LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Uno spazio per tutti, esperti o meno, appassionati o semplicemente incuriositi dall'affascinante mondo del vino: domande, idee, opinioni...
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12345
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Alberto » 20 nov 2019 11:07

Veneto Garganega Libello, Menti Vini, 2017 (12%)
Della serie, quando il manico sopperisce...vino di entrata dell'azienda (cugini del più famoso, o "famigerato" :wink: Stefano Menti di Gambellara...questi invece sono a Selva di Montebello), proposto, credo volutamente, fuori DOC; annata estremamente caldo-secca; una zona che in Veneto è l'epitome della sfigataggine (secondo me ingiustamente, peraltro).
Eppure, tra i bianchi più "peperini" ed istantaneamente godibili tazzati negli ultimi mesi: alcol basso, secco a zero, ma mica tanto leggerino nel complesso, con qualche curvetta tropicale messa al posto giusto, acidità e sale in abbondanza (in chiusura evidente soprattutto il tratto sapido), il tutto con una bella sensazione ariosa, "primaverile", che in questa stagione di piogge è un autentico toccasana. C'è una mano non banale dietro, evidentemente.
Abbinamento riuscito con spaghetti cacio e pepe.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
gpetrus
Messaggi: 2594
Iscritto il: 21 ott 2009 17:41
Località: Trieste

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda gpetrus » 20 nov 2019 11:08

Messner ha scritto:
supersonic76 ha scritto:
Messner ha scritto:
Barolo Cascina Francia Conterno 2008


A che punto è?

Lo fissavo ieri in cantina con la bava alla bocca


Per me perfetto adesso.
Se sei un feticista dei vini maturi come diversi qui sul forum puoi tranquillamente aspettarlo per qualche lustro ancora :mrgreen:

bevuto prima dell'estate...strepitoso :D
Messner
Messaggi: 929
Iscritto il: 05 lug 2017 12:05
Località: Mantova

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Messner » 20 nov 2019 16:53

gpetrus ha scritto:
Messner ha scritto:
supersonic76 ha scritto:
Messner ha scritto:
Barolo Cascina Francia Conterno 2008


A che punto è?

Lo fissavo ieri in cantina con la bava alla bocca


Per me perfetto adesso.
Se sei un feticista dei vini maturi come diversi qui sul forum puoi tranquillamente aspettarlo per qualche lustro ancora :mrgreen:

bevuto prima dell'estate...strepitoso :D


Non sei abbastanza feticista da aspettarlo altri 15-20 anni, peccato 8)
Avatar utente
vinotec
Messaggi: 27131
Iscritto il: 09 giu 2007 14:19
Località: BRISIGHELLA
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda vinotec » 21 nov 2019 08:36

Ieri sera per i 30 anni di mio figlio "piccolo" Andrea, abbiamo stappato una bottiglia di:
CHTAEAU HAUT-BAILLY 1989
Ne ho prese 2 bottiglie tempo fa su ebay da un utente francese; arrivate con livello e colore perfetti. Un po' rocambolesca l'apertura col tappo che alla fine è venuto via; nel bicchiere colore rosso granato trasparente; due o tre roteazioni e portato al naso, nessun difetto, ma un profumo che spaziava nel corso della cena, dal tartufo, rose appassite, humus...in bocca, una favola...nessun difetto con tannini ancora presenti ma smussati e quasi dolci al palato dove la grazia e la purezza la facevano da padrone...incredibile come si sia mantenuto in questo stato dopo 30 anni...grazie Bordeaux! :D :D :D :D :D
UBI MAIOR, MINOR CESSAT !
lucastoner
Messaggi: 512
Iscritto il: 20 giu 2009 09:59

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda lucastoner » 21 nov 2019 10:11

Dom Perignon 2008 : Io ogni tanto mi chiedo se chi scrive certi commenti , abbia effettivamente bevuto il vino di cui sta scrivendo. Leggo piuttosto frequentemente commenti sulla 2008 in champagne, come un'annata che se bevuta adesso "affetta la lingua" o che in bocca risulti "una spremuta di limone" etcetc...io sui tre 2008 "top" bevuti (G.A. , Dompe e Cristal) ho trovato sempre bottiglie che, sì , hanno un enorme potenziale di invecchiamento, ma senza avere acidità esasperate e risultando assolutamente piacevoli da bere anche adesso.
Questo dompe è piacevolezza allo stato puro, con colore paglierino, bolla finissima sia all'occhio che in bocca , con sentori tutti floreali e di frutta bianca e un leggero tocco di pompelmo.
Salinità in bocca che ti fa finire la bottiglia senza accorgertene e splendida persistenza. Dei tre sopracitati, per ora è il mio preferito.

