Monopole&C Rarità ...

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Vinos
Messaggi: 1088
Iscritto il: 09 feb 2015 23:26

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda Vinos » 16 giu 2020 10:26

MARAUDER ha scritto:
Vinos ha scritto:
paolo7505 ha scritto:
maxer ha scritto:
Vinos ha scritto:
Maxer anche io tvb come a un nonno :D , peró non ci trovo niente da ridere sul commento di Marco e infatti glielo ho scritto e ci siamo chiariti subito... peró sai che negli anziani ci puó essere una forma di confusione mentale che si definisce iperattiva e dá come effetti allucinazioni, risata eccessiva, immotivata e incontrollabile... Una controllatina non ti farebbe male...
So che sei un burlone e capirai che sto giocando anche io con questa risposta....

..... guarda, oggi mi sento anch' io particolarmente giocherellone con te

Per cui, sinceramente ti dico, da nonno che ormai ha capito che con il suo nipotino viziato non c' è più niente da fare (il tuo cervello così è e così resterà, piccolo piccolo) :

" VAI A CAGARE " .....

è solo il consiglio del nonno



:shock:

Tocca dirlo anche a me, com’è veramente cambiato il forum negli ultimi anni....
Poi ci si chiede perché in tanti abbiano perso la voglia di essere presenti. :roll:


E saranno sempre meno le persone che scrivono...
io è già da un pó che non lo faccio....e come me ce ne sono tanti...



Ciao Vincenzo... Non farci mancare le tue note... Sono sempre un bellissimo confronto per me ... Quante volte ci siamo scambiati gli zalto per sentire un quid in più...


Ciao Alessandro, grazie mille per la fiducia... visto che ci siamo sempre scambiati opinioni dal vivo mi ero permesso di scrivere quel commento, ma è stato frainteso... comunque aggiungimi su Facebook lì pubblico tutti i vini che bevo quotidianamente ed è più facile interagire.....scrivo anche su Intravino e anche lì si possono scambiare opinioni facilmente...
.... qui è un po’ più complicato interagire, se riesco continuerò a dire la mia, ma sempre meno...

Ps pensa che il primo commento di Marco( perchè Maxer non lo considero) mi aveva condizionato a tal punto che volvevo farti gli auguri sull’altro post ma mi sono trattenuto perchè avevo paura che ti avesse dato fastidio il mio commento, ma ora ci siamo chiariti quindi te li faccio adesso... auguri....
Avatar utente
MARAUDER
Messaggi: 251
Iscritto il: 09 dic 2017 15:51

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda MARAUDER » 16 giu 2020 10:33

Vinos ha scritto:
MARAUDER ha scritto:
Vinos ha scritto:
paolo7505 ha scritto:
maxer ha scritto:..... guarda, oggi mi sento anch' io particolarmente giocherellone con te

Per cui, sinceramente ti dico, da nonno che ormai ha capito che con il suo nipotino viziato non c' è più niente da fare (il tuo cervello così è e così resterà, piccolo piccolo) :

" VAI A CAGARE " .....

è solo il consiglio del nonno



:shock:

Tocca dirlo anche a me, com’è veramente cambiato il forum negli ultimi anni....
Poi ci si chiede perché in tanti abbiano perso la voglia di essere presenti. :roll:


E saranno sempre meno le persone che scrivono...
io è già da un pó che non lo faccio....e come me ce ne sono tanti...



Ciao Vincenzo... Non farci mancare le tue note... Sono sempre un bellissimo confronto per me ... Quante volte ci siamo scambiati gli zalto per sentire un quid in più...


Ciao Alessandro, grazie mille per la fiducia... visto che ci siamo sempre scambiati opinioni dal vivo mi ero permesso di scrivere quel commento, ma è stato frainteso... comunque aggiungimi su Facebook lì pubblico tutti i vini che bevo quotidianamente ed è più facile interagire.....scrivo anche su Intravino e anche lì si possono scambiare opinioni facilmente...
.... qui è un po’ più complicato interagire, se riesco continuerò a dire la mia, ma sempre meno...

Ps pensa che il primo commento di Marco( perchè Maxer non lo considero) mi aveva condizionato a tal punto che volvevo farti gli auguri sull’altro post ma mi sono trattenuto perchè avevo paura che ti avesse dato fastidio il mio commento, ma ora ci siamo chiariti quindi te li faccio adesso... auguri....


