BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8239
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda zampaflex » 06 feb 2020 19:05

andrea ha scritto:
Messner ha scritto:
alì65 ha scritto:
Messner ha scritto:
alì65 ha scritto:
Luciana cara ( :D ), certo che l'ho provato e più di un'annata; piace ma ho investito e continuerò ad investire su Calligramme :wink:


Calligramme piace di più anche a me, però sei già sui 40 eurini
Diciamo che a quel prezzo mi butto su Sancerre


40 eurini magari; Sancerre tipo? no perchè la differenza è importante


Preso sul web in Francia si trova attorno ai 40-42 eurini. Hai sempre il problemino della spedizione, ma che famo ne pigliamo una sola bottiglia se è bbono?! Via di cartoncino da 6 8) Con 3.5 euro in più a boccia porti a casa tutte e 6 le bottiglie 8)
Sancerre tipo...
Pascal Cotat Monts Damnes o Grande Cote per me rimangono veramente ottimi al prezzo proposto...
Ci sono anche Mellot (Edmond sfora leggermente ma siamo sotto ai 50) e Pinard
Poi va a gusti, dipende cosa piace al singolo
Vatan e Dagueneau sono fuori budget ma anche emozionalmente superiori...

Riffault costa anche meno... :D

Cosa consigli delle sue millemila etichette?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Alessio
Messaggi: 216
Iscritto il: 03 gen 2008 16:55

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Alessio » 07 feb 2020 20:37

Che belle discussioni mi avete fatto venire una gran voglia di provare calligramme e stasera ne ho comprata una. Domani vi racconto!
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8239
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda zampaflex » 07 feb 2020 21:15

Graillot - Crozes-Hermitage 2013

Vino perfetto per togliersi il voglino di syrah. Tappo, innanzitutto, eccellente. Complimenti. Profuma e sa di carne cruda, asfalto, zucchero al velo, china, fruttini rossi e neri ancora un po' acerbi, viole e iris.
Tannino abbondante e docilissimo, acidità ben integrata, chiude su una coda sciolta e amaricante.
Difetta, ma non tantissimo, di corpo e persistenza, come ci si deve attendere da quella che è solo la quarta sottozona per importanza per il vitigno in Rodano; ma si difende con senso della posizione.

:D :D :D
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2341
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda gianni femminella » 07 feb 2020 22:00

Brunello 2011 Baricci

Il sangiovese quando sa di sangue e di terra. Tannino arrotondato, lieve vena vegetale ( ad essere pignoli), freschezza in abbondanza. Nei 2011 di Montalcino spesso ho trovato questo fondo vegetale poco gradevole. In questo caso non è così accentuato da infastidire per fortuna. Il quadro generale è di grande piacevolezza, si beve che è un piacere. Abbinato a una semplice zuppa di pane e verdure calda di forno ( tipo ribollita ) sulla quale ho versato olio in abbondanza e una generosa macinata di pepe di Kampot. L'ideale in una fredda serata invernale.
ORSO85
Messaggi: 1109
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda ORSO85 » 07 feb 2020 22:16

gianni femminella ha scritto:Brunello 2011 Baricci

Il sangiovese quando sa di sangue e di terra. Tannino arrotondato, lieve vena vegetale ( ad essere pignoli), freschezza in abbondanza. Nei 2011 di Montalcino spesso ho trovato questo fondo vegetale poco gradevole. In questo caso non è così accentuato da infastidire per fortuna. Il quadro generale è di grande piacevolezza, si beve che è un piacere. Abbinato a una semplice zuppa di pane e verdure calda di forno ( tipo ribollita ) sulla quale ho versato olio in abbondanza e una generosa macinata di pepe di Kampot. L'ideale in una fredda serata invernale.


Io adoro Baricci! Della 2011 ne ho ancora 6bt, sempre apprezzata
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
Nexus1990
Messaggi: 577
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Nexus1990 » 08 feb 2020 02:20

ORSO85 ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Brunello 2011 Baricci

Il sangiovese quando sa di sangue e di terra. Tannino arrotondato, lieve vena vegetale ( ad essere pignoli), freschezza in abbondanza. Nei 2011 di Montalcino spesso ho trovato questo fondo vegetale poco gradevole. In questo caso non è così accentuato da infastidire per fortuna. Il quadro generale è di grande piacevolezza, si beve che è un piacere. Abbinato a una semplice zuppa di pane e verdure calda di forno ( tipo ribollita ) sulla quale ho versato olio in abbondanza e una generosa macinata di pepe di Kampot. L'ideale in una fredda serata invernale.