Fenocchio , Barolo Bussia 2013 : Giovane, troppo per i miei gusti. Tannino aggressivo e acidità belle presente.
Rosso granato. Un po' chiuso al naso inizialmente, poi si senton il sottobosco , la radice di liquerizia e una leggera speziatura.
Bocca, come detto sopra, ancora troppo scomposta e aggressiva.

Montevetrano 2003 : Avevo già bevuto annate vicine , ma il profilo di questa bottiglia mi ha lasciato un po' perplesso.
Colore impenetrabile , a mò di inchiostro...e ci può stare , visto l'aglianico.
Parte con una puzzetta di pollaio piuttosto fastidiosa , che sparisce dopo qualche minuto nel bicchiere.
Rimane però cupo...ci sono i frutti di bosco "scuri" : mora, mirtillo su tutti...poi prugna , senza però aprirsi sui toni speziati che ricordavo negli altri assaggi.
In bocca invece è molto più vivace, bella spinta acida , tannino levigatissimo ma che comunque rende la bocca mobile e grandissima persistenza.
Per i miei gusti, lo bevo più volentier con qualche anno in meno sulle spalle.
littlewood
Messaggi: 1998
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda littlewood » 21 nov 2019 11:44

lucastoner ha scritto:Dom Perignon 2008 : Io ogni tanto mi chiedo se chi scrive certi commenti , abbia effettivamente bevuto il vino di cui sta scrivendo. Leggo piuttosto frequentemente commenti sulla 2008 in champagne, come un'annata che se bevuta adesso "affetta la lingua" o che in bocca risulti "una spremuta di limone" etcetc...io sui tre 2008 "top" bevuti (G.A. , Dompe e Cristal) ho trovato sempre bottiglie che, sì , hanno un enorme potenziale di invecchiamento, ma senza avere acidità esasperate e risultando assolutamente piacevoli da bere anche adesso.
Questo dompe è piacevolezza allo stato puro, con colore paglierino, bolla finissima sia all'occhio che in bocca , con sentori tutti floreali e di frutta bianca e un leggero tocco di pompelmo.
Salinità in bocca che ti fa finire la bottiglia senza accorgertene e splendida persistenza. Dei tre sopracitati, per ora è il mio preferito.

Fenocchio , Barolo Bussia 2013 : Giovane, troppo per i miei gusti. Tannino aggressivo e acidità belle presente.
Rosso granato. Un po' chiuso al naso inizialmente, poi si senton il sottobosco , la radice di liquerizia e una leggera speziatura.
Bocca, come detto sopra, ancora troppo scomposta e aggressiva.

Montevetrano 2003 : Avevo già bevuto annate vicine , ma il profilo di questa bottiglia mi ha lasciato un po' perplesso.
Colore impenetrabile , a mò di inchiostro...e ci può stare , visto l'aglianico.
Parte con una puzzetta di pollaio piuttosto fastidiosa , che sparisce dopo qualche minuto nel bicchiere.
Rimane però cupo...ci sono i frutti di bosco "scuri" : mora, mirtillo su tutti...poi prugna , senza però aprirsi sui toni speziati che ricordavo negli altri assaggi.
In bocca invece è molto più vivace, bella spinta acida , tannino levigatissimo ma che comunque rende la bocca mobile e grandissima persistenza.
Per i miei gusti, lo bevo più volentier con qualche anno in meno sulle spalle.

Il montevetrano ha solo max un 10% di aglianico...il resto e' Cabernet s.e merlot
ORSO85
Messaggi: 1099
Iscritto il: 26 gen 2017 11:04
Contatta:

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda ORSO85 » 21 nov 2019 14:18

Interessante, ho lì sti 2008 e non so mai se aprirli o no
aspetta che sono acidi
no bevili pure che sono pronti

apprezzo la tua recensione.

