LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Ziliovino
Messaggi: 3158
Iscritto il: 10 giu 2007 17:48
Località: (Bg)

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Ziliovino » 04 dic 2019 10:51

SommelierSardo ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Cannonau di Sardegna Riserva Ballu Tundu 2011 - Sedilesu. Un po' scontroso appena aperto, si distende lasciandolo respirare, è vino ricco, forte avvolgente, ha però perso un po' della fragranza che me lo aveva fatto piacere all'uscita, in favore di toni un po' più speziati ed autunnali ma molto poco definiti.


...credo ti riferissi alla 2010.
Non lo bevo da un po', la ricordo una bella bottiglia!
Probabilmente la 2014 le è superiore: ottima annata in Sardegna.


hai ragione 2010... :roll:
"Il successo di tavernello invita a riflettere"
(Anonimo, bomboletta spray su muro)

"Il vino non lo scegli... è lui che sceglie te"
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 04 dic 2019 11:31

gianni femminella ha scritto:Sanbastiano sangiovese 2015 cantina Ninni
... Il suo limite è una diluizione che lascia un po' inappagato il palato. ..


Questo per me è un limite fortissimo, invalicabile da parte dei naturalisti nostrani. Ne avessi trovato uno, parlo dei più accaniti propugnatori di questo stile, che fosse realmente convincente sul palato, che possedesse quella forza tipica dei grandi vini. E ciò rinforza la mia idea che quasi sempre questi vini nascano da vigne meno vocate...
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2918
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Ludi » 04 dic 2019 11:42

zampaflex ha scritto:
gianni femminella ha scritto:Sanbastiano sangiovese 2015 cantina Ninni
... Il suo limite è una diluizione che lascia un po' inappagato il palato. ..


Questo per me è un limite fortissimo, invalicabile da parte dei naturalisti nostrani. Ne avessi trovato uno, parlo dei più accaniti propugnatori di questo stile, che fosse realmente convincente sul palato, che possedesse quella forza tipica dei grandi vini. E ciò rinforza la mia idea che quasi sempre questi vini nascano da vigne meno vocate...


PS riguardavo i miei appunti....la 2015 l'avevo giudicata discretamente, pur nell'ambito di un vino di medio pregio. La 2016 è imbarazzante.
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2323
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gianni femminella » 04 dic 2019 12:34

Rispondo sia a Giuliano che a Luciano. La mia 2015 era pulita, a questo punto prendo atto che sarà bene evitare la 2016. Ogni tanto bevo cose un po' diverse, perché sono curioso, e il Sanbastiano come dicevo viene da vigne di 50 anni a piede franco, ma questo evidentemente basta a fare un vino dignitoso e niente più.
E infatti dopo le divagazioni, normalmente torno ai miei chianti, fiano, brunello, barolo, verdicchio etc. La vocazione ha il suo peso, c'è poco da fare.
ale.BZ
Messaggi: 741
Iscritto il: 19 gen 2012 19:26
Località: Bolzano

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda ale.BZ » 04 dic 2019 16:19

Ziliovino ha scritto:Vigneti delle Dolomiti Rosso Granato 2004 - Foradori. Vecchia gloria degli anni 90/inizio duemila praticamente sparito da queste parti, color sangue di drago compatto e impenetrabile, sembra svinato ieri, naso di more e mirtilli, un po' statico/monolitico, sorso che parte intenso, un po' vuoto a centro bocca e termina con scia di freschezza. Bella integrità ma speravo in qualcosina in più...