Io adoro Baricci! Della 2011 ne ho ancora 6bt, sempre apprezzata

Bevuta quest’estate... Gran bella bottiglia
Nexus1990
Messaggi: 577
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Nexus1990 » 08 feb 2020 03:24

Salvioni La Cerbaiola 1999
Profumo intensissimo sin dall’apertura, una nota balsamica molto evidente ma allo stesso tempo caldo e terroso. Un tourbillon di spezie (purtroppo non le so riconoscere), un tocco agrumato quasi da nebbiolo valtellinese, infine cipolla rossa. In bocca cremoso, si confermano gli agrumi, poi anche le spezie, infine emergono cioccolato e tabacco, persistenza INFINITA. La parola chiave per questo vino è intensità, un’intensità stordente ma armoniosa, sia al naso che al palato. Ho goduto sicuramente più di quanto ho capito: favoloso. Bevuto a tutto pasto (solo carne a dire il vero): abbinamento buono con Bisonte Canadese, ottimo sia con la lonzetta di maialino iberico che con una costata di Aberdeen polacca 110gg di frollatura.
giacomo
Messaggi: 643
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda giacomo » 08 feb 2020 08:03

[quote="zampaflex"]Graillot - Crozes-Hermitage 2013

Vino perfetto per togliersi il voglino di syrah. Tappo, innanzitutto, eccellente. Complimenti. Profuma e sa di carne cruda, asfalto, zucchero al velo, china, fruttini rossi e neri ancora un po' acerbi, viole e iris.
Tannino abbondante e docilissimo, acidità ben integrata, chiude su una coda sciolta e amaricante.
Difetta, ma non tantissimo, di corpo e persistenza, come ci si deve attendere da quella che è solo la quarta sottozona per importanza per il vitigno in Rodano; ma si difende con senso della posizione.

:D :D :D[/quot

Buongiorno, da assoluto ignorante della denominazione, macro area, ti chiedo come classificheresti in base alla qualità le varie zone?.
Grazie in anticipo
Giacomo
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
maxer
Messaggi: 3636
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda maxer » 08 feb 2020 10:43

Nexus1990 ha scritto:Salvioni La Cerbaiola 1999

... abbinamento buono con

... bisonte canadese
... lonzetta di maialino iberico
... costata di Aberdeen polacca

..... affetto da sindrome da carenza di proteine animali ? ..... :mrgreen:
carpe diem 8)
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2341
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda gianni femminella » 08 feb 2020 11:16

maxer ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Salvioni La Cerbaiola 1999

... abbinamento buono con

... bionda canadese
... moretta iberica
... rossina polacca

..... affetto da sindrome da carenza di ... :mrgreen:
Spectator
Messaggi: 3810
Iscritto il: 06 giu 2007 11:36

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Spectator » 08 feb 2020 11:24

..Barbera D'Alba 2016,Scarzello. Bella Barbera,spesso la..ricerca premia!Rosso rubino sfavillante. Ricca,generosa,morbida ..profumatissima :D ; ottima beva..finale lungo.Piaciuta..veramente.
Nexus1990
Messaggi: 577
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Nexus1990 » 08 feb 2020 11:51

maxer ha scritto:
Nexus1990 ha scritto:Salvioni La Cerbaiola 1999

... abbinamento buono con

... bisonte canadese
... lonzetta di maialino iberico
... costata di Aberdeen polacca

..... affetto da sindrome da carenza di proteine animali ? ..... :mrgreen:

Abbiamo mangiato anche verdurine di lago (cime di fave, malva, cicoria) patate al forno e friarielli :mrgreen:
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8239
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda zampaflex » 08 feb 2020 12:08

giacomo ha scritto:
zampaflex ha scritto:Graillot - Crozes-Hermitage 2013

Vino perfetto per togliersi il voglino di syrah. Tappo, innanzitutto, eccellente. Complimenti. Profuma e sa di carne cruda, asfalto, zucchero al velo, china, fruttini rossi e neri ancora un po' acerbi, viole e iris.
Tannino abbondante e docilissimo, acidità ben integrata, chiude su una coda sciolta e amaricante.
Difetta, ma non tantissimo, di corpo e persistenza, come ci si deve attendere da quella che è solo la quarta sottozona per importanza per il vitigno in Rodano; ma si difende con senso della posizione.