Fenocchio Bussia dicono sia il CRU più da aspettare di quelli che produce, ho delle bt di 2015 e una vorrei aprirla ma se mi dici così.....ok annata diversa ma se è presto è presto. grazie
http://www.latanadelvino.com
Non spedisco il venerdì per evitare di lasciare il vostro vino in deposito dai corrieri.
Spedisco il giorno successivo alla visualizzazione del pagamento, consegna in 24/48h.
Mike76
Messaggi: 1057
Iscritto il: 23 nov 2011 09:53
Località: Pontedera (PI)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Mike76 » 23 nov 2019 22:53

Immagine

Droin - Chablis Gran Cru Les Clos 2010
Ottima annata da buon produttore, dal miglior cru. E in buona parte si sente nel bicchiere.
Giovane, ancora su toni chiari e fruttati, con la solita mineralità conchigliosa.
Scaldandolo un po' esce l'arachide tostata, ma non il burro, che forse ci avrebbe portato un po' troppo verso Meursault (mi sarei aspettato il contrario in effetti).
Invece ha toni freschi di menta e pennellate di pesca gialla matura.
Un difetto? Non molto lungo...ma si fa bere che è un piacere.
Ma per quello che costa(va), ci si può stare. Devo dire che lo stacco netto con i 1er cru dello stesso produttore si sente, ma rispetto ai top della zona siamo abbondantemente sotto.
Non che qualcuno avrebbe potuto avere dei dubbi al riguardo...
md78d
Messaggi: 113
Iscritto il: 19 nov 2018 20:18

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda md78d » 24 nov 2019 01:14

Iniziamo il week end:

Venegazzu 012 Loredan Gasparini
Colore rosso granato, naso molto bello, confettura, sentori erbacei, tanto terziario. In bocca molto equilibrato, con tannino perfettamente integrato e grande persistenza.
Con pappardella al ragù di cervo grande bevuta. Dopo aver assaggiato il capo di stato, anche con questa bottiglia la cantina loredan Gasparini si conferma alla grandissima.

Franciacorta brut nature facchetti
Colore giallo paglierino, bolla fine, al naso poco o nulla, poi un po’ di pan brioche. Anche in bocca non mi dice un granché, poco di tutto.
Se penso che l ho pagato come un bollinger special cuvee, qualcosa non mi torna...
maxer
Messaggi: 3590
Iscritto il: 10 lug 2017 10:38
Località: emisfero boreale

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda maxer » 24 nov 2019 02:24

md78d ha scritto:Franciacorta brut nature Facchetti

... Se penso che l ho pagato come un bollinger special cuvee, qualcosa non mi torna ...

..... però, anche tu : è un Franciacorta, che cosa pretendi ? ..... 8)

e soprattutto, che cosa spendi ? :shock:
carpe diem 8)
alì65
Messaggi: 12093
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda alì65 » 24 nov 2019 09:29

lucastoner ha scritto:Dom Perignon 2008 : Io ogni tanto mi chiedo se chi scrive certi commenti , abbia effettivamente bevuto il vino di cui sta scrivendo. Leggo piuttosto frequentemente commenti sulla 2008 in champagne, come un'annata che se bevuta adesso "affetta la lingua" o che in bocca risulti "una spremuta di limone" etcetc...io sui tre 2008 "top" bevuti (G.A. , Dompe e Cristal) ho trovato sempre bottiglie che, sì , hanno un enorme potenziale di invecchiamento, ma senza avere acidità esasperate e risultando assolutamente piacevoli da bere anche adesso.
Questo dompe è piacevolezza allo stato puro, con colore paglierino, bolla finissima sia all'occhio che in bocca , con sentori tutti floreali e di frutta bianca e un leggero tocco di pompelmo.
Salinità in bocca che ti fa finire la bottiglia senza accorgertene e splendida persistenza. Dei tre sopracitati, per ora è il mio preferito.



stai parlando di grandi Maison, non sono MAI vini taglienti; nel caso di molti RM invece si, eccome......
sono due cose completamente diverse
futuro incerto...2020 di merda!!!
Avatar utente
Bordolese78
Messaggi: 275
Iscritto il: 07 dic 2010 02:56

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Bordolese78 » 24 nov 2019 09:31

maxer ha scritto:
md78d ha scritto:Franciacorta brut nature Facchetti

... Se penso che l ho pagato come un bollinger special cuvee, qualcosa non mi torna ...

