LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 722
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda bobbisolo » 10 gen 2020 13:13

gianni femminella ha scritto:Solvente, vernice e, aggiungo io smalto, quindi si riconducono all'acetaldeide?


Chiedo anche, mela verde appena tagliata o mela ammaccata/cotta ?
Si trovano anche questi 2 sentori googolando acetaldeide... cosa c'è di vero?
Oppure siamo vicini allo spunto acetico come odori?
Ziliovino
Messaggi: 3165
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Ziliovino » 10 gen 2020 13:15

gianni femminella ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Saumur Champigny Cristal Closed 2015 - Come Isambert. Dopo aver letto da queste parti del curioso vigneto che attraversa i muri mi sono imbattuto in questa bottiglia, etichetta celebrativa della fine della gestione del vigneto Clos Cristal da parte del viticoltore


Forse sei rimasto vittima, suggestionato dalla storia dietro alla bottiglia :mrgreen:


a me il vino è piaciuto. Dovrebbe in realtà fare schifo?
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Fedevarius
Messaggi: 388
Iscritto il: 24 mag 2016 14:47
Località: Firenze

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Fedevarius » 10 gen 2020 13:26

bobbisolo ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Solvente, vernice e, aggiungo io smalto, quindi si riconducono all'acetaldeide?


Chiedo anche, mela verde appena tagliata o mela ammaccata/cotta ?
Si trovano anche questi 2 sentori googolando acetaldeide... cosa c'è di vero?
Oppure siamo vicini allo spunto acetico come odori?



Fermi però... mela tagliata, cotta, eccetera e smalto/vernice sono sentori ben diversi.
Con il mio scarso bagaglio di conoscenze direi che i primi sono imputabili principalmente all'ossidazione mentre i secondi (più frequenti nei rossi) all'affinamento in legno.
Ma magari non è così, chiedo lumi...
"E poi se la gente sa, e la gente lo sa che sai suonare, suonare ti tocca per tutta la vita, e ti piace lasciarti ascoltare…"
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 722
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda bobbisolo » 10 gen 2020 13:27

gbaenergiaeco10 ha scritto:60 lune rosé di Nicola Gatta.
Che bel vinello ragazzi...
visita da Paride Chiovini


nonostante l'avversione per il franciacorta, lo proverei gasato dalle tue note... Qualche info su questo produttore e cosa fa e perchè? Cos'è sta storia delle lune? Il tizio che lo fa mi sembra un gran festaiolo (giustamente).
Se ti chiedessi com'è in confronto ad altri spumanti... te la senti di azzardare paragoni?

Grazie anche per le note su Chiovini
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 722
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda bobbisolo » 10 gen 2020 13:52

Fedevarius ha scritto:
bobbisolo ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Solvente, vernice e, aggiungo io smalto, quindi si riconducono all'acetaldeide?


Chiedo anche, mela verde appena tagliata o mela ammaccata/cotta ?
Si trovano anche questi 2 sentori googolando acetaldeide... cosa c'è di vero?
Oppure siamo vicini allo spunto acetico come odori?



Fermi però... mela tagliata, cotta, eccetera e smalto/vernice sono sentori ben diversi.
Con il mio scarso bagaglio di conoscenze direi che i primi sono imputabili principalmente all'ossidazione mentre i secondi (più frequenti nei rossi) all'affinamento in legno.
Ma magari non è così, chiedo lumi...


Cito DoctorWine: https://www.doctorwine.it/firmato-docto ... cetaldeide
"Provando a tradurre in termini più comprensibili, Moio ricorda che il problema di elevati livelli di acetaldeide, una sostanza volatile estremamente reattiva, responsabile dell’odore cosiddetto di “ossidato” nei vini che ricorda quello emanato dalla mela “ammaccata” o addirittura marcia, la cui produzione è legata sia a processi fermentativi che ossidativi"


Chiedo anche... quando un vino pesa sullo stomaco, la causa è da imputare a un uso intenso del legno(anche se magari ben integrato nel vino) o per lo sviluppo di acetaldeide o altri composti con l'ossidarsi del vino o semplicemente per l'alcol? O nessuna di queste cose?
In altre parole, lo stesso vino preso in annata giovane e annata invecchiata, mantiene la stessa digeribilità?
Messner
Messaggi: 1033
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Messner » 10 gen 2020 16:23

gianni femminella ha scritto:
Messner ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Solvente, vernice e, aggiungo io smalto, quindi si riconducono all'acetaldeide?