Grazie per gli auguri.. :lol:
Guarda Vincenzo... Ho solo una certezza... Più bevo e più vedo che ho da imparare da tutti... Chi conosce le annate... Chi ha un gran naso... Tante volte sento il mondo ma poi collegarlo a questo o quel frutto spezia etc non è sempre facile... Quindi nessun commento mi disturba... Anzi... A presto
- Chi si accontenta gode... ma chi gode non si accontenta MAI !!!

Spedisco entro 3 giorni dall'accredito
vinogodi
Messaggi: 30365
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vinogodi » 16 giu 2020 13:45

... iniziano i rossi:
- Clos de Ducs ... a vederlo e l'avessi messo senza sapere l'ordine preciso , per la classicità di colore e e note etere avrei sparato Engel oppure , sapendolo, il De Montille della batteria. Invece no : rosso chiarissimo , qualche nota granata sull'unghia, profumi prima di macerazione di petali , poi un poco di cola , grafite e bella speziatura . Bocca impalpabile , suadente , struggente per consistenza eterea con sorso disteso . Pinot Nero d'antan , mi è piaciuto :D :D :D :) + (giudizio "relativo" alla giornata, in altro contesto me lo sarei ingollato...)
- Chassagne di Moreau : già detto, annata splendida, ricca già dal colore rosso vivo e integro , naso un pò ciliegioso e amarenoso, di media intensità , originale. Bocca golosa senza derive di declinazioni (né pretese) assolute , farebbe il suo dovere in ogni contesto :D :D :D
- De Montille : secondo me un piccolo fuoriclasse per la stoffa , la forza espressiva e la buona complessità. Si discuteva con Nicola come uno dei pochi 2005 finalmente aperti e che si donano senza ritrosie ridondanti. Colore rosso "giusto" per intensità , naso austero di fogliame e gelatina di fruttini di sottobosco , leggero pellame , un pizzico di tabacco e ago di pino e ... voilà , il bicchiere è belle che vuoto. Manico supremo , tradizione rispettata , Borgogna rosso con i controcazzi ... :D :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Riccardo M.
Messaggi: 26
Iscritto il: 07 apr 2020 19:40

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda Riccardo M. » 16 giu 2020 14:22

Complimenti per l’evento, per l’organizzazione e per le bottiglie che avete degustato. Mi sono emozionato soltanto a guardare le foto dei calici!
m.zito
Messaggi: 8
Iscritto il: 13 feb 2020 10:14

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda m.zito » 16 giu 2020 15:25

dani23 ha scritto:Due 'brevi' considerazioni sulla giornata di ieri...sicuramente tra tutte quelle a cui ho partecipato è stata la più impegnativa (e non oso immaginare per chi l'ha organizzata, rimandata, riorganizzata ecc) sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista mentale per riuscire a dare la giusta attenzione a ciascun calice. Visti i vinoni aperti sarebbe stato un peccato perdersi all'interno di qualche batteria e dover rincorrere la successiva, anche perché erano veramente tutti vini in gran stato di forma...fortunatamente Marco ha saputo come sempre gestire magistralmente la sequenza dando il giusto tempo a ciascuna batteria!
Ci sono state tante 'prime volte' e magari per alcune bottiglie non ho ancora sviluppato un'esperienza sufficiente per poterle interpretare a pieno (tipo Clos de Tart o Rayas giusto per fare due nomi)...

Venendo alle batterie:
Champagne: ho preferito di gran lunga Tarlant a Jacquesson, nonostante mi piaccia molto il secondo produttore la 742 non mi ha mai convinto a pieno...

Bianchi: Ramonet era di una bevibilità assassina, c'era tutto quello che vorresti trovare in una borgogna bianca, ma la batteria per me la vince Clos de Mazeray di Prieur (che sembrava nettamente più giovane di Vougeot)

Seconda batteria: inizialmente dei tre mi ha impressionato Clos des Ducs ma alla lunga ho preferito De Montille

Terza batteria: la Grand Rue senza alcun ombra di dubbio, era uno di quei calici che avrei voluto tenere fino alla fine...Lambrays più 'semplice' rispetto agli altri due mentre su Clos de Tart ci devo ritornare con più calma

Quarta Batteria: e qua so già che prenderò bastonate ma Rayas non l'ho capito, era la prima volta che lo bevevo e le aspettative erano altissime...sicuramente un vino della madonna di una potenza assurda, al naso era inebriante con tutta quella frutta rossa che variava ad ogni secondo e in bocca era di una lunghezza pazzesca ma era veramente tanto e troppo di tutto...va bene esagerare ma sono dell'idea che il troppo stroppia...comunque credo e spero ci sarà modo di riprovare in futuro quando magari avrò un po' di esperienza in più...
Invece Le Bourg aveva un peperone eccessivo per i miei gusti...ma è un mio limite il peperone :roll:
La batteria l'assegno a Clos des Ruchottes di Rousseau: un capolavoro da podio di giornata!