..... però, anche tu : è un Franciacorta, che cosa pretendi ? ..... 8)

e soprattutto, che cosa spendi ? :shock:




Mi permetto di intervenire perchè a mio parere è un paragone che non ci sta proprio e si fa cattiva informazione nei confronti di chi legge:

non entro nel merito di cosa sia stato "trovato" nel vino...ma a parità di condizioni (acquisto da enoteca, ristorante) è impossibile aver pagato il Franciacorta sopracitato tanto quanto S.C. di Bollinger...impossibile...a meno di non essere stati "fregati", chiaramente, ed in quel caso.......

Credo bene che qualcosa non torni.......

Ciao.
alì65
Messaggi: 12093
Iscritto il: 08 giu 2007 15:36
Località: Parma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda alì65 » 24 nov 2019 09:39

Bordolese78 ha scritto:
maxer ha scritto:
md78d ha scritto:Franciacorta brut nature Facchetti

... Se penso che l ho pagato come un bollinger special cuvee, qualcosa non mi torna ...

..... però, anche tu : è un Franciacorta, che cosa pretendi ? ..... 8)

e soprattutto, che cosa spendi ? :shock:




Mi permetto di intervenire perchè a mio parere è un paragone che non ci sta proprio e si fa cattiva informazione nei confronti di chi legge:

non entro nel merito di cosa sia stato "trovato" nel vino...ma a parità di condizioni (acquisto da enoteca, ristorante) è impossibile aver pagato il Franciacorta sopracitato tanto quanto S.C. di Bollinger...impossibile...a meno di non essere stati "fregati", chiaramente, ed in quel caso.......

Credo bene che qualcosa non torni.......

Ciao.


in qualsiasi caso non ci sta il paragone tra Franciacorta e Champagne, anche a parità di prezzo
sono due troppo diverse per paragonarle e non ha senso aspettarsi uno Champo in Franciacorta
futuro incerto...2020 di merda!!!
md78d
Messaggi: 113
Iscritto il: 19 nov 2018 20:18

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda md78d » 24 nov 2019 11:45

Il paragone nasce probabilmente per aver assaggiato il bollinger una decina di giorni fa... ammetto di aver acquistato bollinger qua sul forum e franciacorta in una degustazione dell azienda in enoteca, però boh mi aspettavo di più in generale, Chiaro che il paragone è un po’ così ma nasce d’ala bottiglia di bollinger acquistata da poco e a prezzo simile.
ale1984
Messaggi: 316
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda ale1984 » 24 nov 2019 13:01

Altra bevuta interessante in un mese ricco di enoiche soddisfazioni.

Salvioni - BdM 11
Bevuto a cena con bistecca alla fiorentina in un’orgia di profumi e sapori. Rosso granato, limpido e consistente. Naso tipico di Sangiovese di razza, c’è di tutto: dalla frutta ai fiori, dalle spezie al tostato, ma anche note balsamiche. In bocca è possente, più aperto però di altri 2011 toscani assaggiati di recente. Il tannino, pur poderoso, è sferico e piacevole.
Dritto nella top 10 di quest’anno. ‘Sticazzi all’annata minore...
Ultima modifica di ale1984 il 24 nov 2019 13:44, modificato 1 volta in totale.
littlewood
Messaggi: 1998
Iscritto il: 04 mag 2010 10:32
Località: Valpollicella

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda littlewood » 24 nov 2019 13:16

ale1984 ha scritto:Altra bevuta interessante in un mese ricco di enoiche soddisfazioni.

Salvioni - BdM 11
Bevuto a cena con bistecca alla fiorentina in un orgia di profumi e sapori. Rosso granato, limpido e consistente. Naso tipico di Sangiovese di razza, c’è di tutto: dalla frutta ai fiori, dalle spezie al tostato, ma anche note balsamiche. In bocca è possente, più aperto però di altri 2011 toscani assaggiati di recente. Il tannino, pur poderoso, è sferico e piacevole.
Dritto nella top 10 di quest’anno. ‘Sticazzi all’annata minore...

