prematuro. Certo, se avessi una cassa di ciascun tipo, una la stapperei per curiosità, ma con una bottiglia sola...

Poi la roba dei 3/8/22/sqrt(pi/2) anni non ho idea, ma di sicuro un po' di vetro a dei GC e PC 2016 e 2017 non può che fare bene.
Nexus1990
Messaggi: 730
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Nexus1990 » 08 apr 2020 12:30

ale1984 ha scritto:Boh sarà, ma bere ora tre bottiglie di cru così rinomati (diciamo pure tra i più prestigiosi in assoluto?) mi sembra un filo prematuro. Certo, se avessi una cassa di ciascun tipo, una la stapperei per curiosità, ma con una bottiglia sola...

Poi la roba dei 3/8/22/sqrt(pi/2) anni non ho idea, ma di sicuro un po' di vetro a dei GC e PC 2016 e 2017 non può che fare bene.

Forse ho sottovalutato l’importanza dei Cru in questione, essendo totalmente ignorante sulla Borgogna... Il “tranne rare eccezioni” si riferiva proroio a casi del genere :mrgreen:
Tra sqrt(pi/2) anni è poco più di un anno, tanto vale che le beve ora :mrgreen:
Riccardo M.
Messaggi: 20
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Riccardo M. » 08 apr 2020 12:43

Nexus1990 ha scritto:Secondo il mio parere conservare per anni attendendo il momento giusto per bere una bottiglia che non si conosce, tranne rare eccezioni, è una cazzata. Meglio tenere lì vini che conosci e apprezzi. Io personalmente conservo solo bottiglie che ho già provato, se mi piacciono e penso che possa giovargli un altro po’ di tempo in cantina ne prendo un’altra, o altre 2/3 se mi piace tanto (e non costa troppo :mrgreen: ). Sulle nuove annate di vini già provati il discorso è diverso, è ovvio che se ho i miei produttori di Brunello o Barolo (quindi vini “di regola” non pronti all’uscita) che compro ogni anno le bottiglie tendo a metterle lì e bere quelle vecchie, ma perché conosco già quel vino e so che riposare un po’ in cantina gli fa bene e che tra x anni probabilmente me lo godrò di più. Quindi io ti consiglio di bere, se qualcosa ti piace particolarmente o hai la curiosità di risentirlo tra 2/3/5/10 anni ne prendi un’altra e quella sì, la conservi...

Già, condivisibile. Il problema sono quelle rare eccezioni. Proprio per questo chiedo a chi ha più esperienza, magari avendole bevute o conoscendo in particolare le cantine di cui ho acquistato le bottiglie, se sia il caso di assaggiarle subito oppure farle affinare un pochino.
Riccardo M.
Messaggi: 20
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda Riccardo M. » 08 apr 2020 12:46

ale1984 ha scritto:Boh sarà, ma bere ora tre bottiglie di cru così rinomati (diciamo pure tra i più prestigiosi in assoluto?) mi sembra un filo prematuro. Certo, se avessi una cassa di ciascun tipo, una la stapperei per curiosità, ma con una bottiglia sola...

Poi la roba dei 3/8/22/sqrt(pi/2) anni non ho idea, ma di sicuro un po' di vetro a dei GC e PC 2016 e 2017 non può che fare bene.


Una bottiglia di ognuno, un solo colpo. Magari aggiungerò, ma ora solo questi. Ho iniziato ad acquistare da poco e quindi, salvo qualche bottiglia meno recente (comunque post 2010) sono tutte del biennio 16/17.
Fra tutti, sarei propenso ad aprire la bottiglia di Les Amoureuses.
gpetrus
Messaggi: 2777
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda gpetrus » 08 apr 2020 13:07

Concordo che su certe bt qualche annetto va atteso....
alì65
Messaggi: 12507
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Borgogna rossa 2016-2017

Messaggioda alì65 » 08 apr 2020 13:28

Riccardo M. ha scritto:Buonasera a tutti dalla Sardegna. Sono fresco d'iscrizione.
Vorrei chiedere la vostra in merito all'apertura di alcune bottiglie che ho recentemente acquistato: Chambertin (Remy) del 2017, Charmes Chambertin (Taupenot Merme) e Les Amoreuses (Bertheau F.) entrambi 2016.
Sono conscio (da profano, o quasi) che non sarebbe mossa opportuna aprirli così giovani e che non meglio precisate opinioni sostengano che, nella finestra che va dai 3 agli 8 anni dalla vendemmi), tale mossa possa risultare foriera di non brillanti bevute.
Tuttavia, la mia esperienza in tema di rossi di borgogna è tutta in divenire e, sinceramente, non vedo l'ora di berle. Posso o devo tratteneremi? Sono disposto a farlo se vi sia la possibilità che, fra sette od otto anni, l'esperienza di gusto ne risultasse accresciuta.
Nessuno ha la palla di vetro, ma sicuramente avete molta più esperienza di me.
Vi ringrazio.
Saluti.


per cominciare i vini di M.me Chantal sono in stile classico, Chambertin il vino di punta, puoi aspettare tranquillamente anni
gli altri 2 no conosco le cantine ma i cru promettono bene; Les Amoreuses cru poderoso ma anche delicato, Chambolle dona vini delicati ma potenti allo stesso tempo, il manico fa la differenza più che mai
futuro incerto...2020 di merda!!!

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alberto FP, Alessio, Baloo1926, Luca_R, Mirko77, shingo tamai, tenente Drogo e 1 ospite