A mio parere la conversione al biodinamico dal punto di vista qualitativo non gli ha proprio giovato. :(
Alessandro
335 6507471
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 07 dic 2019 12:23

Costa Archi - GS 2012

Uhmmm...seconda bottiglia che bevo di quest'anno, sempre con questo profilo arcigno, acido, amaro su toni molto vegetali. Il naso si salva un po' ma la bocca è proprio scorbutica. Effetto di un'annata grama per la maturità fenolica? 2011 era molto meglio.
:D :D :)
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 07 dic 2019 12:30

ale.BZ ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Vigneti delle Dolomiti Rosso Granato 2004 - Foradori. Vecchia gloria degli anni 90/inizio duemila praticamente sparito da queste parti, color sangue di drago compatto e impenetrabile, sembra svinato ieri, naso di more e mirtilli, un po' statico/monolitico, sorso che parte intenso, un po' vuoto a centro bocca e termina con scia di freschezza. Bella integrità ma speravo in qualcosina in più...


A mio parere la conversione al biodinamico dal punto di vista qualitativo non gli ha proprio giovato. :(


Più che la conversione al bio, direi la scelta di pratiche di cantina "innovative" per le quali ci è voluto molto tempo prima di riuscire a padroneggiarle. Difatti ogni tanto gli scappa la volatile.
Certo che, avendo bevuto dei pieni e goduriosi Granato pre 2000, il confronto rischia di farsi difficile.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
gpetrus
Messaggi: 2599
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gpetrus » 07 dic 2019 12:51

ale.BZ ha scritto:
Ziliovino ha scritto:Vigneti delle Dolomiti Rosso Granato 2004 - Foradori. Vecchia gloria degli anni 90/inizio duemila praticamente sparito da queste parti, color sangue di drago compatto e impenetrabile, sembra svinato ieri, naso di more e mirtilli, un po' statico/monolitico, sorso che parte intenso, un po' vuoto a centro bocca e termina con scia di freschezza. Bella integrità ma speravo in qualcosina in più...


A mio parere la conversione al biodinamico dal punto di vista qualitativo non gli ha proprio giovato. :(


e i due rossi affinati in anfora son piu' buoni del Granato :D
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8200
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 08 dic 2019 17:54

Domaine de la Chevalerie - Bourgueil Grand-Mont 2010

Quando si parla dei migliori rossi della Loira, questo domaine entra nella discussione.
La bottiglia aperta dimostra il perché: in questa annata di eccellenza, stuzzica e vellica, proponendo molti più fruttini, ben delineati, rispetto alle meno goderecce note erbacee e piraziniche tipiche del vitigno. La mora si fa italica di montagna, saporita e fresca. Il sorso è pieno, agile, lungo, costante, dalla chiusura completa e riassumente.
Molto bene.

:D :D :D :D -
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
Mike76
Messaggi: 1059
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Mike76 » 08 dic 2019 21:17

In un piacevole convivio dai Bevitori di Maremma, abbiamo deglutito:

Immagine
Champagne Waris Hubert - Armorial: fine, ben dosato, da aperitivo.

Immagine
Altemasi - Trento Riserva Graal 2010: un po' grassoccio, leggermente corto, ma bella prova per un Trento Doc.

Immagine
Ciavolic - Pecorino Colline Pescaresi "fosso cancelli" 2015: bel corpo, si difende bene...mi dicono essere un po' costosino.

Immagine
Dettori - Bianco 2014: poteva fare le veci di un macerato friulano, ma la sua natura isolana viene fuori. Aromatico, alcolico...fuori dagli schemi.

Immagine
Castello di Lamole - Chianti Classico Le Stiche 2013: naturaleggiante...non si capisce subito che siamo a Lamole, ma se gli si concede un po' di tempo, convince.

Immagine
Domenico Clerico - Barolo "Ciabot Mentin Ginestra" 2004: il meno a fuoco della giornata per me, ma per gusto personale. Legnoso, pesante, stanco...ma si sente che sotto la materia c'era...peccato averla sepolta nel legno.

Immagine
Fenocchio - Barolo Cannubi 2008: il contrario del precedente...vivo, ancora giovane, però tradizionale e ben fatto. Un Nebbiolo come si deve.

Immagine
Le Ragnaie - Brunello di Montalcino "Fornace" 2013: rocce e sale, sangue e arancia...ce lo litighiamo fino all'ultima goccia, scivola via che sembra una bibita fresca sotto l'ombrellone.