No quelle sono note propriamente da Etil Acetato..


In pratica smentisci quanto hanno detto sopra? Non sono in completo accordo
O sono io ad aver letto male?


gianni femminella ha scritto:Intanto ho letto che lo etil acetato è la somma di acido acetico e etanolo ( detto alla buona ).


Acido Carbossilico (Acido Acetico) + Alcol (Etanolo) via catalisi acida = Estere (Etil Acetato)
Una delle reazioni più basilari e semplici per poter ottenere gli esteri, viene chiamata di Fischer in onore del suo scopritore ed ampiamente utilizzata tutt'ora nonostante abbia 125 anni...
Hai letto bene, i reagenti sono quelli che hai indicato tu :wink:

Se vuoi attribuire l'odore di solvente/smalto/vernice ad una sostanza chimica devi aver presente di cosa odora quella determinata sostanza. Ho il timore che molta gente, e aggiungo fortunatamente, non sappia di cosa odorano di preciso quelle due sostanze perchè non le ha mai utilizzate, ribadisco fortunatamente. Usandoli molto spesso posso assicurarti che le note di cui parlavi tu non sono attribuibili all'acetaldeide bensì all'etil acetato.
Se uno non ha mai annusato/mangiato una castagna bollita in vita sua è difficile che riscontri quella nota nei Fiano di Montefredane; questo accade non perchè è deficiente ma molto semplicemente non ha un termine di paragone per fare un confronto corretto
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12614
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Alberto » 10 gen 2020 17:47

Ziliovino ha scritto:Langhe Nebbiolo Licin 2015 - Filippo Gallino. In stile "rive gauche du Tanaró" con più colore, polpa e frutto dei dirimpettai di riva

Mi sa però che è più lo stile di Gallino, per come lo ricordo (es. barbere a 15,5 gradi in allegria) che il crisma del Roero (che invece dà vita, secondo me, a nebbioli abbastanza "sciolti"...dove considerato il difetto di corpo può al massimo scappare via un po' l'alcol).
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda gianni femminella » 10 gen 2020 18:56

@messner @bobbisolo e altri:

Ho studiato un po'. Riassumo, se a qualcuno interessa.
A un determinato punto della fermentazione batteri acetici ( risparmio i nomi scientifici ) trasformano l'alcool etilico in acido acetico e acetato di etile. La percentuale del primo è di oltre il 95% normalmente. Molte volte i laboratori rilevano solo il primo ( l'acido acetico ), perciò il secondo, in teoria, potrebbe anche avere valori più alti e di conseguenza non rilevati. Sempre a quanto leggo l'ormai famigerato acetato di etile ha un odore di smalto per unghie e acetone ( se non altro questo mi fa pensare alle donne e da questo punto di vista mi piace molto :mrgreen: ).
Doctor wine rileva anche che questo ha una certa pericolosità in quanto è più tossico dell'alcool etilico ( non so dire quanto più pericoloso, del resto anche le donne sono pericolose ).
Rimane da dire che DW però lo associa più a odore di mela marcia o ammaccata e ne collega la presenza non solo a fenomeni fermentativi, ma anche ossidativi.
Chi abbia ragione non lo so, spero di aver contribuito in qualche modo.
eliag
Messaggi: 10
Iscritto il: 05 ago 2017 18:24
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda eliag » 10 gen 2020 20:57

L'acetato di etile è responsabile del carattere dell'acescenza. Al di sotto di una certa soglia tuttavia può dare delle note pungenti come vernice, smalto, acetone.
La presenza è da imputare a determinati lieviti non-Saccharomyces, al Saccharomyces stesso che ne può produrre piccole quantità in fermentazione ed ai batteri acetici.

