LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
vinogodi
Messaggi: 29045
Iscritto il: 13 giu 2007 15:20
Località: nord

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda vinogodi » 17 dic 2019 11:45

bobbisolo ha scritto:Denis Mortet - Mes cinq terroirs 2016
Non ho resistito... compro un paio di bottiglie se qualcuno le cede...
Che stoffa! ...frutto rosso sparato a mille, ciliegia ma soprattutto frutti di bosco, con un definitissimo lampone, quasi agrumato dal gran che è fresco, legno ancora presente ma non è il cassetto della nonna, è un legno che eleva un naso già nell'olimpo della precisione ( :lol: burlonate a parte, vaniglia ma nn eccessiva, ben integrata con il resto degli aromi), a ricordarmi fragole e panna montata, poi la cola e dopo qualche ora, il cioccolato... Carnosa la bocca, vellutato il tannino, perfetta la corrispondenza col naso, quindi il lampone, poi la cola e delicatissimi spunti balsamici a rinfrescare il sorso.
Finale che dura per minuti e procede equilibratissimo.
Chissà i suoi premier cru... :cry:
...il suo Chambertin 1998 , fra i 3 Borgogna dell'anno ... 8)
....Magari ricaviamo un altro piccolo appoggio un po' meno liscio e scivoloso su cui zompettare per attraversare le rapide dell'incomprensione, ed evitare di precipitare nel baratro delle cascate del conflitto perenne...

Avatar
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8193
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 17 dic 2019 12:03

gianni femminella ha scritto:
Ho una domanda. I tannini del vino stesso, l'acidità insita del vino, i tannini derivanti dal legno, non sono tutte parti astringenti?
Grazie a chi ha voglia di rispondere.


Il tannino si, l'acidità no. Ai corsi più approfonditi (esempio AIS, FISAR, ONAV) ti fanno degustare le singole componenti in soluzione per imparare a percepirle. L'acidità produce una sensazione di salivazione fluida, acquosa, generalmente ai lati della lingua; mentre il tannino, come ben sai per esperienza, asciuga per via del legame che forma con la saliva stessa, precipitando.
Il sale invece si percepisce più come sapore ma non ha la stessa influenza.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
giodiui
Messaggi: 162
Iscritto il: 14 set 2018 10:30
Località: Romagna

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda giodiui » 17 dic 2019 18:30

gianni femminella ha scritto:Tenores 2015 Romangia rosso, 16,5 gradi - Tenute Dettori
Confermo quanto detto recentemente dal nostro Giovanni. La bottiglia va scolmata per tempo, con una temperatura di servizio più bassa rispetto a un rosso normale. Alcool praticamente inavvertibile, tanto che pure le donne di famiglia lo hanno apprezzato, e commentato che non si sente. Il frutto è maturo e potente, ma nonostante questo scivola via che è una bellezza su ciliegiona, morona, fragolona. Fresco e balsamico, si beve come fosse un vinello. E soprattutto non ha difetti di sorta, nonostante Alessandro sia un non interventista, diciamo così ( visti i discorsi di questi giorni... )


Dovendo scegliere se aprire Dettori 2012, Tenores 2015 o Tuderi 2014, cosa mi consigliereste? Cosa è più pronto? (poi seguirò scrupolosamente la procedura della scolmatura)
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2322
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gianni femminella » 17 dic 2019 19:19

giodiui ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Tenores 2015 Romangia rosso, 16,5 gradi - Tenute Dettori
Confermo quanto detto recentemente dal nostro Giovanni. La bottiglia va scolmata per tempo, con una temperatura di servizio più bassa rispetto a un rosso normale. Alcool praticamente inavvertibile, tanto che pure le donne di famiglia lo hanno apprezzato, e commentato che non si sente. Il frutto è maturo e potente, ma nonostante questo scivola via che è una bellezza su ciliegiona, morona, fragolona. Fresco e balsamico, si beve come fosse un vinello. E soprattutto non ha difetti di sorta, nonostante Alessandro sia un non interventista, diciamo così ( visti i discorsi di questi giorni... )


Dovendo scegliere se aprire Dettori 2012, Tenores 2015 o Tuderi 2014, cosa mi consigliereste? Cosa è più pronto? (poi seguirò scrupolosamente la procedura della scolmatura)