Se provi salicutti 011 allora cadi dalla sedia...top dell' annata senza se e ma!
ale1984
Messaggi: 316
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda ale1984 » 24 nov 2019 13:45

littlewood ha scritto:
ale1984 ha scritto:Altra bevuta interessante in un mese ricco di enoiche soddisfazioni.

Salvioni - BdM 11
Bevuto a cena con bistecca alla fiorentina in un orgia di profumi e sapori. Rosso granato, limpido e consistente. Naso tipico di Sangiovese di razza, c’è di tutto: dalla frutta ai fiori, dalle spezie al tostato, ma anche note balsamiche. In bocca è possente, più aperto però di altri 2011 toscani assaggiati di recente. Il tannino, pur poderoso, è sferico e piacevole.
Dritto nella top 10 di quest’anno. ‘Sticazzi all’annata minore...

Se provi salicutti 011 allora cadi dalla sedia...top dell' annata senza se e ma!


Non mancheró... ciao!
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12345
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Alberto » 24 nov 2019 21:47

Monferrato Freisa "Canone Inverso", Cantine Valpane, 2007 (14%)
Al di là che lo stile aziendale, personalissimo, è votato a vini sempre e comunque da lung(hissim)a gittata, trovo le freisa "importanti", langhette o monferrine che siano, vini tanto organoletticamente ed intellettualmente interessanti, quanto decifrabili con una certa difficoltà...questo ha un colore rubino molto scuro e con pochissimo orlo, e la struttura (tannica, soprattutto) letteralmente di un grande nebbiolo, abbinata ad un tratto aromatico piuttosto ombroso, introverso, leggermente grave. Non manca di certo il frutto scuro maturo, "buccioso", ma la rimane sempre un lato nascosto, inespresso, corrucciato quasi. Sapida la chiusura, non troppo persistente. The dark side of nebbiolo? :roll:
Detto questo, con cardi cotti "al bianco" e bagna cauda...grande combinazione!!!
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8171
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 25 nov 2019 10:34

Alberto ha scritto:Monferrato Freisa "Canone Inverso", Cantine Valpane, 2007 (14%)
The dark side of nebbiolo?


Non sono mica parenti? Mi pare di avere letto così.
Solo che il nebbiolo è la cugina bella e simpatica :mrgreen:
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
gbaenergiaeco10
Messaggi: 1613
Iscritto il: 24 feb 2015 20:07

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda gbaenergiaeco10 » 25 nov 2019 11:23

Barolo Vigna Rionda Massolino 2010

Potpourri di fiori, fragoline di bosco, chiodi di garofano, grafite e pietra pomice..roccia bagnata, uno smalto lievissimo e un accenno di catrame.
In bocca è pieno, centrato, grintoso, di una finezza dalla veste femminile..che esprime un tannino rotondo, già integrato..ecco se il tannino stupisce è l'equilibrio delle componenti a spiazzare..a farti sobbalzare dalla sedia..mentre cerchi di capire la chiusura fino a dove può arrivare, hai già perso l'attimo che cercavi..e allora rimani lì, con questo ricordo di anguria che gironzola tra il naso e il palato..e un senso di smarrimento che solo i vini grandiosi possono provocare..l'essenza del barolo, ce l'ho qui davanti.
Lorenzo
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12345
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Alberto » 25 nov 2019 13:50

zampaflex ha scritto:
Alberto ha scritto:Monferrato Freisa "Canone Inverso", Cantine Valpane, 2007 (14%)
The dark side of nebbiolo?


Non sono mica parenti? Mi pare di avere letto così.
Solo che il nebbiolo è la cugina bella e simpatica :mrgreen:

Parenti strettissimi...il nebbiolo è padre (o meglio, madre) della freisa. L'altro genitore è ancora ignoto, comunque si è sicuri sia un incrocio diretto del nebbiolo.
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Alberto
Messaggi: 12345
Iscritto il: 06 giu 2007 13:59
Località: Graticolato Romano (noto anche come Centuriazione)