Le note invece di mela tagliata o svanito sono da ricondurre invece all'acetaldeide. Questa può derivare dall'ossidazione diretta dell'etanolo per mezzo di catalizzatori o per mezzo di lieviti micodermi (fioretta). Essendo un intermezzo della fermentazione alcolica anche Saccharomyces ne produce in q.tà variabili.
Messner
Messaggi: 1033
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Messner » 10 gen 2020 23:36

gianni femminella ha scritto:@messner @bobbisolo e altri:

Ho studiato un po'. Riassumo, se a qualcuno interessa.
A un determinato punto della fermentazione batteri acetici ( risparmio i nomi scientifici ) trasformano l'alcool etilico in acido acetico e acetato di etile. La percentuale del primo è di oltre il 95% normalmente. Molte volte i laboratori rilevano solo il primo ( l'acido acetico ), perciò il secondo, in teoria, potrebbe anche avere valori più alti e di conseguenza non rilevati. Sempre a quanto leggo l'ormai famigerato acetato di etile ha un odore di smalto per unghie e acetone ( se non altro questo mi fa pensare alle donne e da questo punto di vista mi piace molto :mrgreen: ).
Doctor wine rileva anche che questo ha una certa pericolosità in quanto è più tossico dell'alcool etilico ( non so dire quanto più pericoloso, del resto anche le donne sono pericolose ).
Rimane da dire che DW però lo associa più a odore di mela marcia o ammaccata e ne collega la presenza non solo a fenomeni fermentativi, ma anche ossidativi.
Chi abbia ragione non lo so, spero di aver contribuito in qualche modo.


Bravo Gianni
Secondo te perchè un laboratorio rileva solo l'acetica e non l'acetato? Semplicissimo, fa quello che richiede il cliente... l'acetica la fai tranquillamente in titrimetria, la puoi fare anche a casa tua con un pelo di vetreria e qualche reagente che costa poco, per l'acetato ci vuole una gas massa, un apparecchio che costa diverse decine di migliaia di euro... I costi dell'analisi sono completamente differenti ecco il motivo...

L'acetaldeide è cancerogena e tossica, l'acetato di etile non lo è ed è atossico, diciamo che è un solvente decisamente più soft, viene utilizzato in quantità industriali per fare TLC e non solo...Ha indicativamente le stesse problematiche dell'acetone che guarda caso viene messo in commercio senza grossi problemi (diluito, non concentrato)... Sempre questione di necessità/utilizzo/prezzo....Chi scrive un deve dare il giusto peso a tutto quanto, non è assolutamente una cosa semplice, soprattutto su argomenti tecnici....Basta comunque guardare le frasi di rischio dei solventi, non è difficile, è sufficiente essere un minimo sul pezzo e conoscere un pelo di chimica, da superiori, nemmeno università...

L'acetaldeide odora di mela ammaccata, nocciola un pelo ossidata ed ha una leggera nota metallica(pessimo segno quando si percepisce questo aroma...Intendo per la nostra salute)... L'acetaldeide si forma per decarbossilazione dell'acido piruvico...Per ossidazione invece dall'etanolo. Queste sono le due vie, ecco perché nell'articolo ci sono due modi per produrla....

Comunque sia Gianni sei stato molto bravo, mi ha fatto piacere vederti approfondire l'argomento, dovrebbero essere tutti come te, apprezzo veramente tanto :wink:
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12614
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Alberto » 11 gen 2020 00:23

Ottimo. :D

E quindi? :wink:

:mrgreen:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda maxer » 11 gen 2020 00:42

Alberto ha scritto:Ottimo. :D

E quindi? :wink:

:mrgreen:

..... devi evitare di bere quei vini (che ti piacciono tanto) che odorano di mela ammaccata, nocciola un pelo ossidata ed hanno una leggera nota metallica .....

te l' abbiamo sempre detto, ma non ci ascolti mai : Alberto avvisato ... :?
carpe diem 8)
Messner
Messaggi: 1033
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Messner » 11 gen 2020 01:55

Alberto ha scritto:Ottimo. :D

E quindi? :wink:

:mrgreen:


Niente, la tua vita continua serena anche senza i miei contributi
Diciamo però che se qualcuno queste cose le ha scoperte, studiate ed indagate (e quello non sono io, sono l'ultima ruota del carro) un motivo c'è :wink:
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 722
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda bobbisolo » 11 gen 2020 14:38

Messner ha scritto:
Alberto ha scritto:Ottimo. :D

E quindi? :wink:

:mrgreen:


Niente, la tua vita continua serena anche senza i miei contributi
Diciamo però che se qualcuno queste cose le ha scoperte, studiate ed indagate (e quello non sono io, sono l'ultima ruota del carro) un motivo c'è :wink:


Grazie Messner e grazie Gianni che in qualche modo vi siete lanciati in spiegazioni tecniche. Continuo a capirci poco perché arrivo fino a un certo punto... Ma questa credo sia la spiegazione sul tema più approfondita del forum.
Incalzo, bere lo stesso vino ossidato pesa di più sullo stomaco dello stesso vino bevuto giovane e non ossidato? (domanda aperta a chiunque)
Messner
Messaggi: 1033
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Messner » 11 gen 2020 15:30

bobbisolo ha scritto:
Messner ha scritto:
Alberto ha scritto:Ottimo. :D

E quindi? :wink:

:mrgreen:


Niente, la tua vita continua serena anche senza i miei contributi
Diciamo però che se qualcuno queste cose le ha scoperte, studiate ed indagate (e quello non sono io, sono l'ultima ruota del carro) un motivo c'è :wink:


Grazie Messner e grazie Gianni che in qualche modo vi siete lanciati in spiegazioni tecniche. Continuo a capirci poco perché arrivo fino a un certo punto... Ma questa credo sia la spiegazione sul tema più approfondita del forum.
Incalzo, bere lo stesso vino ossidato pesa di più sullo stomaco dello stesso vino bevuto giovane e non ossidato? (domanda aperta a chiunque)


Non sei tu che arrivi fino ad un certo punto: sono argomenti non semplici e ci vuole un po' a digerirli!

Ho una vaga idea a dire il vero ma non ti do una risposta alla domanda perchè è fuori dalle mie competenze e non voglio dirti una cazzata :mrgreen:
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda gianni femminella » 11 gen 2020 16:05

bobbisolo ha scritto:
Messner ha scritto:
Alberto ha scritto:Ottimo. :D

E quindi? :wink:

:mrgreen:


Niente, la tua vita continua serena anche senza i miei contributi
Diciamo però che se qualcuno queste cose le ha scoperte, studiate ed indagate (e quello non sono io, sono l'ultima ruota del carro) un motivo c'è :wink:


Grazie Messner e grazie Gianni che in qualche modo vi siete lanciati in spiegazioni tecniche. Continuo a capirci poco perché arrivo fino a un certo punto... Ma questa credo sia la spiegazione sul tema più approfondita del forum.
Incalzo, bere lo stesso vino ossidato pesa di più sullo stomaco dello stesso vino bevuto giovane e non ossidato? (domanda aperta a chiunque)


Era intervenuto non solo messner, ma anche eliag per essere precisi. Io ho dato un contributo in curiosità e niente altro.
All'altra domanda non so rispondere.
maxer
Messaggi: 3936
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda maxer » 12 gen 2020 00:11

bobbisolo ha scritto:Incalzo, bere lo stesso vino ossidato pesa di più sullo stomaco dello stesso vino bevuto giovane e non ossidato? (domanda aperta a chiunque)

..... seconda volta che fai questo tipo di domanda :

ma, mi dica, lei ha spesso problemi di digestione o le succede solo col vino ? ..... :D

ho un lontano passato da studente di medicina, però naufragato
carpe diem 8)
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2977
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Ludi » 12 gen 2020 08:20

D'Arapri, Cuvée XXI Secolo 2012 (sb. 2019): avvolgente e cremoso, di grande equilibrio, elegante. Chiaramente la dissetante freschezza ed il rigore di uno Champagne non sono sulle sue corde, ma mette in riga buona parte dei Franciacorta (per dire :roll: :mrgreen: )

Ieri visitina anche a Sangiovese Purosangue qui a Roma. Edizione dimessa, pochi produttori, per lo più vini anonimi. Eccezioni: i buoni bianchi dell'umbra Cantina Bettalunga, e la gamma di Le Chiuse, che svettava sugli altri Brunello presenti, invero piuttosto tristi.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2434
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda gianni femminella » 12 gen 2020 09:40

Ludi ha scritto:
Ieri visitina anche a Sangiovese Purosangue qui a Roma. Edizione dimessa, pochi produttori, per lo più vini anonimi. Eccezioni: i buoni bianchi dell'umbra Cantina Bettalunga, e la gamma di Le Chiuse, che svettava sugli altri Brunello presenti, invero piuttosto tristi.