Immagine
Castello di Ama - Chianti Classico 1995: la sorpresa della giornata. Fresco, vivo, territoriale...magari ne facessero ancora così...

Immagine
Robert Michel - Cornas "Cuvée des Coteaux" 2005: quando arriva Rodano maturo fatto bene, amanti del Sangiovese non possono non apprezzare. Fresco, dolce,sexy...sparisce prima di farlo aprire del tutto, ma cavolo quant'è buono...

Immagine
Corte dei venti - Brunello di Montalcino 2013: un subdolo tappazzo lo inficia al naso, ma non così tanto da fermarci...in bocca è comunque delizioso, e alla fine ce lo scoliamo comunque.

Immagine
Domaine de Trévallon - Alpilles 2009: inusuale blend provenzale Sirah - Cabernet...gustosissimo e molto piacevole.

Immagine
Sulustri - Grotte Rosse 2010: squisito e goloso...anche se ho dubitato fino all'ultimo che fosse solo Sangiovese...l'etichetta lo conferma...molto ben fatto, comunque.

Immagine
Domaine Meo-Camuzet - Nuits-Saint-Georges 2010: la classe non è acqua...arriva quando forse siamo un po' stanchini, ed è anche un filino giovane, ma...avercene...

Panoramica:
Immagine
Avatar utente
gianni femminella
Messaggi: 2323
Iscritto il: 26 nov 2010 14:43
Località: Castiglione della Pescaia - Finale Emilia

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gianni femminella » 08 dic 2019 21:30

Fornace, Alpilles e cuvee des Coteaux i più convincenti per me. Peccato che fossero a temperatura troppo fresca, ma così è visto che abbiamo pranzato nella cantina di Roberto, alias montrachet.
Tutto bevuto alla cieca, ma senza pretese, così, giusto per divertirsi un po' di più sparando qualche stupidata tra amici.
Mike76
Messaggi: 1059
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Mike76 » 08 dic 2019 21:34

gianni femminella ha scritto:Fornace, Alpilles e cuvee des Coteaux i più convincenti per me. Peccato che fossero a temperatura troppo fresca, ma così è visto che abbiamo pranzato nella cantina di Roberto, alias montrachet.
Tutto bevuto alla cieca, ma senza pretese, così, giusto per divertirsi un po' di più sparando qualche stupidata tra amici.


Concordo, aggiungendo il '95 base di Ama, veramente fresco e ben conservato.
Tutto sommato ci siamo conservati anche noi, alla piacevole temperatura di 16°C per tutto il giorno... :mrgreen:
Luca90
Messaggi: 312
Iscritto il: 10 mag 2018 17:39
Località: Novarese

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Luca90 » 08 dic 2019 22:03

DUe note velocissime sulla degustazione da Le Piane:

Maggiorina 2014 :D :D :)
ANnata grama in quel di Boca, Christoph non ha prodotto nè Boca nè Mimmo, tutte le uve sono confluite qui. Il risultato è una Maggiorna con molto più nebbiolo del solito, ma esile, acido, con un piacevole sentore di mandorla. Buonino

Lambrusco del "professore" 2014 :D :D :D :)
Lambrusco di Sorbara ancestrale prodotto da un tizio chiamato il "Professore" da Cristoph che produce Lambrusco clandestinamente.. è piaciuto e ora Le Piane lo commercializza per conto di questa persona. Molto buono, stile Radice di Paltrinieri, non avrei mai detto che fosse così "vecchio"

Boca 2012 :D :D :D :D
Molto buono, filgio di un'annata classica a Boca. ANcora giovane, con tannini graffianti anche se ben integrati. Naso estremamente complesso, speziato, con un frutto croccante ma elengante in evidenza.

Boca 2009 :D :D :D
Buono, ma bevuto vicino al 2012 accusa il colpo. Annata più calda, più sbilanciato verso profumi balsamici e mediterranei, bocca più larga e con tannini un po' rozzi, sicuramente meno elegante del 2012.