Per me sono tutte pronte. Dipende più da cosa va a te. Tenores è buono. Tuderi non lo bevo da tanto tempo e non ne ho ricordo. Dettori è una gran bottiglia. Ho bevuto due anni fa una 2010 ( c'era anche littlewood ) e fece una gran figura in mezzo a tante altre belle cose.
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2918
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Ludi » 17 dic 2019 19:29

giodiui ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Tenores 2015 Romangia rosso, 16,5 gradi - Tenute Dettori
Confermo quanto detto recentemente dal nostro Giovanni. La bottiglia va scolmata per tempo, con una temperatura di servizio più bassa rispetto a un rosso normale. Alcool praticamente inavvertibile, tanto che pure le donne di famiglia lo hanno apprezzato, e commentato che non si sente. Il frutto è maturo e potente, ma nonostante questo scivola via che è una bellezza su ciliegiona, morona, fragolona. Fresco e balsamico, si beve come fosse un vinello. E soprattutto non ha difetti di sorta, nonostante Alessandro sia un non interventista, diciamo così ( visti i discorsi di questi giorni... )


Dovendo scegliere se aprire Dettori 2012, Tenores 2015 o Tuderi 2014, cosa mi consigliereste? Cosa è più pronto? (poi seguirò scrupolosamente la procedura della scolmatura)


i vini di Alessandro sono sempre godibili da subito. Comunque, per darti un'idea, Tuderi tende ad assumere sfumature quasi borgognone di speziatura, Tenores è molto più potente e giocato su frutto, mirto e rabarbaro, Dettori fa storia a se....un misto tra un CdP di Beaucastel ed un Porto condito con i profumi della Sardegna, se proprio vogliamo giocare a far paragoni.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2322
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gianni femminella » 17 dic 2019 19:38

A questo punto giodiui aprile tutte e tre in sequenza :D
giodiui
Messaggi: 162
Iscritto il: 14 set 2018 10:30
Località: Romagna

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda giodiui » 18 dic 2019 00:34

gianni femminella ha scritto:A questo punto giodiui aprile tutte e tre in sequenza :D


Mi sa che ci sta una degustazione lenta delle mie, appena ho tre sere libere... 8) 8)
luc83
Messaggi: 499
Iscritto il: 10 ott 2008 14:56
Località: busto arsizio
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda luc83 » 18 dic 2019 18:51

Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda littlewood » 18 dic 2019 19:39

luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.

Era il cossut?
Avatar utente
videodrome
Messaggi: 3423
Iscritto il: 14 apr 2008 19:25
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda videodrome » 19 dic 2019 00:58

Messner ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Ciao Kalos, due parole sull'ester canale di Rosso? vale la spesa?

Fatico a risponderti.. il vino, per me, è veramente buono e meriterebbe l'acquisto.. certo che, a quel prezzo (e pure a meno) si trovano parecchie altre referenze..


120 cucuzze non sono poche ma concordo sulla bontà dei suoi due gioiellini della Rionda (non che Serra e Cerretta non lo siano, per carità, mi piacciono tantissimo)

Quando però confluirà nell'ester canale facendo una sola etichetta sarà ancora più difficile portarselo a casa e questo non accadrà fra tanti anni...Meglio farne incetta :P

Michael dico la mia visto che ero presente e l'ho bevuto. È sicuramente un vino di razza e merita. Ma le vigne giovani a mio avviso si sentono tutte in questo vino che scalpita ed è esuberante non solo per gioventù. Avendo bevuto qualche rionda di Rosso (e ne parlai di questo vino sul forum circa 4 anni fa quando lo cagavano ancora in pochi) mi tremano i polsi a pensare che questo andrà a confluire, seppur in %, mi auguro basse ma temo sempre più crescenti, nel barolo VR. Mutatis mutandis sarebbe come se l'arione andasse a confluire nel monfortino....
Sarebbe più consono se tra qualche anno queste vigne uscissero come vr vigne giovani ma per tante ragioni non sarà.
Dal mio punto di vista è meglio fare incetta ORA del vigna rionda a quello che costa (tanto aumenterà ancora) in cui confluisce l'uva delle vigne storiche di Canale, piuttosto che acquistare questo cmq ottimo vino ma ancora da perfezionare. Anche perchè, se si parla prima o poi di espiantare le vv, tra qualche anno il vr non sarà più quello di oggi. Parere del tutto personale.
ZEL WINE
Messaggi: 7320
Iscritto il: 06 giu 2007 16:36

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda ZEL WINE » 19 dic 2019 01:32

Mutatis mutandis sarebbe come se l'arione andasse a confluire nel monfortino....