:D :D :D[/quot

Buongiorno, da assoluto ignorante della denominazione, macro area, ti chiedo come classificheresti in base alla qualità le varie zone?.
Grazie in anticipo
Giacomo


Hermitage e Cote Rotie sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto più ampia).
Cornas, che mi ero dimenticato, distante terza, con vini più acidi e fini e pochi terroirs di grande vocazione.
Saint-Joseph, con una buona gamma di vini medi, e la punta (Gonon) che costa troppo.
Crozes arriva quinta, vini più semplici e approcciabili da giovani, due o tre selezioni importanti di buona fattura.

Poi ci sono Seysseul, Cotes du Rhone...

Per i bianchi il discorso cambia dato che si usano vitigni diversi; viognier solo oppure marsanne e roussanne diversamente combinate. Per cominciare ci sono dei gustosi Saint-Péray.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Wineduck
Messaggi: 4233
Iscritto il: 06 giu 2007 15:16

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Wineduck » 08 feb 2020 12:51

zampaflex ha scritto:
giacomo ha scritto:
Buongiorno, da assoluto ignorante della denominazione, macro area, ti chiedo come classificheresti in base alla qualità le varie zone?.
Grazie in anticipo
Giacomo


Hermitage e Cote Rotie sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto più ampia).
Cornas, che mi ero dimenticato, distante terza, con vini più acidi e fini e pochi terroirs di grande vocazione.
Saint-Joseph, con una buona gamma di vini medi, e la punta (Gonon) che costa troppo.
Crozes arriva quinta, vini più semplici e approcciabili da giovani, due o tre selezioni importanti di buona fattura.

Poi ci sono Seysseul, Cotes du Rhone...

Per i bianchi il discorso cambia dato che si usano vitigni diversi; viognier solo oppure marsanne e roussanne diversamente combinate. Per cominciare ci sono dei gustosi Saint-Péray.


Mi permetto qualche correzione, caro Luciano....

a) Cote Rotie e Hermitage sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto la magioranza dei produttori ha meno esperienza). Cote Rotie prevale per rapporto Q/P complessivo: nella AOC Hermitage si trovano le punte di eccellenza della regione ma anche tanti vini che non valgono quello che costano (tanto).
b) Cornas, che mi ero dimenticato, distante quarta, con vini densi e poco definiti oltre che pochi terroirs di grande vocazione
c) Crozes arriva terza, vini più simili alla Barbera nelle Langhe che si esaltano con l'invecchiamento, diverse selezioni importanti di buona fattura.

:wink:
"Sperare è rischiare di essere delusi. Provare è rischiare di fallire. Rischiare è una necessità. Solo chi osa rischiare è veramente libero."
A. Merini


follow my tasting notes and pics on http://instagram.com/wineleaner/
giacomo
Messaggi: 643
Iscritto il: 06 giu 2007 13:31
Località: Foligno
Contatta:

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda giacomo » 08 feb 2020 13:05

Grazie ad entrambi per le informazioni. molto utili.
"L'importante e' prendere la palla al balzo", come disse il castratore di canguri.

...strano mondo il nostro: c'è chi mette il blu-diesel nell'auto, e mc-chiken nel corpo...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12394
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Alberto » 08 feb 2020 14:33

Mezza chilata di costata senz'osso di manzo (polacco, buono!) ben frollata, e:
Terre Siciliane Rosso NeroMàccari, Gulfi, 2015 (14,5%)
Confezione moderna finché vogliamo, ma se la materia è di tal livello, chi se ne cale! Denso, estrattivo, ancora primario, con un frutto di bosco di un'acutezza che mi ha ricordato un syrah "di quelli giusti", ma anche una salinita che agli amati-odiati "cugini" francamente je piacerebbe...si sente che il mare è lì a un tiro di schioppo, il tutto com una naturalezza di beva non banale per la mole. Gran vino!
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2920
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Ludi » 08 feb 2020 14:49

zampaflex ha scritto:Graillot - Crozes-Hermitage 2013


Difetta, ma non tantissimo, di corpo e persistenza, come ci si deve attendere da quella che è solo la quarta sottozona per importanza per il vitigno in Rodano; ma si difende con senso della posizione.