Chianti CLassico Riserva Grosso Sanese 2011 Podere il Palazzino :D :D
Forse non l'ho capito, ma piaciuto poco. Annata torrida, al naso frutta liquorosa e tabacco, tanto tabacco. Alla bocca troppa morbidezza per il miei gusti, molto caldo, mi stanca in fretta

Boca "Plinius" 2007 :D :D :D :)
Adesso sembra che lo bastoni in realtà mi è piaciuto molto. Non so se sapete la genesi di questo vino, sostanzialmente nel 2007 una botte è "Impazzita", andando a 38 gradi in fase fermentativa, per anni in botte è sembrato troppo cotto, praticamente da sbatter via, poi dopo un po' è "tornato indietro" quasi acquisendo del frutto perduto. Buono, ma sembra più certi BArolo che un Boca. Molto più potente in bocca, molta più struttura. Certe volte pèuò ricordare uno sforzato per potenza e morbidezza ma l'acidità che comunque rimane lo tiene su livelli di bevibilità a mio avviso comunque superiori. Un gran vino ma poco territoriale e troppo insolito

Boca 2006 :D :D :D :D :)
Piaciuto molto. può invecchiare ancora molto ma è godibilissimo. Annata abbastanza classica,terziarizzato ma con un frutto ancora in perfetta forma. In bocca snello e dalla bevibilità assassina.

Boca Antonio Cerri 1987 (imbottigliato da Cristoph nel 95 dopo 8 anni di botte) :D :D :D :D ma aggiungerei un fuori voto :shock:
Uno degli ultimi vini di Cerri per questo non dei migliori, salvato da Critoph che lo ha imbottigliato dopo 8 anni di botte quando Cerri non ne aveva più le forze. AL naso ferro, ruggine ma anche liquirizia. Ma quello che colpisce è la bocca, un'acidità ancora tagliente e dei tannini ancora presenti ed estremamente eleganti. Chapeau per unvino che a 32 rimane ancora così bevibile e "buono", prima esperienza in tal senso
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 09 dic 2019 12:35

Degustazione Verticale del boca di Le Piane (con intrusi.... 8) 8) )condotta dallo stesso Christoph Kunzli in occasione del boca day..di seguito qualche nota

Boca 09
Sale, balsamico, sottobosco, a tratti timido al naso, ma poi ritorna con aromi minerali di pietra lavica e terra rossa.. tannino graffiante, spinta e freschezza..ma è solo la punta dell'iceberg....

Grosso sanese 08 podere il palazzino 8)
fiori rossi, China, dolcezza e soprattutto potenza di frutto, una terziarizzazione gentile, sfocata.. acidità importante, tannino levigato, bocca di carattere e di buona concentrazione..peccato per la scodata alcolica che lascia la bocca un po' calda..un vino solare.....

Plinius 07 boca doc (errore di cantina, temperatura di fermentazione a 38 gradi, 20g di zuccheri residui ecc..)
Frutto sottospirito, rosa canina, big Babol..insolitamente morbido..ricorda un po' certi sforzati valtellinesi, ma più snello, più agile, senza sovrastrutture pesanti, e di facile beva..

Boca 2006
Frutto carnoso all'impatto..si distende con l'ossigenazione..molto classico sia nei profumi che all'assaggio..mi dà l'impressione di essere fatto per il lunghissimo periodo...tanto equilibrio..ma un po' cruda si dice al tavolo, e sono d'accordo

Boca 2005
Pare più minerale del 6 appena versato..
Tanta tanterrima freschezza..naso meraviglioso, tra i migliori..cenere e una leggera tostatura..bocca leggiadra, quasi scarna e un po' cortina

2004 croatina :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

2017 croatina
"La croatina è più boca del boca"
Naso esplosivo, freschezza da paura..croatina a lunghissssssima gittata...