Quinta Batteria: l'apoteosi della giornata con un sorprendente Monfortino!
Cros Parantoux di un'eleganza infinita, La Tache rasentava la perfezione tra tutto quello che ho bevuto finora ma...Monfortino :shock: probabilmente era una bottiglia dotata di sentimenti e con orgoglio smisurato, vedendo le compagne di batteria, ha deciso di tirar fuori una prestaziona superlativa!

Sesta batteria: sembrava veramente di essere nel bel mezzo di una partita a Risiko dove Calvari e Alzero si contendevano la Kamchatka mentre il Kurni VV conquistava il resto della mappa aggiudicandosi la vittoria!
Tra l'altro seconda volta che mi ritrovo nello scontro diretto Calvari-KVV ma il risultato finale rimane sempre lo stesso...

Settima batteria: qui non c'è nessun vero scontro, Prum ci resetta la bocca con la bellissima acidità che lo caratterizza dandoci quella giusta dose di zuccheri per prepararci all'iniezione finale con un prepotente Premier trie di Huet che si colloca ai vertici mondiali di categoria! :D :D :D

Grazie Marco, grazie a tutti i partecipanti e ci vediamo alla prossima!

@Marauder: nonostante tutto sono riuscito a rimanere concentrato! :mrgreen:


Sottoscrivo praticamente tutto 8) . Per me si trattava della prima esperienza con queste etichette, quindi leggo con piacere di aver avuto impressioni simili con gente più navigata di me.

Gli unici punti su cui mi trovo a far commenti diversi sono:
Rayas 2004: sarà appunto che è la prima volta che l'ho bevuto! Ma a me è piaciuto molto, pur confermando Clos des Ruchottes di Rousseau come vino della batteria e unico bicchiere che avevo conservato per l'olimpionica batteria successiva
Cros Parantoux molto buono ma secondo me pagava molto i due scomodi ospiti della stessa batteria.
Mentre tra i carri armati ho preferito l'Alzero, non era tanto questione di più buono o meno buono, ma dei tre è quello che mi ha incuriosito maggiormente.

Per il resto ripeto: sottoscrivo parola per parola e lettera per lettera il tuo commento. Firmo anche :D
vinogodi
Messaggi: 30365
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vinogodi » 16 giu 2020 15:31

...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 30365
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vinogodi » 17 giu 2020 15:23

...Rayas 2004 ne abbiamo già parlato e non vorrei tornarci. Spiazzante per chi non l'ha mai bevuto, gaudente per chi l'ha già bevuto , cattivo per chi non l'ha mai bevuto ... :D :D :D :D :)
- Rouchottes di Rousseau è godimento puro , perché il manico, annata o non annata , è un manifesto alla Borgogna rossa. Rosso chiaro e crepuscolare, ma ancora vivissimo , ha note intense balsamiche e fragolose, petalose e radicose. La bocca è seta pura , una carezza conturbante :D :D :D :D :) +++++
- Le Bourg è davvero il Franc più buono del pianeta e ne fa sfoggio quasi indecente . Rosso relativamente denso ma luminoso, ha preofumi vegetali ma mai fastidiosi . Le pirazine si sviluppano soprattutto con l'ossigenazione , dando un sottofondo di peperone rosso davvero gradevole, su impalcatura fruttata decisa . Pepe in grani , selce bagnata e un leggerissimo foxy arricchivano il tutto. La bocca fra le più belle della giornata perché succosa e decisa, armonica e intrgante ... :D :D :D :D :) +++
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 30365
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vinogodi » 17 giu 2020 18:57