Mi dispiace leggere di questa edizione minore di Sangiovese Purosangue. In genere è una bella manifestazione.
Vedo che questa Bettalunga ha anche un procanico. Trovo che sia un vitigno interessante ( e raro), sebbene dai tratti rustici ( che io apprezzo).
Avatar utente
bobbisolo
Messaggi: 722
Iscritto il: 08 set 2017 10:31
Località: Campagnolacucchiaio&stagnola

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda bobbisolo » 12 gen 2020 11:32

maxer ha scritto:
bobbisolo ha scritto:Incalzo, bere lo stesso vino ossidato pesa di più sullo stomaco dello stesso vino bevuto giovane e non ossidato? (domanda aperta a chiunque)

..... seconda volta che fai questo tipo di domanda :

ma, mi dica, lei ha spesso problemi di digestione o le succede solo col vino ? ..... :D


Eh oh... Non mangio da un po'... Sarà quello? :|
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2977
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Ludi » 12 gen 2020 12:52

gianni femminella ha scritto:
Mi dispiace leggere di questa edizione minore di Sangiovese Purosangue. In genere è una bella manifestazione.
Vedo che questa Bettalunga ha anche un procanico. Trovo che sia un vitigno interessante ( e raro), sebbene dai tratti rustici ( che io apprezzo).


infatti, quello che mi è piaciuto di più è proprio il Procanico :D
Unounodue
Messaggi: 50
Iscritto il: 15 dic 2019 14:55

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Unounodue » 12 gen 2020 15:11

GIACOMO CONTERNO BARBERA 2017

Fortunatamente questa volta bottiglia a posto. Per me siamo al Top della tipologia, sicuramente un vino ben fatto.
Avesse avuto qualche grado alcoolico in meno (ne dichiara 15,5 in etichetta) sarebbe stato ancora meglio.
Rimpiango I vini rossi spensierati con 12,5-13 gradi in etichetta.
Bisogna stare attenti a cio' che si desidera perchè poi bisogna esserne all'altezza
Avatar utente
picenum
Messaggi: 924
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda picenum » 12 gen 2020 19:40

Ludi ha scritto:Ieri visitina anche a Sangiovese Purosangue qui a Roma. Edizione dimessa, pochi produttori, per lo più vini anonimi. Eccezioni: i buoni bianchi dell'umbra Cantina Bettalunga, e la gamma di Le Chiuse, che svettava sugli altri Brunello presenti, invero piuttosto tristi.

non sono riuscito ad andare. hai per caso assaggiato i vini di ficomontanino (chiusi)?
Avatar utente
picenum
Messaggi: 924
Iscritto il: 10 nov 2011 13:50
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda picenum » 12 gen 2020 19:47

gianni femminella ha scritto:
Ludi ha scritto:
Ieri visitina anche a Sangiovese Purosangue qui a Roma. Edizione dimessa, pochi produttori, per lo più vini anonimi. Eccezioni: i buoni bianchi dell'umbra Cantina Bettalunga, e la gamma di Le Chiuse, che svettava sugli altri Brunello presenti, invero piuttosto tristi.


Mi dispiace leggere di questa edizione minore di Sangiovese Purosangue. In genere è una bella manifestazione.
Vedo che questa Bettalunga ha anche un procanico. Trovo che sia un vitigno interessante ( e raro), sebbene dai tratti rustici ( che io apprezzo).

beh non è poi così raro. nel lazio, in umbria ed in toscana sono molti a vinificarlo. antonio camillo, le coste, ajola, poggio concenzione e tanti altri
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2977
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI GENNAIO 2020

Messaggioda Ludi » 13 gen 2020 09:24

picenum ha scritto:
Ludi ha scritto:Ieri visitina anche a Sangiovese Purosangue qui a Roma. Edizione dimessa, pochi produttori, per lo più vini anonimi. Eccezioni: i buoni bianchi dell'umbra Cantina Bettalunga, e la gamma di Le Chiuse, che svettava sugli altri Brunello presenti, invero piuttosto tristi.

non sono riuscito ad andare. hai per caso assaggiato i vini di ficomontanino (chiusi)?


no, non è tra quelli che ho provato questa volta. Avevo bevuto i loro vini anni fa, non mi rimasero però particolarmente impressi.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: bobbisolo, Danielcor, Gavedano82, Miguelcok e 1 ospite