:D :D :D


quarta? Forse anche quinta...per me St. Joseph in media molto meglio :wink:
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2920
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Ludi » 08 feb 2020 14:51

Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:
giacomo ha scritto:
Buongiorno, da assoluto ignorante della denominazione, macro area, ti chiedo come classificheresti in base alla qualità le varie zone?.
Grazie in anticipo
Giacomo


Hermitage e Cote Rotie sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto più ampia).
Cornas, che mi ero dimenticato, distante terza, con vini più acidi e fini e pochi terroirs di grande vocazione.
Saint-Joseph, con una buona gamma di vini medi, e la punta (Gonon) che costa troppo.
Crozes arriva quinta, vini più semplici e approcciabili da giovani, due o tre selezioni importanti di buona fattura.

Poi ci sono Seysseul, Cotes du Rhone...

Per i bianchi il discorso cambia dato che si usano vitigni diversi; viognier solo oppure marsanne e roussanne diversamente combinate. Per cominciare ci sono dei gustosi Saint-Péray.


Mi permetto qualche correzione, caro Luciano....

a) Cote Rotie e Hermitage sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto la magioranza dei produttori ha meno esperienza). Cote Rotie prevale per rapporto Q/P complessivo: nella AOC Hermitage si trovano le punte di eccellenza della regione ma anche tanti vini che non valgono quello che costano (tanto).
b) Cornas, che mi ero dimenticato, distante quarta, con vini densi e poco definiti oltre che pochi terroirs di grande vocazione
c) Crozes arriva terza, vini più simili alla Barbera nelle Langhe che si esaltano con l'invecchiamento, diverse selezioni importanti di buona fattura.

:wink:


dici, Alessandro? Se penso a Clape, Voge, Allemand difficile pensare ad un "distante quarto".....
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8239
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda zampaflex » 08 feb 2020 15:10

Ludi ha scritto:
Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:
giacomo ha scritto:
Buongiorno, da assoluto ignorante della denominazione, macro area, ti chiedo come classificheresti in base alla qualità le varie zone?.
Grazie in anticipo
Giacomo


Hermitage e Cote Rotie sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto più ampia).
Cornas, che mi ero dimenticato, distante terza, con vini più acidi e fini e pochi terroirs di grande vocazione.
Saint-Joseph, con una buona gamma di vini medi, e la punta (Gonon) che costa troppo.
Crozes arriva quinta, vini più semplici e approcciabili da giovani, due o tre selezioni importanti di buona fattura.

Poi ci sono Seysseul, Cotes du Rhone...

Per i bianchi il discorso cambia dato che si usano vitigni diversi; viognier solo oppure marsanne e roussanne diversamente combinate. Per cominciare ci sono dei gustosi Saint-Péray.


Mi permetto qualche correzione, caro Luciano....

a) Cote Rotie e Hermitage sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto la magioranza dei produttori ha meno esperienza). Cote Rotie prevale per rapporto Q/P complessivo: nella AOC Hermitage si trovano le punte di eccellenza della regione ma anche tanti vini che non valgono quello che costano (tanto).
b) Cornas, che mi ero dimenticato, distante quarta, con vini densi e poco definiti oltre che pochi terroirs di grande vocazione
c) Crozes arriva terza, vini più simili alla Barbera nelle Langhe che si esaltano con l'invecchiamento, diverse selezioni importanti di buona fattura.

:wink:


dici, Alessandro? Se penso a Clape, Voge, Allemand difficile pensare ad un "distante quarto".....


Dai dai, apriamo un bel dibattito alla Guidobaldo Maria Riccardelli!

Allemand vale quanto I top?
Voge la smetterà di usare troppo legno?
Può un Clape avere la materia della Cote Rotie?
Paris, Michel, du Tunnel cresceranno?
E a Crozes, fuori dalle due cuvée top di Graillot e Combier, c'è abbastanza stoffa per superare Cornas?
Faurie come lo poniamo in termini di qualità prezzo?