...Cros Parantoux Rouget : il vino più elegante e perfetto della serata , La Tache Incluso. Armonioso fin dal colore rosso chiaro e brillante , senza cedimenti ma di una classicità da manuale. Intenso si al naso ma non penetrante, fa della sfaccettatura il suo credo indiscutibilmente , alloggiando nelle narici sensazioni di camomilla e violette del pensiero, aghi di pino e gelatina di amarene, foglia d'alloro e mentuccia . Speziato. La bocca non certo aggressiva ma decisamente aggraziata , su note da walkiria e movenze feline fra le papille. Ipnotico, ho grande affinità con questo produttore e questo cru, un deciso limite mio ... :D :D :D :D :D
- Monfortino 2002 : la più bella versione di Monfortino 2002 fin qui bevuta . Colore rosso che sembra "deciso" a confronto dei Pinot Neri vicini , ha naso caleidoscopico che varia di continuo come una trottola con l'ossigenazione, passando da rose macerate , anguria e macis a forti effluvi balsamici , fino ad un maestoso goudron , stick di liquirizia e cuoio . La bocca è maestosa, ricca , ampia, potente come solo un grandissimo Nebbiolo riesce ad esprimere , lasciando un po' alla corda anche le maestà di confronto . Chapeau , Roberto … se questa è l'evoluzione della 2002 , d'ora in poi basta aperture scellerate ed aspettiamo ... :D :D :D :D :D +
- La Tache 2002 : sentire in tanti dire contemporaneamente la stessa frase (vino della vita) quasi mi porta a crederci. Sta di fatto che è una categoria a parte , oltre che un prezzo a parte che non so fin quanto si possa giustificare nonostante la shoccante bontà. Colore granato intenso, chiaramente naso della giornata con una balsamicità esplosiva, delle spezie orientali da sballo, una acutezza straordinarie un finale , dopo ossigenazione , virata su rabarbaro e china , porcino fresco e poi … un ritorno di fiamma floreale . Impressionante. la bocca è severa e integra , fresca con trama tannica inenarrabile per setosità carezzevole . :D :D :D :D :D :wink: (100/100)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vinogodi
Messaggi: 30365
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vinogodi » 18 giu 2020 13:54

...Calvari 2003 : il ricordo di un vino potentissimo era vivo ed era una delle poche versioni (assieme alla 2006) capace di contrastare il mostruoso 54,5 di estratto del Kurni VV 2007 , ma non solo per concentrazione ... ancora una volta non c'è riuscito, ma non certo per demerito suo, perché Calvari rimane uno dei vini più emozionali del panorama enologico ... e non solo per la rarità. Integro a livello innaturale (...insomma ... ha 17 anni) , frutta decisa con le prime declinazioni sulla radice e corteccia, cuoio e pellame , rabarbaro e humus. In bocca di ampiezza spropositata , potente , profondo ... :D :D :D :D :) + + ...strutturalmente senza se e senza ma ...
- ... purtroppo assorbire l'urto di un Kurni VV non è dato di augurarselo neppure da parte di un Harlan Estate o di un Alzéro . Nero con riflessi rossi ,sembra imbottigliato ieri : quello che impressione è la deterrenza dell'intensità fruttata dei profumi , dalla Prugna rossa al ciliegione di Vignola , dalla marasca sotto spirito al pepe nero di contorno, con balsamicità dolorosa . Bocca saturante , enorme , con carica tannica ancora feroce che equilibra una massa glicerica senza pari . Fenomeno organolettico senza eguali . Astenersi enofighetti da cerasuolo ... :D :D :D :D :D
- Alzéro : non è più l'Alzéro anni '90 , ma ha la sua bella spina dorsale incazzosa, con concentrazione decisa , profumi di tutto ciò sia lo scibile messo sotto spirito, una bocca larga quanto la famosa rana della favola . Tanta , tanta roba ... :D :D :D :D :)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vino_dipendente
Messaggi: 21
Iscritto il: 05 giu 2020 10:49
Località: Variabile

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vino_dipendente » 23 giu 2020 21:14

vinogodi ha scritto:...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++




Buonasera,
stavo cercando informazioni su Lamarche è mi è caduto l’occhio sul fatto che poco tempo fa sono state vendute 2 la grande Rue 2006 da enrico 66 a 300 nella sezione vendita del forum.
In questa degustazione lo avete bevuto.....
Quindi praticamente in queste giornate bevete i vini che comprate sul forum e poi dividete la spesa in parti uguali?
Mi piacerebbe capire come funziona....potrei partecipare anche io se possibile...
teo777full
Messaggi: 501
Iscritto il: 05 gen 2018 22:38
Località: (NO)

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda teo777full » 23 giu 2020 21:25

vino_dipendente ha scritto:
vinogodi ha scritto:...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++




Buonasera,
stavo cercando informazioni su Lamarche è mi è caduto l’occhio sul fatto che poco tempo fa sono state vendute 2 la grande Rue 2006 da enrico 66 a 300 nella sezione vendita del forum.
In questa degustazione lo avete bevuto.....
Quindi praticamente in queste giornate bevete i vini che comprate sul forum e poi dividete la spesa in parti uguali?
Mi piacerebbe capire come funziona....potrei partecipare anche io se possibile...