99
Pazzesca, la migliore.

90 penultima annata di Antonio Cerri
Appena versato sembra aver fatto il suo tempo..poi l'ossigeno mi ricorda i miei limiti ma soprattutto mi rammenta quanto sia straordinario questo territorio. Viscerale.
Lorenzo
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 09 dic 2019 12:40

Luca90 ha scritto:DUe note velocissime sulla degustazione da Le Piane:

Maggiorina 2014 :D :D :)
ANnata grama in quel di Boca, Christoph non ha prodotto nè Boca nè Mimmo, tutte le uve sono confluite qui. Il risultato è una Maggiorna con molto più nebbiolo del solito, ma esile, acido, con un piacevole sentore di mandorla. Buonino

Lambrusco del "professore" 2014 :D :D :D :)
Lambrusco di Sorbara ancestrale prodotto da un tizio chiamato il "Professore" da Cristoph che produce Lambrusco clandestinamente.. è piaciuto e ora Le Piane lo commercializza per conto di questa persona. Molto buono, stile Radice di Paltrinieri, non avrei mai detto che fosse così "vecchio"

Boca 2012 :D :D :D :D
Molto buono, filgio di un'annata classica a Boca. ANcora giovane, con tannini graffianti anche se ben integrati. Naso estremamente complesso, speziato, con un frutto croccante ma elengante in evidenza.

Boca 2009 :D :D :D
Buono, ma bevuto vicino al 2012 accusa il colpo. Annata più calda, più sbilanciato verso profumi balsamici e mediterranei, bocca più larga e con tannini un po' rozzi, sicuramente meno elegante del 2012.

Chianti CLassico Riserva Grosso Sanese 2011 Podere il Palazzino :D :D
Forse non l'ho capito, ma piaciuto poco. Annata torrida, al naso frutta liquorosa e tabacco, tanto tabacco. Alla bocca troppa morbidezza per il miei gusti, molto caldo, mi stanca in fretta

Boca "Plinius" 2007 :D :D :D :)
Adesso sembra che lo bastoni in realtà mi è piaciuto molto. Non so se sapete la genesi di questo vino, sostanzialmente nel 2007 una botte è "Impazzita", andando a 38 gradi in fase fermentativa, per anni in botte è sembrato troppo cotto, praticamente da sbatter via, poi dopo un po' è "tornato indietro" quasi acquisendo del frutto perduto. Buono, ma sembra più certi BArolo che un Boca. Molto più potente in bocca, molta più struttura. Certe volte pèuò ricordare uno sforzato per potenza e morbidezza ma l'acidità che comunque rimane lo tiene su livelli di bevibilità a mio avviso comunque superiori. Un gran vino ma poco territoriale e troppo insolito

Boca 2006 :D :D :D :D :)
Piaciuto molto. può invecchiare ancora molto ma è godibilissimo. Annata abbastanza classica,terziarizzato ma con un frutto ancora in perfetta forma. In bocca snello e dalla bevibilità assassina.

Boca Antonio Cerri 1987 (imbottigliato da Cristoph nel 95 dopo 8 anni di botte) :D :D :D :D ma aggiungerei un fuori voto :shock:
Uno degli ultimi vini di Cerri per questo non dei migliori, salvato da Critoph che lo ha imbottigliato dopo 8 anni di botte quando Cerri non ne aveva più le forze. AL naso ferro, ruggine ma anche liquirizia. Ma quello che colpisce è la bocca, un'acidità ancora tagliente e dei tannini ancora presenti ed estremamente eleganti. Chapeau per unvino che a 32 rimane ancora così bevibile e "buono", prima esperienza in tal senso


Ciao Luca, neanche a farlo apposta direi che sul plinius e sulla 2006 siamo allineati.. :D :D
Lorenzo
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 09 dic 2019 12:47

Chianti classico Argenina 2016 Podere il Palazzino
Non lo bevevo dalla 2011...La prima 16 chiantigiana che assaggio con calma, Sangiovese in purezza, Un bel frutto scuro, una discreta progressione e un tratto floreale molto classico.
all'assaggio c'è molta carne al fuoco, si percepisce tanto di tutto..mi aspettavo un equilibrio più netto tra le componenti..lunghezza sicuramente, tratti minerali inconfondibili di ferro e una leggera ruggine che ritorna al naso..c'ho capito poco onestamente, da risentire..