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Alberto » 26 nov 2019 21:14

Rias Baixas Albariño Finca a Pedreira, Bodegas Fulcro, 2015 (12,5%)
Devo ancora trovare un vino di questa tipogia che mi soddisfi, mannaggia! Questo per me è davvero un disastro.
Bottiglia visivamente pretenziosa, etichetta bianca minimalista, e ceralacca (fasulla) manco fosse un Montrachet. Tappo sbiancatissimo! Mela verde e un che di vagamente floreale al naso (lavanda? Ma comunque tenue...); in bocca spara subito un'acidità a mille, cruda, affilato in maniera posticcia, perché essendo palesemente frutto di una vendemmia anticipata, gli manca proprio la maturità fisiologica, tanto che in bocca letteralmente crolla. Finale di acqua e limone, con un po' di amaro. Fuffosissimo.
Con spaghettoni burro di Asiago (Pennar) e bottarga di tonno rosso (Adelfio): esce il metallico a bestia! Meno male che la bontà della pasta mi ha fatto presto dimenticare il vino... :wink:
Signora Libertà, Signorina Fantasia
così preziosa come il vino
così gratis come la tristezza...

F. De Andrè
Avatar utente
Ludi
Messaggi: 2914
Iscritto il: 22 lug 2008 10:02
Località: Roma

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda Ludi » 27 nov 2019 09:25

Alberto ha scritto:Rias Baixas Albariño Finca a Pedreira, Bodegas Fulcro, 2015 (12,5%)
Devo ancora trovare un vino di questa tipogia che mi soddisfi, mannaggia! Questo per me è davvero un disastro.
Bottiglia visivamente pretenziosa, etichetta bianca minimalista, e ceralacca (fasulla) manco fosse un Montrachet. Tappo sbiancatissimo! Mela verde e un che di vagamente floreale al naso (lavanda? Ma comunque tenue...); in bocca spara subito un'acidità a mille, cruda, affilato in maniera posticcia, perché essendo palesemente frutto di una vendemmia anticipata, gli manca proprio la maturità fisiologica, tanto che in bocca letteralmente crolla. Finale di acqua e limone, con un po' di amaro. Fuffosissimo.
Con spaghettoni burro di Asiago (Pennar) e bottarga di tonno rosso (Adelfio): esce il metallico a bestia! Meno male che la bontà della pasta mi ha fatto presto dimenticare il vino... :wink:



quest'estate, andando proprio in loco, ho avuto invece qualche bella soddisfazione, specie con Bodegas Attis e Agro de Bazan....
Avatar utente
zampaflex
Messaggi: 8171
Iscritto il: 25 ago 2010 15:26
Località: Brianza

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda zampaflex » 27 nov 2019 09:47

Lisini - Brunello di montalcino Riserva 1975

Proposta da un amico enotecaro, settima di cassa da dodici già provata da lui, quindi mi fido. Livello buono, base collo.
Evoluto, quasi spoglio di colore, eppure appena un po' terziarizzato: naso che regala ancora del fruttino acido, bocca sulla cola e sull'agrume. Acidità e tannini ancora vivi, regge un abbinamento.
Poteva essere una bottiglia mitica o da lavandinare, è stata una bevuta di media qualità, ma interessante.
Sezione ignoranti, educande e quinta colonna maronita
ale1984
Messaggi: 316
Iscritto il: 10 gen 2018 15:40

Re: LE BEVUTE DI NOVEMBRE 2019

Messaggioda ale1984 » 28 nov 2019 19:59

Francois Confuron-Gindre - Nuits Saint Georges 2016

Limpido, rosso rubino vivace, abbastanza consistente. Dà l’idea di essere un filo spostato sulle durezze.
Naso sussurrato di frutti e fiori rossi (lampone, ribes, rose) poi qualche spezia pungente (pepe??????), dell’erbaceo di sottobosco per chiudere con una sensazione di resina molto piacevole. In bocca la freschezza la fa da padrona, la sensazione è che abbia ancora un po’ di angoli da smussare. Il tannino è abbastanza fitto, il sorso discretamente sapido. Al momento, com’era lecito aspettarsi, credo gli manchi un po’ di equilibrio. Non sono sicuro peró che ci sia abbastanza materia sotto nel momento in cui l’acidità si sarà un pochino ridimensionata, l’ho sentito un po’ vuoto. Vedremo fra un annetto!
Ultima modifica di ale1984 il 28 nov 2019 22:54, modificato 1 volta in totale.

Torna a “Vino&Co.: polemiche e opinioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ziliovino e 9 ospiti