Chissà chissà
fama di loro il mondo esser non lassa;
misericordia e giustizia li sdegna:
non ragioniam di lor, ma guarda e passa.
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13253
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Kalosartipos » 19 dic 2019 07:27

videodrome ha scritto:Mutatis mutandis sarebbe come se l'arione andasse a confluire nel monfortino....

Also sprach Zarathustra.
(=Roberto Conterno)
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8118
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda andrea » 19 dic 2019 09:13

Kalosartipos ha scritto:
videodrome ha scritto:Mutatis mutandis sarebbe come se l'arione andasse a confluire nel monfortino....

Also sprach Zarathustra.
(=Roberto Conterno)

Cerretta certo, non immaginavo Arione. In certe annate farà solo Monfo.
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
Messner
Messaggi: 936
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Messner » 19 dic 2019 11:24

videodrome ha scritto:
Messner ha scritto:
Kalosartipos ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Ciao Kalos, due parole sull'ester canale di Rosso? vale la spesa?

Fatico a risponderti.. il vino, per me, è veramente buono e meriterebbe l'acquisto.. certo che, a quel prezzo (e pure a meno) si trovano parecchie altre referenze..


120 cucuzze non sono poche ma concordo sulla bontà dei suoi due gioiellini della Rionda (non che Serra e Cerretta non lo siano, per carità, mi piacciono tantissimo)

Quando però confluirà nell'ester canale facendo una sola etichetta sarà ancora più difficile portarselo a casa e questo non accadrà fra tanti anni...Meglio farne incetta :P

Michael dico la mia visto che ero presente e l'ho bevuto. È sicuramente un vino di razza e merita. Ma le vigne giovani a mio avviso si sentono tutte in questo vino che scalpita ed è esuberante non solo per gioventù. Avendo bevuto qualche rionda di Rosso (e ne parlai di questo vino sul forum circa 4 anni fa quando lo cagavano ancora in pochi) mi tremano i polsi a pensare che questo andrà a confluire, seppur in %, mi auguro basse ma temo sempre più crescenti, nel barolo VR. Mutatis mutandis sarebbe come se l'arione andasse a confluire nel monfortino....
Sarebbe più consono se tra qualche anno queste vigne uscissero come vr vigne giovani ma per tante ragioni non sarà.
Dal mio punto di vista è meglio fare incetta ORA del vigna rionda a quello che costa (tanto aumenterà ancora) in cui confluisce l'uva delle vigne storiche di Canale, piuttosto che acquistare questo cmq ottimo vino ma ancora da perfezionare. Anche perchè, se si parla prima o poi di espiantare le vv, tra qualche anno il vr non sarà più quello di oggi. Parere del tutto personale.


Si sicuramente meglio fare incetta del vigne vecchie, hai ragione :lol: ho detto di fare incetta del fratellino minore per il prezzo decisamente più basso che lo rende un vino dall ottimo qp..
È sicuramente inferiore ma non c é una distanza siderale tra i due...
La scelta di fare blend delle vigne sicuramente ha un risvolto economico non trascurabile.. Non penso non abbiano già fatto prove/microvinificazioni per valutare come potrà essere questo blend e penso abbiano valutato il risultato comparandolo con il vecchie vigne. Spero, ripeto spero, non ci sia molta differenza tra i due.. Non posso saperlo, li ho sempre bevuti singolarmente.
luc83
Messaggi: 499
Iscritto il: 10 ott 2008 14:56
Località: busto arsizio
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda luc83 » 19 dic 2019 11:30

littlewood ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.

Era il cossut?


sì, sì, lui.
Messner
Messaggi: 936
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Messner » 19 dic 2019 11:41

luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.


Non vale i soldi che costa, non ci sono più le stagione di una volta, l'Italia é un paese dove non c'é meritocrazia
e così via :mrgreen:
Nexus1990
Messaggi: 550
Iscritto il: 23 feb 2019 23:33

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Nexus1990 » 19 dic 2019 11:58

Messner ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.