:lol:
alì65
Messaggi: 12600
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda alì65 » 23 giu 2020 21:32

vino_dipendente ha scritto:
vinogodi ha scritto:...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++




Buonasera,
stavo cercando informazioni su Lamarche è mi è caduto l’occhio sul fatto che poco tempo fa sono state vendute 2 la grande Rue 2006 da enrico 66 a 300 nella sezione vendita del forum.
In questa degustazione lo avete bevuto.....
Quindi praticamente in queste giornate bevete i vini che comprate sul forum e poi dividete la spesa in parti uguali?
Mi piacerebbe capire come funziona....potrei partecipare anche io se possibile...


evidentemente non conosci il significato di filantropia 8)
futuro incerto...2020 di merda!!!
vino_dipendente
Messaggi: 21
Iscritto il: 05 giu 2020 10:49
Località: Variabile

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vino_dipendente » 23 giu 2020 21:37

alì65 ha scritto:
vino_dipendente ha scritto:
vinogodi ha scritto:...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++




Buonasera,
stavo cercando informazioni su Lamarche è mi è caduto l’occhio sul fatto che poco tempo fa sono state vendute 2 la grande Rue 2006 da enrico 66 a 300 nella sezione vendita del forum.
In questa degustazione lo avete bevuto.....
Quindi praticamente in queste giornate bevete i vini che comprate sul forum e poi dividete la spesa in parti uguali?
Mi piacerebbe capire come funziona....potrei partecipare anche io se possibile...


evidentemente non conosci il significato di filantropia 8)



In che senso? Non credo siamo gratis.
alì65
Messaggi: 12600
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda alì65 » 23 giu 2020 21:40

vino_dipendente ha scritto:
alì65 ha scritto:
vino_dipendente ha scritto:
vinogodi ha scritto:...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++




Buonasera,
stavo cercando informazioni su Lamarche è mi è caduto l’occhio sul fatto che poco tempo fa sono state vendute 2 la grande Rue 2006 da enrico 66 a 300 nella sezione vendita del forum.
In questa degustazione lo avete bevuto.....
Quindi praticamente in queste giornate bevete i vini che comprate sul forum e poi dividete la spesa in parti uguali?
Mi piacerebbe capire come funziona....potrei partecipare anche io se possibile...


evidentemente non conosci il significato di filantropia 8)



In che senso? Non credo siamo gratis.


chiama e chiedi
futuro incerto...2020 di merda!!!
vino_dipendente
Messaggi: 21
Iscritto il: 05 giu 2020 10:49
Località: Variabile

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vino_dipendente » 23 giu 2020 21:51

alì65 ha scritto:
vino_dipendente ha scritto:
alì65 ha scritto:
vino_dipendente ha scritto:
vinogodi ha scritto:...Clos de Lambrays 2002 : ha la giusta maturità e complessità per potersi bere un Clos de Lambrays che ha fatto la sua storia . Rosso relativamente carico con decise note granate e leggero aranciato ormai sull'unghia . I profumi sono decisamente a cavallo fra la struttura integra di un Pinot Nero Classico ( balsamicità, petali macerati , gelatina di ribes) e le note terziarizzate di finferli e corteccia , pellame e spezie scure. Devo dire che pur apprezzando la vivacità dei Pinot giovani , aveva , per intensità e articolazione grande dimestichezza con la corteccia del piacere ipotalamico. Per certi versi orientaleggiante , ha bocca però salda anche se nel tempo il bicchiere l'ha un po' esaurito di energia . Didattico :D :D :D :) ++
- Clos de Tart è un puledro imbizzarrito . Rosso fuoco di decisa intensità per un Pinot Nero , ha profumi ancora freschi di fruttini rossi , un melograno esplosivo e un leggero cacao delizioso . Buona la spezia di sottofondo. La bocca sprizza energia, ha ancora corredo tannico di finezza assoluta ma non banale , quasi nebbioleggia in quel di Verduno . La bocca ancora un po' severa, prospettica , di buona forza e carattere . Gran boccia ... :D :D :D :D :)
- La Grande Rue ... caspita , qui il pezzo si fa "da novanta" , non solo in senso strutturale , ma per completezza, profondità ed articolazione . Rosso ancora vivace e di trasparenze luminose, ha profumi caleidoscopici dove la nota speziata è in bella evidenza (curcuma e zenzero) , ma la componente fruttata non è certo banale , con quelle fragoline di bosco ancora vive ( gli amici acculturati enologicamente parlerebbero di poetico stilnovesco metilfenilglicidato di etile ) , quella strizzata di occhiolino di un petalo di rosa schiacciato fra le dita ... la bocca davvero golosa , ampia, senza asperità ma con qyuella freschezza da bersene damigiane ... altra gran boccia ... :D :D :D :D :) +++