Barbaresco Rivella 2014: ma che ve devo dí, pazzesco..

Cerasuolo cantina sociale rinascita lancianese 1973:
Suonerà come una presa per il culo, ma questo vino era ancora vivo, sotto ogni aspetto..al naso nessuna complessità leggendaria, ma era ancora lì, con una confettura e una bella liquirizia..all'assaggio mostra ancora tensione, un timido allungo..il potenziale del Montepulciano mi stupisce ogni volta.
Ultima modifica di gbaenergiaeco10 il 09 dic 2019 12:49, modificato 1 volta in totale.
Lorenzo
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13253
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Kalosartipos » 09 dic 2019 12:48

Il mio podio della bevuta di sabato:

il Sangiovese come piace a me.. per qualcuno al tavolo era ancora giovane, per me a puntino :mrgreen:

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13253
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Kalosartipos » 09 dic 2019 12:51

I due Nebbiolo sicuramente giovani, ma ugualmente buonissimi.. (sempre per il mio gusto)

Immagine

Immagine
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1614
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 09 dic 2019 13:00

Kalosartipos ha scritto:I due Nebbiolo sicuramente giovani, ma ugualmente buonissimi.. (sempre per il mio gusto)

Immagine

Immagine


Ciao Kalos, due parole sull'ester canale di Rosso? vale la spesa?
Lorenzo
Luca90
Messaggi: 312
Iscritto il: 10 mag 2018 17:39
Località: Novarese

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Luca90 » 09 dic 2019 13:30

gbaenergiaeco10 ha scritto:Degustazione Verticale del boca di Le Piane (con intrusi.... 8) 8) )condotta dallo stesso Christoph Kunzli in occasione del boca day..di seguito qualche nota

Boca 09
Sale, balsamico, sottobosco, a tratti timido al naso, ma poi ritorna con aromi minerali di pietra lavica e terra rossa.. tannino graffiante, spinta e freschezza..ma è solo la punta dell'iceberg....

Grosso sanese 08 podere il palazzino 8)
fiori rossi, China, dolcezza e soprattutto potenza di frutto, una terziarizzazione gentile, sfocata.. acidità importante, tannino levigato, bocca di carattere e di buona concentrazione..peccato per la scodata alcolica che lascia la bocca un po' calda..un vino solare.....

Plinius 07 boca doc (errore di cantina, temperatura di fermentazione a 38 gradi, 20g di zuccheri residui ecc..)
Frutto sottospirito, rosa canina, big Babol..insolitamente morbido..ricorda un po' certi sforzati valtellinesi, ma più snello, più agile, senza sovrastrutture pesanti, e di facile beva..

Boca 2006
Frutto carnoso all'impatto..si distende con l'ossigenazione..molto classico sia nei profumi che all'assaggio..mi dà l'impressione di essere fatto per il lunghissimo periodo...tanto equilibrio..ma un po' cruda si dice al tavolo, e sono d'accordo

Boca 2005
Pare più minerale del 6 appena versato..
Tanta tanterrima freschezza..naso meraviglioso, tra i migliori..cenere e una leggera tostatura..bocca leggiadra, quasi scarna e un po' cortina

2004 croatina :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

2017 croatina
"La croatina è più boca del boca"
Naso esplosivo, freschezza da paura..croatina a lunghissssssima gittata...

99
Pazzesca, la migliore.

90 penultima annata di Antonio Cerri
Appena versato sembra aver fatto il suo tempo..poi l'ossigeno mi ricorda i miei limiti ma soprattutto mi rammenta quanto sia straordinario questo territorio. Viscerale.