Non vale i soldi che costa, non ci sono più le stagione di una volta, l'Italia é un paese dove non c'é meritocrazia
e così via :mrgreen:

Scusa se ti correggo ma era “non ci sono più le mezze stagioni”. Mi dispiace ma su certe tematiche sono molto sensibile.
Luca90
Messaggi: 312
Iscritto il: 10 mag 2018 17:39
Località: Novarese

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Luca90 » 19 dic 2019 12:05

Messner ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.


Non vale i soldi che costa, non ci sono più le stagione di una volta, l'Italia é un paese dove non c'é meritocrazia
e così via :mrgreen:


Ma cosa c'entra scusa?
luc83
Messaggi: 499
Iscritto il: 10 ott 2008 14:56
Località: busto arsizio
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda luc83 » 19 dic 2019 12:30

Luca90 ha scritto:
Messner ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.


Non vale i soldi che costa, non ci sono più le stagione di una volta, l'Italia é un paese dove non c'é meritocrazia
e così via :mrgreen:


Ma cosa c'entra scusa?


Sono curioso anch'io di conoscere la risposta.
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda littlewood » 19 dic 2019 12:34

luc83 ha scritto:
Luca90 ha scritto:
Messner ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.


Non vale i soldi che costa, non ci sono più le stagione di una volta, l'Italia é un paese dove non c'é meritocrazia
e così via :mrgreen:


Ma cosa c'entra scusa?


Sono curioso anch'io di conoscere la risposta.

Certo nn e' il calvari almeno x ora...
apple
Messaggi: 1304
Iscritto il: 18 set 2010 14:52

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda apple » 19 dic 2019 12:46

La 2015 non è super...
"Il salutista è uno che vive da malato per morire sano..."
gpetrus
Messaggi: 2599
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gpetrus » 19 dic 2019 12:47

luc83 ha scritto:
littlewood ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.

Era il cossut?


sì, sì, lui.

mi dici il prezzo pero' ??? giusto per capire ...se lo hai pagato 35-40 o 100 eurozzi
Avatar utente
andrea
Messaggi: 8118
Iscritto il: 06 giu 2007 11:38
Località: Bassa Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda andrea » 19 dic 2019 12:51

gpetrus ha scritto:
luc83 ha scritto:
littlewood ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.

Era il cossut?


sì, sì, lui.

mi dici il prezzo pero' ??? giusto per capire ...se lo hai pagato 35-40 o 100 eurozzi

Bastano 100?
Ti amo Licia!!!
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

Spedisco entro 5 giorni lavorativi, sempre che riesca a trovare i vini nel casino della mia cantina
luc83
Messaggi: 499
Iscritto il: 10 ott 2008 14:56
Località: busto arsizio
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda luc83 » 19 dic 2019 12:54

gpetrus ha scritto:
luc83 ha scritto:
littlewood ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.

Era il cossut?


sì, sì, lui.

mi dici il prezzo pero' ??? giusto per capire ...se lo hai pagato 35-40 o 100 eurozzi


Mi sono basato sul prezzo on line di circa 150 euro, il calice mi è stato offerto da un tavolo vicino al nostro al quale abbiamo fatto provare un calice di Labet - chardonnay savagnin les particuliers 16
Ma come ho specificato, non solo non vale 150 ma non spenderei nemmeno un quarto di quella cifra.
littlewood
Messaggi: 2002
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda littlewood » 19 dic 2019 13:36

luc83 ha scritto:
gpetrus ha scritto:
luc83 ha scritto:
littlewood ha scritto:
luc83 ha scritto:Refosco dal Peduncolo Rosso 2015 Miani
Cupo, concentrato nel colore. Tratti vegetali che ricordano il cabernet, tondeggiante nella sensazione tattile e assolutamente non graffiante.
Un calice è sufficiente per capire che non vale quel prezzo in primis, ed in generale vino che non mi emoziona.

Era il cossut?


sì, sì, lui.

mi dici il prezzo pero' ??? giusto per capire ...se lo hai pagato 35-40 o 100 eurozzi


Mi sono basato sul prezzo on line di circa 150 euro, il calice mi è stato offerto da un tavolo vicino al nostro al quale abbiamo fatto provare un calice di Labet - chardonnay savagnin les particuliers 16
Ma come ho specificato, non solo non vale 150 ma non spenderei nemmeno un quarto di quella cifra.

Dividi uel prezzo x tre e forse ci azzecchi....

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ant0ni0, Beppekk, Ferdero, gottino, Kalosartipos, littlewood, lolloco, simba, teo777full e 7 ospiti