Buonasera,
stavo cercando informazioni su Lamarche è mi è caduto l’occhio sul fatto che poco tempo fa sono state vendute 2 la grande Rue 2006 da enrico 66 a 300 nella sezione vendita del forum.
In questa degustazione lo avete bevuto.....
Quindi praticamente in queste giornate bevete i vini che comprate sul forum e poi dividete la spesa in parti uguali?
Mi piacerebbe capire come funziona....potrei partecipare anche io se possibile...


evidentemente non conosci il significato di filantropia 8)



In che senso? Non credo siamo gratis.


chiama e chiedi


Ma che è una setta satanica? Pubblicate foto, vini, prezzi, ma le risposte su come funziona sono criptiche.
Per ora ho capito solo che comprate i vini qui e poi li bevete.
C’è un fondo comune?
Chi lo gestisce?
apple
Messaggi: 1387
Iscritto il: 18 set 2010 14:52

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda apple » 23 giu 2020 22:14

È ad offerta libera alla fine della degustazione in base all'apprezzamento...
"Il salutista è uno che vive da malato per morire sano..."
maxer
Messaggi: 4399
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda maxer » 24 giu 2020 02:17

..... mi è giunta da molto lontano una voce (tutta da verificare però) che finalmente da pochissimi giorni è possibile scrivere dei messaggi chiamati, sempre in codice criptico e un poco satanico :

:arrow: mp ..... 8)


= messaggio privato
carpe diem 8)
vino_dipendente
Messaggi: 21
Iscritto il: 05 giu 2020 10:49
Località: Variabile

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vino_dipendente » 24 giu 2020 12:19

maxer ha scritto:..... mi è giunta da molto lontano una voce (tutta da verificare però) che finalmente da pochissimi giorni è possibile scrivere dei messaggi chiamati, sempre in codice criptico e un poco satanico :

:arrow: mp ..... 8)


= messaggio privato



Messaggio privato? Qui è tutto pubblico, si utilizza il forum per pubblicizzare questi eventi, si mettono foto, si commentano i vini, ma perché non si parla di prezzo?
Dalle vostre battute ho capito che è una classica degustazione a pagamento fatta a scopo di lucro, tutto nelle normalità, nulla di strano, Wine Tip a Milano le fa da anni.
Mi erano sorti dei dubbi da frasi tipo “ miei ospiti”, aggiungo “Cros Parantoux” invece é tutta scena quindi? È il marketing del futuro ?
Altro che comunity, tutto il mondo è paese.
Avatar utente
tenente Drogo
Messaggi: 25463
Iscritto il: 06 giu 2007 11:23
Località: Roma
Contatta:

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda tenente Drogo » 24 giu 2020 12:36

vino_dipendente ha scritto:
maxer ha scritto:..... mi è giunta da molto lontano una voce (tutta da verificare però) che finalmente da pochissimi giorni è possibile scrivere dei messaggi chiamati, sempre in codice criptico e un poco satanico :

:arrow: mp ..... 8)


= messaggio privato



Messaggio privato? Qui è tutto pubblico, si utilizza il forum per pubblicizzare questi eventi, si mettono foto, si commentano i vini, ma perché non si parla di prezzo?
Dalle vostre battute ho capito che è una classica degustazione a pagamento fatta a scopo di lucro, tutto nelle normalità, nulla di strano, Wine Tip a Milano le fa da anni.
Mi erano sorti dei dubbi da frasi tipo “ miei ospiti”, aggiungo “Cros Parantoux” invece é tutta scena quindi? È il marketing del futuro ?
Altro che comunity, tutto il mondo è paese.