E le albicocche?
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2920
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Ludi » 08 feb 2020 15:30

zampaflex ha scritto:

E le albicocche?


e i popcorn? :lol:
alì65
Messaggi: 12131
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda alì65 » 08 feb 2020 17:56

Ludi ha scritto:
zampaflex ha scritto:

E le albicocche?


e i popcorn? :lol:


Ora li prendo, leggerò più piacevolmente le vostre classifiche :wink:
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8239
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda zampaflex » 08 feb 2020 18:37

alì65 ha scritto:
Ludi ha scritto:
zampaflex ha scritto:

E le albicocche?


e i popcorn? :lol:


Ora li prendo, leggerò più piacevolmente le vostre classifiche :wink:


Io comunque ero serio. Discutiamo un po' della zona, meriti e difetti.
:)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
alì65
Messaggi: 12131
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda alì65 » 08 feb 2020 19:54

zampaflex ha scritto:
alì65 ha scritto:
Ludi ha scritto:
zampaflex ha scritto:

E le albicocche?


e i popcorn? :lol:


Ora li prendo, leggerò più piacevolmente le vostre classifiche :wink:


Io comunque ero serio. Discutiamo un po' della zona, meriti e difetti.
:)


Il nemico ci ascolta 8)
futuro incerto...2020 di merda!!!
Messner
Messaggi: 939
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Messner » 08 feb 2020 21:06

zampaflex ha scritto:
Ludi ha scritto:
Wineduck ha scritto:
zampaflex ha scritto:
giacomo ha scritto:
Buongiorno, da assoluto ignorante della denominazione, macro area, ti chiedo come classificheresti in base alla qualità le varie zone?.
Grazie in anticipo
Giacomo


Hermitage e Cote Rotie sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto più ampia).
Cornas, che mi ero dimenticato, distante terza, con vini più acidi e fini e pochi terroirs di grande vocazione.
Saint-Joseph, con una buona gamma di vini medi, e la punta (Gonon) che costa troppo.
Crozes arriva quinta, vini più semplici e approcciabili da giovani, due o tre selezioni importanti di buona fattura.

Poi ci sono Seysseul, Cotes du Rhone...

Per i bianchi il discorso cambia dato che si usano vitigni diversi; viognier solo oppure marsanne e roussanne diversamente combinate. Per cominciare ci sono dei gustosi Saint-Péray.


Mi permetto qualche correzione, caro Luciano....

a) Cote Rotie e Hermitage sono il top, con differenze di qualità nei singoli lieux-dits (maggiori per la cote rotie in quanto la magioranza dei produttori ha meno esperienza). Cote Rotie prevale per rapporto Q/P complessivo: nella AOC Hermitage si trovano le punte di eccellenza della regione ma anche tanti vini che non valgono quello che costano (tanto).
b) Cornas, che mi ero dimenticato, distante quarta, con vini densi e poco definiti oltre che pochi terroirs di grande vocazione
c) Crozes arriva terza, vini più simili alla Barbera nelle Langhe che si esaltano con l'invecchiamento, diverse selezioni importanti di buona fattura.

:wink:


dici, Alessandro? Se penso a Clape, Voge, Allemand difficile pensare ad un "distante quarto".....


Dai dai, apriamo un bel dibattito alla Guidobaldo Maria Riccardelli!

Allemand vale quanto I top?
Voge la smetterà di usare troppo legno?
Può un Clape avere la materia della Cote Rotie?
Paris, Michel, du Tunnel cresceranno?
E a Crozes, fuori dalle due cuvée top di Graillot e Combier, c'è abbastanza stoffa per superare Cornas?
Faurie come lo poniamo in termini di qualità prezzo?

E le albicocche?



Guiraude e Clos des Grives per me non sono a livello dei top Cornas...
Non sto disquisendo di prezzi ma di ciò che mi ritrovo nella bottiglia
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12394
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: BEVUTINE/E/ONE di FEBBRAIO ...

Messaggioda Alberto » 08 feb 2020 21:13

Ma 'sti Cornas come sono, fini o densi? :D
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: declar, lloyd142 e 9 ospiti