Mannaggia, volevo anch'io assaggiare la 99 :(
Comunque tutte bocce buone devo dire, solo la 09 mi è sembrata un gradino sotto ma magari sono solo impressioni.. Quella che ho preferito è stata la 06 anche se devo dire che pure la 12 molto buona anche se un filo giovane.
Limite mio, non sono riuscito a capire la croatina.. Abbiamo assaggiato la 11 e la 17 al banco ma bho, non mi dice niente più che un buon vino "da pasto"... Non lo berrei mai da solo
Ultima modifica di Luca90 il 09 dic 2019 13:37, modificato 1 volta in totale.
Luca90
Messaggi: 312
Iscritto il: 10 mag 2018 17:39
Località: Novarese

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Luca90 » 09 dic 2019 13:36

gbaenergiaeco10 ha scritto:
Luca90 ha scritto:.


Ciao Luca, neanche a farlo apposta direi che sul plinius e sulla 2006 siamo allineati.. :D :D


Vedremo cosa sarà del plinius 2017.. Senza ipocrisie dico però che a quel prezzo non lo prenderei mai.. Già con loro bisogna stare attenti visto che appena gira un'annata alzano i prezzo delle precedenti :roll:
La prossima volta coordiniamoci e andiamo insieme, sicuramente in primavera fanno qualcosa di simile
Avatar utente
Kalosartipos
Messaggi: 13253
Iscritto il: 07 giu 2007 13:57
Località: Cremona
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Kalosartipos » 09 dic 2019 13:44

gbaenergiaeco10 ha scritto:Ciao Kalos, due parole sull'ester canale di Rosso? vale la spesa?

Fatico a risponderti.. il vino, per me, è veramente buono e meriterebbe l'acquisto.. certo che, a quel prezzo (e pure a meno) si trovano parecchie altre referenze..
"La vita è breve e bisogna che uno se la beva tutta".
Osvaldo Soriano - "L'ora senz'ombra"
Messner
Messaggi: 936
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda Messner » 09 dic 2019 14:04

Kalosartipos ha scritto:
gbaenergiaeco10 ha scritto:Ciao Kalos, due parole sull'ester canale di Rosso? vale la spesa?

Fatico a risponderti.. il vino, per me, è veramente buono e meriterebbe l'acquisto.. certo che, a quel prezzo (e pure a meno) si trovano parecchie altre referenze..


120 cucuzze non sono poche ma concordo sulla bontà dei suoi due gioiellini della Rionda (non che Serra e Cerretta non lo siano, per carità, mi piacciono tantissimo)

Quando però confluirà nell'ester canale facendo una sola etichetta sarà ancora più difficile portarselo a casa e questo non accadrà fra tanti anni...Meglio farne incetta :P
ale1984
Messaggi: 319
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda ale1984 » 09 dic 2019 14:21

Qualcuno ha assaggiato il 15 dell’Ester Canale Rosso Langhe Nebbiolo? Dovrebbe essere la prima annata...
supersonic76
Messaggi: 789
Iscritto il: 16 gen 2013 18:38
Località: Bologna

Re: LE BEVUTE DI DICEMBRE 2019

Messaggioda supersonic76 » 09 dic 2019 14:30

Primitivo Riserva 2013 Masseria Jorche

Praticamente un vino da meditazione.
Delusione all'inizio.Sentori di uva appassita, incenso, note balsamiche.Sembra un vino di 20 anni e non 9.
Col passare dei minuti......non cambia nulla.Se non la consapevolezza di bere un altro vino rispetto a quello bevuto all'uscita.
Nessuna nota brodosa, nessun sentore spiacevole che faccia intendere un vino conservato male o semplicemente "ito".
Anzi, conserva ancora una buona spalla acida che rende ne piacevole (pur particolare) la bevuta.
L'alcol, sicuramente impennato dai già originali "bassini" 15 gradi, si sente poco.
Il risultato è che dopo appena un calice la sbornia è di livelli trascendentali mistici.
Perfetto per un week end di nebbia e gelo
Memento Audere Semper

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ale Lenzi, biodinamico, fabio11973, giodiui, Nexus1990 e 5 ospiti