prima che la discussione deragli riportiamola sui binari della realtà
si paga certamente una quota ma non c'è fine di lucro, te ne rendi conto se vai a vedere i prezzi di mercato di quello che si beve
chiaramente il numero dei partecipanti è limitato e più spesso partecipano e hanno la precedenza gli aficionados, ma è tutt'altro che una setta

chi la presenta così sul forum chiaramente scherza
non prendiamoci troppo sul serio

se scrivi un messaggio in privato all'organizzatore anfitrione ti saprà rispondere
I comunisti mi trattavano da fascista, i fascisti da comunista.
Tutto questo ha aiutato il film.
(Sam Fuller, a proposito di "The Steel Helmet")

http://fortezza-bastiani.blogspot.com
vinogodi
Messaggi: 30365
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vinogodi » 24 giu 2020 13:37

...tranquillo Nico, non gli interessa contattarmi... Film già visto... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
vino_dipendente
Messaggi: 21
Iscritto il: 05 giu 2020 10:49
Località: Variabile

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vino_dipendente » 24 giu 2020 13:56

vinogodi ha scritto:...tranquillo Nico, non gli interessa contattarmi... Film già visto... 8)


Eccomi, puoi scrivere qui.
Quale era il prezzo di questa degustazione?
Avatar utente
cskdv
Messaggi: 547
Iscritto il: 04 gen 2017 13:32
Località: Vicenza

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda cskdv » 24 giu 2020 14:22

vino_dipendente ha scritto: invece é tutta scena quindi? È il marketing del futuro ?
Altro che comunity, tutto il mondo è paese.


Certo che te ne fai di film :lol:
Personalmente trovo più che giusto il fatto che non si pubblichi il prezzo della bevuta ed il motivo è semplice "sò cazzi nostri". :lol:

Un paio di anni fa come te leggevo le note delle bevute e mi immaginavo che bisognasse conoscersi da una vita e avere privilegi particolari per accedervi, poi una volta semplicemente ho mandato un PM all'organizzatore e senza tanti convenevoli ho ricevuto tutte le informazioni del caso, ho fatto le mie valutazioni e ho deciso di partecipare.

Inutile rompere le palle su una bevuta che è già terminata, se una delle prossime bevute in cantiere ti interessa fai come tutti, durante il periodo di organizzazione mandi un messaggio, chiedi info e poi decidi. Altrimenti puoi restartene nel tuo angolino a tessere cospirazioni e farti seghe mentali :wink:
“Leroy sa di f**a di alto livello”
Bue House, 28/10/2018
:lol:
vino_dipendente
Messaggi: 21
Iscritto il: 05 giu 2020 10:49
Località: Variabile

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda vino_dipendente » 24 giu 2020 15:07

tenente Drogo ha scritto:
vino_dipendente ha scritto:
maxer ha scritto:..... mi è giunta da molto lontano una voce (tutta da verificare però) che finalmente da pochissimi giorni è possibile scrivere dei messaggi chiamati, sempre in codice criptico e un poco satanico :

:arrow: mp ..... 8)


= messaggio privato



Messaggio privato? Qui è tutto pubblico, si utilizza il forum per pubblicizzare questi eventi, si mettono foto, si commentano i vini, ma perché non si parla di prezzo?
Dalle vostre battute ho capito che è una classica degustazione a pagamento fatta a scopo di lucro, tutto nelle normalità, nulla di strano, Wine Tip a Milano le fa da anni.
Mi erano sorti dei dubbi da frasi tipo “ miei ospiti”, aggiungo “Cros Parantoux” invece é tutta scena quindi? È il marketing del futuro ?
Altro che comunity, tutto il mondo è paese.


prima che la discussione deragli riportiamola sui binari della realtà
si paga certamente una quota ma non c'è fine di lucro, te ne rendi conto se vai a vedere i prezzi di mercato di quello che si beve
chiaramente il numero dei partecipanti è limitato e più spesso partecipano e hanno la precedenza gli aficionados, ma è tutt'altro che una setta

chi la presenta così sul forum chiaramente scherza
non prendiamoci troppo sul serio

se scrivi un messaggio in privato all'organizzatore anfitrione ti saprà rispondere



Grazie per la risposta, finalmente una persona gentile. Non ho scritto in privato perché è tutto pubblico.
Quindi se non c’è scopo di lucro e l’organizzatore prende tutto dai produttori come lascia intendere nei messaggi che scrive su Valutazioni vini , viene fuori una cosa del genere:

Doppia bottiglia di Tarlant Zero e Jacquesson 742
70 2 tarlant 45 jacquesson



Chassagne-Montrachet 1er Cru "Clos du Cailleret" 2014 - Ramonet
70 euro

Le Clos Blanc de Vougeot 2008 1er Cru - Domaine de la Vougeraie
50/60 euro

Meursault Clos de Mazeray 2002 - Domaine Jacques de Prieur
È un vino uscito 16 anni fa, se non ricordo male ai tempi sui 20 euro

Volnay Clos des Ducs 2011 - Domaine Marquis D'Angerville

60 euro

Chassagne-Montrachet 1er Cru La Cardeuse - Domaine Bernard Moreau et Fils 2010

50 euro

Nuits-Saint-Georges 1er Cru Clos des Grandes Vignes 2005 - Domaine De Montille

30/40 euro

Clos des Lambrays Grand Cru 2002 - Domaine des Lambrays

80 euro

Clos de Tart Grand Cru 2012

180 euro


La Grand Rue Grand Cru 2006 - Domaine Francois Lamarche

300 oggi su questo forum

Ma in uscita 80 euro

Chateau Rayas 2004

120 euro


Ruchottes Chambertin Grand Cru 2007 - Domaine Armand Rousseau

130 euro



Le Bourg 2007 - Clos Rougeard

60 euro

Vosne-Romanée 1er Cru Cros Parantoux 2006 - Emmanuel Rouget

250/300 euro?

Barolo Monfortino 2002 - Giacomo Conterno

180 euro

La Tache 2002 - Domaine De La Romanée Conti

700 euro

Refosco Calvari 2003 - Miani

120 euro

Kurni Vecchie Vigne 2007 - Oasi degli Angeli

Non so cosa sia


Cabernet Franc Alzero 2004 - Quintarelli

230 euro

Wehlener Sonnenuhr Auslese 2015 - J.J. Prum 2015

30 euro

Totale 2575 che diviso 15 fa circa 171 euro


Che dire complimenti per l’iniziativa.
Mi piacerebbe partecipare ma, visto le risposte che mi hanno dato gli altri utenti, vedi cskdv con “ seghe mentali” non mi troverei a mio agio, tutto sto snobismo per 0,05 cl di la tache 2002 non lo capisco.
Comunque questo è il mio ultimo commento su questa degustazione, non voglio rompere le palle a nessuno non preoccupatevi.
ORSO85
Messaggi: 1362
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda ORSO85 » 24 giu 2020 15:15

infatti io mandai un PM a Marco e poi ne parlammo al telefono anche per andare più nel dettaglio.....
si è ospiti di chi organizza, lo si è sempre inteso così, senza per forza doverci trovare un secondo fine.

se la cosa non piace si è sempre liberi di organizzarsi le proprie di bicchierate eh.... :)
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
Avatar utente
cskdv
Messaggi: 547
Iscritto il: 04 gen 2017 13:32
Località: Vicenza

Re: Monopole&C Rarità ...

Messaggioda cskdv » 24 giu 2020 15:32

vino_dipendente ha scritto:Che dire complimenti per l’iniziativa.
Mi piacerebbe partecipare ma, visto le risposte che mi hanno dato gli altri utenti, vedi cskdv con “ seghe mentali” non mi troverei a mio agio, tutto sto snobismo per 0,05 cl di la tache 2002 non lo capisco.
Comunque questo è il mio ultimo commento su questa degustazione, non voglio rompere le palle a nessuno non preoccupatevi.

il mio commento, se vogliamo definirlo...forte, è semplicemente in risposta alla tua iperbole che ho quotato e alla polvere che stai continuando ad alzare inutilmente su questo thread. Ti è stato spiegato l'iter con il quale i nuovi iscritti possono partecipare alle degustazioni e ancora insisti con la tua idea....ma chi sei?

Ad ogni modo lungi da me creare disagio, alle prossime bevute puoi andarci tranquillamente perchè purtroppo non potrò partecipare per motivi di lavoro!
Anzi no scusa, ho deciso di non partecipare alle bevute per non continuare a finanziare con il mio denaro i poteri forti della setta dei bevitori! :evil:

CIAO FENOMENO :lol:
“Leroy sa di f**a di alto livello”
Bue House, 28/10/2018
:lol:

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: eliag, gianni femminella, gpetrus, Klaus81, Moiraghi, nebbia75, Roland, trotri, Ziliovino e 1 ospite